Meteorite in Russia: facciamo il punto sull'evento di Čeljabinsk

Oggi, 15 febbraio sopra gli Urali meridionali alle 4:15 del mattino in Italia, quindi le 9:15 locali, un evento rarissimo ha illuminato il cielo della Russia: una meteora, si è disintegrata prima di cadere a Terra dopo aver attraversato l'atmosfera. L'evento ha prodotto un forte boato e un'onda d’urto che ha provocato seri problemi in diverse città della zona di Čeljabinsk. I dettagli sulla massa delle meteora sono per ora parole in libertà, anche se l’Accademia delle Scienze Russe stima che il masso spaziale sia stato di circa 10 tonnellate. Ad oggi si contano oltre milleduecento feriti, quasi duecento di questi sono bambini. A differenza di quello che si possa pensare i feriti sono per la maggior parte vittime delle schegge di vetro delle finestre degli edifici e non certo colpiti da piccoli frammenti del meteorite. Il fatto che oggi sia atteso il passaggio a 36.000km dalle nostre teste di  2012 DA14, non ha fatto che aumentare dubbi e tensioni. Cerchiamo di rispondere a qualche semplice domanda.

Esiste una relazione tra la meteora russa e l'asteroide 2012 DA14 ?

Dalle prime indicazioni non è ipotizzabile nessun collegamento con il transito di un piccolo asteroide - 2012 DA 14 - previsto per questa sera ad appena 29 mila chilometri dalla superficie terrestre. Il bolide che ha investito la zona degli Urali nella Russia centrale verso il confine con il Kazakistan, in particolare la città di Chelyabinsk non si muoveva infatti da sud verso nord ma in direzione opposta: la sua orbita era quindi nettamente diversa, divegendo, di almeno due terzi di grado. 

 

Quanto è raro l'evento capitato oggi ?

Molto raro almeno nei termini in cui è capitato oggi. Il fenomeno non è raro su scala astronomica. In media una volta all’anno sulla Terra precipita un bolide come quello di oggi, liberando una energia pari alla bomba che distrusse Hiroshima (20 kiloton), una volta al mese cade un bolide che libera l’energia di un kiloton, e una volta al secolo l’impatto è tale da devastare un’area di parecchi chilometri quadrati, come accadde a Tunguska, in Siberia, il 30 giugno 1908.  Di solito gli impatti passano inosservati perché i tre quarti della superficie terrestre sono coperti dalle acque, le regioni emerse sono in buona parte desertiche, glaciali o coperte da foreste e le regioni densamente popolate sono relativamente piccole. Ciò che è stato davvero eccezionale, quindi, non è il fenomeno in sé, ma il luogo in cui si è verificato. 

Come mai nessun ente spaziale ha avvertito del pericolo ?

Sino ad oggi le attività di prevenzione in materia di minaccia spaziale sono piuttosto passive. Molti paesi e organizzazioni scientifiche conducono programmi di osservazione soprattutto sugli oggetti più grandi. Il più noto è il Near Earth Object(NEO) della NASA, il cui scopo è quello di mappare tutti i corpi che potrebbero intersecare l’orbita terrestre. Attualmente esistono oltre 1300 asteroidi noti per essere stati denominati potenzialmente pericolosi. Gli enti si avvalgono di strumenti spaziali e terrestri per condurre a pieno le rilevazioni ed emettere eventualmente un’allerta imminente. Non è da meno la Russia, che grazie alle attività dell’Accademia delle Scienze, osserva continuamente le minacce spaziali provenienti anche da strumenti artificiali, come i detriti orbitali. Oggetti molto piccoli ma potenzialmente distruttivi possono sfuggire alle maglie della prevenzione, questo è un caso emblematico.

Quali sono ad ora i danni provocati ?

Secondo quanto riportato da Russia Today, il meteorite è esploso nove volte, la prima a una distanza di 55 chilometri dalla Terra. I cristalli caduti dopo la disintegrazione hanno danneggiato 297 case private, ma anche sei ospedali e 12 scuole. Le esplosioni hanno mandato nel panico gli animali nello zoo di Chelyabinsk, in particolare i lupi e gli orsi. Ci sono oltre 1000 feriti, ma il bilancio è provvisorio, il 99% sono feriti lievi, tre sono gravi, nessuno sembra in pericolo di vita.
Le autorità hanno invitato a non toccare i frammenti e a "non avvicinarsi ad oggetti non identificati". Nella zona dell'impatto sono già stati recuperati diversi frammenti di pietra nera e dura, simile a roccia, che potrebbero essere detriti del meteorite. E su alcuni siti russi di annunci sono già comparse le prime offerte di frammenti di meteorite, a "prezzi da concordare".

Commenti: 47 (Discussione conclusa)
  • #1

    marino (venerdì, 15 febbraio 2013 20:20)

    I video sono incredibili, sti russi hanno ripreso tutto...Fosse capitato da me in puglia la gente avrebbe continuato a farsi i cazzi suoi XD

  • #2

    Matteo Prontera (venerdì, 15 febbraio 2013 21:02)

    @Marino anche il sono pugliese! Concordo pienamente con te!

  • #3

    nibiru (venerdì, 15 febbraio 2013 22:59)

    è impressionante il boato assurdo che fa! in questo video si sente benissimo. il boato, per potenza, sembra molto simile a quello di un'esplosione nucleare, che ho visto su youtube(filmati durante i test che facevano negli anni 70). comunque sono pazzeschi questi russi, dopo lo stupore iniziale continuano a ridere e a rimanere tranquilli. succedesse la stessa cosa qui ci sarebbe il panico totale

  • #4

    Isid (venerdì, 15 febbraio 2013 23:31)

    Mha.... russia puglia virginia...le reazioni della gente sono uguali in ogni luogo secondo me, cosa avrebbero dovuto fare?

  • #5

    nibiru (sabato, 16 febbraio 2013 09:52)

    @Isid
    non è mica vero, credimi. cambiano molto le reazioni della gente nei diversi luoghi della terra..e mica perchè dovremo essere diversi dai russi, dai cinesi, dagli africani ecc ecc(siamo tutti esseri umani!) ma semplicemente per una questione di culture e abitudini differenti

  • #6

    carlo (sabato, 16 febbraio 2013 14:10)

    ma io mi chiedo sti russi vivono con la telecamera accesa indosso?

  • #7

    Cinese (sabato, 16 febbraio 2013 20:28)

    @Carlo

    La tengono sul cruscotto vicino al bicchierino di vodka

  • #8

    Receptionist (domenica, 17 febbraio 2013 02:35)

    Dove sta la differenza nell`intercettare missili intercontintentali e bolidi di questo tipo?
    I radar nn li segnalano?

  • #9

    Tenco (domenica, 17 febbraio 2013 02:55)

    I radar non arrivano a segnalare oltre una certa altezza per quello ci sono i satelliti.

  • #10

    Antonio (domenica, 17 febbraio 2013 02:56)

    Ma a che serve la NASA? Scienziati selezionati con criteri rigidi e insandacabili, lauree ottenute col massimo dei voti e il minimo dei tempi, dottorati brillanti e interessanti, tecnologie e metodi mirati a scoprire pianeti lontani anni luce. E non si accorgono di un sasso che cade sulla testa della gente. Soldi alla ricerca sprecati solo per divertirsi a dire, quanto siamo intelligenti!

  • #11

    Tetris (domenica, 17 febbraio 2013 06:28)

    Eccallà mi sembrava che qualcuno non se la prendesse con la Nasa.
    Muore un eschimese colpa della nasa, grandina sul sahara colpa della nasa, mi prudono le balle...colpa della nasa.

  • #12

    Luis (domenica, 17 febbraio 2013 06:42)

    non è possibile rintracciare circa il 10% degli asteroidi vicini alla terra, che possono avere dimensioni molto più grandi rispetto a quelle dei meteoriti caduti quest’oggi sulla Russia...fatevene una ragione. Anche i preservativi non sono sicuri al 100%...;)

  • #13

    John Watson (domenica, 17 febbraio 2013 14:37)

    @Antonio

    Se tu pensi che sia possibile monitorare tutti i sassi che girano per il Sistema Solare sei un illuso. Soldi sprecati sono quelli per mandarti a casa la tessera elettorale e permetterti di contribuire allo sfascio del Paese.

  • #14

    Cinese (domenica, 17 febbraio 2013 18:16)

    @Watson

    I soldi sprecati che portano allo sfascio del paese son quelli spesi per il tuo cibo e per la tua connessione

  • #15

    John Watson (domenica, 17 febbraio 2013 19:04)

    @ Cinese,

    grazie del pensiero. Fortunatamente per te vivo negli Stati Uniti, quindi la mia sopravvivenza non contribuisce in alcun modo allo sfascio dello stato italiano.

    Mi sembra che ve la caviate abbastanza bene da soli a questo riguardo, il mio contributo e' superfluo.

  • #16

    Rigel (domenica, 17 febbraio 2013 19:56)

    @Luis #12
    @John Watson #13

    Quoto. Fortemente quoto.

    Aggiungo che i soldi spesi per il sistema NEO (Near Earth Object), cioè quello sulle cui basi si stanno studiando le possibilità di deviare eventuali pericoli meteorici, vengono man mano integrati con altre voci di spesa a capitolo.
    Internazionalmente c'è una cooperazione invidiabile, in questo settore.

    Americani, Cinesi, Russi, Indiani, Europei...si condividono informazioni in un modus difficilmente riscontrabile in altri ambiti della società.

    Forse non tutto si sa sui fatti di Celijabinsk.
    Forse l'ipotesi "abbattuto da missile" non è così assurda.
    Forse si hanno già a disposizione "primordiali difese" contro i meteoriti, ma rientrano tra le cose "top secret".

    Non sarebbe da dolersi, in caso sia avvenuto proprio ciò.

    I fatti concreti dicono comunque che in ambito di "conoscenza accurata dei nostri dintorni spaziali" stiamo facendo continui passi avanti.

    Entonces...

    Io non li vedo proprio come soldi sprecati.

  • #17

    Malles (domenica, 17 febbraio 2013 20:56)

    Amis Giuàn = (Johnny),uomo meteora,nel senso che dall'Italia ti sei precipitato all'estero.Non ci son più le meteore d'una volta....quindi
    racconto,solo a te neh!Perchè so (dopo aver passato il Rubicone)che adesso te ne interessi di più e non scarti più niente a priori,a parte le...caramelle. Ordunque,restiamo in tema Russia precisamente in Siberia,l'anno è il 1916 in cui cadde dal cielo una meteora che andò a sfondare il tetto di una stalla .
    Agli occhi dei contadini accorsi per vedere cos'era successo,non apparve però una massa di materia inerte,bensì una massa gelatinosa,biancastra,che si muoveva. La scienza ufficiale non ebbe modo di studiare quella materia perchè i contadini,dopo aver infierito su di essa a bastonate,la fecero sparire.Avanzò l'ipotesi che si trattasse di un essere extraterrestre,finito chissà come sulla Terra.Io so che adesso tu tendi a credere a tutto,vacci piano amico mio perchè non si sono riportate prove certe(fisiche),se non testimonianze orali date dai contadini del luogo

  • #18

    Antonio (lunedì, 18 febbraio 2013 04:38)

    Sono stati feriti più di 1000 individui e non so quanti milioni di danni. Non era trascurabile quel sasso, quindi se la NASA non sa individuare sassi così piccoli che a contatto con l' atmosfera provocano danni così enormi, vuol dire che i soldi per la ricerca sono stati sprecati per cose che alla gente non interessano. I virus sono piccoli e ci si è preoccupati di scoprite apparecchi che potessero vederli, non si è mai detto "Va bè, tanto sono piccoli, non fanno male a nessuno". Ridicolo.

  • #19

    Lucio (lunedì, 18 febbraio 2013 14:22)

    Avete visto che prima dellìesplosione dal meteorite esce qualcosa come un proiettile?forse le tecnologie ci sono ma non te lo dicono guardate attentamente il video e noterete qualcosa che entra nel meteorite da sinistra verso destra http://www.youtube.com/watch?v=zbez-1IQhP8

  • #20

    John Watson (lunedì, 18 febbraio 2013 15:09)

    @ Antonio

    quanti morti all'anno fanno i tumori? Quanti morti all'anno fa l'AIDS? Non riusciamo ancora a curare nessuna di queste due cose. Quindi, secondo il tuo ragionamento, gli investimenti per la ricerca sui tumori e sull'HIV sono tutti soldi sprecati.

    Perche', che diamine, se un certo tipo di ricerca non produce un risultato utile immediato e totale, e' una ricerca sprecata. Non ti sfiora nemmeno il dubbio che prevenire certe cose non sia ancora alla portata delle nostre conoscenze o della nostra tecnologia. Non ti sfiora nemmeno il dubbio che la ricerca richiede tempo, no?

    Se gli scienziati non riescono ad individuare ogni singolo sasso che ci passa sulla testa non e' perche' passano il tempo a giocare a freccette. E' perche' un tale compito non e' attualmente fattibile.

    Ecco un altro bell'esempio, fra i tanti forniti da chi pascola in questo sito, della mentalita' che porta allo sfascio la ricerca scientifica in Italia. E quindi, alla lunga, anche allo sfascio dell'Italia stessa. E' grazie a ragionamenti come questi, Antonio, che l'Italia esporta scienziati ed importa muratori. Continuate cosi'. Quando vi accorgerete di vivere in un paese in via di sottosviluppo sara' sempre troppo tardi.

  • #21

    XXX (lunedì, 18 febbraio 2013 16:13)

    Continuate così dice John Watson

    Fai sempre la ramanzina a tutti, e alla fine esci sempre fuori tema, in più scrivendo un sacco di caxxate.

    Tumori,AIDS , tessera elettorale ma che caspita c'entrano con il meterorite schiantatosi in Russia.

    "Perche', che diamine, se un certo tipo di ricerca non produce un risultato utile immediato e totale, e' una ricerca sprecata."

    Ma spiegami chi ha affermato ciò, questo è solo frutto della tua malsana interpretazione.

    Adesso non ci si può neanche lamentare con la NASA o altri enti spaziali, per una presunta incompetenza del monitoraggio su asteroidi e meteoriti.

    Ma chi ti dice che prevenire questo tipo di disastro sia poi così difficile, qui è solo una questione di costi, e conseguensialmente anche di priorità.

  • #22

    XXX (lunedì, 18 febbraio 2013 16:31)

    Guardate questo filmato, si nota uno strano oggetto comparire alle spalle del meteorite, in seguito lo attraversa dilaniandolo ad alta quota.
    Per alcuni è un semplice missile, per altri un qualcosa di extraterrestre, a voi la sentenza.
    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=xqEh48Sv5kA


  • #23

    John Watson (lunedì, 18 febbraio 2013 16:49)

    @ XXX

    "Fai sempre la ramanzina a tutti, e alla fine esci sempre fuori tema, in più scrivendo un sacco di caxxate."

    Nessuno ti obbliga a leggere quello che scrivo

    "Ma spiegami chi ha affermato ciò, questo è solo frutto della tua malsana interpretazione."

    Antonio ha affermato cio': te lo riporto: "se la NASA non sa individuare sassi così piccoli che a contatto con l' atmosfera provocano danni così enormi, vuol dire che i soldi per la ricerca sono stati sprecati per cose che alla gente non interessano". Mia malsana interpretazione?

    "Adesso non ci si può neanche lamentare con la NASA o altri enti spaziali, per una presunta incompetenza del monitoraggio su asteroidi e meteoriti."

    Ci si puo' lamentare certo. A patto di sapere quello che si dice, cosa che tu non sai. Tu non sai quanto sia difficile monitorare ogni singolo sasso che vaga intorno alla Terra. Tu non sai nemmeno quanti sono i sassi che vagano intorno alla Terra. Tu non sai nemmeno gli strumenti che vengono usati per il monitoraggio, ne' i fondi che vengono assegnati per effettuare il monitoraggio. Tu non sai niente. Eppure vai a dare degli incompetenti a migliaia di persone che si spaccano la testa dalla mattina alla sera per far avanzare la ricerca scientifica. Con ricadute delle quali, stai pur certo, beneficeranno anche gli ingrati come te.

    "Ma chi ti dice che prevenire questo tipo di disastro sia poi così difficile, qui è solo una questione di costi, e conseguensialmente anche di priorità."

    Ma non era un problema di incompetenza? Adesso e' diventato un problema di costi? Immagino che tu sia un esperto di monitoraggio asteroidale. Immagino che tu sappia benissimo quale sia il bilancio della NASA. Immagino anche che tu abbia un dottorato di ricerca in meccanica celeste. Altrimenti non potresti essere cosi' sicuro che monitorare gli asteroidi sia cosi' semplice. Ho ragione? Perche' se non ho ragione, se tu non hai tutta questa esperienza, allora forse ti converrebbe tacere e lasciare lavorare chi invece ce l'ha.

  • #24

    XXX (lunedì, 18 febbraio 2013 17:33)

    John Watson, Antonio non intendeva che sono stati sprecati soldi per cose che alla gente non interessano, ma che fior di quattrini vanno a finire nelle tasche di questi scienziati che dovrebbero anche studiare un metodo per bloccare questo genere di catastrofi.

    Stai sempre li con il fucile spianato a commentare cosa scriviono gli altri, ma ogni tanto analizza le tue di caxxate.

    "Ma non era un problema di incompetenza? Adesso e' diventato un problema di costi?"

    Per me è un problema di costi, per Antonio di incompetenza, come vedi io non sto li a sindacare.

    " Immagino che tu sappia benissimo quale sia il bilancio della NASA. Immagino anche che tu abbia un dottorato di ricerca in meccanica celeste."

    Caro il mio sapientone, non bisogna certo conoscere il bilancio della NASA per comprendere che mettere su una sorta di scudo spaziale capace di individuare e distrugere questi Asteroidi e quant'altro, sia una spesa ingente.

    Approposito dei tuoi "immagino" io immagino che tu non sappia un caxxo

    Ma tu lo sai che se questo meteorite è stato distrutto ad alta quota?, e che se non fosse avvenuto ciò l'effetto sarebbe stato simile a 30 bombe di Hiroshima?
    Distrugerlo con un missile è un esempio di come si può evitare una catastrofe, anche se il metodo sembra scontato e rudimentale.
    Arrivati a questo punto credo che ogni tua replica sia inutile, forse è meglio aprire un dibattito sul mio # 22, sai giusto per non annoiare gli utenti, perchè dei tuoi post, non se ne può proprio più.

  • #25

    John Watson (lunedì, 18 febbraio 2013 17:54)

    @ XXX

    "ma che fior di quattrini vanno a finire nelle tasche di questi scienziati che dovrebbero anche studiare un metodo per bloccare questo genere di catastrofi."

    Fior di quattrini? FIOR DI QUATTRINI?!?! Tu amico mio non hai idea di cosa stai parlando. Ti posso garantire che di scienziati ne ho incontrati tanti in vita mia, ma mai nessuno che fosse ricco, oppure ricco grazie alla scienza. Vai a vedere il bilancio della NASA e, per favore, confrontalo con il bilancio dell'esercito americano. Oppure vai a vedere quale frazione del PIL italiano e' dedicata alla ricerca scientifica. Poi ne riparliamo, di questo "fior di quattrini".

    Inoltre, metodi per evitare catastrofi di questo tipo, vengono studiati da anni. Ma questo non vuol dire che si riescano a realizzare, o che abbiano un'accuratezza del 100%. Niente al mondo ha un'accuratezza del 100%, o nemmeno del 90%.

    "Caro il mio sapientone, non bisogna certo conoscere il bilancio della NASA per comprendere che mettere su una sorta di scudo spaziale capace di individuare e distrugere questi Asteroidi e quant'altro, sia una spesa ingente."

    Certo che sarebbe una spesa ingente. Questo non vuol dire che sia fattibile, pur avendo a disposizione tutto il denaro del mondo. Anche costruire un motore a curvatura avrebbe una spesa ingente, ma questo non vuol dire che sia fattibile. Tu parti dal falso presupposto che tutto sia possibile, mancano solo i soldi.

    "Approposito dei tuoi "immagino" io immagino che tu non sappia un caxxo"

    E hai ragione. La sola differenza tra me e te e' che io so di non sapere. Tu pensi invece di sapere tutto, e che se le cose fossero fatte come dici tu tutto funzionerebbe. Chi tra noi due sara' l'illuso?

    "Ma tu lo sai che se questo meteorite è stato distrutto ad alta quota?, e che se non fosse avvenuto ciò l'effetto sarebbe stato simile a 30 bombe di Hiroshima? Distrugerlo con un missile è un esempio di come si può evitare una catastrofe, anche se il metodo sembra scontato e rudimentale."

    Nessuno mette in dubbio questo. Ma per distruggerlo prima lo devi vedere arrivare. E non e' detto che tutti i soldi del mondo te lo facciano vedere arrivare.

    "Arrivati a questo punto credo che ogni tua replica sia inutile, forse è meglio aprire un dibattito sul mio # 22, sai giusto per non annoiare gli utenti, perchè dei tuoi post, non se ne può proprio più."

    Giusto, occupiamoci del centomilionesimo filmato di UFO che si rivelera' una bufala, non sia mai che la discussione diventi troppo seria.

  • #26

    XXX (lunedì, 18 febbraio 2013 18:12)

    John Watson ma che caspita c'entra il motore a curvatura, aldilà della spesa ingente che ci vorrebbe a costruirlo, non sappiamo neanche se è tecnicamente possibile, forse sarà possibile fra 1000 anni. Però forse monitorare il passaggio di questi oggetti e poi studiare un modo per distruggerli e meno fantascientifica come ipotesi rispetto ad un motore a curvatura o a viaggiare nello spazio tempo.......tu come dici?

    "Giusto, occupiamoci del centomilionesimo filmato di UFO che si rivelera' una bufala, non sia mai che la discussione diventi troppo seria."

    Se non vuoi parlare di UFO e non prendere neanche in considerazione il fatto che loro potrebbero essere già qui, penso che questo sito non faccia per te.

    Non c'era bisogno della tua conferma sul fatto che tu non sappia un caxxo, me ne ero già accorto.

  • #27

    John Watson (lunedì, 18 febbraio 2013 18:21)

    "John Watson ma che caspita c'entra il motore a curvatura, aldilà della spesa ingente che ci vorrebbe a costruirlo, non sappiamo neanche se è tecnicamente possibile, forse sarà possibile fra 1000 anni."

    Esattamente la stessa cosa si applica al monitoraggio di *tutti* gli asteroidi del Sistema Solare. Quindi, come vedi, il paragone e' pertinente.

    "Però forse monitorare il passaggio di questi oggetti e poi studiare un modo per distruggerli e meno fantascientifica come ipotesi rispetto ad un motore a curvatura o a viaggiare nello spazio tempo."

    No, non lo e'. E l'unico motivo per cui tu lo credi e' che, come dicevo prima, non sai. Non sai quanti asteroidi ci sono nel Sistema Solare. E non sai quanto sia difficile modellare l'orbita di un sistema gravitazionale composto da piu' di due corpi. Se lo sapessi, capiresti che quello che tu proponi non e' fattibile. Nemmeno con i "fior di quattrini" che gli scienziati percepiscono.

    "Se non vuoi parlare di UFO e non prendere neanche in considerazione il fatto che loro potrebbero essere già qui, penso che questo sito non faccia per te."

    Lo prendero' in considerazione quando qualcuno me lo provera' scientificamente.

    "Non c'era bisogno della tua conferma sul fatto che tu non sappia un caxxo, me ne ero già accorto."

    Ti do una notizia in diretta. Sostituire le z con le x non lo rende meno volgare. Lo sapevi?

  • #28

    XXX (lunedì, 18 febbraio 2013 20:14)

    Si lo sapevo, infatti sono un gran volgaraccio.

    Certo che ci vuole coraggio ad affermare che monitorare e poi distruggere meteoriti richiede la stessa difficoltà di costruire un motore a curvatura o a viaggiare nello spazio tempo, hahaha, sei davvero una sagoma.

    Peccato però che l'uomo è già in grado di prevedere quando avverrà il passaggio di un asteroide grande quanto quello dell'altra sera.

    "Lo prendero' in considerazione quando qualcuno me lo provera' scientificamente."

    inizia dal filmato che ti dicevo prima, perchè è molto interessante, oppure vuoi imboccata la pappa per notare alcune stranezze?

    In conclusione sai cosa ti dico?
    che sono veramente stanco dei tuoi stupidi cipia e incolla che riproduconom i miei scritti, e il fatto che tu non ti accorga che tai facendo una figura di cacca rende il tutto piu surreale.

    Saluti

  • #29

    John Watson (lunedì, 18 febbraio 2013 20:54)

    @ XXX

    "Certo che ci vuole coraggio ad affermare che monitorare e poi distruggere meteoriti richiede la stessa difficoltà di costruire un motore a curvatura o a viaggiare nello spazio tempo, hahaha, sei davvero una sagoma."

    Lieto di farti ridere. Quando hai finito pero' ti prego di notare che io non ho detto che sono due cose con lo stesso livello di difficolta'. Ho detto che sono due cose impossibili. E' un'affermazione ben diversa.

    "Peccato però che l'uomo è già in grado di prevedere quando avverrà il passaggio di un asteroide grande quanto quello dell'altra sera."

    Hai detto bene, *un* asteroide grande come quello, non tutti. E grande *come* quello, non piu' piccolo. Piu' gli oggetti che consideri diventano piccoli, e piu' difficile diventa trattarli, perche' ce ne sono molti, ma molti di piu'. Voler trovare tutti gli asteroidi del Sistema Solare, con qualsiasi dimensione, e' come voler contare tutti i granelli di sabbia a Milano Marittima. Cioe', impossibile.

    "inizia dal filmato che ti dicevo prima, perchè è molto interessante, oppure vuoi imboccata la pappa per notare alcune stranezze?"

    Non dubito che sia interessante. Ma non ha niente di scientifico. Se vuoi che io (o qualunque altro esponente della comunita' scientifica se e' per questo) accetti un'affermazione epocale come il fatto che gli extraterrestri ci svolazzano intorno da secoli, dovrai portare un'analisi ben piu' approfondita che non un puntino luminoso in un filmato sfocato. Affermazioni straordinarie richiedono prove straordinarie. E sei tu a doverle portare, non io.

    "In conclusione sai cosa ti dico? che sono veramente stanco dei tuoi stupidi cipia e incolla che riproduconom i miei scritti, e il fatto che tu non ti accorga che tai facendo una figura di cacca rende il tutto piu surreale."

    Ma non abbastanza stanco da smettere di replicare, evidentemente. E il fatto che io stia facendo o non facendo una figura di questo o di quello e' un problema mio, non tuo.

    Saluti

  • #30

    john (martedì, 19 febbraio 2013 02:21)

    Guardate qua http://tv.liberoquotidiano.it/video/109996/E--un-ufo-ad-averci-salvato-dal-meteorite.html#.USKeWh2N6xB

  • #31

    Antonio (martedì, 19 febbraio 2013 03:39)

    L’agenzia spaziale Roscosmos ha fatto sapere che i loro apparecchi non hanno registrato la meteorite, invece è stata vista dal satellite europeo Meteosat 10. Che significa questo?

    Significa che non è vero che un meteorite del genere non era possibile individuarlo. Come mai Meteosat 10 lo ha individuato e le agenzie spaziali no?
    Se i soldi venissero impiegati secondo certe priorità, tale avvenimento si sarebbe potuto prevedere. Bastava interessarsi al problema, un problema che i grandi scienziati hanno sottovalutato perchè la loro intelligenza non poteva ribassarsi a robetta da astrofili.

    Putin ha criticato il sistema esistente di monitoraggio definendolo non del tutto efficace. A suo avviso quanto avvenuto «ci deve interessare non dal punto di vista astronomico, pure importante per gli specialisti, ma da quello del sistema di allerta della popolazione su tali fenomeni».

    Praticamente Putin ha riassunto il mio pensiero. La ricerca deve interessare la popolazione, ossia, in questo caso, deve essere indirizzata a migliorare i sistemi di allerta della popolazione e non essere indirizzata a finanziare progetti astronomici che interessano solo gli specialisti, John Watson e qualche appassionato.

  • #32

    John Watson (martedì, 19 febbraio 2013 04:40)

    @ Antonio

    "L’agenzia spaziale Roscosmos ha fatto sapere che i loro apparecchi non hanno registrato la meteorite, invece è stata vista dal satellite europeo Meteosat 10. Che significa questo?"

    Significa che stai parlando di due cose diverse e non ne capisci la differenza. Meteosat 10 non guarda la spazio, guarda la Terra. E infatti non ha registrato il meteorite, ma solo la scia di condensazione da esso lasciata ( vedi per esempio qui: http://www.sen.com/News/surprise-asteroid-impact-is-wake-up-call.html). Non molto utile, dal momento che a quel punto il meteorite ha gia' attraversato l'atmosfera, non credi?

    "Significa che non è vero che un meteorite del genere non era possibile individuarlo. Come mai Meteosat 10 lo ha individuato e le agenzie spaziali no?"

    Te l'ho gia' spiegato il perche'. Puo' anche essere che *quel* particolare asteroide potesse essere individuato con l'uso di maggiori risorse, certo. Ma, e mi ripeto, non riuscirai mai a individuarli tutti.

    "Bastava interessarsi al problema, un problema che i grandi scienziati hanno sottovalutato perchè la loro intelligenza non poteva ribassarsi a robetta da astrofili."

    Balle. Il monitoraggio dei Near-Earth Objects viene correntemente effettuato con i migliori telescopi del mondo del mondo, ad esempio Pan-STARRS. Nel futuro verra' effettuato con LSST, anch'esso un telescopio di altissimo livello. Informati prima di sparare menzogne sulla comunita' astronomica, di cui evidentemente non hai mai visto nemmeno un centimetro.

    "Putin ha criticato il sistema esistente di monitoraggio definendolo non del tutto efficace."

    Non mi risulta che Putin sia un astronomo o un fisico o un planetologo. La sua opinione non conta niente.

    "La ricerca deve interessare la popolazione, ossia, in questo caso, deve essere indirizzata a migliorare i sistemi di allerta della popolazione e non essere indirizzata a finanziare progetti astronomici che interessano solo gli specialisti, John Watson e qualche appassionato."

    Affermazione talmente miope da risultare imbarazzante. Il forno a microonde che sicuramente hai in cucina basa il suo funzionamento sullo studio teorico della struttura molecolare dell'acqua. Argomento che certamente, qualche decennio fa, qualche persona di ampie vedute come te ha battezzato come inutile e privo di ricadute pratiche. Il CCD che sta dentro al tuo telefono e' stato sviluppato in parte grazie alla necessita' di ottenere immagini astronomiche in formato digitale, per poter studiare quei "progetti astronomici che interessano solo gli specialisti, John Watson e qualche appassionato." La stessa cosa potrei dire di virtualmente ogni oggetto che ti ritrovi in casa.

    La ricerca fondamentale ha sempre ricadute pratiche. E non capirlo vuol dire avere gia' fatto meta' della strada verso il baratro. Perche' credi che la Germania stia investendo tanto nella ricerca fondamentale, pure in un periodo di forte recessione come questo? Perche' e' governata da "qualche appassionato"? O perche' sa che tra vent'anni questo le dara' un margine fondamentale su Paesi concorrenti?

    Certo avere un Cancelliere con un PhD in fisica aiuta. In Italia il 90% della gente pensa che un PhD sia una malattia.

  • #33

    XXX (martedì, 19 febbraio 2013 13:23)

    Esatto Antonio,dopo di tutto se il meteorite è stato realmente abbattuto da un missile vuol dire che si può sia individuare che distruggere.

    Per monitorare questi oggetti si tratta solo di investire su telescopi a terra, lo scopo di individuare oggetti più grandi di un chilometro è stato già raggiunto.

    Invece per quanto riguarda il monitoraggio dei NEO,((Near Earth Object) vi è ancora qualche problema,e questo per gli investimenti che richiede(paventoso in termini di costi)....quindi niente di fantascientifico.

  • #34

    XXX (martedì, 19 febbraio 2013 13:30)

    John Watson, bravo bravo fai i copia e incolla tu.

  • #35

    XXX (martedì, 19 febbraio 2013 15:17)

    Guardate questo video, è lo stesso di prima soltanto che questa volta è a velocità naturale.

    Secondo me il video a velcità naturale è molto più interessante di quello ingrandito e poi rallentato, potrete notare infatti alcune stranezze avvenire dal secondo 00:2 in poi, parlo dell'oggetto luminoso attraversare il meteorite e poi sparire. La domanda è, ma se è veramente un missile la sua corsa non dovrebbe arrestarsi durante l'impatto invece di oltrepassare il meteorite?

    Lunica pecca di questo video è che rispetto al precedente, che viene oscurato non si nota l'oggetto quando è di fianco al meteorite, e questo perchè l'immagine è sovraesposta alla luce del giorno, ad ogni modo si nota il momento della fuoriuscita, ecco il filmato

    http://www.youtube.com/watch?v=dzCemzGXY4E

  • #36

    adeluc (martedì, 19 febbraio 2013 21:23)

    .. coraggio insider, non farti pregare..

  • #37

    Eureka (mercoledì, 20 febbraio 2013 10:27)

    insidder statte bbuono accucciato stai.

  • #38

    XXX (mercoledì, 20 febbraio 2013 16:48)

    Ripropongo l'analisi di Insider scritta sul forum.


    "Ho osservato il filmato originale in (presunto) HD e in full screen. Non è uno falso, ciò che vediamo è verosimilmente un riflesso tenendo conto che la registrazione viene fatta all'interno di un auto che sta effettuando una curva a destra. Se si tende a riproporre quella parte attraverso uno zoom posticcio (realizzato via software) non si fa altro che esasperare l'artefatto."

    Sono d'accordo con Insider soltanto quando afferma che zoommando sull'immagine interessata si esaspera troppo l'effetto,infatti io in precedenza nel mio #35 affermavo che il video a velocità naturale è molto più interessante, anche perchè ci si può fare un idea migliore guardando la reale velocità del presunto oggetto che attraversa il meteorite.

    Non sono d'accordo quando afferma che sia un riflesso, e questo perchè nel filmato rallentato e poi ingrandito, quando avviene l'ipotetico impatto,alcuni istanti dopo si notano pezzi del meteorite staccarsi nella parte anteriore,proprio come se fosse l'oggetto misterioso a provocarlo, e ancora qualche istante dopo si vede l'oggetto fuoriuscire e continuare la sua corsa per poi sparire, tra l'altro si capisce benissimo che quello che fuoriesce in seguito dal meteorite non è di certo un pezzo che fa parte di esso, e dico questo sia per la sua forma che per la traiettoria che mantiene.

    Qualcuno sul forum ha affermato che l'oggetto che si avvicina al meteorite non esiste nel video originale, anche questo non è vero......e questo perchè nel video originale non si vede soltanto perchè l'immagine è sovraesposta.

    Provate voi stessi a visionare i due video

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=xqEh48Sv5kA


    http://www.youtube.com/watch?v=dzCemzGXY4E

  • #39

    Balù (giovedì, 21 febbraio 2013 02:03)

    Nessuno smentisce XXX, forse è un arma segreta studiata per distruggere i meteoriti?

  • #40

    Balù (giovedì, 21 febbraio 2013 02:57)

    Anche in questo video si vede qualcosa di strano, mi meraviglio come sia stato bollato per un rifllesso, e come ancora ufoonline non abia dedicato un filmato alla questione.

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=QTp2FrXb4D4#!

  • #41

    FABIOSKY63 (giovedì, 21 febbraio 2013 05:50)


    ...evidenze...

    @tutti
    NON è un riflesso...

    l'oggetto che si vede impattare con la meteora è reale...c'è un leggero rallentamento dello stesso alla collisione ed una riscontrabile velocità rallentata in uscita...

    quelli che sembrano essere SOLO bagliori di un riflesso lenticolare nascondono -ANCHE- detriti a raggiera dell'impatto...rilevabili nella caduta...

    che NON è un lens flare si vede confrontando i vari clip...che NON è un missile terra-aria od un razzo aria-aria si denota dalla mancata esplosione all'impatto...l'utente XXX sembra avere ragione...

    tra i vari filmati, compreso quello di libero che si vede discretamente, si possono notare svariati oggetti sferici NON identificati ATTORNO alla meteora sia prima che dopo l'impatto con l'ufo, alcuni scuri, altri chiari che sembrano "osservarne la caduta"...

    NON sto parlando delle macchie sul vetro del cruscotto né di quelle sulle lenti né dei detriti che si staccano dalla meteora prima e dopo "l'impatto" con l'ufo in questione...sono oggetti estranei abbastanza distanti da NON appartenere alla meteora né, a prima vista, sembrano essere accomunabili a velivoli convenzionali...

    non ho ancora letto nel forum i pareri e le analisi degli altri...a prima vista "the situation" eh!eh! sembra essere questa...e comunque ricordo che "ufo" NON significa extraterrestre, solo NON identificato...

    "qualcuno" lassù -CHIUNQUE SIA- ci vuole bene...sembra..:)

  • #42

    XXX (giovedì, 21 febbraio 2013 14:37)

    In questo video viene spiegato ancora meglio quello che cercavo di dire nel mio #38 http://www.youtube.com/watch?v=dzCemzGXY4E

  • #43

    XXX (giovedì, 21 febbraio 2013 14:42)

    Scusate nel mio 42 volevo postare questo

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=WeZxKfqnQls

  • #44

    Malles (giovedì, 21 febbraio 2013 15:17)

    Amico Johnny
    io non ho tempo per replicare e smentire perchè sto pascolando le BUFALE che detto fra noi stanno producendo poco latte,non sarà per caso per i link andati a male?vuoi pensarci tu per favore?

  • #45

    . (martedì, 26 febbraio 2013 15:27)

    E quello sarebbe un riflesso? uhauhauhauhauha........ma per favore!!!

  • #46

    XXX (lunedì, 04 marzo 2013 01:43)

    Ufoonline perchè non aggiornate la numerazione dei commenti. Quando sono sulla home mi risulta che sono 44 e poi invece sono 45.......che fate aggiornate quelli che vi fanno comodo.

  • #47

    Daniele (mercoledì, 06 marzo 2013 01:31)

    E' il contatore dei messaggi che non va bene, infatti lo hanno anche scritto... :-)