Nuovo cerchio a Burderop Down. Ma la delusione continua

C'era una volta il cerchio nel grano che ti lasciava a bocca aperta. Potrebbe cominciare così la riflessione su questi primi cerchi inglesi della stagione 2011, che sembrano un misto di improvvisazione e cattivo gusto. La simbologia del cerchio che tiene al suo interno un triangolo è sempre suggestiva, ma la nuova opera nel Wiltshire continua nel filone dei cerchi di scarsa fattura. Viene da chiedersi che fine hanno fatto gli spendidi cerchi dello scorso hanno, come quello di Liddington Castle, nel Wiltshire: Geometrie perfette e giochi prospettici che avevano lasciato senza fiato per la loro bellezza. Ad ogni modo rimanendo in attesa vi presentiamo questo nuovo cerchio nella galleria che segue.

Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    Qwerty (mercoledì, 25 maggio 2011 12:29)

    Magari un pivello alle prime armi, un pò come nei graffiti, si inizia con qualcosa di semplice, pian piano si migliora...

    Può darsi che sia veramente cosi, una nuova forma di arte...

  • #2

    HeadArrow (mercoledì, 25 maggio 2011 13:44)

    Ci vuole tempo per fare cerchi belli vero??? Mica come l' anno scorso

  • #3

    Insider (giovedì, 26 maggio 2011 09:38)

    Le mie considerazioni sui crop circles le ho già esposte in un precedente articolo di Ufoonline del 20 maggio (commento #13):

    http://www.ufoonline.it/2011/05/20/nuovo-crop-circle-a-cikarang-indonesia/

    Oltre a confermare tutto quanto già espresso, vi riporto un interessante articolo redatto da Luciano Cerulo (C.U.N. Campania) pubblicato sul sito del C.U.I.:

    http://www.centroufologicoionico.com/articoli/ufo-e-documenti/651-crop-circles-occhio-alle-pseudo-anomalie-delle-spighe

    che chiarisce in modo impeccabile (a mio avviso) la questione delle "anomalie", anzi... pseudoanomalie.

    Da questo articolo estraggo solo le conclusioni finali di Cerulo:

    "In conclusione vorrei quindi rammentare che in mancanza di approfonditi studi scientifici sulle piante si possono prendere fischi per fiaschi o lucciole per lanterne, è necessario conoscere bene la biologia e la natura delle piante, altrimenti si rischia di gridare all’alieno anche dove di alieno non c’è nemmeno la più minima traccia."

    E' esattamente ciò che ho sostenuto e riportato nel mio precedente commento su indicato (#13) che ripeto:

    "Per l'allettamento delle spighe e le conseguenti modifiche degli steli o alle piante, bisogna anzitutto precisare che nella documentazione scientifica le ricerche e gli studi in questo campo sono effettivamente pochi, non vi è una letteratura scientifica su cui basarsi per confrontare i dati, ecco perchè i rilievi sui cropcircles vengono spesso ritenuti "anomali", in quanto inediti, sono ed esclusivamente per questo motivo."

    Buona lettua.

  • #4

    Insider (giovedì, 26 maggio 2011 09:43)

    Edit: Buona lettura ;-)

  • #5

    HeadArrow (giovedì, 26 maggio 2011 10:08)

    @Insider
    Un buon articolo insider, spiega alcune delle anomalie in modo razionale.