Sondaggio Shock: gli inglesi credono più agli alieni che all'esistenza di Dio

Gli alieni sono più "veri" di Dio. E' quello che emerge da una ricerca condotta dalla Opinion Matters, che ha condotto un sondaggio su 1359 adulti, tutti cittadini inglesi, su questioni che vanno dalla fede in Dio ai cover up di Stato sugli Ufo, dall' allunaggio alla presenza di vita extraterrestre nello spazio. I risultati riportati nei dettagli dall'Huffington Post nella sua edizione inglese, hanno fatto scalpore, dato che ben il 52% degli intervistati crede nell'esistenza degli alieni mentre solo il 44% degli intervistati crede in Dio. Una rivoluzione culturale? Insomma i cittadini inglesi in maggioranza reputano più fattibile la vita extraterrestre piuttosto che la Santissima Trinità. 

Bisogna precisare che il sondaggio è stato effettuato su commissione per il videogame XCOM: Enemy Unknown, gioco di grande successo basato sull'invasione aliena nel nostro pianeta. 

Ma il campione del sondaggio, sarebbe -secondo la versione di Opinioni Matters- sufficientemente variegato per poter essere considerato rappresentativo della popolazione del Regno Unito. 

Tuttavia per correttezza bisogna pensare che con un campione statistico più ampio, includendo persone probabilmente escluse dal sondaggio come gli anziani, i dati sarebbero diversi. Ma fa riflettere che l'errore statistico nell'ordine del 3-4% non copre il gap tra chi crede agli ufo e chi crede in Dio.

Ma le due cose non sono in realtà contrapposte. Anzi, come fanno notare le ultime aperture della Chiesa Cattolica e della Specola Vaticana, l'osservatorio astronomico e centro di ricerca scientifica della Chiesa cattolica, l'esistenza degli Alieni non è un'ipotesi negata dalla Chiesa, ma guardata con interesse.

Scrivi commento

Commenti: 10
  • #1

    Jack (lunedì, 22 ottobre 2012 13:57)

    Non sarebbe neanche da porre su di uno stesso piano la domanda, poiche la vita extraterrestre non è una questione di fede ma di scienza ed statisticamente certo che esista, il dilemma è se possano o meno arrivare qui (e li potrebbe entrare in campo un qualche tipo di fede per alcuni). Credere in dio invece è una scelta puramente personale e dettata dalla sola fede non da un qualche fondamento scientifico. Almeno questo è quello che penso.

  • #2

    Professor Malafede (lunedì, 22 ottobre 2012 15:15)

    Se anche fosse vero non mi meraviglio, ormai dagli inglesi, dalla perfida Albione, mi aspetto di tutto. In ogni caso questi sondaggi commerciali secondo me valgono tanto quanto il 2 di picche!

  • #3

    qfwfq (lunedì, 22 ottobre 2012 15:30)

    se è per questo il 40% degli inglesi crede che Wiston Churchill sia un personaggio di fantasia mentre Sherlock holmes sia realmente esistito.... questo è il risultato del sonno culturale mondiale iniziato nel dopoguerra grazie anche alla televisione.

  • #4

    Massimo b (lunedì, 22 ottobre 2012 15:46)

    Concordo in pieno Jack!

  • #5

    Malles (lunedì, 22 ottobre 2012 17:21)

    .................Il credo dell'uomo moderno....................

    Non c'è poi tanto da stupirsi,ai "nostri tempi" così sommersi da tecnologie,grandi di numero e piccole o nulle di veri insegnamenti,si trova sempre meno la volontà di tralasciare,anche per poco tempo queste pesanti scorie di materia che ci legano ad un mondo ormai tridimensionale,per elevarci(ascendere) verso la purezza di una dimensione spirituale,che probabilmente nel nostro profondo desideriamo e sentiamo più completa ed appagante delle cose di questo mondo, ma siccome nulla è AGGRATIS,ne conseguirebbe un lavorìo di base dal didentro per raggiungere il traguardo,ed è per questo che secondo me vi rinunciamo accontentandoci delle cose fatue seppur immediate e intriganti che possiamo possedere nell'immediato.

    Così si spiegherebbe quel pullulare di santi dei secoli passati che senza TV e cellulari trovavano lo stimolo per entrare in quella dimensione che si completava nella povertà e nell'immergersi da solitari nella natura,facendosi ponte tra un mondo di materia e quello dello spirito

  • #6

    Lorenzo (lunedì, 22 ottobre 2012 21:11)

    Così come te da padre insegni ai tuoi figli l'educazione ed il rispetto per te, allo stesso modo il Dio padre impone l'umiltà ai suoi figli che, guardacaso, è l'umanità intera.
    Il fine ultimo di ogni religione è il rispetto per un'entità Superiore che la scienza cerca di comprendere; Infatti, la scienza non può fare a meno di Dio, in quanto "incarna" la risposta a cio che essa non ha ancora compreso.
    Non dimenticare che la scienza comprende la logica del creato, manipola i mattoni fino ad un certo punto, ma non è in grado di creare dal nulla quei mattoni.
    Comprende le regole, ma non è in grado di crearle.
    Affermare che dal caos cosmico ha avuto origine il tutto, ha la stessa valenza di credere in Dio...Affermare che Dio non esiste è solo un atteggiamento ottuso di chi non vuole ammettere l'ignoranza di cio che deve avere una spiegazione, ma che al momento non conosce. In pratica si dice "Gettare la spunga".
    La scienza ha tutte le ragioni di affermare che l'uomo non debba necessariamente essere ad immagine e somiglianza di Dio: Questo è solo un modo di portare a misura d'uomo concetti di elevazione spirituale per le quali la religione ha nella fede la sua personaissima spiegazione, ma per la quale la scienza non ha ancora trovato unità di misura non avendone compreso i meccanismi fisici che la regolano.

  • #7

    Luc (martedì, 23 ottobre 2012 08:41)

    Quoto Jack!!! difficile mettere le 2 cose sullo stesso piano! ci sono troppio fattori diversi che entrano in gioco!

  • #8

    Malles (martedì, 23 ottobre 2012 16:54)

    @Lorenzo

    Ok ! Anche se qualcosina andrebbe meglio spiegata e...arrotondata un po per tutti

  • #9

    riky83 (martedì, 23 ottobre 2012 17:25)

    x mè la verità su tutto verrà fuori...chi vorrà capire capirà,chi non vorrà capire rimarrà sempre un passo indietro...e ascolterà sempre favole...

  • #10

    serena (mercoledì, 24 ottobre 2012 01:07)

    si certo...la maggior parte delle favole arriva dai politici, governi, eserciti, partiti, nasa, e tutta l'allegra combriccola....