UCF-1.01, scoperto il pianeta extrasolare più piccolo di sempre

E' stato scoperto il 'fratello minore' della Terra, il pianeta piu' piccolo mai scoperto all'esterno del Sistema Solare. La somiglianza con la Terra si riduce pero' alle dimensioni: il nuovo pianeta, la cui scoperta è in via di pubblicazione sull'Astrophysical Journal, ha temperature incandescenti, è praticamente privo di atmosfera e ruota rapidamente attorno alla sua stella, tanto che il suo anno dura appena 1,4 giorni terrestri.

UCF-1.01, questo il suo nome, ha un diametro è di due terzi rispetto a quello della Terra e si trova a 'soli' 33 anni luce da noi. La scoperta è stata possibile grazie al telescopio spaziale Spitzer della Nasa e si deve a un gruppo coordinato dall'americano Kevin Stevenson, dell'universita' della Florida Centrale a Orlando.

Il pianeta ha colto di sorpresa gli astronomi: mentre stavano osservando un pianeta delle dimensioni di Nettuno che si trova intorno a una nana rossa chiamata GJ 436, i ricercatori hanno notato un sottile indebolimento nella luce emessa dalla stella. Un fenomeno dal quale hanno dedotto che in quel momento un secondo pianeta stava bloccando la luce della stella mentre transitava davanti ad essa.

Con un diametro di circa 8.400 chilometri, ossia due terzi il diametro terrestre ed è molto diverso dalla Terra. Sulla sua superficie vi sarebbero temperature infernali, fino a 600 gradi, perche' UCF-1.01 ruota molto vicino alla sua stella, più vicino di quanto Mercurio lo sia al Sole: una distanza di circa sette volte quella che separa la Terra dalla Luna. A causa di questa grande vicinanza alla sua stella, l'atmosfera è quasi sicuramente evaporata. Privo di questa protezione, il piccolo pianeta potrebbe essere costellato di crateri dovuti all'impatto di asteroidi, come la Luna o Mercurio. Secondo uno degli autori della ricerca, Joseph Harrington, la vicinanza cosi forte alla stella potrebbe aver sciolto la superficie del pianeta extrasolare e ''UCF-1.01 potrebbe anche essere coperto in magma''.

Ansa

Scrivi commento

Commenti: 0