Tutti i messaggi interstellari che abbiamo inviato verso altri mondi

Ufficialmente non abbiamo ricevuto in questi anni nessun messaggio alieno, l'unico enigma relativo rimane il segnale Wow, di cui ci siamo occupati più volte, spiegandone l'origine e la storia.

Ma in compenso di messaggi nel cosmo ne abbiamo inviati tanti nel corso degli anni. Le iniziative di comunicazione interplanetaria non sono partite solo da Nasa, Esa o grandi organizzazioni di ricerca ma anche da enti che non ti aspetti. Ecco un riassunto di tutti i tentativi che abbiamo intrapreso per farci "conoscere" nell'universo.

The Morse Message 1962

Nel 1962, era ancora il tempo in cui il Morse la faceva ancora da padrone. Il messaggio radio in codice Morse è stato trasmesso dall' Evpatoria Planetary Radar diretto verso il pianeta Venere.

Il 19 novembre 1962 la parola "MIR" che in russo significa sia  "pace" che "universo" du la prima a essere invita, seguita il 24 novembre dalle parole "LENIN" (Ленин) e "SSSR" (СССР, acronimo dell'Unione Sovietica (Союз Советских Социалистических Республик).

 

Possiamo considerare questo il primo messaggio radio diretto a ipotetiche civiltà extraterrestri nella storia dell'uomo.  Il segnale venne riflesso dalla superficie di Venere e ricevuto 4 minuti 32.7 secondi dopo (il 19 novembre) e 4 minuti e 44.7 secondi dopo (il 24 novembre).

Messaggio Across the Universe

Il 4 febbraio 2008, alle 19:00 (orario della costa orientale degli U.S.A. Alle 01:00 del 5 febbraio ora italiana), la NASA ha trasmesso via radio "Across The Universe" in direzione della Stella Polare, a 431 anni luce di distanza, per festeggiare il quarantesimo anniversario della canzone, il quarantacinquesimo anniversario del Deep Space Network, e i cinquant'anni della NASA. L'idea è nata dallo storico dei Beatles Martin Lewis, che ha invitato tutti i fan della band ad ascoltare il brano contemporaneamente al suo lancio verso la stella, da ogni parte del mondo così da creare una sorta di "flusso armonico planetario". Inoltre questa data è stata dichiarata "Across the Universe Day ": il giorno in cui per la prima volta una canzone è stata trasmessa nello spazio profondo. L'evento è stato approvato da Paul McCartney, Yoko Ono, e Apple Records.

 

A Message from Earth

Chiamato semplicemente "Messaggio dalla Terra"(AMFE) un potente segnale radio in digitale è stato inviato il 9 ottobre 2008 verso Gliese 581c , un pianeta extrasolare potenzialmente abitabile in orbita intorno alla nana rossa Gliese 581Il segnale digitale è una sorta di capsula del tempo contenente 501 messaggi che sono stati selezionati attraverso un concorso sul social network Bebo . 

 E' stato inviato utilizzando il RT-70 un telescopio radar dell'Agenzia Spaziale Ucraina. 

 Il segnale raggiungerà il pianeta Gliese 581 c nei primi mesi del 2029. Più di mezzo milione di persone, tra cui celebrità e politici hanno partecipato al progetto AMFE,  prima del suo genere.

Fin'ora il messaggio ha viaggiato per il 18,1% dei 191,510,000,000,000-km (1,1900 × 10 14 mi) che ci separano dal sistema stellare Gliese 58


Rubisco Stars

E' un radio messaggio interstellare lanciato dal radiotelescopio di Arecibo il 7 novembre 2009. Il messaggio venne lanciato verso 3 stelle vicine : Teegarden's star, GJ 83.1 e Kappa1 Ceti.

Il messaggio conteneva il codice genetico della poteina RuBisCO (Ribulosio-bisfosfato carbossilasi/ossigenasi), usata dalle piante terrestri per attuare la fotosintesi.

La rubisco assume una notevole importanza a livello biologico, in quanto, tramite la fissazione del carbonio, è il principale produttore di materia organica nell'ecosistema terrestre. Dal momento che le reazioni catalizzate dalla rubisco rimangono ancora piuttosto lente, le piante producono quantità enormi di questo enzima, che, da solo, raggiunge circa il 25% di tutto il materiale proteico presente nei cloroplasti ed il 50% di quello dello stroma. Di conseguenza è stato osservato che la rubisco è la proteina più abbondante presente sulla Terra, a dimostrazione del fatto che la fotosintesi messa in atto dagli organismi vegetali (piante, ma anche alghe e batteri come per esempio i cianobatteri) sia la reazione più comune e di maggiore importanza per la vita sul nostro pianeta.

 


Messaggio di Arecibo

Il messaggio propabilmente più famoso, lanciato dal radiotelescopio di Arecibo, reso celebre dal film Contact. Si tratta del primo vero tentativo serio di comunicazione tra genere umano ed eventuali altre civiltà avanzate. Siamo nel 1974 precisamente 16 Novembre, l'obbiettivo individuato è l'ammasso globulare dell'Ercole (M13), 25000 anni luce da noi. La frequenza di 2380 MHz, un fascio estremamente stretto che ha una ampiezza di circa 2 minuti d'arco, che equivale più o meno ad 1/15 del diametro della luna piena. 


Il messaggio, era stato ideato da Franke Drake famoso scienziato che aveva già sviluppato la celebre equazione che cercava di dare un numero a quante civiltà avanzate potessero esserci nel cosmo. Nel team era presente anche il compianto Carl Sagan. 


Leggendolo da sinistra a destra e dall'alto al basso, il messaggio reca le seguenti informazioni:

  • i numeri da uno a dieci;
  • i numeri atomici degli elementi idrogeno, carbonio, azoto, ossigeno e fosforo (ovvero gli elementi costitutivi del DNA);
  • la formula degli zuccheri e basi dei nucleotidi dell'acido desossiribonucleico (DNA), (nell'odine delle righe : Desossiribosio-Adenina-Timina-Desossiribosio , Fosfato-Fosfato , Desossiribosio-Citosina-Guanina-Desossiribosio , Fosfato-Fosfato);
  • il numero dei nucleotidi nel DNA ( al centro dell'elica, stimati in 4.2 miliardi ) ;
  • una rappresentazione grafica della doppia elica del DNA;
  • una rappresentazione grafica di un uomo e le dimensioni (altezza fisica) di un uomo medio ( da sinistra : scritto in orizzontale il numero 14, moltiplicato per 126 mm (lunghezza d'onda del messaggio) dà l'altezza in mm dell'uomo medio : 1764 mm );
  • la popolazione della Terra (nel 1974 : 4.292.853.750 di persone) ;
  • una rappresentazione grafica del sistema solare ( con evidenziata, sopraelevata , la posizione della Terra; si rendono note le dimensioni dei pianeti del sistema) ;
  • una rappresentazione grafica del radiotelescopio di Arecibo e le dimensioni dell'antenna trasmittente( il numero 2.430 posto sotto la rappresentazione dell'antenna moltiplicato per la lunghezza d'onda di trasmissione del messaggio dà le dimensioni del radiotelescopio di Arecibo : 304,18 m).

La Chiamata Cosmica

Cosmic call è il nome di due serie di messaggi lanciati nel 1999 e nel 2003 dal radiotelescopio RT-70 presso Yevpatoria, sotto la guida dell'astronomi Zaitsev.

Entrambe le sessioni avevano un ben preciso schema di trasmissione:

  • Il segnale del Cosmic Call 1 aveva la seguente struttura :  la parte scientifica veniva inviata 3 volte , seguita dalla parte pubblica (PP) spedita 1 volta :
    DDM > BM > AM > ESM > DDM > BM > AM > ESM > DDM > BM > AM > ESM > PP 
    dove DDM è il Dutil-Dumas Message creato dai due omonimi scienziati canadesi (chiamato anche "The Interstellar Rosetta Stone (ISR)"), BM è il Braastad Message (Il messaggio usa il linguaggio matematico dell'ISR per descrivere la prima astronave terrestre , inclusi dati e data di lancio) , AM è l'Arecibo Message (quello del 1974) e ESM è Encounter 2001 Staff Message (messaggi raccolti all'interno dello staff).
  • Il segnale del Cosmic Call 2 era strutturato diversamente secondo lo schema :
    DDM2 > DDM2 > DDM2 > AM > AM > AM > BIG > BIG > BIG > BM > ESM > PP  
    dove DDM2 è la versione moderna del DDM , BIG è Bilingual Image Glossary.
    In questo messaggio sono stati inclusi contributi di migliaia di persone da 50 paesi differenti. 

 

Il messaggio è stato mandato verso le seguenti stelle :


Name     Designation HD Constellation Date sent Arrival date Message
16 Cyg A HD 186408 Cygnus May 24, 1999 November 2069 Cosmic Call 1
15 Sge HD 190406 Sagitta June 30, 1999 February 2057 Cosmic Call 1
  HD 178428 Sagitta June 30, 1999 October 2067 Cosmic Call 1
Gl 777 HD 190360 Cygnus July 1, 1999 April 2051 Cosmic Call 1
  Hip 4872 Cassiopeia July 6, 2003 April 2036 Cosmic Call 2
  HD 245409 Orion July 6, 2003 August 2040 Cosmic Call 2
55 Cnc HD 75732 Cancer July 6, 2003 May 2044 Cosmic Call 2
  HD 10307 Andromeda July 6, 2003 September 2044 Cosmic Call 2
47 UMa HD 95128 Ursa Major July 6, 2003 May 2049 Cosmic Call 2

 

Teen Age Message

Composto dagli scienziati russi Zaitsev, Gindilis, Pshenichner e Filippova, è il primo messaggio realizzato con il contributo di alcuni ragazzi sotto i 20 anni.

Lanciato verso alcune stelle di tipo solare dal radiotelescopio RT-70, presso Yevpatoria, è stato proiettato in due date diverse ravvicinate tra loro il 29 agosto 2001 e il 4 settembre 2001.

 

Il segnale è composto da 3 sezioni :

  • Sezione iniziale in cui è stato inserito un segnale per attirare l'attenzione sul segnale e utile per mappare il mezzo interstellare.
  • la seconda sezione è strutturata in maniera analogica : vengono raccolte melodie composte in musica elettronica che, producendo un segnale quasi monocromatico, si trasmette molto bene a distanze interstellari. La musica è stata trasmessa in analogico poichè i tempi di trasmissione sono 4 volte più brevi e il segnale è più facilmente rilevabile.
  • La terza e ultima parte racchiude il messaggio binario di Arecibo, saluti bilingue in Russo e Inglese e un glossario di immagini.

Ecco le stelle a cui è stato inviato il messaggio :

 

Name HD designation Constellation Date sent Arrival date
  197076 Delphinus August 29, 2001 February 2070
47 UMa 95128 Ursa Major September 3, 2001 July 2047
37 Gem 50692 Gemini September 3, 2001 December 2057
  126053 Virgo September 3, 2001 January 2059
  76151 Hydra September 4, 2001 May 2057
  193664 Draco September 4, 2001 January 2059

 

Commenti: 24 (Discussione conclusa)
  • #1

    OliZ (lunedì, 30 luglio 2012 00:21)

    Bellissimo articolo finalmente parliamo di cose serie e non di fuffa. Io però smetterei di inviare messaggi radio sono superati, dobbiamo cominciare con i messaggi laser e a neutrini.

  • #2

    Professor Malafede (lunedì, 30 luglio 2012 01:31)

    Sarà che sono un po' dubbioso ma secondo me questa gente non ha tutti gli ingranaggi a posto. Sono un po' drastico? No, solo logico. Allora ragioniamo.

    Punto 1) Se gli alieni non esistono è solo una perdita di tempo e di energie. Punto.

    Punto 2) Se gli alieni esistono e sono brava gente le distanze sono tali che comunicare richiede tempi interminabili. Io lancio il messaggio e il mio pronipote forse riceverà la risposta, ammesso che si ricordi ancora di cosa aveva detto lo zio. Quanto a fare una visitina non se ne parla proprio, allo stato delle attuali conoscenze. Le distanze sono assolutamente proibitive. Allora a che serve? Mah!

    Punto 3) Se gli alieni esistono e sono gente cattiva, stile Adolf Hitler o Giuseppe Stalin per intenderci, se ci va bene ci risponderanno con una sfilza di parolacce o inviandoci il loro "Manifesto della razza"... se ci va male e hanno una tecnologia per noi impensabile verranno a trovarci e non ci porteranno di sicuro né regali, né cose buone!

    Noi conosciamo l'universo? No! Voi, di notte, in una città sconosciuta, per strada, vi mettereste a gridare: "Eih!!!!! Sono qui!!! C'è qualcuno"!!!! Io penso di no! Perché con molta probabilità non attirereste l'attenzione di qualche brava persona ma solo di qualche malintenzionato desideroso di tagliarvi la gola e di rubarvi il portafoglio, l'orologio, lo smartphone e l'ultimo modello delle vostre scarpe Nike! Chiaro il messaggio?

    Morale: è meglio che ognuno stia a casa sua e si faccia i fatti propri, in silenzio. Ascoltare ha un senso, anzi è doveroso tenere occhi e orecchie aperte; trasmettere è da stupidotti ingenui!

    Non siete d'accordo? Pazienza! Rileggetevi la storia del cavallo e del maiale e mi darete ragione!

    Ciao ciao!

  • #3

    Lau (lunedì, 30 luglio 2012 01:37)

    Quindi tu sei d'accordo con hawking che dice di non chiamarli perchè potrebbero essere malvagi?

  • #4

    Professor Malafede (lunedì, 30 luglio 2012 01:58)

    Diciamo che sono prudente. E' meglio non avere a che fare con gli sconosciuti e con i forestieri... così si diceva una volta!

  • #5

    meglio (lunedì, 30 luglio 2012 10:17)

    forestieri.e.il.termine.giusto!
    cmq
    al
    diavolo le kekke

  • #6

    Marziale (lunedì, 30 luglio 2012 13:00)

    Cosa c'entrano le kekke? Chi ne ha parlato? A me il termine forestieri non piace per niente! Sono fratelli dello spazio, noi cosa abbiamo di meglio? Io sono per trasmettere a più non posso! E speriamo che rispondano presto.

  • #7

    franz (lunedì, 30 luglio 2012 18:39)

    Nostri parenti sono semmai gli animali che vivono qui sulla terra mentre gli alieni non sono imparentati in alcun modo con noi .

  • #8

    Franz Joseph (lunedì, 30 luglio 2012 20:46)

    Tra un essere intelligente alieno e una bestia tu definisci tuo parente una bestia? Ah già... scusa è vero, hai veramente ragione! Le bestie sono i tuoi degni parenti!

  • #9

    Lupo Alberto (lunedì, 30 luglio 2012 20:49)

    Io nel portafoglio non ho quasi niente, l'orologio non lo uso, lo smartphone non ce l'ho e porto solo dei modelli di Adidas di due anni fa, corro ugualmente qualche pericolo? Posso lanciare messaggi agli alieni?

  • #10

    Receptionist (lunedì, 30 luglio 2012 20:59)

    Ma quali fratelli dello spazio..ma la volete smettere una volta x tutte o no?
    Il vero fratello nn é quello di sangue ma colui che ti da una mano nei momenti di bisogno.
    Siamo tutti rovinati qua ..ma sti cz di fratelli dove stanno?
    Dicono che siamo inferiori ? x questo nn vengono?
    Siamo fratelli e nn siamo uguali dunque?
    O forse , come dicono altri , hanno visto star trek e preso da loro la famosa regola di non interferenza?
    Tornando al topic...che smettano di trasmettere.
    Non x paura ma x scelta.

  • #11

    franz (lunedì, 30 luglio 2012 21:39)

    Franz Joseph non sai cosa significa essere parenti.
    Essere parenti non significa necessariamente essere uguali.

  • #12

    franz (martedì, 31 luglio 2012 17:21)

    La parentela consiste nel fatto che un membro condivide la stessa linea evolutiva
    o discendenza.

  • #13

    Arciducaconte Meco De Stica Pardepà (mercoledì, 01 agosto 2012 02:36)

    @receptionist
    Pardonnez-moi...scelta di che?

    @Prof Malafede
    Il punto due esclude l'ipotesi che possano raggiungerci
    Nel punto 3 esprime invece la possibilità che possano farlo.
    Mi perdoni, l'equazione "Alieni cattivi sta ad Alieni Buoni come capacità di viaggio intrastellare sta a Carretto e buoi....da dove l'ha tratta?

  • #14

    Receptionist (mercoledì, 01 agosto 2012 13:10)

    @Arciducaconte :)
    Premettendo che x me é palese che "abitanti di altri pianeti" ci abbiamo visitato visto che é una cosa molto coerente e pratica ma messa alla berlina (milioni di pianeti nell'universo )nn vedo perché voler comunicare con loro a forza , quando personalmente penso ci abbiano solo sfruttato in passato facendosi chiamare Dei.
    Magari fanno turismo.
    Io se avessi na navicella mica andrei a Riccione in vacanza.

  • #15

    Guido (mercoledì, 01 agosto 2012 13:36)

    @Arciducaconte Meco De Stica Pardepà fantastico nick e grande commento ;) Per il resto penso che sia inutile trasmettere perchè io la vedo in questi 3 modi:

    - le frequenze con le quali mandiamo non vengono percepite per una serie infinita (e in progressione...) di motivi
    - le comunicazioni sono arrivate e non sono state capite
    - le comunicazioni sono arrivate, sono state capite, e la nostra civiltà già da qualche tempo ha qualche sorta di contatto con questi "forestieri" ma noi comuni mortali che ogni mattina ci svegliamo cercando una via per campare in maniera dignitosa non ne sappiamo nulla

    Una delle 3 ipotesi potrebbe essere vera ma a mio parere la risposta non ce la darà nessuno....qui ho accade un'invasione nello stile di Independence day o certi tipi di comunicazioni ce le continueranno a filtrare/sabotare per l'eternità

  • #16

    franz (mercoledì, 01 agosto 2012 17:29)

    L'inutilità di questi messaggi verso lo spazio è evidente.

  • #17

    Miky (giovedì, 02 agosto 2012 14:02)

    Franz stai zitto

  • #18

    FABIOSKY63 (venerdì, 03 agosto 2012 08:06)

    ...fantastici...

    se ci CONTINUANO a leggere vengono giù prima del PREVISTO! eh!eh!..

  • #19

    Ottavio (martedì, 07 agosto 2012 21:08)

    Ma chi??? Gli E:T o i co.....i?

  • #20

    FABIOSKY63 (sabato, 11 agosto 2012 17:19)


    ...di-scendere...

    quelli "coioni" naturalmente...quelli furbi son "qui" da sempre...forse la preferisce cantata?..

    "stessa Luna...stessa 'spiaggia' e stesso mare" ah!ah! oggi meglio non mi viene...

    saluti...

  • #21

    Harder (lunedì, 10 settembre 2012 15:24)

    Davvero un bellisimo articolo, sono affascinato sin da bambino dai messaggi inviati nell'universo alla ricerca di vita aliena!
    @ Professor Malafede
    Premettendo che rispetto il tuo punto di vista, non sono d'accordo sul punto 2 : certi messaggi rimarranno indelebili nel tempo e nella memoria(almeno scientifica) e vengono inviati anche per favorire la ricerca della vita nello spazio (presente o no) per le generazioni future ad esempio per sviluppare strumentazioni che coprano maggiori distanze o sorveglino piu accuratamente lo spazio...purtroppo, come dici tu le nostre conoscienze ci permetto di osservare il corrispondente di un bicchiere d'acqua di tutti i mari del mondo...un mattone oggi una casa domani! saluti

  • #22

    Ale (lunedì, 30 settembre 2013 23:09)

    L'Unica cosa stupida e inviarli informazioni importanti come il nostro dna e formule varie e quanti siamo!!

  • #23

    Davide (lunedì, 14 luglio 2014 23:33)

    Io vorrei incontrarli prima che finisca la mia breve esistenza e sono pienamente d'accordo sul cercare prove sull'esistenza di altre forme di vita intelligente (non seguirei questo sito altrimenti).... Stà di fatto che se esistesse un'altra forma di vita a noi accessibile, tecnologicamente meno evoluta di noi, e con risorse da sfruttare probabilmente l'avremmo già spazzata via e conquistato il loro mondo (vedi indiani del nord america), spero quindi che non siano come noi ma molto più evoluti sia tecnologicamente (potrebbero quindi venirci a trovare) che a livello di civiltà (molto più civili di noi), spero che la razza umana faccia parte di una razza in via o in pericolo di estinzione e che gli alieni siano una sorta di WWF interstellare che ci aiuterà a cambiare casa o a farci smettere di distruggerla e cominciare a guarirla.... E' una vana e fantascientifica speranza lo so ma sono un sognatore inguaribile e non me ne vergogno, dicono di stare attenti a ciò che si desidera perchè potrebbe avverarsi... beh... io voglio correre il rischio

  • #24

    Baltasar (sabato, 02 agosto 2014 07:19)

    Che male ce a provare se ce vita oltre il nostro pianeta , poi se ce o no e una evoluzione umana nel aumentare la tecnologia con qui mandiamo messaggi dal morse negli anni '60 fino ai radio telescopi a oggi e chissa magari un domani qualcosa di ancora piu potente da diminuire le distanze infinite tra noi e le altre parti delluniversi, quindi nn ce niente di male anche se noi nn ci saremo quando daranno una risposta , noi da "entità sovrannaturali " potremmo dire : "io c'ero quando é stato inviato "