XNA, il Dna sintetico che potrebbe rivoluzionale la vita

Mimata la chimica della vita in versioni sintetiche di molecole di DNA e RNA. Un'operazione che mostra come il DNA e l'RNA non siano unici nella capacita' di codificare le informazioni e di trasmetterle come eredita'. Le 6 molecole, sono state soprannominate collettivamente XNA e dimostrano capacita' di evolvere da sole, come DNA e RNA regolari. Lo studio, riportato su Science, e' promettente per i potenziali sviluppi sul futuro della biologia sintetica e della biotecnologia. Philipp Holliger del Laboratorio del Medical Research Council britannico di Biologia Molecolare ha creato le sei differenti molecole, non sostituendo le basi azotate ma i gruppi di zucchero che compongono i lati della tipica struttura a scala elicoidale. "Il punto cruciale - ha spiegato Holliger - del nostro studio e' che la creazione di una genetica "sintetica" genera un set di acidi nucleici simili a quelli del DNA e dell'RNA che non solo possono memorizzare informazioni genetiche ma potranno permetterci di modificare e ridistribuire dati evolutivi e ereditari". Una vera rivoluzione.

Importante nel processo, il ruolo delle polimerasi: il team ha sviluppato polimerasi che trascrivono efficientemente il codice del DNA sintetico al DNA naturale e successivamente ad un altro DNA sintetico. "Siamo stati in grado di dimostrare che l'ereditarieta' - la memorizzazione e la propagazione delle informazioni - e l'evoluzione possono essere riprodotte e realizzate attraverso polimeri alternativi". E' la prima volta che molecole artificiali sono state in grado di passare informazioni genetiche ai loro discendenti: "La curiosita' che ci sorge spontanea e' se e' possibile introdurre questi XNA nelle normali cellule" ha commentato Farren Isaacs della Yale University in New Haven, Connecticut. "Sarebbe davvero notevole se, una volta istallato l'XNA, queste cellule si replicassero e evolvessero da sole".

Simulare le funzioni di DNA e RNA, getta anche maggiore luce sulle origini della vita biologica come la conosciamo: diverse teorie infatti ritengono che il DNA non fosse l'unica molecola capace di replicarsi e evolvere agli albori della vita sulla Terra, ma che sia il "vincitore" di una competizione tra molecole autoreplicanti diverse tra loro. La selezione naturale, quindi, agiva prima ancora dell'avvento dell'evoluzione tramite DNA. 

Agenzia Giornalistica Italiana

Scrivi commento

Commenti: 0