Luis Fernando Mostajo: un architetto che parla agli alieni e agli umani (a pagamento)

Dopo il caso di presunto incontro ravvicinato a Sondrio, un'altra città del Nord Italia si immerge in un'atmosfera extraterrestre. A Varese infatti è prevista una conferenza la sera del 31 ottobre alle 20.30 con l'architetto boliviano Luis Fernando Mostajo, personaggio certamente non banale, che sostiene di aver interagito con gli alieni in molteplici occasioni. A portarlo in città è l'associazione "Il lago e la stella", nata poche settimane fa per proporre "piccoli o grandi eventi per stuzzicare l'anima". L'incontro con Mostajo è il primo di questi eventi ed è articolato su due giornate: un "seminario esperenziale" la "Notte delle Streghe" e un simposio la giornata successiva TuttiSanti, dalle 9,30 del mattino sino a sera. Approfittimone per raccontare la storia di Mostajo.

Mostajo sostiene di avere già avuto ben cinque contatti con gli extraterrestri, che sarebbero, secondo la sua esperienza, "amici e guide nel grande disegno dell'universo, esseri molto evoluti e raffinati, estremamente spirituali, che hanno attraversato prima di noi le difficoltà che noi ancora conosciamo di conflitti e separazioni, di guerre e ingiustizie e hanno saputo andare oltre".

Dai suo assidui sostenitori Louis Fernando è considerato uno dei contattati più importanti di quest’epoca perchè avrebbe avuto, in varie occasioni, esperienze con esseri alieni che lo assisterebbero nella sua vita terrena.
Di professione architetto, i suoi incontri ravvicinati sarebbero cominciati fin dal 1977. Si considera promotore dei programmi di aiuto planetario, coordinati dal fantomatico Governo Interiore Positivo dell'Umanità, attraverso gli incontri con Saggi Amautas e Maestri Antichi, che risiedono nelle Ande e nel lago Titicaca (Bolivia).

 
Sostiene di essere stato "Convocato dai Maestri della Fraternità Bianca e dalle Guide Extraterrestri", su indicazione dei quali ha organizzato viaggi ed esperienze di contatti iniziatici sul Monte Shasta (California, USA), sul vulcano Moai nelle Hawaii (USA), nella città Maya di Copan in Honduras, e nelle rovine di Macchupicchu in Perù. 

 

Le sue attività di Preparazione nel Monte Shasta, Copan e nel lago Titicaca, sono proseguite fino alla a Wiñaymarka, una Città Eterna di cui è un rappresentante e fondatore (sic!) . Qualcuno adesso lo ha invitato a Varese. 


E’ autore di cinque libri in cui condivide la natura delle sue esperienze di contattato ed il grande messaggio di risveglio spirituale per i nostri tempi. E’ anche compositore ed interprete di un CD di musica spirituale. Un uomo tuttofare.

Gli alieni parlano con Mostajo, ma se noi comuni mortali vogliamo sentirlo parlare il prezzo non è certo alla portata di tutti, 70 euro.  "Non importa credere o non credere - si legge ancora nell'invito firmato da "Il sole e la stella" senza nascondere che il tema è  facilmente derisibile - Importa ascoltare una persona che ne parla con onestà e sincerità, senza voler convincere nessuno e aperto a tutte le nostre domande». "E ancora più importante è il messaggio, il significato evolutivo, mistico e spirituale che tutta la sua esperienza racchiude e trasmette, nelle parole e nei fatti". Esperienza a pagamento però, perchè il misticismo non è il saio della povertà. Pronti per l'iniziazione ?

Serena Donvi per Ufoonline.it

Scrivi commento

Commenti: 16
  • #1

    Lorenzo (domenica, 28 ottobre 2012 17:10)

    Nascono come i funghi, eh ?

  • #2

    Trigomo (domenica, 28 ottobre 2012 17:38)

    Gli mandiamo striscia la notizia, e sto deficente lo rispediamo in Bolivia?
    Ma che vergogna!

  • #3

    Luigi The One (domenica, 28 ottobre 2012 18:08)

    Come vi permettete di dire che è un ciarlatano o fare ironia.. è meglio spendere 70 euro per andare a vedere una squadra di calcio? ognuno spende i propri soldi come vuole! lui non ha bisogno di inventarsi un lavoro è architetto e benestante...se descrive una sua esperienza lo fa per condividerla e fa benone...io ci credo!

  • #4

    Scettico (domenica, 28 ottobre 2012 19:55)

    Che patetico...un altro santone prestato alla propaganda. Mi domando la percentuale dell'associazione di Varese sui guadagni, sicuramente è lecito ma è amorale e vergognoso che i soldi della gente in un periodo di crisi del genere vadano a questi soggetti. Gli alieni si fanno 50 anni luce per consigliare un boliviano e indicarle la strada per la vita felice...se qualcuno ci crede contento lui....ricordo il fenomeno Althea portata da costanzo in Italia che inganno milioni di persone e vendette una quintalata di libri...siamo sulla stessa lunghezza d'onda di questo sudamericano.

  • #5

    Pirullo (domenica, 28 ottobre 2012 20:51)

    Scettico e Ignorante... non si dice amorale (che ha ben altro significato), semmai "immorale"! Capito?

  • #6

    Receptionist (domenica, 28 ottobre 2012 21:17)

    Ho visto gli alieni.
    Volete sapere tutto?
    Spend some money and I let you know everything.

  • #7

    Scettico (domenica, 28 ottobre 2012 22:15)

    Pirullo povero depresso capisco che cerchi si stanare chi ha un cervello ma caschi male.

    Eccoti servito dallo zanichelli:

    amorale
    [a-mo-rà-le]
    aggettivo
    che non ha regole morali, che è indifferente a qualsiasi giudizio sul bene e sul male.

    Goditi i link
    http://www.wordreference.com/definizione/amorale
    http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/A/amorale.shtml

    Adesso Pirullo poi tornare da dove sei venuto, cioè dal nulla ;)

  • #8

    Alberto (lunedì, 29 ottobre 2012 00:13)

    Si tratta della solita gente per fregare il prossimo,sono trascorsi più di 60 anni mi devo vedere solo sfere? Sentirsi parlare di Extraterestri,Extraplanetari' Grigi,Mostri ecc.,HO Avuto personalmente un esperienza di avvistamento Ufo nel 1998 a Miami Beach,ho anche filmato, gli oggetti erano ufo si però io dico basta anche per questi Extraterrestri di farci prendere per il culo!!! Noi abbiamo bisogno di contatti veri,questi esseri sono loro personalmente che devono dirci cosa fare e non gli esseri umani che solamente confusione per arricchirsi,questi extraterestri che si facciano vedere personalmente se vogliono vendere libri.RIFLETTENDO MI VIENE SOLO IL DUBBIO CHE QUESTI SONO GIA' AL POTERE SU QUESTO PIANETA IN FORMA UMANA PER RENDERCI SCHIAVI,ANZI SIAMO GIA'SCHIAVI!!!!

  • #9

    Carlo (lunedì, 29 ottobre 2012 00:37)

    Prima di emettere giudizi sulla sua onestà o meno, bisognerebbe chiedere direttamente a lui se è o meno a conoscenza della modica cifra di euro 70,00 che chiede l'associazione organizatrice dell'evento, ai partecipanti. Potrebbe benissimo essere una delle tante persone sfruttate e fregate da questa associazione, come succede quasi sempre!!! Chi lo sa come stanno le cose!!!

  • #10

    Alberto Pirani (lunedì, 29 ottobre 2012 05:54)

    Scettico, sei davvero ignorante come una capra! Se il senso di quello che hai scritto è corretto la parola esatta è immorale, non a-morale! Ha ragione Pirullo... e oltre che ignorante sei maldestro anche nel giustificarti! Va a studiare un poco va!

  • #11

    charlie (lunedì, 29 ottobre 2012 09:50)

    magari quei 70 euro li chiede proprio per evitare che dei rompiscatole dalla mentalitá chiusa convinti che tutto quello che racconta non possa essere assolutamente vero vadano ad interferire a questi incontri...

  • #12

    regolo (lunedì, 29 ottobre 2012 09:56)

    non ve la prendete con scettico!!! è uno di quelli che nella vita non ha avuto nulla...è frustrato e l unica valvola di sfogo è questa...sono convinto che è sgradevole di aspetto, emarginato e costretto a vivere la sua esistenza nelle mura di casa...socialmente inutile....scusa scettico ma lo si legge dalle tue parole offensive verso le opinioni di altre persone...

  • #13

    Scettico (lunedì, 29 ottobre 2012 10:15)

    Fate ridere credere ancora negli alieni e negli omini verdi... pronti a sostenere i cialtroni come questo indios... "forse lui non sa dei 70 euro" AHAHAHA certo... povero è venuto fino a varese per solidarietà umana... siete degli di chiumiento. Divertitevi...

  • #14

    Charlies (lunedì, 29 ottobre 2012 20:47)

    Mi sa che ha detto bene Pirullo, certa gente come scettico dovrebbe tornare a scuola a rifare le elementari!

  • #15

    Atlantis (martedì, 30 ottobre 2012 10:15)

    Il problema non è lui che viene dall'estero per conferire (ovvio che almeno un rimborso spese) o il suo curriculum da "tuttofare". Ci sta.
    Il problema è dove lo fa... purtroppo a volte il contesto attribuisce il valore alla cosa. Da che s'è capito è l'organizzazione che è un malaffare non lui.

  • #16

    FABIOSKY63 (venerdì, 02 novembre 2012 04:33)


    ...sensibilità...

    "lasciatemi cantare...con la chitarra in mano..."

    quando il mio amico Marco fece un viaggio in America...
    era il 1995 e fu anche l'anno che ci conoscemmo, che mi raccontò dei suoi numerosi avvistamenti e che mi fece vedere i tanti scatti prodotti...

    ma la cosa che mi colpì di più di lui quell'anno fu un particolare del racconto del viaggio-vacanza fatto quell'estate presso una comunità di indiani nordamericani...

    andarono in quattro o cinque ma lui fu l'unico degli ospiti ad essere preso da parte da un componente della comunità, con il quale si intrattenne MOLTE volte a colloquio in quei giorni, per dialogare anche insieme ad altri nativi...

    al ritorno, prima di partire, gli fu donata una penna d'aquila e fu -ANCHE- "ringraziato" di aver fatto loro visita...ne fu sorpreso!..più degli altri che con lui avevano condiviso il viaggio...

    Marco ancor oggi, COME allora, è una persona semplice, oramai sposato e con figli, che continua a vivere di cose semplici e...ciò NONOSTANTE il suo stato sociale gli permetta BEN altro tenore e "viam vitae"...

    gli dissi io, quando ne parlammo, che NON la danno a tutti -LA PENNA D'AQUILA-, che per loro è il simbolo della più alta "purezza e valore" d'animo -INCARNATO-, e che in -QUESTA- vita, in questo -ULTIMO- ciclo temporale del loro calendario, lo sanno -BENE-, spetta -DI DIRITTO- proprio a pochi...e loro li riconoscono!..

    Marco ha scattato circa 500 foto negli ultimi 20 anni con "ufo" e "Alieni" di ogni genere...tutte senza vedere "on real time" i soggetti poi da me riscontrati negli scatti...

    NON so dire se la storia del tizio sopra sia vera e se sono vere -O NO- le cose che racconta...quello che so -PER CERTO- è che certe persone esistono, che certi fatti avvengono, che c'è chi li ha vissuti e, sopratutto, c'è -CI SONO- chi li riconosce per ciò CHE SONO e per QUELLO che DEVONO fare in codesto "viaggio"...

    NON sono -TUTTI- "imbroglioni!..ed anche "Loro", lassù, lo sanno BENE..:)