In Islanda spunta un video che ricorda il mostro di Loch Ness?

Inverno tempo di misteri. l'ultimo arriva dalla lontana Islanda a terra dei Ghiacci. Un serpente gigante è stato filmato mentre si aggira lento e tranquillo sulla superficie del lago Lagarfljot situato nella zona orientale dell'isola. Quando si vede qualcosa che fluttua nell'acqua il pensiero corre alla la mitica Nessie scozzese, ormai entrata nell'immaginario come mostro di Loch Ness. Il nuovo "mostro" sta facendo il giro della Rete grazie a un video registrato giovedì scorso, scatenando le ipotesi più fantasiose, dalla clonazione alle teorie che sostengono che il "mostro" altro non sia che una specie di dinosauro sopravvissuto all'estinzione. Insomma un riciclaggio delle ipotesi già in voga per altri animali misteriosi. Ma la spiegazione più che preistorica potrebbe essere tecnologica. A seguire il video.

In realtà gli esperti, hanno già una spiegazione per  il «Lagarfljotsromurinn - così  stato ribattezzata la creatura lacustre. Ebbene secondo alcuni avrebbe un aspetto decisamente artificiale. «È un robot», ha sentenziato Loren Coleman, direttore dell'International Cryptozoology Museum a Portland nel Maine. Che ha aggiunto: «Probabilmente qualcuno si è divertito ad applicare sopra la struttura metallica un telo di plastica con stampata sopra la testa di un serpente». A riportare le dichiarazioni dello scienziato è l'Huffington Post, secondo il quale sarebbero stati proprio i suoi movimenti a scatti tradire la sua natura artificiale. 

A Lagarfljot non manca certo una lunga tradizione di misteri lacustri: l'ultimo avvistamento sospetto risale al 1998 ma le prime notizie su un residente fuori dal comune datano dal 1345 e descrivono una specie di bruco gigante dal colore pallido e lungo circa una ventina di metri. Ma non solo, Lagarfljotsromurinn non è l'unico concorrente nordico di Nessie. Anche la Svezia può vantare il meno noto «mostro di Storsjo».

La risoluzione del mistero però in questo caso sembra più facile, se è qualcosa di tecnologico le batterie al litio, probabilmente presenti finiranno. In fondo anche un mostro non può vivere per sempre. O si?

Scrivi commento

Commenti: 4
  • #1

    Luca (giovedì, 09 febbraio 2012 02:56)

    E da che assurto partiamo per affermare che sia sempre lo stesso?
    Bah....

  • #2

    Zero_72 (giovedì, 09 febbraio 2012 04:17)

    bel giocattolone

  • #3

    max (giovedì, 16 febbraio 2012 09:29)

    e' un serpente d'acqua.

  • #4

    vinzar (mercoledì, 28 novembre 2012 12:34)

    secondo è un politico italiano