Misterioso campo magnetico a Legnano, auto e circuiti in tilt

Inspiegabili fenomeni elettromagnetici stanno interessando da oltre un anno alcuni residenti a Busto Garolfo in via Tagliamento. Le automobili che sostano all’altezza del civico 30 sono vittime del blocco delle chiusure centralizzate o addirittura dell’accensione. «Molti dei miei clienti - spiega Nicola Cricelli, titolare di un negozio di Coiffeur - non riescono ad utilizzare il telecomando per la chiusura centralizzata delle portiere». Cricelli parla addirittura di alcune automobili che dopo la sosta in via Tagliamento non ripartono. Spostando il veicolo una cinquantina di metri oltre il punto critico, come per magia, tutto riprende a funzionare regolarmente. Lo spiega il quotidino ilgiorno.it aggiungendo che per ora le spiegazioni non sono state soddisfacenti.

«Ho sentito - spiega Nicola Cricelli - di persone che hanno dovuto chiamare il carro attrezzi per spostare il veicolo completamente bloccato a causa del cambio automatico. Una volta arrivati in officina, il tutto è ripreso a funzionare senza nessun problema». È un mistero che nessuno è riuscito ancora a risolvere, anche perché il campo magnetico incriminato non esercita il suo influsso in maniera costante: in alcune ore appare più debole, mentre in altre è molto più forte. «Ho notato che alcune automobili sono più sensibili a questo influsso rispetto ad altre. Non molto tempo fa un uomo stava armeggiando con il motore dell’auto proprio accanto al mio negozio. Insieme abbiamo spostato la macchina di una cinquantina di metri e il veicolo è ripartito senza problemi» racconta.

Anche Sergio Nastasi, titolare del locale Cafenasta di Legnano, ha vissuto lo stesso problema una volta: «La macchina si è fermata e ho dovuto chiamare i soccorsi». Da tempo le autorità locali sono state informate del ripetersi di questi eventi, ma al momento nessuna verifica sembra essere stata fatta. Resta il disagio di molti automobilisti che per chiudere la vettura si trovano costretti ad utilizzare la tradizionale chiave quando ancora è disponibile. Correva l’anno 2004 quando un piccolo paese in provincia di Messina, Canneto di Caronia, si trovò catapultato alla ribalta della cronaca internazionale per i misteriosi incendi che si sviluppavano improvvisamente da apparecchiature elettriche. Televisori, elettrodomestici, cavi e persino i tubi si trasformavano in potenziali oggetti incendiari. A farne le spese i cittadini del piccolo Comune in prossimità dello stretto di Messina che dovette essere addirittura evacuato per evitare drammatiche conseguenze.

I misteriosi fuochi che senza nessun preavviso si sprigionavano da ogni tipo di elettrodomestico andando ad incendiare appartamenti e case sono stati oggetto di un indagine da parte della presidenza del Consiglio che istituì il “Gruppo inter-istituzionale per l’osservazione dei fenomeni” e della procura di Mistretta che nel 2008 attribuì a mano umana gli incendi che avevano devastato Caronia.


Nonostante il responso degli organismi istituzionali, l’alone di mistero che avvolgeva il piccolo centro del messinese è rimasto, l’ipotesi di esperimenti con emettitori ad alta frequenza o addirittura di qualche visita da parte di alieni non è stata totalmente scartata anche se il Cicap (Comitato italiano per il controllo delle affermazioni sul paranormale) ha concluso attribuendo a fattori umani il fenomeno.

 

Paolo Mattelli per Il giorno.it

Commenti: 13 (Discussione conclusa)
  • #1

    Rigel (lunedì, 04 febbraio 2013 23:15)

    Il buon Luca Cassol-Capitan Ventosa, di Striscia la Notizia, "mi pare" ne abbia risolti un bel po' di casi analoghi.
    Non ci vedo tutto questo mistero.
    Sono al 99% dei campi d'interferenza magnetica emessi da un ripetitore wi-fi casalingo, o da qualche antennina da digitale terrestre, o quant'altro di prodotto (in parte o integralmente) in paesi del sudest asiatico.

    Gli standard costruttivi di legge, nel campo delle trasmissioni di segnale, se non rispettati, creano notevoli "disguidi" in tutto l'ambiente circostante.

    "l’ipotesi di esperimenti con emettitori ad alta frequenza o addirittura di qualche visita da parte di alieni non è stata totalmente scartata"

    Non è stata totalmente scartata...DA CHI???!!!

    Solo un pazzo può tirare in ballo gli alieni per fenomeni già mandati in onda e risolti più volte su un canale televisivo (Canale 5) nella trasmissione PIU' VISTA della tv Italiana.

    Il giornalista, almeno in nome della testata nazionale che rappresenta, poteva evitarsela 'sta magra figura.

    Paolo Mattelli. Me lo segno tra quelli che tendono a metterci un po' troppo "del proprio".

  • #2

    Pirullo (martedì, 05 febbraio 2013 00:59)

    Ma quale mistero! ci vuole tanto a fare una verifica sui campi elettromagnetici locali? Oppure pensiamo che sia l'alieno di Mortegliano? Da Udine a Legnano, a piedi, ha impiegato così tanto tempo? O il disco volante passando per Legnano si è bloccato?!!! Mah... mistero!!!!!

  • #3

    Daniele (martedì, 05 febbraio 2013 01:30)

    Chiamate Capitan Ventosa... :D

  • #4

    Darkman66 (martedì, 05 febbraio 2013 07:50)

    Fenomeni elettromagnetici di questo tipo,potrebbero essere causati,da
    ripetitori senza filo audio-video non schermati,o addirittura malfunzionanti,che lavorano sulla frequenza dei Ghz...

  • #5

    *Ira Tenax* (martedì, 05 febbraio 2013 10:36)

    Chiamassero Capitan Ventosa...

    http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/videoextra.shtml?15524

  • #6

    vradox (martedì, 05 febbraio 2013 11:39)

    forse qualche radioamatore con amplificatore fuorilegge.... sulla mia vettura è installata una radio trasmittente e in certi punti della mia città emette strani stridii...

  • #7

    Yale (martedì, 05 febbraio 2013 15:24)

    Se ci fosse radio vaticana potrei anche capirlo...

  • #8

    Guido (martedì, 05 febbraio 2013 17:01)

    Ca...o!! Questo sito sta cadendo sempre più in basso! Chiudetelo piuttosto che anche solo recensire questi futili e banali articoli!!! Ma poi sapete scrivere??? Che senso ha paragonare 2 vicende che tra loro non hanno nulla a che fare?? Come se stessi parlando di golf e poi dopo mi collego a parlare di karate....che livelli!

  • #9

    Scettico (martedì, 05 febbraio 2013 18:00)

    Guido l'articolo è del giorno.it non di Ufoonline, impara tu a leggere prima di fare le pulci agli altri.
    Se non ti piace qui c'è sempre segnidalcielo una toccatina li e vieni subito.

  • #10

    Ulisse (martedì, 05 febbraio 2013 18:06)

    Il Cicap indaga?!??! AHA ecco perché ha fallito il cicap invece di occuparsi di cose serie va in giro a fare rilevamenti inutili. Siamo davvero un popolo senza speranza

  • #11

    Guido (mercoledì, 06 febbraio 2013 10:18)

    @Scettico come al solito mostri poca simpatia. Sarà pure del giorno.it ma qui chi l'ha riproposto? Io o la redazione di ufoonline??? Poi il "sapete scrivere?" era detto in generale. Certi siti li conosci solo tu comunque, che dici tanto di essere scettico ma li sai tutti.

  • #12

    Un credulone banalotto (giovedì, 07 febbraio 2013 01:49)

    Se per voi esperti scienziati è tutto spiegabile allora perché vi scaldate tanto e perdete il vostro tempo a commentare un articolo simile? Scrivere che un'antenna wifi cinese o un cb possano bloccare l'impianto elettrico di un auto è ancora più assurdo di ciò che criticate... se fosse per gente come voi la terra sarebbe ancora piatte e voi andreste ancora in giro in sella ad un somaro (che vi amerebbe tanto in quanto simile). Andate a zappare la terra che di braccia e poca corteccia ce n'è sempre bisogno!

  • #13

    FABIOSKY63 (giovedì, 07 febbraio 2013 18:32)


    ...paragoni...

    quello che accadde a Canneto di Caronia e dintorni è un insieme di fenomeni "paranormali" di ampia portata la cui soluzione, e NON tacitazione, è lontana dall'essere "spiegata e ufficializzata"...circap o no che sia...

    questi di Busto Garolfo, in via Tagliamento, al numero civico 30, mi sembra un pò troppo localizzato e con effetti diretti solo sulle centraline elettroniche e sui solenoidi presenti nei sistemi di alimentazione e controllo dei mezzi di trasporto...

    in genere dove c'è l'impiego di molta elettronica di controllo, dei sistemi del mezzo, è più facile che qualche componente del sistema elettrico, non bene schermato e sensibile a campi elettromagnetici indotti, ne risenta...

    http://it.wikipedia.org/wiki/Solenoide

    a presto..:)