La storia della Pellicola del 1938 sugli Ufo scoperta dal regista Mauro Quattrina.

Cercare del materiale storico e trovare una bobina con su scritto Ufo. È la vicenda capitata a Mauro Vittorio Quattrina, regista e storico. La sua strana storia è stata raccontata a «Mistero» dentro un servizio di Marco Berry andato in onda il 20 Marzo scorso.  «La redazione di Mistero mi ha contattato per il mio documentario Tunnel Factories dove racconto in video per la prima volta le fabbriche di armi tedesche nelle gallerie del lago di Garda, sponda occidentale, ma ancora di più della Galleria Caproni di Torbole, sulla sponda orientale, dove venivano costruiti pezzi dei devastanti razzi V2 e degli aerei a reazione me262 e me163», racconta il regista veronese all'Arena.it, il giornale di Verona. «È una storia nota solo a pochi storici che, grazie al documentario, ha avuto notorietà. A seguire il video trovato nel museo dell'areonautica Caproni di Trento, con la scritta Ufo 1938.

Il filmato Ufo 1938 

Si tratta di una bobina in pellicola a 16 millimetri, contenuta in una scatola gialla con su scritto a pennino «Ufo pista Breda» e la data 1938. «Si è cominciato a parlare di Ufo negli anni '40», continua Quattrina, «basti pensare al carteggio raccolto da Mussolini o ai velivoli sperimentali costruiti dai tedeschi in quegli anni, che studiavano oggetti volanti caduti». Sviluppando la pellicola, che secondo il regista è «un originale inedito» si vede «una tipica ripresa dell'epoca, non di ottima qualità, che riporta le condizioni meteo, l'aereo che ha filmato e per 10 secondi, ripreso dall'alto, un disco bianco vicino ad un hangar». Cos'era? Un mezzo sperimentale? Un oggetto volante caduto? Era un'arma segreta di Hitler? Domande senza risposta, appunto un mistero. 

Clicca qui per guardare il servizio integrale diettamente dal sito di Mediaset Video.

Mistero senza risposta anche per gli esperti del settore, venuti dal Centro italiano di Ufologia che hanno studiato la pellicola. «Chi ha scritto sulla scatola gialla il termine Ufo», conclude il regista Quattrina, «era in ogni caso una persona che teneva in ordine gli archivi militari. Guardando attentamente la pellicola, c'è una ripresa dentro l'aereo in volo, una carrellata veloce che subito si allontana. Poteva essere un'arma segreta, che non doveva essere ripresa? Forse».

Scrivi commento

Commenti: 15
  • #1

    65C02 (domenica, 24 marzo 2013 18:01)

    [x] Innanzi tutto la dizione UFO e' del 1950 prima i velivoli "strani" avvistati in massa tali da generare una qualche forma di reale interesse erano stati denominati dei piloti dell'USAAC "Foo Fighters" ed avevano una forma diversa.

    [x] Nel 1938 non avrebbero mai potuto scrivere UFO sia perche' la dizione e' americana
    [x] sia perche' il termine non esisteva nel 1938, quindi il filmato e' stato visionato ed adulterato da qualcun, che successivamente al 1950 ha apposto il termine UFO

    [x] L'oggetto ripreso pare un oggetto discoidale, ma la pellicola e' molto sgranata e non si capisce se il corpo emette luce propria oppure se e' luce riflessa.

    [?] Escludendo ipotesi di manomissioni e ritocchi delle pellicola (che non sarebbero da escludere dato che la dizione UFO, delinea gia' l'evidenza di una adulterazione del filmato a causa del fatto che non poteva esistere tale acronimo) si nota che:

    [x] potrebbe essere un banale taglio della censura militare per cancellare le prove di velivoli sperimentali militari nel 1938

    oppure

    [x] la spiegazione piu' semplice appare quella di un dirigibile mezzo sgonfiato. Infatti nel 1938 i dirigibili italiani ancora ve ne erano!

    Voila' un dirigibile francese di forma non proprio tradizionale,
    http://www.dirigibili-archimede.it/lastoria/image024.jpg
    per un osservatore moderno del 2000 che di solito associa al concetto di dirigibile la forma tradizionale del dirigibile Hinderbourg. Notissimo veicolo che fini' distrutto nel volo inaugurale AFAIR
    http://www.ilpost.it/files/2011/05/AP3705060113.jpg
    interessante questa foto storica, perche' e' da notare la somiglianza dell'intesita' della luce riverberata dalla struttura del veicolo che e' alquanto simile con quanto visto nel filmato video, a bassa qualita' e sgranato. Le ottiche del 193x non erano ottiche fotografiche di certo comparabili con le ottiche moderne ne tantomeno con i CCD digitali.

    Voila' il nostro UFO
    http://www.istriadalmaziacards.com/upload/cartoline/00001793/IMG_0055-01.jpg

    un dirigibile mezzo afflosciato! che e' stato osservato probabilmente dall'alto, il cui occhio di un osservatore moderno, ha aggiunto la dizione UFO in malafede.

  • #2

    Franz (domenica, 24 marzo 2013 18:47)

    In Italia all'epoca nessuno avrebbe usato il termine "ufo".
    Il termine "ufo" fu coniato nel 1951 dal capitano Edward J. Ruppelt.

  • #3

    Flare (lunedì, 25 marzo 2013 08:42)

    Infatti se ascoltate bene la registrazione di Mistero e altre interviste, il regista non fa affermazioni messianiche, ma spiega che ha trovato questa pellicola con la scritta ufo e che è scritta a pennino come le altre del 1936/1938 catalogate e inscatolate. Spiega solamente che ha trovato questa bobina e rimane anche lui straniato dal fatto che il termine è stato usato dopo. Fa solo delle ipotesi, fa vedere secondo me comunque, ufo e non ufo, un documento storico interessante e mostra un video. Punto.

  • #4

    alx (lunedì, 25 marzo 2013 12:16)

    Solita buffala comunque la mia opinione sugli ufo e che siano dei curiosity 100 volte piu potenti che lontano ma no troppo qualcuno ci abbia trovati e da molto ci segua no ha caso negli eventi storici piu importanti sono sempre avvistati no credo ci sia una congiura mondiale se i governi no si preoccupano e forse perché no hanno intenzione di interferire come no lo faremmo noi se su Marte trovassimo una razza di formiche o altro certo e un ipotesi. triste ma molto realistica io ho visto una sfera luminosa mi ha dato una strana senzazione come se fosse viva boo l'Universo forse e piu strano di quanto immaginiamo

  • #5

    Nino (lunedì, 25 marzo 2013 16:07)

    La scritta "ufo", potrebbe essere stata messa in tempi piu' recenti da qualcuno che conosceva il contenuto della pellicola! Questa, sarebbe anche la spiegazione piu' ovvia!

  • #6

    NatoIndaco (lunedì, 25 marzo 2013 17:58)

    I soliti esperti bufalotti: il filmato è autentico, è del 1938; successivamente, gli uomini dell'aeronautica, dovendo catalogare il documento l'hanno fatto con il nuovo termine (UFO) coniato dagli esperti.
    Quanti reperti storici odiernamente si catalogano con termini moderni, bufalotti!

  • #7

    Franz (lunedì, 25 marzo 2013 23:40)

    é chiaro che la dicitura "ufo" sia stata apposta in seguito dall'archivista del museo.
    Il fatto che l'operatore non si soffermi molto potrebbe anche significare che l'oggetto non era cosi importante, potrebbe trattarsi ad esempio del proiettore della contraerea.

  • #8

    FABIOSKY63 (martedì, 26 marzo 2013 03:02)


    ...sovraesposizione...

    @Flare @NatoIndaco

    sono d'accordo su quanto da voi esposto..:)


    faccio notare -A TUTTI...BELLI E BRUTTI- che, di tutta la parte mostrata del filmato, quella circolare -COME RISULTA ESSERE ALL'ANALISI LUMA/CROMA- è l'unica parte fortemente sovraesposta -OLTRE IL BIANCO- visto il gradiente luminoso circostante, generale, di riferimento...

    considerando poi che l'inquadratura è sul terreno e abbiamo dei bianchi di riferimento (gessi delle linee di demarcazione del campo d'aviazione) diretto...la cosa -ALLORA- diventa interessante..:)))

    suppongo che questi semplici ragionamenti -E LE RELATIVE OBBLIGATORIE ANALISI TECNICHE- le abbiano anche fatte gli ESPERTI che all'epoca -ALMENO 50 ANNI FA- hanno visionato, analizzato e catalogato i film recuperati -SALVANDOLI INTELLIGENTEMENTE NELL'INSIEME- della cineteca Caprioni...

    per chi vuole intenderla...INFRAROSSI?..vedremo!..il resto sono -SOLO- "pippe mentali"! che siano "pro o contro"...l'intelligenza!..

    comune come del singolo..:)

  • #9

    Cinese (martedì, 26 marzo 2013 06:58)

    La cosa più inquietante di questo articolo è il commento di alx...

  • #10

    Flares (martedì, 26 marzo 2013 08:08)

    Possibile tutto, ma questo non cambia il senso del filmato che rimane comquneu, a mio parere, eccezzionale dal punto di vista storico. Certo che la scritta Ufo potrebbe essere stata messa dopo... ma qui mi pare che nessuno ascolti e legga quello che viene pubblicato presi come da un mania negazionista. Quanto affermato nella trasmissione è chiaro:" le pellicole sono tutte del 1938 circa. Sopra viene riportato con grafia a pennino la scritta Ufo. Ci si chiede come mai". Punto e basta.Machcé bisogna girarci intorno tutti presi dal protagonismo di scrivere la propria "inattaccabile" versione... con il tono della presa per il sedere. Non è corretto.

  • #11

    Franz (martedì, 26 marzo 2013 13:15)

    Questa figura oltre a non avere bordi regolari non ha un aspetto tridimensionale per cui non dovrebbe essere un oggetto.

  • #12

    Uno qualsiasi (martedì, 26 marzo 2013 18:43)

    Il "termine" UFO non è un "termine".

    E' una frase determinativa: oggetto volante non identificato.

    ANCHE prima dell'assurzione ad acronimo da parte della stampa, aveva lo stesso identico significato.

    Non credo sia più semplice un "Anything fliyng but i don't know what is this"...

  • #13

    Franz (mercoledì, 27 marzo 2013 09:58)

    L'acronimo è un termine formato dalla prima lettera di ogni
    parola.
    http://www.pensiero.it/strumenti/pdf/abbreviazioni.pdf.
    Qui viene spiegato l'origine del termine"UFO" http://de.wikipedia.org/wiki/UFO.

  • #14

    65C02 (giovedì, 28 marzo 2013 12:41)

    @ Flare
    I fatti sono fatti e c'e poco da girarci attorno :-D e' una patacca!

    [x] la dizione UFO e' del 195x > 1938, non poteva essere usata nel 1938
    [x] l'acronimo e' inglese e non italico, non poteva essere usato nel 1938
    [x] che fine hanno fatto i cappelli da prete volanti? :-D
    [x] di pennini ed inchiostri ce ne sono tanti, se ne trovano persino oggi d'epoca

    [x] 1+1=2 la dizione UFO dimostra che il filmato e' stato visto da un osservatore moderno (post 1950) che ha apposto la dizione UFO (e nulla osta che il filmato possa essere anche stato taroccato, proprio per questo palese inquinamento)

    per altro

    [x] la foto ed i fotogrammi sono sgranati e sfocati e non si capisce se l'oggetto emette luce propria o se la riflette

    [x] non ci sono tracce di Foo Fighters attorno all'oggetto
    [x] il presunto oggetto e' troppo piccolo per essere una nave madre insettoide
    [x] il presunto oggetto avrebbe una quota troppo bassa per essere una madre insettoide

    inoltre
    [x] non risultano casi di avvistamenti di "UFO saurici" nel 1938

    obiettivamente
    [x] l'oggetto e' sfocato con grana alla pellicola pregna di rumore ha una forte somiglianza in termini d'intesita' di luce riflessa con un dirigibile (come mostrano le foto dello Zeppelin su NYC)

    [x] all'epoca nel 193x le macchine fotografiche e le ottiche erano alquanto scadenti rispetto alla tecnologia moderna ed al digitale

    [x] la forma e l'intensita' della luce riflessa di un dirigibile mezzo scongio
    [x] concorda con forma e posizione (esattamente a terra) di un dirigibile mezzo sgonfiato (mezzo aereo che all'epoca c'era)

    per altro come fanno notare altri dall'acume vispo
    [x] potrebbe anche essere una lampada anti aerea

    e persino
    [x] nulla osta che possa essere anche un taglio per censura su una pellicola industriale

    tirando le somme

    [x] modus operandi e forma non concordano con i mezzi alieni conosciuti

    al contrario
    [x] vi sono molti oggetti terrestri che invece concordano per forme e colori con l'oggetto evidenziato

    [x] oggetto che e' bene ricordare, potrebbe essere stato anche taroccato od inquinato, esattamente come indica la dizione UFO che e' palese che e' stata apposta successivamente da un osservatore moderno (imho che l'ha aggiunta in malafede)

    Il resto e' mancia.




  • #15

    Franz (giovedì, 28 marzo 2013 19:02)

    Probabilmente si tratta a mio avviso di una figure dipinta per terra.
    Si nota nel filmato anche la figura di una freccia dipinta per terra delle stesse dimensioni.