Intervista a Maurizio Baiata: gli alieni mi hanno salvato la vita

Continuano le interviste sul nostro sito. Questa volta Davide Veraldi ha parlato con Maurizio Baiata giornalista investigativo di lungo corso, ex direttore editoriale della rivista Area 51, e ufologo di fama. In passato ha curato l’edizione italiana di vari libri quali “Il giorno dopo Roswell” e “l’Alba di una nuova era” del colonnello Philip Corso, e “Afferrando il cielo” del famoso insider Michael Wolf. Durante il convegno ufologico sulle abduction nel 2007 (Milano) raccontò di come respingere un tentativo di abduction avvenuto nella sua camera da letto durante il 1999. Insomma una vita movimentata segnata dagli extraterrestri.
Oggi a distanza di anni esce il primo libro: Gli alieni mi hanno salvato la vita.

Ne parla con noi in una chiaccherata che pubblichiamo molto volentieri.

Di Davide Veraldi per Ufoonline.it

 

Maurizio cominciamo da una domanda essenziale, cosa ti ha spinto a scegliere questo titolo?
 
Mi trovavo in una condizione umana assai particolare. Ero ad Awhatukee, nei pressi di Phoenix e trascorrevo ogni giorno con gioia, ma anche con una sensazione di premonizione per qualcosa che di lì a breve sarebbe accaduto. Un distacco improvviso e lacerante, che poi è avvenuto, dalla realtà nella quale mi trovavo. O sarebbe meglio dire credevo di trovarmi. L’ispirazione del titolo è giunta improvvisamente una mattina presto. A un libro non si può dare un titolo prima ancora di averlo scritto ed ero solo al quarto capitolo. Raccontavo la mia vita e tornavo indietro nel tempo. La memoria a tratti arrivava a lunghi flash apparentemente slegati fra loro che scaturivano naturalmente, a tratti mi obbligava a fermarmi e cercare di pensare razionalmente. L’idea era quella del “Mosaico” che si andava componendo. E improvvisamente, in Inglese, mi sono detto: “What really happened to me”? Cosa davvero mi è successo, come ho fatto ad arrivare sin qui? La risposta è stata “Because Aliens Saved My Life”, perché gli alieni mi hanno salvato la vita. Piangevo. Il titolo è nato così dentro di me, grazie anche a chi in quel momento mi stava vicino.
  
In una nota sul tuo profilo Facebook hai accennato di una regressione cosciente, avvenuta con la dottoressa Ruth Hover che ti ha riportato a quel tentativo di abduction, ed in un secondo momento  alla notte del 1971 quando avesti un incidente stradale.
Puoi raccontarci le due storie brevemente?
 
La regressione ipnotica - molto leggera, in pratica assai simile ad una normale conversazione - è stata eseguita nel Giugno 2010 dalla dottoressa Hover, che conoscevo già da almeno tre anni e con la quale avevo parlato del mio ricordo cosciente dell’esperienza di “abduction troncata”. In seguito alla regressione ho appreso quanto non avevo “visto” coscientemente durante l’incontro con tre esseri grigi avvenuto in una notte del 1999 a Roma. L’esperienza non era terminata con il mio scortese rifiuto a seguirli, ma era continuata in un altro ambiente dove esseri non umani hanno operato su di me.L’ho visto con i miei occhi e lo descrivo esaurientemente nel libro.

Quali legami hai riscontrato tra la tua esperienza di premorte del 1971 e l’incontro con gli alieni nel 1999?
Ho scoperto che esiste un collegamento fra le due esperienze, quella di pre-morte (NDE) e di OBE (fuori dal corpo) avvenuta a seguito dell’incidente stradale del 1971, rispetto a quella dell’incontro con i grigi.  Se è concepibile un percorso nell’esistenza umana seguito da altre intelligenze, credo di essere stato seguito sin da piccolo e che la “loro” presenza si sia esplicata in diversi momenti della mia vita, che solo adesso sono in grado di ricollegare.
 
Puoi raccontarci la breve storia di  M.B. la tua cara amica romana che avresti riconosciuta nella tua regressione?
M.B. è una experiencer. Ha vissuto fenomeni di abduction da sempre ed è stata sempre combattuta e spaventata dalle modalità delle apparizioni aliene nella sua vita. Ne abbiamo parlato per anni e, risiedendo entrambi negli Stati Uniti, ci siamo incontrati e confrontati più volte, prima della mia regressione. M.B. era convinta che la mia esperienza non si fosse conclusa come io ricordavo coscientemente ed aveva ragione. Pertanto le nostre vite si sono intrecciate, seppure a distanza. M.B. attualmente è in contatto con Corrado Malanga, che segue il suo caso da diversi anni.
 
Qual é il libro che Ruth ti ha consigliato di leggere e a cosa si riferiva quando ti scrive:
 “Sapevi che i due esseri alti che sono con te hanno occhi dorati? Sono alti, magri e le iridi dei loro occhi sono color oro!!!”?
 
Purtroppo ho lasciato il libro a Los Angeles e non ne ricordo il titolo. Riguarda un UFO crash pressoché ignorato in altri Paesi. Ritengo che la dottoressa abbia voluto sottintendere che saranno necessarie nuove sedute di regressione ipnotica, probabilmente più profonda, per far emergere ulteriore vissuto rimasto sepolto nel mio subconscio. Spero di poterla incontrare presto e andare avanti con questo lavoro su di me.
 
In particolare cosa vuoi comunicare ai tuoi lettori con questo libro?
 
Di non aver paura delle esperienze, perché sono intimamente legate alla nostra esistenza fisica e apparentemente non fisica. La chiave per accedervi ci è stata data all’inizio della nostra vita terrena. Con Mary Rodwell, che ritengo fra i più validi ricercatori mondiali, sostengo che tutto sia collegato all’origine della nostra esistenza attuale e con nostre vite precedenti. Viene da chiedersi, senza alcuna paura, il perché viviamo queste esperienze e non le capiamo. Le viviamo perché è nel nostro umano destino, dominato da una dualità che non traspare dal comportamento dei nostri visitatori. Essi sono totalmente coerenti nell’unità e nell’interazione con noi. Probabilmente oggi quanto essi hanno seminato nei secoli nel genere umano è giunto a maturazione. Una moltitudine di individui umani sente la propria diversità e la non appartenenza alla specie umano/terrestre. Questi esseri umani sono già evoluti di per sé, sentono che la Trasformazione è in atto e sono pronti ad esserne maggiormente protagonisti per aiutare chi, invece, non può esserne ancora cosciente.
 
Dopo questa presa di coscienza è cambiata la tua vita?
Sì, è cambiata nella mia interiorità e mi sta consentendo, per quello che posso, di aiutare gli altri. Lo sento avvenire ad ogni occasione di incontro in pubblico. Può essere che solo una o due persone, fra una cinquantina e oltre, ad esempio, sentano e risuonino con quello che sto narrando e descrivendo. Per me basta e avanza. Non pretendo di andare in TV e fare proseliti non mi interessa. Nelle conferenze descrivi la storia dell’Ufologia a mio modo e mi concentro molto sulle esperienze di Contatto, poi lentamente arrivo alla mia esperienza e, nel finale, ci ragiono, la rivivo perché è strettamente legata al titolo del libro e sento l’obbligo di esporre le ragioni che mi hanno portato alle mie scelte, soprattutto alla diversa posizione che oggi ho ed esprimo in merito alle Abductions. Il fondamento di tutto è la Risonanza.    
 
Hai trovato una risposta risolutiva sul tuo incontro con quegli esseri?
No. Credo sia un bene non avere risposte. La ragione non spiega, cozza anzi contro il muro eretto a difesa dei poteri costituiti, a partire dalla religione. Dobbiamo mettere in discussione tutto e ripartire da capo nel nostro percorso umano, sapendo che ci attendono momenti molto oscuri, ma che ne usciremo. Ho un consiglio da dare. Quando e se ci dovessimo trovare bloccati e immobilizzati nel nostro letto, impossibilitati a qualsiasi reazione fisica che ci liberi dalla “morsa” di un incontro che vorremmo non stesse accadendo… proviamo a rilassare il corpo. Lasciandolo andare senza combattere contro una forza che ci sovrasta. Abbiamo un mezzo per comunicare, che non può essere bloccato né prima né durante l’esperienza: la nostra mente. Allora formuliamo noi telepaticamente una domanda da rivolgere a loro: “Cosa posso fare per voi?” e attendiamo la risposta. Il Contatto incomincia perché non siamo vittime, ma gestiamo noi una parte del gioco.  
 
Maurizio pensi  in futuro di ritornare a lavorare in Italia?
Vivo giorno per giorno. Ho avuto la splendida opportunità di vivere in Arizona per due anni molto intensamente. Sono grato a chi me ne ha dato la possibilità. Oggi, se mi interrogo sul mio futuro non ho una risposta. Suppongo che la mia permanenza in Italia si estenderà ancora per qualche tempo. Ma possono esserci sorprese e il rientro negli USA è ciò che auspico, anche se so che nulla è e mai sarà come gli anni 2009/2010 vissuti a Phoenix, Arizona.
 
Cosa porterai nella tua “valigia” al rientro negli Stati Uniti?
Vorrei riportare Comprensione, Condivisione, Apertura e la Speranza in un mondo migliore.  
 
Ti ringrazio per questa conversazione tra “amici” e spero presto di sentirti e perché no magari prenderci quella buona tazza di caffè.
Davide Veraldi

Gli alieni mi hanno salvato la vita

  • Autore:Maurizio Baiata
  • Editore:Xpublishing
  • Data pubblicazione:Maggio 2011
  • Tipo:Libro
  • Pagine:240
  • Formato:14x21

Scrivi commento

Commenti: 41
  • #1

    Franco (venerdì, 15 aprile 2011 17:04)

    Mah....

  • #2

    Riccardo (venerdì, 15 aprile 2011 18:30)

    Sulle Esperienze Pre-Morte (NDE) si fa una grande confusione e mischiare ufologia e passaggio ad una dimensione postmortem è pretestuoso.
    Solo se si pensa che gli esseri umani siano un esperimento genetico extraterrestre si può legare l'ufologia alla nostro biologia.
    Se no che senso ha fare un'ammucchiata di esperienze diverse tra loro come abduction, premorte, ipnosi ecc? Non si finisce per diventare dei santoni con tutto il rispetto?

  • #3

    sirio (venerdì, 15 aprile 2011 18:39)

    troppa confusione ....e la gente legge i suoi libri...mahhhh

  • #4

    Werde (venerdì, 15 aprile 2011 18:52)

    Nessuno vi obbliga a comprarli i libri ragazzi miei, non è mica il canone rai. Maurizio io invece leggere il tuo libro con piacere come leggevo area 51 prima che "qualcuno" lo distruggesse portandolo verso altre sponde...

  • #5

    Giancarlo Rossi (venerdì, 15 aprile 2011 19:48)


    Vorrei leggere il suo libro al più presto possibile,
    magari corredato della sua firma (e con un discreto sconto!)
    A quando la prossima conferenza nella città di Roma?
    Giancarlo

    PS-> Dovrei trovare qualcuno che mi aiuti a pubblicare le
    "LETTERE DIVINE" (ottenute con la qabalà sull'Apocalisse in italiano)

  • #6

    Michele (venerdì, 15 aprile 2011 20:00)

    "Credo sia un bene non avere risposte. La ragione non spiega, cozza anzi contro il muro eretto a difesa dei poteri costituiti, a partire dalla religione. Dobbiamo mettere in discussione tutto e ripartire da capo nel nostro percorso umano, sapendo che ci attendono momenti molto oscuri, ma che ne usciremo"

    Questa frase è da quotare tutta ed esprime acneh il mio pensiero. Il nostro cervello deve funzionare al 100%, non dobbiamo precluderci niente, ma indagare dentro noi stessi e su quello che ci circonda. La razza umana è così incredibile che sicuramente il nostro destino è più grande e più complicato di quanto crediamo. Non so se gli alieni, spiriti o divinità interagiscano con noi, quello che se è che di noi stessi e della nostro civiltà ora e domani sappiamo ben poco.

  • #7

    Lorenzo (venerdì, 15 aprile 2011 21:24)

    "Quando e se ci dovessimo trovare bloccati e immobilizzati nel nostro letto, impossibilitati a qualsiasi reazione fisica che ci liberi dalla “morsa” di un incontro che vorremmo non stesse accadendo… proviamo a rilassare il corpo. Lasciandolo andare senza combattere contro una forza che ci sovrasta. Abbiamo un mezzo per comunicare, che non può essere bloccato né prima né durante l’esperienza: la nostra mente. Allora formuliamo noi telepaticamente una domanda da rivolgere a loro: “Cosa posso fare per voi?” e attendiamo la risposta. Il Contatto incomincia perché non siamo vittime, ma gestiamo noi una parte del gioco."

    Non è una parte del gioco: E' tutto il gioco.
    E' semplicemente cio che viene identificato come controllo delle emozioni.
    Ci si arriva con la meditazione che aiuta ad ottenere un sonno ristoratore e rilassante.
    Mai e poi mai verrete contattati dagli alieni se avrete la mente lucida e riposata.
    Prendete una camomilla, oppure melatonina prima di dormire.
    Praticate sport che scarichino la tensione accumulata durante il lavoro... Basta una corsa all'aria aperta, un giro in bicicletta, una partita a quel che volete con gli amici.
    Sogni d'oro e basta con 'ste abductions presunte !

  • #8

    MA (venerdì, 15 aprile 2011 21:46)

    O SENTITO DIRE CHE GLI ALIENI FANNO DIVENTARE LE PERSONE MOLTO INTELLIGENTI MODIFICANDO LA MENTE UMANA. ALIENI VI PREGO FATEMI DIVENTARE PIù INTELLIGENTE VI PREGO, VENITE NEL MIO LETTO STA NOTTE VI SUPPLICO NON VOGLIO ESSERE PIù BESTIA AIUTOOOOOO.....

  • #9

    mauro (sabato, 16 aprile 2011 03:38)

    mi associo al "mah..." di franco

  • #10

    ina (sabato, 16 aprile 2011 07:40)

    se loro vogliono prenderti ti rapiscono punto e basta...forse ha le idee un pò confuse stò signore...puoi meditare quanto vuoi ma ricodiamoci che sono più evoluti di noi e fanno ciò che vogliono....non hanno paura di noi fose è all'incontrario siamo noi che abbiamo paura di loro....

  • #11

    Ego (sabato, 16 aprile 2011 08:58)

    Non serve fare troppi commenti,questo è il classico tipo che viaggia con la fantasia e poi si mette in tasca i soldi con i suoi libri! è pieno di persone che speculano sull'argomento abduction!

  • #12

    saturn_3 (sabato, 16 aprile 2011 13:43)

    Questo "Classico tipo che viaggia con la fantasia" è una persona che studia l'ufologia da 30 anni e forse più. Che è stato in stretto contatto con il Col. Philip Corso, Robert Dean e ancora prima con Joseph Allen Hynek... Non so se avete letto il suo libro ma è una biografia che parla della sua vita come giornalista musicale, della sua passione per il rock, per le arti marziali, del suo incidente, della sua esperienza di pre morte ed infine della sua passione per l'ufologia. Ci sono riportate interviste storiche come ad es quella di Corso, che senza questo "Tipo" non si sarebbe probabilmente fatto conoscere in Italia. Grazie a Baiata sono stati pubblicati i 2 libri "Diari" di Corso in Italia. Infine parla della sua esperienza e della regressione ipnotica cosciente messa in atto con l'aiuto dell'ipnoterapeuta Mary Rodwell, una delle più conosciute al mondo. Al di là della sua esperienza a cui uno può credere o meno, il libro si legge piacevolmente e va via liscio fino alla fine...Potete leggerlo senza dare troppo peso al capitolo che parla del suo rapimento o presunto che sia. Questo è il mio punto di vista...

  • #13

    Lorenzo (sabato, 16 aprile 2011 17:53)

    Certamente, si può leggere tutto indipendentemente dal titolo che non hai poi così tanta rilevanza ... oppure mi sbaglio ?

  • #14

    marco (sabato, 16 aprile 2011 20:18)

    penso che sia infantile e sciocco avere pregiudizi su una persona e sul suo operato senza essersi prima informati in modo approfondito su chi è e senza mai aver letto il suo libro!!

    comunque dov'è finito scettico? è strano che non è ancora arrivato a tuonare come suo solito!! :)

  • #15

    kimaka (sabato, 16 aprile 2011 23:27)

    Appena l'amico(mi si permetta) Baiata se ne andato le riviste ke lui collaborava e nn solo anzi ke le ha create hanno fatto una fine brutta,meno male ke ultimamente nn sento la mancanza con il palinsesto ke c'e' tipo quelli di national geogrhafic e discovery sono ben ripagato.................altro ke noialtri...del bel paese del processo breve(anke di altre cose brevi)....

  • #16

    Ego (domenica, 17 aprile 2011 00:13)

    SATUR_3 Ecco appunto,sono punti di vista! ma dove sono le prove di tutto quello che affermano Corso e Dean? x tua informazione sono stato a Barcelona quando Dean ha tenuto 2 giorni di conferenza stampa facendo vedere foto su foto della Luna abitata da extraterrestri,ma poi? ricorda ci vogliono le prove di quello che si dice e non bastano 30 anni di Ufologia x mettersi al riparo dai giudizi della gente! detto questo io sono il primo a a credere nell'esistenza degl'alieni o cmq di altre forme di vita,ma non per questo vivo di fantasia!

  • #17

    Romolo (domenica, 17 aprile 2011 08:44)

    Saturn, che studi ufologia da 200 anni non è che migliori la cosa, anzi non può che peggiorarla perchè vuole dire che sta talmente dentro al tema che il cervello gli fa brutti scherzi. E' un pò come il fervente religioso che vede la madonna, è l'indiziato peggiore per credere ad un miracolo perchè è talmente coinvolto ed ha buttato tutto li che comincia ad auto suggestionarsi. E' + credibile il comune cittadino che non ha alcun interesse verso l'ufologia e racconta un esperienza.

    Aggiungiamo anche questo alla lunga lista dei visionari che si sono messi a scrivere libri con le allucinazioni personali per tirarci giù qualche euro. Daltronde in un periodo di magra come questo tocca inventarsi qualcosa.

  • #18

    Insider (domenica, 17 aprile 2011 09:11)

    Non ho letto il libro né mi sono mai "accorto" di questo signore, quindi non mi esprimo nel merito.
    Ma concordo pienamente col ragionamento di Romolo che sintetizza al meglio quanto sia facile speculare su argomenti del genere, visto che non sono facilmente verificabili (direi mai).

    E concordo con Ego sul personaggio Dean: un cialtrone che nelle sue conferenze si permette di spacciare per vere foto sputtanate da tempo come falsi, in una platea ignara ad omaggiarlo ed applaudirlo.

  • #19

    Lorenzo (domenica, 17 aprile 2011 09:38)

    Insider ... hai ammazzato la categoria.
    Non hai pietà.

  • #20

    Insider (domenica, 17 aprile 2011 11:59)

    @Lorenzo

    Non ho questa presunzione ;)
    Il fatto è che, a volte, "la categoria" (quale poi di preciso?) si suicida con le proprie mani.
    Ad esempio, tornando a Robert Dean, sarebbe interessante capire se egli è consapevole di alcuni fake che pubblica nei convegni oppure è talmente poco informato che incappa nell'errore.
    Oppure Dean, come altri presunti rivelatori, potrebbe anche essere in buona fede e indotto all'errore attraverso una strategia ben ponderata: mischiare verità e bugie per acclimatare l'opinione pubblica al tema Ufo & Alieni. Rivelare qualcosa, che poi si scoprirà essere un falso, e nel contempo indottrinare l'utenza... chissà...
    A me personalmente questo Dean non mi ispira fiducia.

  • #21

    Lorenzo (domenica, 17 aprile 2011 14:29)

    Siamo arrivati ad un punto tale per cui ognuno crede a cio che vuole e nessuno sa cosa sia reale e cosa no.
    Se io vado ad un convegno da scettico e dico al relatore che si sa che quel video è un falso, lui dirà che mi sbaglio, che è autentico, ma che io getto discredito. Siccome in quell'aula ci sono credenti in maggioranza, io nella migliore delle ipotesi devo darmela a gambe se non voglio essere linciato. Ci siamo ?
    Se vogliamo ottenere la verità, è necessario che scettici e non condividano i dati in loro possesso e studino il fenomeno non in antitesi fra loro: Devono cercare un punto d'incontro ... Questo è assolutamente da escludere quando in qualunque caso vi è un segreto da nascondere.

  • #22

    Lorenzo (domenica, 17 aprile 2011 14:42)

    Poichè sul piatto della bilancia ci sono gli estremi, e nel mezzo agli alieni, allora che si mostrino.
    Se è vero che hanno a cuore il destino dell'umanità, e non intendono interferire, allora che si mostrino senza dubbio alcuno e continuino a non interferire.
    Sai cos'è ? NON ESISTONO, oppure NON SONO BUONI.

  • #23

    KOSLINE (domenica, 17 aprile 2011 15:03)

    ieri notte sono stato rapito dagli ALIENI (anzi ALIENE )
    da domani mi metto a scrivere un bel LIBRO lo intitolo INCONTRI COSMICI tanto di CAZ...ONI che lo comprano mi sa''''' che ne trovo a VAGONATE
    PS prima passo da MISTERO a rilasciare una bella intervista ( A MELISSA PPPPPPPP !!!
    MAURIZIO BAIATA ma ogni tanto non ti VERGOGNI ?!?

  • #24

    XXX (lunedì, 18 aprile 2011 01:22)

    Concordo......Dean un gran cialtrone!!!!!!!

  • #25

    Shepard (lunedì, 18 aprile 2011 12:50)

    Lorenzo... Magari esistono e non possiamo vederli?Perchè noi non siamo un benemerito nulla in confronto al cosmo.E più sento dire che " verranno a salvarci " più ho problemi di bile...ma perchè dovrebbero salvare noi?Ma non si può proprio fare a meno di pensare che non siamo i migliori dell'universo,vero?( oh Lorenzo...non mi riferisco a te eh,ma a certe figure che ti porgono il loro sapere fantasioso,spacciandolo per certezza :*)
    Intanto sto scolpendo la base per la statua ad Insider...;)

  • #26

    carmen (lunedì, 18 aprile 2011 14:07)

    magari tutti possedessero la sua sensiibilita' e forza di introspezione.. al mondo ci sarebbero meno ''parassiti'' che vivono la propria vita in maniera superficiale... il Bene del Conoscere non e' da tutti e il chiedersi il Perche' di tante cose altrettanto anche perche' ci pone davanti a verita' spesso dolorose che preferiamo ignorare in virtu' della nostra ''falsa'' serenita',spesso la nostra presunzione che ci fa credere che tutto cio' che ci circonda sia stato creato SOLO per noi, non fa altro che accecarci...conosco molto bene Maurizio e sono felice di averlo incontrato di nuovo dopo tanti anni e vi garantisco che dovreste conoscerlo anche voi che lo criticate per rendervi conto che cio' che afferma e' assolutamente vero comprovato e condiviso dai maggiori studiosi del fenomeno.....e poi prima di critare in maniera distruttiva e' sempre meglio sapere di cosa si parla....

  • #27

    Lorenzo (lunedì, 18 aprile 2011 16:09)

    Vedi Carmen, ce l'hanno menata in tutte le salse con 'sti rapimenti alieni, tanto che una valanga di noi sono anni che legge e si documenta su Internet ed altre fonti: Se scrivessimo un libro anche noi sui rapimenti alieni, saremmo sullo stesso piano di Baiata, credimi. Il fatto è che persino noi potremmo scrivere fantasie senza avere nessuna certezza in tasca, inoltre considera che se da 30 anni si studia un fenomeno e non se ne sa ancora oggi dare una spiegazione convincente se non per convinzioni personali, allora ci si deve interrogare se fin'ora non si sia perso tempo inutilmente. Considerando poi che tali intelligenze superiori tanto intelligenti non sono, visto che non capiscono che stanno in mezzo tra chi ci crede e non crede senza mostrarsi apertamente, allora il dubbio che davvero sia tutta una banfa prende piede. Se Gesù Cristo che è Dio (intelligenza suprema oltre ogni altra) si fece uomo per mostrarsi agli uomini, allora che lo facciano anche gli alieni se li consideriamo più intelligenti di noi. Invece no ... non siamo pronti. Più pronti di così si muore !

  • #28

    Insider (lunedì, 18 aprile 2011 16:21)

    @Shepard

    E per quali reconditi meriti? ^_^

  • #29

    Scettico (lunedì, 18 aprile 2011 16:49)

    Si dovrebbe chiamara Maurizio BOiata non Baitata per tutte le fesserie che ha detto.

  • #30

    Shepard (lunedì, 18 aprile 2011 17:12)

    @ Insider
    Per il tuo cervello,dai prova ogni giorno di saperlo usare benissimo ;)
    @Carmen
    Con tutto il rispetto,non si può credere ad istinto,servono ben altro che bei discorsi.

  • #31

    Insider (lunedì, 18 aprile 2011 17:33)

    @Shepard

    Esagerata... (ma ti ringrazio). Credo avrai servito sul piatto d'argento pane per qualche mio eventuale detrattore :)

  • #32

    Lorenzo (lunedì, 18 aprile 2011 17:39)

    ...allora Insider...Rivelazione delle rivelazioni: Insider E' UN ALIENO !!!
    Udite udite, leggete leggete, accorrete genti da tutto il mondo !

    @Insider: Sono in accordo con Shepard.

  • #33

    Insider (lunedì, 18 aprile 2011 17:48)

    @Lorenzo

    Eh no, ti sbagli. Il vero Alieno è stato appena sbattuto in prima pagina... un po' cadaverico, sarà vero? ^_^

  • #34

    Shepard (lunedì, 18 aprile 2011 17:58)

    @Insider
    Non preoccuparti,divorerò il pane ed anche i detrattori u.u

  • #35

    visone sabato (martedì, 26 aprile 2011 17:55)

    per quel poco tempo che lo conosciuto nelle varie conferenze degli anni 90 per me e stato come avere un fratello di riferimento .ciao maurizio a presto risentirsi f.to visone sabato.

  • #36

    sirio (mercoledì, 27 aprile 2011 07:43)

    maurizio secondo me parla di esseri di luce ....le razze aliene sono un'altra cosa ....sempre troppa confusion come al solito ...tutti conoscono gli alieni ma alla fine nessuno sà chi sono ...mahhhhh sempre la solita storia...

  • #37

    john (giovedì, 28 aprile 2011 18:15)

    Credo che in alcuni casi qualcuno possa speculare con fine alla popolarità parlando apertamente di ciò e magari le loro affermazioni non sono vere e discutibili.
    Va bene lo scetticismo, ma quando tutto ciò che si afferma è dimostrabile fino a prova contraria, lo scetticismo decade nell'ignoranza..Per chi ha vissuto queste esperienze lo sa bene...per altri invece lo scetticismo è giustificato dato il loro non diretto contatto con queste cose...io vi assicuro che se anche dovessero mettere un video reale su youtube di una abduction, tutti crederebbero che ci sia Spielberg in mezzo,oppure un artefatto con photoshop e qui ritornerebbe lo scetticismo.(Anche se credo fortemente data la tecnologia di immortalamento in alta definizione odierna, sia per quanto riguarda le foto che i video oramai fattibili da un semplice cellulare, non viene permesso di essere pubblicato)
    Mettiamo caso che qualcuno vi porti un progetto di retroingegneria di un disco volante o di una cartella clinica dettagliata di un essere extraterrestre.....e se ci fosse qualcuno che vi spiegasse quali sono tutti i principi fisici,dinamici,matematici e chimici che loro sfruttano per raggiungerci (avendo almeno il vantaggio di qualche milione di anni in fatto di tecnologia e filosofico), credereste ancora che lo scetticismo sia utile?
    Qualcuno si chiede ancora perchè non vengono da noi a parlare sinceramente....
    Voi avete mai parlato sinceramente con una forma di intelligenza non sviluppata, che il rapporto giusto sarebbe:
    Uomo - Alieno Avanzato è = a Uomo - cane? Non dico tutti ma per molti....

  • #38

    Charles Foster Kane (martedì, 19 luglio 2011 16:22)

    vorrei sapere se il libro di Phil Corso "L'alba di una nuova era" sarà ristampato oppure se c'è ancora qualche libreria dove si può acquistare visto che è fuori catalogo. Grazie.

  • #39

    ale (venerdì, 09 settembre 2011 22:42)

    si ammetto che si fa un po di confusione nello scrivere pre morte ufo ecc ecc non bisognerebbe mischiare il tutto rimango del idea che se o non si crede se almeno una volota nn si prova un brivido di cenno di queste entità extraterrene o esperienze post morte non si puo capire il prossimo dei discorsi che ti pone .... la cosa certa e di che ne posso essere sicuro io che ri allaccia al discorso di questo sito e che nn siamo i soli e credo che i nostri amici americani del nevada lo sanno x certo cari saluti ...

  • #40

    clapaeri (mercoledì, 14 settembre 2011 16:04)

    Non conosco personalmente né Maurizio Baiata, né Corrado Malanga, né ho conosciuto Zacharia Sitchin e Mauro Biglino. Mi sto documentando da un paio d'anni (pochissimo!) sulle tematiche da loro trattate perché mi affascinano. Tuttavia la frase di Maurizio Baiata: "Una moltitudine di individui umani sente la propria diversità e la non appartenenza alla specie umano/terrestre..." mi ha fatto venire le lacrime agli occhi perché la vado pensando da anni, esattamente così come è stata scritta... e la vivo pressoché quotidianamente.

  • #41

    +maranatha+ / Davide Veraldi (giovedì, 13 ottobre 2011 23:44)

    Avviso gli amici di ufoonline che a novembre solo su Roma e su Milano il libro di Maurizio Baiata GLI ALIENI MI HANNO SALVTO LA VITA sarà in edicola allegato alla rivista XTIMES n.37 al costo complessivo e straordinario di 15 euro. Non perdetelo...
    Un caro saluto a tutti buona lettura.