Il terremoto colpisce Ravenna e il Fracking torna a far discutere l'Emilia Romagna

Fracking, la parola che va più di moda purtroppo, in questo periodo, sopratutto dopo gli inaspettati e ripetuti terremoti in Emilia Romagna, zona considerata fino a qualche anno fa immune da un rischio sismico concreto, almeno a certi livelli. Con il termine Hydraulic fracturing si indica una tecnica con cui si estrae il gas naturalmente contenuto nei pori della roccia, tramite l'iniezione di agenti chimici ad alta pressione, che fratturano la roccia. Secondo alcune tesi questo modo di agire , potrebbe causare microterremoti e alterare l'equilibrio delle faglie sotterranee.

A questo proposito, è intervenuta anche il fisico Maria Rita D'Orsogna, professore associato presso il dipartimento di matematica della California State University at Northridge, a Los Angeles in una lunga lettera al blog di Beppe Grillo, in cui esprime le sue perplessità.

Intanto la procura apre un'inchiesta: vediamo perché.

Indaga la procura
Le presunte trivellazioni legate al progettato mega-deposito di gas a Rivara di San Felice sul Panaro entrano a far parte delle verifiche che la Procura di Modena farà dopo i terremoti del 20 e 29 maggio. L'accertamento è nel fascicolo "contenitore" del procuratore aggiunto Lucia Musti, aperto dopo i crolli del 20 ma che non si limita solo a quelli. Un fascicolo che riguarda le 'terre terremotate' e che è, almeno per ora, a modello 45, cioé per fatti non costituenti reato, e quindi consente un'ampia delega di indagine. Il fascicolo considera i crolli in genere e le perforazioni. L'indagine dovrà capire innanzitutto se le trivellazioni sono state fatte o meno. Se la risposta fosse positiva si passerebbe a individuare dove sono state fatte, chi le ha fatte, come sono state fatte. E, in questo caso, l'indagine dovrà anche capire se c'é una qualche connessione con il terremoto. Ma allo stato attuale l'accertamento è proprio all'inizio.
Il progetto di mega deposito di gas di Erg Rivara Storage
Il discorso perforazioni è legato al progetto di mega deposito di gas di Erg Rivara Storage (Ers) a Rivara. Progetto che nei giorni scorsi, dopo il sisma, è stato definitivamente accantonato con lo stop alle autorizzazioni dato dal ministero dello sviluppo economico, che ha preso atto del no della Regione Emilia-Romagna. Sullo stoccaggio del gas a Rivara è in atto una polemica partita sin dal 2005. Il progetto - sposato dai governi Prodi e Berlusconi ma contestatissimo trasversalmente in sede locale - prevedeva 3,2 miliardi di metri cubi di gas in acquifero profondo, unico in Italia e tra pochi al mondo. Il progetto riguardava San Felice sul Panaro e coinvolgeva anche altri quattro comuni della stessa area del sisma a cavallo delle province di Modena, Ferrara e Bologna.
La Federpetroli smentisce pericoli
Il presidente di Federpetroli, Michele Marsiglia, aveva rassicurato: "Nel corso degli anni, su riferimenti reali, non abbiamo situazioni di onde sismiche di alta scala in seguito a trivellazioni per ricerca di idrocarburi". Ed Ers aveva affermato di non aver mai trivellato a Rivara: "I nostri dati sulle perforazioni risalgono a studi del 1979, noi non abbiamo toccato il terreno a Rivara, non abbiamo fatto carotaggi, non abbiamo perforato o immesso gas o acqua. Gli strumenti che servono per perforare un pozzo occupano un ettaro, nemmeno volendo avremmo potuto farlo e passare inosservati". Sarà l'accertamento del Procuratore aggiunto Lucia Musti a stabilire qual è la realtà dei fatti.

Scrivi commento

Commenti: 6
  • #1

    Albè (mercoledì, 06 giugno 2012 17:20)

    beh certo che Federpetroli smentisce! eheheheh.... direi che comunque restano molti dubbi sulla totale spontaneità di questi fenomeni. A livello statistico non so quanto riscontri possano trovare... ps un dato agghiacciante: le compagnie di trivellazione in italia non sono tenute a rendere pubblica la composizione dei materiali che inseriscono nel terreno per permettere la trivellazione stessa! almeno a quanto dice la Dottoressa Maria Rita D'Orsogna nell'intervista pubblicata sul sito di Beppe Grillo... anche se non stento a crederci mi auguro che non sia così!

  • #2

    Insider (mercoledì, 06 giugno 2012 21:14)

    Io consiglierei di leggere questo articolo molto esaustivo che elimina ogni dubbio su eventuali correlazioni sismiche:

    http://fuffologia.blogspot.it/2012/06/terremoto-in-emilia-romagna.html

  • #3

    stevex (giovedì, 07 giugno 2012 02:57)

    non scherziamo su'! sono il primo ad essere contrario a queste cose e ai metodi con cui si estrae il metano.. ma qui stiamo parlando di"terremoti"(earthquake).. basta solo informarsi un po sulle nozioni base di geologia e sismologia per capire che immane energia ci voglia per scatenare un sisma! sono di Ravenna..stamattina siamo stati fisicamente tirati giù dal letto da una scossa con epicentro sotto il culo di"soli"4.5 di magnitudo a 25 km di profondità.. e per sprigionare tale energia(seppure nettamente inferiore alle devastanti scosse emiliane) non credo basterebbero neppure qualche decina di bombe pari a quella sganciata su Hiroshima!! con questo mico voglio dire che non sia vero tutto quello che si dice..ma voglio solo dire che secondo me non c'entra nulla l'opera(seppur bieca e da vomito)dell'uomo. purtroppo ci stiamo trovando per cosi dire in un"posto sbagliato al momento sbagliato"..e c'è solo da sperare che presto la terra ritrovi la pace anche nella nostra regione! scusate lo sfogo, ma quà ormai non si dorme più

  • #4

    Guido (giovedì, 07 giugno 2012 17:57)

    @Insider ti ringrazio del link e lo leggerò a breve. C'è comunque un'inchiesta in corso il che vuol dire che i dubbi sono molto più che fondati. Staremo a vedere.....

  • #5

    Anonymous (venerdì, 08 giugno 2012 22:02)

    @Insider figuriamoci che se il terremoto e procurato dalle trivellazioni ce lo vengono a dire !!! perciô quello che hai postato non é che mi porti credibilità, poi gira qualcosa di strano su internet che racconta del terremoto in Abruzzo dove i testimoni di geova si erano già preparati all arrivo del terremoto largamente in anticipo, ( risultato, nessun morto o ferito ) che strano non ti pare ?

  • #6

    LaPerplessa (domenica, 10 giugno 2012 13:37)

    Anche qualora non ci fosse nulla di vero, in merito alle trivellazioni, perforazioni, materiali usati, qualcuno può spiegarmi perché a Ferrara sono morti tutti i pesci nei canali? Io di terremoti ne so poco, ma non mi risulta che x un sisma i pesci muoiano!! Qualcosa è successo!!