GJ 667Cc, pianeta simile alla Terra che potrebbe ospitare la vita

Scoperto il pianeta che al momento è ''il miglior candidato'' per ospitare la vita. Grande quasi cinque volte la Terra e distante 22 anni luce, si chiama GJ 667Cc e ruota attorno ad una stella 'leggera', ossia con una bassa concentrazione di elementi pesanti al punto che si riteneva non potesse avere neppure un sistema planetario. Lo studio, pubblicato su Astrophysical Journal Letters, è condotto dalla Carnegie Institution di Washington. Il nuovo pianeta ha una massa di 4,5 volte quella della Terra ed il suo un anno, ossia il periodo orbitale,è di appena 28 giorni. Nonostante il pianeta riceva dalla sua stella solo il 90% della luce che raggiunge la Terra, è colpito in particolare da radiazioni infrarosse con una percentuale più alta, fatto questo che permette di mantenere in superficie una temperatura simile a quella della Terra e forse acqua allo stato liquido. Queste caratteristiche non permettono di affermare che sulla superficie di GJ 667Cc possa esistere la vita ma, come ha detto Guillem Anglada-Escudè, uno dei responsabili dello studio, ''si tratta del miglior candidato conosciuto che possa ospitarla''.

GJ 667Cc orbita attorno a GJ 667C una stella nana rossa (la tipologia di stelle piu' diffuse dell'universo, piccole e relativamente fredde) che fa parte di un sistema con altre due stelle. Poiche' questo sistema triplo e' caratterizzato dalla scarsa presenza di elementi pesanti, prodotti da precedenti cicli di fusione di stelle piu' antiche, i ricercatori ritenevano impossibile la presenza di pianeti.

Rappresentazione artistica del Pianeta GJ 667Cc (fonte: Guillem Anglada-Escudé)
Rappresentazione artistica del Pianeta GJ 667Cc (fonte: Guillem Anglada-Escudé)

Scoprire GJ 667Cc e' stato possibile grazie a un nuovo metodo di analisi applicato a dati gia' resi pubblici dall'Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) e di misure raccolte grazie agli spettrografi Hires (High Resolution Echelle Spectrograph) e Carnegie Planet Finder Spectrograph, installati rispettivamente all'osservatorio Keck, alle Hawaii, e sul telescopio Magellan II, in Cile.

Scrivi commento

Commenti: 13
  • #1

    P. (venerdì, 03 febbraio 2012 12:27)

    Chi sà magari anche dal pianeta GJ 667Cc diranno la stessa cosa del nostro pianeta e lo chiameranno ccdret427832jmstenbzp.

  • #2

    shaktar (venerdì, 03 febbraio 2012 14:43)

    ormai i potenziali pianeti dove potrebbe esserci vita stanno uscendo allo scoperto uno dopo l'altro. Chissà, tra qualche anno forse avremo la prova definitiva che su uno di questi pianeti ci sia effettivamente una forma di vita intelligente

  • #3

    inox (venerdì, 03 febbraio 2012 15:08)

    ormai il mondo scientifico si è reso conto che l'esistenza di vita extraterrestre è una certezza, l'incognita semmai è dove cercarla e soprattutto cosa cercare

  • #4

    Max (venerdì, 03 febbraio 2012 16:27)

    solo nella nostra galassia, in base alle probabilità, hanno stimato 100Miliardi di pianeti abitabili, fra cui 67 miolioni con possibili razze simili alla nostra. Sono stime approssimative, ma fanno riflettere. Sarebbe un gran spreco di spazio se fossimo gli unici nell universo... e neppure tanto civili

  • #5

    Silvia (venerdì, 03 febbraio 2012 16:35)

    questa volta non è neanche tanto lontano

  • #6

    punny72 (venerdì, 03 febbraio 2012)

    @ P. il tuo commento è uno dei più belli che abbbia mai visto, veramente. tanto semplice quanto vero. ciao ;-)

  • #7

    lorenzov (venerdì, 03 febbraio 2012 19:27)

    Ciao a Tutti.
    Le ipotesi e le illazioni sono senza limite come lo e' il pensiero.
    Abbiamo bisogno di prove certe e se queste dimostreranno che vi e' vita paraumana anche a solo un anno luce da noi non potremo fisicamente avere un contatto.
    Almeno finche' la tecnica non ci permettera' di viaggiare alla utopica velocita' della luce.
    Oppure saranno gli abitanti di Gj667Cc a contattarci?
    Sono fermamente convinto che la vita ci sia in qualche parte dell' universo ma mi chiedo perche', se si, essa sia incommesurabilmente lontana.
    Buona serata e buona notte.

  • #8

    Giacomo D. (venerdì, 03 febbraio 2012 19:41)

    A me questo cose piacciono un sacco. Ho 15 anni e a scuola ci fanno studiare tante cose inutile eppure ci sono materie che secondo me dovrebbero mettere tipo astronomia aliena XD !
    Dico sul serio basta studiare solo il sistema solare e cose di 20 anni fa. Dovrebbero parlare delle spedizion di keplero, degli extraterrestri e di come sono fatti e cose del genere. Invece ancora tutte cose pallose dati da imparare a memoria !

  • #9

    Lau (venerdì, 03 febbraio 2012 20:15)

    @Giacomo
    Continua a sognare !! ehehe

  • #10

    Luca (sabato, 04 febbraio 2012 15:09)

    @Lorenzov
    Sono convinto che la "tecnica di viaggio" interstellare che ci permetterà di visitare mondi lontani,sarà basata su qualcosa di ben diverso dalla velocità lineare. Ad oggi, la nostra scienza è ancora troppo giovane. Non dimentichiamoci che siamo una civiltà agli albori della sua storia tecnologica.

  • #11

    Viking (sabato, 04 febbraio 2012 15:40)

    Molto lontano nella galassia esisterà un altro mondo dove gli alieni di li guarderanno la Terra e diranno: c'è acqua liquida e forse la vita !!

  • #12

    Luca (domenica, 05 febbraio 2012 03:17)

    Bella,Viking ;)

  • #13

    Massimo (giovedì, 18 aprile 2013 21:33)

    Scusate se lo dico ma... vorrei capire meglio cosa rappresenti la vita "ExtraTerrestre" per voi.
    Ok... sono stati trovati Pianeti che "assomigliano" alla terra ma ancora non capisco:
    1) Extraterrestre: si intende quegli esseri (molecole, microorganismi, esseri, etc.) ce vivono in un pianete fuori (Extra) dalla Terra;
    2) Extraterrestre: si intende quegli esseri (vedi sopra) che vivono in un modo completamente differente da quello Terrestre!
    Se la risposta è la prima, leggete il seguito… ma se è la seconda, allora bisogna finirla nell’esporre la frase “Potrebbe ospitare Vita” (che NON appartenga alla nostra).
    Ok, NOI viviamo… ma nel NOSTRO pianeta, vi sono miliardi di esseri ancora sconosciuti e che vivono ad alte temperature, alte pressioni, etc.… insomma, dove nessun essere umano potrebbe vivere!
    E gli stessi animali? E i batteri? Come li definireste? Umani?
    Certo che si! Sono del NOSTRO pianeta..
    Per me, ExtraTerrestre, si intende una forma di vita che NON ha NULLA a che fare con il NOSTRO pianeta!.
    Dice bene Guillem Anglada se si riferisse ad un Pianeta dove NOI potremmo vivere:
    ''si tratta del miglior candidato conosciuto che possa ospitarla''… Si, la Vita UMANA, quella TERRESTRE… Quella CHE NOI CONOSCIAMO!!!
    Insomma, basta con il dire: “Quel pianeta ha ossigeno… quel Pianeta ha acqua… quel Pianeta è simile alla Terra”… tutte queste frasi sembrano significare “Quel Pianeta potrebbe ospitarci e salvarci!!!” … ma da chi? E poi rovineremmo anche quello (e, sicuramente, NON saremo noi poveri cittadini ma SOLO i potenti… fra cui qualcuno di quelli che hanno fatto i danni al nostro) .
    Tutti i Pianeti dell’Universo potrebbero contenere forme di Vita (non esseri uguali a noi)… perché “Avendo una ragione, vorremmo convincerci di essere padroni delle scoperte, mentre siamo solo i loro figli”.

    Massimo Leone
    Roma