L'asteroide 1998 QE2 sfiorerà la Terra il 31 Maggio 2013

La Terra verrà sfiorata da un grosso masso spaziale denominato 1998 QE2, che il 31 Maggio 2013 passerà dalle nostre parti a 5,8 milioni di chilometri, circa 15 volte la distanza tra la Terra e la Luna. Il Programma Neo l'ha individuato 15 anni fa, la grandezza è la stessa dell'asteroide che ha estinto i dinosauri, non certo un presagio rassicurante, ma le similitudini finiscono qui. L'asteroide sarà visibile anche agli astronomi che disponogono di un telescopio amatoriale. La Nasa invece si aspetta di poter ottenere una serie di immagini ad alta risoluzione, che potrebbero rivelarne meglio la composizione della superficie. Stiamo davvero tranquilli ?

Per monitorare l'asteroide e ottenere una scansione completa dei dati verrà usato il Goldstone Deep Space Communications Complex (GDSCC). Una delle missioni dell'osservatorio situato nel deserto del Mojave è proprio quello di monitorare i Near-Earth Object, per capirne orbita e valutarne la possibilità di impatto con il nostro pianeta. Le antenne dell'osservatorio sono state utilizzate anche come sensibili radiotelescopi per condurre ricerche scientifiche co mappare i quasar ed altre radiosorgenti.

Nonostante la distanza possa sembrare notevole, rapportata all'unità di misura astronomia il grosso masso ci passa molto vicino. E' bene chiarire che non esiste nessuna possibilità di impatto, ma l'occasione per gli astronomi rimane storica, riuscire ad avere sotto tiro un enorme asteroide e puntarci sopra i telescopi. Per un brivido lungo la schiena, ed un pericolo di impatto anche minimo, dovremmo aspettare 99942 Apophis, che il 13 aprile 2029 si troverà a una distanza così ravvicinata con il nostro pianeta, da raggiungere una magnitudine pari a 3,3, tanto da poter essere individuato a occhio nudo senza difficoltà. Storicamente, non sono mai stati registrati altri incontri con oggetti di queste dimensioni e visibili a occhio nudo. La gravità terrestre potrebbe modificarne l'orbita rendendo il futuro incontro nel 2036 possibile mettendolo in rotta di collisione con la Terra.

Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    Daniele (lunedì, 20 maggio 2013 19:01)

    Succedera mai niente,tutti tranquilli.Spariremo dal pianeta perche ci ammazzeremo tra di noi.L uomo e fatto cosi!!!

  • #2

    Mr. Jerry Bush (lunedì, 20 maggio 2013 23:45)

    Eh... e noi di cosa campiamo se non vendiamo i nostri prodotti? Mica possiamo morire di fame e mandare a rotoli l'economia di mezzo mondo! Voi pacifisti siete pericolosi! Le guerre, grazie all'industria degli armamenti, danno da mangiare ad un mucchio di persone! Anzi... sono 70 anni che non ne scoppia una in Europa. Penso che sia il caso di scaternane qualcuna, magari piccola, giusto per cominciare, poi si vedrà. Tanto io vivo negli States, quindi non rischio nulla. Poi c'è pure il business della ricostruzione, ma a quello ci pensa mio figlio che possiede una decina di aziende edilizie! Buon lavoro friends!

  • #3

    Veneziano (martedì, 21 maggio 2013 03:40)

    Che faccia il suo dovere. Io un altro governo berlusconi fra un anno non lo voglio.

  • #4

    nibiru (martedì, 21 maggio 2013 18:45)

    io non sono per niente tranquillo.. è palese ormai che ci dicono le cose solo quando il pericolo è scampato. sono anche convinto che del meteorite esploso sulla russia i grandi governi mondiali SAPEVANO!
    andrò controcorrente.. ma io preferirei essere al corrente prima sugli eventuali pericoli che possiamo correre. sarò sadico, ma ho sempre pensato che preferisco sapere di che morte eventualmente potrei morire

  • #5

    darkman66 (domenica, 26 maggio 2013 12:07)

    @ nibiru,concordo pienamente,la verità,sono sempre in pochi a conoscerla.....