Avvistamenti di Massa, il caso Firenze 1954: sono passati 58 anni

Ultima decade di Ottobre di 58 anni fa: Firenze si immerge nell'avvistamento ufo più famoso di sempre in ambito Italiano. Quello che avvenne in Italia nell’ottobre del 1954 occupò per giorno i titoli dei giornali. I quotidiani dell’epoca scrissero che nei nostri cieli "era come se un ipotetico stato maggiore dei dischi volanti avesse deciso di fare le sue grandi manovre a Firenze e in Toscana".
Il 1954 l'anno della grande ondata autunnale che interessò praticamente tutta la penisola e il tema ricorrente delle copertine della Domenica del Corriere e dei titoli del quotidiano La Nazione.
Stando alle cronache si registrarono ripetuti avvistamenti di oggetti non identificati che transitavano "a coppie dalle forme diverse: di ala come bianchissimi gabbiani in volo, a goccia d’acqua, a cappello cinese; velocissimi a pochi secondi l’una dall’altra". 

Riviviamo tutta la storia con il racconto che Mauro Paoletti fece per il cinquantenario dell'avvistamento.

"Erano le 14,30 del 27 Ottobre 1954 alla redazione del giornale giunse la telefonata di uno studente di ingegneria, Alfredo Jacopozzi, che affermava di vedere, insieme ad altre persone, diversi dischi volanti nel cielo di Firenze. Oggetti visti anche dal giornalista salito, nel frattempo, sui tetti di via Ricasoli per osservare una "cosa" bianca, tonda, lucida, immobile. Ad un tratto tra l’oggetto e la cupola del duomo sfrecciò un altro "palloncino bianco", più veloce di un aereo; poi un altro "disco" e un altro ancora. Sei oggetti che lasciarono al loro passaggio degli strani "fiocchi" bianchi simile a bambagia."

 

I telefoni impazzirono. Avvistamenti ovunque. Una voce concitata annunciava che a Sesto un disco si era aperto e diviso in tre parti; queste si erano dirette in tre direzioni diverse mentre "delle ragnatele lucenti cadevano lentamente al suolo" posandosi sui tetti, alberi, auto; ovunque.
Poi avvenne la cosa più clamorosa il cui ricordo è ancora vivo nella mente dei numerosi testimoni che assisterono all’inconsueto fenomeno.

 
Allo stadio Comunale si stava giocando la partita d’allenamento fra la Fiorentina e la Pistoiese. Fra i giocatori della Fiorentina ricordiamo Costagliola, Magnini, Cervato, Chiappella, Rosetta, Segato, Mariani, Gren, Virgili, Gratton, Bizzarri, Sarti, Capucci, Del Gratta, Scaramucci, Biagi, Orzan, Luna, Tassinari, Ghersetich, Buzzin, Vidal. Per la Pistoiese Vadi, Pierallini, Vettori, Caiumi, Tuci, Lomi, Balsimelli, Lenci Carpini, Vannucchi, Fossi.


Sopra lo stadio volteggiarono due misteriosi oggetti volanti. La partita venne interrotta; i tifosi delle due squadre, stupefatti, alzarono gli occhi al cielo a guardare le evoluzioni degli oggetti; anche Ferruccio Valcareggi osservava la scena attonito insieme ai giocatori delle due squadre.
Romolo Tuci, al tempo capitano della Pistoiese, racconta: "Era una bella giornata. A un certo punto ci accorgemmo che gli spettatori guardavano in aria. Venne spontaneo fermarsi anche per noi giocatori. Io vidi come dei piccoli anelli lontani, che cosa fossero non lo so davvero. Insomma, fra noi c'era chi li vedeva e chi no, e c'era anche chi non ci fece caso, credendo chissà a che cosa. Per quanto tempo rimase sospesa la partita, sinceramente non lo ricordo, sono passati cinquant'anni, come faccio a dire dieci minuti, o di più? Però guardavamo tutti in aria. Cinquant'anni fa, ci pensate?".
Tutta la città si era fermata col naso in su ad osservare le evoluzioni degli oggetti.
Non si trattò certamente di allucinazione collettiva; diecimila persone allo stadio, telefonate da ogni parte della città e da fuori città, Sesto, Peretola. Tutti a descrivere oggetti nel cielo e una strana nevicata di ragnatele.
Il signor Jacopozzi e altre persone in sua compagnia guardarono gli oggetti con il binocolo e raccolsero la misteriosa bambagia. Dalle osservazioni sarebbe emerso che gli oggetti erano a forma di goccia di acqua, altri a forma di cappello da mandarino cinese; procedevano a velocità elevatissima avvitandosi nel procedere avanti e si producevano in complicate evoluzioni.
La bambagia raccolta in una provetta di vetro sterile, appariva come un filo del baco da seta; luccicava e si dimostrava appiccicosa aderendo immediatamente al tubetto di vetro.
Anche i giornalisti riuscirono a prendere della bambagia e insieme a quella dello studente venne analizzata dal professor Canneri Giovanni direttore dell’Istituto di Chimica Analitica dell’Università fiorentina, con l’aiuto del suo assistente professore Danilo Cozzi.
Dall’esame microscopico e da quello spettrografico risultò che la sostanza raccolta a Sesto e Lungo l’Africo era una "sostanza a struttura fibrosa, notevole resistenza meccanica alla trazione e alla torsione. Al riscaldamento imbruniva lasciando un residuo fusibile e trasparente. Il residuo fusibile spettrograficamente mostrava contenere prevalentemente: Boro, Silicio, Calcio e Magnesio. Sostanza a struttura macromolecolare probabilmente filiforme. In linea puramente ipotetica, la sostanza esaminata nella scala microchimica poteva essere un vetro borosilicico".


Secondo il professore poteva essere fabbricata insufflando aria ad altissima velocità su una massa di vetro fuso ad alta temperatura. Tanto più l’aria è veloce tanto più la temperatura di fusione è alta e tanto più la fibra è sottile. Dopo tale dichiarazione molti "esperti" si profusero in tentativi di spiegazioni plausibili del fenomeno.
Il fatto che le analisi abbiano stabilito la composizione del materiale non spiegava la curiosa manifestazione perché non era facile capire in che modo un razzo, un reattore o un "disco", poteva rilasciare una scia vetrosa.

Il 28 ottobre, in concomitanza del passaggio di strani oggetti in cielo, continuava la curiosa pioggia di filamenti vetrosi a Prato, Firenze e Siena che imbiancò la sommità del passo della Consuma come una nevicata; i filamenti brillavano al sole somigliando proprio a fiocchi di neve.
Il proprietario dell’albergo "Fonte al Prato" della Consuma notò che dal Casentino in direzione del Valdarno cadevano filamenti vetrosi come quelli erano apparsi il giorno prima sulle città toscane. Lunghe strisce luminose, fili eccezionalmente brillanti, trasportati da un lieve alito di vento, che ricoprivano gli abeti come fossero gemme e pietre preziose. Sembravano tanti alberi di Natale.
Il prof Piccardi, dell’Istituto di Chimica e Fisica dell’Università di Firenze, pur non avendola vista, ritenne fosse una specie di lana di vetro come quella usata per rivestimenti isolanti. Per il professore poteva essere stata portata in aria da raffiche di vento dopo essere stata prelevata da una fabbrica, in seguito al disfacimento di qualche pannello. Oppure essere stata "seminata" in cielo da qualche aereo in seguito ad un avaria. Ma non poteva esprimere un giudizio basato su dati di fatto. Per il professore si tratta di palloni sonda meteorologici che di giorno assumevano strane luminescenze, ed erano illuminati di notte per consentire agli studiosi di osservarne il percorso. In balia delle correnti aeree davano vita a bizzarre evoluzioni e si potevano scambiare con "apparecchi di straordinaria maneggevolezza come il disco avvistato lungo il litorale adriatico da Trieste a Bari".


Fra le tanti ipotesi proferite per spiegare il fenomeno anche quella del vice presidente della Fondiaria di Firenze. Ricordandosi delle colate laviche di ossidiana alle Lipari, ipotizzò che la terra stesse attraversando una zona di cielo affollata di corpi composti di ossidiana e che a causa dell’attrito con l’atmosfera si riscaldavano fino al punto di dissolversi in filamenti componenti la "bambagia".
A tale proposito il giornalista riportava come esempio l’avvistamento avvenuto di un disco volante che si disintegrava a Gramlhet nel Tarn, nei cieli di Losanna. Alcuni frammenti del disco consistenti in filamenti argentei che si sbriciolavano al contatto con la mano e del suolo furono raccolti dalla gendarmeria che condusse l’indagine.
Vasco Magrini, noto pilota fiorentino, espresse l’opinione che difficilmente un aereo poteva seminare "bambagia", benché nelle costruzioni aeronautiche venga impiegata lana di vetro come isolante delle cabine interne; significherebbe che il velivolo si sta sfasciando. A meno che l’equipaggio non si sia disfatto della lana di vetro anche se è vietato lanciare qualsiasi cosa da bordo di un aeroplano. Sembra tuttavia che in concomitanza di alcune delle apparizioni fu udito proprio il motore di un aereo.
Anche il professor Piccardi dell’istituto di chimica e fisica dell’Università di Firenze, interrogato sull’argomento, si dichiarò concorde con il parere di Magrini e ipotizzò che qualche raffica di vento l’avesse prelevata da una fabbrica.


Nel cielo fiorentino comunque passarono, forse casualmente, un quadrimotore alle 14.30 circa e un reattore alle 16.
Riguardo al fatto che potesse essere sfuggita lana da qualche vetreria, va precisato che in Toscana esisteva nel 1954 una sola vetreria che produceva lana di vetro: La Vetreria Balzaretti e Modiglioni di Livorno. L’ingegner Francesco Centro, tecnico della lavorazione del vetro, escluse che tale materiale poteva essere sfuggito dalle vetrerie della Toscana; inoltre dichiarò che i frammenti di vetro sottoposti all’analisi del Prof. Canneri erano troppo piccoli per poterne capirne la natura e stabilire se si trattava di materiale lavorato o formatosi naturalmente per un qualsiasi fenomeno.
Furono avanzate altre ipotesi: dall’esplosione atomica (in quegli anni si fanno esperimenti nell'atmosfera), al vetro fuso dalla scarica di un fulmine, al vetro fuso appartenente ad un meteorite di passaggio, alla lana di vetro utilizzata da aerei sperimentali in funzione antiradar, ai residui di combustione di un nuovo carburante per motori. Si chiamarono in causa persino vapori sparsi dai soffioni di Larderello ricchi di sali di boro e silicio. E circa i globi luminosi si ricordarono che nel mese di ottobre si possono facilmente osservare piogge meteoriche che talvolta danno luogo a spettacoli grandiosi; benché risultasse strana la visione di meteoriti in pieno giorno.

Il 29 Ottobre si ripeterono le segnalazioni di dischi volanti e di bambagia su Firenze.
Alle 13,05 Calenzano fu sorvolato da una formazione di dischi volanti che lanciavano fiocchi bianchi. La formazione si dirigeva verso Firenze passando sopra Monte Morello a diecimila metri di altezza. La stessa cosa avveniva a San Piero Agliana.
Poco dopo da Arcetri giunse l’invito ai giornalisti di recarsi all’osservatorio per vedere quel "qualcosa" precedentemente avvistato. Dentro una provetta di vetro una parte della bambagia come quella rinvenuta nei giorni precedenti anche nelle strade cittadine.
Il prof. Righini dell’Osservatorio di Arcetri aveva notato in direzione est cadere i fiocchi bianchi. Per il professore si trattò di una enorme quantità di lana vetrosa che a distanza poteva apparire come "dischi o sigari" a causa dei riflessi dei raggi solari; quando perdevano la brillantezza si confondevano sullo sfondo del cielo.
Secondo Righini tutto dipendeva dalle dimensioni angolari del fiocco. Un fiocco di 5 centimetri di diametro visto a 50 metri sottintende lo stesso angolo di un oggetto di 5 metri visto a 5 chilometri di altezza. Un oggetto grande molto lontano equivale ad un oggetto piccolo visto da vicino. Un colpo di vento fornisce l’impressione della forte velocità. Non è facile stimare le distanze senza avere un termine di confronto quando si osserva un oggetto sullo sfondo del cielo. Secondo il Professore, data l’ora e la posizione del sole, poteva darsi che il materiale avesse originato fenomeni di riflessione scambiati per dischi o palloni.
Come esempio citò il racconto di Donald Menzel, astronomo americano, il quale, passeggiando un giorno in campagna, vide un aereo che planava a bassa quota e gli veniva incontro. Vedendolo avvicinarsi velocemente istintivamente si gettò a terra, ma non udendo il rumore dell’urto rialzò la testa e poté vedere che vicino a lui si era posato un modellino come quello usato dai ragazzi.
Il campione di bambagia raccolto dal personale di Arcetri venne esaminato dall’Istituto di Fisica con il contatore Geiger Muller e risultò che la bambagia non era radioattiva. Dalle analisi emerse che i componenti erano gli stessi rilevati dal prof. Canneri. Qualcuno pensò anche ad un fenomeno collaterale a qualche esperimento atomico; una esplosione poteva aver fuso una quantità di vetro se la deflagrazione fosse avvenuta vicina ad una cava di silicio; la bambagia poteva essere stata portata in alto e in giro per il mondo dalle forti correnti presenti in quota, per poi ricadere in terra; ma non si trattò di questo.

Il fenomeno si ripeté nei giorni successivi in diverse città, soprattutto dell’Italia centrale, da Roma a Perugia, da Civitavecchia a Lucca sempre accompagnato dalla discesa di filamenti vetrosi.
A Città della Pieve venne registrato un avvistamento collettivo con caduta di bambagia e poi a Pontassieve, Scarperia, S.Mauro a Signa, Siena, Pistoia, Montale, S.Marcello Pistoiese, Arezzo e Perugia e decine di altre località. Dalle 13 alle 14,30 furono visitate da dischi volanti e innevate da bambagia. Molta gente si riversò nelle strade per osservare i dischi e assistere alla caduta della bambagia.
Furono visti attraversare il cielo di Prato a velocità fantastica come fusi luminosi seguiti da una scia bianchissima; effettuare una conversione a quarantacinque gradi e dirigersi su Firenze allineati a coppia.
A Siena il fenomeno assunse le stesse caratteristiche di Firenze; dischi, sigari, sfere, che passarono a brevi intervalli e una pioggia di bambagia, simile a neve, si dissolveva al calore della mano o a contatto del terreno. Cadde per oltre due ore lentamente. Complessivamente su Siena passarono undici oggetti, tre di loro viaggiavano in perfetta formazione.
In totale da Modena a Roma pervennero moltissime segnalazioni di questi passaggi. La cronaca racconta che a Modena, un disco, si sarebbe arrestato a cinquemila metri sopra il campo di aviazione, lanciando raggi luminosi in ogni direzione per almeno sessanta secondi.
Gli avvistamenti continuarono copiosi anche nel mese successivo in tutto il territorio nazionale. A volte in modo clamoroso. Per esempio, il 14 novembre, domenica, una ventina di sigari volanti furono avvistati nei cieli di Gela, in Sicilia, dove vennero anche raccolti e analizzati altri residui di bambagia silicea. L’ultima "nevicata" si verificò il 4 dicembre nell’Aretino.
Questa la cronaca dei fatti e delle ipotesi che si sciorinarono per spiegare l’inconsueto avvenimento. Cosa aggiungere? Basta la lettura dei quotidiani di quel periodo, anzi; di quegli anni perché dal 1950 al 1957, non solo in Italia ma in tutta Europa, numerose furono le segnalazioni di oggetti volanti. I giornali frequentemente riportarono le notizie di queste visite e le varie supposizioni stilate dagli studiosi che si cimentarono del dare plausibili spiegazioni del fenomeno.
In Toscana ricordiamo l’ottobre del 1954, forse perché consideriamo il nostro un "UFO d’annata"...

Articolo di Mauro Paoletti - EdicolaWeb

Testi e diritti riservati.

Scrivi commento

Commenti: 67
  • #1

    Marco (sabato, 20 ottobre 2012 20:24)

    dov'è scettico.. voglio leggere la sua spiegazione a questo caso..

  • #2

    Pisu (sabato, 20 ottobre 2012 21:49)

    Vorrei il parere di Eone Nero e di Insider grazie.

  • #3

    MAN IN BLACK (sabato, 20 ottobre 2012 22:15)

    Tutte illusioni e allucinazioni di massa... insieme ad una buona dose di fantasia giornalistica! Come al solito non c'è nulla che debba interessarvi!

  • #4

    gino (domenica, 21 ottobre 2012)

    Veicoli militari americani

  • #5

    Malles (domenica, 21 ottobre 2012 00:10)

    Cito un altro caso analogo del 11 novembre 1954 verificatisi a Casaloldo,grosso centro ad una quarantina di km. da Mantova,anche qui durante un incontro di calcio che si svolgeva nel pomeriggio e anche qui la partita fu sospesa per oltre mezzora,proprio a causa di un U.F.O.

    L'oggetto comparve repentino in cielo ed era di forma discoidale,si fermò sulla verticale del campo,rimanendo immobile per qualche minuto.Di colore madreperlaceo,ed era così basso che se ne distinguevano i contorni,giunse a forte velocità e si arrestò di colpo,poi ripartì improvvisamente alla stessa velocità elevandosi verticalmente,dopo pochi secondi arrivato ad una certa altezza,si scisse in due parti,che si mossero in opposte direzioni per poi scomparire all'orrizzonte.

    Pure in quella zona furono rinvenuti i misteriosi fiocchi di "bambagia"silicea. Ovviamente le partite di calcio non hanno attinenza con gli avvistamenti,ma dato che ci sono ne menziono un'altro (avvistamento)svoltosi in Brasile e precisamente a Goyatacaz,in una partita in notturna,verso le ore 22 del 26 Luglio 1972.

    Furono visti passare 8 oggetti oblunghi luminosi,di una colorazione che andava dal giallo all'arancio intenso,in testa ce n'era uno di grosse dimensioni,seguito dagli altri più piccoli,ordinatamente disposti,che transitarono in assoluto silenzio.

    Tutto ovviamente ha una spiegazione,ma non è detto che questa debba per forza di...origine terrestre

  • #6

    Malles (domenica, 21 ottobre 2012 01:13)

    Il giornale "La Nazione" di Firenze del 28 Ottobre 1954,dando le notizie degli avvistamenti,è più specifica in molti tratti,ne riporto uno(sempre della "passeggiata"sopra lo stadio).

    ....testuale: "i due oggetti rotondi e lucenti,di colore grigio metallico,si muovevano ad elevata velocità e procedevano in linea retta da Sud a Nord.Si distingue una corona circolare esterna che gira vorticosamente intorno al proprio asse,formato dalla parte centrale di colore più chiaro.

    Ad un certo punto il primo oggetto si fermò,pur continuando il proprio moto rotatorio,l'altro prosegue il suo cammino diminuendo la distanza che li separava,giunto perpendicolarmente sulla Torre di Maratona si arrestò mentre il primo riprese la sua corsa procedendo però a scatti zig-zagando.

    Ad un tratto però invertirono repentinamente la direzione e ripassarono sulle teste degli spettatori,riattraversando lo stadio in tutta la sua lunghezza e scomparvero verso Sud procedendo ad una velocità superiore a quella di qualunque aereo conosciuto. Erano le 15,27. L'episodio non durò più di un minuto. "

    Ho voluto riportare questo estratto della "Nazione"prima di tutto perchè qui non ve nè traccia e poi per sottolineare che il comportamento dei due oggetti non ha nulla a che vedere con mezzi aerei convenzionali,con nembi,con palloni sonda,con fulmini globulari,con ...Venere o Sirio,con lanterne cinesi o filippine. Qui abbiamo un cielo azzurro e senza nuvole,con circa 12.000 persone testimoni oggettivi dell'avvenimento,ancora oggi nessun mezzo può avanzare e zig-zagare a 90 gradi per i cieli

  • #7

    FABIOSKY63 (domenica, 21 ottobre 2012 06:30)


    ...eh!eh!eh!..

  • #8

    Insider (domenica, 21 ottobre 2012 12:09)

    @Pisu

    La mia opinione è che nei cieli di Firenze è certamente avvenuto qualcosa di insolito agli occhi dei numerosi testimoni.
    Ciò che a me interessa è però collocare tale avvistamento sulla base degli elementi raccolti e seguendo comunque un certo ragionamento che trova conferma anche ai giorni d'oggi, sviluppabile in due essenziali punti:

    1) l'affidabilità dei testimoni
    2) l'esposizione mediatica dell'evento

    Questi due punti a me fanno porre questo interrogativo: se oggi, nel 2012, c'è ancora tanta gente che scambia lanterne cinesi, stelle e pianeti per UFO, il cui singolo avvistamento viene pubblicato sui media (stampa e web) senza alcun approfondimento (è recente, ad esempio, il caso dell'ufo di Arzano), come è collocabile ciò che è avvenuto nel 1954 quando, a differenza dell'attuale era spaziale, i viaggi sulla Luna e le missioni aerospaziali erano frutto, per la gente comune, di libri di fantascienza e dei film?

    Per come la vedo io, sulla base dei tanti casi osservati e studiati, la buona fede dei testimoni, a prescindere dal loro numero, non è sintomo di autenticità di un avvistamento UFO, inteso come evento inspiegabile da ogni punto di vista e riconducibile a qualcosa di non terrestre.

    Proprio di recente abbiamo trattato l'avvistamento del '54 sul forum, da questa pagina in poi:

    http://ufoonline.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=10387383&p=4

    Quello che ho ivi riportato parrebbe essere la spiegazione più logica, che comunque lascia aperti alcuni interrogativi: esercitazione militare con rilascio, da parte degli aerei, di "chaff" (luminose e pirotecniche contromisure radar) e conseguente osservazione di una "strana sostanza" che, una volta raccolta, si dissolve velocemente.

    In merito al CHAFF:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Chaff

    mentre qui:
    http://nibbio14.altervista.org/chaff.html

    si legge:
    I chaff sono piccoli dipoli metallici: in genere sono costituiti da filamenti di nylon rivestiti d'argento, striscioline d'alluminio rivestite di piombo, fibre di vetro rivestite d'alluminio, ecc.

    Detta sostanza fu analizzata dal Prof. Canneri, chimico analitico dell'Università di Firenze, i cui risultati mostrarono la presenza di silicio, boro, alluminio, calcio, magnesio e ferro che, guarda caso, sono gli stessi elementi riscontrabili nel "chaff".

    A tutto questo si è verosimilmente unito il fenomeno del "ballooning", cioè la migrazione dei ragni perfettamente compatibile con il periodo di fine ottobre, generando quindi un filamento stagionale ed autunnale:

    http://en.wikipedia.org/wiki/Ballooning_%28spider%29

    Questo è quanto, per me.

  • #9

    Malles (domenica, 21 ottobre 2012 14:35)

    Caro Pisu,dal cognome arguisco che sei sardo,terra che amo e che quando posso vengo a raggiungere condividendola con le persone a me più vicine.Mentre Insider ed Eone stanno febbrilmente cercando qualche link di ....scomunica del caso,se permetti metto le mie...orme non per obliare,ma per confermare.
    Permettimi di metterti a conoscenza (se già non lo sei)di un caso molto interessante della tua regione.
    Il fatto è riconducibile all'ondata di avvistamenti del 1954,in questo caso del 4 nov. sulle pendici del monte ORTOBENE che come saprai domina l'altopiano dove sorge NUORO e da cui dista 8 km.,dell'accaduto ne parla anche ALBERTO PEREGO nella sua opera "svelato il mistero dei dischi volanti"ed.CISAER,pag. 12-15 , e pure Jaques Vallèe al numero 316 e 330 del suo "PASSPORT TO MAGONIA".
    Francesco Tanca era un cinquantenne autista quando vide alle 15,15 in una vasta radura del monte suddetto un veicolo a forma di disco elissoidale,di color argento e del diametro di circa 15 m.non aveva aperture apparenti,ma aveva una protuberanza superiore che assumeva l'aspetto di una torretta,il Tanca fuggì spaventato.
    Quasi nello stesso momento(ore 15,30) un altro testimone si imbattè nel misterioso velivolo,il ventenne Gianni Cambosu,figlio del proprietario di un bar del posto,che lo vide e si avvicinò ma fù assalito (così riferì poi) da un senso di timor panico e fuggì a sua volta.
    Anche uno studente Giannino Guarracino,che si trovava su un terrazzamento panoramico più a monte,vide poco più in basso in una radura l'apparecchio sconosciuto,ed ebbe modo (ore 15,35 circa)di vederlo levare in volo in verticale con un ronzio,per poi puntare dopo una certa altezza,verso levante,allontanandosi ad altissima velocità.
    Il quotidiano "IL GIORNALE DEL MATTINO "dell'otto Novembre del 1954 riportò l'avvenimento e anche LA SETTIMANA INCOM n.33 del 13/08/1961 ne fece un ampio reportage ricco di particolari e di testimoni che avvistarono l'U.F.O.dopo il suo decollo,anche 3 ragazze che si trovavano sul versante opposto alla radura dell'atterraggio,videro il volo del misterioso oggetto.Ho cercato di stringere,ma tu saprai che gli "ossi"da spolpare nella tua regione sono davvero tanti.
    Ti saluto e alla prossima

  • #10

    Malles (domenica, 21 ottobre 2012 17:25)

    Nella mia ...cantina,le annotazioni...d'annata sul caso in questione sono veramente una marea,chiedo venia se esagero un po portandole a conoscenza.NON solo i filamenti di boro,alluminio,calcio,magnesio e ferro erano caduti sullo stadio di Firenze durante la partita del 27 Ott. 1954,ma anche nei giorni antecedenti e successivi questa "pioggia di bambagia silicea" si è SEMPRE TROVATA IN CONCOMITANZA (presenza) di avvistamenti U.F.O.,come nelle località ( ne elenco solo una parte)toscane di Migliarino Pisano,Prato,Sesto Fiorentino,Siena,Lucca,Arezzo,Borgo di buggiano(Pistoia) oltre a moltissime segnalazioni avute da Firenze città e dalle sue immediate località periferiche.
    Gli avvistamenti (CON RELATIVA "BAMBAGIA" )vanno nel complesso dalle ore 1,30 di notte alle ore 23,20 circa del giorno 27.
    Fra gli svariatissimi testimoni ne cito uno molto preciso,Giovanni Trallori,un giovane abitante a Calenzano e che lavorava in una officina di Prato,il quale descrisse due oggetti di forma oblunga immobili sulla città,poi,assumendo un leggero senso di rotazione,sul proprio asse,partirono velocemente in direzione di Firenze,questo alle ore 14 circa del 27 ott. del 1954 la testimonianza del Trallori fu confermata da molti testimoni frequentatori del bar Cini e del bar Sport di Prato.
    Per rinnegare tutto questo,si dovrebbe trovare il modo di arrampicarsi sugli specchi ,ma servirebbe un'atrezzatura che ancora non disponiamo,bisogna rendersene conto(e sarebbe ora,mi sia concesso),a mio avviso la concomitanza di queste moltitudini di persone e la stranezza degli avvenimenti,tolgono molti dubbi all'esistenza del fenomeno stesso e avvalora l'ipotesi per una risoluzione d'inquadramento non terrestre

  • #11

    FABIOSKY63 (domenica, 21 ottobre 2012 18:07)


    ..."contromisure"...

    ottimi Insider e Malles...fate paura anche a me eh!eh!.;)

    bye..:)

  • #12

    Malles (domenica, 21 ottobre 2012 18:12)

    Perdonate se continuo,ma la....carne al fuoco è così tanta che non voglio ...abbuffarmi da solo.
    Negli stessi giorni ci furono anche segnalazioni di "atterraggi",per non farmi ....rincorrere ne citerò uno solo.
    Alle ore 14 circa (sempre del 27 Ott.1954 )nei pressi di GIOLICA ALTA,una frazione vicino a Prato avveniva uno straordinario fenomeno.
    FABIO ALBERTO BRUNI aveva allora 16 anni essendo nato il 18 Maggio 1948,figlio della guardia di finanza GUIDO BRUNI che svolgeva il suo servizio alla Caserma di via Valsugana ,abitava a Prato in viale Vittorio Veneto,nel palazzo INAIL di piazza Europa.
    Quel giorno si recò verso Giolica Alta per una passeggiata (ore 14)per un sentiero collinare ,ad un tratto un sibilo improvviso lo fece girare per cercarne l'origine,la visibilità era ottima ed il terreno presentava solo pochi bassi cespugli e qualche rado albero,in una radura vide un grosso oggetto che stazionava a circa un metro da terra e che emanava una luce bianca abbagliante,imprivvisamente l'oggetto misterioso prese quota in verticale ,giunto ad una certa altezza ,l'oggetto virò decisamente in direzione di Firenze.
    Il Bruni si fece animo e andò ad ispezionare la radura,tutto gli sembrò normale se non fosse stato per UNA CERTA QUANTITà DI"FILI"BIANCHISSIMI CHE COSPARGEVANO IL TERRENO:
    Ulteriori informazioni furono fornite da un'altro testimone,il sig.DINO TOCCAFONDI,falegname,abitante in Prato in via Sem Benelli 34 che si trovava a caccia nei pressi di Giolica Alta e che fu ancora più preciso,dicendo che la radura in questione si trovava vicino ad un'ampia ansa del fiume Bisenzio che in quel punto raccoglie le acque del Borgo della Rimpolla che scorre nei pressi .
    Anch'egli vide l'U.F.O.alzarsi,dopodichè si recò nella radura e vide i famosi filamenti che lui chiamò "trucioli trasparenti"precisando che tali trucioli si dissolvevano spontaneamente dopo essere stati raccolti

  • #13

    devis (domenica, 21 ottobre 2012 18:31)

    @ Insider
    lei dice che la testimonianza di cosi' tante persone non è sintomo di autenticita'. mi chiedevo cosa intende lei per "testimonianza attendibile". no perchè, se non ho letto male, si parla di migliaia di persone... con questo non voglio dire che erano per forza oggetti non terrestri. pero' tra tutta questa gente vuole che non ci fosse nessun esperto (militari, meteorologi, ecc) in grado di spiegare subito la cosa? non è una critica, è solo per capire.

    @ Fabiosky63

    salve. mi piacerebbe sapere anche il suo punto di vista. mi piacciono i soui commenti.

    grazie ad entrambi. saluti!

  • #14

    lupenna (domenica, 21 ottobre 2012 19:02)

    Passarono anche sopra la testa di mio padre. Furono visti da tutti gli abitanti della la citta in cui abitava: lui vide gli oggetti dalla finestra del suo studio, senza che nessuno gli avesse parlato degli avvistamenti di quei giorni - perché durarono giorni - e senza che avesse un qualsiasi interesse per quel tipo di fenomeni. Era, in quel periodo, impegnato nella stesura di un libro sulla filosofia del settecento. Era un ometto molto colto e scevro da qualunque tipo di sfarfallamento culturale. Scettico su certi fenomeni è dir poco, per lui non esistevano...punto e basta. A distanza di anni, durante una cena con amici in casa nostra, me ne parlo. Mi disse:"Capii allora quale fosse la vera estensione della frase di Kant "il cielo stellato sopra di noi e la legge morale dentro di noi..."". Aveva sempre inteso, infatti, la prima parte di quella frase come se si riferisse esclusivamente a questioni astronomiche, invece fu da allora così convinto, di ciò che vide quel giorno, che il Voltaire che abitava in lui decise che che era il caso di non occuparsi mai più di simili misteri.

  • #15

    Pisu (lunedì, 22 ottobre 2012 11:28)

    @Insider la ringrazio molto però trovo più esaurienti e logiche le notizie del Signor Malles.Grazie per la risposta.

  • #16

    Insider (lunedì, 22 ottobre 2012 11:29)

    @devis

    Per "autenticità", da un punto di vista prettamente ufologico, mi riferisco all'avvistamento di un fenomeno che è ritenuto inequivocabilmente inspiegabile da ogni punto di vista e qualunque sia il soggetto che lo osservi.

    Che io sappia, per Firenze '54 si sono esposti testimoni "comuni" e giornalisti che erano presenti allo stadio. Ti risulta che si fossero esposti esperti appartenenti a qualche particolare categoria? Solitamente un esperto si espone se ha la possibilità di visionare elementi più concreti, nel caso specifico sarebbero state foto e/o filmati che purtroppo mancano.

    E non a caso si è invece esposto quel Prof. Canneri, chimico analitico dell'Università di Firenze, che ha analizzato l'unico elemento tangibile riscontrato dopo tali avvistamenti, i cui risultati mostrarono, come già detto, la presenza di silicio, boro, alluminio, calcio, magnesio e ferro che si riscontrano nel "chaff".

    Nel caso di esercitazioni militari come spiegazione di quell'evento, la storia ufologica è colma di avvistamenti originati da tali manovre non sempre comunicate in larga scala. Le luci di Phoenix del '97 ne sono un esempio.

    L'attendibilità di un testimone è, a parer mio, valutabile in base al suo "know how" che purtroppo non può includere tutte le conoscenze e competenze per l'esatta identificazione di un determinato fenomeno.

    Nel csao in questione, non credo che gli spettatori di uno stadio e i giornalisti presenti fossero tenuti a sapere di esercitazioni militari o dell'esistenza di particolari manovre con il rilascio di "chaff".

  • #17

    Malles (lunedì, 22 ottobre 2012 12:04)

    Per quell'ora,sia l'areonautica militare sia le compagnie aeree smentirono in modo categorico di un qualsivoglia "passaggio" di un loro mezzo sopra lo stadio di Firenze.
    Sono d'accordo con chi non vuole passare per BOCCALONE e si può dire di tutto e di più,ma perchè poi dare più credito agli occhi (vista) di un astronomo o di un ....otorinolaringoiatra anzichè quelli di un ...falegname?Cosa c'è da interpretare quando ci si trova di fronte ad un velivolo discoidale che staziona sospeso ad un metro da terra e che poi sfreccia verso l'alto?
    per negare ad oltranza(per quale ragione poi?)e per non ammettere che probabilmente si è di fronte ad un mezzo non convenzionale e probabilmente di un mezzo non terrestre,arriviamo a paragonarlo(alla fine si giunge più o meno a questo)ad un cammello della Mauritania.SUVVIA!
    Bene, ora sappiamo che oltre agli asini, anche i cammelli volano

  • #18

    Jack (lunedì, 22 ottobre 2012 14:28)

    Da quanto ho letto le persone hanno visto chiaramente gli oggetti volanti fermarsi di colpo da velocità incredibili, per poi ripartire. Suddividersi in più parti e il tutto in pieno giorno e davanti a migliaia di persone in contemporanea come nel caso della partita. Ora indubbiamente l'aeronautica militare avrà fatto i test che INSIDER ha citato, MA, non credo che test militari si facciano su zone densamente abitate come una Firenze, seppure in quel tempo non credo ci fosse traffico aereo civile a mettere a rischio le operazioni.
    Quindi sebbene io ringrazierò sempre Insider per aver rimesso al proprio posto spesso persone davvero eccessivamente boccalone, in alcuni casi come questo mi viene da chiedermi perchè tu debba attaccarti a spiegazione che anche tu sai essere poco credibili, al pari di un negazionista ipocrita, quando invece ti reputi un ufologo serio (almeno credo che sia quello che ti reputi se mi sbaglio scusa :D).

  • #19

    Insider (lunedì, 22 ottobre 2012 16:49)

    @Jack

    Non sono un ufologo, il fatto che tu possa reputarmi tale non richiede comunque che tu debba scusarti.

    Non sono nemmeno un negazionista ipocrita, so perfettamente distinguere il modus operandi di chi specula anche nel senso opposto di coloro che credono fermamente agli UFO senza richiedere ulteriori riscontri o approfondimenti.

    Non mi attacco nemmeno ad alcuna spiegazione giusto per screditare, forse diversamente da altri appassionati, preferisco sempre approfondire e scartare anzitutto ogni ipotesi convenzionale prima di approcciare qualcosa che è ritenuto inspiegabile.

    Ciò che hai letto qui o in giro o negli anni sull'evento di Firenze, è una variegata raccolta di testimonianze raccontataci a distanza di quasi 60 anni, inficiata dai punti di vista di chi l'ha riportata sia attraverso i media dell'epoca, sia attraverso il "passaparola", il "tam-tam" dei pettegolezzi e del chiacchiericcio tipico di chi, pur non avendo assistito all'evento, vuol dire la sua.

    Queste ricostruzioni non sono purtroppo basate nè su filmati nè su foto, ma sulle testimonianze rilasciate nel tempo, anche a distanza di decenni. Viene applicata la classica "logica ufologica" basata su un principio che io ritengo inattenbile: tanti dicono di aver visto.

    E le prove di questo eclatante avvistamento UFO? Nulla, non ci sono, bisogna però credere alle testimonianze che io ritengo alterate dai motivi sopra esposti senza dimenticare l'ignoranza del singolo testimone su determinati aspetti che ho sopra accennato.

    Ti segnalo un ultimo rilievo, suggeritoci da un utente del forum in merito ad un avvistamento di cui si discute. L'utente fa riferimento a un punto fondamentale indicato nel manuale di metodologia di indagine ugologica del CISU, che puoi scaricare qui:

    http://tinyurl.com/9cqmaw6

    A pag. 14 si legge:

    2.4.7.1 DIMENSIONI APPARENTI
    Contrariamente a quanto molti pensano, è quasi sempre impossibile determinare le dimensioni reali del fenomeno o la sua distanza (o la quota), in quanto tali dati sono funzione l’uno dell’altro (oltre
    che dei dati “relativi” o “apparenti”)...

  • #20

    giovanni dettori--Catania (lunedì, 22 ottobre 2012 17:40)

    ---non sono nemmeno un negazionista ipocrita---non mi attacco nemmeno ad alcuna spiegazione giusto per screditare---uh-uh -uh-uh.divertente
    sopra firenze volarono le farfalle.

  • #21

    FABIOSKY63 (lunedì, 22 ottobre 2012 20:22)


    @devis
    la ringrazio per l'apprezzamento, appena ho un attimo "appunto"..:)

    @lupenna
    concordo...se guardi nell'abisso il rischio è che esso guardi in te...suo padre era una persona intelligente..:)

    tra la "vista" dell'otorinolaringoiatra di Malles e l'indagine "ugologica" di Insider eh!eh! me la sto proprio gustando..:)

  • #22

    Donato Galli (lunedì, 22 ottobre 2012 20:49)

    Avevo 14 anni e ho visto nella mia città volare questi velivoli...e vi posso giurare su Dio che non era niente di umanamente spiegabile. Ho portato dentro di me il ricordo della bambagia per anni, mio padre che è morto nel 1999 mi aveva detto che molti a Firenze volevano parlare ma avevano paura dei giudizi.... ma chi è nato e cresciuto qui sa cosa è veramente successo e non è l'aeronautica che può dirci quello che abbiamo visto in prima persona. Vedete da fuori è facile spiegare tutto ma fidatevi quello che è successo nel 54 se non c'eravate non lo potrete mai sapere. A distanza di anni stanno tentando di offuscare tutto...mi fa tanti tristezza perché noi testimoni moriremo a uno a uno e sui libri sarà scritta un'altra storia..quella si inventata di sana pianta.

  • #23

    Malles (lunedì, 22 ottobre 2012 21:29)

    Quando non si ha più niente da dire....................
    Cosa significa che i fatti sono accaduti quasi 60 anni fa?Che i giornali hanno scritto il falso? Che i testimoni ( centinaia )non erano attendibili?Che quanto è accaduto è troppo lontano nel tempo per trovare credito ai giorni nostri?Assurdo e puerile.
    A questa stregua si va a rinnegare l'esistenza di un Ippocrate,di un Pitagora,di S.Agostino o di un Napoleone ecc..,ma che ragionamenti sono mai questi,moltissimi testimoni degli eventi a differenza delle figure storiche menzionate sono ancora ben vive e vegete e RIpossono ( e lo hanno fatto,informarsi,prego) RIconfermare di nuovo tutto ciò che videro a suo tempo.

    Basterebbe dire..." non so,non saprei esprimere un giudizio "invece di dare aria...ai denti con insulsaggini,che più che essere istruttivi sono volutamente distruttivi.

    Tutti chi più chi meno propendiamo per simpatia od altro verso una direzione,ma quando certe evidenze sono così ben...evidenziate,la serietà (che dovrebbe andare a braccetto con la modestia )dovrebbe prevaricare sull'egoismo del:"so d'avere torto ma voglio avere ragione "e lasciare scorrere liberamente il nuovo giudizio anche se sommerge quello ormai sorpassato ed obsoleto. Questo vale per i negazionisti UFO a ...UFO e a oltranza, che per i positivisti del fenomeno.

    @FABIOSKY, mi sa tanto vecchio mio che dovremmo andare ad aiutare per qualche giorno l'amicone CINESE che è sommerso di lavoro e non ha tempi d'intervento,starà marchiando il bestiame della sua vasta tenuta,dove anche i cavalli allo stato brado sono liberi di scorazzare,dico bene Cinè?Noi veniamo volentieri ad aiutarti,ma tu in compenso prometti di prepararci il risotto alla Cantonese,a leccarci le orecchie da soli ci pensiamo poi noi,sei d'accordo?Un salutone

  • #24

    Scettico (lunedì, 22 ottobre 2012 22:45)

    Malles iscriviti al forum ;)

  • #25

    Marco (martedì, 23 ottobre 2012 00:41)

    ecco scettico finalmente!! voglio sapere stavolta cosa ti inventi :D

  • #26

    FABIOSKY63 (martedì, 23 ottobre 2012 01:54)


    ...avvistamenti?..

    parlare dell'ondata di "flaps" '52-'54 e considerarli come tali è, NON SOLO "a dir poco" ma proprio un BEL pò, RIDUTTIVO!..

    hanno fatto "saltare" i sistemi radar di TUTTO il mondo rendendoli -DE FACTO- obsoleti, hanno "spento" le turbine di alcune delle più grandi centrali elettriche americane lasciando al buio per ore mezza nazione "paralizzandola", hanno mandato in "overloaded" i sistemi missilistici automatizzati di difesa "neutralizzandoli" successivamente, si sono resi VISIBILI alla vista ed ai radar in numero consistente di velivoli sopra alcune delle capitali di quà COME di là dell'oceano, hanno "giocato COME al gatto con il topo" con le migliori aeronautiche del mondo, si sono mostrati contemporaneamente sopra agli stadi di calcio europei COME sopra ai campi di baseball e football americano gremiti di tifosi, hanno seminato "manna" dal cielo dal deserto australiano al medio oriente COME da Washington a Berlino...

    -DOPO DI CHE NON SI E' PIU' RIPETUTA UNA DIMOSTRAZIONE DEL GENERE-

    perché E' DI QUESTO che si è trattato!..della CONTESTUALIZZAZIONE, in migliaia di "episodi" pubblici COME "privati", col singolo COME con gruppi di "scelti", della presenza FISICA ed in massa di mezzi NON convenzionali e di entità NON riconosciute e NON riconoscibili COME terrestri...

    @Donato Galli
    comprendo il suo stato d'animo, se può esserle di consolazione le dico che NON E' SOLO..:)

    @Malles
    il lavoro di un Insider è importante QUANTO quello di altri che magari la pensano in maniera diametralmente opposta...a questo "tavolo" c'è posto per tutti dato che ogni "ipotesi ufo-logica" è ancora sostenibile, e può coesistere ASSIEME alle altre, se pur "da intendere" e collocare "spazio-temporalmente"...

    allora...se ti iscrivi quì al forum puoi comunicare con me a mezzo ffz ed accedere anche ai miei dati che sono visibili a tutti...altrimenti chiedi nel blog di Sabrina che ti passeranno la mia email...quando vuoi prenota dal Cinese..;)

    a tutti un saluto..:)

    http://it.wikipedia.org/wiki/UFO

  • #27

    franz (martedì, 23 ottobre 2012 09:26)

    Le esercitazioni militari formulata da insider e dal cicap come spiegazione a questo fenomeno non può reggere dato che il solo passaggio di un aereo militare a bassa quota è sufficiente a fare tremare i vetri a causa del boato assordante e nel resoconto di tale avvenimento questo particolare non è contemplato.
    Questo articolo fa riferimento anche ai giornali dell'epoca e non solo a testimonianze soggettive rilasciate a distanza di anni.
    La quota su cui transita un oggetto si può desumere dalla sua visibilità.

  • #28

    Insider (martedì, 23 ottobre 2012 09:45)

    @Malles

    -cito-
    "quando non si ha più niente da dire"...

    Da che pulpito... da uno che, pur di dire, sforna pappardelle ricavate dalla sua presunta cantina e che dovrebbero sostenere una tesi basate invece sul "sentito dire" ereditato da ritagli di giornali, di libri, di riviste, dal web.. senza però appurare la validità di tali riferimenti. Bello così, chiunque può crearsi il proprio database fuffologico pretendendo che sia fonte inesauribile di riscontri e notizie di rara attendibilità.

    Davvero pensi che i giornali descrivano fatti realmente accaduti senza trascurare alcun particolare? Ma se ancora oggi assistiamo, sia in ufologia che in altri temi, la totale distorsione di una cronistoria che deve essere, per esigenze editoriali, spettacolarizzata. Questo non ti risulta? Mi sa che prima o poi dalla tua cantina occorre che tu esca per capire come funzione il sistema della comunicazione, soprattutto in relazione ad argomenti che non richiedono prove tangibili per discuterne, basta solo crederci. E l'ufologia si presta moltissimo a questo gioco.

    Non hai nemmeno fatto caso, per l'avvistamento di Firenze, agli esami sulla sostanza caduta dal cielo, l'unica cosa realmente tangibile di quell'evento, i cui elementi che la compongono - guarda caso - sono gli stessi che si trovano nel "chaff". A questo tu una spiegazione non l'hai data, preferisci tergiversare riportando la tua chiacchierata da bar, il che non guasta perchè fai comunque divertire.

    Lo ripeto ancora una volta: la buona fede dei testimoni non è proporzionale all'attendibilità di un evento. L'occhiometro è storicamente ingannevole. E' avvenuto in passato (mi riferisco sempre al fenomeno UFO) ed avviene tutt'oggi. Prova a farti un excursus delle ultime notizie UFO riportate dalle redazioni di testate on line, c'è da ridere (o da piangere) nell'appurare come i fatti descritti in un articolo sono totalmente diversi dalla realtà del fenomeno.

    Di questo dovrai fartene una ragione, altrimenti sarai sempre tu a parlare di aria fritta, a differenza di chi esige qualcosa di più concreto.

    Non sai nemmeno che la testimonianza resa da un qualunque soggetto diventa già fallace dopo 24 ore, figuriamoci a distanza di anni ogni qual volta viene interrogato sulle circostanze di un determinato avvenimento. Accade che i buchi di memoria, o quello che si ricorda appena, vengono riempiti con ciò di cui si tende a credere.
    Anche il semplice scambio di opinioni tra 2 o più testimoni di uno stesso evento è deleterio per l'esatta descrizione dello stesso, questo perchè ogni testimone farà inconsapevolmente propri (cioè come realmente vissuti) elementi testimoniati invece da un terzo soggetto, ed il cocktail è bello che servito.

  • #29

    franz (martedì, 23 ottobre 2012 14:18)

    Negli anni 50 lo "chaff" era costituito da striscioline di alluminio.

  • #30

    Diego78 (martedì, 23 ottobre 2012 14:30)

    A mio parere sicuramente le ondate Ufo di quegli anni avevano uno scopo...intuire quale esso sia non é facile...ma escluderei fosse una sensibilizzazione di massa...che comunque magari in piccola parte c'é stata. Di certo hanno dimostrato alle "alte sfere" che per loro il nostro spazio aereo era accessibile in qualunque luogo e momento... poteva forse essere un voluto messaggio a chi di dovere. Ovviamente in ambito ufologico siamo sempre alla ricerca della smoking gun, e chi é scettico a riguardo impacchetta l'infinito numero di testimonianze accumulatesi negli ultimi 70 anni come bugie o fraintendimenti. Chi è stato testimone di avvistamenti diretti ovviamnte da scettico diventa sicuro del contrario...ma é un privilegio che viene offerto a pochi. Che una ricerca ufologica scientificamente organizzata con dispendio di mezzi e tecnologia non voglia essere organizzata ufficialmente mi pare più che palese.
    Chiediamoci, (e se qualcuno ha una spiegazione me la dia per favore), perché quando ci sono avvistamenti massivi sopra le città o gli aeroporti che durano a volte per un tempo prolungato non viene mobilitata immediatamente una task force di cameramen con aerei o elicotteri per filmare l'accaduto dopo essersi avvicinati con teleobiettivi ad alta definizione, filtri all'infrarosso e tutto l'occorrente?...e lo stesso non viene fatto con le segnaliazioni dell'areonautica civile, perché gli arei non vengono dotati di default di telecamere per la ripresa di questi fenomeni?... stiamo parlando di interagire o riprendere velivoli che forse potrebbero essere non terrestri? cosa può esserci di più importante? perché investire miliardi di dollari per cercare tracce di acqua e vita su Marte, quando la vita extraterrestre é già qui?...

  • #31

    Malles (martedì, 23 ottobre 2012 17:51)

    Insider,amico mio,io (noi) non ritagliamo SOLO giornali d'epoca,è logico poi che io mi attenga a dei testi (di qualunque genere)scientifici e non e mi rifaccia anche ad autori accreditati;nessuno nasce con la scienza infusa,a parte te naturalmente,che tra uno sproposito e l'altro hai pure detto (nel FORUM)che i venti Marziani sono d'intensità inferiori a quelli terrestri,dinnanzi a cotanto sapere noi POARETI si ha l'impressione di ricevere una frustata sulle orecchie.
    Sono più di 40 anni che si sa che le BUFERE marziane superano anche i 380 km. orari, Ma tantè con quella bocca puoi dire ciò che vuoi.
    Ti rendo noto che noi siamo sempre andati e sempre andremo direttamente ad indagare (nel nostro piccolo e con i nostri mezzi s'intende)per farcene una ragione,direttamente sul campo,in sedi italiane ed estere,aproffittando a volte dei ritagli di tempo di lavoro,di fine settimana,di ferie e di ponti festivi inclusi.
    Orbene,siccome con me hai già toppato in diverse occasioni,ti Riesorto a non dare giudizi a destra e a manca se non si conosce bene chi ci sta di fronte,non solo su di me,ma per chiunque persona che non conosci.
    Probabilmente tu a differenza di me preferisci scaldare la sedia,trarre notizie dal web,assemblare il tutto per poi divulgarlo,ognuno nel suo fare va rispettato,tu fa la stessa cosa con chi prova anche a viaggiare per avere queste risposte.
    Ho già detto e mi ripeto(sia mai di essere finalmente capito,se l'italiano è insufficente possiamo benissimo dialogare con un idioma di tua scelta)smascherare delle sottospecie di pseudo ricercatori d'ufo o dell'insolito in genere e inficiare tutto il materiale che ne deriva,ERA E SARà sempre opera meritoria,perchè certi elementi gettano discredito anche su fatti che invece andrebbero app.rofonditi senza remore o supponenze di qualsivoglia Sherlock Holmes di turno.
    Mi dici:" non sai nemmeno che la testimonianza resa da un qualunque soggetto diventa già fallace dopo 24 ore,figuriamoci a distanza di anni "
    NO! sei fuori strada....rientra, il subconsio umano tende a tralasciare nel tempo le minime cose,viceversa le immagazzina quando queste hanno lasciato un ricordo indelebile,come una grande gioia,una profonda paura,ecc..la visione di questi oggetti fuori dell'ordinario non rientra sotto queste sensazioni secondo te?
    Ognuno,anche tu,ha nel proprio intimo dei ricordi che anche a distanza di decenni sono rimasti vividi come il primo giorno e tali rimarranno indelebilmente per tutta la vita,perchè ormai ne fanno parte integrante oggi come al momento che avvennero

  • #32

    Malles (martedì, 23 ottobre 2012 18:06)

    Dimenticai,lo "CHAFF" non sublima, la "bambagia silicea"trovata dallo studente in ingegneria Alfredo Jacopozzi quel giorno allo stadio durante la partita e consegnata alle forze dell'ordine, che fu poi esaminata dal Prof.Giovanni Canneri Dell'Istituto D'Analisi Chimiche dell'Università di Firenze,beh,quella si

  • #33

    Insider (martedì, 23 ottobre 2012 18:21)

    @Malles

    -cito-
    hai pure detto (nel FORUM)che i venti Marziani sono d'intensità inferiori a quelli terrestri,dinnanzi a cotanto sapere noi POARETI si ha l'impressione di ricevere una frustata sulle orecchie.

    E dove lo hai letto? Secondo me hai fatto confusione con un altro utente.
    Riporta qui il link che ci facciamo altre risate. Però fallo eh...

    -cito-
    Orbene,siccome con me hai già toppato in diverse occasioni,ti Riesorto a non dare giudizi a destra e a manca se non si conosce bene chi ci sta di fronte,non solo su di me,ma per chiunque persona che non conosci.

    Ah sì? E quando avrei toppato? Finora le figure barbine, con le tue maldestre esternazioni, le hai fatte solo tu e non solo con me. Però ammetto che hai fatto e fai divertire, di questo i lettori te ne danno atto.

    E il tuo seguito poi che cos'è... dovrei stare attento come mi pongo? sarebbe una velata "minaccia"? Non farmi ridere, me ne sbatto le palle, come ho sempre fatto con qualunque interlocutore che professa un "sapere" ma che alla fine si classifica come un troll, uno dei tanti di passaggio con cui ho avuto a che fare...

  • #34

    Insider (martedì, 23 ottobre 2012 19:09)

    @Malles

    Ecco la discussione del forum a cui ti riferivi sui "venti marziani"...

    http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=10387068

    E la prossima volta che vuoi fare lo "splendido" qui, cerca almeno di usare degli occhiali con potenti diottrie, altrimenti continuerai a fare figure barbine.

  • #35

    Malles (martedì, 23 ottobre 2012 20:44)

    Ti sei alterato vecchio mio?e come mai? Uno come te al disopra delle parti,equo ed equidistante come sei non dovresti allarmarti così,con uno che snobbi intendo.
    Ti senti minacciato e dai in escandescenze,credimi che non è proprio il caso.Uno che fin'ora ha parlato come su un pulpito in chiesa ammaestrando i...fedeli non dovrebbe dire grossolanità,ti pare.Nessuno poi ti ha mai minacciato,tantomeno io per via ...eterea,ci mancherebbe altro.
    Non è per caso che hai la coda di paglia perchè ti sei trovato uno che non crede alla tua tanto conclamata onestà intelletuale?
    Se non sei in grado di sopportare un semplice confronto....non oso dirti di....darti all'ippica,ma quello di consigliarti svaghi più salutari per le tue coronarie questo si.Ti auguro con vera affabilità di stare bene,magari in un...cantuccio Ciao

  • #36

    Diego78 (martedì, 23 ottobre 2012 21:09)

    Per tutti quelli interessati ad un approfondimento serio del fenomeno UFO segnalo che da poco é stato finalmente tradotto in italiano il seminale rapporto Cometa francese ...basta cercare la notizia con Google... ricordiamo che fu redatto fra gli altri da collaboratori dell'ente aerospaziale francese... ed ha un suo peso indiscutibile in mezzo a tante opere di debunking... diffondete la notizia...visto che non mi pare ce ne sia traccia nelle news del sito....

  • #37

    Insider (mercoledì, 24 ottobre 2012 09:03)

    @Malles

    Intanto sulla tua magra figura di addebitarmi interventi sul forum che non mi appartengono non hai detto nulla, e questo la dice lunga sulla tua di onestà.

    Non mi altero con i troll, visto che tu sei semplicemente uno dei tanti che incrocio nelle discussioni, che non avendo elementi a sostegno di quanto va ad affermare, dilaga il discorso su argomenti che nulla hanno a che fare con la questione di cui si discute. Patetico.

    Solitamento evito di sfamare i troll a quali mai bisogna dar da mangiare, ma di tanto in tanto mi piace prenderli per il culo quando si manifestano con tutto il loro noto atteggiamento, provocatorio e fuori contesto.

    Concludendo: tu non devi credere a me, devi semplicemente verificare quanto viene riportato, a differenza della tua raccolta ammuffita in cantina.

  • #38

    Malles (mercoledì, 24 ottobre 2012 11:17)

    OH! OH! OH!...Ancora?
    Non avevamo finito? Cavolo devi sentirti punto sul vivo allora.
    Scendi dalla cattedra amico mio,che con la tua arguzia da sediaiolo non devi insegnare niente a nessuno,tantomeno a me.
    C'è chi crede che tu sia intelligente perchè sai contare fino a 20,nudo fino a 21.
    Mi dici che sono uno dei tanti che incroci nelle tue discussioni,ne prendo senz'altro atto,tu prendi atto degli incroci che menzioni,non vorrei che avessero la punta e ti ci sedessi sopra, si sa mai.
    Qui hai trovato probabilmente uno sfogo ai tuoi dilemmi esistenziali e fai anche bene se la vita non ti offre altro,ma un po di modestia,diamine,dovresti sapere che intelligenza non è sinonimo di saggezza

  • #39

    Insider (mercoledì, 24 ottobre 2012 11:30)

    @Malles

    1) Ancora non rispondi nel merito circa il tuo attribuirmi interventi mai fatti.

    2) Te lo dirò un'altra volta, tra una tua trollata e vaneggiamento.

  • #40

    ufoonline (mercoledì, 24 ottobre 2012 13:53)

    La discussione è sul caso Firenze 54.
    Malles se hai qualcosa da condividere su altri temi, o su altre tematiche il forum è aperto e puoi dire e contestare come e quando vuoi. Adesso torniamo a discutere dell'argomento in questione.

  • #41

    Malles (mercoledì, 24 ottobre 2012 15:40)

    @ UFOLINE
    Ho sincera stima nei vostri confronti e condividere le tematiche da voi proposte mi ha trovato e mi trova consenziente,con un apporto (il mio)che può essere condiviso o meno,ma che però va rispettato,come vanno SEMPRE rispettate le oponioni di chiunque,se rileggete...dall'inizio troverete di mio non vere e proprie contestazioni,ma qualche BATTUTERELLA per stemperare.

    Chi contesta il mio pensiero e le mie informazioni,lo trovate dall'alta parte,di chi impone le proprie idee e ne fa una barricata...o così o pomì...Molti dei miei riferimenti giungono infatti da libri o giornali d'epoca(quando non si va direttamente sul posto per indagare)ed è su questo che verte la contestazione della controparte,come se non si sapesse (ed è logico che sia così)che il forum si basa anche (soprattutto?)di notizie ...di spunto giornalistiche che vengono qui ampliate e riviste da chi ha qualche argomento per farlo.
    Siano via web o per via cartacea,non vedo nessun male in questo,poi detto tra noi (che non si sappia in giro)non me la sento proprio da fare da paggio a chi si ritiene destinatario per predestinazione di un trono immaginario.

    per me l'argomento sul caso di Firenze meriterebbe ben altre indagini,perchè ritengo che potrebbe risultare una pietra miliare per capire meglio l'argomento U.F.O ,considerando che l'avvistamento di Firenze è solo la punta del ...disco,infatti certe documentazioni sono molto esplicite,parlando segnatamente anche nei giorni prima e immediatamente dopo di innumerevoli "prove" ivi comprese manifestazioni di veri e propri" contatti"tantopiù che i testimoni non mancano e ai quali va tutta la mia solidarietà per i risolini di compatimento che ancora adesso si portano ingiustamente appresso.

    Io avrei molte altre cose da proporre nello specifico,potete giurarci su questo,ma non è un modo di procedere questo,anche per colpa mia s'intende e quindi mi fermo,non me la sento di dare prove sulle... prove che propongo,sarà perchè faccio ...SOLO nomi, cognomi, indirizzi, giorno, mese, anno e fonti che si ritengono insufficenti.

    Riporrò i miei "ritagli"nella mia "cantina ammuffita"come viene elegantemente chiamata dove dovrei avere ancora qualche buona bottiglia di recioto.

    Un cordiale saluto

  • #42

    Giacomo-neutro (giovedì, 25 ottobre 2012 07:47)

    @ufoline avete fatto un richiamo unilaterale solo su Malles e non su Insider perchè?.

  • #43

    FABIOSKY63 (giovedì, 25 ottobre 2012 14:00)


    ...mmmh...
    chi NON beve in compagnia o è un ladro o una spia? ah!ah! com'è il "recioto"?..si lascia "sorseggiare"?..NON lo conosco..:)

    fosse per me inviterei tutti ad una grande "tavola" imbandita...mi auguro che "qualcuno" o qualcun'altro o...entrambi si stiano organizzando..:)

    tanto la strada è -SOLO- una -E- per TUTTI...anche se ci vuole pazienza e tempo per arrivarci...INSIEME..:)

  • #44

    me stesso (domenica, 28 ottobre 2012 00:32)

    onestamente credo che insider e ufoonline siano d'accordo...continua a smentire casi palesemente chiari e inconfutabili controbattendo a testimonianze di oltre 10000 persone...oggetti che si sdoppiano e viaggiano a velocitá esorbitanti...soni extraterrestri punto!!! ne se ne ma...basta a
    passare per ignoranti...altrimenti basterebbe solo insider in tutto l universo...sa tutto lui e quello che dice lui è sempre vero ed insindacabile...

  • #45

    Malles (domenica, 28 ottobre 2012 11:33)

    @ me stesso
    Io avevo finito e strafinito l'argomento,perchè le mie prove surrogate da "ritagli di giornale" e da decine d'interviste non frega niente a nessuno,il che mi sta pure bene ognuno può pensarla come vuole,in democrazia tutto è lecito ,noi continueremo imperturbabili per conto nostro il cammino.
    Solo mi chiedo,tu che sotto lo pseudonimo di ME STESSO puoi dire quello che hai detto senza essere censurato,sappi (se me la passano) che io Malles non avrei mai potuto dire quello che tu dici

  • #46

    FABIOSKY63 (lunedì, 29 ottobre 2012 20:16)


    ...eh!eh!..

    se l'hanno "passata" a te può voler dire che anche tu sei d'accordo con "me stesso" che è d'accordo con Ufoonline che è d'accordo con Insider che è d'accordo con qualcun'altro eh!eh!..

    mi fa venire in mente questa...chissà se me la passano dopo averla capita eh!eh!..

    DA VENTO DI PRIMAVERA CON CARY GRANT...

    Mirna Loy: Lei mi ricorda un tale.
    Cary Grant: Che tale?
    Mirna Loy: Uno che ci sa fare.
    Cary Grant: Sa far che?
    Mirna Loy: Quello che fa lei.
    Cary Grant: Lei chi?
    Mirna Loy: Lei voi.
    Cary Grant: E che faccio?
    Mirna Loy: Mi ricorda un tale.
    Cary Grant: Che tale?
    Mirna Loy: Uno che ci sa fare.
    Cary Grant: Sa far che?..

    a presto..:)

  • #47

    Malles (lunedì, 29 ottobre 2012 21:16)

    @ Fabiosky
    Non vado più come un tempo a vedere film,ora come ora trovo la televisione molto più educativa,ogni qualvolta che qualcuno l'accende,vado in un'altra stanza a leggermi un libro

  • #48

    FXX (lunedì, 29 ottobre 2012 21:56)

    Forse il caro tuttologo Insider non sa che il chaff non evapora a differenza di quel che accadde con la cosidetta bambagia silicea?

  • #49

    Malles (lunedì, 29 ottobre 2012 22:28)

    @ FXx
    Questo lo avevo già detto io.
    Porcaccia la miseriaccia bona,nessuno mi legge mai,sarà che non sembro uno scienziato?Boh,sarà senzaltro così,comunque caro FXX il buon Insider si è ben guardato di commentare le risultanze del fatto da noi accennato,molto probabilmente era troppo indaffarato a "SIPARIARE" altri avvistamenti.
    Te salùdi

  • #50

    FXX (martedì, 30 ottobre 2012 16:12)

    Ciao Malles, confesso di non aver avuto il tempo di poter leggere tutti i commenti, ma quando ho visto più volte dire che quello era chaff...ho sentito l'esigenza di replicare. In ogni caso ho letto degli avvistamenti a Prato che hai postato e gli ho trovati molto interessanti, non era una cosa di cui ero a conoscenza prima.
    Tornando sulla questione chaff, trovo perfettamente inutile disquisire sulla loro composizione chimica dicendo che assomigliano (sottolineo assomigliano) alla cosidetta bambagia. E allora? Anche se non sono un chimico sicuramente quelle sostanze si trovano anche in tantissime altre cose. Dire che sono la stessa cosa perchè hanno elementi in comune è assurdo e non spiega un figo secco. Il chaff è composto di striscioline metalliche tagliate sulla frequenza d'onda dei radar nemici da disturbare.
    C'erano forse radar "nemici" da disturbare sulla Toscana? E che non mi si venga a dire che era una esercitazione, tutti quelli che hanno a che fare con le forze armate sanno bene che ci sono vincoli e restrizioni enormi sulle esercitazioni. Dire che un esercitazione militare possa aver avuto luogo sopra diverse città italiane, con lancio di artifizi dagli aerei utilizzati (la descrizione dei quali combacia con le classiche forme degli UFO, altro che caccia!) è una stronzata assurda ed un insulto all'intelligenza.

  • #51

    ufoonline (martedì, 30 ottobre 2012 20:43)

    "onestamente credo che insider e ufoonline siano d'accordo"

    Ufoonline.it è un sito che affronta tematiche inerenti l'ufologia, da spazio ai vostri commenti e cerca di informare senza condizionamenti. E' un contenitore dove tutti possono esprimersi. A differenza di altri non abbiamo niente da guadagnare o da perdere. Insider o le altre migliaia che ogni giorno leggono gli articoli valgono per quello che pensano, allo stesso modo.

  • #52

    Malles (mercoledì, 31 ottobre 2012 10:47)

    FXX

    Bueno,muy bueno,es tambien lo que yo pienso
    Hasta luego

  • #53

    FABIOSKY63 (mercoledì, 31 ottobre 2012 15:36)


    @Malles
    mmmh, il film è di 60 anni fa...ma è così tanto tempo "che vivi" dissociato? ah!ah!..hai trovato la mia email e numero di telefono? che aspetti? eh!eh! qualche benedizione?.;)

    @Ufoonline
    senta maaa...non è che per gli stessi "principi" da lei enunciati sopra "mi sblocca" il mio commento, che è -PROPRIO- a favore della comunità -TUTTA-, che ho postato due (2) volte nelle ultime otto (8) ore ed ancora NON è comparso sotto l'articolo "I misteri di quello che i nostri occhi non riescono a vedere"?..la ringrazio MOLTO..:)

    by fuffasky63

  • #54

    Guido Cecconi (domenica, 04 novembre 2012 14:14)

    Ma allora quando il signor Insider portava come prova che la bambagia era lo chaff degli aerei non sapeva che questa a differenza dell'altra non si scioglieva?

  • #55

    Malles (lunedì, 05 novembre 2012 12:21)

    @Guido Cecconi
    Evidentemente no! Se lo avesse saputo avrebbe sicuramente evitato un'ulteriore figuraccia

  • #56

    FXX (lunedì, 05 novembre 2012 21:44)

    @ Guido Cecconi
    penso che non gli importi nemmeno in realtà. Ogni scusa è buona per sminuire, ridimensionare, e ridicolizzare il fenomeno.
    Un conto i filmatini di youtube che ormai ogni pischello di turno può fabbricare, ma in casi simili che si fa?
    Semplice, non si da credito alcuno alle testimonianze oculari, e ci si appende a ipotesi semplicistiche.
    Tira pure in ballo Phoenix come se quell'avvistamento di massa fosse un falso, roba da matti.

  • #57

    FXX (martedì, 06 novembre 2012 12:58)

    "Nel chaff si riscontrano gli stessi elementi della bambagia silicea, quindi sono la stessa cosa" Anche in un foglio di carta ci sono gli stessi elementi di un albero, sono forse la stessa cosa?

  • #58

    Barbarella (giovedì, 07 agosto 2014 09:49)

    Povero Man in Black....mi fai compassione.....

  • #59

    davide (mercoledì, 17 settembre 2014 23:09)

    ero io !!!!!!!!!!!!!!!!!

  • #60

    giuda (martedì, 14 ottobre 2014 19:02)

    agli scettici: ma cambiate mestiere o almeno trovatevi un lavoro onesto invece di sparare cazzate da saputelli da bar sport. Coglioni! Decine di migliaia di persone, telefonate varie, testimoni oculari ancora in vita, milioni di testimoni, ministri, scienziati, piloti, funzionari, agenti segreti e non, gente normale e non in giro per il mondo e qualcuno qui e altrove ha ancora voglia di stare a sottilizzare se gli alieni esistono oppure no? Ma andate a cagare. L'unico fenomeno collettivo è quello degli uomini che le vostre madri hanno incontrato durante le loro vite. Vermi.

  • #61

    anonimo (lunedì, 15 giugno 2015 08:02)

    capisco che nel '54 non esistevano ancora telefoni con fotocamera, ma possibile che di questo evento non esista nessuna documentazione video/fotografica? ne una foto, ne un video anche di scarsa qualità....questo non mi torna

  • #62

    silvio (martedì, 23 giugno 2015 00:21)

    Qualcosa e' successo caro
    Man in black

  • #63

    silvioa (martedì, 23 giugno 2015 00:36)

    Appunto anni 50 no tecnologia. Troppi testimoni

  • #64

    silvio (martedì, 23 giugno 2015 00:40)

    Malles fatti prete se non lo sei gia

  • #65

    Outsider (sabato, 18 luglio 2015 00:16)

    A me faceva ridere tantissimo insider che cercava in tutti i modi le prove del contrario. Quando ho letto delle esercitazioni militari sono scoppiato a ridere...secondo la sua teoria gli ufo non esistono (a meno che non gli si presenti un alieno davanti agli occhi) peró negli anni 50 c'erano aerei silenziosi che riuscivano a sdoppiarsi e compiere evoluzioni starordinarie che neanche oggi riescono ad eseguire. Bah fortuna che non scrive piu perché sinceramente a causa sua avevo smesso di leggere questo sito.

  • #66

    scopino (giovedì, 24 dicembre 2015 14:50)

    vi sborro in culo.

  • #67

    bigciccen (domenica, 24 luglio 2016 00:40)

    erano rimasti incuriositi dal gioco del calcio e avranno pensato ma che caxxo di gioco e questo? dopo di che se ne sono tornati a casa o hanno perlustrato altre zone . hanno girato molto e ovunque nel mondo ma evidentemente quello che vedono sulla terra non lo trovano interessante