Il "singolare" concorso del Cicap da un milione di euro

James Randi punto di riferimento per gli scettici di tutto il mondo anni fa ebbe l'idea di offrire un premio che ammontava allora a 10.000 $ (circa 16 milioni di lire) per chiunque fosse in grado di fornire la dimostrazione di un evento paranormale, occulto o sovrannaturale in condizioni adeguatamente controllate. Da allora il montepremi è lievitato fino a cifre milionarie e l'idea è stata ripresa anche dall'omologo italiano, il CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale). Dal 1 maggio 1996, il concorso per la parte italiana viene gestito dalla James Randi Educational Foundation (JREF), tuttavia al C.I.C.A.P, la JREF ha delegato il compito di agire da primo esaminatore per i Soggetti Richiedenti italiani ed europei. Telepatia, pranoterapia, rabdomanzia sono solo alcune delle materia su cui si può dimostrare ai nostri eroi italiani un potere che esula da normali spiegazioni scientifiche.

Sono passati oltre 15 anni ma nessuno si è portato a casa il premio. Ma è difficile vincere un concorso fatto per non avere un vincitore, con un regolamento così approssimativo che in confronto le clausole vessatorie dei mutui sembrano la letterina di babbo natale. Ecco come funziona il meccanismo.

Prima di tutto l'approccio è totalmente sbagliato. Si cerca di sondare con una prova scientifica una presunta dote paranormale, quindi "fuori norma", che non rientra nelle regole riconosciute dalla scienza, e non può tantomeno essere ingabbiata in un protocollo scientifico. E' talmente chiaro. Anche per chi non crede in qualche ipotetico potere occulto.

Sulle percentuali poi per considerare riuscito l'esperimento c'è l'anarchia più totale.


Facciamo un esempio: sulle malattie il soggetto richiedente dovrà distinguere tra una persona affetta da una chiara malattia (comprovata da recente diagnosi medica) o menomazione (gamba rotta) e una persona che non abbia tali malattie o menomazioni. Il test dovrà svolgersi in modo che Soggetto Richiedente non possa distinguere con mezzi normali tra le malattie delle due persone. Le persone durante la diagnosi paranormale saranno coperte da un telo. La distinzione dovrà avere successo, per esempio 16 volte su 20 tentativi.

Per la telepatia invece si accontentano di 15 risultati positivi su 20. Non si capisce su che base e con quale criterio una percentuale sia dirimente rispetto ad un'altra.

 

Ma badate bene per avere i soldi, il percorso è molto tortuoso. Al Cicap i soldi piace prenderli per i suoi corsi o per leggere gli articoli nella loro Home, ma scucirli è un pridigio che li spaventa. I richiedenti che supereranno le prove concordate con il C.I.C.A.P. potranno concorrere per il premio messo in palio dalla JREF. Un eventuale risultato positivo ottenuto con il C.I.C.A.P. non dà automaticamente diritto al premio, ma permette di accelerare le pratiche di organizzazione del test definitivo con la JREF. Avete capito bene? Superate il test, dimostrare poteri non comuni ma dovete dimostrarlo alla Lobby di Randi.

E poi nel contratto una postilla che suona minacciosa. "Invitiamo tutti i Soggetti Richiedenti a prendere consapevolezza del fatto che molti nel passato hanno vissuto situazioni imbarazzanti per ilfallimento delle loro dimostrazioni. Consigliamo vivamente a tutti i Soggetti Richiedenti di condurre in proprio rigorose prove a «doppio cieco» delle proprie abilità, prima di tentare di parteciparealle sperimentazioni per il premio di Mr. Randi. Ciò permette a tutti di risparmiare tempo e lavoro nel caso i presunti poteri fossero solo il frutto di suggestione o errore. Sottolineiamol'importanza di sperimentare in privato e di non ignorare questa precauzione."

 

Avete capito? Facciamo l'esempio di un contratto come quello che ci può capitare nel corso della nostra vita. Dobbiamo chiedere un prestito. Nel contratto immaginiamo di veder scritto. Avvertiamo il richiedente che molti hanno perso tutto, casa, mobili e automobile messa all'asta finendo in mutante. Perciòse non hai soldi da restituire stai alla larga, e non ignorare questo avvisto. Non leggete queste ultime parole come una provocazione. Il contratto che firmate con il CICAP è in tutto e per tutto una scrittura tra privati. Con una clausola degna di un film di fantozzi, palesemente messo li per far dedistere chiunque. Infatti minacciando situazioni imbarazzanti in caso di fallimento si gioca sporco. Cosa vuol dire umiliazione? Una persona tenta, potrebbe fallire per molteplici motivi. Cosa centra il dileggio pubblico o l'imbarazzo del fallimento. Semplice dimostra il preconcetto. Intollerabile per chi si dovrebbe proporre come l'esempio dell'equilibrio, che giudica solo dai fatti.

Intanto tra una giornata della sfortuna promossa con maxiraduni per esorciizzare venerdi 17, e corsi ad aspiranti scopritori di burle, Massimo Polidoro, Segretario del Comitato, è in uscita nelle librerie con un nuovo libro,i Grandi misteri della storia, riedizione di un tomo di dieci anni fa difficilmente reperibile, forse bruciato dagli ufologi nelle segrete stanze della santa inquisizione. Polidoro cura una nuova edizione, riveduta e aggiornata per Piemme.

Del resto indagare sul paranormale sarà anche bello ma poi uno deve pur mangiare. Cicap-iamo ?

 

Scrivi commento

Commenti: 36
  • #1

    ale (domenica, 26 febbraio 2012 10:45)

    Quoto dall'articolo: Invitiamo tutti i Soggetti Richiedenti a prendere consapevolezza del fatto che molti nel passato hanno vissuto situazioni imbarazzanti per il fallimento delle loro dimostrazioni.

    Non ci credo O_O ma davvero c'è scritto così ? non ci credo..

  • #2

    Silvia (domenica, 26 febbraio 2012 10:54)

    Randy è quello in foto?
    o mammasantissima !

  • #3

    Salvo88AMagnum (domenica, 26 febbraio 2012 11:55)

    Il CICAP è fatto da fior fiore di professionisti che indagano e smontano tutto GRATIS e sono scienziati seri come Piero Angela e Rita levi Montalcini e Veronesi. Il concorso non è stato vinto perchè il paranormale non esiste e quindi il premio non è stato assegnato. Semplice o no !
    Penso che questo e gli altri articoli sono un attacco ignobile al più grande entre contro le truffe che c'è in europa.

  • #4

    Kekkozalone (domenica, 26 febbraio 2012 12:08)

    Rita Levi Montalcini è iscritta a sua insaputa coma fanno con le tessere dei partiti che le intestano a vecchietti e moribondi.

  • #5

    franz (domenica, 26 febbraio 2012 12:50)

    Iniziative inutili in ogni caso.

  • #6

    Lorenzo (domenica, 26 febbraio 2012 12:57)

    Beh dai...La Sig.ra Montalcini lo saprà di essere senatrice a vita, oppure anche li qualcuno ha deciso al posto suo, anche in considerazione della sua veneranda età ?
    Il CICAP perde credibilità quando ammette una certa tolleranza nei suoi esperimenti sul paranormale: Il rigore scientifico non ammette approssimazioni, così il risultato deve essere 20 tentativi riusciti su 20 e così via.
    Il semplice fatto di ammettere l'errore è solo perchè il trucco è affetto da errore umano e loro lo sanno bene quanto lo sa il mistificatore messo sotto esame.

  • #7

    frames (domenica, 26 febbraio 2012 13:41)

    ricordo ancora quella vecchia dimostrazione promossa da Randy (e dove intervenne come ospite Uri Geller ma senza partecipare) dove tutti i sensitivi,astrologhi medium etc fecero tutti una bruttissima figura e nessuno si aggiudicò niente.Non si puo produrre un fenomeno "a comando" e purtroppo il nostro metodo scientifico esige una ripetibilità del fenomeno.Ricordo una frase medianica che diceva .."alle cose chieste per gioco si risponde per gioco.." in questo caso il gioco è l'analisi sperimentale che obbliga l'universo ad intervenire per dimostrare una regola umana

  • #8

    Spy (domenica, 26 febbraio 2012 13:44)

    Vorrei avere poteri paranormali per introdurmi nella dichiarazione dei redditi di polidoro...

  • #9

    All'autore dell'articolo (domenica, 26 febbraio 2012 14:05)

    Si scrive "c'entra" non "centra"

  • #10

    Dan (domenica, 26 febbraio 2012 14:41)

    il cicap è una fogna che prende il 5per1000 che serve solo a ingrassare le tasche del comitato. E poi non capisco come fanno a promettere un milione di euro se non hanno questi soldi in cassa?

  • #11

    Lorenzo (domenica, 26 febbraio 2012 16:19)

    @frames
    Come sarebbe a dire "Non si puo produrre un fenomeno "a comando"?
    E' proprio a comando che certa gente pensa di riprodurre il fenomeno, altrimenti non avrebbe senso il rigore scientifico utile a smascherare certi mistificatori.

  • #12

    Marcy (domenica, 26 febbraio 2012 17:03)

    Ho la fortuna di avere un amico che riesce a spostare piccoli oggetti solo con la forza del pensiero, orbene, non sempre tale esercizio gli riesce. Non so se classificarlo paranormale o altro, ma e' per rafforzare la tesi che tali sperimentazioni non danno sempre esito positivo.

  • #13

    MaxMas (domenica, 26 febbraio 2012 17:44)

    @Marcy
    ....mi dispiace ma qua se non vediamo prove ci crediamo ben poco...

  • #14

    frames (domenica, 26 febbraio 2012 17:47)

    la situazione bizzarra è che il fenomeno viene sempre influenzato dall'osservatore ovvero più ti aspetti il fenomeno meno probabilità ci sono di vederlo:se hai la mente altrove scorgi l'ufo ma se guardi con intenzionalità ciò non accade mai; può apparire strano ma è una regola valida

  • #15

    Delta Force (domenica, 26 febbraio 2012 18:00)

    Salvo88,Piero Angela non è uno scienziato,è un giornalista.
    Tempo fa ho letto che in Australia avrebbero offerto a Randi due milioni di dollari nel caso in cui riuscisse a dimostrare l'inesistenza del paranormale.Non risulta che Randi abbia dato alcuna risposta.

  • #16

    Lorenzo (domenica, 26 febbraio 2012 19:42)

    Non vorrei risultare pedante frames, però devi ammettere che se una persona asserisce di possedere poteri paranormali è evidente che sia in grado di darne dimostrazione.
    Questo implica necessariamente che il soggetto in questione sia in grado di dare prova delle sue capacità ogniqualvolta glielo si chieda. Indipendentemente dal numero di tentativi, il risultato ottenuto deve essere positivo in tutti i casi. Inoltre, se uno asserisce di spostare un bicchiere sul tavolo non gli si chiede certo di volare dal 5° piano, cioè non gli si chiede di dimostrare cio per cui lui non è rappresentazione vivente del potere di cui ammette di essere in possesso.

  • #17

    Marcy (domenica, 26 febbraio 2012 20:17)

    Mi piacerebbe molto farvelo conoscere, per darvene conferma.siamo in molti ad esserne testimoni, ma ripeto, se e' particolarmente stanco non gli riesce.

  • #18

    Lorenzo (domenica, 26 febbraio 2012 20:24)

    Ottima scusa...chi può dire se non lui stesso che è stanco se non gli riesce ?

  • #19

    Marcy (domenica, 26 febbraio 2012 20:32)

    Hai ragione, ma il fatto stesso che lui ci riesca e' già ' di per s'è eccezionale, non credi? Questo esercizio e' stato ripetuto piu' volte e su richiesta. Ho avuto modo di tenere in mano l' oggetto e sentire una vibrazione tra la mia mano e l' oggetto stesso e successivamente vederne lo spostamento. Ora mi dirai che era suggestione, ti garantisco che io per prima ero assolutamente scettica, ma ho dovuto necessariamente ricredermi.

  • #20

    Lorenzo (domenica, 26 febbraio 2012 20:39)

    Wow Marcy, comincio ad invidiarti.
    Metti un piccolo oggetto sul tavolo che hai ben controllato e disegna una linea che identifichi il limite di spostamento.
    Ricorda che l'oggetto deve poggiare bene sul tavolo, non rotolare.
    Chiudi tutte le finestre e la porta della stanza.
    Quando il tuo conoscente avrà spostato l'oggetto col pensiero, metti lo stesso oggetto sul tavolo nella posizione di partenza e fai sedere il tuo conoscente in un'altra stanza distante da quella in cui si trova l'oggetto; siediti insieme a lui in modo che nella stanza non ci sia nessuno.
    Se le sue onde cerebrali si concentrano sull oggetto è chiaro che non ha influenza ne la distanza dall'oggetto ne la stanza in cui esso si trova.
    Fagli dire "basta" quando l'oggetto ha raggiunto la linea di demarcazione.
    Ripeti il test per tre volte. Se per tre volte è positivo, allora è paranormale.

  • #21

    Lorenzo (domenica, 26 febbraio 2012 20:42)

    Una cosa importante Marcy: NON preparare la stanza assieme a lui.
    Chiamalo quando sarai pronta e prepara il tutto nel più schietto scetticismo.

  • #22

    Marcy (domenica, 26 febbraio 2012 20:45)

    Be', riesce a spostarlo anche se appoggiato sul tavolo e per piu' di tre volte.

  • #23

    Lorenzo (domenica, 26 febbraio 2012 20:47)

    Bene, allora per almeno tre volte non è stanco.
    Rileggi bene il test.

  • #24

    Marcy (domenica, 26 febbraio 2012 20:52)

    Lorenzo, sono sicura che non ci sono trucchi, anche se non mi spiego come faccia, so solo che e' particolarmente faticoso, se ripete a lungo l'esercizio e' evidente la stanchezza. Esercita quotidianamente meditazione, quindi ha una grande capacita' di concentrazione, in assenza di questa non riesce, ma lui stesso non riesce a spiegarselo. Non Sto arrivando! Quale parte della zona cerebrale viene attuato. Gli riesce e basta. Comunque vedrò di seguire i tuoi suggerimenti.

  • #25

    Marcy (domenica, 26 febbraio 2012 20:56)

    "non sto arrivando" non c'entra un fico secco, l'ha scritto iPad !

  • #26

    Lorenzo (domenica, 26 febbraio 2012 20:57)

    Si, ne sono convinto.
    Pensa che con il secondo test tu avresti dovuto stare nella stanza da sola e lui all'esterno dell'edificio...

  • #27

    Marcy (domenica, 26 febbraio 2012 21:11)

    Rileggendo il tuo post precedente devo dedurne che non e' il pensiero a spostare l oggetto, ma le onde cerebrali, giusto?

  • #28

    Lorenzo (domenica, 26 febbraio 2012 21:29)

    Dobbiamo prima metterci d'accordo su come si identifichi il pensiero all'interno del cervello prima che questo si materializzi in azioni, non credi ?

  • #29

    Marcy (domenica, 26 febbraio 2012 21:53)

    Questo proprio non lo so, ti dico solo che riesce a spostare l oggetto a seconda della direzione desiderata

  • #30

    Lorenzo (domenica, 26 febbraio 2012 21:59)

    e riesce anche a sollevarlo dal tavolo ?
    Marcy...dipende solo da te porti dubbi su quel che sai di quest'uomo e diepnde solo da te e dalla sua buona fede accettare di mettersi sotto osservazione.
    Marcy...io penso solo a digitare i tasti, non li pigio. Ora on stanco e ne prdo alcni pr strda.
    Buona notte

  • #31

    Eone Nero (domenica, 26 febbraio 2012 23:33)

    @Delta Force ti riferisci alla sfida del dottor Victor Zammit, avvocato australiano che ha messo in palio 1 milione di dollari sfidando Randi e tutti gli scettici del mondo, sul spiano dello spiritismo e della medianità.

    Il suo sito, ed il libro gratuito

    http://www.victorzammit.com/

    Un Avvocato Presenta il Caso dell'Aldilà
    Prove Oggettive Inconfutabili

    http://www.victorzammit.com/book/italian/

  • #32

    Yrouel (lunedì, 27 febbraio 2012 00:00)

    Il CICAP deve un milione di euro al celebre rabdomante Maurzio Armanetti ma chissà perchè continuano a fuggire!

  • #33

    Eone Nero (lunedì, 27 febbraio 2012 08:50)

    Le controversie tra CICAP e Armanetti.

    http://www.armanettimaurizio.net/news_leggi.php?id=17

    http://www.cicap.org/new/articolo.php?id=100060


  • #34

    Ivan (lunedì, 27 febbraio 2012 08:51)

    @Delta Force

    L'onere della prova non sta in chi dice che una cosa non esiste.
    Io dico che esistono ciclopi volanti e con la testa di pollo: ti do 1 milione di euro se mi provi che non esistono.
    Non puoi farlo,questo per caso rende più vera la mia ipotesi?Non credo..

  • #35

    Delta Force (lunedì, 27 febbraio 2012 12:34)

    Si Eone,mi riferivo proprio a lui.
    Ivan,è ovvio che è come dici tu,però,stai per caso affermando che sarebbe impossibile dimostrare l'inesistenza dei ciclopi volanti(o degli elefanti rosa volanti,o di altri esseri leggendari)?

  • #36

    Lorenzo (lunedì, 27 febbraio 2012 17:01)

    Infatti.
    Tra il dire che esistono, il dire solo che li hai visti ed il dire che li hai visti quindi esistono c'è una bella differnza.
    Se dici che esitono, lo dici e basta.
    Se dici che li hai visti, è perchè avevano consistenza
    Se dici che li hai visti e quindi che esistono, allora hai anche verificato la loro presenza. In quest'ultimo caso, si approfondisce a cominciare con un be fornire dati, prego.