Il paradosso: andare sulla Luna è sempre più difficile

Il sogno di andare su Marte con una missione umana accende gli entusiasmi di molti, ma il fatto che non riusciamo nemmeno a ritornare sulla Luna con un avamposto, indispensabile per le missioni più complesse, dovrebbe farci riflettere sulla stato dell'esplorazione spaziale. Il programma che doveva vedere la luce per i finanziamenti del progetto Constellation2020 è fermo, e allo stato attuale Obama non intende porvi rimedio. E' paradossale che per sperare in qualche novità dobbiamo aggrapparci ai repubblicani, lo scorso 15 aprile il conservatore Bill Posey dello stato della Florida ha presentato alla Camera dei Rappresentanti il provvedimento di legge H.R. 1641, che recita: “ Reasserting American Leadership in Space Act”, sintetizzato con “Real Space Act” in sostanta un “ Back to the Moon”, ritorno sulla Luna. Possibilità che il progetto di legge passi? Praticamente nessuna. Ormai la ricerca si fa solo con i robot e le sonde, gli esseri umani sono saldi sulla Terra, si sta più comodo e si spende di meno.

Che sia cambiata un'era lo dice anche quello che succederà domani quando a Cape Carneval, sulla rampa di lancio al Kennedy Space Center salira' lo Space Shuttle Endeavour della Nasa: alle 3.47 locali, le 21:47 ora italiana, il rombo dei motori mandera' in orbita la missione STS-134, la venticinquesima e ultima per la navicella statunitense, la seconda ad andarsene in pensione dopo il Discovery. L'Endevour portera' sulla Stazione Spaziale Internazionale l'Alpha Magnetic Spectrometer (Ams), un rilevatore di particelle di nuova concezione, progettato per operare come modulo esterno sulla Iss, dove sfruttera' le condizioni uniche dello spazio per scandagliare l'universo e le sue origini, cercando antimateria e materia oscura attraverso misure di precisione della composizione e del flusso dei raggi cosmici.

 

Il punto è che il ricambio tra nazioni leader nell'esplorazione spaziale è troppo lento e il buco lasciato dagli americani non è stato ancora colmato dai paesi come Cina o India. Durante la guerra fredda alla debolezza dell'URSS aveva invece fatto da contraltare il nuovo entusiasmo americano con le missioni Apollo. Che l'america stia perdendo la rotta lo dice anche il disegno di legge di Bill Posey che infatti contiene un’esortazione per la Nasa che non potrebbe essere più esplicita: “ La National Aeronautics and Space Administration dovrebbe programmare il ritorno sulla Luna entro il 2022 e sostenere […] la presenza umana per promuovere la superiorità degli Stati Uniti nello Spazio come un punto di appoggio per la futura esplorazione di Marte e di altre destinazioni. Il budget della Nasa dovrebbe essere in linea con questi obiettivi”.

 

Qualcuno darà retta al grido disperato di Posey? Sicuramente non il congresso o Mister Obama, in fondo di Kennedy ce ne sarà sempre uno solo.

Scrivi commento

Commenti: 17
  • #1

    kimaka (giovedì, 28 aprile 2011 19:28)

    mi ripeto:gli abitanti della terra alzano i ponti levatoi rimasti e passeranno altri tantissimi anni: ci vogliono in letargo e pensare ke in USA si spendono 700 miliardi di dollari per tutta la difesa(dalla cia ,fbi sino alla marina),complimenti ai ns governanti.

  • #2

    RetiredAFB (giovedì, 28 aprile 2011 19:33)

    Hai ragione Kimaka,concordo in pieno con te!D'altronde non credo affatto che si sia arrivati a questa situazione per caso,anzi tutto porta a pensare il contrario...

  • #3

    sossio (giovedì, 28 aprile 2011 20:33)

    e bhè......si vede ke qst questione nn interessa nessuno....

  • #4

    Shepard (giovedì, 28 aprile 2011 22:07)

    Se fossimo esseri intelligenti,nel mondo tutto sarebbe pulito,senza caos,intrighi,inganni,guerre e le peggio nefandezze.Se fossimo esseri intelligenti,tutto andrebbe per il meglio e l'economia potrebbe permettersi di osare,di esplorare,di investire sul cosmo.
    Ma siamo degli imbecilli.

  • #5

    Werde (giovedì, 28 aprile 2011 22:22)

    Sulla Luna non ci siamo mai andati...ecco perchè non possiamo ritornarci...

  • #6

    alessio r. (venerdì, 29 aprile 2011 07:23)

    quoto shepard alla grande...la stessa cosa che ho pensato mentre leggevo. purtroppo è un utopia.

  • #7

    Romolo (venerdì, 29 aprile 2011 07:30)

    Signori miei quando i soldi mancano non si possono anteporre i voli spaziali a problemi + essenziali, è una realtà con cui bisogna fare i conti.

    Vero Shepard, ma purtroppo quella è solo utopia e la realtà ha regole precise che vertono unicamente sul soldo ed a quelle tocca attenersi.
    Scusate la botta di praticità, ma a volte occorre.

  • #8

    Franco (venerdì, 29 aprile 2011 08:42)

    Prima o poi ci andranno i cinesi e sarà la prova del declinio non solo americano, ma di tutto l'Occidente.

  • #9

    Insider (venerdì, 29 aprile 2011 08:55)

    @Werde

    Non è così. Tutte le teorie e dicerie dei cosiddetti "lunacomplottisti" sono state smontate punto per punto. Sulla Luna ci siamo stati, altrochè!

  • #10

    Matthew (venerdì, 29 aprile 2011 11:21)

    Io ci sono stato sabato scorso per esempio! Non è male, ma è un mortoio! :D

  • #11

    lorenzov (venerdì, 29 aprile 2011 11:41)

    Ciao a Tutti.
    Anch'io penso come Shepard.... "se fossimo esseri intelligenti".
    Dissento lievemente per quanto riguarda la ricerca sul cosmo e qui mi avvicino a Romolo: solo quando saranno risolti problemi piu' essenziali potremo destinare le risorse in quel campo.
    Che senso ha osservare le stelle quando non si vedono le poverta' e le tristezze del genere umano? Quando vi e' tanto spreco da giustificare la sperequazione fra le genti fino ad arrivare allo sfruttamento delle risorse umane e al razzismo?
    Quando la ricerca medica non ha l'attenzione che merita e gli ospedali non hanno abbastanza posti letto?
    I signori Americani, potenti nei loro manieri, non VOGLIONO assicurare assistenza sanitaria a tutti perche' le assicurazioni, poverine, devono prosperare!
    Guardiamoci i piedi con le scarpe rotte prima di acquistare un costoso Borsalino.
    Buona giornata a Tutti.

  • #12

    Shepard (venerdì, 29 aprile 2011 12:58)

    Appunto,ragazzi...i problemi ci sono,è innegabile.Perchè la nostra immensa,spaziale stupidità li crea.Quindi,è anche utopia dire " usiamo questi soldi per sfamare il mondo"Sì,certo,come no.Niente spazio,tanta fame,solo guerra.
    Altro che Marte.
    Ah,mi aspettavo il commento del solito " non siamo andati sulla Luna"Non bastano valanghe di documenti,vero?E non sono nemmeno difficili da reperire.Io ci sono riuscita ADDIRiTTURA senza l'aiuto di Insider :p

  • #13

    LORENZO M. (venerdì, 29 aprile 2011 17:26)

    Comunque,secondo me questa fase di stallo nell'esplorazione spaziale non è dovuta tanto a problemi di budget,quanto forse perchè si sta attendendo per rendere pubblica una nuova tecnologia,un nuovo mezzo che ci permetterà di esplorare lo spazio,una prova della mia teoria sono i numerosi video di missili sperimentali,non ultimo quello giapponese.

  • #14

    lorenzov (venerdì, 29 aprile 2011 20:18)

    Ciao a Tutti.
    Considero innegabile che la stupidita' genera l'utopia che e' sempre, sempre sempre un punto irraggiungibile, in quanto tale.
    Sono d' accordo con Shepard quando dice che i problemi andiamo a cercarli
    sopratutto andiamo a cercare la guerra e ci spendiamo tanti quattrini.
    Vi siete domandati, cari Amici, perche' ci sono guerre buone e guerre cattive?
    La guerra per difesa e' giustificata ma e' sempre guerra.
    Dalla notte dei tempi le truppe sono sempre state benedette prima di ogni missione e ognuno era convinto di morire per giusta causa cercando di far morire prima un nemico.
    Ipocrisia e avete gia' capito da parte di quale ente.
    Mors tua via mea.
    Ma perche' bisogna morire perche' non hai i soldi per le medicine quando il tuo facoltoso vicino di casa e' orgoglioso di aver perso un figlio in battaglia e di te che sei a pochi metri di distanza non gliene frega niente?
    Ricerca sulla salute, sulle fonti energetiche alternative, impegno nel sociale, e quant'altro di positivo puo' venire in mente sono i contrappesi che devono essere utilizzati per bilanciare lo squilibrio umano tutto teso al piu' che benessere di pochi (almeno si accontentassero) e al potere e strapotere per sentirsi deus et machina.
    Ad maiora e sursum corda: spero che l'umanita' sopravviva.
    P.S. quanto sopra non c'entra molto con l'argomento ma se questi soldi si spendessero non meglio ma BENE (in assoluto) non sarebbe un bene?
    Buona notte a Tutti.

  • #15

    XXX (sabato, 30 aprile 2011 16:28)

    Ma non è che non ritorniamo sulla luna perchè i grigi lo impediscono? :-)

  • #16

    Ettore Mazza (giovedì, 08 dicembre 2011 21:51)

    Veramente pare proprio che non siamo mai andati sulla Luna....

    http://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&u=http://theconspiracyzone.podcastpeople.com/posts/28159&sa=X&oi=translate&resnum=1&ct=result&prev=/search%3Fq%3Dhttp://theconspiracyzone.podcastpeople.com/posts/28159%26hl%3Dit%26sa%3DG

    ....Che ne dite ?

  • #17

    Lorenzo (lunedì, 28 gennaio 2013 13:27)

    difficile smontare questo: http://www.youtube.com/watch?v=tuQWKi2Mgds