Gli Stati Uniti svelano dopo mezzo secolo i disegni del disco volante "Project 1794"

I Dischi volanti ufficialmente non esistono ma i loro mezzi di trasporto sono stati copiati, disegnati e progettati dall'aviazione militare americana negli anni '50. I bozzetti di "Project 1794" sono stati resi ufficiali da poco dagli archivi nazionali statunitensi. Finanziato dall’Aeronautical Systems Division, il progetto si prefiggeva di costruire un disco volante in grado di atterrare e decollare verticalmente, di raggiungere velocità di crociera tra Mach 3 e Mach 4, un’altezza di volo massima di 30mila metri e un’autonomia di oltre mille miglia nautiche. Nel 1956 gli ingegneri hanno costruito un prototipo. Il progetto è fallito e il prototipo è stato distrutto nel 1960. Ecco i documenti finalmente accessibili a tutti.

I documenti che sono stati trovati, e declassificati, raccontano dell’intenzione della Us Air Force, di collaborare con la  Avro Aircraft Limited, azienda canadese dell'epoca, pe costruire un velivolo la cui forma ricordava chiaramente quella delle navi aliene descritte in tanti film di fantascienza. Il progetto, scrive l’Huffington Post UK, era denominato “Project 1794”: lo scopo era la realizzazione di un velivolo supersonico a forma di disco. 

I documenti non sono più segreti a causa della legge sulla trasparenza in vigore negli Usa. Dai bozzetti emerge chiara l'ingenzione di chi progettò questo prototipo di disco all’inizio degli anni 50: sfruttare l'efficienza aerodinamica data dalle forme smussate per raggiungere velocità “tra mach 3 e mach 4”. Il velivolo avrebbe dovuto avere la capacità di volare a un’altitudine di oltre 30 mila metri, con un’autonomia di oltre 1600 chilometri. Il disco nelle intenzioni dei progettisti avrebbe dovuto atterrare e decollare verticalmente, impiegando inoltre dei propulsori a reazione che gli consentivano di stabilizzarsi.

 

Un documento che porta la data del 1956 affermava che "la stabilizzazione e il controllo del velivolo nel modo in cui era stato proposto poteva essere fattibile" anche se si faceva menzione della necessità di effettuare ulteriori controlli e test. Ricerche supplementari sarebbero costate 3 milioni e 168 mila dollari, che all’epoca erano una cifra importante, considerando che con il rapporto di oggi, sarebbero circa 25 milioni di dollari. Il progetto, in seguito, venne abbandonato, in quanto i prototipi di disco volante realizzati si dimostrarono di difficile impiego alle quote previste e il programma fu definitivamente abbandonato e fermato nel 1960.

Commenti: 37 (Discussione conclusa)
  • #1

    Delta Force (martedì, 09 ottobre 2012 13:34)

    Mi sa che si sta parlando dell'Avrocar,o al massimo di un'altra sua versione.

  • #2

    Beef (martedì, 09 ottobre 2012 14:17)

    Chissà da dove avranno preso l'ispirazione:
    dai fulmini globulari, da un insetto che passava davanti la camera, da un riflesso o da un detrito spaziale ???

  • #3

    fabik (martedì, 09 ottobre 2012 15:27)

    La fantascienza è stata sempre una florida fonte di ispirazione per la scienza.
    Per esempio in 2001 odissea nello spazio si vedono gli astronauti leggere su un tablet mentre cenano.

    Poi se uno vuole credere a qualcosa non supportato na alcuna prova quello fa parte del libero arbitrio

  • #4

    Ulisse (martedì, 09 ottobre 2012 15:57)

    Quando guardavo le serie di fantascienza degli anni 60 le porte si aprivano da sole...adesso quelle con la fotocellula scorrevoli sono in ogni supermarket...e che dire delle video chiamate? Verissimo che la letterature e i film di fantascienza sono precursori dell'innovazione futura...anche perché di solito i romanzieri di questo genere sono ex ricercatori, ex scienziati ed esperti del campo. Asimov un esempio su tutti!

  • #5

    Malles (martedì, 09 ottobre 2012 16:42)

    la nascita degli ufo terrestri....(COPIATI?)
    Nel 1975 il satellite americano COS-B,atto alla rilevazione di raggi gamma nel cosmo,aveva una forma diciamo così non convenzionale con altri satelliti del tempo.Molti furono gli avvistamenti dell'epoca che facevano coincidere la sua forma agli U.F.O.

    Ancora prima nel 1973,un aereo "non aereo"U.S.A.era l'X24B che fu poi trasformato nell'X24C che volava a MACH 5 (6000 km/h)aveva una forma inusitata.

    A quei tempi anche la Francia costruì un "DRONE" (mod.SAM b)un modello di forma completamente arrotondata,tipo piatto volante.

    Più indietro ancora nell'anno 1946,fu resa ufficiale l'esistenza del caccia americano XF5U-1 la cui proggettazione iniziò già nel 1939,la forma di questo aereo era di struttura discoidale.

    A ritroso ancora,nel 1933 Charles H.Zimmermann diede il via ad un prototipo che era un vero e proprio disco volante,denominato V.173.L'ing. Mietche non fu da meno con il suo V.7 che aveva un diametro totale di 40 m.
    Seguì il Fliegende Pfannkunchen vera trottola volante.
    Questi non sono che alcuni progetti a "disco",c'è da chiedersi se era farina del loro sacco,o avevano attinto ad un altro mulino?

    @ SHEPARD -siccome non ho avuto nessun riscontro al mio #30 di Zanfretta,posso interpretare che chi tace acconsente e che è meglio pensare che non sei poi quella monotrofista d'U.F.O. che sembri di primo acchito? Se è così mi ritengo soddisfatto. (beh,meglio che un pugno nello stomaco).
    Un saluto

  • #6

    Shepard (martedì, 09 ottobre 2012 17:18)

    Malles...mi sono persa qualcosa :(
    Mi scuso,non ho proprio visto il tuo intervento,provo a cercare il tema in merito e,se lo trovo,ti rispondo.
    "monotrofista d'ufo"??Che cavolo xD

  • #7

    lorenzov (martedì, 09 ottobre 2012)

    Ciao Nipotoni.
    Da appassionato di storia aeronautica e da mezzo secolo aeromodellista mi sento di essere in accordo con Delta Force.
    La macchina presa in esame fu un fallimento.
    Anzi, fu un fallimento l'intero esperimento.
    La macchina era ingovernabile (possiedo un video che lo dimostra) e quanto a prestazioni........ un fallimento profondo.
    Ringrazio i Nipotoni intervenuti e, una volta in piu', apprezzo la presenza di Shepard.
    Hei Shepard il mio non e' stalking ma un continuo abbraccio affettuoso.

  • #8

    lorenzov (martedì, 09 ottobre 2012 19:00)

    Ciao a Tutti.
    Aggiungo al mio post precedente che vi furono esperimenti da parte della Northrop di velivoli con ala lenticolare.
    Northrop fu un fautore della configurazione "tutt'ala" e vennero costruiti numerosi velivoli bombardieri in tale forma ma vennero presto accantonati.
    Un riferimento a tale velivolo si puo' vedere nel film "la guerra dei mondi" quello originale del 1952.
    Ancora ciao a Tutti, buona serata e buon domani e giorni futuri.

  • #9

    Shepard (martedì, 09 ottobre 2012 19:06)

    LorenzoV è sempre un piacere leggerti,questa tua testimonianza è spettacolare!!Grazie :D
    Malles ti ho risposto,ma non ci sarebbe proprio niente da dire.

  • #10

    Rigel (martedì, 09 ottobre 2012 20:56)

    Innanzitutto mi felicito per lorenzov, maestro di dialettica e uomo dai modi educati, gentili, e sempre piacevole a leggersi. :-)

    Felicitazioni dovute dall'aver finalmente il privilegio di leggere la tanto fantomatica Shepard, che, sursum corda, sappiamo aver sfornato progenie in tempi recenti.

    Progenitrice a lungo destinataria d'appelli et augurii vari di "a nice life" del buon lorenzov.

    Felice di saperla sorridente, zio. :)

    Colgo l'occasione per esprimere inoltre un mio ennesimo dubbio sulla trasparenza dell'operato dei mezzi informativi Stars&Stripes.

    Il governo a stelle e strisce, sottoposto al Freedom of Information Act già dal lontano 1966, decide solo ora di rispettarne le regole.

    A distanza di quasi una decina di lustri, si dichiara l'esistenza di questi progetti.
    Decisamente fuori tempo massimo per essere credibili, e contemporaneamente con una tempistica invidiabile, visti i momenti che presagiscono l'arrivo ad alcune risposte definitive e non più secretabili sul fenomeno UFO.

    Questo non vuol dire, come tanti avranno invece "letto", che siamo autorizzati a travisare l'accadimento.
    Lasciamo perdere gli alieni, per un attimo.
    Ragioniamo con logica "vulcaniana". 3:)

    L'accadimento:
    Gli Stati Uniti ammettono ufficialmente che studiavano un aeromobile di forma "a disco", con prestazioni belliche notevoli.

    Questo è quanto.

    La domanda stupida è: tecnologia aliena ricreata?
    Può anche darsi. Ma adesso a questo una risposta sicura non c'è.

    Credo possa invece essercene un'altra.
    Quella di cui alcuni ottimi appassionati conoscono già la risposta.
    La domanda basilare è (secondo me...) : perchè proprio ora, ce lo dicono?

    Per risponderci, credo che dovremmo leggere al suo interno, con un diverso modus pensandi (direi quasi opposto , rispetto a quello che l'istinto di "fanatici del fenomeno" ci detta.)

    In definitiva: i mezzi a disposizione degli ufologi (1), diventano ogni giorno più performanti.
    Il mezzo Internet è luogo dove, sapendo cercare, si trova la verità su quasi tutto.
    A volte si finisce il percorso in delle specie di "cul de sac", che ammettono non ammettendo.
    Vicoli ciechi dove le risposte sono già arrivate man mano che si cercavano.
    E dove le prove e favore e le smentite sono state allo stesso modo destituite di fondamento.

    Credo che siano d'accordo, nelle alte sfere USA, che ormai sono ad un palmo dall'essere sgamati ( colti in fallo ), su alcune storiche "cosucce messe a tacere".

    Meglio evitare figure barbine, ed ammettere preventivamente.

    Da questa semplice considerazione, questo rilascio informativo.
    IMHO. Of course. ;)




    Ins.(1) "Categoria che personalmente intendo come comprendente TUTTI gli appassionati che passano almeno un'oretta del loro tempo quotidiano ad informarsi sull'argomento specifico"

  • #11

    FABIOSKY63 (mercoledì, 10 ottobre 2012 05:57)


    ..."dischi volanti"...

    ovverosia le progettazioni e la costruzione...

    di velivoli NON ad ala portante iniziate e condotte prima dalle forze dell'Asse in Italia (1930) e Germania (1933) e poi nell'immediato dopoguerra dal '46 dalle forze armate anglo-americane direttamente negli Hangar sotterranei inglesi dell'Intelligence così COME poi nei laboratori sotterranei del lago salato del Nevada sin dalla metà degli anni '50...

    i primi progetti sono stati portati a termine ('46-'55) dalla canadese AAL su telai direttamente derivati dagli studi, progettazioni e realizzazioni naziste del periodo bellico '40/'45 e terminate nelle mani degli stessi angloamericani nell'esiguo numero di due o tre prototipi, probabilmente recuperati danneggiati e/o in fase di sviluppo, e di cui almeno uno era -DI FATTO- entrato in funzione ed operatività nell'ultimo anno di guerra...

    una delle famose armi "risolutive" di H.Hitler che avrebbero dovuto, e sicuramente sarebbe stato così se fossero arrivate sul teatro di guerra un paio di anni prima, portare alla vittoria finale il Terzo Reich ma che di fatto NON si ebbe il tempo d'impiegare efficacemente ed in un numero rilevante...sembra ne fossero stati commissionati qualche centinaio...

    di tutto questo e molto altro ancora se ne occupò sin dal dopoguerra un noto ricercatore e progettista italiano, nonché affermato e conosciuto "ufo-logo" sin dagli anni '60 (a tutti i '90) fino alla sua morte...il genovese Renato Vesco...

    è grazie proprio a lui se oggi, nonostante fosse stato (o si fosse...opinioni divergenti) isolato dai componenti delle tante parrocchie della comunità ufologica nazionale ed internazionale, si deve un ulteriore avvalorarsi dei fatti riportati in tali notizie (come la sovrastante) contenute nella de-classificazione continua di documentazione appartenente al mondo dell'intelligence e militare anglo americana così come avvenuto negli ultimi 10 anni...

    guarda caso è grazie ad una discussione intercorsa in chat proprio in codesto sito, nei giorni scorsi tra me e l'Eone Nero che, passandomi uno dei suoi preziosi link, mi sono potuto rinfrescare la memoria di qualcosa da me studiato e "percorso" tra i 20 ed i 25 anni fa tra libri, riviste e dispense...oramai nel "dimenticatoio"...

    è tutto vero!..ma ancora una volta è SOLO una parte della "multifaccia" verità...l'appunto di Rigel è un altro pezzo della stessa medaglia che, oltre ad avere due facce generalmente DIVERSE ed "opposte", ha SEMPRE uno SPESSORE che, per quanto "nell'esser fine" ci possa essere mostrato NON può non essere abbastanza spesso da "sostenerne" le due stesse facce...

    questi alcuni dei link dove studiare i rudimenti del caso ed approfondire note e bibliogafie:

    http://www.naziufos.com/new1k1/people/vesco-forum.htm

    http://freeforumzone.leonardo.it/lofi/Renato-Vesco/D10039401.html

    http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=10039401

    http://ilgrandeignoto.blogspot.it/2009/07/renato-vesco-lufologia-come-guerra.html

    oltre ad un'ampia discussione portata avanti da molti ricercatori e "ufo-logi" appartenenti a varie parrocchie troverete anche della "fuffa" ma...sta ad ognuno di noi informarsi, approfondire, discernere, obbiettivare, contestualizzare, negare od affermare quanto ci si pone davanti...

    ognuno ha una forma mentis, un sistema cognitivo, un background personale, una istintiva propensione a...ognuno deve trovare un pezzo della propria verità che si avvicini il più possibile a quella che sarebbe oggettivabile come tale se eh!eh! fossimo tutti uguali...

    ma NON lo siamo!..ed è proprio QUESTA la nostra "fortuna", il nostro apparente essere divisi e lontani nelle "vedute", nelle conoscenze, nella visione ed apprezzamento delle "verità", a renderci DIVERSI, sempre UNICI, oltremodo COMPLEMENTARI..."che culo!" direbbe "qualcuno" scherzando eh!eh! ma...

    è proprio a questo punto CHE CI SI PUO' "incontrare"...perché dove finisce la conoscenza di un Grande e Dignitoso Uomo degli anni '50 può iniziare quella "comune" di migliaia di -NUOVI- ricercatori -MA NON SOLO- del nuovo millennio...le vogliamo chiamare "opportunità"?..

    pensiamoci èh!..un saluto..:)

  • #12

    Malles (mercoledì, 10 ottobre 2012 09:20)

    Si sta rivalutando il fenomeno U.F.O.?
    Gli Stati Uniti,non studiavano SOLTANTO un aeromobile di forma a disco,ma ne costruirono anche diversi.per esempio il DSI/NASA un RPV (remotely piloted vehicles)costruito nel 1976 era un vero e proprio disco.

    O se vogliamo possiamo cambiare forma e parlare del triangolo volante U.S.A.l'XB-35 costruito nel 1946 in solo 3 esemplari,molto simile ad un altro RPV britannico chiamato SKYSPY (spia del cielo).

    Anche noi abbiamo avuto il nostro buon ingegnere italiano che di nome faceva Francesco Beaumont che costruì un modellino di disco nel 1937 e
    che misteriosamente gli fu rubato e mai più ritrovato.

    Nei primi anni 50 ci fu pure la collaborazione U.S.A. Canada,nel 1952 in una base segreta Canadese,situata vicino al lago degli schiavi,furono costruiti a scopo sperimentale,dei dischi volanti.la cronaca ricorda che uno di essi a causa di un guasto,atterrò nei dintorni di Kenora.Curiosi e giornalisti se lo trovarono di fronte,sia pure per poco,data la veloce rimozione.Pare che la sua superficie a pareti molto spesse fosse liscia e che avesse una quindicina di metri di diametro e un'altezza massima di quasi 4 metri.questo ordigno fu dichiarato costruito dalla ditta A.V.ROE.

    Concordo con Rigel che si chiede se non c'entri anche la tecnologia aliena.

    SHEPARD. Per monotrofista d'ufo intendo(bonariamenta,molto bonariamente,s'intende)mangiatore di ufo-alimentandosi,nutrendosi d'ufo-di fatto non ammettendo sempre e comunque il fenomeno,tutto qui.

    Jo no entiendo ofenderte por nada.

    Hasta pronto,a despues

  • #13

    lorenzov (mercoledì, 10 ottobre 2012 11:00)

    Ciao Nipoti.
    E' doveroso da parte mia intervenire per far sapere a tutti Voi quanto mi soddisfa rilevare la quantita' di amici: uno in piu' e' Rigel che ingrazio per l' apprezzamento del mio modesto essere.
    Riguardo l' argomento conduttore non posso che suffragare quanto espresso
    negli ultimi interventi di Fabioski e Malles.
    Vi e' comunque copiosa documentazione sui presunti "dischi volanti" terrestri sia come fantasticheria sia come esperimenti realmente effettuati.
    Come piu' sopra ho comunicato, gli unici velivoli (aerodine) che in qualche modo hanno preso il volo con quella forma sono stati di produzione Northrop.
    Io stesso, modesto e vecchio aeromodellista, ho costruito un "disco volante" che e' volato abbastanza bene anche se carente in stabilita' poiche' l' ala lenticolare non ha "allungamento".
    Se qualcuno di Voi vuole interessarsi sull' argomento aeromodellistico allora basta digitare sulla ricerca web "aeromodellisti vercellesi" e vi trovera' documentazione della nostra attivita'.
    Certamente il fantasticare (fantascienza) e' una forma di evasione dalla realta', sia attuale che storica, ma non e' un peccato e a volte e' bello e azzarderei definirlo "istruttivo".
    Infatti e' provato che il "ragionamento per assurdo" serve molto!!
    I velivoli piu' avanzati, quelli sthealt, sono stati concepiti tecnologicamente da piu' di un trentennio e, siatene sicuri, quando un B2 o un F117 compaiono col loro carico di morte, i loro sostituti sono gia' collaudati.
    E' penoso riconoscere pero' che la maggior parte della tecnologia a disposizione dell' umanita' deriva dallo sforzo bellico di qualche nazione che puo' permetterselo piu' di un' altra ma ancor piu' penoso e' constatare che i quattrini servono piu' per quello che per il "sociale"!
    Vi saluto Tutti calorosamente e scusatemi la divagazione dettata dallo
    "spirto guerrier che entro mi rugge" guerrier di passionaccia per il volo.

  • #14

    Delta Force (mercoledì, 10 ottobre 2012 14:29)

    Da ricordare sono anche le dichiarazioni rese alla stampa nel '50 da Giuseppe Belluzzo,ex ministro dell'Economia Nazionale e dell'Istruzione e realizzatore della prima locomotiva a turbina in Italia.Belluzzo dichiarò di aver lavorato alla progettazione di un dico volante nel'42 insieme ai tedeschi.

  • #15

    Malles (mercoledì, 10 ottobre 2012 16:46)

    Amico Fabiosky,condivido quasi in todo il tuo # 11,consentimi però di avere idee diverse sulle tesi di Renato Vesco.
    Vesco era un tecnico aeronautico che scriveva nell'intento di dimostrare che gli U.F.O.esistono,ma che sono di costruzione terrestre(ANGLO-CANADESE,per l'esattezza),la teoria del Vesco a mio parere non regge,mi spiego ora meglio.

    Come sia giustificabile il comportamento dell'Inghilterra che,possedendo il disco volante non lo ha fin qui rivendicato imponendo la propria agemonia in campo politico,militare e spaziale?

    per di più il Vesco come quelli che pretendono (e noi qui vecchio mio in questo sito lo costatiamo ogni giorno)di spiegare un determinato complesso di fatti sulla base di una TESI PRECOSTITUITA,è costretto ad attuare un "processo"di addattamento dei fatti stessi,rifiutando attendibilità a quelli che non quadrano con la sua teoria(per esempio l'osservazione di umanoidi,o l'esistenza di U.F.O. anteriormente al 1947,data presunta dell'inizio dei loro voli.

    Nel suo terzo libro(operazione plenilunio),il Vesco spinge la sua teoria fino a farla sconfinare nel fantastico:gli ANGLOAMERICANI sarabbero sbarcati sulla Luna nel 1951 e addirittura su Marte nel 1954, a questo punto è logico domandarsi che cosa distingua più gli anglo-canadesi del Vesco dagli extraterrestri dell'ufologia tradizionale,dal momento che sia gli uni che gli altri sono accreditati dello stesso straordinario potere di viaggiare nello spazio su dischi volanti.

    Non volermene vecchio mio se ho...osato,vorrà dire che andremo in pizzeria e offrirò io, ordineremo però soltanto ..."calzoni" e birre,non vorrei che solo perchè le pizze sono ...ROTONDEGGIANTI,non venissero dall'amico INSIDER considerate DICHIARATAMENTE ...FALSE

  • #16

    lorenzov (mercoledì, 10 ottobre 2012 18:33)

    Ciao Malles:
    La Tua satira......satira.
    Le pizze son pizze e i dischi volanti sono, almeno
    finche' non e' provata la loro materialita', fantasia.
    Dal 1947 sono trascorsi molti lustri e illazioni, dubbi, e una montagna di carta stampata hanno solo lasciato incertezza.
    Non mi dilungo oltre e quindi saluto tutti Voi con particolare sursum corda a Shepard e un invito a Kosline di "farsi vivo" ma mi mancano gli interventi di Eone al quale riconosco piena capacita' di cognitio causa.

  • #17

    @@ (mercoledì, 10 ottobre 2012 18:45)

    L'uomo non può avere l'intelligenza di progettare dei dischi volanti? O_° E si sicuramente sono stati copiati hahahaha.....quanta ignoranza!!!

  • #18

    Malles (mercoledì, 10 ottobre 2012 20:39)

    Egr.LORENZOV
    Aldilà delle posizioni di "trincea" che divergono,resta intatta la mia stima nei tuoi confronti e sulla maniera garbata di gentiluomo che hai nel proporti e nell'esprimerti,un dono (intelligente)che si è un po perso e che ....quel taccagno di Babbo Natale...lesina sempre più.

    Non convengo con te sul punto che:"dal 1947 sono trascorsi molti lustri e illazioni,dubbi e una montagna di carta stampata hanno solo lasciato incertezze".
    Anche affidandosi ai freddi numeri,se il detto che:"tre indizi fanno una prova" in campo ufologico è riduttivo, io mi allargo e dico che 300.000 indizi fanno sicuramente una prova.
    Con stima e simpatia

  • #19

    lorenzov (giovedì, 11 ottobre 2012 11:51)

    Ciao Malles, grazie anche a Te per l'apprezzamento.
    Ho voluto far intendere che purtroppo nessuno (almeno a quanto ne so)
    e' mai riuscito a dimostrare materialmente l' esistenza di un manufatto "alieno" anche se sono d' acccordo sulla Tua affermazione sugli indizi.
    Una goccia d' acqua fa parte di un oceano ma non e' provato che si puo' costruire un palazzo solo con montagne di sabbia.
    Sono anch'io appassionato di ufologia (altrimenti non sarei qui con Voi) ma sto cercando le prove di una materialita' che finora esiste solo su supporti fotografici o video i quali gli uni e gli altri possono benissimo essere contraffatti.
    Spero che il futuro ci dia la prova dell' esistenza di vita (benevola nei nostri confronti) non terrestre.
    Insabbiamenti e depistaggi su realta' scomode sono comunque sempre in agguato.
    Vi saluto cari Nipoti e Vi auguro una giornata ricca di positivita'.

  • #20

    Marcy (giovedì, 11 ottobre 2012 15:48)

    Malles 3.00.000 indizi? e dilli.......non puoi venire qui a vendere solo fumo

  • #21

    Malles (giovedì, 11 ottobre 2012 16:09)

    Mia cara Macy(vezzeggiativo)facciamo così,mi vieni a trovare,ti faccio sedere sulle mie ginocchia e te li enumero uno ad uno

    300.000-trecentomila si scrive così però,eh.

    orsù,dai che ce la fai.Un caro saluto

  • #22

    @@ (giovedì, 11 ottobre 2012 17:44)

    sempre piu DEFI il Malles........e rispondi seriamente ogni tanto!!!

  • #23

    lorenzov (giovedì, 11 ottobre 2012 18:48)

    Ciao Nipotoni.
    Lungi dalle mie intenzioni "montare in cattedra" Vi esorto a respiare profondamente e considerare il fatto che fra di noi vi e' amicizia anche se allorquando si rischia, e a volte si precipita, nei personalismi.
    Se Malles ha "fatto una battuta" e viene ripreso da @@ ebbene fermiamoci un attimo e facciamo una risatina webbiana!
    In fondo in fondo ci ritroviamo sul sito al solo scopo di scambiare opinioni e, importantemente, dimostrare un velo di solidarieta' che mai fa male.
    Al mio #19 ho espresso una lieve confutazione a quanto comunicato da Malles e sono sicuro che Tu, Malles, hai perfettamente capito il mio pensiero.
    Vi esorto, naturalmente modestamente, a non "prender di petto" i posts i quali altro non sono che espressione di pensiero e quindi retaggio di esperienze e spiritualita'.
    Siamo tutti "sulla stessa barca" e prima o poi su essa attraverseremo lo Stige.
    Rinnovo i saluti a tutti Voi: concedetemi la "debolezza" di rivolgermi in particolare a Shepard e Kosline.
    Assieme i saluti, come per me usuale, auguro una buona serata e un domani foriero di positivita'.

  • #24

    @@ (giovedì, 11 ottobre 2012 19:25)

    Lrenzov come dici tu, siamo qui per scambiarci opinioni....non per fare ogni qual volta i pagliacci e postare link inesistenti......e scrvere vezzegiativo orsù orsù e caxxate varie.

  • #25

    Marcy (giovedì, 11 ottobre 2012 19:33)

    Purtroppo gli indizi di cui parla Malles NON ESISTONO!!!!!

  • #26

    Rigel (giovedì, 11 ottobre 2012 20:32)

    Perdonatemi l'off topic...

    @lorenzov
    Non so se tu sia iscritto al forum. In caso negativo...ti inviterei personalmente a farlo.

    Innanzitutto perchè sul forum quel "cagnaccio" di Eone Nero lo trovi quasi costantemente online.
    In seconda battuta perchè credo che ci meriteremmo, e ti meriteresti, il reciproco confronto.
    In un ambiente che ti vedrebbe come valore aggiunto, e ti regalerebbe ulteriori e pregevoli approfondimenti.

    Speranzoso in una tua agognata quanto benvenuta risposta positiva, ti sputacchio in un occhio (quello che preferisci) in maniera preventiva,
    in quanto speranzoso, ma altrettanto avvezzo alle delusioni. :-)

  • #27

    Delta Force (giovedì, 11 ottobre 2012 20:45)

    Malles,riguardo il tuo intervento al #12,potresti fornire dei link sul Francesco Beaumont col suo disco rubatogli nel '37 e sul caso dell'ufo di Kenora del '52 atterrato davanti a giornalisti e curiosi? Sul web finora non ho trovato nulla in merito.

  • #28

    aKIM (venerdì, 12 ottobre 2012 07:19)

    @marcy e @@ due corpi senza testa , @malles smettila di suonare il clarinetto.

  • #29

    lorenzov (venerdì, 12 ottobre 2012 10:27)

    sputacchia Rigel sputacchia tranquillamente.
    Qual'e' il contrario di maniera preventiva?
    Sputacchia anche in quel caso, piu' sputacchi e piu' dimostri bassezza d'animo.

  • #30

    Rigel (venerdì, 12 ottobre 2012 10:38)

    Toh...un clone.
    Non spreco la mia preziosa saliva con un fake.
    Sono d'animo bassissimo, hai ragione.
    Ma bello largo.
    Una padellata d'animo.

  • #31

    Malles (venerdì, 12 ottobre 2012 10:45)

    @ Delta Force

    Quello che mi chiedi vengono ambedue da un ritaglio (in Inglese)di un articolo su "ufo percipients".

    Per quanto riguarda le altre mie informazioni,sei riuscito a saperne di più?
    Un saluto

    @ aKIM cosa vuol dire smettila di suonare il clarinetto??? ecchèe vor dì? mica sò pparente d'e Arbore

  • #32

    Marcy (venerdì, 12 ottobre 2012 14:07)

    aKIM,quello che scrivi lo capisci solo tu.

  • #33

    aKIM (venerdì, 12 ottobre 2012 15:07)

    @Malles smetti di suonare il clarinetto perchè questi 2 non capiscono la musica che suoni e non sanno neanche ballare hai capito ora testone?.

  • #34

    Marcy (venerdì, 12 ottobre 2012 15:57)

    aKim attieniti all'argomento.....e non fare dell'umor perchè non puoi permettertelo

  • #35

    FABIOSKY63 (venerdì, 12 ottobre 2012 19:24)


    ...margheritine...

    ehilà! qui abbiamo tre o quattro esemplari di VERE femmine doc! che BEI caratteri ragazze!..il Malles vi fa arrabbiare?..linka ed allega poco per quanto parla?..mmmh, ma le cosine giuste le sa éh! come si può ovviare al problema? mmmh...vediamo di avvicinarci un pò..:)

    lasciando stare le ginocchia, Malles!..e dato che con il clarinetto te la cavi benino eh!eh! se a mano a mano diamo qualche riferimento in più è meglio...lo so che ricordare particolari, bibliografie e riferimenti di cose che si sono studiate e vissute in 30 anni (e più) è duro COME altrettanto tornare a cercarle tra libri, dispense, riviste e pubblicazioni di anche 40 o 50 anni fa...internet NON c'era COME d'altro canto molte "margheritine" dovevano ancora spuntare..:)

    ma dato che NON "respirano" l'odore della "carta antica" bisognerà tornare a scartabellare tra la polvere...che ne dici?..se e quando posso lo farò anch'io..;)

    forza bimbe! senza sparare eh!eh! troppo sul pianista NON mollate èh! ed OPPONETE sempre COME finora fatto le vostre ragioni.:)

    a presto...

  • #36

    Malles (venerdì, 12 ottobre 2012 21:07)

    @ aKIM
    Ho capito quello che "tra le righe"mi vuoi dire,dovrei ringraziarti?
    credo di si.
    Grazie e ciao

  • #37

    Marcy (sabato, 13 ottobre 2012 15:15)

    E'incredibile come la convinzione di avere ragione può fregare la gente