Sarah Brightman nello spazio: si allunga la lista degli astronauti famosi

Sara Brightman la cantante britannica, con all’attivo 30 milioni di dischi venduti, ha annunciato lo scorso 10 ottobre di avere intenzione di raggiungere l’ISS con l’aiuto della nota compagnia di viaggi spaziali Space Adventures.  L’esatta data del suo viaggio, che durerà una decina di giorni, verrà definita nei prossimi mesi dai membri del programma ISS. 
La Brightman è anche Ambasciatore di Pace per l’UNESCO, e considera la stazione spaziale, con il suo equipaggio multinazionale che condivide spazi e risorse limitati in perfetta armonia, un modello che il mondo intero dovrebbe imitare. Proprio l’organizzazione emanazione delle Nazioni Unite sarà al centro di ulteriori iniziative in campo culturale e scientifico di cui Brightman si farà portavoce. Kosline ne approfitta per farci un riassunto dei personaggi che in questi anni hanno effettuato voli spaziali.

Sarah non dimentica però la sua principale attività: nei prossimi mesi verrà distribuito il suo ultimo album, “Dreamchaser”, ispirato dalla sua prossima avventura spaziale, e nel 2013 la cantante sarà impegnata in un tour mondiale al termine del quale avrà inizio la sua preparazione astronautica di sei mesi. 
Dal suo sito ufficiale potremo seguire passo passo questa emozionante sfida. 

Con l’annuncio del 10 ottobre 2012, in cui ha comunicato la sua intenzione di raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale in una missione nel 2015, la cantante britannica Sarah Brightman diventerà l’ottava turista spaziale. I turisti spaziali, come vengono comunemente definiti, sono privati cittadini che non sono astronauti professionisti ed effettuano voli spaziali a proprie spese affidansosi a società specializzate. 

Dal 2001 la società commerciale americana Space Adventures ha fornito voli spaziali orbitali a sette turisti di diverse nazionalità: Dennis Tito (USA), Mark Shuttleworth (Sudafrica, Regno Unito), Gregory Olsen (USA), Anousheh Ansari (USA), Charles Simony (USA), Richard Garriott (USA) e Guy Laliberté (Canada). Anousheh Ansari è fino a questo momento l’unica donna del gruppo. 

Nelle loro missioni, durate fino a un paio di settimane, hanno raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) a bordo di capsule russe Soyuz trascorrendovi circa una settimana e svolgendo attività di pubbliche relazioni e comunicazione, ricerca scientifica e svago. Le stime dei costi di ciascun volo, che non sono stati resi noti ufficialmente, variano da 20 milioni di dollari per quello di Dennis Tito del 2001 a 40 milioni di dollari per la missione di Guy Laliberté nel 2011. 

Dennis Tito
Dennis Tito

Dennis Tito 

Dennis Tito, nato nel 1940, è un uomo d’affari americano proveniente da una famiglia di origine italiana. Laureatosi in ingegneria nel 1962, nel 1972 fondò la società di consulenza finanziaria e tecnologica Wilshire Associates. 

Nel 2001 diventò il primo turista spaziale raggiungendo la ISS nell’equipaggio della Soyuz TM-32, lanciata il 28 aprile. L’anno precedente si era affidato alla società commerciale MirCorp per un volo verso la stazione spaziale russa Mir, non concretizzatosi per il fallimento di MirCorp e la dismissione della Mir con un rientro controllato nell’atmosfera. 

Fra i turisti spaziali, attualmente Tito è il più anziano che sia stato nello spazio. 

Mark Shuttleworth 

Nato in Sudafrica nel 1973, Mark Shuttleworth è un imprenditore nell’industria del software noto soprattutto per avere fondato la Ubuntu Foundation, la fondazione che garantisce lo sviluppo della distribuzione Ubuntu del sistema operativo open source Linux, e Canonical, che fornisce supporto commerciale e servizi per Ubuntu Linux. 

Nel corso del suo volo sulla ISS nell’equipaggio della Soyuz TM-34, lanciata il 25 aprile 2002, Shuttleworth condusse anche esperimenti per ricerche mediche e biologiche. È stato l’unico sudafricano ad avere volato nello spazio. 

Greg Olsen 

Greg Olsen, nato nel 1945, è un imprenditore americano e cofondatore di Sensors Unlimited, un’azienda del settore optoelettronico. Olsen, che è anche ingegnere, ha conseguito diverse lauree. 

Il suo volo di 11 giorni nello spazio ebbe inizio l’1 ottobre 2005 con il lancio della Soyuz TMA-7, del cui equipaggio fece parte. 

Anousheh Ansari 

Anousheh Ansari, la prima turista spaziale 

Anousheh Ansari è un’imprenditrice americana nel settore delle telecomunicazioni e cofondatrice della società Telecom Technologies. Nata nel 1966 in Iran, il suo interesse per lo spazio ha origini lontane. La sua famiglia ha sponsorizzato l’Ansari X PRIZE per incoraggiare la realizzazione di un veicolo spaziale privato suborbitale pilotato. 

Con il lancio della Soyuz TMA-9 il 18 settembre 2006, che la portò sulla ISS, la Ansari diventò la prima donna a effettuare un volo da turista spaziale. Raccontò la sua esperienza su un blog e cercò di svolgere un ruolo ispiratore con il suo esempio, soprattutto a favore delle giovani donne dei paesi mediorientali 

Charles Simonyi 

Charles Simonyi, di nazionalità americana, è uno sviluppatore software e dirigente nell’industria del software. È nato nel 1948 in Ungheria. Dal 1981 lavora per Microsoft, dove ha diretto lo sviluppo di alcune fra le più famose applicazioni della società di Redmond come Word ed Excel. 

Volò per la prima volta nello spazio come membro delll’equipaggio della Soyuz TMA-10, lanciata il 7 aprile 2007. Diventò il primo turista spaziale a compiere due missioni orbitali sulla ISS con un secondo volo a bordo della Soyuz TMA-14, dal 26 marzo 2009. 

Richard Garriott 

Nato nel 1961 nel Regno Unito, Richard Garriott è uno sviluppatore di videogiochi e imprenditore americano. Con lo pseudonimo di Lord British è l’autore della celebre serie di videogiochi Ultima. 

Richard Garriot trascorse 12 giorni sulla ISS a partire dal 12 ottobre 2008 nell’equipaggio della Soyuz TMA-13. È l’unico figlio di un astronauta a essere stato nello spazio. Suo padre, Owen Garriot, partecipò alle missioni Skylab 3 e STS-9 della NASA. 

Guy Laliberté 

Nato nel 1959, Guy Laliberté è un imprenditore canadese nel settore dello spettacolo. Nel 1984 fondò la celebre compagnia circense Cirque du Soleil, di cui è attualmente il CEO. 

Laliberté partì per la ISS il 30 settembre 2009 a bordo della Soyuz TMA-16. Nella sua missione, che definì poetica e sociale, cercò di attirare l’attenzione sulle questioni che riguardano l’acqua come risorsa del nostro pianeta, e prese parte a una serie di spettacoli e manifestazioni organizzate su questi temi in diverse città. 


Da ricordare che la Tokyo Broadcasting System invio già nel 1990 Toyohiro Akiyama sulla Mir, insieme ad un equipaggio destinato alla stazione. Akiyama trascorse una settimana in orbita, conducendo una trasmissione quotidiana e conducendo alcuni esperimenti scientifici per conto di compagnie russe e giapponesi. Akiyama è stato il primo viaggiatore commerciale nella storia dei viaggi spaziali, ma non può essere considerato un turista poiché il viaggio fu a spese dell'azienda per cui lavorava. 

Per adesso l'unica speranza per i comuni mortali rimane la Virgin Galactic, che con un costo di 200.000 dollari , fra pochi mesi incomincerà i suoi voli parabolici per lo spazio, 3-5 minuti a gravità zero, non sarà come andare sulla ISS, ma almeno per pochi minuti puoi vivere un esperienza fantastica

Luca Kostner per Ufoonline.it

 

Fonti e riferimenti

Per i dati sugli astronautiAstronautinews.it

Per le missioni: Virgingalactic.com - Spaceadventures.com

Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    Hiversider (martedì, 23 ottobre 2012 19:08)

    ce la farà a decollare il razzo con tutto il fondo tinta che ha messo Sara in faccia?

  • #2

    arrow's (mercoledì, 24 ottobre 2012 16:43)

    dipende da quanto silicone ha addosso , probabilmente gia' a 3000 metri di quota le esploderanno le tette

  • #3

    aKIM (mercoledì, 24 ottobre 2012 20:45)

    Speriamo che non si metta a cantare nello spazio perchè gli e.t troverebbero una scusa per invaderci.

  • #4

    FABIOSKY63 (giovedì, 25 ottobre 2012 14:51)


    per la verità NON sapevo nemmeno chi fosse...poi leggendo ho constatato che n'ha fatte più questa qui che Carlo in Francia ah!ah!..tra l'altro durante lo "scoficchiamento" eh!eh! m'è spuntato anche questo..."1979 - Love in a UFO"...

    che sia indicativo della "valutazione" del rischio "scoppio di tetta" in orbita? mah!..sarà assicurata!.:)

  • #5

    FABIOSKY63 (giovedì, 25 ottobre 2012 15:01)

    scusate ho dimenticato...c'ha un palmarès che NON si può non "sbirciare"...

    http://en.wikipedia.org/wiki/Sarah_Brightman