The River, dal primo marzo su SkyUno un evento

The River è un mistero. E non ci riferiamo solo alla storia che racconta, ma proprio alla serie in sé, perché attualmente in tv non c’è nulla di simile a questo show, che coniuga lo stile mockumentary (quello del falso documentario inaugurato nell’ormai lontano 1999 dal film The Blair Witch Project) al genere horror soprannaturale/mistico.  La premessa narrativa è questa: il dottor Emmet Cole (Bruce Greenwood), famoso esploratore convinto che il mondo sia pieno di magia e star della serie documentaristica The Undiscovered Country, scompare misteriosamente mentre sta compiendo un’esplorazione in Amazzonia. Passano sei lunghi mesi, e di lui e dei suoi pochi collaboratori non si hanno notizie. Come andrà a finire? La serie prende il via il 1Marzo 2012 su SkyUno, con il pregio dell'Alta Definizione. A seguire il trailer.

Eravamo rimasti al dottore scomparso. Bene, improvvisamente la trasmittente di Emmet riprende vita, e il segnale viene captato dai produttori del programma, che informano la moglie di Emmet, Tess (Leslie Hope), facendole una proposta: finanzieranno le spese per la ricerca del Dr Cole se lei e suo figlio Lincoln (Joe Anderson) accetteranno di farsi riprendere 24 ore su 24. 
Dunque se accetteranno di fare parte di un programma basato appunto sulla ricerca del marito e del padre scomparso. 

A volte bisogna scendere a patti col demonio, e lo sa bene Tess, che fatica a convincere Lincoln, ormai convinto della morte del padre. Un padre che l’ha sballottato da una parte all’altra del globo terrestre fin dalla tenera età. Un padre che spesso è stato assente. 


Alla fine Lincoln accetta, e così si parte. Insieme alla signora e al giovane Cole ci sono anche Clark Quietly (Paul Blackthorne), produttore di The Undiscovered Country e amico di vecchia data di Emmet; AJ Poulain (Shaun Parkes), primo cameraman; Kurt Brynildson (Thomas Kretschmann), addetto alla sicurezza; Emilio Valenzuela (Daniel Zacapa), meccanico della Magus, la nave su cui era solito viaggiare il Dr Cole, e sua figlia Jahel (Paulina Gaitan); e infine Lena Landry (Eloise Mumford), figlia del cameraman scomparso insieme a Emmet, coetanea e amica di Lincoln. 

La risalita lungo il fiume che si è inghiottito il padre non sarà facile per Lincoln e compagni, perché lungo il loro cammino dovranno scontrarsi con spiriti assetati di sangue, fantasmi intenzionati a fermarli e tanti altri spaventosi misteri. Perché la scomparsa di Emmet nasconde qualcosa di più grosso di un semplice incidente.

Tra i creatori di The River – che ha esordito in America il 7 febbraio raccogliendo quasi otto milioni di spettatori – troviamo Oren Peli, regista, sceneggiatore e produttore della fortunatissima saga cinematografica Paranormal Activity, che insieme ad altre pellicole horror uscite negli ultimi anni (REC, Cloverfield, District 9 e altre ancora) utilizza proprio lo stile mockumentary per entrare in prima persona dentro alla storia, visto che tutto viene visto attraverso l’occhio della videocamera dell’operatore di turno. 
A qualcuno potrà dare il mal di mare, ma sicuramente si tratta di una trovata ottima per questo particolare genere ricco di suspense e di colpi di scena. 

Nota finale: tra i produttori esecutivi c’è anche un certo Steven Spielberg, che ormai si è decisamente lanciato nel mondo della serialità televisiva: The Pacific, Falling Skies, Terra Nova, e ora appunto The River. E se c’ha creduto Spielberg possiamo crederci anche noi.

Il viaggio inizia il 1° marzo su Sky Uno, salite a bordo della Magus e aspettatevi di tutto!

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    The River (mercoledì, 29 febbraio 2012 14:41)

    Pagina Ufficiale Facebook: https://www.facebook.com/theriversky