Curiosity va in crash: il rover Nasa è in modalità provvisoria

Problemi per il computer di bordo del rover della Nasa Curiosity, che sta esplorando Marte dall'agosto 2012. E' stata registrata una anomalia alla memoria del computer principale e per questa ragione gli esperti del Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa, dove si trova il centro di controllo della missione, hanno messo il rover in modalità provvisoria, uno stato precauzionale di minima attività. E' la prima battuta di arresto seria, in una missione che fin'ora era stata perfetta. Da poco il rover aveva perforato la superficie marziana in modo impeccabile. In attesa di risolvere il problema, le attività scientifiche del robot-laboratorio sono state sospese. 

Proprio nei giorni scorsi Curiosity aveva cominciato ad analizzare porzioni del primo campione di roccia prelevato con uno speciale trapano. Il controllo delle operazioni è passato al computer B, gemello del computer principale A. Si prevede il passaggio dalla modalità provvisoria allo stato operativo nel corso dei prossimi giorni. I ricercatori si sono accorti dell'anomalia mercoledì 27 febbraio quando, spiega la Nasa, il rover non ha inviato i dati registrati ma solo le informazioni sul suo stato corrente. Con una simulazione da terra gli esperti della Nasa hanno capito che si trattava di un problema alla memoria del computer A.

Come molti veicoli spaziali, Curiosity è dotato di una coppia di computer gemelli: una ridondanza che permette di avere un sistema di riserva disponibile nel caso di problemi ad uno dei due computer. Non è la prima volta che viene messo in funzione il computer B: è successo anche durante il volo dalla Terra a Marte. Da qualche giorno prima dell'arrivo sul pianeta rosso fino a mercoledì scorso il controllo delle operazioni era invece in mano al computer A. ''Siamo passati al computer B per permettere al computer principale di arrivare ad uno stato standard dal quale iniziare il ripristino delle operazioni'', ha osservato il responsabile della missione Richard Cook, del Jpl. In attesa di risolvere il problema, sono state sospese le attività scientifiche del rover ma viene mantenuta la comunicazione con la Terra. 

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    mari (sabato, 06 aprile 2013 14:52)

    se su marte non si porta qulcosa che respira,come si capisce che li ce vita