Virgin Galactic 2: un successo il primo test spaziale per portare i turisti in orbita

Si è rivelato un successo il primo test della Virgin GalacticSpaceShipTwo (S2), la navicella che dovrebbe portare nello spazio l'ondata di turismo spaziale prevista per i prossimi anni. Nel deserto del Mojave lunedì 29 si è aperta la prima fase del progetto del miliardario britannico Richard Branson, patron della Virgin che sogna di creare una compagnia turistica spaziale a tutto tondo. Lo SpaceShipTwo che ha raggiunto per l'occasione i 1,2 Mach ha testato in volo tutti gli elementi chiave del sistema. Oltre 500 persone hanno già prenotato un posto per un'esperienza di pochi minuti a bordo dello SpaceShipTwo, versando un deposito cautelativo di 200 mila dollari. A seguire il video del volo.

La SpaceShipTwo

Il progetto SpaceShipTwo è l'evoluzione naturale delle tecnologie sviluppate con la SpaceShipOne.

Disegnata per il turismo spaziale può portare otto persone a bordo: sei passeggeri e due piloti. La navetta raggiungerà i 4.200 km/h (2.600 mph) spinta da un singolo motore a razzo ibrido, il RocketMotorTwo, che utilizza protossido di azoto come ossidante e un composto a base di gomma come combustibile solido. Dopo lo sganciamento dal velivolo madre ad una quota di 15200 metri si avrà un'accelerazione a velocità supersonica in meno di otto secondi per portare la navetta a salire per inerzia dopo 70 secondi dal lancio. La Virgin Galactic stima di operare a regime con una flotta di 5 velivoli con il primo servizio di trasporto passeggeri spaziale previsto dopo il 2013. Siamo ancora all'accensione dei motori ma la prima fondamentale tappa per diventare pionieri dello spazio sembra segnato. Se avete qualche centinaia di migliaia di dollari fateci un pensierino.

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    FABIOSKY63 (giovedì, 02 maggio 2013 03:20)


    ...tecnologie...

    questa è tecnologia di 40 anni fa...

    ANCHE se mi danno un milione di "euri" eh!eh! un'assicurazione fantastica sulla vita, e il bottone del teletrasporto rapido ah!ah! col cacchio che ci salgo in quel lattone!..

    mi sa che la RocketMotorTwo (Rockwell) ha trovato "un pollo vergine" eh!eh! con il quale rientrare di qualche miliardo di dollari di quelli a cui ha dovuto (commesse) rinunciare in precedenza...

    le tecnologie cambiano e "i ferri vecchi" vanno alla demolizione, ai musei o...allo stoccaggio di mercato..;)

    http://it.wikipedia.org/wiki/Rockwell_International

    e comunque siamo alle solite...chi ha il pane NON ha i denti..:)

  • #2

    miki (giovedì, 02 maggio 2013 17:14)

    Sarebbe da abbattere appena parte, cosi ammazziamo un po di ricconi e diamo il loro denaro a ki ne ha bisogno per davvero!