Fukushima come Chernobyl: il disastro nucleare al livello 7

Ecco arrivata la notizia che avevamo già anticipato, nonostante il progressivo disinteresse dei media alla questione. L’agenzia giapponese per la sicurezza nucleare ha innalzato al livello massimo di 7 la classificazione dell’incidente nucleare alla centrale del nord-est, portandolo al livello dell’incidente ucraino di Chernobyl del 1986, il più grave di tutti i tempi. A questo punto tutte le rassicurazioni degli ultimi giorni cadono. Il goffo tentativo di relegare il disastro giapponese a pura formalità è fallito. Ma potrebbe non essere finita: un funzionario della Tepco, la società che gestisce l’impianto, ha evocato addirittura la possibilità che i livelli di radioattività siano superiori: “La perdita radioattiva non si è ancora arrestata completamente”. Ecco tutti gli scenari.

Come detto prima le autorità hanno preso la decisione dopo una proiezione dei livelli di iodio-131 fuoriusciti dalla centrale in anno a partire dall’11marzo. L'agenzia giapponese per la sicurezza nucleare ha innalzato di due punti il livello di rischio radiazioni passando da cinque a sette, in modo ufficiale.

La stessa agenzia ha sottolineato di aver rilevato quantitativi di radiazione pericolosi per l’uomo fino a 59 km a nord ovest della centrale e a 54 km a sud est, ben oltre l’anello di evacuazione di 30 km stabilito in precedenza dal governo giapponese.  Intanto, una nuova scossa di magnitudo 6,3 è stata registrata  oggi nella prefettura di Fukushima. Ieri un'altra scossa di 7,1 gradi è stata registrata a circa 164 km a nord est di Tokyo. Il sisma ha fatto oscillare gli edifici della capitale e costretto le autorità della centrale nucleare di Fukushima a evacuare il personale impegnato nell’operazioni di messa in sicurezza dell’impianto. 

 

A chi credere?

Evocare Chernobyl fa sempre effetto e il panico si è subito diffuso tra la popolazione. 

Gli esperti sottolineano però che le conseguenze dei due episodi non sono paragonabili. Naturalmente credere a questa versione è una chimera, ma l'Agenzia giapponese per la sicurezza nazionale (Nisa) parla di emissione di radiazioni da Fukushima-Daiichi pari a circa il 10% della quantità emessa dalla centrale di Chernoby. Non si capisce a questo punto perchè alzare il livello se le rassicurazioni sono così tempestive. Probabilmente quello che non sappiamo è ancora molto, inoltre non si sa quando l'emissione radioattiva si arresterà, se la contaminazione dei mari si estenderà e quale sarà la ricaduta sul ciclo alimentare. In questo momento la zona intono alla centrale evoca lo spettro della terra morta, regalata all'inferno perenne, poichè il tempo necessario per poterla considerare bonificata è nell'ordine delle decine di migliaia di anni. Il sogno del Giappone terra impervia che è riuscita a fare il miracolo energetico economico e sociale sembra destinato ad eclissarsi, almeno dal punto di vista dell'approccio al nucleare. Sole e vento forse verrano rivalutati anche in oriente.

Scrivi commento

Commenti: 42
  • #1

    Insider (martedì, 12 aprile 2011 10:53)

    Purtroppo è la solita solfa nel modo di gestire le emergenze ed informare il pianeta sulle questioni di comune interesse.
    Personalmente credo che il livello 7 fosse noto da sempre, ma dirlo un mese fa avrebbe generato una catastrofe superiore a quella che stiamo oggi assistendo. La percezione della devastante notizia passerebbe ora quasi "in sordina".

    Non oso immaginare la progressione di tumori leucemie che annienteranno quella povera gente negli anni a venire, senza citare flora e fauna nipponica ormai dilaniate, e che gli scenari futuri sono ancora del tutto imprevedibili!

    Aggiungo: la d.ssa Helen Caldicott (http://en.wikipedia.org/wiki/Helen_Caldicott), ex fisico dell’Università di Harvard ed immensamente esperta sulle questioni del nucleae, ha descritto il disastro di Fukushima come una “catastrofe assoluta”, tantissime volte peggiore di quella di Chernobyl, anche perché (e non è solo questa la ragione) la centrale nipponica sviluppa radiazioni 30 (trenta!) volte di quella russa.

  • #2

    RetiredAFB (martedì, 12 aprile 2011 15:41)

    Sono d'accordo con te Insider...e aggiungo che ancora non è arrivato il peggio,perchè nel malaugurato caso di fusione completa del nocciolo...e successiva esplosione...i reattori coinvolti sarebbero come minimo 5!E tutti questi terremoti che ancora flagellano quella terra,a parte che di naturale non hanno nulla(ancora crediamo alle coincidenze?Spero di no!),ma certamente stanno destabilizzando ulteriormente la fragile e delicatissima zona di Fukushima.E'sconcertante vedere da una parte il governo che tranquillizza(non so chi),affermando che la situazione è "sotto controllo";mentre dall'altra i funzionari Tepco dichiarare che l'incidente è ancora peggio di quello di Chernobyl.
    Vi posto questo video,realizzato da un reporter indipendente giapponese,Tetsuo Jimbo,che a suo rischio e pericolo ci documenta quale sia la tragica e reale situazione nel nord-est del Giappone,partendo da una cittadina a 30km dalla centrale di Fukushima-Daiichi,per giungere alla minima distanza di 1.5km..è allucinante!

    http://youtu.be/yp9iJ3pPuL8

  • #3

    Insider (martedì, 12 aprile 2011 16:18)

    @RetiredAFB

    Riflessione che condivido. Inoltre grazie della segnalazione del video! Me ne avevano parlato e lo cercavo da giorni!

  • #4

    max (martedì, 12 aprile 2011 16:48)

    su studio aperto italia uno anno annunciato che durante il terremoto a fukushima è apparsa una sfera lumionosa misteriosa!!!! ma cosa è un ufo?

  • #5

    Fire (martedì, 12 aprile 2011 16:56)

    @Retired AFB Ho appena finito di vederlo. Le immagini parlano da sole,mi è dispiacito-tre le altre cose- vedere anche gli animali abbandonati. Nei commenti sotto qualcuno ha detto che il tribunale giapponese aveva ordinato di far chiudere quella centrale diverso tempo fa. Sai se è vero?

  • #6

    Fire (martedì, 12 aprile 2011 16:57)

    @max se è quella che ho visto io è probabile che sia stata causato da una centrale elettrica e relativi tralicci.

  • #7

    Fire (martedì, 12 aprile 2011 16:59)

    Questo se ti riferisci al video in cui si vedevano dei bagliori. Parli di un altro video?

  • #8

    Insider (martedì, 12 aprile 2011 17:03)

    @max

    Come anticipato dal buon Fire, confermo che si è trattato di una bella botta di energia elettrica, causata da una sottostazione carica di tralicci e trasformatori che è collassata.
    Naturalmente in servizi come Studio Aperto o similari, mai svelare il mistero... perderebbero di credibilità ; (oppure perchè davvero non sanno che diavolo fosse quel bagliore).

  • #9

    nicklespaul (martedì, 12 aprile 2011 19:22)

    Il video del reporter indipendente è qualcosa di mostruoso, mi sembra di vedere gli scenari apocalittici di molto videogame oggi in commercio, anche se devo ammettere che forse il momento che mi ha colpito di più è stato vedere gli animali allo stato brado. Dava un senso di morte e desolazione come pochi altri.

  • #10

    Shepard (martedì, 12 aprile 2011 20:16)

    Ecco,io non sono riuscita a vedere tutto il video.Ok,sarò impopolare ( e sinceramente non mi interessa ) ma vedere quegli animali abbandonati mi ha fatto stare male.Quel povero cane,e caricatelo in macchina,no?Oh chiedo scusa ad ipotetici umanocentrici ma sì...per me la vita ha un valore unico.
    Terribile,terribile tutto...questi siamo noi.
    Un video reporter tremendo,grottesco,reale...REALE!

  • #11

    Raffaella (mercoledì, 13 aprile 2011 10:37)

    mi associo a Shepard... è tristissimo vedere gli animali abbandonati durante le catastrofi.
    Detto ciò, mi chiedo se davvero questa catastrofe non avrà effetti anche su altri Paesi, magari non l'Italia che è lontana, ma la California, ad esempio.

  • #12

    RetiredAFB (mercoledì, 13 aprile 2011 11:53)

    Buongiorno a tutti!

    @Insider:non c'è di che..per una volta risulto utile pure io! ^_^

    @Fire:io credo che non sia affatto vero che avessero ordinato la chiusura della centrale a Daiichi.Per quel che so,tra il 2002 e il 2005,i reattori,a turno,furono fatti fermare,poichè la stessa Tepco fu protagonista di uno scandalo(eh sì,anche nel laborioso Giappone!),ammesso solo un paio di mesi fa:dichiararono,in un rapporto alla Japanese Nuclear and Industrial Safety Agency del 28/2/2011,che la compagnia aveva precedentemente falsificato rapporti su riparazioni ed ispezioni,evidentemente mai avvenute.
    Il rapporto ha rivelato che Tepco non è riuscita a controllare più di 30 componenti tecnici dei sei reattori, tra cui quadri elettrici per le valvole di controllo della temperatura del reattore, così come componenti dei sistemi di raffreddamento come i motori della pompa dell'acqua e dei generatori diesel di emergenza. Nel 2008, l'AIEA ha avvertito che l'impianto di Fukushima è stato costruito secondo linee guida di sicurezza obsolete, e avrebbe potuto essere un "grave problema" durante un terremoto di grandi dimensioni.L'avvertimento ha portato alla costruzione di un centro di risposta di emergenza nel 2010,"usato"(in malo modo mi pare)durante la risposta all'attuale incidente nucleare.
    Però il problema è che avevano ancora in programma la costruzione dei reattori 7 e 8,previsti rispettivamente per aprile 2012 e aprile 2013..e solo da qualche giorno si è definitivamente cassato il progetto.

    @Shepard:anche a me ha suscitato una tristezza profonda vedere quei poveri esseri che si aggirano senza più speranza,ma tutti assieme,in gruppo,come a darsi forza..purtroppo il loro destino è segnato,così come quello dei poveri e coraggiosi eroi che hanno continuato a lavorare nella centrale.I livelli di radiazioni a cui sono esposti costantemente,non lascerà loro più di un mese o due di vita,questa è l'amara e terribile verità.
    In questo caso,purtroppo,la scelta più saggia è stata proprio quella di lasciare lì quelle povere bestie,non si può fare alcunchè per loro.

  • #13

    Shepard (mercoledì, 13 aprile 2011 13:56)

    Fiuuuu mi aspettavo il massacro ;)
    No beh,non da chi ha risposto alla mia tristezza,vi leggo sempre e con piacere:)
    Piccolo appunto,RetiredAFB...io non li avrei lasciati a quel destino.Moriranno?Sì,forse,ma quel cane ( è un esempio ovviamente) avrebbe meritato di farlo tra le braccia del proprio padrone.
    A parte questo,credo che sia un disastro davvero immenso.Per rispondere a Raffaella,non so se in Italia avremo conseguenze ( ne dubito) ma in altre zone,sicuramente sì.A livello di ecosistema,è una certezza.Per gli umani della California e zone " vicine" lascio la parola a chi ne sa più di me ( non ci vuole molto ^.^")

  • #14

    Fire (mercoledì, 13 aprile 2011 15:22)

    Grazie per la preziosa precisazione Retired AFB. In effetti sapevo già che la centrale era ormai obsoleta,però c'era uno che in un commento su youtube diceva quello che ho riportato prima. Ok grazie ancora per la spiegazione quindi!

  • #15

    Fire (mercoledì, 13 aprile 2011 15:31)

    Macchè massacro Shepard! Chi può rimanere insensibile di fronte a queste tragedie che colpiscono tutti indiscriminatamente?Io penso che può certamente essere che nessuno li abbia presi perchè ormai erano contaminati da particelle radioattive che sono anch'esse molto pericolose. Sono d'accordo con quello che dici ma una persona o un animale contaminato da quelle particelle è pericoloso anche per gli altri,ci sarebbe tutta una procedura da seguire per la decontaminazione. Ma probabilmente nessuno si sognerebbe di accollarsi il rischio di recuperarli,come ci dice anche l'amico Retired AFB purtroppo in ogni caso il loro destino è segnato. Anche rimuovendo quelle particelle hanno comunque assorbito una dose ormai elevata di radiazioni,mangiato cibo contaminato...Purtroppo è così.

  • #16

    RetiredAFB (mercoledì, 13 aprile 2011 17:37)

    @Shepard:pur concordando con te sul triste destino a cui stanno andando incontro quei poveri animali,ho anche la certezza che molti dei loro padroni siano periti in questa immane tragedia.Alcuni di essi,quindi,saranno certamente i sopravvissuti al terribile destino in cui i loro "familiari" sono stati i primi a rimetterci.

    @Fire:dovere mio caro! ^_^

  • #17

    adam (mercoledì, 13 aprile 2011 22:47)

    2-0
    il secondo disastaro globale ad un anno di distanza dalla fuori uscito di miliardi di litri di petrolio nell'oceano...il mondo è al capo linea e la colpa non è degli alieni della natura ma dell' uomo...gli alieni siamo noi che popoliamo e massacriamo selvaggiamnete questo grande puntino blu nell'universo cosi forte e fragile allo stesso tempo.Come tutte le cose belle aime devono finire

  • #18

    Shepard (giovedì, 14 aprile 2011 15:23)

    @Fire e RetiredAFB
    Avete senz'altro ragione,e questo mi fa ancora più riflettere.Non solo siamo impotenti,ovviamente,innanzi a disastri naturali.Ed è giusto così,siamo ospiti...ma siamo vittime di NOI stessi.E questo mi lascia un grande amarezza.
    Un abbraccio.
    Ps X Fire: ti assicuro che conosco molte persone che mi hanno riso in faccia,quando ho espresso il mio dolore per quelle povere creature.Tante.Spesso la pietà è a compartimenti stagni: o animali o umani.Quanta pochezza...

  • #19

    kimaka (giovedì, 14 aprile 2011 15:23)

    A parte qualke frase melodrammatica la questione e' molto seria ke va' al di la' della nostra generazione:nucleare si o no!!!Faccio un esempio:una volta ad un ufficiale riguardo al nucleare da utilizzare per lo spazio gli kiesi(nel 1984!!):ma dov'e' il problema se ci consente di prosperare e di lasciare il pianeta:Mi rispose aspetta appena avremo problemi in qualke centrale:l'opinione pubblica sara' contro senza ragionare ma il problema serio e' fra 100 anni,saremo in grado di fornirci energia dal vento e dal sole al 100% e in ogni caso ki padroneggiera' il nucleare in futuro sara' dominatore!!!??????Una risposta la fornisco io con un esempio:pagamento bolletta questo mese di 310 euro e consumo di 245 kw al mese,cioe' tutte tasse.....la domanda e':con il nucleare la bolletta scende o no????Con le altri fonti la bolletta scende o no....!!!Questa e' gia' una partenza....altra risposta:la tecnologia nel futuro ci consentira' di avere centrali +++ sicure come pronosticato dal premio nobel Rubbia???Risposte nn c'e' ne sono al momento ma solo opinioni.Pero' decisioni bisogna prenderle dico io!!!!!

  • #20

    max (giovedì, 14 aprile 2011 15:38)

    ok ricevuto

  • #21

    Oliver (giovedì, 14 aprile 2011 19:36)

    L'unico modo è andare a votare contro il nucleare. Non lamentatevi poi se il referendum non possa perchè a differenza di altre volte abbiamo la possibilità di scelta.

  • #22

    lorenzov (giovedì, 14 aprile 2011 19:57)

    Ciao a Tutti Voi.
    Mi associo a Shepard, a Raffaella e a Tutti coloro che sono amanti degli animali.
    Personalmente considero il mondo animale (degli animali: e' un inciso poiche' anche gli umani ne fanno parte) come complementare a quello umano.
    Purtroppo ne facciamo scempio: ci nutriamo di animali da sempre ma potremmo benissimo farne a meno.
    Io stesso non sono scevro da questa abitudine anche se preferisco molto spesso un buon formaggio a un trancio di carne.
    Vivo con una cagnolina e cinque gatti e la mia famiglia non fa loro mancare il cibo e men che meno le cure.
    Quando un temporale riduce qualche lombrico sul cemento mi affretto a riporlo in una aiuola sposte nell' erba le chiocciole ecc..
    Vi ho comunicato quanto sopra, Amici miei, perche' possiate immaginare il mio stato d'animo riguardo le testimonianze riferentesi al video shock degli animali abbandonati a Fukushima.
    Perdonatemi la divagazione; per quanto riguarda il disastro nucleare posso solo citare un passo del Manzoni nel suo "5 maggio 1821":
    "cosi' percossa e attonita la Terra al nunzio sta muta pensando all' ultim'ora............." non dell'uom fatale ma di tutti gli uomini.
    Avrete senza dubbio letto i miei precedenti commenti sull' argomento e quindi conoscete il mio pensiero che, ribadisco, e' rivolto indubitabilmente allo sfruttamento delle fonti di energia alternative ma sopratutto alla possibilita' di poterle immagazzinare per poi attingerne.
    Vi saluto e Vi auguro una ottima serata, puo' darsi che ci ritroviamo piu' tardi ma se cosi non sara' accettate anche l' augurio di un buon domani.

  • #23

    Fire (venerdì, 15 aprile 2011 12:09)

    Eh cara Shepard purtroppo hai ragione. C'è troppa ingnoranza ed indifferenza al mondo.

  • #24

    Fire (venerdì, 15 aprile 2011 12:10)

    EDIT Ignoranza. Pardon.

  • #25

    Fire (venerdì, 15 aprile 2011 12:21)

    Kimaka il problema economico è certamente importante,ma ancora di più il problema dello stoccaggio delle scorie. E comunque in ogni caso non potrà mai esistere una centrale sicura al 100% c'è sempre la possibilità che qualcosa vada storto, è normale. Poi hai visto quello che ha detto Tozzi al Costanzo show prima del tema UFO? Ha detto che secondo uno studio fatto per il governo tedesco l'incidenza delle leucemie e altre patologie legate alle radiazioni aumenta considerevolmente se uno abita nei pressi (minimo 5KM quindi) di una centrale nucleare. E le centrali nucleari in questione operano normalmente beneinteso. Si uno può obbiettare che non sono centrali allo stato dell'arte ma poco importa,gira che ti rigira il problema alla fine è quello. La mia personale opinione è che l'energia atomica tramite fissione,non è una valida alternativa energetica. E sono altresì convinto,anche se non lo posso dimostrare,che mezzi alternativi efficienti,puliti ed economicamente vantaggiosi esistono,solo che non se ne dice nulla.

  • #26

    Lorenzo (venerdì, 15 aprile 2011 22:28)

    Concordo col #15 ed in parte col #25.
    Quelle bestie sono condannate.
    L'energia nucleare E' una valida alternativa energetica: Decisamente.
    Il pericolo di radiazione e le scorie, però, fanno calare notevolmente il livello di sicurezza in caso di disastro l'una ed in ogni caso l'altra.

  • #27

    Fire (venerdì, 15 aprile 2011 22:39)

    Ciao Lorenzo.
    Si,senz'altro il nucleare è un modo per produrre energia,non la ritengo però una valida alternativa perchè produce più grattacapi che soluzioni. Sia a livello nazionale-per quelle che sono le nostre peculiarità e bisogni- sia a livello globale. Il gioco attualmente non vale la candela.

  • #28

    lorenzov (venerdì, 15 aprile 2011 22:41)

    Ciao Fire: Tu dici che l'energia atomica tramite fissione non e' una valida alternativa energetica: spero che Tu ti riferisca all' energia derivata dai carburanti fossili.
    Fossili o fissili e' solo questione di una vocale.
    Voi Tutti amici miei sapete che il mio punto di vista verte sempre su come si potrebbe immagazzinare l' energia "pulita".
    Per fare un esempio l' energia idroelettrica potrebbe essere infinita se solo si trovasse la possibilita' di rimandare in alto la massa di acqua per poi riutilizzarla.
    Mi spiego meglio: se l'acqua in caduta genera una potenza di 100 e si trova il modo di riutilizzarla con un costo, in energia, di 10 la si potrebbe sfruttare per n volte a 90.
    Do ut des: sono forse un visionario ma sicuramente non un tecnico per cui non vogliatemene, Amici, ma considerate che le grandi scoperte e/o invenzioni sono state ottenute a seguito di intuizioni, di idee, di sperimentazioni per i loro tempi magari considerate folli.
    Perche' ai giorni nostri non e' dato spazio a un probabile Marconi?
    Perche' chi potrebbe imprimere l' impronta del proprio sapere nel fango della ricerca energetica rimane rinchiuso nella gabbia che le lobbies gli hanno costruito attorno?
    Si spendono cifre astronomiche al Cern di Ginevra per accellerare particelle ma credete che l' esimio Rubbia non si senta al confino?
    Quanto viene investito forse e' un' inezia a fronte dei profitti delle grandi sorelle petrolifere al solo scopo, forse, di stornare l' attenzione dalla ricerca circa le fonti alternative.
    Evviva il petrolio, evviva l'atomo fisso, evviva il surplus sulle bollette indirizzato alla ricerca quando non c'e', evviva la quota sulla bolletta dell' acqua per i depuratori che non ci sono neanche in progetto.
    Evviva l' italietta (minuscolo voluto), evviva chi puo' mungere anche i maschi!
    Evviva gli Italiani (maiuscolo voluto) se saranno in grado di reagire altrimenti non evviva gli italiani (minuscolo voluto).
    Buona serata a Tutti e buon domani finche un domani ci sara'.

  • #29

    Lorenzo (venerdì, 15 aprile 2011 23:22)

    @Fire
    Continuo ad essere convinto che il nucleare sia una valida alternativa: L'energia impiegata è notevolmente inferiore a quella prodotta. E' una pura questione di rendimento.
    Che sia sicura e che non inquini non ne sono affatto convinto.

  • #30

    Lorenzo (venerdì, 15 aprile 2011 23:25)

    @lorenzov
    Saluti sempre ed io non ti saluto mai.
    Scusami.
    Buona serata anche a te e stammi in forma.

  • #31

    Fire (sabato, 16 aprile 2011 00:16)

    Ciao LorenzoV e Lorenzo
    Per me il nucleare -inteso come energia derivante dalla fissione dell'atomo- non è una valida alternativa al petrolio o al carbone.
    Va bene il discorso di Lorenzo sul rendimento,tuttavia non è questo il punto che voglio mettere a fuoco. Io non parlo di valida alternativa basandomi solo sul rendimento,ma lo intendo in un senso più ampio.Sul petrolio noi sappiamo che:
    1 ci sta costando e ci costerà sempre di più
    2 inquina troppo,quindi il suo impatto ambientale negativo si ripercuote anche su di noi.
    Sul nucleare
    1 nel nostro caso specifico il governo vuole il nucleare per ridurre la nostra dipendenza dall'estero. Ma io mi chiedo: risparmieremmo
    davvero? Anche alla luce di quello che si è detto in altri articoli su questo topic io francamente ne dubito alquanto. Ma anche se così fosse e si realizzasse un pur effimero risparmio ne vale la pena? Il che ci porta al punto 2
    2 Il nucleare inquina anch'esso per mezzo delle sue scorie altamente nocive-che rimangono tali per tempi lunghissimi-per non parlare del resto. Sappiamo quello che è successo nel '86 (anche se si è fatto di tutto per tenere le popolazioni all'oscuro) sappiamo tutti cos'è successo il mese scorso. Tanto per citare gli esempi più significativi.
    Io quindi di vantaggi non nè vedo,tra petrolio e nucleare mi sembra di dover sceglier il minore dei mali.
    Parlando quindi di alternative valide mi riferisco a qualcosa che rappresenti un miglioramento ai 2 punti a cui ho fatto riferimento,non intendo quindi limitarmi solo al punto di vista del rendimento energetico.
    Lorenzov condivido senz'altro la tua idea sull'immagazinamento e riutilizzo dell'energia,sfortunatamente non essendo un ingegnere o uno scienziato, non potrò essere io a tradurre la tua visione in realtà!
    Eppure chi sa che non ci sia qualcuno da qualche parte che...
    Buona notte!

  • #32

    maiorett (sabato, 16 aprile 2011 02:34)

    Se andate a vedere quello che è stato rilevato, circa l'emissione HAARP, da alcuni ricercatori indipendenti, vi convincerete tutti che questo evento è stato provocato volontariamente. Solo che i bambini cresciuti (Dio se Freud aveva ragione) che giocano con i loro apparecchietti per soddisfare la loro sete di dominio stavolta forse hanno fatto male i loro "calcoli" e la situazione gli è sfuggita di mano. Maledetti Idioti Fottuti.

  • #33

    lorenzov (sabato, 16 aprile 2011 07:37)

    Ciao a Tutti e grazie per i saluti.
    E' evidente che per tutte le cose vi e' il rovescio della medaglia.
    Al progresso bisogna pagare lo scotto dell' inquinamento, quindi della pericolosita' per la salute, ma la nostra societa' si e' orientata ad ottenere una esistenza sempre piu' frenetica.
    Quando tutti andavano a cavallo (o peggio a piedi) la locomotiva e la bicletta erano visti come strumenti infernali poi fu la volta della comparsa dell'automobile e della ricerca di sempre maggiori velocita'.
    Secondo Voi Amici, il progresso e' sinonimo di velocita' e viceversa?
    Chi di noi e' disposto a rinunciare nel proprio piccolo e tiepido focolare domestico alla corrente elettrica?
    Oppure alla comodita' di riscaldarlo con una semplice pressione su un pulsante per mettere in moto una caldaia?
    In inverno chi attende alla propria igiene con acqua fredda?
    Non si puo' saltare da un muretto senza il rischio di farsi male: bisogna farlo pero' quando e' necessario e sopratutto nel modo giusto.
    D'altra parte per avere energia bisogna usare calore: l'unica alternativa, come dicevo prima, e' la ricerca di energia attraverso mezzi quali la forza dell' acqua, il solare ecc. ma per soddisfare veramente l' esigenza della nostra societa' esse non bastano PURTROPPO.
    Ciao a Tutti, buona giornata e buon fine-settimana.

  • #34

    Insider (sabato, 16 aprile 2011 10:36)

    @maiorett

    Buongiorno, credi davvero che un "aggeggio" come HAARP possa generare terremoti e, soprattutto, quel sisma in Giappone? I ricercatori indipendenti di cui parli sono noti anche a me e da quello che leggo e riferiscono ti posso dire che le sparano belle grosse perchè confidano sul fatto che nessuno (o pochi) vanno a documentarsi sui dati che gli stessi riportano.
    E' pura e semplice speculazione basata sull'ignoranza della gente. Provo a spiegarti ciò che ho raccolto, basta solo documentarsi:

    La differenza sulla quantità di energia emessa da HAARP e quella scaturita dal sisma giaponese è abissale:
    - HAARP ha una potenza di emissione di circa 3,5 megawatt, pari alle emissioni dei trasmettotori di una radio (inteso come programma radiofonico); tale dato non è confermato semplicemente dal sito (sarebbe troppo banale) ma è stato rilevato direttamente in loco, con attrezzature giuste, da chi aveva dubbi sull'effettiva potenza espressa da quella installazione.
    - il sisma in Giappone (9 grado Richter) ha avuto invece un'energia pari a 475 milioni di tonnellate di tritolo, ovvero all'esplosione simultanea di venticinquemila bombe atomiche che distrussero Hiroshima e Nagasaki.

    Questi sono dati oggettivi, facilmente riscontrabili dalle fonti giuste.
    In sintesi è come sperare di generare un maremoto emettendo rutto in riva al mare.
    HAARP è solo un innocuo programma di ricerca indirizzato allo studio della ionosfera e la sua correlazione con le comunicazioni radio. Ma per i complottisti tale sistema è un'occasione troppo ghiotta per non coglierla ed usarla in malomodo.

    Purtroppo mi rendo conto che la confusione è totale, e ogni giorno si leggono in rete (massima fonte di saggezza...) cazzate che richiamano l'attenzione dei più sensibili ed emotivi lettori. I siti che propinano queste PERLE nemmeno si contano più, tutti a complottare speculando su ciò che tanti nemmeno si scomodano a verificare. La stragrande maggioranza degli internauti legge e crede. Poveracci.

    Saluti

  • #35

    Lorenzo (sabato, 16 aprile 2011 11:37)

    "In sintesi è come sperare di generare un maremoto emettendo rutto in riva al mare."
    Questa è mitica Insider.

    Anch'io concordo con te sul fatto che il terremoto in Giappone non sia stato provocato dal progetto HAARP, ma i dubbi sulla reale funzione di tale progetto permangono: E' pur vero e ne sono convinto, che la sua funzione principale sia quella che tu dici, ma cos'altro ?
    D'altronde nessuno poteva immagina re che un vento debola ma costante potesse buttare giù un ponte andato in risonanza...

  • #36

    Insider (sabato, 16 aprile 2011 13:49)

    @Lorenzo

    Caro Lorenzo, porsi dei dubbi è lecito ed aiuta ad accrescere la voglia di saperne di più su ogni cosa che ci circonda.
    L'importante è attingere dalle fonti giuste e non dare credito al primo "santone" che si autoproclama custode di chissà quale verità.
    HAARP merità certamente attenzione, ma non certo perchè è causa di terremoti.
    A presto.

  • #37

    Insider (sabato, 16 aprile 2011 13:59)

    @Lorenzo e interessati

    Restando in tema di terremoti conditi dal sapore di bufala, vorrei segnalare un interessante video pubblicato su YT da parte di esperti dell'INGV che chiariscono quanto di sciocco è stato detto sul sisma che dovrebbe colpire Roma il prossimo 11 maggio. Buona visione.

    http://www.youtube.com/watch?v=KslHsZKGaqM

  • #38

    Insider (sabato, 16 aprile 2011 16:03)

    E per i più smemorati o ignari.. questo è ciò che accadde l'anno scorso: stessa previsione taroccata per l'11 maggio 2010

    http://www.romatoday.it/cronaca/allarme-terremoto-castelli-veggente-denunciata-per-procurato-allarme.html

  • #39

    kimaka (domenica, 17 aprile 2011 01:53)

    concordo fire ma dico un altra cosa :ci sono 5000 morti in media in Italia eppure nn vietiamo di utilizzaren le auto,moto ecc..........sembra nn correlato pero' pensaci un attimo:la risposta e ke gli interessi economici sono sbalorditivi,percio'ci si puo' sacrificare qualcuno...meditate gente...ps:sono skietto in futuro le centrali serviranno,punto.

  • #40

    Lorenzo (domenica, 17 aprile 2011 09:53)

    Beh ... In auto come in moto puoi andare tranquillamente a 50-60 Km/h, non è detto che se il tachimetro segna 150 Km/h o oltre, tu debba raggiungere quella velocità.
    Il fatto è che tu che acquisti l'auto ti poni una semplice domanda: Se può andare a 150 Km/h e non vado a quella velocità, cosa l'ho comprata a fare ?
    D'altro canto, se si producessero mezzi di trasporto con velocità max di 80 km/h, in parecchi ricorrerebbero a truccarli.

  • #41

    Lorenzo (domenica, 17 aprile 2011 10:07)

    Sono più schietto di te:
    Se ora esiste il condizionatore, in quanti vorrebbero tornare a quando non c'era ?
    Nell'eventualità, invece, che fossimo in parecchi a volerlo fare, chi produce condizionatori come la prenderebbe ? Le fabbriche sarebbero in perdita perchè le uscite supererebbero le entrate, di conseguenza si lamenterebbero con il governo, il quale dovrebbe trovare una soluzione: L'esubero verrebbe mitigato dalle offerte a prezzi irrisori, ma nel contempo si aumenterebbero le tasse mantenendoci tutti nell'illusione di averci guadagnato: Cercare di esportare il prodotto all'estero non avrebbe alcun senso perchè non avresti l'esclusiva di produzione e l'onere di dover rimetterti in pari ti rimarrebbe in casa. se a questo aggiungi una mala gestione delle risorse con chi evade e chi lucra, la situazione si riduce ad avercela in quel posto per causa altrui.

  • #42

    lorenzov (domenica, 17 aprile 2011 11:50)

    Io aggiungerei SEMPRE!