Abduction e sogni lucidi: come controllare il nostro sonno

Chi di noi non ha mai provato l'esperienza di un sogno lucido? Questo tipo di esperienza è, sostanzialmente, un sogno nel quale si è coscienti di star sognando. Normalmente in esso si ha una certa dose di "controllo" sullo stesso; ci si può permettere allora di volare, creare un oggetto, fare in modo che appaia una stanza dietro una porta come dentro un portafoglio, o si può essere capaci di trasformarsi in un animale o, addirittura, di creare un mondo tutto completo! Può sembrare simile a essere il direttore del proprio film. Esperimenti scientifici hanno comprovato l'esistenza di questo tipo di sogni. Stephen LaBerge ha portato avanti diverse ricerche in The Lucidity Institute, usando un macchinario speciale che riceve informazione dal movimento degli occhi durante il sonno (come succede nella fase REM). Capita talvolto che i sogni lucidi di trasformino in incubi talmente verosimili da non riuscire a distinguerli dalla realtà. A volte sogni a tematica paranormale o aliena lasciano nella mente di chi li vive la sensazione di essere stati vittima di abduction. Ecco perchè non si deve aver paura di vivere un sogno lucido.

Partiamo da un doverosa spiegazione. Durante la notte il corpo attraversa una serie di cicli del sonno. In media in un adulto che riposa per 8 ore, un intero ciclo si ripete 4-5 volte. Ognuno di essi dura circa 90-110 minuti ed è composto da diversi stadi illustrati nel diagramma al lato.

Ogni persona ha delle fasi del sonno individuali che si contraddistinguono a loro volta l’una dall’altra in modo inconfondibile e possono essere influenzate da alimentazione, sport, medicine, alcol, droghe, disturbi del sonno e mancanza di riposo.

  1. Durante lo stadio 1 il sonno è leggero.
  2. Nello stadio 2 il sonno diventa sempre più profondo.
  3. Negli stadi 3 e 4, chiamati anche fase DELTA, si raggiunge la massima profondità del sonno. In questi stadi il corpo si riposa dopo le fatiche della giornata.
  4. Lo stadio 5 del sonno, detto anche fase REM, è caratterizzato da evidenti alterazioni fisiologiche come respirazione accelerata, maggiore attività cerebrale, rapido movimento degli occhi e rilassamento muscolare. In questa fase si sogna.

Durante il sonno REM il nostro cervello non sembra riposare affatto. L'elettroencefalogramma (EEG) presenta onde irregolari, veloci e di basso voltaggio, molto simili a quelle dello stato di veglia. Il consumo di ossigeno del cervello, che è un parametro per misurare l'utilizzo di energia, è più alto durante il sonno REM che nel cervello sveglio mentre cerca di risolvere difficili compiti di matematica. In questa fase del sonno i muscoli del nostro scheletro sono paralizzati (atonia) perché le attività dei motoneuroni sono inibite, quindi i comandi del cervello non arrivano a destinazione (ad eccezione dei minuscoli muscoli dell'orecchio interno e di quelli che muovono gli occhi che sono molto attivi). Questa è la fase del sonno in cui facciamo quel tipo di sogni che è caratterizzato da trame vivide, dettagliate, fantasiose e bizzarre che prendono spunto da avvenimenti (anche remoti) della nostra vita. Le emozioni dei sogni possono influenzare il nostro stato d'animo del giorno dopo, anche se non dovessimo ricordare che cosa abbiamo sognato. Durante questa fase avvengono molti dei sogni scambiati come esperienze reali, specialmente a tematica aliena.

 

Nel sonno non-REM le caratteristiche dell'EEG sono onde lente ad alto voltaggio e questo rivela che molte cellule nervose della corteccia cerebrale oscillano in sincronia. Durante il sonno non-REM il corpo è capace di muoversi, ma solo raramente il cervello ordina ai muscoli di produrre qualche movimento, per esempio per cambiare posizione. Il cervello riposa e l'utilizzo dell'energia è al minimo dell'intera giornata. Anche durante questa fase si può sognare, ma sembra che di solito si tratta per di più di pensieri vaghi, senza arrivare a quelle trame bizzarre e vivide che il cervello produce durante la fase di sonno REM.

Come controllare un sogno lucido e superare le paure.

 

Esercizio allo stato vigile

Prima di formulare l’intenzione di sognare lucidamente e il più frequentemente possibile (almeno tre volte al giorno), ponetevi la domanda : Sto sognando?” Verificate la stabilità delle vostre percezioni usuali :

  • Osservate un oggetto notandone le caratteristiche, poi distogliete lo sguardo; riosservatelo un attimo dopo. E’ identico ? Ad esempio, una stanza mantiene la stessa forma e la stessa dimensione ?
  • Verificate l’efficienza della vostra memoria :

  • Riordinate mentalmente il corso degli avvenimenti che avete appena vissuto. Avete avuto per caso un vuoto di memoria ?
  • Dopo questo scrupoloso “test sulla realtà”, immaginate il più intensamente possibile di stare davvero sognando. Immaginatevi in un sogno nel corso del quale avrete piena coscienza di stare sognando.

  • Ditevi allora fermamente : “La prossima volta che sognerò effettivamente, mi ricorderò con esattezza ciò che avrò sognato“.

Sarà utile scegliere dapprima alcune occasioni per praticare l’esercizio allo stato vigile. Potrete, ad esempio, domandarvi : “Sto sognando?”, nel momento in cui utilizzate le chiavi di casa o quelle dell’auto…

La visualizzazione aiuta a ricordarsi della circostanza associata alla domanda. Se vorrete verificare la realtà del fatto di utilizzare una chiave, immaginatevi in quel momento mentre ricordate la vostra intenzione e procedete effettivamente con la verifica.

Esercizio prima di andare a dormire

  1. Prima di addormentarvi, distendetevi completamente per qualche minuto seguendo uno dei seguenti metodi :

    - Yoga o altri esercizi di rilassamento;
    - Rilassamento progressivo: per circa dieci secondi tendete e rilassate successivamente spalle, mani e braccia, piedi e gambe, pelvi, addome, collo, guance, mascella e muscoli frontali.

  2. Lasciate svanire ogni preoccupazione, respirate profondamente e sviluppate nel vostro interno appagamento e tranquillità seguendo il ritmo del respiro.
  3. Riportate alla mente un sogno recente.

    - Immaginatevi in questo sogno e notate ogni cosa inusuale o bizzarra che lo caratterizza in quanto sogno.
    - Pensate a focalizzare tali anomalie, indici dello stato onirico, quando la notte seguente starete sognando.

    Ad esempio, se vi capita di parlare a un animale, pensate alla stranezza della conversazione e ditevi : “E’ bizzarro, gli animali non parlano. Starò sognando”.

    Dite a voi stessi, risolutamente : “Nel mio prossimo sogno, mi accorgerò di stare sognando”. Più volte sarà formulata questa intenzione, meglio l’esercizio funzionerà.

Esercizio notturno (a un primo risveglio nella notte o in seguito a un sogno)

E’ importante praticare questo esercizio dopo ogni risveglio, per evitare che gli altri esercizi perdano il loro valore.

  1. Restare immobili per un minuto o due: ciò permette un migliore ricordo del sogno.
  2. Risvegliarsi completamente: passare sugli occhi un fazzoletto umido vi aiuterà.
  3. Memorizzare accuratamente tutto ciò che si può ricordare del sogno. Esaminate il tutto nei minimi dettagli e ricordate con chiarezza le sensazioni che avete provato.
  4. Accendete la luce e leggete qualcosa per una decina di minuti in modo da svegliarvi completamente e da ristabilire la funzionalità delle vostre facoltà mentali logiche.
  5. Quando tornerete a dormire, direte : “Nel mio prossimo sogno, mi accorgerò che sto sognando“.
  6. Poi, il più intensamente possibile, visualizzate il vostro corpo addormentato, steso sul letto. Osservate sotto le palpebre chiuse quel movimento rapido degli occhi che indica lo stato onirico. Immaginatevi nel sogno ricordato mentre prendete coscienza del fatto di sognare. Più ripeterete questa operazione, più risultati otterrete.
    Ripetetevi : “Nel mio prossimo sogno, mi accorgerò che sto sognando

Scrivi commento

Commenti: 23
  • #1

    Ilaria (lunedì, 25 aprile 2011 20:23)

    Io ne faccio a valanga si sogni lucidi quello che mi da fastidio è che non riesco a svegliarmi. Anzi spesso cerco nel sogno di muovere la testa perchè so che sto sognando ma non riesco a tornare alla realtà. Non lo trovo così bello il sogno lucido sinceramente.

  • #2

    Lorenzo (lunedì, 25 aprile 2011 21:12)

    La Janara ... mi mancava.

  • #3

    Lorenzo (lunedì, 25 aprile 2011 21:24)

    Di notte certi rumori attraggono la nostra attenzione solo perchè durante il giorno non ci facciamo caso e quando ci corichiamo cerchiamo di rilassarci ... Se durante il giorno questi rumori sfuggono alla normalità delle innumerevoli tipologie di suoni che caratterizzano la nostra giornata e che attraggono la nostra attenzione, di notte ogni minimo rimore ci distoglie dalla nostra volontà di rilassarci.
    Aggiungerei un consiglio se avete paura del buio: Provate a porvi questa domanda: In fondo cos'ha di diverso la notte dal giorno ?

  • #4

    kimaka (lunedì, 25 aprile 2011 21:42)

    Salve a tutti, articolo quasi universitario e specialistico... complimenti...a mio parere la differenza fra sogni lucidi e abduction e' molto sottile ,difficile esprimersi cosi in poche battute e notevolmente soggettiva la casistica anke se studiata....

  • #5

    Gino (martedì, 26 aprile 2011 20:57)

    mmmmmm ne faccio spesso di sogni lucidi, ma mai di tematiche aliene.

  • #6

    john (mercoledì, 27 aprile 2011 01:47)

    Mi è capitato di fare un sogno di tematica aliena.
    Racconto qui questa esperienza solo perchè so di essere piu o meno in tema, ma so di non aver sognato affatto anche se molte cose coincidono con quello che ho appena letto.Vi racconto il mio sogno:
    Data non precisata....periodo Pasqua 2010, ora penso le 3 di notte ma non sono sicuro perchè non riuscii a vedere l'orario.
    Mi svegliai ,aprii gli occhi notando che la luce del comodino che lascio accesa di solito la notte per stare tranquillo era spenta non so perchè...noto una luce soffusa blu nella mia stanza che veniva dal balcone alle mie spalle, non riuscivo a muovermi nel mio letto, la mia posizione era coricato su un lato e avevo il muro di fronte a me e il balcone alle spalle, l'unica cosa che riuscivo a muovere erano gli occhi, cominciai a sentire una forte presenza alle mie spalle e la sensazione di essere osservato cresceva, quanto piu cresceva quella sensazione tanto piu aumentava il brivido e la paura alimentata dalla mia impossibilità di muovermi, questa orribile sensazione a tempo duro circa un minuto e mezzo....quasi due,(sembrava non finisse mai).Ad un certo punto mi girai (o meglio mi viene data la possibilità di girarmi) e vidi per la prima volta nella mia vita un Alieno (in gergo Grigio). Quello che vi posso assicurare è che alla sua vista mi tranquillizzai nella maniera piu assoluta, non ebbi piu paura. Ricordo i particolari perfettamente: testa grande, occhi molto grandi azzurri naso quasi inesistente e una bocca piccola, alto un metro e mezzo corpo esile.
    Ciò che vi potrà sembrare strano è che mi sorrise....da li mi tranquillizzai...(avevo una paura fottuta all'inizio)
    Quello che non ricordo purtroppo è come mi sono riaddormentato....
    Quello che ricordo bene e che piu mi convince che non sia stati un semplice sogno è che...notai come riuscivo a vedere bene le mie mani che avevo tra il cuscino e sotto la mia testa....il mio iphone sul comodino che volevo afferrare per fare un video, ma frenato dall'impossibilità di muovermi...in poche parole tutto cio che notavo nella stanza era assolutamente reale e non distorto come di solito succede nei sogni...
    Vi chiederete cosa ho fatto la mattina dopo...mi sono alzato e andato via,sconcertato dell'esperienza passata la notte....
    non ho cercato prova di quello che fosse successo quella notte dentro la mia stanza...(Vivamente spero sia stato un sogno) ma purtroppo so che non è cosi.
    Vi chiederete come faccio ad esserne sicuro...
    Non lo sono al 100% ma al 99,9% lo sono...
    In ogni caso voglio dirvi che piu di una volta ho provato a raccontare la mia esperienza a persone a me vicine,
    vi dico cosa hanno provato nei miei confronti dopo questo racconto:
    un mio amico ci ha creduto...(rimasto terrorizzato)
    un altro mi ha consigliato di chiedere un aiuto professionale,cosa che non farò mai...
    mio fratello mi ha creduto visto che è stato cotestimone di due avvistamenti ufo...
    Io vi ho raccontato la mia esperienza e giuro che mi sono venuti i brividi a scriverlo qui.
    Sono sicuro che in molti casi l'articolo sopracitato possa essere coincidente....
    ma purtroppo non è il mio caso...



  • #7

    kimaka (mercoledì, 27 aprile 2011)

    sono kiaro john a me succede con tutta la famiglia(moglie e tre bimbi),mi ripeto e' molto sottile la differenza fra sogni lucidi e abduction, e a secondo il medico o professionista ke hai di fronte ti da' una interpretazione ke e' dovuta al suo bagaglio di conoscenza culturale e/o religiosa...al momento in sintesi nn ci si capisce na mazza...........io ho smesso di darmi risposte alle domande ke ponevo:ho riskiato il posto di lavoro......

  • #8

    Lorenzo (mercoledì, 27 aprile 2011 11:32)

    Interessante john e grazie per il tuo contributo.
    Vorrei porti solo alcune domande, alle quali puoi anche non rispondere.
    Le domande sono buttate li senza alcuna sequenza logica.
    1 - Gli oggetti nella tua stanza al risveglio sono sempre al solito posto ?
    2 - Ti è mai capitato di ritrovarti nudo nel letto, oppure con la maglia del pigiama al contrario, oppure solo con i pantaloni ?
    3 - Hai mai sognato che qualcuno cercasse di soffocarti con le coperte ?
    4 - Il sogno che fai è ricorrente ?
    5 - Qual'è la motivazione secondo te del fatto che l'alieno ti abbia sorriso ?
    6 - Se aveva la bocca piccola, sapendo che per sorridere noi mettiamo in moto parecchi muscoli facciali, ti sembra coerente il fatto che l'alieno così esile abbia mostrato una così marcata similitudine all'espressione umana ?
    7 - Dopo aver fatto quel sogno, hai notato un maggiore attaccamento verso i tuoi amici e parenti, oppure senti di doverti allontanare da loro ?

  • #9

    Fire (mercoledì, 27 aprile 2011 12:31)

    Ciao john,ho letto con interesse la tua storia.
    Hai anche accennato a 2 avvistamenti fatti con tuo fratello,potresti dirci qualcosa in più? Tipo data, luogo, descrizione dell'oggetto ecc.

  • #10

    Fire (mercoledì, 27 aprile 2011 12:36)

    Kimaka anche a te quindi è successo qualcosa di simile?

  • #11

    john (giovedì, 28 aprile 2011 10:53)

    Kimara..sapendo benissimo che non sarebbe stata la medicina a risolvere questo mio problema non mi sono rivolto a nessuno di essi.
    Lorenzo...questo che ho descritto non è stato un sogno, e non è affatto ricorrente, il mio caso è abbastanza isolato in fatto di incontri del quarto tipo,il fatto che mi abbia sorriso (non era come nella pubblicità del mentadent),non ho ben spiegato quale fosse nel dettaglio l'espressione che aveva, ma era un sorridere tra occhi e bocca cmq piccola ma che si muove..se vuoi sapere un altro particolare che ho notato su di lui è stata la pelle di colore grigio/verde e notavo bene le sue evidenze nel tipo di derma...cmq sogni di soffocamenti ecc non ne ho mai fatti e non dormo col pigiama (che domande sono poi...).
    Infine comunicare una cosa del genere ad amici e parenti non è sano...vi consiglio vivamente di non farlo, o almeno forse meglio qui anonimamente..verrete visti diversi dalle persone a cui lo raccontate e le cose sono due o fortemente creduti,ma in questo caso incutereste terrore in chi vi ha ascoltato, o presi per depressi paranoici, in entrambi i casi non è cmq salutare ne per voi ne per gli altri...

    Fire visto che ti interessa ti descrivo i miei avvistamenti di cui uno è ufficiale e lo puoi trovare su youtube:
    Primo avvistamento: 25 giugno 1995 luogo Basilicata presso zona industriale Eni, durante una festa fummo testimoni io e 10 miei amici di una sfera luminosa gialla a distanza di 700/800 mt e altezza piu o meno un centinaio, come inclinazione posso dire che per puntarla dovevamo tenere il braccio puntato nel cielo come riferimento nell'angolo retto tra testa e braccio teso in avanti con un alzata di 30* circa.. la vedevamo abbastanza grande e insolita per essere una stella e cmq aveva dei leggeri spostamenti, l'avvistamento è durato un paio d'ore...all'epoca non disponevo di strumenti ottici per osservarlo piu da vicino....
    Secondo avvistamento
    In ritorno da Reggio Emilia con mio fratello ,eravamo stati a casa di un amico per cena (premetto che io non bevo alcolici), vedemmo in data giorno imprecisato di Maggio 2007. Mentre stavamo percorrendo la tangenziale sud in direzione Langhirano piu o meno vicino lo svincolo di Traversetolo, vediamo scendere dal cielo di fronte a noi ad una velocità vorticosa una sfera rossa verso il terreno che a una decina di metri di altezza misteriosamente scompare,tutto cio a un 300 metri dalla nostra posizione, il tutto è durato un paio di secondi, pochi direte voi, ma vi assicuro che il carico di adrenalina che provocò quell'avvistamento ci diede il tempo di osservarlo bene un pò come se fosse durato 5 secondi o piu, lo shock fu forte e poi eravamo in due ad averlo visto...questo ufo che noi abbiamo visto si è ripresentato in Agosto 2007 sempre a Parma e guarda caso nella zona dove ho avuto l'avvistamento (se volete cercate su youtube).
    Non vi dico la mia sensazione quando dopo andai a vedere quel video...che per molti potrebbe sembrare un fake...io vi posso dire che non lo è...
    Terzo avvistamento
    13 Luglio 2009 ora 9.15 (Me lo ricordo bene perchè è stato l'avvistamento piu significativo) Basilicata, all'altezza del Volturino montagna di Marsicovetere, punto osservazione Likos hotel - Grumento, mentre parlavo con il mio amico che era di spalle a quello che avrei visto pochi minuti piu tardi..cominciavo a guardare verso il cielo quando noto questo disco volante grigio che si muoveva dalla vallata verso il Volturino, il suo moto è stato oscillante e non rettilineo però con rotta verso la montagna e vi dirò...era stranissimo..mi sembrava quasi fosse digitale, o meglio specificato, intorno ad esso aveva una sorta di aura trasparente...come se l'aria intorno fosse scaldata roventemente dalla superficie metallica.
    All'inizio non mi sembrava tanto un disco volante perchè non avrei mai creduto di vederne uno cosi definito e cosi grande.
    Mentre percorreva la sua ascesa verso la montagna perchè quando l'ho notato era un pò piu basso della cima della montagna che successivamente ha attraversato.Quando stava in procinto di alzarsi il Disco volante ha avuto un cambiamento di assetto in salita che mi ha fatto notare la cupola supra di esso e ancora piu di cosa si trattasse veramente...Rimasi SCONVOLTO.. mentre inutilmente nel frattemo che avevo focalizzato bene cosa fosse,andai per indicare al mio amico la direzione di quello che stessi puramente Ammirando, ma senza riuscire a farglelo vedere
    Il Disco era all'incirca grande 50/70 metri di diametro...considerata l'altezza degli alberi che ci sono nella montagna che attraversò.Inutile dirvi che le sue manovre erano piuttosto insolite e molto lontane dai mezzi convenzionali,stava letteralmente fluttuando e non si sentiva nulla assolutamente...purtroppo non ho prove fotografiche o video di questo che io considero l'avvistamento piu bello della mia vita...

  • #12

    JULIAN (@_@) (giovedì, 28 aprile 2011 12:33)

    Ciao
    interessanti la tue storie di avvistamenti, John. La domanda del pigiama non è cosi assurda... Dicono che molti addotti, al "rientro" si ritrovano con parti del pigiama al rovescio o mancanti... molto probabilmente perchè "loro", non conoscendo perfettamente il nostro modo di vestirci, una volta terminato quello che devono fare, ci rivestono un po a caso...penso che Lorenzo intendesse questo.

  • #13

    Lorenzo (giovedì, 28 aprile 2011 13:30)

    Prendo atto del tuo racconto e della tua buona fede nell'esporlo, riconosco un'argomento scientifico nell'aura da te descritta che può essere una diminuzione delle densità dell'aria a causa del forte calore per aumentare il coefficinete di penetrazione, ma non mi trovi d'accordo su questa frase:

    "...comunicare una cosa del genere ad amici e parenti non è sano...vi consiglio vivamente di non farlo, o almeno forse meglio qui anonimamente..verrete visti diversi dalle persone a cui lo raccontate e le cose sono due o fortemente creduti,ma in questo caso incutereste terrore in chi vi ha ascoltato, o presi per depressi paranoici, in entrambi i casi non è cmq salutare ne per voi ne per gli altri ..."

    Veramente incuti terrore solo a chi è fortemente impressionabile, mentre susciti interesse verso chi tenta di dare una spiegazione scientifica al fenomeno. Spesso le spiegazione fornita non è accettata ed allora si preferisce pensare che sia qualcosa di diverso condiviso da altri che hanno avuto la stessa esperienza e che rifiutano la spiegazione fornita negli stessi termini. In realtà nessuno di loro ci capisce qualcosa di quel che hanno vissuto e si isolano in gruppi illudendosi di essere portatori di chissà quale verità. Si scambiano opinioni e pareri, poi qualcosa trapela su Internet e quello diventa un vademecum per i nuovi futuri adepti. E' un po cio che capita alle comunità di hackers, ma c'è una differenza sostanziale: Cio che si conosce nell'underground tecnologico è dimostrabile e riproducibile e viene dimostrato con tenacia e professionalità, cio che invece manca a chi pensa di essere stato addotto o aver vissuto esperienze particolari. Sono anni ormai che esiste il fenomeno abductions, quello delle possessioni, quello delle esperienze extracorporee e via dicendo e le spiegazioni maggiormente accreditate sono sempre le stesse ed abbracciano materie quali la medicina, la psicologia e la psichiatria: Non potete pensare di isolarvi tra voi stessi e lasciare che il resto del mondo sia da voi considerato incompetente o illuso di non conoscere la verità che pensate sia solo a vostro appannaggio. DOVETE smontare pezzo per pezzo le tesi e le diagnosi dei professionisti del settore, ma per farlo dovete prima istruire voi stessi, poi confrontarvi con loro, discutere con loro ed infine convincerli. Raccogliete dati scientifici, concreti e che abbiano attinenza con le regole che vigono nel campo del confronto. Se alimentate le vostre certezze con convinzioni personali, esoteriche, diafane, voi non farete che risultare nient altro che vittime di voi stessi.
    Fermo restando che non provo alcuna antipatia nei tuoi confronti, ho semplicemente esposto il mio pensiero puntando l'accento su quella svolta che tutti vorremmo si concretizzasse, ma che tarda a manifestarsi e che più di ogni altra cosa ha sempre più la consistenza di una chimera.

  • #14

    Fire (giovedì, 28 aprile 2011 13:54)

    Grazie per le tante info john,tutto molto interessante.
    Riguardo al tuo secondo avvistamento sulla tangenziale del Maggio 2007 ti ricordi se hai sentito nulla,tipo un boato a cose del genere? Notevole il tuo avvistamento più recente.

  • #15

    marco (giovedì, 28 aprile 2011 15:16)

    francamente a me la tematica aliena mi fà provare una paura fottuta!
    anche di notte nel letto spesso provo una gran paura che succeda qualcosa... sò che sono paure infondate però è così non posso farci niente..

  • #16

    john (giovedì, 28 aprile 2011 16:24)

    Nessun rumore sull avvistamento in tangenziale fire.
    Ti ho elencato qui i 3 avvistamenti piu di rilievo, ma mi è capitato ancora piu e piu volte di vedere quello che è giusto definire ufo. (L'osservazione è stato per me il piu grande strumento che mi ha consentito di Vedere)

    Cmq Lorenzo mi trovi daccordo su quello che dici citandomi in quella frase,però purtroppo ti devo far notare quanto è limitata l'intelligenza di certe persone e quanto godono a sminuire quello che potrebbe essere il tema di cui si discute.Purtroppo la gente crederà davvero in queste cose solo quando ne parleranno apertamente in tv ma non in programmi come mistero che sono ancora in tema di discussione, ma solo nei tg raccontacaxxate della rai e mediaset.
    Meno male che esiste la rete e i siti come questo dove liberamente possiamo scambiare informazioni considerazioni e riflessioni sui temi che piu ci interessano...
    Alla fine Lorenzo credo sia sempre meglio comunicarle le cose perchè tenere un segreto del genere ve lo assicuro è un fardello pesantissimo.Ma se dovesse capitare a voi non arrivate dire direttemente a ciò che avete visto, scrutate la persona con alcune domande e li si capisce quanto si può essere compresi, perchè nel caso comtrario subentra l'IGNORANZA MALEDETTA, che è radicata dentro alcune persone che credono piu alla maga magù che a un argomento del genere. In ogni caso meglio pensarci bene.

  • #17

    Fire (giovedì, 28 aprile 2011 19:28)

    @ john Ok grazie per la precisazione. E'certamente un dato di rilievo che tu abbia avvistato diverse volte degli ufo.
    In merito all'avvistamento o presunto avvistamento se preferisci,dell'alieno nella tua camera ho notato che poi lo hai definito IR4 (rapimento). Hai quindi qualche altro ricordo anche se vago,o comunque la sensazione che ci stia stato dell'altro ? Te lo chiedo per curiosità e perchè mi sembri perfettamente in buonafede,tuttavia se la cosa ti mette a disagio puoi anche non rispondere se vuoi.
    Apparte questa domanda mi pare di capire che tu abbia avvistato degli ufo anche in posti molto diversi e distanti tra loro ma con fare ricorrente.
    Per caso ti ricordi la prima volta in cui gli hai visti,intesi come ufo? Ti ricordi per caso dov'eri,vicino casa per esempio ecc?
    Dato che gli hai visti più volte ti pare che ci sia un tipo di ufo (forma,colore) che tu abbia visto con maggiore ricorrenza rispetto ad altri tipi? Lo chiedo perchè prima hai parlato sia di luci anomale che di dischi veri e propri.

  • #18

    VD6 (venerdì, 27 gennaio 2012 02:36)

    vorrei raccontare anche io la mia esperienza sempre restando in tema alieni.PS io credo a civiltà aliene ma non sono paranoico e non ho mai visto un ufo.
    -ero nella mia stanza(dormo solo nella mia stanza solitamente in mutande) era tutto buio ma non così tanto perchè avevo un leggera tenda sulla finestra e quindi entrava della luce proveniente dall'esterno.la finestra è una di quelle con la doppia apertura sia laterale, come una normale finestra, sia solo con una leggera apertura dalla parte di sopra. la finestra io prima di addormentarmi la stavo fissando così come guardavo la mia stanza.poi mi sembrò come se mi ero addormentato ma non potevo più muovermi se no solo gli occhi tutta la mia stanza continuavo a guardarla così come era un'attimo prima quando mi riuscivo a muovere tranquillamente nel letto.poi tutto di un tratto con la porta che resta chiusa si materializzano intorno al mio letto(io solitamente sposso spesso il letto ed in questo caso era centrale rispetto alla stanza)questi esseri che erano medio alti dalla pelle grigia ma i loro volti non riuscivo a metterli a fuoco.continuavano a guardarmi ed io guardavo loro ma ero fermo li nel letto perchè immobilizzato la cosa che più mi sorprendeva che la mia stanza continuava ad essere perfettamente reale senza subire cambiamenti così come quando ero sveglio e mi muovevo prima di addormentarmi almeno penso di essermi addormentato sono davvero confuso su questo era tutto troppo reale ma forse gli esseri penso non erano realmente in carne cioè penso più che altro fossero proiezioni o ologrammi in quanto non riuscivo bene a mettere a fuoco le loro caratteristiche e quasi mi sembravano su di una frequenza radio trasmessa hai miei occhi,poi come si sono materializzati così sono scomparsi e un attimo dopo tipo un riavvio, i miei occhi si sono chiusi velocissimi e si sono riaperti quindi non capisco se mi ero svegliato oppure tutto era successo realmente dopo pochi minuti mi sono riuscito anche a muovere insomma avevo ripreso il controllo.

  • #19

    Luca (domenica, 12 febbraio 2012 12:38)

    Cari amici, ciò che raccontate di aver vissuto corrisponde esattamente al profilo medico della " paralisi ipnagogica ". E' un tipo di paralisi in cui la mente è in uno stato di dormiveglia, quindi avete contatto con la realtà, vedete la realtà, ma il vostro cervello proietta immagini, suoni, e sensazioni che non gli appartengono. Per maggiori informazioni potete digitare " paralisi ipnagogica " su google.

  • #20

    Glanmiao (sabato, 21 luglio 2012 00:01)

    finalmente sono riuscito a fare un sogno lucido ed è stato bellissimo, ma no su tematiche aliene!!

  • #21

    Amedeo (sabato, 21 luglio 2012 15:42)

    Io una volta sola in tutta la mia vita sono riuscito ad accorgermi di sognare ma poi mi sono svegliato dopo poco mi sapete dire il perchè?

  • #22

    Amedeo (sabato, 21 luglio 2012 15:48)

    Poi un'altra cosa, qualcuno mi sa dire a cosa serve e quando devo pensare "Nel prossimo sogno mi accorgerò di star sognando"?

  • #23

    Amedeo (sabato, 21 luglio 2012 16:04)

    Ma non si rischia di rimanere traumatizzati a vita facendo un sogno lucido?