I viaggi nel tempo sono impossibili: valida la teoria di Einstein

E' stata messa definitivamente la parola fine alla possibilità di realizzare il sogno del viaggio nel tempo? Con il loro studio sul singolo fotone, cioè le singole particelle di luce, un gruppo di scienziati di Hong Kong hanno confermato la teoria di Einstein sulla velocità della luce nel vuoto e dunque sepellito ogni speranza di possibili viaggi nel tempo. L’équipe di ricerca guidata da Du Shengwang dell’Unversità di scienza e tecnologia di Hong Kong ha spiegato sulla pagina web dell’ateneo di essere riusciti a dimostrare che effettivamente nulla è più veloce della luce, come aveva stabilito Albert Einstein nella teoria della relatività. Fine delle speculazioni sulla macchina del tempo?

La probabilità di un viaggio nel tempo è legata alla possibilità di superare la velocità della luce. Una decina di anni fa la relatività einsteiniana era però stata messa in discussione dopo che alcuni scienziati avevano scoperto presunti impulsi di velocità superluminale. Sebbene la scoperta risultò essere solo un effetto ottico, rimase il sospetto che la velocità della luce si potesse in qualche modo superare tramite un singolo fotone. L’Università di Hong Kong ha pubblicato online lo studio completo, mentre a presentare i risultati è intervenuta la pubblicazione su Physical Review Letters. In pratica, sostiene il team attorno a Du, i ricercatori di Hong Kong sono riusciti a misurare con precisione la velocità di un fotone. «Anche un singolo fotone, l'unità di base della luce, come pure la velocità di fase delle onde elettromagnetiche, obbedisce al postulato relativistico del limite della velocità della luce», si legge nel documento. In altre parole: i singoli fotoni non sono in grado di superare in alcun modo la velocità della luce. Insomma, anche stavolta Einstein ha dimostrato di aver ragione.

Corriere.it

Scrivi commento

Commenti: 24
  • #1

    Alfredo (lunedì, 25 luglio 2011 14:55)

    Einstein è stato una delle massime espressioni della scienza. Posto che la velocità della luce è un limite invalicabile (ma attualmente anche irraggiungibile per gli uomini) l'unica soluzione per i viaggi nel tempo è infatti riuscire a curvare lo spazio così da raggiungere un punto lontanissimo nel minor tempo possibile. Facile a parole :P

  • #2

    Lorenzo (lunedì, 25 luglio 2011 16:03)

    Beh, il tempo è una grandezza che abbiamo dovuto inventare per ovvie ragioni.
    Non v'è bisogno del tempo per imprimere una forza ad un oggetto che si muova nello spazio, ma a seconda del sistema in cui esso si trova e delle risultanti delle forze che su di esso agiscono, esso si muoverà più o meno velocemente, percorrendo più o meno spazio fino a quando tenderà a mantenere il suo stato inerziale. Il tempo è quindi una derivata astratta. Gravità e spazio no, tant'è che la prima è in grado di curvare la seconda.
    La teoria della relatività, per quanto io abbia capito, si basa sull'interazione di un corpo e delle forze che su di esso agiscono in relazione al sistema di corpi a cui esso appartiene.
    ...e non è affatto una teoria.

  • #3

    franz (lunedì, 25 luglio 2011 16:42)

    E questo conferma quanto ho sostenuto a riguardo della velocità della luce.

  • #4

    Jack (lunedì, 25 luglio 2011 17:49)

    Lorenzo scusami se intervengo ma la nostra misurazione del tempo è "astratta", ed è una grandezza che noi abbiamo datogli per meglio poterlo studiare. Ma il tempo è qualcosa di concreto quanto la gravità e lo spazio nella fisica. E' la 4° dimensione.

  • #5

    max (lunedì, 25 luglio 2011 19:41)

    quindi è cm immaginavo non ci sara mai nessun viaggo nel tempo peccato!!!!!!!!!

  • #6

    Lorenzo (lunedì, 25 luglio 2011 21:20)

    max, non ti buttare giu, una speranza c'è: sposta le lancette dell'orologio, he he heeee. Inoltre considera che siamo già un'ora avanti !!! Questo è progresso, altro che balle !!

  • #7

    kimaka (martedì, 26 luglio 2011 00:07)

    calma ragazzi...in prossimita' di un buco nero o di una massa moooolto piu' grande della ns amata fattoria:la Terra il tempo rallenta .. no giusto una precisazione e se ne infiskia della relativita' del nostro amato scienziato...alla prossima

  • #8

    Delta Force (martedì, 26 luglio 2011 10:54)

    Mai dire mai....

  • #9

    Jack (martedì, 26 luglio 2011 12:47)

    Tralasciando il fatto che è stato scientificamente provato che viaggiare nel futuro è "fattibilissimo", o meglio è già stato ampiamente provato. Forse l'articolo si riferisce ai viaggi nel passato, quello è il problema che la fisica non riesce a risolvere riguardo i viaggi nel tempo. Ma come qualcuno ha già scritto, alcuni fisici teorici hanno postulato che magari in prossimità di un buco nero, sottoposto ad una forza di gravità immensamente grande, il tempo stesso si deformi e non solo lo spazio. Ma rimane teoria comunque. Fortunatamente sono tutti troppo lontani per buttarci una sonda dentro ghghggh XD.

  • #10

    Diego 10 (martedì, 26 luglio 2011 13:16)

    Come detto da altri prima di me dobbiamo distinguere: viaggiare dove? passato o futuro. In realtà l'idea di viaggiare nel tempo è qualcosa di più di un’idea fantascientifica: neanche questo stidio infatti ne ha dimostrato l’impossibilità.

    Separiamo il viaggio verso il futuro dal viaggio nel passato. Il primo, infatti, può essere realizzato utilizzando la dilatazione del tempi della Relatività Speciale di Einstein, che sostiene che un orologio, anche biologico, si muove più lentamente man mano che raggiunge la velocità della luce. Perciò partendo dalla Terra su una astronave che riesce ad accelerare fino a raggiungere velocità prossime a quella della luce, si potrebbe compiere un viaggio fino al centro della nostra galassia e ritorno in 40 anni (tempo misurato sulla navicella). Sulla Terra, intanto, sarebbero però passati 60.000 anni e, al ritorno, l’eventuale astronauta si troverebbe quindi nel futuro. Purtroppo un viaggio del genere richiederebbe una grandissima quantità di energia, del tutto irraggiungibile con le tecnologie attuali. Più complicato risulta il viaggio indietro nel tempo, secondo me letteralmente impossibile.

  • #11

    Jack (martedì, 26 luglio 2011 13:22)

    Pienamente azzeccato quello che dici Diego10. Io anche non credo che i viaggi nel passato siano possibili, troppi paradossi. O quanto meno non per tutte le particelle. Se non ricordo male ci sarebbero delle particelle subatomiche, che si teorizza, possano muoversi liberamente lungo la linea temporale. Ma non sono un fisico, solo un appassionato, quindi non posso approfondirvi l'argomentazione.

  • #12

    Diego 10 (martedì, 26 luglio 2011 13:32)

    Giustizzimo jack il problema principale dei viaggi nel passato sono i paradossi che risultano insuperabili e ogni legge fisica che sia ostacolata da paradossi è nulla. In fondo io penso che sia bello parlare di questo cose ma in concreto la possibilità che si realizzino sono nulle. Una cosa è far viaggiare particelle subatomiche...altro è teorizzare viaggi con equipaggio e immaginare spedizioni intergalattiche. Quindi se ne discutiamo è a livello solo accademico, idem per il teletrasporto e tutte le cose collegate ad esso.

  • #13

    Jack (martedì, 26 luglio 2011 13:57)

    Però pensa se si riuscissero ad utilizzare per creare un immagine proveniente dal passato, una specie di tubo catodico che guarda nel passato. Sarebbe molto affascinante. Riguardo i viaggi fatti da equipaggi come te credo siano impossibili.

  • #14

    KOSLINE (martedì, 26 luglio 2011 16:42)

    @QUOTO DIEGO10 e JACK , e aggiungo il paradosso dei paradossi COME SI FA' AD ANDARE IN QUALCOSA CHE NON ESISTE PIU' ?????!!! e' passato ormai non esiste dove vai .....

    pero' anche se l'articolo accosta questa scoperta dei ricercatori alla macchina del tempo , io mi soffermerei sul fatto che direi fossi in loro: X ADESSO non siamo riusciti a far andare un fotone nel vuoto piu' veloce della luce, molto provabilmente non si puo fare , nel senso non do come loro di scontato che non si possa abbattete il limite della velocita' della LUCE , noi piccoli UMANI nell INFINITO COSMICO , siamo ancora veramente PICCOLI x affermare con certezza al 100% che una cosa si possa fare o NO , troppe volte l'uomo si e' arrogato il diritto di dire quello non si puo fare PUNTO , puntualmente poi smentito da nuove ricerche ecc....

    anche se' secondo me' con il paradosso esposto all inizio anche abbattendo il limite della velocita' della luce non sia possibile andare in dietro nel tempo ....ma potremmo viaggiare lontano tanto lontano nell infinito cosmico....

    e poi non x essere fiscale ma EISTEIN non diceva che non si poteva abbattere la velocita' della luce ma che x farlo bisognava avere a disposizione un' enorme forza , se non erro mi scuso se lo faccio come quella del sole x fare un paragone comprensibile ai piu' , quindi x logica lo dava poco provabbile ma x fisica non impossibile .....!!!

    by !!!

  • #15

    Jack (martedì, 26 luglio 2011 17:55)

    Kos mi sento in colpa a doverti correggere e mi sembra di peccare di arroganza a continuo :(. Einstein è stato il primo in assoluto a definire la velocità della luce come limite invalicabile, come costante. Quando lo postulò era solo una teoria e seppur accettata non dimostrabile a causa delle tecnologie che non permettevano. Ma oggi questa come diverse altre teorie sono state dimostrate. Comunque sono d'accordo con te per una cosa: Non è certo che non sia possibile. L'universo nei primi attimi dopo il big bang si espanso più velocemente della luce, ci sono dati a dimostrazione di tale tesi. Il fenomeno prende il nome di "inflazione".

  • #16

    KOSLINE (martedì, 26 luglio 2011 18:15)

    no JACK che colpa e' bello confrontarsi ,me lo diceva il mio prof di fisica ora io onestamente non sono un fisico e non so' dirti con certezza e poi sono passati tanti anni , ma forse ho detto una CAZZ@TA XD , forse ripensando con calma diceva piegare lo spazio ?un modo indiretto x andare piu' veloce della luce, no andare piu' veloce della luce , tu cosa ne pensi ?

    by amico ....

  • #17

    Jack (martedì, 26 luglio 2011 18:40)

    Si quello è teoricamente possibile, la gravità permetterebbe di deformare lo spazio. E fu proprio lui a teorizzarlo. Credo proprio che tu ti sia confuso con questo XD!

  • #18

    lorenzov (martedì, 26 luglio 2011 19:01)

    Mai dire mai.
    Festeggiamo (e' un eufemismo) i 150 anni dell' unita' d'Italia ma allora chi poteva immaginare anche solo il telegrafo senza fili, il telefono, il radar ecc.?
    Vi era gia' stata la rivoluzione industriale che attraverso la forza del vapore aveva stravolto il modus vivendi e dopo altri solo 40 anni un Marconi fece altrettanto.
    Fecero altrettanto i Curie, il Pasteur, e vi fu succesivamente un'accelerazione nelle cono scenze della fisica, della chimica, nella biologia ecc.
    Peccato che tante scoperte e invenzioni siano state ricercate a fini bellici!
    Einstein fu un grande teorico e altri misero in pratica quanto insegno':
    Hoppeneimer, Fermi, ecc.
    Spero solo che per poter viaggiare nel tempo l'umamanita' non paghi lo scotto di un'altra guerra planetaria.
    Magari sara' possibile viaggiare in universi paralleli dove il tempo e' "diverso" e dove troveremo scienziati coi quali baratteremo la nostra scienza.
    Per quanto riguarda scandagliare le immagini del passato non dimentichiamo che se vediamo un sistema stellare lontano mille anni-luce lo vediamo com'era mille anni fa.
    Oggi possiamo guardare il passato a partire dall' avvento della fotografia in poi e se non possiamo vedere come furono costruite le piramidi e' perche' allora la tecnologia non lo permetteva.
    Cari amici "ho detto la mia".
    Vi saluto e Vi auguro buona serata.
    Ciao nipoti.

  • #19

    nimanth (sabato, 30 luglio 2011 12:38)

    Ma per me viaggiare nel tempo è una cavolata micidiale,perchè:Uno come fa ad andare indietro nel tempo?E se vuole andare nel futuro,nel futuro non c'è bisogno di andarci il futuro lo decidiamo noi tipo se va nel futuro guarda e vede che val il gelataio poi torna indietro e decide di cambiare lavoro perchè è troppo noioso il gelataio.Dopo il futuro magari non esistera perchè niente deve cambiare il futuro c'è riskio che cambi qualcosa e il futuro non esistera!E poi se il governo avrebbe fatto una macchina del tempo non avrebbe detto niente a nessuno e avrebbe fermato il nucleare è impossibile fare viaggi nel tempo però c'è una piccolissima probabilita di fare un viaggio nel tempo ma di poco per andare 1 ora indietro qualcke minuto in avanti;riguarda la rotazione della terra,la rotazione gira il pianeta terra da sinistra verso destra ovvero da ovest verso est quindi va piano piano al nostro futuro,ma se smette di girane il tempo si blocca sul pianeta terra noi rimaniamo immobili e poi continua a girare e quindi noi continuamo a muoverci e non abbiammo sentito nulla,non so se è successo comunque se il pianeta terra girasse da destra verso sinistra ovvero da est verso ovest di mattina ci sara la luna e di sera il sole e si va indietro nel tempo piano piano e noi torniamo piano piano micro persone senza cervello (bambini) ma per me viaggiare nel tempo è inutile tanto che importa del passato quello che è successo è successo è il destino non si poteva evitare invece il futuro si sceglie noi. IO HO DETTO LA MIA!

  • #20

    Jack (sabato, 30 luglio 2011 12:47)

    Nimanth, io onestamente non so dove hai sentito la storia della terra che gira e va nel futuro o nel passato, ma ti garantisco che è un ca***ta micidiale, nn dar retta a chi spara a vanvera. Hai scritto una cosa giusta, viaggiare nel tempo è impossibile (nel futuro ci vuole troppa energia, nel passato ci sono molti problemi con la fisica come la conosciamo noi)

  • #21

    franz (sabato, 30 luglio 2011)

    Il presente è il risultato del passato come il futuro è il risultato del presente per cui nel presente c'è sia il futuro che il passato dipende unicamente dalla nostra percezione.

  • #22

    Patrizio (sabato, 30 luglio 2011 22:54)

    nimanth.... ma parli sul serio ?

  • #23

    Davide76 (sabato, 10 dicembre 2011 10:28)

    Avete mai sentito parlare della teoria delle stringhe? Quella teoria che proverebbe l'esistenza di universi paralleli? Fantascienza direte voi... Avete presente il CERN e i soldi spesi per costruirlo? Probabilmente allora non è fantascienza pura e semplice ma una solida base scientifica ci sarà per effettuare un investimento di queste proporzioni.. eh già, tra le altre cose il CERN è stato costruito fondamentalmente per provare l'esistenza fisica del bosone di Higgs che il buon Higgs ha già provato matematicamente, un po' come fece Einstein con la curvatura dell'universo che al tempo ancora la cosmologia non poteva rilevare, ed indovinate un po'? il bosone di Higgs è praticamente l'anello mancante nella dimostrazione della teoria delle stringhe della quale per altro sono già state stipulate leggi matematiche e fisiche che stanno in piedi, questo significa che è molto più probabile che esistano universi paralleli che no... Con questo voglio semplicemente dire che se aveste parlato di queste cose anche solo 100 anni fa vi avrebbero presi per pazzi e sarebbe stata giudicata impossibile anche solo la costruzione del CERN, fino a qualche anno fa sarebbe stata giudicata impossibile anche solo la generazione di 3 teraelettronvolt che invece sono stati generati appunto al CERN di Ginevra... Provate a pensare dall'invenzione della lampadina ad oggi i progressi tecnologici che sono stati effettuati ed in quanto poco tempo, solo 100 anni fa la scienza dell'epoca ed anche l'opinione pubblica avrebbe giudicato impossibile mandare un robottino su marte, andare sulla luna, sarebbe stata giudicata impossibile anche solo l'invenzione del cellulare che è una tecnologia che oggi possediamo tutti quanti e dunque, viaggiare nel tempo? Perchè pensare impossibile? se la scienza evolverà velocemente come dal '900 ad oggi chissà cosa esisterà nel 2111, MAI PORRE LIMITI ALL'EVOLUZIONE TECNOLOGICA

  • #24

    Davide76 (sabato, 10 dicembre 2011 11:06)

    Ah scusate volevo solo fare una precisazione sui commenti precedenti... Curvare lo spazio non serve per abbattere la velocità della luce, è "semplicemente" un modo per percorrere enormi distanze senza doverlo fare anche se comunque probabilmente ci si dovrebbe avvicinare parecchio a quella velocità, teoricamente dovrebbe funzionare un po' come aveva ipotizzato quel grande genio visionario di Geroge Lucas, avvicinandosi a quella velocità avremmo piegato a tal punto l'universo da saltare nell'iperspazio e ritrovarci anche a migliaia di anni luce dal punto di partenza, chissà magari un giorno.... Prima però bisogna risolvere il problema della produzione dell'energia necessaria a farlo e di che materiale usare per costruire il mezzo di trasporto infatti, sempre per una legge fisica di Einstein, con i materiali ufficialmente conosciuti sarebbe impossibile anche solo avvicinarsi a quella velocità perchè il materiale si dilaterebbe troppo, nella formula trovata da Einstein per calcolare la dilatazione dei materiali in base alla velocità infatti, utilizzando la velocità della luce, viene una divisione per zero il quale risultato è impossibile o comunque infinito e voi capite che se un materiale si dilata all'infinito probabilmente si disintegra o meglio, considerando che nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si trasforma probabilmente si smolecolerebbe.... Magari se trovassimo il modo poi di contenere e rimettere insieme gli atomi al posto giusto, per esempio senza risaldare quelli del mezzo con quelli dei passeggeri ma ad ognuno i suoi e nella giusta posizione.... Bah... Chissà.... MAI PORRE LIMITI ALL'EVOLUZIONE TECNOLOGICA