Hawking torna a mettere paura: colonizziamo lo spazio o moriremo

Stephen Hawking è un genio imprigionato in un corpo che non risponde ai comandi, ma il suo cervello è lucido e continua a lanciare saggi messaggi per il futuro dell'umanità. Il suo ultimo appello lo lancia a The Canadian Press, in vista del debutto del programma televisivo anglo canadese “Brave New World With Stephen Hawking. Bisogna sbrigarsi a colonizzare lo spazio, dice lo scienziato, perchè dopo aver prosciugato di risorse la Terra presto rimarremo senza cibo, acqua e risorse energetiche, insomma la catastrofe incombe. In tutto questo Hawking omette però di dire con quali risorse dovremmo colonizzare lo spazio, visto che quelle disponibili qui vanno esaurendosi, e non dice nemmeno se allargare le zone abitabili disponibili potrebbe invertire la rotta dell'autodistruzione.

Dice il celebre scienziato: Stiamo entrando in un periodo sempre più pericoloso della nostra storia, la popolazione e l’uso delle risorse finite offerte dal pianeta Terra stanno crescendo esponenzialmente insieme alla nostra abilità tecnica di modificare l’ambiente, nel bene o nel male. Ma il nostro codice genetico contiene l’egoismo e gli istinti aggressivi che furono vantaggiosi per la sopravvivenza nel passato; adesso l’unica possibilità di sopravvivenza consiste nel non rimanere abbarbicati alla Terra, ed espandersi invece nello spazio.

A tutto questo ragionamento mancano evidentemente i pilastri dei mezzi necessari per raggiungere l'impresa. Resta da capire come una specie che non è neanche in grado di rimettere piede sulla Luna, possa fare sua una porzione di spazio, (anche relativamente piccola per i rapporti dell'universo) , come i pianeti rocciosi del sistema solare. Probabilmente la strada pensata da Hawking è un auspicio, un modo di pensare, più che un vero ragionamento con basi solide per essere realizzato. In fondo lui è pagato per  pensare, ad agire ci dovranno pensare gli altri.

Scrivi commento

Commenti: 27
  • #1

    Diego (mercoledì, 23 novembre 2011 09:53)

    Ma per quale motivo non riusciamo più ad andare sulla luna ???

  • #2

    Alek (mercoledì, 23 novembre 2011 10:04)

    Sapessi Diego..tanti motivi,fatti un giro x il web,possibilmente su siti attendibili,metti insieme i pezzi e un idea te la farai...

  • #3

    Diego (mercoledì, 23 novembre 2011 10:13)

    Mi puoi dare qualche bel sito ?

  • #4

    RunAtOnce (mercoledì, 23 novembre 2011 13:38)

    Sono contento che finalmente qualcuno famoso ha centrato il problema, sono anni che lo dico, la ns economia si basa sui fondamenti del colonialismo, se vogliamo continuare a campare non ci sono altre scelte.
    Così diciamo tutti!

  • #5

    Miki (mercoledì, 23 novembre 2011 14:03)

    Non ci vuole un' affermazione del più grande scienziato della terra per capire che prima o poi su questo pianeta le risorse naturali si esauriranno... E poi, tutto nasce e tutto muore, e anche noi prima o poi ci estingueremo!

  • #6

    sossio (mercoledì, 23 novembre 2011 15:09)

    si parla sempre di concetti astratti.....l' idea nn è sbagliata ma i tempi e i modi rimangono comunque molto...TROPPO difficili da realizzare...

  • #7

    Luc (mercoledì, 23 novembre 2011 15:16)

    Direi concetti impossibili almeno x adesso e nei prox 30 anni minimo! poi colonizzare cosa? la Luna? Marte? mah la vedo davvero un utopia! e cmq è probabile che non interessi la generazione di adesso,ma ahimè quelle future! ammesso che ci si arrivi..

  • #8

    IRONMAN (mercoledì, 23 novembre 2011 19:09)

    Stephen Hawking in pratica ci ha detto che dobbiamo sbigarci al più presto a trovare un pianeta simile al nostro penso.
    In modo da poi arrivarci(non sò come forse con l'ibernazione)a viverci sopra in futuro..e mi sà che non si sbaglia..

  • #9

    Jack (mercoledì, 23 novembre 2011 19:17)

    L'ibernazione allo stato attuale vale 0, non si conosce un modo per risvegliare i ghiaccioli. Ma ci sono altre strade IRONMAN che alcuni stanno percorrendo per permettere all'uomo di vivere più a lungo ed affrontare quindi anche viaggi molto più lunghi.

  • #10

    IRONMAN (mercoledì, 23 novembre 2011 20:13)

    Tipo Jack non sono al corrente di questo se risp. grazie.

  • #11

    Oliver (giovedì, 24 novembre 2011 10:58)

    Stephen Hawking ha assolutamente ragione, però per ora non siamo ancora in grado di raggiungere un obiettivo simile. Non riusciamo ad andare con un piede sulla Luna, figuriamoci colonizzare un intero pianeta.
    L'idea è buona, ma a metterla in pratica, mi sa che dobbiamo aspettare un bel po' di tempo.

  • #12

    Receptionist (giovedì, 24 novembre 2011 12:13)

    Ma se si mettesse in pratica il controllo delle nascite , insieme con energie piu' pulite, non potremmo campare ancora qui?
    O ci stanno sfrattando?

  • #13

    sirio (giovedì, 24 novembre 2011 16:16)

    oltre a tutto ciò che sta accadendo al nostro pianeta ne dobbiamo rovinarne un'altro ....il potere ....più ne hai più ne vogliamo

  • #14

    Julian (giovedì, 24 novembre 2011 16:38)

    sarà pure un genio ma....a Hawking sveglia!! Qui sulla terra ci sono risorse per tutti...basta solo gestirle bene!
    Sarà la fine se continueremo a lasciare il potere ai pochi....ditemi se è giusto coltivare la maggior parte dei terreni per dare da mangiare alle mucche di McDonald....e questa è solo una delle tante problematiche..
    Siamo seri su....

  • #15

    Ribelle (giovedì, 24 novembre 2011 17:08)

    ormai non si può prendere sul serio un uomo che non ragiona più..è completamente andato si contraddice ogni due mesi...poi vorrei far notare che dice queste cose ogni volta che deve uscire un suo libro o una trasmissione televisiva. I SOLDI TI FANNO GOLA EH CARO HAWKINGGGGGGGGG!!!

  • #16

    sirio (giovedì, 24 novembre 2011 19:03)

    ma cosa vuole colonizzare lo spazio forse è meglio ripulire il nostro ....

  • #17

    sconfortato (giovedì, 24 novembre 2011 19:15)

    Ciao a Tutti.
    Colonizzare un altro pianeta significa assoggettarlo ai criteri di vita umani.
    E' risaputo che l'umanita' e' intrisa di contraddizioni ed evidenti spaventose sperequazioni.
    Domandatevi, cari amici, perche' esiste la poverta' e perche' esiste la vomitevole ricchezza.
    Vi sono individui che rischiano ogni giorno la morte per fame e altri che rischiano la loro esistenza perche' il loro panfilo incappa in un fortunale.
    Esistono intere comunita' preda di epidemie e singole "signore" che disquisiscono con la vicina di "lettino" sull'oppurtunita' di aumentare il tempo dell' esposizione del loro corpo alla "lampada" ma non si chiedono perche' vogliono assomigliare nel colore dell' epidermide a quelle loro simili, ad esempio, viventi (fin quando lo possone essere) alla fascia equatoriale del nostro pianeta, le quali con il costo di una seduta potrebbero sfamare i figli per qualche giorno.
    Si parla di colonizzare pianeti ma come, a quali costi, e chi potrebbe averne vantaggio?
    Le lobbies?
    I ricconi che hanno gia' prenotato un fine-settimana nello spazio?
    Le contraddizioni mostruose del vivere terrestre e' meglio sotterrarle nel magma infernale che e' presente al centro dello stesso nostro pianeta.
    Poi siamo preda dei governanti i quali chissa' per quale motivo divulgano proclami a vanvera, spaventano le masse, influenzano l' economia, impoveriscono invece di arricchire coloro i quali da loro si aspettano giustizia, ma a quale scopo?
    Per il potere?
    L'hanno gia'!
    Per la ricchezza?
    L'hanno gia'!
    Per preparare un futuro di benessere?
    Per chi?
    Forse per altri potenti che sono in lizza per prenderne il posto per governare le masse ma perche'?
    Per il potere?
    Lo avranno!
    Per la ricchezza?
    L'hanno gia'!
    Per preparare un futuro di benessere?
    Per chi?
    Per altri loro simili che addiveranno?
    E gli altri?
    Quaranta anni fa un nostro italico governo appose accise sui carburanti per fornire aiuto umanitario all' India: dopo poco tempo si seppe che che quella nazione collaudo' la sua prima bomba atomica.
    Anche il Pakistan puo' disporre dell' arma atomica naturalmente anti India.
    In quei territori si continua pero' a vivere nell'indigenza, e sempre piu' italiche onlus chiedono contributi sms.........
    Aveva ragione il grande Toto' che oltre a dire "e io pago" diceva anche:
    MA FATEMI IL PIACERE!!!
    Che schifo l'umanita'!
    Prendiamo esempio dal mondo animale.

  • #18

    sandor (venerdì, 25 novembre 2011 13:21)

    ma colonizzare cosa? andare dove? l'unica cosa certa e'che l'umanita' si estinguera e' lo fara' su questo pianeta . Appena appena riusciamo a trovare qualche pianeta extra solare con i piu' potenti telescopi figuriamoci trovarne uno abitabile e raggiungerlo magari alla velocita' della luce questa e' pura utopia.

  • #19

    alien (venerdì, 25 novembre 2011 14:03)

    E voi credete che eventuali alieni, extraterrestri consentirebbero che la
    razza umana vada la' fuori nel cosmo a colonizzare ed esposrtare tutte le sua magagne e minacce di guerre, conflitti e altro come ha fatto finora da
    migliaia di anni a questa parte???

  • #20

    sconfortato (sabato, 26 novembre 2011 00:05)

    Sandor e Alien siete sulla mia rotaia.
    Sicuramente avete letto quanto ho postato.
    Ribadisco quanto ho detto e il fatto che Voi suffragate la mia opinione mi conforta.
    E' strano che uno sconfortato si senta confortato: il conforto e' dato di fatto che non sono solo a vedere lo squallore del vivere odierno.
    Squallore che deriva non dalla poverta' (ce lo fanno credere) ma dalla ricchezza, dalla opulenza, dalla consapevolezza di essere esseri superiori derivante dal possesso di beni materiali che nella fossa non troveranno mai posto.
    La sperequazione impera, i miti dirigono gli sguardi ma recatevi in qualsiasi cimitero: vi siete mai domandati perche' anche nella certezza della morte chi puo' ostenta cappelle piu' costose di quelle vicine, loculi in marmo per distinguersi dalla fossa che accoglie in madre terra?
    Ricchezza e poverta'.
    Si disquisisce sulla colonizzazione di altri pianeti ma non siamo in grado di valorizzare il pianeta Terra.
    Siamo soffocati dai rifiuti di un vivere impostato sul benessere ma il significato di benessere non lo conosciamo.
    Benessere e' consumismo?
    Benessere e' infischiarcene del malessere altrui?
    Quando ci viene data notizia del malessere altrui e' verita' o e' solo sfruttamento di luogo comune per estorcere partecipazione numeraria?
    A Genova, tanto per fare un esempio, ma intendo la Liguria per i fatti catastrofici atmosferici e piu' vicino in senso temporale al nostro caro meridione e in particolare, sempre per fatti atmosferici, alla Sicilia, i volontari sono presenti ma perche' non si impiegano coloro che hanno un debito con la societa'?
    A Genova, proprio a Marassi dove il carcere trabocca di virili individui, il fango e' stato rimosso dai cittadini, dai volontari, dai ragazzi militari: perche' quei virili individui che tanto devono per i loro misfatti non sono stati obbligati a dare "una mano"?
    Aspettiamo gli alieni quali messia (perche' non esiste plurale?) o ci aspettiamo che la ricchezza, l'opulenza, l'ostentazione di benessere, guardino dall' alto le miserie dell'umanita'?
    Io ho piu' fiducia negli alieni.

  • #21

    serena (sabato, 26 novembre 2011 01:12)

    basterebbe anche fare meno figli......raga siamo in 7 miliardi!
    le nascite sono maggiori delle morti.......ci sono uomini che hanno anche 4 mogli e ogni moglie ha in media dai 5 ai 10 figli (paesi arabi)......secondo me bisogna cominciare a fare come fa la cina, una famiglia composta da una coppia uomo/donna e un unico figlio.......altrimenti qui......si finisce male! tra l'altro non capisco perchè nei paesi poveri continuino a figliare........io che sono italiana e disoccupata non mi passa neanche nell'anticamera del cervello di fare un figlio.....con cosa lo mantengo????? perchè loro non ci arrivano??? anche questo è un bel mistero!

  • #22

    Scettico (sabato, 26 novembre 2011 14:20)

    Scusa serena il problema è che i bambini non nascono tutti nelle stesse zone...in italia siamo in emergenza perchè non si fanno più figli, nella zona africana sfornano bambini a milioni..come fai a fare un controllo delle nascite...?!

  • #23

    Guido (sabato, 26 novembre 2011 16:11)

    Perdonatemi ma non sono riuscito a leggere tutti i vostri commenti...Mi sono fermato agli ILLUMINANTI commenti di Julian (#14) e Ribelle (#15).

    Onore e rispetto per il grande Hawking ma BASTAAAAAAAAAAAAAAA con le trovate pubblicitari e BASTAAAAAAAAAA con il merchandising che gli ha FOLGORATO la testa. Voi tutti aveva mai sentito parlare di FREE ENERGY??? Credete sia un utopia?? Andatevi ad informare e capire da voi che NON è COSì!!! Solo che è la morte dei nostri "governanti" e quindi è di difficile attuazione. La nostra cara Terra se vi svegliate e usate la testa ha risorse in ABBONDANZA per tutti anche quando raggiungeremo quota 12 milioni di abitanti! Basta calibrare e sfruttare bene il tutto non FARE DEL BUSINESS sulle risorse del pianeta e sulle vite delle persone!!!!!

    ENJOY YOUR FREEDOM

    .....finchè ancora lo si potrà pensare! Aprite gli occhi, E' L'ORA DI SVEGLIARSI E DI FARE UN BAGNO DI UMILTà! Poche persone che hanno tutto, miliardi di persone che fanno la fame per permettere a quelle poche persone di arricchirsi a dismisura....NON VI SEMBRA L'ORA DI INTERROMPERE TUTTO QUESTO????????

  • #24

    Guido (sabato, 26 novembre 2011 16:13)

    Scusate per le parole incomplete e per qualche lieve errore grammaticale, ho scritto il commento sull'onda dell'entusiasmo....spero che il concetto si sia capito e VI invito a farlo VOSTRO

    ENJOY YOUR FREEDOM

  • #25

    Angel (martedì, 06 dicembre 2011 09:36)

    hanno già colonizzato la luna e conoscono gia' i buchi di tarlo

  • #26

    ciao (venerdì, 31 agosto 2012 17:32)

    io penso che dobbiamo tenerci questo pianeta puntare sulle energie pulite imparare a risparmiare per il domani controllare le nascite e bisogna sopratutto che ci sia più equità perché non è possibile che un giocatore di calcio prende ogni mese milioni mentre uno che lavora in miniera riesca a mala pena a vivere le risorse ci sono ma siamo noi che non collaboriamo tra di noi sappiamo fare solo guerre rubare e ammazzarci a vicenda se continuiamo cosi diremo presto addio alla specie umana e come ha detto qualcuno bisogna prendere esempio anche dagli animali perché noi non siamo diversi da loro milioni di anni fa eravamo anche noi scimmie

  • #27

    Sammy (martedì, 29 settembre 2015 08:20)

    è stata scoperta acqua su marte. la terraformazione di marte è l'unica speranza per assicurare la continuità della nostra specie nei prossini secoli. Tecnicamente è un'impresa ostica, ma non impossibile. Bisogna provarci. Almeno provarci.