La lezione della cometa Elenin, l'apocalisse è ancora lontana

La cometa Elenin, resa celebre dell'ondata di pettegolezzi catastrofistici che avevamo già smontato a suo tempo, si è praticamente disintegrata, e non è riuscita a sopravvivere al suo passaggio ravvicinato con il Sole. E’ questo il responso dopo che il 19 Agosto il corpo è stato investito da un intensissimo brillamento solare e da una massiccia espulsione di massa coronale, che ha causato una drastica diminuzione della sua luminosità dovuta probabilmente alla imminente disgregazione del suo nucleo. Il violentissimo vento solare non solo ha demolito buona parte della cometa, ma ha anche fermato la sublimazione dei composti volatili che la formano la scia impedendo che si riformi. Cosa potrebbe accadere in seguito a questo fenomeno? Se la cometa dovesse frammentarsi in più pezzi, questi non modificheranno l’orbita del progenitore per poi disperdersi nello spazio profondo. Solo nel caso in cui la Terra dovesse attraversare questa porzione di spazio si verificherebbe un’eccezionale pioggia di meteore, anche più spettacolare delle famose Perseidi, che tutti noi conosciamo come le ”lacrime di San Lorenzo”, e che in realtà sono i frammenti della cometa Swift-Tuttle. Infatti disgregazione cometaria è un fenomeno tutt’altro che raro.

Le comete WestLinear, la Schwassmann-Wachmann 3 e laShoemaker-levy 9 ne sono alcuni esempi. L’ultima in particolare, si disgregò in 21 frammenti a causa presumibilmente di stress termici che hanno interessato l’interno del nucleo in occasione del passaggio al perielio, precipitando su Giove e infliggendo al pianeta gigante enormi “ferite”.  Se lo stesso corpo fosse precipitato sul nostro pianeta, non avrebbe dato probabilmente scampo nemmeno alle forme di vita batteriche.

Insomma siamo salvi, anche questa volta con buona pace di chi sognail deep impact.

Scrivi commento

Commenti: 10
  • #1

    LORENZO M. (martedì, 20 settembre 2011 16:05)

    Sarei curioso di capire chi sogna l'Armageddon,ma effettivamente c'è tanta gente con dei problemi al mondo,per cui non è da escludere.

  • #2

    Jack (martedì, 20 settembre 2011 16:43)

    Ecco a tutti quelli che ancora la nominano. Adesso che praticamente distrutta, datevela in testa così magari vi svegliate senza farvi male.

  • #3

    ufo in india (martedì, 20 settembre 2011 17:07)

    latest ufo in india

  • #4

    KOSLINE (martedì, 20 settembre 2011 23:27)

    quardate ragazzi di bufale ormai sono un esperto , ma come la povera cometina che poteva causare maremoti terremoti e catastrofi bibliche , solo passando vicina(relativamente) alla terra ,onestamente misa' che e' da premio Nobel dei Fake ....!no per chi confeziona la bufala , ma per chi ci crede XD! e pensare che qualche giorno prima che si squaliasse ,come un ghiacciolino fuori dal frigo , era uscita un ennesima bufala che trasmissioni radio arrivavano dalla cometa che in realta' era un astronave aliena ....XD!!!

  • #5

    Fabio (mercoledì, 21 settembre 2011 09:44)

    nella mia ignoranza comunque non ho mai pensato che la cometa Elenin potesse impattare con la Terra o altro, ho avuto solo il dubbio quando ancora non si sapeva di che tipo di materiale fosse composta e che addirittura, insinuando che fosse una nana bruna con forza gravitazionale, attraversando l'orbita terrestre e quindi allineandosi con il sole e noi, potesse infliggere la sua forza per provocare qualche bel casotto. E sul famoso Nibiru, Pianeta X o come lo si voglia chiamare? Che ci sono tante teorie prove e contro prove a renderne ambigua l'esistenza? Che si dice?

  • #6

    Jack (mercoledì, 21 settembre 2011 15:41)

    Fabio io posso dirti scientificamente quello che so su Nibiru. Esso dovrebbe essere situato nella Nube di Oort un immensa "nube" di detriti che è situata ai margini del sistema solare. Dunque SCIENTIFICAMENTE si ritiene che possano esserci corpi celesti quali pianeti in questa periferia del sistema solare, ma si pensa a pianeti nani, come plutone, eris o makemake. Una nana bruna è una stella non accesa con una temperatura "bassa" e che non può quindi emettere luce visibile. Ma tale astro avrebbe comunque una massa molto superiore a Giove quindi il suo campo gravitazionale dovrebbe sentirsi molto, cosa che non succede. Visto che i presunti corpi sono tutti super-freddi vengono cercati con mezzi che possano scrutare i vari spettri della luce, ma per ora, non è stato visto proprio nulla di somigliante a Nibiru o Pianeta X o come lo si voglia chiamare. Questo SCIENTIFICAMENTE, poi il resto sono favole.

  • #7

    max (mercoledì, 21 settembre 2011 21:59)

    ma cm tutte ste profezie che elenin era una navicella dei pleiadiani che doveva illuminarci la mente è il corpo ecc ecc boooo si è disintegrata

  • #8

    Fabio (giovedì, 22 settembre 2011 08:58)

    @jack

    Ok Jack, perfetto! Alcune cose che mi hai esposto le sapevo, ma il fatto è che io so che nel 1983 la Nasa spedì nello spazio un satellite con telescopio ad infrarossi di nome Iras proprio per trovare questo corpo estraneo che anni prima portò alla conclusione a cui giunsero diversi scienziati Nasa, e che a loro parere fosse la causa delle anomalie nelle orbite dei pianeti al confine del sistema solare. So che una nana bruna essendo molto fredda non è percepibile dall'occhio umano, però ora mi viene da pensare che ormai il Pianeta X dovrebbe essere molto vicino, e tenendo anche in considerazione il fatto che chi di dovere sappia e nasconda, credo pure però che molti appassionati di astronomia e non solo abbiamo magari la possibilità di scrutare lo spazio con telescopi ad infrarossi e quindi l'alta possibilità di poterlo scorgere e anche piuttosto bene, quindi a questo punto non saprei proprio cosa pensare. In effetti comincia a saper di bufala. Comunque di smentite ancora ne ho trovate poche, dico la verità...

  • #9

    Eone Nero (giovedì, 22 settembre 2011 11:26)

    Alcuni dati sul satellite Iras citato da Fabio.

    http://it.wikipedia.org/wiki/IRAS

    http://lambda.gsfc.nasa.gov/product/iras/

  • #10

    Fabio (giovedì, 22 settembre 2011 12:13)

    Grazie Eone.