La Nasa smentisce se stessa: nessun materiale organico su Marte

Non ci sono tracce di materiale organico su Marte. Il verdetto arriva dalla Nasa prima del 3 Dicembre, anticipando la conferenza stampa. Sulla base delle prime analisi compiute dal laboratorio chimico installato sulla sonda Curiosity l'ente americano stoppa il vociferare su una scoperta storica. «Si tratta di informazioni non corrette», avverte l’agenzia spaziale americana in relazione alle voci diffuse proprio da un suo rappresentante  John Grotzinger, lo scienziato a capo del progetto che nei giorni scorsi alla NPR aveva sostenuto l'emergere di dati che "sarebbero entrari nei libri di storia".

I dati preliminari diffusi tra ieri e oggi sembrano smentire alcune anticipazioni sul ritrovamento di molecole organiche sulla superficie di Marte. «Fino a questo punto gli strumenti del “rover” non hanno scoperto nessuna prova definitiva di materiale organico marziano», recita il comunicato divulgato nel tardo pomeriggio da Cape Canaveral.

Sostanzialmente la Nasa smentisce se stessa. Questa volta nessun sito complottista ha preso foto dal suo archivio favoleggiando di teschi o insediamenti umani. Al contrario tutte le agenzie hanno soltanto rilanciato le dichiarazioni di un suo illustre scienziato, anzi forse l'unico che conosce il Rover Curiosity meglio delle sue tasche. 

Il «rover» a propulsione nucleare costato circa due miliardi di dollari è atterrato lo scorso agosto su un enorme bacino che si trova nei pressi dell’equatore del Pianeta rosso. L’obiettivo della missione è capire se Marte, come la Terra, sia in grado di sostenere forme di vita. Sino a oggi Curiosity ha rilevato tracce di un antico alveo, ha monitorato alcune tempeste di sabbia, misurato il livello delle radiazioni e analizzato il primo campione di sabbia marziana. I risultati di questa prima fase di sperimentazione saranno illustrati in maniera analitica nel corso di una conferenza dell’Unione dei geofisici americani prevista per la prossima settimana a San Francisco. Gli scienziati che stanno elaborando i dati raccolti da Curiosity potrebbero essere inoltre in grado di avere maggiori informazioni sulla quantità di radiazioni cui sarebbero esposti eventuali astronauti inviati su Marte. 

L’esplorazione del Pianeta rosso è un obiettivo di lungo termine dei programmi spaziali degli Stati Uniti. La prossima e ultima fase di esplorazione sarà compiuta invece su materiale roccioso: gli scienziati sono in cerca di una superficie di roccia da cui estrarre materiale campione per mezzo di trivellazione e sottoporla ad analisi. 

Scrivi commento

Commenti: 25
  • #1

    Jack (venerdì, 30 novembre 2012 17:47)

    Ma perchè spero ancora nella dichiarazione fatidica? :(

  • #2

    FABIOSKY63 (venerdì, 30 novembre 2012 17:58)


    ...sempre peggio!ah!ah!ah!..

    -ORA- se la suonano, cantano e ballano -TUTTA- fra di loro!..

  • #3

    abc (venerdì, 30 novembre 2012 19:33)

    It's time to cover!

  • #4

    roberto (venerdì, 30 novembre 2012 20:13)

    Sono solo dei pagliacci.

  • #5

    franz (venerdì, 30 novembre 2012 20:24)

    E intanto sarebbe stato rilevato materiale organico dalla sonda messenger nei ghiacci di mercurio.

  • #6

    Margherito H (venerdì, 30 novembre 2012 20:47)

    Mi pregio di spiegarvi com'è venuto fuori "tutto 'sto cinema", tra un' oretta su questi schermi.

    See you, soon.

  • #7

    Scettico (venerdì, 30 novembre 2012 21:16)

    E' venuto fuori da un idiota chiamato John Grotzinger e da parole volutamente enfatizzate da un paio di portali internet di tutto il mondo...fine

  • #8

    Stefany Hopghinz (venerdì, 30 novembre 2012 22:55)

    Si avvalora la teoria che la notizia serva esclusivamente a dare importanza ad uno dei progetti più costosi della storia, lo studio del pianeta rosso.
    Si sono resi conto che il pubblico adesso si pone troppe aspettative, della serie: vogliamo le prove della vita fuori dal nostro pianeta, se non c'è vita su marte allora nulla ci interessa.

    La vedo dura, forse l' unica soluzione per continuare a ricevere l' audience desiderato e di conseguenza finanziare l' occultato progetto militare è quella di inventarsi qualcosa come del resto hanno sempre fatto ma di sicuro considerano anche che le bugie hanno le gambe corte e di questi tempi pure troppo.
    Quindi forse in futuro saranno solo gli enti finanziati privatamente quelli maggiormente motivati ad investire ingenti risorse economiche per scavarsi la tomba più lontana del nostro sistema solare.

    Staremo a vedre, di sicuro non avrebbe senso porsi ulteriori aspettative da questo genere di illusori progetti, a meno che si reputi importante la composizione delle sabbie di un altro pianeta, che a questo punto potrebbe anche contenere un nuovo elemento sconosciuto alla tavola periodica degli elementi.
    Personalmente preferisco un altro tipo di ricerca, quella interiore.

  • #9

    Antonio (venerdì, 30 novembre 2012 23:38)

    Su Marte non c'è niente, l' ho detto più volte. Spegnete quel giocattolo costoso e inutile.

  • #10

    FABIOSKY63 (sabato, 01 dicembre 2012 00:59)


    ...calendario...

    @abc
    yes, it's time to cover up...but not for much longer..:)

    @Roberto
    più teatrale pantomima che circense pagliacciata..."giustificata"..;)

    @Franz
    si...ma è abbastanza caldo ed "invivibile" eh!eh!..per ora...

    @Margherito
    bravo, lei che è così "preparato" -ANCHE- in codesto settore, glielo spieghi...agli altri..;)

    @Scettico
    se questo è un idiota io e lei siamo "due fessi", nel senso di rotti, alla -38 esponenziale...minimo...
    http://en.wikipedia.org/wiki/John_P._Grotzinger

    @Stefany
    concordo con la sua "dialisi" e se si vuol comprendere di più di quel che si vede e NON la strada RESTA quella da lei indicata...madame...

    @Antonio
    ci sono le stesse "cose" che -ANCORA- NON vediamo qui sulla Terra...per gli stessi motivi...


    tempo!..nonostante "tutto" lui passa -DEVE- e il calendario "gira"...e le "spiegazioni" di Margherito eh!eh! saranno -MOLTO- più "esaustive"...

    bientòt...jeune..:)

  • #11

    Margherito H (sabato, 01 dicembre 2012 01:12)

    Chiedo venia per il ritardo.

    Vediamo un po' di capire questa cosuccia delle "molecole organiche".


    Il giorno 2 novembre, in concomitanza con gl'esiti delle "annusate" atmosferiche del modulo SAM, che escludevano la presenza di metano, veniva annunciato sul sito NASA il prossimo "mission target" del modulo scientifico di Curiosity:

    http://mars.jpl.nasa.gov/msl/news/whatsnew/index.cfm?FuseAction=ShowNews&NewsID=1388

    Nelle ultime righe, questa frase:

    "SAM è impostato per analizzare il suo primo campione solido nelle prossime settimane, iniziando la ricerca di composti organici nelle rocce e nei terreni di Gale Crater. Rilevare dove scorreva l'acqua per poi ricercare minerali e carbonati in quell'ambiente, ed analizzarli. Questa è la nostra prossima priorità"

    Qui un video che spiega come funziona SAM
    http://www.space.com/18599-what-did-curiosity-find-on-mars-video.html


    Il 20 novembre, Joe Palca, un giornalista di NPR, intervista John Grotzinger, Project Scientist del Mars Curiosity.

    Non "uno dello staff".
    Il Capo Operativo...dello staff.

    Qui audio e articolo che han dato il via a tutto 'sto putiferio:

    http://www.npr.org/2012/11/20/165513016/big-news-from-mars-rover-scientists-mum-for-now



    Queste le frasi pronunciate da Grotzinger:

    -The science team is busily chewing away on it as it comes down-
    Il team scientifico "mastica" i dati man mano che arrivano...

    -This data is gonna be one for the history books. It's looking really good-
    Questi dati diventeranno argomenti per i libri di storia.

    Da una frase inoltre inserita ad arte dall'intervistatore nella traccia audio, Groetzinger dice:
    -I know I'm killing you.-
    "Lo so. Ti sto uccidendo"

    Frase seguita da una risata che ne connota l'intento scherzoso.

    La frase è preceduta dalla voce dell'intervistatore che dice:
    -Grotzinger can see the pained look on my face as I wait, hoping he'll tell me what the heck he's found.-
    "Grotzinger può vedere l'espressione di pena sul mio viso mentre aspetto, sperando che mi dirà cosa diavolo ha trovato."


    LA TRACCIA AUDIO RELATIVA ALL'INTERVISTA, DA LA "POSSIBILITA'" DI ASCOLTARE LE RISPOSTE DI GROTZINGER SENZA...SENTIRE LE DOMANDE!!!
    I 4 MINUTI E PASSA DELLA TRACCIA AUDIO COMPRENDONO SOLO QUESTE FRASI DI GROTZINGER, SENZA LE DOMANDE DIRETTE DELL'INTERVISTATORE!

    LA FRASE "I know I'm killing you", PROFERITA DA GROTZINGER UN AMERICANO LA USEREBBE COME "SINONIMO" DI -Lo so che ti sto annoiando a morte-...
    E NON, COME FATTO INTENDERE DA JOE PALCA, -Si, lo so. Non svelandoti questo segreto, ti sto "uccidendo"-

    Vorrei far notare quindi che l'intervista non verteva sulle ultime analisi di SAM, bensì su tutta la Missione Mars Curiosity.

    RISCONTRI OGGETTIVI:
    I commenti all'articolo di NPR sono stati chiusi a meno di 24 ore dalla messa on-line dell'intervista.
    Nel regolamento dei post si legge che i commenti possono essere bloccati SOLAMENTE per un insindacabile giudizio della testata. (Casini da stoppare...)

    Dalla pagina FB di Joe Palca, sono stati rimossi tutti i commenti relativi a quest'intervista, il link, e la possibilità di vedere gli aggiornamenti è stata bloccata. Tutte le pagine recenti, volatilizzate.

    https://www.facebook.com/joesbigidea

    Dal sito della missione, nella directory "calendar mission", i dati analitici sui campioni prelevati da SAM, hanno iniziato a confluire lo stesso giorno dell'intervista. Impossibile quindi che Grotzinger sapesse qualcosa di preciso per poter definire un quadro di questi ultimi dati.

    http://www.nasa.gov/missions/calendar/index.html

    Sui social della missione il giorno 21 appare una chiara smentita delle parole di Joe Palca:

    https://twitter.com/MarsCuriosity/status/271325919493369856

    "Cos'avrei scoperto su Marte? Che i pettegolezzi corrono veloci online. Il mio team considera QUEST'INTERA MISSIONE cosa da libri di storia."


    CONCLUSIONI:

    QUESTA MISSIONE E' GIA' NEI LIBRI DI STORIA.

    E SUL CARRETTO CI VOGLIONO SALIRE UN PO' TUTTI.
    SEDICENTI GIORNALISTI COMPRESI.

    L'INTERVISTA E' UN MONTAGGIO ATTO A SENSAZIONALIZZARE PAROLE PRESE FUORI DAL CONTESTO IN CUI SONO STATE PRONUNCIATE.


    @ Scettico

    Affermare:

    "E' venuto fuori da un idiota chiamato John Grotzinger...eccetera"

    Non mi sembra corretto.

    "IO sono IO e voi non siete un cazzo", basandoti semplicemente sulla convinzione di avere la verità in tasca a prescindere.
    Sparare giudizi così "importanti", denota che tra te e Grotzinger probabilmente l'idiota sei tu.

  • #12

    Scettico (sabato, 01 dicembre 2012 01:46)

    Margherito H con tutto il rispetto ha scritto un papiro di due tonnellate.
    E in quelle due tonnellate c'è quello che ho detto io in due parole.

  • #13

    Margherito H (sabato, 01 dicembre 2012 02:00)

    Ora capisco meglio.
    Talmente arrogante che non si è nemmeno degnato di leggere una riga del papiro.
    Si...esattamente quello che ha detto lei, Scettico. Paro paro.

  • #14

    Miki (sabato, 01 dicembre 2012 09:17)

    ....ma quanto noi, persone normali non contiamo nulla!!!!

  • #15

    Malles (sabato, 01 dicembre 2012 11:48)

    Ben esposto il lavorone margherita
    Zenti maaaa...ci pagano per questo?

  • #16

    franz (sabato, 01 dicembre 2012 14:29)

    FABIOSKY63 su mercurio il fuoco e il ghiaccio convivono fianco a fianco per la mancanza dell'atmosfera.
    Ma si possono avere sorpese anche da dove meno ce lo si aspetta.

  • #17

    Margherito H (sabato, 01 dicembre 2012 16:40)

    @Malles
    Mi sa tanto di no...
    La vil pecunia non è prevista per questo tipo di prestazioni.
    Mi accontento della speranza di poter contribuire a "dare una corretta informazione".
    Cosa che a suo tempo ( Nemmeno tanto remoto...), altri fecero a mio vantaggio.
    Quando passi da "una sponda all'altra" come feci io poco più di un anno fà, viene quasi naturale prendere a cuore la nuova "consapevolezza dei reali fatti".
    Tanto da sentirsi in dovere di cercare di aprire gli occhi a chi li tiene più o meno ostinatamente chiusi.
    Sapendo per esperienza diretta che "accettare di farseli aprire" richiede umiltà che non è facile trovare in se stessi.
    E richiede soprattutto l'impegno di proseguire per la strada intrapresa, anche se "la via della verità" è costellata di cocenti delusioni.
    Ribaltare completamente le proprie convinzioni non è facile.
    Con me ci son volute "parole nette e a volte offensive".
    Ha funzionato.
    Per questo uso la medesima "strategia". Anche se ciò va a discapito dell'apparire simpatico.

    Hasta luego, tio.

  • #18

    FABIOSKY63 (sabato, 01 dicembre 2012 19:57)


    @franz
    come la capisco...
    forse abbiamo "studiato" più o meno le stesse cose...meno alcune delle "mie"...forse..:)

  • #19

    Malles (sabato, 01 dicembre 2012 21:38)

    @Margherito
    Lieto d'avere tra le fila dei... "complottisti"una 44 magnum come te,ancor più lieto di sentirti dire del cambiamento fatto,in questo vedo me stesso alla ricerca negli anni di una piccola luce che mi illuminasse il sentiero del dubbio.
    Dopo diversi anni di ricerca ho passato il...Rubicone,tenendo sempre presente che l'argomento è scivoloso e può portare a sbattere la capa su risolte congetture rivelatesi poi insolute e viceversa,questa rimane una fenomenologia nelle cui valutazioni si devono usare dei pesi per non far levitare i facili entusiasmi,questo sempre pur nella conferma che il fenomeno è reale.

    Fin'ora però il coltello dalla parte del manico c'è l'hanno ancora gli altri,quelli intendo che a suo tempo riuscirono a neutralizzare anche un presidente U.S.A,mi riferisco a Gerald Ford,quarantesimo vicepresidente e trentottesimo presidente degli Stati Uniti che nel 1966 quando si verificarono i famosi casi di avvistamento nel Michigan,richiese formalmente una grande inchiesta a cura del Congresso U.S.A.e le telescriventi fornirono storie di prima pagina alla stampa di tutta la nazione.

    Nel Maggio del 1969 tenne anche un lungo discorso al Congresso di Washington dove disse chiaramente che,sebbene l'Aeronautica avesse presentato in 23 anni ben 10.000 rapporti sugli U.F.O e che un buon numero di tali rapporti fosse soddisfacente,l'opinione pubblica,che in effetti è quella che conta di più,si trovava di fronte a 646 casi assolutamente NON RISOLTI.
    Non è assolutamente valida disse allora GERALD FORD,l'argomentazione che in mancanza di dati certissimi ci si possa consolare con la conclusione che " CON VASTA PROBABILITà"ogni fenomeno sia sempre riconducibile a scherzi,fuochi fauti,illusioni ottiche ecc. Per non parlare poi di Jimmy Carter,del suo travaglio nello specifico.

    Non mi trovi d'accordo su: con me ci son volute "parole nette e offensive" e ancora:per questo uso la medesima"strategia".Anche se ciò va a discapito dell'apparire simpatico.
    Usare questa strategia può essere controproducente,non tutti siamo uguali,lascia tempo al tempo,s'impara e si cambia tanto a lungo quanto si vive.

    P.S tio a me...non sarò mica per caso tuo zio?Ho un nuovo nipote?...mah!Por Dios bendido es posible?

  • #20

    daniel (sabato, 01 dicembre 2012 21:41)

    ma sti figli di Pu...... della Nasa smentiscono sempre ? anche le strutture trovate sulla nostra LUNA, non la loro !! spero che se davvero cada un sassetto dallo spazio , gli distrugga tutta la NASA... e comunque ogni smentita e' sempre VERA altrimenti perche' smentirla ??????

    Nasa vai a morire ammazzata !

  • #21

    franz (domenica, 02 dicembre 2012 08:50)

    FABIOSKY63 da quello che scrive di solito non mi sembra che abbiamo studiato le stesse cose.

  • #22

    Pisu (domenica, 02 dicembre 2012 11:40)

    "Fabiosky63 da quello che scrive di solito non mi sembra che abbiamo studiato le stesse cose".Chiedo scusa al signor Fabiosky63 ma questa mi ha davvero divertito.

  • #23

    qfwfq (domenica, 02 dicembre 2012 17:08)

    bah! la solita aria fritta.....

  • #24

    raf (lunedì, 03 dicembre 2012 01:56)

    E' stupefacente l'abilità della nasa e della stampa di vendere ...."non-notizie".

  • #25

    9toes (lunedì, 03 dicembre 2012 21:55)

    La Nasa annuncia la grande scoperta del rover Curiosity su Marte: “ha trovato acqua e composti a base di cloro e zolfo”