Quanto vale la Terra? "Tre milioni di miliardi di euro"

Quanto vale la Terra? Se una società aliena volesse comperare il nostro pianeta a quale prezzo potremmo venderlo, ammesso di accettare l'idea per il bene dell'umanità? A non meno di tre milioni di miliardi di euro, parola di Greg Laughin, un astrofisico che ha trovato una formula che permette di calcolare il valore dei pianeti del nostro e di altri sistemi solari. La formula tiene conto dell'età del pianeta, della temperatura media, della sua massa e di altri valori di particolare interesse per un pianeta in quanto tale. E la Terra risulta essere il pianeta più costoso. Se si volesse mettere in vendita Marte, invece, la spesa per un civiltà aliena che desiderasse comperarlo scenderebbe a soli 10.000 euro o poco più, mentre Venere lo si potrebbe vendere a non più di un centesimo di euro. E gli altri pianeti?

Il ricercatore, che lavora alla University of California di Santa Crus degli Stati Uniti, ha poi spostato l'attenzione anche sugli altri pianeti scoperti orbitanti attorno ad altre stelle che, ad oggi, ammontano a circa 1800 (solo 1230 circa sono stati scoperti recentemente dal telescopio spaziale della Nasa Kepler). Alla maggior parte di essi comunque, è stato dato un valore molto basso perché si trovano o molto lontano o molto vicino alla loro stella e quindi non permettono in alcun modo la nascita di forme di vita così come noi la conosciamo né tanto meno potranno essere colonizzati.

"L'idea di dare un valore ai pianeti  - spiega Laughin - mi è venuta nel momento in cui venne

scoperto il pianeta Gliese 581 c che ancora ad oggi è considerato quello più simile alla Terra. Così ho cercato di quantificare i parametri più importanti di un pianeta, quelli cioè che lo rendono abitabile. Da ciò è nata una formula che ora può essere applicata a qualsiasi oggetto che ruota attorno a una stella. Nel caso di Gliese 581 c, il valore che ne uscì fu sorprendentemente basso, solo 100 euro, perché nonostante avesse dimensioni paragonabili alla Terra non permette in alcun modo di ospitare la vita, né dovrebbe permetterlo in futuro". Il pianeta extrasolare il cui valore ha superato tutti gli altri è KOI 326.01, ai cui è stato dato un valore di 150,000 euro.

Nella formula dell'astrofisico la distanza dalla stella madre è solo uno dei parametri considerati importanti. Anche l'età della stella risulta di grande valore, perché anche se un pianeta si trova alla distanza giusta per ospitare la vita, ma la stella è troppo vecchia per permettere alla vita stessa di evolversi o di sostenersi, il pianeta risulterà non diverso da un asteroide.

Ma che valore scientifico può avere tale formula, al di là del fascino in sé? "Secondo me  - ha detto Laughin- avrà un senso puntare le ricerche per cercare vita extraterrestre intelligente solo verso i pianeti il cui valore supera i 60 milioni di euro. Gli altri, per un motivo o per l'altro non dovrebbero in alcun modo permettere ad essa di svilupparsi". E forse pensando al valore della Terra rispetto a tutti gli altri pianeti, ci permette di riflettere quanto essa sia preziosa.

Repubblica.it

Scrivi commento

Commenti: 14
  • #1

    sossio (venerdì, 04 marzo 2011 17:13)

    appunto per qst smettiamola di inquinare!!!

  • #2

    Nicklespaul (venerdì, 04 marzo 2011 17:42)

    Uno degli studi più insulsi che si potesse fare. Come si può dare un valore al nostro pianeta??? Qui stiamo raschiando il barile...

  • #3

    Davide L (venerdì, 04 marzo 2011 18:41)

    Giove venduto, lo prendo io per 25 euro :)

  • #4

    Javier (venerdì, 04 marzo 2011 19:26)

    Ma gli scienziati non hanno altro da fare che spendere il loro tempo con queste idiozie?

  • #5

    charlie (venerdì, 04 marzo 2011 21:17)

    Forse.....sono i danni fatti dall'uomo alla terra!!!

  • #6

    Shepard (venerdì, 04 marzo 2011 21:17)

    Ora che lo so,la mia vita avrà sicuramente più senso ---....---
    Mi verrebbe da consigliare,a determinati scienziati,di occupare le proprie serate in maniera più...interssante.

  • #7

    Koala (venerdì, 04 marzo 2011 21:25)

    ci sono cose che non si possono comprare, per tutto il resto c'è mastercard.

  • #8

    Marco V (venerdì, 04 marzo 2011 22:33)

    Quasi quasi un piccolo investimento su Marte lo farei....a chi li devo dare questi 10.000 euro?
    Così poi metto il copyright sul pianeta e chiunque voglia fare missioni spaziali, o film di fantascienza ambientati lassù deve pagarmi i diritti...salati...
    business is business...
    :)

  • #9

    Nico (sabato, 05 marzo 2011 12:07)

    ma che idiozia è mai questa? Avendo a disposizione tecnologie avanzate si potrebbero estrarre tonnellate e tonnellate di ferro da Marte non credo che per 10.000 euro si puo vendere una risorsa cosi preziosa qui gli alieni ci fanno un affarone...

  • #10

    raid (sabato, 05 marzo 2011 16:21)

    loro già si prendono le risorse come e quando vogliono ,non hanno bisogno di comprare i minerali o altro ,estraggono prelevano e se ne vanno senza chiedere a nessuno il permesso ,se volessero la terra l'avevano già colonizzata ma il nostro pianeta è troppo malato per viverci....

  • #11

    KOSLINE (sabato, 05 marzo 2011 21:54)

    Greg Laughin CAMBIA SPACCIATORE XD XD !!!!

  • #12

    kimaka (domenica, 06 marzo 2011 08:06)

    noi si skerza ma i cinesi nn penso ke lo faranno , una volta giunti di persona sulla luna,marte e titano,solo per citare il buon senso spaziale...e noi qui nel bel paese a parlare di altre stelle con patakke......

  • #13

    Guido (domenica, 06 marzo 2011 14:27)

    Ahahahahah XD cosa si può fare se non ridere di fronte ad uno studio del genere??? Ma quanto son messi male sti PSEUDOscienziati..?? (perchè chiamarli scienziati a gente come sto Laughin è pura idiozia..!)
    Cito Nicklespaul (#2): Qui stiamo raschiando il barile...e di brutto anche!!!

  • #14

    sandor (lunedì, 07 marzo 2011 12:17)

    questo laughin deve essere completamente fuori dalla realta'