La macchina LHC del Cern prima macchina del tempo?

Il Large Hadron Collider (LHC) del CERN, potrebbe essere la prima "macchina del tempo", capace di far viaggiare nel tempo alcune particolari particelle subatomiche "senza violare alcuna legge fisica o limite sperimentale", come scrivono i ricercatori che hanno formulato questa ipotesi, Tom Weiler e Chui Man Ho della Vanderbilt University, in un articolo postato sul sito di ricerca arXiv.
Uno degli scopi principali dell'LHC è quello di scoprire il bosone di Higgs, la particella la cui esistenza dovrebbe spiegare perché particelle come protoni, neutroni ed elettroni possiedono una massa. Se l'acceleratore riuscisse a produrre bosoni di Higgs, secondo alcuni fisici nel processo potrebbe venire creata anche un'altra particella detta singoletto di Higgs. Quest'ultima particella, secondo Weiler e Ho, dovrebbe avere la capacità di spostarsi in una quinta dimensione che le permetterebbe di "saltare" nel passato o nel futuro delle usuali quattro dimensioni. A seguire i dettagli della ricerca.

"Uno degli aspetti attraenti di questo approccio al viaggio nel tempo è che evita tutti i grandi paradossi", osserva Weiler. "Dato che il viaggio nel tempo è limitato a queste particolari particelle, non è possibile per un uomo tornare indietro nel tempo e uccidere uno dei propri genitrori prima della propria nascita, per esempio. Tuttavia, se i ricercatpori potessero controllare la produzione di singoletti di Higgs, potrebbero essere in grado di inviare messaggi nel passato o nel futuro."

L'ipotesi di Weiler e Ho si basa sulla "teoria del tutto", o M-teoria, che alcuni ricercatori hanno sviluppato in modo da comprendere le proprietà note di tutte le particelle subatomiche e di tutte le forze, gravità inclusa. Questa teoria presuppone però l'esistenza, a seconda delle versioni, di ben 10 o 11 dimensioni al posto delle solite quattro. Questo ha portato a ipotizzare che il nostro universo possa essere una sorta di di membrana quadri-dimensionale, o "brana", immersa in uno spazio-tempo multi-dimensionale detto "bulk".

In questa prospettiva, i "mattoni costitutivi" del nostro universo sarebbero permanentemente attaccati alla propria brana, e per questo non possono viaggiare nelle altre dimensioni. Esisterebbero però delle eccezioni: la gravità, per esempio, sarebbe più debole delle altre forze proprio perché si diffonde anche nelle altre dimensioni. Un'altra possibile eccezione sarebbero proprio i singoletti di Higgs, che interagiscono con la gravità ma non con le altre forze.

Anni fa Weiler era giunto a una possibile spiegazione di alcuni comportamenti anomali dei neutrini ipotizzando l'esistenza di un particolare tipo di neutrino detto neutrino sterile, ancor più difficilmente rilevabile dei già sfuggenti neutrini perché in grado di interagire solo con le forze gravitazionali. Per questo i neutrini sterili dovrebbero poter sfuggire alla brana e viaggiare attraverso le dimensioni extra.

Weiler, insieme ad alcuni colleghi ha quindi avanzato l'ipotesi che questi neutrini sterili, potendo sfruttare "scorciatoie" attraverso queste dimensioni extra, potrebbero di fatto spostarsi a velocità superiori a quelle della luce. Secondo la teoria della relatività generale viaggiare a una velocità superiore a quella della luce corrisponderebbe però a un viaggio a ritroso nel tempo.

Le Scienze.it

Scrivi commento

Commenti: 35
  • #1

    lorenzov (mercoledì, 23 marzo 2011 05:55)

    Ciao a Tutti.
    Non ho le basi per capire appieno quanto riportato.
    Aspetto quindi di leggere qualche commento competente circa questa scoperta.
    Buona giornata.

  • #2

    Raffaella (mercoledì, 23 marzo 2011 11:28)

    mi associo a lorenzov. Anche io non ho le competenze necessarie a comprendere appieno quanto riportato nell'articolo e confido in lettori più competenti.
    Il viaggio nel tempo è da sempre un mio pallino,quindi sono davvero emozionata all'idea che forse stiamo lentamente arrivandoci.

  • #3

    lorenzov (mercoledì, 23 marzo 2011 11:42)

    Ciao Raffaella: vedrai che qualche Amico si fara' vivo.
    Avrai letto il romanzo di H.G.Wells dove il "mostro di Londra" riesce a fuggire nel futuro, quindi ai giorni nostri.
    Un altro lavoro di pregio e' il film Philadelphia Experiment dove si tenta di delocalizzare una nave militare e alcuni marinai vengono, anche qui, proiettati nel futuro.
    Pero' sono molto piu' interessato al passato: andrei subito a documentarmi "dal vivo" sulla costruzione delle piramidi ecc.
    Ciao a presto.

  • #4

    Mezzuka (mercoledì, 23 marzo 2011 12:41)

    ciao Raffaella, ciao Lorenzov,
    ho visto diverse volte il documentario in cui gli astrofisci padri della teoria del Tutto o M-teoria spiegano in modo molto interessante tutto il processo che ha portato alla formulazione di questa affascinantissima teoria.
    Datemi tempo (ora sono in ufficio, non posso) e vi segnalo i titoli corretti ;-)
    ciao

  • #5

    Lorenzo (mercoledì, 23 marzo 2011 16:29)

    Ora vi spiego perchè, secondo me, viaggiare nel tempo è impossibile, tantomeno tornare al punto di partenza:
    Immaginate di tornare indietro nel tempo un attimo prima che voi abbiate tampinato una ragazza che vi piace e che lei vi abbia respinto perchè non ha gradito la battuta che le avete fatto. Tornare indietro nel tempo vi consentirebbe di evitare quella battuta o di correggerla, giusto ?
    Se tornate indietro nel tempo, non potete fare altro che ripercorrere gli eventi che si sono succeduti sequenzialmente e che hanno dato origine alla situazione di arrivo (che poi sarebbe quella di partenza per chi torna indietro). Se voi modificaste la battuta, non potreste essere presenti all'arrivo, ma se l'arrivo non esiste, come può esistere la possibilità di tornare indietro ?
    Per questa ragione, si ipotizzano linee temporali parallele che danno origine a dimensioni parallele.
    Se riusciste a tornare indietro nel tempo, non potreste mai farlo ripercorrendo a ritroso la stessa linea temporale per poi tornare da dove siete partiti in condizioni differenti da quelle prodotte nel passato.
    Per viaggiare nel tempo è dunque necessario cambiare linea temporale, o meglio, dimensione spazio-temporale.
    Se avendo 30 anni voleste tornare indietro a quando avevate 1 anno con l'intento di cambiare il passato, cosa vi fa credere di poterci tornare col cervello di un trentenne ? La cosa è ancor più assurda più si torna indietro nel tempo, magari pensando di evitare la seconda guerra mondiale, perchè se così si potesse, non si sarebbe presenti qui ora per poterlo fare.
    Se invece si viaggiasse avanti nel tempo ?
    Questo si che sarebbe possibile, ma solo lungo la stessa linea temporale e con un'accelerazione vettoriale con verso identico, potendo modificare gli eventi futuri a far data dal tempo della modifica.
    Saltando da una dimessione all'altra, potremmo vivere un'altra vita e con forme differenti da quella attuale.
    Tra l'altro, è necessario considerare che cio che troviamo nell'altra dimensione esiste perchè esso è legato al trascorrere del tempo in quella dimensione ed alle leggi fisiche che governano quella dimensione e che non appartengono alla nostra genesi in quella dimensione.
    Supponendo di voler tornare indietro alla dimensione dalla quale abbiamo fatto il salto, dovremmo tornare indietro lungo la stessa linea temporale appartenente alla dimensione attuale per poi effettuare il salto, senza contare che il tempo appartenente alla dimensione precedente è trascorso nel frattempo, precludendoci ogni possibilità di ritorno nella forma e nel tempo precedenti al salto.
    Tirando le somme, è possibile che solo le nostre particelle fondamentali eterne ed indistruttibili, possano viaggiare nel tempo senza subire alterazioni di sorta, come il cambio di stato, forma e dimensione.

  • #6

    Raffaella (mercoledì, 23 marzo 2011 16:54)

    @lorenzov: anche io andrei subito nel passato per poter presenziare ai grandi eventi della Storia.. :-)) (il mio pallino però non sono le Piramidi... non so se è perchè da bimba mi hanno leggermente asfissiata, ma io morirei dalla voglia di trovarmi faccia a faccia con Cristo, se davvero è esistito..)

    @mezzuka: ti attendiamo!!!! :-D


  • #7

    KOSLINE (mercoledì, 23 marzo 2011 18:38)

    x quel che so' non si puo' viaggiare nel tempo (ma viaggiare in modo e tempo diverso dal nostro si, se trovo l'artico in questione lo posto ma in parole povere potremmo viaggiare x anni nello spazio e al ritorno il tempo sulla terra risulterebe diverso dal nostro ) , x il semplice motivo che passato e futuro non esistono ,PASSATO lo dice la parola stessa e' passato quindi non esiste piu' , FUTURO deve avvenire,non esiste , quindi dove vai ?
    xche' se qualcuno allude al fatto di poter andare nel futuro allora significa che e' gia' tutto avvenuto che noi viviamo in qualcosa che e' gia' succeso ,ASSURDO e POCO LOGICO ...

  • #8

    Laido (mercoledì, 23 marzo 2011 18:40)

    Viaggiare nel tempo?Impossibile.Forse è possibile andare avanti ma ancora ci vorranno un sacco di anni..Ma andare e tornare come si vede nei film è pure fantascienza

  • #9

    Scettico (mercoledì, 23 marzo 2011 19:28)

    Viaggiare nel tempo è impossibile perchè di dovrebbe viaggiare più veloci della luce ma le leggi naturali non lo permettono. Se si tentasse di viaggiare più veloci della luce, le regole universali distorcerebbero lo spazio tempo facendoci rallentare. Sono discorsi talmente complicati che parlarne in termini specifici non ha senso ma fidatevi che è così.
    Queste ricerche sono aneddotiche, nel senso che descrivono principi teorici. E' fuorviante titolare cose come "macchina del tempo" e roba del genere perchè sono trucchi giornalistici per attirare l'attenzione, un pò come scoperto il mantello dell'invisibilità o creata macchina per spostarsi da un posto all'altro!

  • #10

    Francesco (mercoledì, 23 marzo 2011 20:53)

    Lorenzo ha centrato in pieno la questione.Ma ricordate tutti:mai dire mai.

  • #11

    lorenzov (giovedì, 24 marzo 2011 08:20)

    Ciao a Tutti e grazie a tutti Voi per la disponibilita' alla discussione.
    Lorenzo sei un Grande: hai esposto in modo quasi perfetto (la perfezione non esiste)il concetto.
    Per quanto riguarda l' esposto di Scettico mi sento di dire che a parer mio la velocita' della luce e' un parametro, un termine di confronto, una convenzione cosi come lo e' il tempo.
    E' vero: il futuro non esiste ancora e il passato non esiste piu' ma allora noi viviamo solo per un attimo perche' quando ce ne rendiamo conto
    questo e' gia' passato, ma quanto dura "nel tempo" un attimo?
    Se io percorro una sequenza di passi da un luogo ad un altro cosa mi impedirebbe di tornare indietro per ripercorrere lo stesso tragitto a ritroso per ritornare al punto di partenza e poi riprendere lo stesso cammino?
    Posso fare le stesse cose andando avanti e indietro (naturalmente parlo di metri ma possono essere chilometri) oppure deviare leggermente o procedere a zig zag o percorrere un tragitto curvo comunque mi troverei alternativamente da un ad un punto di arrivo e il punto di partenza primo potra' essere quello di arrivo definitivo.
    Durante il percorso sicuramente entreranno in gioco delle varianti quali le condizioni di luce, il tempo atmosferico, il bisogno di espletare funzioni legate alla condizione di status esistenziale ma avrei comunque la liberta' di camminare avanti e indietro a mio piacimento e ci saranno sempre un punto di partenza e uno di arrivo.
    E possibile disquisire sui termini "partenza" e "arrivo": non sono comunque accezioni assolute come non lo e' la velocita' della luce, forse nel futuro qualche scienziato dimostrera' che tutto lo scibile attuale e' sbagliato ma abbiamo visto che il futuro non esiste ancora; ci rimane il retaggio del passato come le opere d' arte, i monumenti, la storia stessa.
    Ma cos'e' la storia? un punto di partenza indefinibile forse si, un punto di arrivo non lo sara' mai.
    E' forse il cammino dell'umanita' verso dove? verso un futuro che non esiste?
    Avevo gettato il "sasso nello stagno" per sentire le Vostre opinioni, cari Amici e riconosco di essere positivamente stupito dai Vostri pensieri
    e dalla Vostra disponibilita' alla discussione.
    A Raffaella rivolgo un "benvenuta tra noi" invitandola ad essere presente ogni qualvolta ne abbia la volonta' e su qualsivoglia argomento.
    Saluto tutti e in particolare "vecchi" amici quali Lorenzo, Scettico, Shepard, Marco V.
    Buona giornata.

  • #12

    Raffaella (giovedì, 24 marzo 2011 13:52)

    Grazie per il benvenuto, lorenzov!!!! In realtà vi leggo in silenzio da un bel pò... ma solo ultimamente faccio di tanto in tanto capolino tra i commenti, anche perchè sono una neofita, nel senso che ho sempre sentito un certo "subbuglio interiore" verso certe tematiche, ma solo ultimamente me ne sto interessando in modo più approfondito e quindi, il più delle volte, mi "vergogno" un pò della mia ignoranza in materia e perferisco tacere :-)))
    Ciao a tutti!!!!

  • #13

    anna (giovedì, 24 marzo 2011 17:14)

    con tutti i segreti che ci sono nel mondo e che noi non verremmo mai a sapere chissà forse ci potrebbe anche essere questa macchina del tempo ma solo pochi avranno l'onore di poter viaggiare ...noi senz'altro no..

  • #14

    Fire (giovedì, 24 marzo 2011 19:40)

    Bè in effetti l'articolo parla di particelle,e non di una macchina del tempo vera e propria. Tipo la mitica Delorean del film "Ritorno al futuro". E tra parentesi potendo costruire una cosa simile,si dovrebbe costruire un mezzo aereo o spaziale ma non terrestre,perchè si rischierebbe infatti di finire contro un ostacolo che esiste nel punto temporale d'arrivo!
    Apparte questa sottigliezza,la possibilità di viaggiare nel tempo è una idea affascinante. Certo i dubbi e i paradossi legato a esso non mancano di sicuro,ma personalmente non mi sento di escludere del tutto una simile eventualità. Se ci pensiamo bene per tante cose che pensiamo,ripeto pensiamo,di poter o non poter fare sono relative a ciò che noi sappiamo. E le nostre conoscenze sono limitate,molto limitate che piaccia o meno.
    Ecco sono d'accordo con quanto scritto dall'amico lorenzov,sul fatto che tutto alla fine è relativo. Ciò che sono parametri di base per i nostri bisogni e il nostro modo di ragionare possono non essere più validi in altre situazioni.
    @ Raffaella anche io mi aggrego a quanto detto da lorenzov,se ti và di proporre una tua idea o chiedere qualche delucidazione scrivi pure tranquillamente,non farti problemi,anzi! Il tuo ultimo commento lascia intendere quanto tu sia matura e dotata di buon senso,il chè non è poco.
    Comunque sia forse il viaggio nel tempo è davvero possibile: a quanto pare i commenti fino al 12 sono stati scritti il 1 Gennaio 1970! :)

  • #15

    franz (giovedì, 24 marzo 2011 21:42)

    La velocità di una particella è inversamente proporzionata alla sua massa.
    Per superare la velocità della luce è necessario che una particella abbia una massa inferiore al quanto di luce o fotone la cui massa è considerata nulla.

  • #16

    lorenzov (venerdì, 25 marzo 2011 06:03)

    Ciao a Tutti e ciao Raffaella.
    Rispondo a Franz: se una particella ha massa nulla allora non esiste e quindi non esiste nemmeno la velocita' della luce relativa che quella particella dovrebbe superare.
    Ma e' provato che tempo e velocita' sono correlati?
    Mantenendo una certa massa si dovrebbe poter usufruire di energia direttamente proporzionale?
    Secondo il mio parere sono solo parametri ma non sono del "mestiere" equindi mi piacerebbe sarne molto di piu su questo affascinante argomento.
    A presto e buona giornata a Tutti Voi.

  • #17

    franz (venerdì, 25 marzo 2011 09:03)

    Diciamo che la massa del fotone non è stata ancora determinata come anche quella del neutrone.
    L'LHC serve a scoprire di cosa sono costituite le particelle elementari scomponendole in particelle sempre più piccole.
    La velocità è determinata dall'equazione E=MC2

  • #18

    lorenzov (venerdì, 25 marzo 2011 11:52)

    Ciao Franz: la formula e' quella della relativita' ma io intendevo chiedere se la velocita' della luce e' un parametro assoluto e quindi
    non oltrepassabile oppure e' un termine di paragone, una misura spaziotemporale.(anni-luce)
    Grazie ancora Franz, buona giornata.

  • #19

    Fire (venerdì, 25 marzo 2011 12:53)

    @ lorenzov se non l'hai già visto forse potrebbe interessarti questo link:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Velocit%C3%A0_superluminale
    esiste anche altro materiale comunque a quanto pare comunque la velocità della luce non è un parametro assoluto valido in tutte le situazioni,guarda la voce effetto Casimir.
    Attualmente i fisici comunque cercano un modo per bypassare la velocità della luce piuttosto che superarlo. Quest'ultima cosa infatti fa sorgere troppi problemi e dubbi.

  • #20

    franz (venerdì, 25 marzo 2011 14:11)

    Attualmente la velocità della luce è un parametro assoluto il resto sono solo ipotesi come la particella detta singoletto di Higgs di alcuni fisici o delle 10 11 dimensioni a seconda delle versioni ancora tutto da dimostrare .

  • #21

    franz (venerdì, 25 marzo 2011 14:34)

    L'effetto Casmir non è stato dimostrato come tante altre teorie.

  • #22

    lorenzov (venerdì, 25 marzo 2011 19:25)

    Franz e Fire Vi sono riconoscente: effetto Casimir non conosco ma mi documentero'; so soltanto che e' dimostrato matematicamente che la velocita' della luce e' insuperabile perche' per farlo bisogna avere a disposizione energia quasi infinita.(il quasi su infinito e' un obbrobrio)
    A proposito di particelle ricordo una intervista a Rubbia, molti forse troppi anni or sono, dove egli affermo' di avere individuato una particella piu' piccola di quelle conosciute e di averla battezzata "Bellezza".
    Non e' mia intenzione focalizzare sul mio pensiero ovvero mia brama di sapere le Vostre dimostrazioni di amicizia: abbiate la consapevolezza della MIA amicizia e la mia soddisfazione per la Vostra presenza.
    Non solo Vostra ma di tutti coloro che si avvicinano al nostro simposio.
    Ciao Raffaella ciao Shepard ecc. ecc.
    Buona serata a Tutti Voi e buon domani.

  • #23

    franz (venerdì, 25 marzo 2011 20:34)

    Carlo Rubbia a scoperto nell'83 i bosoni vettoriali dell'interazione debole battezzandoli W positivo W negativo e Z

  • #24

    lorenzov (sabato, 26 marzo 2011 07:32)

    Ciao Franz mi arrendo senza condizioni! non so cos'e' un bosone ne' interazione debole o forte che sia.
    Ti ringrazio ma possiamo scambiarci informazioni su altri argomenti altrimenti dovrei ospitarTi a casa mia come mentore privato.
    Io sono per natura curioso di sapere ma ho un limite molto basso di conoscienza scientifica nonche' di matematica a livelli ultra scolastici.
    Pero' se vuoi sapere perche' un aeroplano vola........
    oppure i ratei e i riscontri attivi e passivi, leggere un bilancio......
    Ciao Franz grazie e buona giornata.

  • #25

    kimaka (sabato, 26 marzo 2011 18:33)

    Facciamo kiarezza:spostarsi nel tempo e' possibile solo nel futuro o almeno rallentarlo(tipo stando vicino ad un oggetto con massa stratosferica):questa e' astrofisica ormai assodata applicata a stelle di neutroni o buki neri sempre se ci avviciniamo,punto secondo la gravita' e' la forza piu' debole ke ci sia delle quattro fondamentali in quanto si perde in altre dimensioni infinesimali ke si ha nel mondo infinitamente piccolo come si evince dalle regole quantistike....grazie alla prossima...

  • #26

    franz (domenica, 27 marzo 2011 09:12)

    Ci sono molte teorie ma nessuna prova.
    Nella teoria della relatività non è escluso il viaggio nel tempo.
    Le stelle di neutroni comprimono la materia aumentandone la densità.
    I buchi neri comprimono e trasformano la materia in energia che lentamente viene ceduta probabilmente sotto forma di radiazione di Hawking,

  • #27

    lorenzov (domenica, 27 marzo 2011 19:15)

    Ciao a Tutti Voi.
    Mi sento un bambino da prendere per mano!
    Sto sguazzando nei Vostri commenti, Franz, Fire, per non annegare nello scibile scientifico.
    A questo punto "mi sovvien l'eterno......e dolce mi e' naufragar in questo mare".
    Onore al merito Vostro: sinceramente e con amicizia.
    Dove sei Shepard? mi manca la Tua presenza.
    Raffaella ci sei?
    Buona serata a Tutti Voi e, se non ci ritroveremo piu' tardi, che il domani possa esserVi foriero di positivita' e serenita'.

  • #28

    Fire (domenica, 27 marzo 2011 20:25)

    Buona serata anche a te lorenzov. Grazie per l'augurio,contraccambio!

  • #29

    Raffaella (lunedì, 28 marzo 2011 10:17)

    ECCOMI!
    Scusa, Lorenzov, ma durante i weekendmi collego poco, mio marito, giustamente, pretende le mie attenzioni :-))

    Sto però leggendo con interesse gli interventi degli "esperti" e li ringrazio per il contributo, anche se, lo confesso, sono argomenti che fatico a comprendere fino in fondo, ma è un mio limite: non sono per niente dotata di mentalità scientifica, faccio confusione anche a fare 2x2, figuratevi come posso approcciare questo genere di argomenti... aiutoooo!!!! ;-))
    Ma grazie a tutti, provare a capire leggendo ciò che scrivete e andando poi a cercare queste teorie in internet è piuttosto stimolante!

  • #30

    kimaka (martedì, 29 marzo 2011 02:27)

    nn capisco lorenzov...ma scusate devo essere piu' scientifico????? (azz ho parlato e fatto cenno solo di astrofisica!!!)Devo rimanere con un profilo piu' basso o fare il professore(anke se ho solo il diploma!!!),dobbiamo fare a gara????prego LorenzoV a lei la scelta anke di persona....sono diciamo autodidatta...e con tanta passione e messo il mio di dietro (ma anke la mia famiglia)a queste tematike da far impallidire anke gli ufologi + accreditati...

  • #31

    Guido (domenica, 03 aprile 2011 17:17)

    Come detto da @franz (#15) "La velocità di una particella è inversamente proporzionata alla sua massa.
    Per superare la velocità della luce è necessario che una particella abbia una massa inferiore al quanto di luce o fotone la cui massa è considerata nulla."


    Ecco il nesso sta proprio qui. Da cosa è determinata una massa?? Dalla forza di gravità che esiste e regola la condizione esistenziale in cui si è. Se si riuscisse, in qualche modo, a controllare lo spazio gravitazionale e quindi "alterare" l'impatto gravitazionale e con esso anche la massa di un corpo specifico la velocità e il tempo di percorrenza di un spazio sarebbero valori trascurabili quasi programmabili. La gravità è ciò che permettere di dare un tempo di percorrenza di uno spazio per un determinato corpo. Io sinceramente non capisco fin dove la comunità scientifica mondiale vuole arrivare. Perchè questa non è una ricerca del controllo sullo spazio tempo (che tra l'altro penso sia un punto che è già stato raggiunto in questi quasi 130 anni di cover up governativo/scientifico) ma una mirata ricerca esistenziale sui meccanismi primordiali dell'origine infinitesimale della vita. Tutto questo a cosa potrebbe portare?? Ad una forza colonizzazione/creazione extra-planetare? Questi traguardi scientifici oggi proposti non servono ad aumentare il controllo o la conoscenza del nostro pianeta ma ad ampliare il nostro controllo e la nostra visuale esistenziale ad altre realtà, magari non presenti sul nostro pianeta. Tutto questo penso che si potrà lontanamente comprendere solo nel trascorrere degli anni che avremo davanti a noi

  • #32

    Guido (domenica, 03 aprile 2011 17:27)

    *Ad una forzata colonizzazione/creazione extra-planetare?

  • #33

    franz (domenica, 03 aprile 2011 21:18)

    La definizione di massa si basa sul meccanismo di Higgs e cioè l'energia necessari per mantenere la configurazione stabile di una particella.

  • #34

    Giorgio (giovedì, 22 settembre 2011 21:36)

    Forse Einstein sbagliava :-)
    http://www.ilgiornale.it/cultura/ecco_scoperta_che_mette_crisi_einstein/22-09-2011/articolo-id=547270-page=0-comments=1#1

  • #35

    Giorgio (giovedì, 22 settembre 2011 21:40)



    http://news.google.it/news/story?pz=1&cf=all&ned=it&topic=t&ncl=d9hY1VSJoVAi1oM3Xp3E3YG45c_eM

    http://www.reuters.com/article/2011/09/22/science-light-idUSL5E7KM4CW20110922