Nasce il centro studi sugli animali extraterrestri

Se esistono gli extraterrestri forse hanno anche degli animali domestici pronti ad accompagnarli nelle loro missioni di esplorazione dell'universo. Su questo stravagante presupposto si basa l'iniziativa di Aidaa, l'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente, di aprire un Centro Studi Ufologico sugli Animali Extraterrestri. Il centro studi ha come scopo iniziale quello di raccogliere le informazioni e le segnalazioni in merito alla presenza di possibili animali domestici sugli ufo avvistati sulla terra. L'obbiettivo finale è quello di attivare un archivio sugli avvistamenti degli animali domestici extraterrestri e allo stesso tempo le segnalazioni più eclatanti saranno poi stampate in un libro che verrà diffuso ed il cui ricavato andrà a sostenere gli "animali domestici terrestri" attraverso donazioni a gattili o canili che verranno indicati.

"Sappiamo che parlare di animali extraterrestri si rischia facilmente di sconfinare nel fantascientifico, ma quello che noi vogliamo non è dimostrare se sugli ufo avvistati ci sono o meno gli animali domestici - afferma Lorenzo Croce, presidente di Aidaa - ma molto più semplicemente raccogliere le informazioni possibili, valutarle e tradurle sia in un archivio a disposizione degli esperti, ma molto più concretamente in un libro i cui proventi andranno a finanziare la vita dei nostri amici pelosi terrestri attraverso donazioni a gattili e canili che di donazioni, e di idee per raccogliere fondi a favore dei pelosi hanno sempre bisogno".

Un primo risultato è stato ottenuto sicuramente, la pubblicità gratuita. Il giornale ha già il suo bel richiamo, sicuramente ne seguiranno altri.

Scrivi commento

Commenti: 13
  • #1

    LORENZO M. (domenica, 01 maggio 2011 19:55)

    La causa è nobile,ma il tema è veramente ridicolo....

  • #2

    Scettico (domenica, 01 maggio 2011 19:58)

    stavo pensando che mancava il centro studi caccole extraterrestri. Potrebbe essere un'idea aprirne uno...

  • #3

    Insider (domenica, 01 maggio 2011 20:24)

    Come si è caduti in basso... ma ormai non mi stupisco, visto che speculare con l'ufologia è l'attività, di questi tempi, più trendy.
    Ecco un nuovo pretesto per fare cassa, per stessa ammissione del suo Presidente, benchè il fine ultimo appare nobile (lo spero, amo molto gli animali).

    Che altro dire, non solo dovremmo sorbirci le lanterne cinesi, ma ora anche gli avvistamenti di occhi degli animali che riflettono la luce di notte... Oppure spiegare ai testimoni "creduloni" che quei suoni notturni appartenevano a gatti, cani, cinghiali...

    Un futuro libro che, se vedrò la luce, di certo offrirà molto spazio al chupacabra... chissà...

  • #4

    KOSLINE (domenica, 01 maggio 2011 21:05)

    senza parole !!!! giuro che in tanti anni di libri congressi e siti di stronz... ne ho viste e sentite tante ma questa le batte tutte hihiih XD

  • #5

    Fire (domenica, 01 maggio 2011 21:07)

    Mi ricordo di un tale,un signore spagnolo mi pare, che affermava di essere stato rapito insieme al suo cane,ma non ho mai sentito nè letto di testimonianze o storie su cani ET o la loro controparte!

  • #6

    KOSLINE (domenica, 01 maggio 2011 21:09)

    cmq vi quoto la causa e' nobile, ma mi sa di furbata di quelle associazioni (non conosco questa) che sono finte no profit , ma chi ci lavora prende bei soldini spesso e volentieri aime' pubblici !

  • #7

    *IraTenax* (domenica, 01 maggio 2011 21:11)

    no vi prego, perchè bisogna speculare su tutto? questa proprio non me l'aspettavo e mi fa cadere le braccia. Che tristezza...

  • #8

    Hore (domenica, 01 maggio 2011 21:12)

    La società in questione di cui nessuna sapeva l'esistenza si vuole sicuramente fare pubblicità con questa iniziativa. Sicuramente di ufologia non sanno una beata min**ia...

  • #9

    sossio (domenica, 01 maggio 2011 21:18)

    il seti nn ha soldi e si finanziano qst str**** NN HO PAROLE

  • #10

    Ulisse (domenica, 01 maggio 2011 21:25)

    Dalla pagina dell'associazione: ha lo scopo di concorrere alla tutela e alla valorizzazione dell'ambiente, del patrimonio storico, artistico e naturale della Nazione e più precisamente:

    - promuove l'istituzione di oasi naturalistiche, centri di protezione ambientale e parchi naturali, sia direttamente tramite acquisizione e/o amministrazione di terreni in proprio, sia indirettamente sollecitando l'intervento dello Stato e degli altri enti territoriali;

    - promuove l'acquisizione da parte dell'associazione di edifici o proprietà in genere, di valore storico-artistico, ambientale e naturale, o ne assicura la tutela ed eventualmente anche la gestione secondo le esigenze del pubblico interesse;

    - interviene presso i competenti organi legislativi perché siano emanate normative e regolamentazioni tendenti alla tutela e corretta gestione naturalistica del patrimonio faunistico e ambientale; - promuove l'istruzione ecologica e biologica; il rispetto per tutte le forme di vita;

    - contribuisce alla tutela del patrimonio faunistico dello Stato e dell'habitat naturale mediante Guardie, nominate ai sensi delle disposizioni di legge vigenti in materia, per la salvaguardia degli ambienti naturali, per la vigilanza venatoria e per la protezione degli animali nominate ai sensi degli art. 55 ss cpp;

    - promuove la creazione di figure professionali e la formazione dei giovani nel settore della protezione dell'ambiente; - promuove la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio storico, artistico e naturale del Paese mediante opportune iniziative di educazione ambientale nelle scuole, formazione ed aggiornamento professionale dei docenti nonché mediante attività di formazione ed educazione permanente nella società;

    - promuove il riconoscimento dei diritti soggettivi di tutti gli animali; - interviene al salvataggio di specie in estinzione.

    L'Associazione può compiere tutte le operazioni di natura mobiliare ed immobiliare, e porre in essere tutte le iniziative che si renderanno necessarie e/o utili per il raggiungimento del suo scopo; essa può inoltre assumere, in via non prevalente, interessenze e partecipazioni, sotto qualsiasi forma, in enti e persone giuridiche che svolgano attività non in contrasto con gli scopi sociali.

    Non capiscom il legame con gli animali extraterretri =_= sono ridicoli

  • #11

    Lorenzo (domenica, 01 maggio 2011 21:26)

    Beh gli ET i giardini botanici ce l'hanno, perchè non gli animali domestici ?
    Io vorrei solo sapere quanto riusciranno a racimolare ...
    Certo è che la speculazione su questo argomento è solo agli inizi.

  • #12

    HeadArrow (martedì, 03 maggio 2011 14:04)

    Dire che è uno stravagante presupposto missà che è un pò poco

  • #13

    lars (martedì, 03 maggio 2011 16:54)

    io ce l'ho a casa l'animale extraterrestre!!!! e' il mio micio nero tutto scemo che mi chiama "mammaooo".posso associarmi???