Keplero scopre 461 nuovi pianeti

La missione Keplero ha annunciato la scoperta di 461 nuovi candidati pianeti. Quattro di questi potenziali nuovi pianeti hanno dimensioni minori della metà della Terra e orbitano nella loro zona di abitabilità - rispetto alla propria stella - ossia in una regione con condizioni tali da permettere l’esistenza di acqua libera sulla superficie. Lo studio della Nasa ha mostrato un grande incremento nel numero dei potenziali pianeti di piccola taglia e del numero di stelle con più di un candidato. 

Da quando, nel febbraio 2012, è stato diffuso il catalogo della missione Keplero, il numero dei candidati scoperti dai suoi dati è aumentato del 20 per cento e ora si è portato a un totale di 2.740 potenziali pianeti che orbitano intorno a 2.036 stelle. Il maggior incremento è stato visto nel numero dei potenziali pianeti con la stessa taglia della Terra oppure superiore, che è aumentato del 43 e del 21 per cento, rispettivamente.  

 

Delle percentuali che, se estese a tutta la Via Lattea, porterebbero i pianeti candidati di dimensioni superiori o simili a quelle della Terra a circa 17 miliardi. I candidati richiederanno analisi e ulteriori osservazioni per essere confermati pianeti: dall’inizio del 2012, 33 candidati sono poi stati riconosciuti come pianeti. Attualmente, il numero complessivo è di 105. 

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Geremia (mercoledì, 09 gennaio 2013 18:43)

    L'Universo e' vasto e anche la nostra galassia e' vasta, la Via Lattea. C'e' da dire pero', che la maggiore concentrazione di pianeti dovrebbe essere nel centro della nostra galassia, poiche e' nel centro della galassia che esiste la maggiore concentrazione di stelle. E queste stelle si sono formate molto tempo prima. Il nostro sistema solare si trova praticamente alla periferia della galassia. Comunque, la scoperta di altri pianeti e' indubbiamente positiva in tutti i sensi!