Curiosity, il rover della Nasa alla ricerca della vita su Marte

Avevamo già avvisato gli appassionati delusi dalle avventure russe per esplorare Marte, che ci sarebbe stata una nuova puntata, questa volta sponda statunitense. Ebbene, la prossima settimana uno dei progetti più ambiziosi della Nasa, vedrà la luce, con l'obbitettivo di  scoprire il misterioso passato di Marte. L’agenzia spaziale statunitense, infatti, ha annunciato di esser pronta per dare il via alla missione Mars Science Laboratori (Msl). Il lancio del razzo, con a bordo un rover ribattezzato Curiosity, è previsto per le 16:25 (ora italiana) del 25 novembre. Curiosity, un grande laboratorio mobile che spiccherà il volo a bordo del lanciatore Atlas V, è destinato a cercare le tracce di una vita passata sul misterioso Pianeta Rosso.
L'arrivo su Marte è previsto nell'agosto del 2012, e il cratere di Galle è l'area che Curiosity visiterà e analizzerà in una prima missione che durerà circa due anni. Il grande rover-laboratorio toccherà il suolo marziano nel cratere di una montagna alta 5 chilometri e verificherà se in passato quella zona avrebbe potuto accogliere forme di vita elementare, come microrganismi, e se le condizioni che avrebbero potuto favorire quelle forme di vita esistono ancora. Una verà missione alla ricerca di tracce di vita "aliena".
Si cercano tracce di una vita passata - "Il cratere di Galle - ha detto John Grotzinger, responsabile scientifico della missione e ricercatore del California Institute of Technology di Pasadena - ci offre una straordinaria opportunità di sperimentare le potenzialità di verificare le potenzialità di questo ambiente di ospitare forme di vita e di raccogliere una grande quantità di dati sull'evoluzione del pianeta. L'area del cratere sul quale lavorerà Curiosity è una pianura formata in seguito a sedimenti portati dall'acqua e proprio gli strati alla base della montana contengono argilla e solfati, due materiali che possono esistere solo in presenza di acqua".
Lungo il doppio e 5 volte più pesante dei rover marziani Spirit e Opportunity - Curiosity è equipaggiato con 10 set di strumenti che pesano complessivamente 15 volte di più rispetto agli strumenti dei due "fratelli minori". L'attesa per il lancio è tanta, ma l'emozione e la tensione saranno ancora più forti quando per Curiosity verrà il momento di posarsi su Marte. La missione è infatti considerata a rischio, principalmente a causa del peso del rover: troppo elevato per sperare che il suo impatto con il suolo possa essere addolcito con un semplice paracadute. Per rallentare la caduta, evitando così che la missione possa interrompersi ancor prima di cominciare, gli scienziati della Nasa hanno deciso di affidarsi a un piccolo razzo che, accendendosi nella fase di discesa, frenerà il rover.
Se l'ultimo nato in casa Nasa avrà anche solo la metà della fortuna e della longevità degli altri due sarà un successo. Se poi si scopre qualunque forma di vita lontana o presente sarà un trionfo. 

Scrivi commento

Commenti: 12
  • #1

    IRONMAN (domenica, 20 novembre 2011 15:36)

    Esattamente dovrebbe atterrare nel cratere Gale (speriamo), da quello che si legge il rover dovrebbe essere dotato di una tecnologia ancora più avanzata rispetto alle altre per qualto riguarda l'aggiramento degli ostacoli.
    E' stata progettata per fare in totale 6 km per tutta la missione speriamo ne faccia di più!!! Alèè!!

  • #2

    sirio (domenica, 20 novembre 2011 16:54)

    speriamo che dicano poi la verità di ciò che troveranno .....conoscendo tutte le cose che nascondono mahhhhhhh vedremo

  • #3

    ! (domenica, 20 novembre 2011 17:19)

    e tu' Sirio come fai a conoscere quello che nascondono alla Nasa ? lavori alla Nasa ? cmq potrebbero nascondere quello che vogliono non sono pagati da te' Sirio ,ma' dai contribuenti Americani loro si' magari possono parlare ,tu' da italino puoi solo dire grazie alla Nasa per quello che ti da' gratis (anche ammesso e non concesso che non sia il tutto).

    speriamo vada a buon fine anche questa missione FORZA Nasa !

  • #4

    Onniscente 600 (domenica, 20 novembre 2011 17:39)

    Al netto delle congiure di complottisti ed affini la nasa con taglio di fondi sta cmq facendo un ottimo lavoro. Io non sarei poi così sorpreso se si trovasse la prova che marte avesse ospitato qualche forma di vita magari batterica. Certo la tecnologia ha sostituito molto l'impegno per le missioni umane ma con il tempo si farà tutto

  • #5

    IRONMAN (domenica, 20 novembre 2011 18:20)

    Già sono daccordo con Onniscente 600 magari si potrebbe scoprire anche come si presentava prima che diventasse il pianeta rosso.
    Con la scoperta del ghiaccio presente nel sottosuolo e le sue enormi venature c'è già chi ipotizza che in quei punti potessero scorrere dei fiumi..vedremo..

  • #6

    I984 (domenica, 20 novembre 2011 18:26)

    Fico davvero :)
    Certo che i russi che figura barbina con la loro missione

  • #7

    sirio (domenica, 20 novembre 2011 19:11)

    ma che complottisti dico solo che non sarebbe la prima volta che ci vengono nascoste cose non fate passare la gente per quello che non sono ....iniziamo anche questo discorso con gente che non aspetta altro di bisticciare

  • #8

    AlyxVance (domenica, 20 novembre 2011 22:59)

    più che l'ennesimo robottino su Marte, occorrerebbe un sommergibile automatizzato da immergere nell'oceano di Europa, ovviamente dopo aver perforato il ghiaccio, in qualche modo (possibilmente senza sparare missili nucleari!!)

  • #9

    Shepard (lunedì, 21 novembre 2011 04:52)

    Alyx sono d'accordo con te,per ciò che concerne Europa.Ma non precludiamoci eventuali ed importanti scoperte su Marte ;)
    Ho il batticuore ogni volta che leggo notizie del genere,è come se facessimo,giorno per giorno,un piccolo passo verso la verità.Quale?Quella che cerchiamo tutti:la vita aliena.

  • #10

    sirio (lunedì, 21 novembre 2011 08:32)

    qui in italia ci sono segreti che non vogliono rivelarci ....il vaticano tiene nascosto una macchina che capta gli eventi del passato e si chiama il cronovisore ....ora mi chiedo perchè ci vieta il nostro saper del passato....troppi segreti da non scoprireeeeeeeeeeeeeee

  • #11

    RAFFAELLA (lunedì, 21 novembre 2011 08:52)

    Mi viene in mente un film d'animazione, "Planet 51", in cui un robottino come questo mandato a cercare la vita si limitava a raccogliere sassi e continuava ad ignorare gli strani abitanti del pianeta... :-))

    OT: mi scuso per l'assenza prolungata ma sto avendo qualche "problemino" personale ed ho molto meno tempo per il PC. Ciao a tutti, cercherò di fare capolino di tanto in tanto... :-))

  • #12

    IRONMAN (lunedì, 21 novembre 2011 11:53)

    Alyx hai ragione potrebbe essere una idea futura ..perchè no!
    Anche se con i se, e con i ma..non si và da nessuna parte.
    "Accontentiamoci" di questo intanto..