Gli Ufo? Opera del demonio secondo il sito Pontifex

La religione e l'ipotesi extraterrestre sono temi che si sono intrecciati molte volte negli ultimi anni, e una cauta apertura all'esistenza di forme di vita aliene è arrivata in questo periodo da ambienti vaticani. Ma questo non deve far cadere nell'errore di pensare che la pratica sopratutto cristiana sia compatibile con l'ufologia. Lo spiega bene in un articolo Don Marcello Stanzione nel sito Pontifex. Secondo il sacerdote i gruppi di denominazione cristiana, soprattutto fra i gruppi evangelici fondamentalisti, ma anche in settori del movimento carismatico considerano gli UFO pericolosi e negativi. In parecchi casi gli UFO sono equiparati ad “Agenti di Satana” o più semplicemente “Esseri satanici”. Diversi telepredicatori evangelici americani affermano che essi siano qui per distorcere la mente delle persone in modo che esse possano essere confuse al ritorno di Cristo. Ma non è tutto, l'ipotesi ufologica è secondo Stanzione perfettamente spiegabile; in conclusione i resoconti sugli UFO sono prodotti culturali e perciò i presunti studi sugli UFO si occupano, di fatto, dell’immaginazione, delle speranze, delle paure e dei desideri della gente.

Verrebbe da dire da che pulpito viene la predica, ma non vorremmo essere considerati troppo eretici.

Spiega Don Marcello:

 

"Questa visione colloca gli UFO nello stesso scenario escatologico in cui sono di norma percepiti anche dai vari gruppi ufologici, ma in questo caso il loro ruolo è negativo e distruttivo. Gli UFO non vengono a salvarci. Sia afferma che essi sono qui per renderci schiavi per conto di Satana. Secondo diversi gruppi protestanti fondamentalisti gli UFO non vengono rifiutati come superstizione o assurdità irrazionali; al contrario essi, sono interpretati secondo le categorie della mitologia cristiana, la quale prevede che Satana sta facendo qualsiasi cosa per distruggere il piano salvifico di Dio.

Assieme ai suoi demoni, egli farà il possibile, sotto qualsiasi travestimento per indebolire l’umanità. Personalmente il  sottoscritto che è un sacerdote cattolico che da molti anni diffonde la devozione cristiana ai Santi Angeli non crede assolutamente all’esistenza degli UFO. Infatti relativamente alla maggior parte dei rilevamenti di UFO , gli studiosi sono in grado di dimostrare che il 95% di essi sono completamente esplicabili (velivoli, stelle, palloni aerostatici, satelliti, ecc.) ed anche i cosiddetti rilevamenti altamente inspiegabili sono generalmente spiegabili al 90% in modo analogo."

E chiude con una chiosa: Condivido l’ipotesi demonologia circa gli UFO nel senso però che a causa del suo aspetto razionalista, materialista e scientifico, tale credenza è facilmente accettata e anche ricercata dagli increduli che invece sono scettici nei  riguardi della verità della religione cristiana e quindi essa è usata dalle forze del male per confondere tantissime persone ed in modo particolare i giovani.

Premettendo che le opinioni di Pontifex non sono sicuramente quelle della chiesa, viene da chiedersi quale profonda ignoranza possa far partorire simili analisi ad un sacerdote. E' evidente la paura della comunità cristiana di dover dividere un piccolo spazio irrazionale con qualunque ipotesi alternativa a Dio, o ad essa complementare. Quindi si tenta di scomunicare ogni tipo di ricerca al di fuori del mondo che conosciamo etichettando come malefica, demoniaca e malvagia. In fondo la chiesa sa benissimo che laddove ci sono stati dei grossi cambiamenti culturali le religioni sono state spesso smascherate e sconfitte e sostituite dalle nuove culture dominanti. E' successo dopo il crollo dell'impero romano, dopo la scoperta dell'america e in generale in ogni nuova conquista. Il ragionamento potrebbe essere traslato anche nel rapporto ipotetico umani alieni in un prossimo futuro. 

Certo fa un pò impressione che la chiesa parli di ufologia come di irrazionalità accettata dagli increduli dopo che per anni ha marciato su superstizione e ingoranza per fomentare credenze demolite dalla scienza.

Eppure nessuno si sognerebbe di criticare un cristiano perchè crede in Dio.

Non è forse la capacità di vedere quello che gli altri non vedono la forza di un uomo non comune?

Insomma chiesa e ricerca di vita fuori dal cosmo non solo sono compatibili, ma sono la vera ricerca di Dio, forse l'unica che meriti di essere portata avanti davvero.

Scrivi commento

Commenti: 70
  • #1

    KOSLINE (martedì, 27 settembre 2011 14:51)

    da che pulpito che viene la predica !

    sono ormai millenni che le religioni predicano leggende senza uno stralcio di prova spacciandole per verita' assolute alle pecorelle smarrite .

    concordo solo sulle statistiche degli avvistamenti e il tentativo di plagio dei giovani su' un fenomeno che viene esponenziato per secondi fini , tanto e' vero che loro i religiosi sono artisti in questo e ci hanno visto lungo ... !

    quanto volevo che atterravano gli Alieni , alla prima conferenza stampa , disintegrerebbero tutte le religioni in un nano secondo , alla domanda di qualche giornalista : ma voi alieni credete in Dio ? grossa risata generale degli Alieni XD !!! mega figura di M dell umanita', credulona al 95% a livelli megalattici ..!!!

  • #2

    Solodioesiste (martedì, 27 settembre 2011 15:04)

    Voi ufologi siete la rovina dell'umanita. Come ha detto papa benedetto la secolarizzazione ha portato alla nascita di culture della morte come gli ufo, la magia, le sette sataniche e scientology. Verrete spazzati via dalla grandezza di cristo.

  • #3

    Receptionist (martedì, 27 settembre 2011 15:13)

    È bene ricordare che l'ufologia insieme alla religione ( io sono credente ma..) SONO SCIENZE INESATTE X CUI É BENE NON FARE LA FIGURA DEL SAPUTELLO STELLARE/TEOLOGICO.

  • #4

    giovanni79 (martedì, 27 settembre 2011 15:18)

    a si.... allora è anche bene ricordare che di grande c'è solo l'universo che ci circonda e che pullula di galassie/stelle/pianeti che solo oggi riusciamo a dimostrare quasi con assoluta certezza...saremmo molto ipocriti a pretendere di essere gli unici....

  • #5

    sossio (martedì, 27 settembre 2011 15:19)

    secondo me temono ke cn la scoperta di esistenza di ufo potrebbe compromettere la vericidità della chiesa.....

  • #6

    RAFFAELLA (martedì, 27 settembre 2011 15:26)

    La Chiesa Cattolica (che con il messaggio Cristiano non ha nulla a che fare) teme di perdere il controllo delle masse e di conseguenza tutti i suoi soldi ed i suoi privilegi.
    Punto.

  • #7

    giovanni79 (martedì, 27 settembre 2011 15:27)

    @sossio

    ....e di tutte le altre (inutili) religioni.....

  • #8

    inox (martedì, 27 settembre 2011 15:44)

    se le prove dell'esistenza di Dio sono quelle contenute nei Vangeli o quanto mi raccontano i preti allora per coerenza personale dovrei credere anche all'esistenza di extra terrestri, alieni, dischi volanti e forse anche ai Puffi

  • #9

    Alfredo (martedì, 27 settembre 2011 15:46)

    Anche io credo che la Chiesa "tema" in qualche modo gli alieni. La loro scoperta potrebbe avere conseguenze per il vaticano catastrofiche

  • #10

    Arturo Marconi (martedì, 27 settembre 2011 15:49)

    benchè io sia cattolico ho sempre creduto agli ufo e ad altre civiltà e so che non siamo soli nell'universo. Non mi fa nessuna paura questa scomunica ecclesiastica di cui beatamente mi sbatto così come faccio leggere a mio figlio harry potter nonostante alcuni sacerdoti lo considerino frutto di satana...in fondo anche nella chiesa la madre dei cretini è sempre incinta...

  • #11

    RAFFAELLA (martedì, 27 settembre 2011 15:54)

    @inox: ti quoto! :-D

  • #12

    Jack (martedì, 27 settembre 2011 16:48)

    Giusto RAFFAELLA(#6). E' proprio quello che temono.

    @Solodioesiste visto che dici questo, allora io spero che tu viva in una c@@@o di capanna perchè se era per quelli come te tutte le comodità che hai adesso e la possibilità di scrivere qui non ce l'avresti. Ripugnante.

    Io credo che anche i dati statistici di cui parla questo fanatico sacerdote siano da buttare nel water perchè il 95% è falso se ti metti a considerare come avvistamenti i fake di youtube, altrimenti di inspiegabile c'è almeno un buon 10% di avvistamenti, e vorrei vedere proprio come questo mentecatto vorrebe spiegarli.
    E per concludere al contrario di ciò che viene detto a fine articolo, l'Ufologia non è una fede in cui uno CREDE per sentore personale. E' una branca non accettata della scienza ma che comunque cerca risposte a fatti reali non a bazzecole mai viste e scritte su un libro passato per "sacro".

  • #13

    fox (martedì, 27 settembre 2011 16:55)

    secondo me hanno ragione questi due scrittori Giorgio A. Tsoukalos e Erich von Däniken...

  • #14

    giovanni79 (martedì, 27 settembre 2011 16:56)

    @jack
    aggiungo ad un libro che hanno scritto gli uomini!!!!
    e non "Dio"...una grande miscellanza di fatti tratti dal corano antico e dagli egizi!!!!

  • #15

    Eone Nero (martedì, 27 settembre 2011 17:02)

    Divertente il messaggio del prete, gli Ufo sono falsi, Satana è vero.

    Ancora a storpiare il messaggio Cristico, come ha detto Kosline ancora ad inventare favole per abbindolare la gente dato che come ricordato da Raffaella hanno paura di perdere proseliti.

    Ed intanto in questa sorta di nuovo medioevo (è mai finito poi?) continuano a pascolare milioni di fedeli con il timor dei, anzichè ricordare all'uomo concetti come Libertà e Autostima.

    Che tristezza.

  • #16

    Delta Force (martedì, 27 settembre 2011 17:39)

    Mi sa che nessuno li ha avvisati che belzebù non esiste,se non nella mente di qualche povero babbeo.

  • #17

    Manuel (martedì, 27 settembre 2011 17:41)

    Ho più prove sull esistenza ufo, che sull'argomento chiesa-dio ecc. ecc... :\ ma si tanto la gente è sempre stupida... Poi mi piacciono quando dicono che la maggior parte degli avvistamenti e spiegabile...e quella non??? pero' io devo credere a questa congiettura satana / ufo..... ahahahhaha ma vaff......

  • #18

    nadine (martedì, 27 settembre 2011 18:11)

    forse l'esercito di satana sono propio loro che danno messaggi alla gente credulona ...ricordiamoci un attimo cosa hanno fatto i papi nell'antichità ....si dovrebbero solo vergognare ,eppure c'è un passo nella bibbia dove il messia insorge su di loro..pensassero a cambiare mestiere ,oscurano la vera spiritualità che ognuno di noi dovrebbe seguire

  • #19

    Javier (martedì, 27 settembre 2011 18:17)

    Aggiorniamo la lista delle cose demoniache. Le precedenti erano:

    barbie
    Heidi
    I Pokemon
    la pizza diavola
    la birra ceres
    le gomme da masticare
    il preservativo alla fragola
    il karaoke

    XD

  • #20

    mondo (martedì, 27 settembre 2011 20:16)

    Condivido pienamente quanto detto da KOSLINE.

  • #21

    Lorenzo (martedì, 27 settembre 2011 20:32)

    Chissà cosa ne pensano gli imam degli alieni, sarei curioso di saperlo ...

  • #22

    Eone Nero (martedì, 27 settembre 2011 21:27)

    L'Islam non ha un rapporto vero e proprio di posizione nei confronti degli alieni, possono esistere o non possono esistere poco cambia, ricordiamo che tra l'altro l'uomo non è fatto ad immagine e somiglianza di Allah, e quindi non c'è il rapporto privilegiato antropocentrico rispetto al resto del creato che si trova nel Cristianesimo.

    Anche se bisogna ricordare le credenze nei Jiin, entità metà divine e metà umane non sempre benefiche.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Jinn

    In questa sezione del suo sito Alfredo Lissoni ha raccolto gli Ufo-files Oslamici.

    http://www.alfredolissoni.net/islam.htm

  • #23

    Guerrero (mercoledì, 28 settembre 2011 01:28)

    La chiesa....parliamone....io sono cattolico e credo in Dio come credo all esistenza di altre forme di vita ma la chiesa è altro....i preti alla fine sono tutti repressi in un modo o nell'altro difatti violentano bambine hanno rapporti con suore ma anche con persone o ragazzi dello stesso sesso (spesso coercitivi)....il papà è indagato per aver occultato anni fa atti indecorosi di abusi commessi da altri preti che non hanno mai ricevuto scomunica....x cui quando parlate di chiesa riflettete bene....Dio è un altra cosa e per quanto ne sappiamo potrebbe essere proprio un entità aliena...tuttavia la chiesa dall'alba dei tempi ha predicato bene e razzolato male in quanto gli interessi principali restano denaro e potere....ma andate a vedere quanto costano i gingilli d oro che indossa il papá....la religione direbbe di venderli e cn il ricavo dare da mangiare a chi nn ne ha...e questo avviene?

  • #24

    richi (mercoledì, 28 settembre 2011 06:41)

    io credo che le testimonianze dell'esistenza degli ufo sono talmente tante che è inevitabile da parte della chiesa non riconoscere questo.
    Personalmente della chiesa non posso parlarne molto anche perchè non mi sono mai documentato tanto,ma da una mia esperienza personale credo che siamo tutti uguali.Mi trovavo in una stanza presso un collegio di preti francescani a bologna,pagavo regolarmente l'affitto,rientravo agli orari prestabiliti,non facevo caciara e non ricevevo donne,ma dopo 4 mesi uno dei padri che gestiva il collegio mi chiama nella sua stanza e mi dice che da li a 3 settimane avrei dovuto lasciare la stanza,chiesi il perchè,e mi è stato risposto che non mi ero integrato bene con gli altri ragazzi,che non frequentavo la chiesa e che gli sarebbe piaciuto che facessi parte della congregazione giovanile del gruppo san francesco.Io spiegavo che mi trovavo a bologna per lavoro e che non ero studente come gli altri e che quindi non avevo tempo,e anche voglia,di seguirli......Dopo 6 giorni ero già andato via.
    Da qui si evince come la chiesa ospita tutti,SI MA ALLE SUE CONDIZIONI.
    GODETEVI LA VITA.

  • #25

    xfort7 (mercoledì, 28 settembre 2011 09:50)

    Le religioni sono il vero male dei popoli, sono un mezzo col quale i furbi dominano e schiavizzano i popoli da millenni, e quando si riesce a capire questo ci si sente veramente liberi di ogni condizionamento!

  • #26

    xfort7 (mercoledì, 28 settembre 2011 09:59)

    Inoltre bisogna dire che i papi hanno combinato porcherie a più non posso in passato, ma anche nei giorni nostri, ricordatevi che Papa Ratzinger è stato denunciato per proteggere i preti pedofili e da qualche parte ho letto che già si parla delle possibilità che si dimetta (troppi scandali e troppi dubbi sulla sua persona), ma io sarei più contento se il vaticano chiudesse completamente!!!

  • #27

    Eone Nero (mercoledì, 28 settembre 2011 11:29)

    Più che parlare delle atrocità fatte da quella che definisco la Meretrice di Babilonia, è interessante vedere come alcuni suoi uomini si siano dati alla ricerca nel campo del paranormale.

    Un esempio è Padre Giampaolo Thorel, studioso di fenomenologia mistica il quale ha collaborato con il Giornale dei Misteri e con Kolosimo.

    http://www.friulicrea.it/itriflessioni/story$data=riflessioni&num=645&sec=19

    Padre Ernetti, presunto creatore di un apparecchio chiamato Cronovisore.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Cronovisore

    Restando nel campo ufologico è interessante l'opera e la ricerca dell'ex gesuita Salvador Freixedo, cacciato e arrestato dalla chiesa causa le sue denunce contro i comportamenti poco trasparenti, insomma un mito :).

    http://it.wikipedia.org/wiki/Salvador_Freixedo

    Freixedo è arrivato ad associare anche le apparizioni mariane ad entità "demoniache", posto il compendio "Salviamoci dagli Dei" di cui consiglio la lettura con occhio critico.

    Ritengo sia illuminante per capire le visioni del fenomeno da parte di un ambiente ecclesiastico, che di certo non vengono raccontate a noi.

    http://albarosa.it/index.php?option=com_content&view=article&id=66&Itemid=73

    Notare come la visione di Freixedo sia similare a quella di Jacques Vallèe, di John Keel, e per per certi versi di Corrado Malanga.

  • #28

    rok (mercoledì, 28 settembre 2011 13:27)

    E' evidente,nonostante tentativi di avvicinamento da parte di esponenti vaticani, che non puo' coesistere l'esistenza di altre civiltà nello spazio e quella di un Dio legato alle culture terrestri.
    Le religioni mi sembra ormai logico che siano nate esclusivamente per coprire il vuoto di conoscenze, dovuto a dimenticanze o altro,riguardanti la genesi dell'uomo sulla Terra.
    Se, dovesse rivelarsi qualcosa che dimostra l'esistenza di altri "uomini" nello spazio allora..le religioni crollerebbero immediatamente come fenomeno di massa..la loro unica salvezza sarebbe quella di trasformarsi in sette contro "gli altri".

  • #29

    Eone Nero (mercoledì, 28 settembre 2011 14:57)

    Si Rok hai perfettamente ragione.

    Un tempo (forse 10-12 anni fa) girava in rete un documento dell'ONU, dove tutte le nazioni si impegnavano in caso di scoperta di alieni o di altre forme di vita a tenere il segreto.

    Questo perchè le 3 religioni monoteistiche più diffuse sul pianeta avrebbero le loro basi minate, e di conseguenza il rischio di una catastrofe planetaria dovuta ad isterie collettive e deliri vari erano certe.

    Ora il documento si è rivelato un falso, ma questo non toglie il fatto che chi lo ha preparato avesse centrato in pieno il problema.

    Le masse necessitano di essere pascolate e le caste sacerdotali hanno pensato di soddisfare quest'esigenza, consci che con dogmi e paure create ad hoc l'uomo diventa una pecora fedele da poter tosare e mungere quando necessario.

  • #30

    Lorenzo (mercoledì, 28 settembre 2011 16:19)

    Attenzione perchè è molto intelligente don Marcello: In realta con l'identificare demoniaca una razza aliena,riconduce alla sfera divina della creazione anche gli alieni, sebbene appartenenti alla controparte frutto anch'essa dell'onnipotenza di Dio. Perchè demoniaca ?
    Cio che spaventa il clero è la "religione fai da te", in cui l'alieno non è il prete che ti confessa, non è il prete che celebra la messa, non è il prete che t'istruisce sulla retta via da percorrere; verrebbe meno la trasmissibilità del verbo tra Cristo ed i suoi discepoli e da questi ultimi a quelli a venire: In pratica, chiunque appartenesse all'ordine sacerdotale perderebbe immediatamente la sua utilità. Lo stesso dicasi per le altre due religioni monoteistiche che non fanno certo differenza.

    @richi
    Hai fatto bene. Probabilmente quel prete era un affiliato dell' Opus Dei che è difficile non considerare una setta a tutti gli effetti: In qualunque setta entri per tua volontà, ma uscirne è spesso impossibile; Col tempo vieni lobotomizzato, ma prima che cio accada devi superare l'esame di ammissibilità: Per i burattinai è pericoloso perdere un affiliato a metà; Si deve essere certi che lui faccia parte della famiglia e che non la possa mai tradire, cioè che lui non fornisca informazioni che possano compromettere l'integrità del sistema ed il buon nome di chi ne tiri le fila.

    Qualunque religione non è ne COERCIZIONE ne PUNIZIONE.

  • #31

    Lorenzo (mercoledì, 28 settembre 2011 17:41)

    La religione è il pane dello spirito.
    Qualunque religione deve essere PROPOSITIVA non IMPOSITIVA; Se così non fosse diverrebbe COERCITIVA ed ad operare tale forma di potere non potrebbe che essere un uomo come te.
    Se vuoi professare una qualunque religione, devi essere libero in ogni momento di cambiare strada; Se il tuo credo è così radicato nei tuoi propositi, allora quel pensiero di abbandono non ti passerà mai nella mente, ma in ogni caso deve essere una tua scelta dettata dall'autoconvinzione personale. Chiunque la pensi come te è libero di seguire anche lui quelle proposte o di abbandonarle in qualunque momento, tanto che se rimanessi solo a credere nelle tue convinzioni, il tuo credo dovrebbe bastarti.
    Questa è la vera forza della fede: La paura di perdere i fedeli è solo di chi non la conosce, pertanto teme di privarsi di una sorta di predominio sugli altri.
    Tirando le somme: Tu predica se vuoi e se troverai chi condivide il tuo credo ben venga, ma se non troverai proseliti, accontentati di essere l'unico.

  • #32

    Drugo (mercoledì, 28 settembre 2011 19:21)

    Come disse Luis Bunuel: "Grazie a Dio, sono ateo".

  • #33

    Romolo (mercoledì, 28 settembre 2011 19:39)

    Quand'è che rapiscono il papa e se lo portano sul loro pianetino?

  • #34

    kim(fu aka) (mercoledì, 28 settembre 2011 19:49)

    ancora persiamo tempo con sti furbetti del quartierino,mah

  • #35

    Marco_84 (giovedì, 29 settembre 2011 10:09)

    Beh, come sempre la questione è molto delicata e la "verità" è abbastanza soggettiva senza prove concrete.

    Quella di Don Marcello è e resta un oppinione esattamente come le nostre, chiaramente, Lui da membro della chiesa, avendo "sposato" la filosofia della Bibbia, non può che avere questa oppinione, mi pare. Il fatto che questa idea mini un po' le basi della chiesa, a mio avviso, non influisce più di tanto sulla Loro idea della presenza di vita extraterrestre che cercano di spiegare nell'unica maniera che permette la bibbia.
    D'altronde ognuno fa le sue scelte di vita.

    Io da ateo la vedo in tutt'altra maniera, ma mi semra logico che la chiesa porti avanti le sue idee come noi portiamo avanti le nostre. (Il fatto che poi, avendo tanti fedeli questo possa comportare "limitazioni" di pensiero e rallentamenti nel progresso e nella scienzaè un altro discorso...)

    Ciao
    Marco

  • #36

    Eone Nero (giovedì, 29 settembre 2011 15:57)

    Una biografia dell'autore Don Marcello

    http://www.miliziadisanmichelearcangelo.org/content/view/269/97/lang,it/

    Ed un altro suo articolo contro gnosi e neocatecumenali.

    http://www.internetica.it/neocatecumenali/Stanzione-Petrus1.htm

  • #37

    Romolo (giovedì, 29 settembre 2011 17:53)

    (Il fatto che poi, avendo tanti fedeli questo possa comportare "limitazioni" di pensiero e rallentamenti nel progresso e nella scienzaè un altro discorso...)

    E ma è proprio li il problema, se fosse solo un parere di un semplice cittadino sarebbe comprensibile ma se è un deficente portavoce della chiesa con un miliardo di fedeli, la cosa comincia a diventare piuttosto preoccupante. Già sti boia in passato, per le loro paure di perdere potere e credo hanno torturato, ucciso e messo al rogo una quantità incredibile di persone, tanto che ancora mi chiedo come una persona sana possa seguire la chiesa, ora per non perdere "il gregge" vanno anche contro l'ufologia..

    Ma davvero arrivasse qualche astronave che gli scombini i dettami della bibbia, così ce li leviamo dalle palle una volta per tutte.

  • #38

    Lorenzo (giovedì, 29 settembre 2011 19:43)

    Continuo ad insistere:
    Affermare che gli alieni siano frutto della creazione di Dio è perfettamente in linea con la connotazione demoniaca che è stata loro attribuita. Satana è creazione di Dio e da Questi tollerato nella Sua infinita bontà e perdono. Il punto è da che parte farli stare: Demoni o angeli ?
    Demoni perchè la paura di una così vasta porzione di popolazione che non ha fede in Dio, che crede agli alieni unita alla evidente incoerenza del razzolare rispetto al predicare di molti rappresentanti del credo Cristiano, mina notevolmente la credibilità di coloro che costituiscono la guida spirituale dei fedeli. Ci siamo ?
    Senza preti che fine fa il Cristianesimo ?
    Senza imam che fine fanno i Musulmani ?
    Poco conta leggere la Bibbia, il Vangelo o il Corano, testi di sicuro comprendonio se letti con attenzione e senso critico da parte di persone adulte che sanno distinguere il bene dal male...Non basta.
    Torno a puntare l'accento sulla pericolosità della religione "fai da te": E' proprio in quel "fai da te" che emerge l'inutilità della guida spirituale. Qualunque essere intelligente ricerca Dio, ricerca il perchè dell'esistenza di cio che lo circonda, ricerca quale posto gli sia stato attribuito e la ricerca è tanto più intensa e sentita, quanto più la disciplina è scientifica.

  • #39

    Lorenzo (giovedì, 29 settembre 2011 19:55)

    Mettere a nudo l'incoerenza fa crollare qualunque fede, qualunque religione, qualunque legge, statene certi.
    Per tale motivo, la fede è convinzione personale oltre ogni tentativo di screditamento; Se per primi coloro che professano una qualsiasi religione non hanno ben ciaro questo concetto, allora sono già con un piede oltre il bordo; Se l'ocnoerenza nel seguire gli insegnamenti è da attribuire al mestro, l'ultima spinta te la da l'alunno.
    Da Cristiano dico: Fermatevi, riflettete e ricominciate da zero.

  • #40

    Eone nero (giovedì, 29 settembre 2011 20:12)

    Perdonami Lorenzo, posso essere concorde sui danni delle religioni fai da te, ma dovresti spiegarmi chi accidenti è un qualsiasi intermediario di una qualsiasi religione per poter dare istruzioni agli altri, questo è molto più deleterio della religione fai da te.

  • #41

    Lorenzo (giovedì, 29 settembre 2011 20:13)

    Avete gettato mine nel campo che vi trovate a calpestare.
    Siete bendati mentre camminate.
    Toglietevi la benda prima di fare il prossimo passo e ricordate bene dove non dovete mettere i piedi. Non siate voi stessi la rovina che cercate di evitare.

  • #42

    Eone Nero (giovedì, 29 settembre 2011 22:06)

    Lorenzo per gentilezza potresti essere più esplicito?

    Purtroppo potrei essere ignorante e non capire il senso.

  • #43

    Lorenzo (giovedì, 29 settembre 2011 22:29)

    @Eone Nero
    Non ho ben compreso chi intendi con intermediario che da istruzioni.
    A quanti intermediari hai fatto ricorso tu per accrescere la tua cultura ?
    Tutti facciamo ricorso ad intermediari, ma la cosa che ci dimentichiamo più spesso di ammettere è che lo facciamo senza rendercene conto, soprattutto quando citiamo testi altrui, frasi, opere. A ben vedere, siamo un po tutti affetti dal morbo deleterio.
    Per nostra natura nasciamo del tutto ignoranti, ma il nostro pensiero si ciba di quello altrui per tutta la nostra vita, fino a quando non partoriamo un pensiero tutto nostro e lo trascriviamo, affinchè altri possano condividere le nostre elucubrazioni senza timore di essere travisati, oppure di perdere col tempo il senso di cio che abbiamo voluto trasmettere.
    Il fine ultimo della scrittura è questo.
    Esistono persone che s'interrogano, si sforzano di dare un senso all'esistenza delle cose, ma ce ne sono altre che semplicemente osservano: Non so dirti se queste ultime siano più intelligenti di altre, o più stupide, ma posso dirti che a me piace osservare ...semplicemente.
    Lungi da me istruire te o qualcun altro, perchè così facendo opererei coercizione ed io sono il primo ad identificare te come persona difficilmente raggirabile, figurati un po. Non è la mia attività principale, ne secondaria cercare persone da soggiogare in qualche modo, ma permettimi di pormi sul tuo stesso piano (che è quello di tutti i partecipanti alla discussione), almeno, nell'esporre le mie considerazioni di osservatore. Non esiste un nuovo Messia in me, ne un nuovo prete o un qualsivoglia millantatore da quattro soldi, sebbene io abbia percepito un pizzico di pregiudizio nei miei confronti nel tuo ultimo intervento. Forse mi sbaglio, forse no, ma a dire il vero non ha importanza ed anche tu lo sai bene.
    E', invece, la logica del pensiero che mi interessa e lo si intuisce dalle domande che pongo spesso nella quasi totalità dei miei interventi. Diciamo, quindi, che a me piace ragionare insieme ed accetto critiche come spunto per portare la discussione su temi che inducano a porsi nuove domande, nuovi spunti di riflessione. Io cerco voi per capire.

  • #44

    Eone Nero (venerdì, 30 settembre 2011 02:13)

    Lorenzo l'intermediario si chiama Eone Nero, o per meglio dire chi si cela dietro questo nick.

    A lui devo il respiro dopo che sono nato, a lui devo tutto quanto e in particolar modo il fatto di aver capito da tempo immemore quanto marce siano le religioni.

    A lui devo le ottime scelte che ho fatto.

    Vedi la mia cultura è dovuta ad una cosa semplice cioè l'aver vissuto e sperimentato, avendo ripudiato da tempo immemore le manne dal cielo e l'essere pecora di pastori che si sono arrogati il ruolo di essere detentori dei messaggi divini.

    Ho letto tantissimo quindi se vogliamo potrei aver attinto da altri, invece sono sceso sino ai minimi termini in qualsiasi argomento abbia toccato, mentre altri pensavano alle cose materiali ho sempre seguito e sperimentato sulla mia pelle il consiglio del Sommo Dante, dato che ripeto non vivo di luce riflessa.

    "Considerate la vostra semenza
    fatti non foste a viver come bruti
    ma per seguir virtute e canoscenza"

    Da quello che ho capito e sperimentato non mi risulta che siamo tutti uguali o tutti ignoranti o tutti dotti, qualcuno è baciato anche dalla Luce dell'Eone Sophia.

    Spero che sia a conoscenza di quell'Eone che di certo non necessita di istruzioni da parte di nessuno.

    Forse è un'Eone bastardo dato che i figli che bacia non facendo parte del gregge da mungere e pascere hanno cammini tortuosi e arzigogolati agli occhi comuni, ma questi figli sono consci di essere come spade da forgiare ed ogni colpo le rafforza oltre che impregnarle dell'essenza del Pleroma.

    Ma qua corro il rischio di scendere in meandri non afferrabili ai più, forse Don Marcello se legge potrà afferrare determinate sfumature anche se per dottrina di certo non le condividerà.

    Sto sui forum per puro diletto, ho imparato sperimentando che Esprimere è meglio che Reprimere, Osservare è meglio che Esprimere.

    Mi limito essendo amante della Gnosi ogni tanto ad instillare il dubbio della ragione, poi chi vuole approfondire ben libero di farlo.

    Una cosa è certa non avendo pastori ma solo un Bacio di un'Eone che se qualcosa non va per il verso che mi sono prefissato di certo non ho ne capi ne dei con cui scusarmi o imprecare.

    Queste riflessioni partono dalla tua considerazione o meglio monito:

    "Avete gettato mine nel campo che vi trovate a calpestare.
    Siete bendati mentre camminate.
    Toglietevi la benda prima di fare il prossimo passo e ricordate bene dove non dovete mettere i piedi. Non siate voi stessi la rovina che cercate di evitare."

    Sei sicuro che siamo bendati?

    O forse è la visione sposata causa la dottrina di una falsa religione che in 2.000 anni ha fatto più danni di tutte le guerre che abbia conosciuto il pianeta da quando è comparso il primo ominide?

    Ti ringrazio per gli spunti di riflessione come mi complimento per la tua ricerca, e a questo proposito vorrei ricordare che i 40 giorni di deserto sono il viaggio interiore che ogni persona che cerca se stesso dovrebbe fare, anzichè autopunirsi per amenità come i peccati originali inventati dagli uomini che con il Timor Dei hanno deciso di pascolare altri uomini lasciandoli obnubilati e lontani dallo Splendor Solis.

    Quel becero articolo citato in apertura è esempio lampante delle tenebre in cui non uomini che si atteggiano a messaggeri divini hanno buttano miliardi di altri uomini per millenni, per il semplice scopo di poterli pascere e mungere.

    Questo non è solo demerito del cattolicesimo ma di tutte le religioni che hanno intermediari.

  • #45

    Eureka (venerdì, 30 settembre 2011 18:01)

    @Eone Nero e @Lorenzo
    Credete in un ente superiore?

  • #46

    serena (sabato, 01 ottobre 2011 08:47)

    ma guardate che non è vero, la chiesa ammette che esistono altri pianeti vivibili e altre forme di vita, ciò che dice pontifex è falso!
    ancora nel 2008 uscì l'ennesimo comunicato dove il vaticano diceva che lui non ha mai detto che non esistono altre forme di vita.....anzi ci crede eccome!!!!
    proprio per il fatto che Dio nella sua immensità, non può essersi limitato alla sola terra e alla sola razza umana..........quindi prima di giudicare informatevi.....e dice anche che non cè niente di male nel credere che esistono gli alieni......

  • #47

    serena (sabato, 01 ottobre 2011)

    vi ricordo che sono gli astrofisici a dire che è impossibile che ci sia un pianeta come il nostro e abitato, e se ci fosse sarebbe comunque impossibile che arrivino fino a noi......e questo mica lo dice la chiesa eh?

  • #48

    Cocolina (sabato, 01 ottobre 2011 10:07)

    @serena:ma tu non puoi raggionare con il tuo cervello?passare le informazioni attraverso il tuo proprio pensiero??dio ha detto,dio a fatto....e chi è sto dio?chi la mai visto???ma svegliatevi!!!!!

  • #49

    Eone Nero (sabato, 01 ottobre 2011 10:16)

    @Eureka per quale losco motivo dovrei sentirmi inferiore e credere ad uno superiore?

    Sono svezzato a anni e non necessito di balie o pastori.

    Tu credi in qualcosa di superiore? E si si perchè?

    @Serena nessun astrofico ha detto cose del genere, soprattutto perchè il termine impossibile non fa parte del linguaggio scientifico, esiste improbabile. ;)

    Per la distanza ed il tempo che necessiterebbe una astronave aliena per arrivare qua non è di certo un problema, a parte curvature spazio tempo, stringhe dimensionali, gli astronauti potrebbe essere tranquillamente ibernati oppure potrebbero arrivare tramite colonia, e nessuno scienziato arriva a negare queste ipotesi.

    Ho il terrore che le tue fonti di informazione erronee siano dovute al tubo catodico.

    Consiglio di approfondire sempre, anche a costo di passarci le notti in bianco, esistono libri scientifici ed esiste internet.

    Buona ricerca :)

  • #50

    Eone Nero (sabato, 01 ottobre 2011 11:54)

    Da leggere.

    Italiani indiavolati, 500mila all'anno dall'esorcista fra schizofrenia e possessione

    http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Italiani-indiavolati-500mila-allanno-dallesorcista-fra-schizofrenia-e-possessione_312504063929.html

  • #51

    Eureka (sabato, 01 ottobre 2011 13:08)

    @Eone Nero
    Perchè sò di non essere stato io a creare tutto questo. Quindi essendo creatura la logica impone un Creatore. Questo perchè credo che per ogni cosa esiste una ragione, a prescindere dal fatto che io la conosca o la comprenda. Credere nella casualità degli eventi è un modo come un altro per affermarne l'incomprensibilità e rinunciare apioristicamente alla possibilità della conoscenza.

  • #52

    Eone Nero (sabato, 01 ottobre 2011 16:04)

    @Eureka, sono un cultore della Gnosi intesa come conoscenza infatti ho citato Sophia, forse la mia è una visione perennialista e panteista del creato, quindi quell'essenza che molti chiamano Dio è ovunque e mostra la sua magnificenza attraverso il miracolo perfetto che è il tutto.

    Ma a proposito del fatto che non sei te il creatore avrei dei dubbi, diverse filosofie dicono che ognuno ha il suo mondo che differisce da quello degli altri, ed anche alcuni studi di meccanica quantistica parlano di universi olografici creati dalla forza pensiero.

    Teorie certo, filosofie strane certamente ma con l'eguale valenza di altri credi, con la differenza di non avere dogmi creati da caste.

    Questi percorsi logicamente non fanno parte di grandi veicoli come le religioni monoteiste, ma sono individuali e spesso molto irti.

    Prendere coscienza del divino presente all'interno di se stessi per poter far parte del tutto espandendo la coscienza è abbastanza duro come cammino e non indicato a tutti, in un vecchio e millenario testo sta scritto:

    Ciò che porta agli inferni i più costituisce elemento di illuminazione per i pochi che decidono di svegliarsi e non aver più bisogno di pastori.

    Ogni uomo come ogni cosa esistente ha all'interno il soffio divino, capendo se stessi e trovando la divinità che si cela all'interno si comprende l'immensità del tutto, ma l'unico intermediario sei te.

    L'Islam dice che ogni uomo deve combattere 2 Jihad, Jihad significa "esercitare il massimo sforzo" o "combattere".

    I due Jihad (il termine è maschile) si dividono in piccolo Jihad che è la battaglia normale ed esteriore della vita quotidiana, e il grande Jihad che è la grande battaglia interiore che ognuno dovrebbe combattere con se stesso, come vediamo il concetto è ben diverso da quello attribuito dai giornalisti e spesso da integralisti che nulla da invidiare hanno ai nostri cattolici che si sono dimenticati che il medioevo e Salem sono passati da parecchio.

    Aggiungo con una frase di una loggia esoterica che rende in poche parole il concetto:

    "L'oscurità è uno specchio del profondo dell'anima. Tutto ciò che si nasconde dentro di noi, i nostri desideri, le nostre paure, è proiettato nell'oscurità."

    Ed ecco spiegati anche i demoni.

  • #53

    Eureka (sabato, 01 ottobre 2011 16:56)

    @Eone Nero
    Come concili il "miracolo (altro termine che denuncia la nostra ignoranza) perfetto che è il tutto", con Salem? Ossia: come è possibile conciliare, ammettere la giustizia universale, come principio assoluto, aspetto del "divino presente all'interno di se stessi", con l'evidente ingiustizia che si manifesta nelle azioni degli stessi esseri parte del tutto?

  • #54

    Eone Nero (sabato, 01 ottobre 2011 17:13)

    @Eureka, anch'io chiamo il tutto "Miracolo", "Magia" è tutto è perfetto basta osservare la natura, l'unica nota stonante in questa perfezione è quel bipede chiamato uomo, o meglio la maggior parte di essi.

    Mi chiedi come è possibile una bestialità come quella di Salem?

    Lascio da parte le teorie scettiche che indicano la segale cornuta come fattore scatenante dell'isteria collettiva che ha scatenato un inferno, possibile sia una delle cause.

    La principale è legata al delirio umano che ha trasformato i messaggi di maestri che sono comparsi sul pianeta in dogmi religiosi per estendere il proprio potere temporale.

    Se un Dio ha creato il tutto questo dio è Amore e non Timor Dei come hanno inculato le caste sacerdotali nelle masse.

    Forse sono le reminiscenze del cervello rettile che portano taluni a comportarsi in certe maniere, ma osservando esternamente anche questo fa parte del miracolo divino, basta leggere tra le righe di questo evento affinchè l'uomo fugga a gambe levate da chi crea le religioni.

  • #55

    Eureka (sabato, 01 ottobre 2011 17:48)

    @Eone Nero
    Smettila di difendere ciò che NON sto attaccando e leggi con più attenzione quello che ho scritto.

  • #56

    Lorenzo (sabato, 01 ottobre 2011 19:12)

    @Eureka #45

    Credo volessi dire Entità e non Ente, comunque rispondo alla tua domanda con la stessa cortesia con la quale l'hai posta.

    Il Credo è una preghiera (così è chiamata) che comincia in questo modo:

    "Credo in un solo Dio,
    Padre onnipotente,
    creatore del cielo e della terra
    e di tutte le cose visibili ed invisibili"

    Io credo in un'entità superiore, a dire il vero Suprema, ma non mi sento in condizione di sudditanza, poichè ho la certezza che non sia mai stata Sua intenzione impormela.
    Perchè dovrei chiamarla Suprema ?
    Il mio ragionamento parte dal fatto che l'osservazione del creato da parte mia, imponga a me stesso, a rigor di logica, l'ammettere che esistano elementi immersi in una sorta di trama tenuta insieme da legami che non possono essere frutto della casualità. Essendo elemento anch'io della stessa trama, ancorchè dotato d'intelligenza, l'identificare ed il comprendere quei legami (ricerca che si traduce in ultimo nel comprendere la trama nel suo complesso) è di per se ammissione di non esserne l'artefice.
    Perchè non dovrei sentirmi in condizione di sudditanza ?
    Perchè la ricerca del Supremo non mi è da Egli stesso mai stata negata. E' indubbio che tra tutti gli esseri viventi sulla terra, l'uomo sia quello maggiormente evoluto dal punto di vista dell'intelletto e del senso critico. Chiunque eserciti potere vincolante attraverso l'imposizione di leggi nei confronti dei suoi sudditi, difficilmente consente loro di comprenderne il senso: In parole povere, se così non fosse, il Supremo avrebbe posto l'uomo al pari degli altri animali, i quali prosperano seguendo il puro istinto (software biologico). L'ignoranza è il più grande dei mali.
    Stendiamo un velo pietoso sul fatto che sia stato l'uomo, nel corso dei millenni, a saper fare buon uso dell'ignoranza mantenuta nei confronti dei suoi simili, inducendoli in uno stato di sudditanza sempre più lontana dal Supremo e sempre più legata al potere coercitivo dell'uomo sui suoi simili, potere rafforzato da condizioni di indigenza economica, bassa cultura e regimi dittatoriali. D'altro canto, è indubbio che i fondamenti di qualunque religione debbano essere raggruppati in libri, vuoi perchè il messaggio sia tramandato nei secoli, vuoi perchè esso sia soggetto il meno possibile a travisazione, ma cio che non è poi così scontato è la capacità di molti sacerdoti a non distorcere il verbo, sempre che siano essi stessi a non averlo compreso prima di tramandarlo.
    Tornando al discorso principale, dove il legame indissolubile tra scienza e religione è esplicitato, seppur velatamente, tra le parole "trama" e "comprensione", entrambe fanno ricorso alla perfezione, ma l'una la ricerca (la matematica è sia la base di ogni materia scientifica, sia scienza esatta, nonchè perfezione se la sua branca è la logica) mentre l'altra l'assume in un dogma. La logica prende in esame solo due valori: 0 ed 1.
    Se al bene associamo lo 0, al male dobbiamo associare l'1 o viceversa.
    Qualunque religione ha i suoi demoni ed i suoi angeli, guarda caso l'uno l'opposto dell altro, ma tutti possiedono una genesi.
    A chi non crede in nessuna religione resta la scienza.
    Se alla materia associamo lo 0, all'antimateria dobbiamo associare l'1 o viceversa.
    Tutti siamo d'accordo sul fatto che esista il bene ed esista il male, così come la scienza concorda sul fatto che esista la materia e la sua controparte, idea quest'ultima matematicamente accettabile e matematicamente dimostrabile. Ricordiamoci che la scienza, se non ha basi solide condivisibili matematicamente, non rende nota alcuna scoperta ne può progredire nel suo cammino verso la conoscenza e la verità.
    Chi ha dunque il compito di decidere verso quale dei due estremi propendere se non l' uomo attraverso la ricerca del Supremo e la Sua comprensione grazie alla scienza, frutto della sua intelligenza ? L'uomo e tutto il creato stanno nel mezzo tra i due perfetti estremi ed ogni giorno che passa egli deve scegliere verso quale dei due avvicinarsi. Questa è la mia visione del tutto.

  • #57

    Eone Nero (sabato, 01 ottobre 2011 19:44)

    @Eureka non mi pare che tu possa essere in condizione di dare ordini, per il leggere so leggere anche tra le righe. ;)

    Su Forum e blog, quello che dice uno ha la stessa valenza di quello che dice un'altro a meno che non si documenti quello che si dice, purtroppo in campi come quelli religiosi oltre che rendere pubbliche le atrocità fatte dalle caste sacerdotali, non possiamo di certo portare prove concrete.

  • #58

    Eone Nero (sabato, 01 ottobre 2011 21:01)

    Lorenzo non siamo tutti d'accordo che esista il bene ed il male, c'è una miliarda e più di persone che crede in un'universo non duale, perchè conscia di quello illusorio che percepiamo causa la limitatezza dei sensi e del pensiero.

  • #59

    Lorenzo (sabato, 01 ottobre 2011 21:42)

    Certo Eone, la libertà di pensiero non ha vincoli, ma è male cio che non è bene e viceversa a rigor di logica. E' l'uomo a non essere perfetto.
    Comprendo cio che vuoi dire poichè, se non ho frainteso, tutto sta ad identificare cosa sia l'uno per dare senso all altro. Penso anche che il senso del tuo credo si fondi su questa logica.

  • #60

    Eone Nero (sabato, 01 ottobre 2011 22:18)

    Mi sembra di leggere nelle tue righe che il tuo credo sia quello giusto, dovresti semplicemente ricordare che ciò è stato creato da uomini ed è stato imposto coercitivamente al contrario delle filosofie di cui parlo dove uno è libero o no di percorrerle.

    E' uno dei vizi delle religioni monoteiste avere la ragione.

    Sai che ci sono fortissime prove che i vangeli siano falsi?

    E per quanto riguarda la bibbia li hanno rubato a man bassa da quella che era la tradizione Eblaita.

    Quello di cui ho parlato io non è un credo è sperimentazione, e tra l'altro in quelle filosofie non esistono sacerdoti e dogmi.

    Se uno vuole seguire sperimenta e non attende le manne dal cielo.

    La differenza con i monoteismi è enorme dato che non hai pastori cui scaricare le proprie responsabilità.

  • #61

    @Eureka (domenica, 02 ottobre 2011 03:47)

    @Lorenzo
    Spero che tu possa leggere quanto segue con mente aperta.
    Nel tuo post ci sono tanti aspetti interessanti che meriterebbero di essere approfonditi, ma non credo che possa essere questo il “luogo” migliore per farlo.
    Ho fatto del mio meglio per esprimere nel modo più sintetico possibile le mie riflessioni riguardo ad alcuni aspetti filosofici da te indicati. Auspico siano comprensibili o quanto meno che siano di stimolo per una tua autonoma riflessione che, se condotta con il presupposto dell’apertura mentale, sicuramente sarà gravida di risultanze interessanti.
    Spero che nessuno, leggendo queste righe, si senta offeso o preso in giro: ho semplicemente espresso al meglio di me cose molto spesso più grandi di me.

    In realtà intendevo proprio ente, in senso filosofico; al fine di sgombrare il campo del ragionamento da dettagli inutili in quella fase (entità è normalmente associata a personalità o a caratteristiche volitive dell'ente che non volevo dare per scontate), ente ritengo che sia il termine più primitivo e facile da adattare a quasi tutte le convinzioni personali.

    Per quanto riguarda sudditanze o imposizioni di credenze piuttosto che di verità universali (poco importa dal punto di vista del ‘suddito’), riguardano un momento della ricerca di ognuno (ricerca che non può che essere individuale) che si colloca ancora nella fase della conflittualità: io voglio sapere... ma solo se; sono disposto ad imparare ma solo da alcuni o da alcuni eventi e non da altri. Con questo atteggiamento, di solito, si finisce per imparare solo quello che si sa già! E’ un processo evolutivo che, in alcuni ambienti, è noto come “evoluzione per paragone”; di fatto non fa parte delle modalità evolutive.
    Per quanto mi riguarda questa fase l’ho già passata da un pezzo, per fortuna e, se ancora mi capita di scoprirmi prevenuto nei confronti di alcune situazioni o persone, nel contempo riconosco che è un mio limite non riuscire ad imparare da ogni situazione che, d'altronde, forse non mi capita per caso.

    Riuscire a conciliare la compresenza del bene e del male con principi assoluti come la giustizia, la bontà, la perfezione ecc., normalmente associati con l’essere supremo (o comunque tu voglia chiamarlo), è uno dei primi ostacoli sulla via della conoscenza: la comprensione della ragione di questa (apparente) contraddizione consente di recuperare la speranza nella giustizia universale e, soprattutto, offre l’opportunità di cominciare a individuare un ruolo per noi, all’interno di una realtà (di un pianeta) che comincia ad avere un senso ed una nuova ragione emergente.

    Io credo che,purtroppo, né la scienza (intesa nel senso comune), né l’intelligenza possono fornire le risposte alla tua domanda: la comprensione del Supremo! Ritengo sia un obiettivo come minimo molto ambizioso. Fin dove io riesco a scorgere, non vedo come, non vedo una ragione con cui compiere tanto (per comprendere bisogna essere maggiori del fenomeno compreso!). Sarebbe già tanto riuscire ad innalzarsi dal fango in cui ancora strisciamo come bestie, guidati dagli stessi “software” delle bestie, senza riuscire ad usare i talenti a nostra disposizione; come un giglio (o un loto, per chi preferisce le tradizioni orientali): puri nonostante (o meglio GRAZIE al) il fango. Ma non è ancora finita, perché potremo dire di essere il giglio solo quando saremo riusciti a portare qualcun altro con noi. Non si torna alla casa del Padre da soli; in realtà è la vergogna che ci impedisce di tornare da soli pur potendo (libero arbitrio: principio universale); perché se realmente abbiamo trovato una Verità non possiamo fare a meno di gridarla dai tetti. Sarebbe egoismo essere felici da soli e, quindi, quello che abbiamo trovato non sarebbe "una Verità" (un aspetto della Verità) bensì la verità di uno (una convinzione personale).

    Quanto sono vere le tue ultime parole: in realtà ci muoviamo tra un bene minore ed un bene maggiore e, da un punto di vista soggettivo, dall’egoismo all’altruismo. Qui è questo che dà il movimento [verso una direzione che è quella dell'uno = Universo ;)]: l’attrazione e la repulsione, la simpatia e l’antipatia, ecc. ed è in se equilibrato; ma c’è di meglio eccome! E’ esattamente il tipo di scelta che ogni volta compiamo che definisce il nostro livello evolutivo e nel contempo ne determina la successiva opportunità; in un processo di individuazione dell’io e di sintesi della verità propria di quel livello.

  • #62

    KOSLINE (domenica, 02 ottobre 2011 05:24)

    @EUREKA tu nel post 53° dici :

    "Perchè sò di non essere stato io a creare tutto questo. Quindi essendo creatura la logica impone un Creatore. Questo perchè credo che per ogni cosa esiste una ragione, a prescindere dal fatto che io la conosca o la comprenda. Credere nella casualità degli eventi è un modo come un altro per affermarne l'incomprensibilità e rinunciare apioristicamente alla possibilità della conoscenza. "

    la mia logica mi dice che nel Infinito Cosmico Universale , che non ha' fine ne' inizio , non esiste un creatore iniziale , per il semplice motivo, che se' individui un creatore o un momento d'inizio come il bigbang , io ti diro' che per logica ,un creatore o un momento , hanno bisogno, di fattori che li determinano ,o che li creino come meglio ci si possa esprire (o nascono dal nulla Eureka ??) questo ragionamento lo fai a ritroso all Infinito ? SI
    questo e'un limite logico Universale, qualcunaltro puo' chiamarlo Dio !

    eterno dilemma !

    ma la religione per logica(che vedo ti piace molto) che prove mi porta ? e la scienza ? alla risoluzione del dilemma ?

    la scienza , che noi siamo la trasformazione dell energia, e veniamo dalla nostra stella ,con vari passaggi , energetici- fisici- chimici ,evolutivi ,che sono durati miliardi di anni , ormai il quadro e' tratto ,non nei minimi particolari, ma' gli studi portano su questa strada con fortissimi indizzi e in tanti passaggi prove scientifiche .

    le religioni ? almeno quello che ricordo , dio ha fatto in pochi giorni questo mondo ecc, gia' qua' posso fermarmi(ma potrei scriverne di baggianate dette) , perche' la leggenda si e' gia' autosbuggiardata , abbiamo prove scientifiche che questo mondo e' stato creato grazie a miliardi di anni di evoluzione , no pochi giorni ,la leggenda adesso per me' vale quanto i Puffi e le Fate , per non parlare di babbo natale e la befana .

    poi un piccolo studio, storico ,antropologico ,culturale , mi mette la parola fine, su perche' siano state inventate le religioni ? (che ricordo sono molte e differenti) e sul percome il 95% dell umanita' ci crede senza se' e senza ma' , giusto per togliermi lo sfizzio di comprendere cosa porta a credere per fede , e non per comprensione esseri che si dichiarano LOGICI ?

    Vedo . per dati di fatto, che le religioni inventate dall uomo, a proprio uso e consumo ,per le pecorelle smarrite ,impaurite dalla presa coscienza, che un giono si nasce, un altro si vive, e soprattutto un altro ancora aime' si muore !!!

    io la penso cosi Eureka , poi ognuno libero giustamente di credere a cio' che vuole .

    ma se' ti rifugi nella religione perche' hai paura di morire ricordati le basi della scienza ci rendono immortali :

    NULLA SI CREA , NULLA SI DISTRUGGE , MA TUTTO SI TRASFORMA !!!


    by!

  • #63

    Lorenzo (domenica, 02 ottobre 2011 10:42)

    Ti ringrazio Eureka, come ringrazio Eone Nero per ogni vostro contributo ricco di spunti di notevole interesse e riflessione insieme.

    @Eone Nero
    "Sai che ci sono fortissime prove che i vangeli siano falsi?"
    --------------------------------------------------
    Sicuramente, soprattutto perchè ne esistono diversi e la differenziazione non è nella narrazione dei fatti vissuta dai vari apostoli, bensì sul modo in cui il Divino viene reso "a portata di comprensione" da parte dell' essere umano.
    Il Divino ha solo due modi di essere avvicinato, sempre che si accetti che Egli voglia essere raggiunto: Il primo (prendendo in prestito due termini informatici), è un approccio top-down, mentre il secondo bottom-up.
    Per analogia, nel primo modo il divino rinuncia alla sua sfera trascendente d'appartenenza e si materializza in quella più grezza dell'immanente, raggiungendo con più facilità (perchè maggiormente comprensibile) il suo obiettivo. Ricordiamo la famosa frase "Se non vedo, non credo".Nel secondo modo, è l'uomo a dover rinunciare all'appartenenza alla sfera dell'immanente per elevare se stesso ad un livello superiore, distaccato e perfetto.
    Analizziamo con senso critico entrambi i modi: Cominciando dal primo, risulta umanamanete poco accettabile il dover rinunciare all'essere dio per diventare uomo: E' una declassazione che nessun uomo vorrebbe subire se si trovasse già ad essere dio, a maggior ragione se è già un dio a volerlo fare, ancorchè per volontà sua.
    Ecco, quindi, che l'uomo "ci mette del suo", come si suol dire, instillando il ragionevole dubbio sulla manifestazione del divino sulla terra.
    Nel secondo modo, è l'uomo a riconoscersi grezzo ed anela ad appartenenere ad un livello superiore, prendendo il divino come punto di riferimento e fine ultimo del suo percorso evolutivo.
    A questo punto, è persino possibile evitare di concepire il divino, troppo distante dalla mente umana perchè difficilmente comprensibile ai più, ma così facendo cio che resta è considerare se stessi al centro dell'universo in cui tutto ruota attorno al proprio io.
    Questa visone potrebbe essere valida se solo si riuscisse a dimostrare che è l'uomo ad essere in grado di riprodurre il creato, secondo le leggi che già lo regolano; Nella migliore delle ipotesi, a crearne nuove per dare vita ad universi differenti.

    @Eureka
    "Riuscire a conciliare la compresenza del bene e del male con principi assoluti come la giustizia, la bontà, la perfezione ecc."
    --------------------------------------------------
    La perfezione non accetta altro che l'estremismo, per questo è pura. Nell'uomo non esiste estremismo ed è per tale ragione che esso non è perfetto.
    Giustizia ed amore infiniti non possono essere assimilati, poichè l'odio non dovrebbe esistere secondo giustizia, o viceversa. E' dura da comprendere, ma è per tale motivo che è all'uomo che è stata data la scelta. Secondo la mia visione, egli è il terzo elemento del tutto, il bilancere di due opposti pesi che, per libero arbitrio accettato da entrambi gli estremi, può far propendere verso l'uno o l'altro piatto a seconda del peso che l'uomo da alla scelta che ha apportato.
    Un altro paragone è quello della scacchiera che costituisce la trama composta da quadrati neri o bianchi alternati (le contraddizioni) ed i pezzi neri o bianchi (i pesi): Entrambi gli estremi cercano di eliminare il peso altrui scontrando i pezzi che si muovono secondo regole precise; In questa visione un'estremo muove il pezzo contro quello altrui, mentre l'altro fa lo stesso a volte proteggendosi, altre volte contrattaccando.
    Il demonio tenta (può farlo perchè sei imperfetto), Dio contrasta, ma sta a te scegliere.

  • #64

    Lorenzo (domenica, 02 ottobre 2011 10:45)

    Come puoi discerner tra il bene ed il male uomo se non possiedi intelligenza ?
    Questa è la domanda che mi pongo.

  • #65

    Eone Nero (lunedì, 03 ottobre 2011 00:09)

    @Lorenzo, parlo dei 4 Vangeli canonici non degli altri.

    Tralasciando i deliri mistico-dottrinali che leggo distanti Eoni dal massaggio Cristico, mi puoi dire come ti permetti a parlare di intelligenza degli altri quando si evince chiaramente Lux Obnubilata nei tuoi scritti?

    Non sono di certo offensivo nei tuoi confronti, anzi mi pare di andarci con i guanti di velluto.

    Spero solo che non si celi dietro il nick Lorenzo un prete, e sperando sto scendendo a sentimenti cattolici.

    Altra cosa mentre nessuno di noi ha dispensato consigli sentendosi Gesù nel tempio, posso chiederti cosa ti porta ad fare opera di proselitismo sul web?

    Hai idea che quello che hai scritto è degno dell'epoca di Jacob Sprenger e Heinrich Institor Kramer?

    Non ti sei accorto che tutto questo è antitetico con il messaggio Cristico?

  • #66

    Emanuele (martedì, 04 ottobre 2011 10:41)

    Fate una gran confusione...
    Mescolate la fede nel Padre e nel Figlio con l'impero cattolico romano che non ha fatto altro che stravolgere la semplice verità contenuta nei Vangeli per inventarsi "madonnine" e "purgatori"...
    Le favole e le dottrine umane sono una cosa... il Vangelo é un altra.
    Ed é triste perché buttate così via qualcosa di IMMENSO.
    Il fenomeno ufologico é letteralmenmte esploso nei primi anni 50 e con esso il fenomeno dei "contattisti" (quali Eugenio Siragusa, Bongiovanni,Rael... e compagnia bella).Chiunque abbia poi letto con attenzione i cosidetti "messaggi" ricevuti da questi CANALIZZATORI,MEDIUM... si accorgerà ben presto che i concetti espressi sono profondamente anticristiani e chiedono sostanzialmente un NUOVO ORDINE MONDIALE (non a caso così si chiamò un libro di ASHTAR SHERAN, sedicente capo delle milizie cosmiche),un nuovo sistema economico.
    La BIBBIA descrive questo nuovo sistema economico... ma non é affatto
    rose e fiori... tutto il contrario. Sarà la fine per chi lo accetterà.
    Tante belle parole, tanta "luce" e tanto "amore" ma la SOSTANZA é chiara.Viene insegnato agli uomini che potranno "evolvere", "ascendere", che in fondo tutto é relativo, che "siamo tutti uno", che "siamo Dio"... e avanti.PURA NEW AGE.La SALVEZZA per mezzo del SOLO Gesù Cristo é totalmente CANCELLATA per far posto ad un nuovo "vangelo" intergalattico.
    Ma la PAROLA é chiarissima... NON ESISTONO ALTRI VANGELI.
    E' una trappola.
    Voglio anche ricordare che lo stesso VAlléee (non certo un prete)disse che dietro il "fenomeno ufo" sembrava celarsi un'intelligenza capace di MANIPOLARE il pensiero collettivo, unificandolo.Il Nuovo Ordine Mondiale ed il suo nuovo messia porteranno tutto quello che molti lettori di questo sito attendono... tante novità, tante "rivelazioni"... ma prudenza... QUALCUNO ci avvertì di tutto questo.Giorgio Bongiovanni, uno dei tanti falsi profeti di questo periodo, predica un Cristo stellare che tornerà tra poco come un supereroe a fare giustizia e a creare un meraviglioso mondo di pace.Gli ebrei sono in attesa del loro Messia, i cultori new age del loro "maitreya", gli arabi attendono il "mahadi",i dischisti attendono Ashtar Sheran... ATTENZIONE... perché esiste un SOLO MESSAGGIO che avverte l'umanità con CHIAREZZA ricordando a tutti che PRIMA DEL RITORNO DEL CRISTO... dovrà APPARIRE sulla scena qualcun altro.

  • #67

    KOSLINE (martedì, 04 ottobre 2011 10:58)

    @Emanuele , che pena , che barba , che noia , che siete !

    essere se' stessi NO? per forza qualcosa di superiore divino ecc ci deve essere ? ma quando l'Uomo diventera' superiore , quando prendera' coscienza di essere qualcosa di naturale no di divino ?
    ma smettetela di predicare bene e razzolare male , SIATE UOMINI E NON PECORELLE SMARRITE ....!

    noi siamo l'umanita' figli della trasformazione dell energia ,della nostra stella , E' basta , con ste baggianate da medioevo che avete rotto le @@ !!!

  • #68

    Eone Nero (martedì, 04 ottobre 2011 19:13)

    Emmanuele ti invito sul forum a discutere di Gnosi e del Cristo storico, oltre a fare una comparazione con altre filosofie e religioni dalle quali Santa Chiesa Romana, Cattolica e Apostolica a preso a man bassa.

    Conosciamo perfettamente Vallèe, come Freixedo

  • #69

    Luciano (venerdì, 28 ottobre 2011 11:08)

    In questo Paese non si può manifestare più il proprio pensiero?
    Ha soltanto detto: personalmente il sottoscritto che è un sacerdote cattolico che da molti anni diffonde la devozione cristiana ai Santi Angeli non crede assolutamente all’esistenza degli UFO. Vogliamo crocifiggerlo?

  • #70

    Flavio (mercoledì, 26 settembre 2012 10:18)

    Di fronte al fenomeno ufo che ho studiato per molti anni sono giunto ad una conclusione.Se sei cristiano(come il sottoscritto),non puoi che credere in Gesu' Cristo come unico salvatore.Sulla Bibbia che è parola di Dio,non si parla mai di alieni o di dischi volanti(anche se gli ufologi li vedono dapperttutto,nonostante vengano smentiti).
    Se invece sei ateo o comunque ti affidi alla scienza,basta chiedere a dei fisici o dei ricercatori seri(non pseudo scienziati-ufologi o quant'altro)e vi diranno che altre forme di vita nell'universo sono possibili,ma non significa che gli alieni siano già qui,visto che nessuno ha mai portato un video attendibile dove si vedono questi extraterrestri.
    In conclusione per quanto mi riguarda ho compreso che purtroppo come dice Gesù nei vangeli satana esiste e la sua azione si sviluppa anche con gli ufo(come confermano i veggenti di Medjugorje).