Curiosity su Marte trova le prove della presenza (antica) di acqua

Per la prima volta su Marte sono state viste le tracce di un antichissimo fiume, nel quale una volta l’acqua scorreva abbondante e che può essere considerato la prima indicazione di un ambiente potenzialmente abitabile: lo ha scoperto il robot laboratorio Curiosity della Nasa .

Che in un lontano passato scorressero fiumi su Marte lo aveva dimostrato la composizione di alcune rocce, ma mai prima d’ora era stata trovata una roccia scavata dallo scorrere dell’acqua, la cui forma permette di calcolare perfino la velocità alla quale l’acqua scorreva abbondante e costantemente. E’ la prima indicazione di un ambiente potenzialmente in grado di accogliere forme di vita .

 "Dalle dimensioni del letto del fiume possiamo dedurre che l’acqua scorresse alla velocità di poco meno di un metro al secondo e la sua profondità era confrontabile con la distanza fra l’anca e la caviglia", ha detto uno dei responsabili scientifici della missione, William Dietrich, dell’Università della California a Berkeley. ‘’Si è scritto moltissimo sui fiumi di Marte, facendo tante ipotesi sulla loro portata, ma questa – rileva Dietrich – è la prima volta che osserviamo direttamente il letto di un corso d’acqua su Marte’’. Avere a disposizione queste immagini rappresenta, per il ricercatore, ‘’il passaggio da una fase di pura speculazione all’osservazioni diretta relativa alle dimensioni dei corsi d’acqua marziani ‘’.

Curiosity ha scoperto il letto del fiume lungo il tragitto dal luogo in cui si è posato sul suolo marziano il 6 agosto scorso, sul bordo settentrionale del cratere Gale, verso il misterioso Monte Sharp, la formazione altra 5.500 metri che si trova al centro del cratere.

A dare manforte alle prime osservazioni fatte da Curiosity sono arrivate le immagini riprese dalle sonde americane in orbita intorno al pianeta rosso, che permetteranno di approfondire l’analisi sulla struttura dell’antico letto del fiume. Le prime immagini mostrano che il letto è circondato da una grande quantità di detriti alluvionali fra i quali si riconoscono le tracce di strutture simili a corsi d’acqua che si trovano a monte dell’antico fiume.

 

La forma arrotondata di alcune rocce del letto del fiume indicano che sono state trasportate per una lunga distanza dal corso d’acqua, fino al luogo chiamato Peace Vallis, che confluisce nella pianura alluvionale. L’abbondanza  dei detriti in quest’area suggerisce inoltre che l’acqua abbia continuato a scorrere nel fiume per molto tempo: era tutt’altro, quindi, che un fenomeno temporaneo. Nel letto del fiume le rocce sono numerosissime e vanno dalle dimensioni di un granello di sabbia fino a quelle di una pallina da golf. Anche l loro forme sono diverse: alcune sono aguzze, altre smussate e arrotondate. ‘’Questa varietà di forme ci indica che le rocce sono state trasportate e le dimensioni ci dicono che non è stato il vento a trasportale le rocce, ma un flusso d’acqua’’, osserva un altro dei responsabili della missione, Rebecca Williams, dell’Istituto di Scienze Planetarie di Tucson.

 

 Il fatto che su Marte scorressero fiumi ‘’è indice di un pianeta abitabile’’, osserva John Grotzinger, del California Institute of Technology (CalTech) di Pasadena e responsabile della missione Mars Science Laboratory  (Msl), della quale fa parte Curiosity. ‘’Il nostro obiettivo principale – aggiunge - resta il Monte Sharp, ma questa scoperta segna già la prima individuazione di un ambiente potenzialmente abitabile.

Ansa

Scrivi commento

Commenti: 14
  • #1

    Giorgio (venerdì, 28 settembre 2012 16:56)

    Non so perchè ma questa scoperta mi fa riflettere... fiumi che scorrevano sulle terre di un altro pianeta... A pensarci, valutando quanto immenso sia l'universo è incredibile che un pianeta così vicino sia anche così simile alla terra...
    E se veramente fosse stato abitabile milioni di anni fa? e se davvero ci hanno vissuto? sembra quasi che Curiosity stia camminando su uno scheletro... non so perchè ma ho la sensazione che la terra stia facendo lentamente la stessa fine...

  • #2

    Raf (venerdì, 28 settembre 2012 19:49)

    Ma sempre la solita notizia? E' vecchia, è da parecchio infatti che stanno dicendo che scorrevano fiumi e c'erano laghi e che forse ci potrebbe essere stata la vita. Un mese sì e un meso no danno questa notizia.

  • #3

    Cinese (venerdì, 28 settembre 2012 20:16)

    Quindi i marziani potevano farsi il bidet ma non potevano lavarsi al di sotto della caviglia e al di sopra dell'anca.
    Si son estinti per la puzza dei piedi e delle ascelle dunque?

  • #4

    Odone (venerdì, 28 settembre 2012 20:27)

    Raf
    (venerdì, 28 settembre 2012 19:49)
    Ma sempre la solita notizia? E' vecchia, è da parecchio infatti che stanno dicendo che scorrevano fiumi e c'erano laghi e che forse ci potrebbe essere stata la vita. Un mese sì e un meso no danno questa notizia.

    ===========================================

    Dovresti informarti meglio, la notizia è recentissima e riferisce a Curiosity che ha scavato il suolo marziana e analizzato le sue rocce.
    Eccoti il link direttamente dalla NASA
    http://www.nasa.gov/mission_pages/msl/news/msl20120927.html

    Forse quello a cui ti riferisci tu è la notizia che sui poli di marte c'era acqua ghiacciata o che su marte scorreva acqua. ;)

  • #5

    Lau. (venerdì, 28 settembre 2012 22:17)

    Potremmo pensare a un processo di terraforming per marte.

  • #6

    FABIOSKY63 (venerdì, 28 settembre 2012 23:51)


    ...margheritine...

    brava Laura..;)

    e potrebbero averci pensato anche altri?..mi risulta che i primi progetti risalgono a gli anni '50...

    non potrebbero essere abbastanza 60 anni per un "inizio" di realizzazione degli stessi?..chi ci lavorò?..cosa era fondamentale per la realizzazione del progetto?..

    "l'acqua è poca anzi scarseggia e la papera nun galleggia" eh!eh! ma anche altro occorreva...qualcosa ho scritto in vari articoli in home, "altro" nel blog di Sabrina da un anno a questa parte e...chi cerca trova, se vuole...

    "terraforming"...parolina magica questa..:)

  • #7

    Lorenzo (domenica, 30 settembre 2012 22:25)

    Secondo me Boriska ha le risposte a tutte le vostre domande.
    Cercate, ma soprattutto sognate.

  • #8

    ivan (domenica, 30 settembre 2012 22:42)

    che ci fosse stata acqua su marte era da molto tempo stata gia' ipotizzata,quindi acqua dunque vita;ma gli abitanti?E poi perche'tanto mistero su questo monte?Bah..

  • #9

    FABIOSKY63 (domenica, 30 settembre 2012 23:29)


    ...puzza...

    @Cinese
    secondo me sono andati sottoterra per NON sentirla, all'inizio...

    poi ci sono rimasti visto che sopra NON cera più un "..azz" da fare...

    da quando sono andati su gli americani, molto probabilmente, gli avranno "insegnato" il senso del business" ah!ah! mmmh!..

    non mi meraviglierebbe che qualcuno di questi "verdolini" fosse già eh!eh! in finanza...visti i propositi terrestri...

    bye..:)

  • #10

    Cinese (lunedì, 01 ottobre 2012 06:53)

    @Fabiosky

    Han esportato un po' di democrazia ed un po' di bildenberg dici?
    Ormai anche su marte ci son skull & bones dappertutto.

  • #11

    Malles (lunedì, 01 ottobre 2012 16:09)

    Il dott.GLEN SEABORG,a quei tempi(anni appena successivi agli sbarchi delle prime missioni Apollo)in cui era presidente della commissione per l'energia atomica U.S.A.,ebbe a dichiarare:"la NASA è in possesso,oltre alle foto che mostrano chiaramente degli oggetti che seguono le spedizioni,anche di vari filmati che mostrano delle IMPRONTE SUL SUOLO LUNARE,in forme ovale,rotonde o quadrate,molto ben sagomate nei contorni,naturalmente diverse dagli "stivali dei terrestri"

  • #12

    FABIOSKY63 (lunedì, 01 ottobre 2012 21:03)


    ...impronte...

    all'epoca '68-'69 ero un bimbo ma già leggevo il settimanale a fumetti "Topolino"...

    tra le tante storielle ce n'erano, già all'epoca, molte in cui Topolino, Pippo e Pluto si facevano grandi passeggiate lunari, muniti di caschi ed ogni tecnologia immaginabile, ANCHE grazie alla compagnia del grande amico extraterrestre Eta Beta, a sua volta fornito di tecnologie estremamente superiori...bastava che guardasse nelle sue tasche "ultra-dimensionali" per trovare ah!ah! ogni cosa utile COME inutile...

    ecco quà! eh!eh! spiegate di chi sono le orme ovali, rotonde e quadrate...

    bye..:)

  • #13

    Malles (lunedì, 01 ottobre 2012 22:04)

    ....?....effettivamente.....?...non ci avevo pensato...
    però se c'era anche pippo(BAUDO) le impronte dovevano essere EXTRA,EXTRA long feet,mah!...qui ci vorrebbe il commissario BASETTONI per indagare...

  • #14

    Ettore1 (lunedì, 29 ottobre 2012 08:58)

    Riguardo alla vita su Marte ritengo che troverete interessante questo forum qua...!

    http://www.focus.it/community/cs/forums/491487/ShowThread.aspx#491487

    Che ne dite ?