Tribunale di Berlino ordina al parlamento tedesco: aprite i file ufo

Aprite i files segreti. E' questo in sostanza quello che il tribunale amministrativo di Berlino, rifacendosi alla giurisprudenza consolidata sul Freedom of Information Act, ha intimato al Bundestag, il parlamento tedesco. In particolare la sentenza è rivolta al "Servizio di Ricerca Scientifica del parlamento" su richiesta dei delegati che hanno presentato l'istanza. Il parlamento tedesco ha già impugnato la decisione - e sta cercando di bloccare tutti i tentativi di veder pubblicati i file Ufo. Ma il tribunale di Berlino non fa sconti, e ricorda che la decisione è immediatamente esecutiva. Viene da chiedersi perchè la Germania sia tanto spaventata dalla possibilità di rendere leggibili i suoi faldoni storici, forse la memoria va agli esperimenti nazisti sui velivoli non convenzionali, o forse c'è dell'altro.

Come andrà a finire?

"Il diritto di accesso alle informazioni ufficiali, in regime di Freedon of Information Act si applica anche agli studi e le relazioni del 'Servizio di Ricerca Scientifica del Bundestag" ha spiegato il Tribunale Amministrativo di Berlino rendendo pubblica la sua decisione del 1 ° dicembre 2011.

Il Bundestag aveva negato l'accesso alle carte facendo riferimento alla pretesa che i documenti ed i risultati del "Servizio Ricerca Scientifica del Bundestag" sono parte del lavoro del parlamento, e come tali dovrebbero essere esclusi dalle richieste riferendosi al Freedom of Information Act.


Nel suo comunicato stampa il Tribunale amministrativo ha spiegato inoltre, che i giudici hanno dichiarato inamissibile il reclamo del Bundestag che voleva il ripristino della segretezza dei dati.


Gli osservatori ipotizzano che la persistenza con cui il Bundestag ha negato e ancora tenta di negare l'esistenza di archivi, o addirittura la pubblicazione, non riguarda tanto il tema trattato (in questo caso Ufo e vita extraterrestre), ma in generale il modo con cui rapportarti al  Freedom of Information Act in relazione al Servizio di Ricerca Scientifica in generale e per il futuro. Ma c'è chi crede che questa sia solo una posizione di facciata a e sotto ci sia dell'altro, per esempio i corposi faldoni sulle commissioni naziste, e sui prototipi dei dischi volanti fatti costruire del regime teutonico dell'epoca.

 

Celebre fake di Hitler con un grigio
Celebre fake di Hitler con un grigio

Esulta comunque il movimento Disclosure Exopolitic Tedesco, che sta perseguendo da tempo il rilascio di conoscenze riferite ai segreti tenuti governi militari e dai servizi segreti. In un'intervista con la rivista tedesca on-line sul paranormale  "Grenzwissenschaft-Aktuell" (grewi.de), Robert Fleischer, che è il coordinatore del "Exopolitic Germania", ha commentato la decisione della Corte come segue:


"La decisione rappresenta un primo passo nella direzione di una vera libertà di informazione - anche in Germania. Sono ottimista sul fatto che le seguenti decisioni si confermerrano anche in futuro. Prima o poi anche il governo tedesco dovrà dire la verità circa la sua conoscenza degli Ufo. Altri 19 paesi lo hanno già fatto. Un tale passo sarebbe anche importante evitare inutili speculazioni e teorie del complotto su questa questione ".

Scrivi commento

Commenti: 15
  • #1

    lorenzov (lunedì, 05 dicembre 2011 11:44)

    Ciao a Tutti.
    Spero che la notizia sia vera.
    Probabilmente l' apertura dei faldoni riguardera' soltanto gli studi effettuati dagli scienziati per aerei dalle caratteristiche particolari e, per l'epoca, assolutamente avveniristiche.
    La propulsione a getto a flusso assiale ha rivoluzionato il modo di volare e purtroppo anche la guerra aerea ma la ricaduta nel mondo civile e' innegabilmente positiva.
    Quanto sopra tanto per fare un esempio.
    I fratelli Horten, il prof. Lippisch, il conosciutissimo Von Braun hanno dato il loro grande contributo.
    Cosa rimane quandi da "scoprire", da divulgare?
    Soltanto segretissimi studi che allora non trovarono applicazione e che sono rimasti in qualche archivio non distrutto dai bombardamenti o non depredato da Americani, Inglesi, Russi.
    L'altra possibilita' e' che forse si tratti veramente di documenti riguardanti testimonianze sul "mondo" extraterrestre e quindi..... se son rose fioriranno.

  • #2

    Luc (lunedì, 05 dicembre 2011 11:51)

    Gli HANEBU(cosi si chiamavano i prototipi di disco volante nazisti)sono solo una leggenda,non si è mai avuta prova della loro effettiva fabbricazione,esistono solo disegni e vaghe idee! girano anche immagini con il simbolo della svastica su degli UFO,ma sono chiaramente fake! lo stesso vale x la Neuschwabenland,la fantomatica base tedesca sita nell'Antartide dove si dice ci siano ancora scienziati nazisti che progettano Ufo! e cmq non penso la Germania aprira mai i suoi archivi segreti,anche di fronte alla decisione di un tribunale,siamo alle solite!

  • #3

    Jack (lunedì, 05 dicembre 2011 12:04)

    Interessante a priscindere. Sia se strizzano le chiappe per eventuali conoscenze in tematica UFO, sia che le strizzino per progetti che non vogliono vengano divulgati. Gnam gnam, aspettiamo e vediamo :Q__.

  • #4

    Eone Nero (lunedì, 05 dicembre 2011 13:43)

    Infatti Luc, a creare il mito fu Willy Ley con un suo racconto sensazionalistico su con il suo racconto su Astounding Science-Fiction nel 1947, e poi gli altri ci ricamarono abbondantemente sopra.

    http://ufoonline.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?c=58363&f=58363&idd=9885753

    A proposito del mito delle basi antartiche

    http://ufoonline.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?c=58363&f=58363&idd=9938500

    E da Wikiufo il resto

    http://it.wikiufo.org/index.php?title=UFO_Nazisti

    Concordo che difficilmente la Germania aprirà gli archivi, forse ci sono troppi scheletri negli armadi di ordine militare per quanto riguarda la seconda guerra, e non solo per i misfatti tedeschi.



  • #5

    Delta Force (lunedì, 05 dicembre 2011 15:37)

    è interessante ricordare come nel'47,non appena si iniziò a parlare di dischi volanti,spuntò fuori dal nulla una folta schiera di personaggi che si attribuì la paternità dei dischi o la attribuì a misteriosi scienziati nazisti fuggiti chi negli USA,chi in Russia,chi in Antartide.

  • #6

    sirio (lunedì, 05 dicembre 2011 16:28)

    se volevano farci del male non pensate che lo avrebbero già fatto.....secondo me fanno più male gli umani agli umani che alieni contro umani ...poi ognuno la pensi come vuole

  • #7

    anna (lunedì, 05 dicembre 2011 17:39)

    c'è un messaggio inquietante da un ex impiegato dell'area 51 ,il quale parlava con art bel......c'è da crederci mah....

  • #8

    Eone Nero (lunedì, 05 dicembre 2011 18:09)

    Delta Force quel dal nulla si chiamava Willy Ley.

    logicamente si aveva interesse a tenere il mito che Hitler fosse vivo, questo faceva comodo a Stalin e all'America.

    Ci fu un'incessante lavoro letterario dietro che servì a tenere il mito acceso a guadagnare e a far sì che il nazionalsocialismo non morisse come mito.

    A tal proposito consiglio la lettura dell'enciclopedica e documentatissima opera The Black Sun di Nicholas Goodrick Clarke.

    ma anche il portale Wiki Ufo offre ampia documentazione come da link riportato.

  • #9

    XXX (lunedì, 05 dicembre 2011 18:13)

    @Anna parli di questo? http://www.youtube.com/watch?v=i1GTGhLFUQI

  • #10

    lorenzov (lunedì, 05 dicembre 2011 18:19)

    Ciao Nipoti.
    Anche se non saluto se non con ciao a Tutti sono sempre lo zio.
    Mi rivolgo in particolare a Eone: sei un Grande del web.
    Purtroppo, come sara', non sapremo mai la verita' finche' non ci sara' la volonta' di calare il sipario.
    Mi aspettavo un intervento del nipote Insider che notoriamente supporta la discussione con piena cognizione di causa e volonta' di illuminare le ombre per quel che puo' essere in suo potere e in tutta serenita' e colgo l'occasione per ringraziarLo.
    Rimanendo nel tema specifico mi sento di essere piuttosto pessimista: probabilmente si gonfiera' una bolla di sapone, bella, misteriosa, colorata dall' arcobaleno ma dissolventesi in un alito di vento.
    A proposito del commento di Anna ricordo la testimonianza riportata lustri fa ma mi permetto di portare la Vostra memoria sulla tragedia di Ustica: il silenzio, i depistaggi, i segreti e sopratutto il tempo che scorre calano un velo giustificato dalla ragion di stato, quella stessa che, se me lo consentite, ci tartassera' nell'immediato futuro.
    Galeotto fu il libro e chi lo scrisse e da quel di' piu' non leggemmo avante.
    Quant'e' bella giovinezza che si fugge tutta via chi vuol esser lieto sia di doman non v'e' certezza.
    Quale domani ci aspetta, o meglio, ci spetta?
    Buona serata Nipotoni: sento la mancanza di Kosline ma quella di Shepard mi da fiducia per l'avvenire.
    Ciao a Tutti e alle nipotine Shepard un sentitissimo sursum corda.

  • #11

    lorenzov (lunedì, 05 dicembre 2011 18:27)

    Scusate.. ho una cosiderazione da postare:
    Com' e' che un tribunale (paralleliamo con la nostra corte costituzionale) ha influenza su un governo o parlamento che dir si voglia?
    Forse il contrario ha ragion d'essere solo nello stivale nostro, acciaccato e con le suole bucate?
    Speriamo che in Teutonia slaccino i nodi.
    E' una provocazione per Te amico Sconfortato!

  • #12

    sconfortato (lunedì, 05 dicembre 2011 22:41)

    E io la raccolgo.
    Ritengo di essere quasi tuo coetaneo anch'io ho vissuto il 68 e dopo una vita mi ritrovo a lottare per avere una morte decente, non da barbone, sia chiaro che stimo chiunque vive e chiunque muore, anzi sono convinto che il barbone avendo vissuto miserie sia piu' meritevole nell'aldila'.
    Quale aldila? quello delle tombe sontuose, riservate a famiglie facoltose che possono permettersi l'acquisto di suolo cimiteriale ed edificare posti-letto ricoperti da marmi pregiati? andate a farvi un giro in luogo "sacro" e guardate il terreno ove nemmeno un fiore e' posto a testimonianza di ricordo.
    Entro le cinta troverete la discrepanza fra la nobilta', la ricchezza, la poverta'!
    La morte e' una e le tombe, come il Foscolo ben disse, servono ai vivi e non ai morti.
    Anche nella morte vi e' "business"..... CHE SCHIFO.
    Quanto sopra, come direbbe lorenzov e non mi sento di giudicare il suo pensiero in quanto si e' sempre presentato con tatto e gentilezza, costituisce prodomo a quanto sto per dire:
    la provocazione amico lorenzov non e' insulto alla persona bensi', intesa come tu la intendi, e' invito al dialogo, allo scambio di idee (prendo spunto da molti tuoi interventi,) e se la calunnia e' un venticello che si innalza lieve lieve (Rigoletto) la provocazione e' stimolo che si insinua nel pensiero e lo eccita, lo sprona.
    Aspettimo notizie che ci possano avvicinare ai misteri ufologici, aspettiamo notizie che alzino sipari su palcoscenici ancora avvolti nell'ombra, aspettiamo... aspettiamo...
    Non ho altro da dire ma porca vacca lorenzov mi hai preso.. chi cazzo sei??

  • #13

    serena (martedì, 06 dicembre 2011 05:34)

    mah......non li apriranno mai.....anche se gli cade un ufo in testa...non li apriranno mai!

  • #14

    anna (martedì, 06 dicembre 2011 11:51)

    xxxpenso di si questa persona il nome non l'ha detto ha solo voluto avvertire la gente perchè doveva nascondersi ...lo stavano cercando

  • #15

    rita (martedì, 06 dicembre 2011 16:22)

    qualcuno di voi per caso abita vicino a milano ....2 giorni fà ho visto una sfera o cosa era non lo sò ha fatto come un arco nel cielo e poi è sparita ....qualcuno sà qualcosa ...