Nuovo Crop circle a Silbury Hill nel Wiltshire

Ancora una volta i cerchi nel grano compaiono a Silbury Hill nel ridente Wiltshire, -già teatro negli anni scorsi di splendide figureche- che si è svegliato il 26 Aprile con un bel disegno a spirale in un campo di olio di semi di colza. Sei semicerchi che si incrociano, ricordano che il numero sei  rappresenta proprio la bellezza e l'armonia - o la coscienza nel suo aspetto planetario.

Il cerchio è pittosto piccolo per gli standard inglesi ma di buona fattua rispetto al primo della stagione. Siamo già all'inizio del tempo dei crop circles inglese ma tutto fa pensare in grande.

A seguire gli scatti.

Scrivi commento

Commenti: 20
  • #1

    Lorenzo (domenica, 01 maggio 2011 14:33)

    Mah ... decisamente poco artistico.

  • #2

    Ileana (domenica, 01 maggio 2011 14:53)

    orribile!

  • #3

    Miki (domenica, 01 maggio 2011 16:31)

    Crop circle non perfetto, sicuramente un falso!
    P.S
    Ma chi è che ha la voglia ma soprattutto il TEMPO di mettersi in un campo di grano e realizzare queste boiate....mah! C'è veramente tanta gente che non ha proprio niente da fare...

  • #4

    billy (domenica, 01 maggio 2011 17:22)

    bello direi!!!sempre ricercato come disegno...una serie di S che cercano di richiamare uno dall'altro!!

  • #5

    Oscar (domenica, 01 maggio 2011 17:58)

    comunque i semicerchi sono ben dodici ... e non sei !

  • #6

    gepo (domenica, 01 maggio 2011)

    nenche sono riusciti a finirlo , che scarsi

  • #7

    Ulisse (domenica, 01 maggio 2011 18:09)

    Diciamo che sono sei semicerchi che chiudono altri 6 semicerchi per essere precisi.

  • #8

    saturn_3 (domenica, 01 maggio 2011 18:10)

    Fino a poco tempo fa credevo che una buona parte dei crop circles potesse essere di natura non umana. In un altro forum un utente ha portato delle prove schiaccianti riguardo la loro realizzazone da parte dei circlemakers. Anche per qauanto riguarda i cerchi veramente complicati... Non so più cosa pensare...Pensavo di essere abbastanza ferrato sull'argomento. Conosco il fenomeno, le anomalie chimiche e fisiche in esso riscontrate ecc... Questa persona ha risposto in maniera esaudiente a tutte le mie domande. Non so se si possa linkare il forum. Quindi attendo il permesso. Giusto per informarsi e vedere il fenomeno da un'altro punto di vista, più meccanico e scientifico. Io comunque resto sempre nel dubbio.

  • #9

    Scettico (domenica, 01 maggio 2011 18:15)

    Saturn fidati i cerchi sono di matrice umana, lasciatelo dire. Ti consiglio un buon libro di Andrea Feliziani e Gabriella Giunta, che si chiama "Persi nella memoria. E' un viaggio inchiesta fatto con biologi, scienziati ed esperti per analizzare i cerchi con un approccio molto possibilista. Bene tutte le leggende tipo le mosche morte, le radiazioni e via di seguito vengono spiegate molto bene. I cerchi sono fatti tutti da esseri umani, poi ci sono i circlemakers esperti che fanno opere d'arte perfette e i buontemponi che cercano di imitarli. Il fenomeno è nato in inghilterra e infatti i cerchi inglesi sono ancora insuperabili, questo dimostra che non sono gli alieni a farli perchè non ci sarebbero differenze territoriali in quel caso. Ti do un consiglio guardali come faresti con dei quadri, ti risparmi la fatica di interpretarli ;)

  • #10

    Insider (domenica, 01 maggio 2011 19:28)

    @saturn_3

    Mesi fa, in altra occasione che ora non ricordo, feci riferimento proprio qui all'abilità dei circlemakers e a come avessero smontato l'origine aliena o comunque "misteriosa" dei crop, non credo ci sia nulla di male a postare informazioni che possano chiarire, una volta per tutte, la natura di queste figure geometriche
    Personalmente, ritengo che i crop circles sono tutti, e dico TUTTI, di fattura umana.

  • #11

    LORENZO M. (domenica, 01 maggio 2011 20:23)

    Ho letto anche io le prove di cui parli te Saturn_3,effettivamente sono ben dettagliate e spiegano cose che tutto sommato sapevo già o che comunque erano già state spiegate,il problema è che non spiegano tutto,è propio questo il punto della situazione,fidati.La mancanza di alcune risposte mi porta a pensare che,anche se in percentuale piccolissima,c'è o c'è stato qualche pittogramma non terrestre....ne sono sicuro.

    Mi sento frustrato però quando il sito riporta cerchi che sono palesemente un falso,come questo,lo so che c'è il dovere di cronaca,ma lasciamoglielo ad un sito d'arte o ad un forum di appassionati di agroglifi questo benedetto dovere di cronaca,noi siamo qui per discutere sull'ufologia,ovvero sul presupposto che esseri alieni vistino il nostro pianeta e su tutto ciò che può essere legato a questo argomento,dare le luci della ribalta a questi artisti da campo,non mi sembra propio coerente con il senso stesso dell'ufologia.

    Non è una critica al sito,che,ribadisco per l'ennesima volta,apprezzo molto,anzi moltissimo;ma piuttosto un invito a non dare da mangiare agli scettici,dichiarati o celati che siano,perchè hanno già troppo materiale a disposizione per screditare l'ufologia,cerchiamo di non dargli altra spazzatura su cui sguazzare.

  • #12

    gino (domenica, 01 maggio 2011 20:27)

    ragazzi vi do un consiglio leggete "l'uomo di dio" di Michele Proclamato,spiega il mistero dei cerchi..solo cosi capirete.

  • #13

    *IraTenax* (domenica, 01 maggio 2011 21:31)

    gino visto che tu l'hai già letto spiegaci tu.

  • #14

    XXX (domenica, 01 maggio 2011 22:53)

    @Insider esatto!!! tutti di fattura umana

  • #15

    saturn_3 (lunedì, 02 maggio 2011 08:41)

    @Scettico e Insider: Infatti l'utente di cui parlavo citava il libro di Feliziani e riportava alcune foto di cerchi complessi creati in 2 sessioni ecc. Avevo posto dei quesiti circa l'esplosione dei nodi, le sfere metalliche ritrovate all'interno di alcuni cerchi, la mancanza di impronte all'esterno, la crescita delle spighe che seguono la stessa geometria anche l'anno successivo al taglio di quest'ultime, le spighe adagiate e non spezzate e schiacciate, le sfere luninose più volte riprese sopra i campi (a parte il primo filmato analizzato e bollato come falso),la stampa del "Diavolo Mietitore" ecc.. L'utente mi ha dato delle risposte esaudienti ma i dubbi rimangono. Comunque come dici anche tu Lorenzo M, è meglio dedicarsi all'ufologia e tentare di trovare quella prova schiacciante che possa porre fine una volta per tutte a questo rebus.

  • #16

    HeadArrow (lunedì, 02 maggio 2011 14:30)

    La cosa che mi chiedo è : se qualcuno va a fare un cerchio nel grano com' è che non lascia altre tracce ??? Voglio dire in un campo di grano se ci si cammina si devono lasciare delle tracce anche se poco visibili (sopratutto al buio).
    Per non lasciarle devi essere proprio bravo

  • #17

    Saturn_3 (lunedì, 02 maggio 2011 14:41)

    Dicono che le tracce ci sono basta guardare bene. E comunque stanno ben attenti nello sfruttare le linee dei trattori...

  • #18

    HeadArrow (lunedì, 02 maggio 2011 15:12)

    Molto probabile, penso anche io che sia così
    Avranno anche il passo felpato come i gatti

  • #19

    Teodoro Di Stasi (martedì, 03 maggio 2011 02:00)

    Bhè, guardate che la colza ha il difetto di avere spighe che si spezzano facilmente (molto più che quelle di grano, parlando con termini compresnibii e senza scendere in tecnicismi che annoierebbero magari) anche se a fine aprile è già bella che maturata l'area della coltivazione :-) Il crop circles in questione è (guardando le immagini ovviamente) fatto bene.
    Ho letto che avete consigliato alcune letture..a parte stendere un velo su Proclamato, vorrei suggerire l'unico lavoro mai pubblicato (e pure in italiano) che affronta l'argomento molto bene: "Cum Grano Salis" di Margherita Campaniolo (che ha tenuto una conferenza a Poirino molto interessante...il 20 Aprile). Bye bye

  • #20

    jel (venerdì, 06 maggio 2011 12:05)

    ma non è grano è colza o ginestra!