Sindrome di Morgellons a Mistero, cosa sappiamo realmente?

Ieri a Mistero si è parlato del Morbo di Morgellons, e della sua ipotetica relazione con le scie chimiche. In effetti analizzando questa misteriosa malattia sembra comparsa dritta da un film di fantascienza pur essendo purtroppo dolorosamente reale. Immaginate di sudare perle di una sostanza nera simile a catrame, di tirare filamenti colorati da piaghe diffuse su tutto il corpo o di avvertire come se la vostra pelle venga percorsa da insetti. Questa è la condizione in cui si trovano i malati di questa sindrome come spiegato ieri bene a mistero da Silvia, affetta dal morbo che coraggiosamente ha condiviso il suo calvario.
Naturalmente solo i medici dovrebbero occuparsi della cura, anche se come per tutte le condizioni rare i progressi sulla diagnosi sono lunghi e difficili. Noi ce ne occupiamo perchè il programma ha ipotizzato una causa diretta: le scie chimiche. Esiste una relazione? A seguire il video di Mistero andato in onda ieri.

Partiamo dal servizio di ieri di Mistero e su alcune precisazioni. Daniele Bossari ha sostenuto che la patologia è tuttora ignorata dalla medicina convenzionale. Questo non è del tutto vero. Anche se il morbo di Morgellons, è stato bollato per anni dalla comunità scientifica come una patologia psichiatrica, è diventato oggetto di studio da parte dei Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), l'organo statunitense di ricerca e prevenzione della malattie già nel 2008. Lo studio, condotto in collaborazione con la divisione di ricerca del consorzio medico "Kaiser Permanente" della California del nord, è andato a colmare anni di fenomeni di autoaggregazione spontanea di persone colpite dagli stessi sintomi.

 

La maggior parte dei pazienti, liquidati come matti e accusati di procurarsi da soli le lesioni, si è riunita dal 2002 in una fondazione, la Morgellons Research Foundation, creata da Mary Leitao, che ha anche coniato il nome del morbo su una patologia simile descritta nel 1600. Il sito della fondazione ha 11.000 iscritti, la maggior parte abitanti in California, Texas e Florida: lamentano tutti strani fenomeni, come quelli descritti ieri da Silvia a Mistero, come forte prurito, granuli catramosi e filamenti bluastri, rossi e traslucidi che emergerebbero dalle lesioni. In molti hanno ricevuto la diagnosi di «allucinosi parassitaria», l'ossessione di essere invasi da parassiti. Eppure non c'è nessuna isteria mentale, ma è tutto vero e documentabile.

La cosa assurda è che per anni si è confusa la causa con l'effetto. Infatti spesso il sistema nervoso periferico resta influenzato da questa malattia, tuttavia l'elemento più rilevante dell'infezione sembra essere l'effetto sul sistema nervoso centrale. Quasi tutti i malati riferiscono di avere grosse difficoltà nella concentrazione mentale e nella memoria a breve termine.

In questo gruppo di pazienti sono estremamente comuni i disturbi dell'umore, quali depressione e disordine bipolare, che colpiscono oltre la metà degli individui che manifestano sintomi del morbo di Morgellons.;a come si può pensare che chi soffre di tale sindrome non cada in momenti di sconforto che sfocciano in depressione e alienazione dal mondo circostante? E' normale che un'analisi dello stato emotivo del paziente che si presenta dal medico in tali condizioni non puà essere quello di un quadro psicologico normale, ma tutto risulterà alterato se non altro per la disperazione prodotta dalla condizione e non il contrario.

Di cosa sono fatte le fibre?

 

Nel 2006 i ricercatori della State University's Center for Health Sciences di Tulsa, raccogliendo le fibre che uscirebbero dal corpo dei pazienti e sottoponendole ad analisi nel laboratorio del dipartimento di polizia di Tulsa sono rimasti di stucco. I filamenti sono stati confrontati con i 90.000 composti presenti nel database del laboratorio, senza trovare nulla di simile. Le fibre, bruciate a 700 gradi, si sono annerite ma non distrutte. Niente di simile ai capelli che, se bruciati, sprigionano un odore caratteristico. I capelli inoltre hanno una struttura cellulare. Il Dottor Janovy ha stabilito che non sono né cellule né parassiti, ma nanomacchine veicolate, come sostiene anche la Dottoressa Hildegarde Staninger, da insetti: infatti le avvisaglie della malattia sono precedute dalla percezione di una puntura di insetto. 

 

Nuovi studi ed esami di laboratorio hanno consentito di accertare che il morbo di Morgellons è collegato alla presenza nell’organismo dei malati di frammenti costituiti da silicone e da fibre di polietilene. Il polietilene è usato normalmente nell’industria delle fibre ottiche.Il punto centrale però è che le fibre nella loro composizione molecolare sono uniche, mai viste prima in natura e che fuori dal contesto di un corpo umano verrebbero catalogate artificiali dal 100% delle indagini scientifiche convenzionali.

Le Tesi mediche

I medici sono divisi e le diagnosi sono varie. Si passa da ipotesi di malattie auto-immuni, esistenza di un parassita, artrite, e infiammazione dei nervi. Alcuni casi sono risultati positivi al morbo di Lyme, un'infezione di origine batterica che colpisce la pelle, il sistema nervoso, le articolazioni e gli organi interni, cusata dal morso di una zecca. Tra i medici tuttora c'è chi considera Morgellons una vera e propria malattia e chi, di fronte al mistero, si appella alla follia. In Italia non esiste tutt'ora una letteratura medica sui casi.
Le due tesi più accreditate si riferiscono o a una sorta di delirio contagioso (i rush cutanei frequentemente hanno un'origine psicosomatica) o all'azione di una specie di fungo (e in effetti alcuni casi sono migliorati in seguito all'utilizzo di un antiparassitario specifico).
Certamente esiste una componente psicologica, ma questa si può addebitare al fatto che spesso i malati di Morgellons vengono lasciati soli e nessuno ascolta più la loro voce come già spiegato prima.
L'assurdità del fenomeno patologico li isola e rischia di creare un disagio mentale profondo.

Scie chimiche e Morgellons

Le scie chimiche hanno ricevuto una certa copertura mediatica nel corso degli ultimi anni negli Stati Uniti, ma non sono state ufficialmente riconosciute dal governo degli Stati Uniti, sebbene figurino come un'arma esotica in una proposta di legge avanzata dal rappresentante Dennis Kucinich nel 2001 (H.R. 2977). La proposta è stata respinta e rapidamente è stata riscritta da Kucinich, senza più menzionare le chemtrails. [...]. La spiegazione corrente è che gli ingredienti delle chemtrails siano stati inalati dagli individui nelle zone irrorate e che stiano interagendo con l'organismo in due modi. In primo luogo l'inalazione compromette il sistema immunitario, rendendolo più vulnerabile ad infezioni batteriche, micotiche e virali o la malattia è causata dalle strutture nanoteccnologiche disperse con le scie. Tesi non ancora dimostrata.

Per chi vuole saperne di più vi consigliamo i seguenti link

C.D.C. Morgellons website:
http://www.cdc.gov/unexplaineddermopathy/
The Morgellons Research Foundation:
http://www.morgellons.org/
Dr. Citovskys Study:
http://www.morgellons.org/suny.htm
GMO/Morgellons connection:
http://www.freerepublic.com/focus/f-chat/1710422/posts
Scie Chimiche / Morgellons:
http://www.rense.com/general71/mmor.htm
Tulsa Crime , il report completo:
http://www.morgellons.org/docs/Tulsa_Police_Crime_Lab.pdf
Studio sulle fibre ( in inglese)
http://www.cherokeechas.com/rSmith02.htm
GMO & nanotecologie
http://nanotransformation.com/
Nano fiber analysis:
http://www.carnicom.com/morgobs2.htm

Scrivi commento

Commenti: 42
  • #1

    Ekto (venerdì, 14 gennaio 2011 08:35)

    Non so cosa sia, basta che non la si chiami "malattia aliena" come fa mistero nel suo articolo. Per loro ogni cosa strana è aliena, ma basta con sti titoli ad effetto privi di senso, solo per catturare la curiosità della gente. Cominciassero a fare le persone serie.

  • #2

    thejaws (venerdì, 14 gennaio 2011 09:43)

    ekto tu sei veramente un ektoplasma!!!!a tuttora la malattia non e stata compresa dunque aliena,quando cominceranno i governi a darci spiegazioni di cio che sta succedendo???a te sembra tutto normale??sei solo un comune mortale.

  • #3

    Ekto (venerdì, 14 gennaio 2011 10:29)

    Ma lol prima mi chiami ektoplasma poi comune mortale? E' un controsenso. :D
    Cmq so che una cosa aliena vuole dire una cosa non comune però la trasmissione mistero si capisce che usa quella parola volutamente per fare lo scoop. La potevano benissimo chiamare malattia misteriosa, innaturale, strana, etc.

    Non è che per fare odiens tocca affibbiare ad ogni cosa un fenomeno "alieno". Ci giostrano troppo dai.

  • #4

    TheUnidici (venerdì, 14 gennaio 2011 12:09)

    sono d'accordo con ekto; a parte il fatto che aliena non significa non comune bensì....."di altri"..!! Ritengo che la commerciale trasmissione di italia 1 affronti i temi con un occhio all'audience e l'altro a non infastidire troppo i governi (e quindi il loro padrone!!). Lungi da me commenti politici, penso che per quanto apprezzabile lo sforzo di mediaset di trattare temi un po' ostici........la rete televisiva di chi ci governa non potrà mai introdurci in qualcosa di effettivamente..."misterioso" a noi comuni mortali!!!

  • #5

    Werde (venerdì, 14 gennaio 2011 12:16)

    Proprio questo servizio è stato uno degli migliori. La patologia è seria e ignorata dai medici quindi ben vengano scoop di questo genere.
    E' vero che chiamarla aliena non è giusto perchè svia il discorso, ma detta così fa ascolti e attira l'attenzione. A volte il fine giustifica i mezzi...

  • #6

    Chemtrails (venerdì, 14 gennaio 2011 13:02)

    Ciao raga!! sono contento che Mistero abbia affrontato questo fenomeno, già noto agli appassionati di scie chimiche..molte volte si è provati a portare argomentazioni di questo genere in parlamento o denunciandole alle autorità competenti..ma nessuno vuole assumersi la responsabilità di svelare la verità.
    Viviamo in una realtà fittizia dove chi "governa" vuole mantenere la nostra conoscienza ad un livello di intorpidimento tale da usarci come cavie per i loro sporchi experiments..!
    L'unico modo di svegliarci è diffondere le poche informazioni vere che abbiamo (in attesa di aggiornamenti) dei vari complotti in atto.

    Cmq..mi dispiace che la parola "aliena" sia stata addossata ad una sindrome medica non ancora compresa ( per la non volontà dei medici), e mi dispiace vedere che la protagonista del servizio Silvia, avesse una T-shirt con la faccia di alieno stampata sul davanti..trucco della produzione per far passare un messaggio errato ai più scettici.

    un saluto a tutti..:) ciaoooo

  • #7

    SalvoPa (venerdì, 14 gennaio 2011 14:50)

    La puntata bene o male è stata guardabile...su tutti questo servizio e quello sulla bimba la cui voce è stata registrata da esperti del settore. Cecchi Paone al solito suo parla come se fosse Dio in terra...bagno di umiltà lui e la sua scienza mai. Mi permetto di dire che ci vuole ancora tanto per migliorare il programma

  • #8

    Werde (venerdì, 14 gennaio 2011 15:01)

    Gli ascoltatori in ogni caso sono aumentati...

  • #9

    capire è meglio che credere (venerdì, 14 gennaio 2011 15:14)

    ..ma quale chi governa vuole mantenere la coscienza a livello di intorpidimento!? Se per certi versi in alcuni casi dire tutta la verità può essere più nocivo che benefico, vedere complotti ovunque e a tutti i costi, comincia a stufare..
    Vi rammento che anche vedere complotti ovunque..è sintomo di due fenomeni 'patologici': 1. il businness in malafede sulle spalle dei creduloni e ancor peggio di 'malati immaginari'; 2. il delirio di persecuzione, tipico degli psicotici e borderline.

    Di malattie strane e poco conosciute ce ne sono per così, ma la medicina ufficiale (che in merito all'approfondimento delle malattie non risente di certo delle influenze di chi governa) studia con rigorosità solo quelle reali, cioè quelle che si lasciano studiare veramente. Le malattie 'snobbate' sono solo quelle fittizie,perchè la ricerca non ha tempo da perdere dietro soggetti che non si lasciano studiare con un metodo scientifico rigoroso (Per il loro ego, il rischio di veder dimostrato in modo conclamato la loro follia o mitomania può essere traumatizzante!).

    E dopo essermi documentato su questa presunta sindrome, posso dire che nessun caso clinico è stato studiato in maniera tale da consentire di appurare in maniera incontestabile la reale esistenza della malattia (ad esempio, chi è stato sottoposto ad una biopsia cutanea, operata da un centro indipendente dai vari 'esperti non so quanto privi di conflitti di interesse', dopo esser stato tenuto per 3 gg non in contatto con indumenti, legato per evitare escoriazioni autoprocuratesi, libero di nutrirsi e lavarsi con regolarità, assieme ad un soggetto sano nelle stesse condizioni affinchè quest'ultimo faccia da controllo negativo?..provate a proporlo ad uno dei presunti ammalati..e vedrete che 'leva' che vi fa!!!)
    E poi non mi si venga a dire che i soggetti con tale sindrome hanno deterioramento cognitivo e stati psichiatrici conseguenti alla malattia per l'emarginazione che ne deriva..L'incidenza di associazione della sindrome di Morgellons con diagnosi psichiatriche è altissima (70%).
    Allora i soggetti con malattie ben peggiori come i pemfighi e i pemfigoidi dovrebbero essere tutti così..e invece così non è..


  • #10

    so cosa vuol dire (venerdì, 14 gennaio 2011 17:23)

    Soffro del morbo di Morgellons dal 2005 e la mia vita è un calvario. Le zone più colpite sono il viso e le estremità degli arti inferiori e superiori. Lavorando come front office in un'assicurazione finanziaria l'aspetto è basilare e ormai creme, fondotinta e trucchi non nascondono le cicatrici.Qualcuno mi dice se mi sono bruciata....
    La prima volta che sono andata dal medico mi ha diagnostica una dermatite da contatto, poi herpes, infine mi ha mandato da un immunologo.
    Decine di esami, valori nella norma eppure dal mio corpo uscivano filamenti che sembravano capelli sintetici, quei fili che si vedono quando sflicci materiali industriali. Oggi la situazione è che sono infelice, insicura, e abbatuta. Non ho certo soldi per curarmi in america o andare in qualche clica privata. La mia vita di coppia non esiste, anche se le macchie non sono deturpanti e le tengo sotto controllo le cicatrici sembrano non esaurirsi mai. Questa è la mia storia, non ho mai creduto agli alieni, non mi interesso di esoterismo, non sono ne pazza ne schizzofrenica. Come sono finita qui? ho visto ieri la trasmissione di italia uno e ho digitato su google sindrome di morgellons. Vi dico solo non giudicate mai, solo Dio sa a sofferenza che io e altri stiamo provando.

  • #11

    Pierpaolo (venerdì, 14 gennaio 2011 17:28)

    le foto sono nauseabonde fanno veramente impressione S_S
    tutta la mia solidarietà a chi ne soffre

  • #12

    LORENZO M. (venerdì, 14 gennaio 2011 18:19)

    Il sito ha fatto una sfilza di siti dove cercare informazioni sul morgellons;io aggiungerei a gran voce:
    http://www.tankerenemy.com/
    A mio parere il miglior portale dove acquisire informazioni su morgellons,scie chimiche,manipolazioni ambientali ecc....
    Il servizio di ieri sera è stato davvero ben curato esclusa la prima parte in cui davano un origine aliena del fenomeno;mi dispiace dirlo,ma effettivamente ekto ha ragione ed il fenomeno è "terrestrissimo"(scusatemi per il neologismo).

  • #13

    lorenzov (venerdì, 14 gennaio 2011 18:33)

    Ciao amica SOCOSAVUOLDIRE.
    Purtroppo le parole non esprimono mai lo stato d'animo di chi si trova in
    difficolta' e tantomeno possono esprimere la solidarieta' che solo la vicinanza, sia pure a livello spirituale (quando altro non si puo' fare),
    e' in grado di alleviare le pene.
    Non ho mai avuto problemi come il tuo ma, credimi, durante la mia esistenza passata ho dovuto passare periodi durante i quali avrei preferito che altri si facessero carico almeno in parte di quanto stavo
    affrontando non fosse altro per sollevarmi almeno psicologicamente.
    Ognuno di noi, ne sono fermamente convinto, ha il proprio cammino gia'
    predeterminato al momento della nascita o addirittura al momento del conce
    pimento e tutto quanto tentiamo di fare per modificarlo sono solo variazioni sul tema.
    Non scoraggiarti, non sentirti insicura e abbattuta poiche' chi non Ti ac=
    cetta, non Ti merita, chiunque egli o ella sia.
    Pierpaolo Ti offre solidarieta' e forse ha esagerato con "nauseabonde":
    pensa solo che l' aggettivo e' stato usato per rafforzare la sua costernazione di fronte a una situazione indubitabilmente nuova, inaspettata e per questo impressionante ma nulla di piu'.
    Una mia amica convive con una malattia rara e si sottopone a terapie che
    non sono risolutive ma solo un po piu' che palliative ed e' evidente che
    la ricerca scientifica non e' remunerativa quando i pazienti sono solo
    RARI.
    Coraggio, cara amica, risali la china, e pensa che le cicatrici sono come
    gli strappi alla bandiera: un onore.
    Con affetto, ciao


  • #14

    Marco V (venerdì, 14 gennaio 2011 23:02)

    Solidarietà a chiunque soffra di qualsiasi malattia.
    Mi associo a lorenzo

  • #15

    giovanni c (sabato, 15 gennaio 2011 13:39)

    vi siete chiesti se coloro che non hanno la malatia conclamata per caso non siano, apparentemente, almeno portatori sani in grado di trasmetterla (per esempio a figli concepiti nel frattempo)?

  • #16

    Walter (sabato, 15 gennaio 2011 15:16)

    "capire è meglio che credere"
    Gentile anonimo..chi vede complotti è perchè prova a vedere oltre la realtà che ci impone l'informazione censurata e filtrata dei mass media..ciò non vuol dire che chi cerca delle risposte, sia catalogabile come perseguitato, credulone o bisognoso di cure psichiatriche.
    Anzi ben vengano gli studiosi di "complotti"..le scie chimiche non sono di certo fittizie..sono scientificamente studiate da esperti, e nessuno mi può dire che sono immaginarie.

    E poi, prima di parlare dei malati di sindrome di Morgellons, come malati immaginari, farei una critica alla medicidina.

    "Le malattie 'snobbate' sono solo quelle fittizie,perchè la ricerca non ha tempo da perdere dietro soggetti che non si lasciano studiare con un metodo scientifico rigoroso.."

    Il problema della ricerca, è che ci sono pochi fondi e poche persone affette da questa sindrome, ed è per questo che nessuno si prende la briga di studiare questa malattia. Ma non certamente perchè è una malattia "fittizia".

    Mi auguro che sempre più persone scelgano la via della conoscienza..e non si lascino influenzare dal loro background scientifico, o dalle finte informazioni che ci propinano quotidianamente.

  • #17

    so cosa vuol dire (sabato, 15 gennaio 2011 15:29)

    Ringrazio tutti voi per le belle parole ragazzi.

    una parola per il commentatore #9
    tu dici che la scienza non ha tempo da perdere con chi non si lascia studiare. Se tu mi vedessi un giorno camminare per strada o mi incontrassi al bar probabilmente vedresti solo una ragazza normale con delle burtte cicatrici e una storia da raccontare. Io non sono viziata, paranoica, o altro, ho ricevuto un'eduzione normale e avevo una vita normale, nn ho mai letto neanche un libro di scie chimiche ufo alieni ecc.
    Ho solo scoperto di avere un disagio che non è psicologico ma fisico, reale, che mi distrugge la vita. Hai idea dell'imbarazzo, la condizione di non voler andare con un ragazzo perchè hai terrore che ti tolga la maglietta se vivete un momento di intimità, alzarsi e avere paura di trovare riflessa allo specchio una nuova cicatrice. Ho chiesto aiuto ai medici, tutti, nessuno escluso e ero ( e sono) disposa a tutto per riuscire a stare meglio. Ma non ti auguro mai di trovarti di fronte a una condizione e sentirti dire: non c'è cura, non sapppiamo cos'è..oppure peggio non esiste. perchè dopo la medicina non c'è niente, ti resta solo lo sconforto. Non c'è un altro livello, non ci sono altri esperti se non i ciarlatani di cui non mi fido perchè io voglio stare meglio affidandomi a persone raccomandabili. Certo trovo più comprensione nei cosidetti " alternativi" che nelle persone normali e questo oggi mi fa riflettere. Non so se gioirne o piangermi addosso.
    Ciao.

  • #18

    lorenzov (sabato, 15 gennaio 2011 19:29)

    Ciao cara amica.
    Piangersi addosso non serve: come ho detto al#13 le cicatrici non sono un
    disonore sono solo una condizione particolare dell' aspetto esteriore di una forma fisica.
    Comprendo benissimo pero' il Tuo stato d'animo e come me sono sicuro che tutti gli altri Amici che Ti offrono solidarieta' se potessero essere di
    qualche aiuto per risolvere il Tuo problema non si risparmierebbero certamente.
    Le lacerazioni cutanee purtroppo abbattono moralmente poiche' sono evidenti ma vi sono lacerazioni interiori che proprio come le prime inibiscono la volonta' di iniziare una nuova giornata di vita.
    Nei commenti precedenti, ho notato, si tende ad attribuire la causa della sindrome alle scie chimiche: purtroppo cio' non e' testato e addirittura delle scie non conosciamo la composizione o meglio e' tutto sotto segreto.
    Come ho sempre sostenuto ipotesi e congetture sono infinite e infinite le risposte a loro attribuibili e rimane solo in noi la volonta' di sapere.
    Ti esorto ancora a non abbatterti, rileggi il mio primo post e anche se il
    "mal comune e' mezzo gaudio" come dagli stolti sostenuto pensa quante altre persone soffrono durante la propria esistenza vivendo su una sedia a rotelle o peggio e abbracciale tutte come tutte abbracciano Una in piu': Tu.
    Non devi chiederTi se gioire o piangerTi addosso devi semplicemente vivere a testa alta e avere fiducia in quel futuro che anche per Te e' gia' scritto come per tutti.
    Ciao con affetto.

  • #19

    mario (sabato, 15 gennaio 2011 23:37)

    CIAO So cosa vuol dire,
    scusami, ma nel tuo campo sono molto "deficiente". tu avrai fatto un mucchio di esami e avrai anche tentato diverse cure, ma hai mai provato con dei farmaci anti parassitari? spero di non aver scritto una demenza! sono dei farmaci che si possono prendere per via orale o endovena come viene fatto per certi animali, non vorrei che pensassi ke ti considero un animale!

    oppure tentare con dei "parassiti" che curino il tuo problema. cioè se esiste un parassita, insetto che si possa cibare della tua sindrome! scusami se avessi scritto una boiata, ma esistono parassiti come le sanguisughe che hanno effetti curativi per certe malattie!

    ti auguro di trovare presto sollievo!

  • #20

    lorenzov (domenica, 16 gennaio 2011 00:12)

    Ciao cara amica.
    Non so se hai letto il mio messaggio #18 ma se Ti e' giunto Ti prego di accettarlo come sincero e spontAneo e suffrAgato dalle poche parole di MarcoV che mi affianca anche per altri argomenti e al quale rivolgo un GRAZIE.
    Ringrazio anche Te per il riconoscimento che hai voluto esprimere in apertura del Tuo #17 ma devo puntualizzare che (mi sento di parlare per tutti noi Tuoi amici) la mia, la NOSTRA amicizia ormai consolidata non ha
    assolutamente alcuna sfumatura di commiserazione: considera quanto vale per tutti la possibilita' di conoscerci senza avere la necessita' della materialita' e quindi di entrare in contatto solo con il pensiero, le opinioni, l'altruismo, lo scambio di intenti e.......il TUTTO.
    Tu conosci il nostro nome: facci conoscere il TUO! E' MOLTO IMPORTANTE, ne sono convinto, che Tu muova un passo in piu'.
    Ciao con affetto, SURSUM CORDA.

  • #21

    capire è meglio che credere (domenica, 16 gennaio 2011 16:41)

    @walter: gentile Walter, non credo sia buona cosa nascondersi dietro lo spirito e l'etichetta di chi voglia 'andare oltre', quando ci si ferma alla prima ipotesi, guarda caso la più suggestiva, bizzarra ed affascinante, in maniera cieca ed ingenua. Lo scetticismo è d'obbligo di fronte a chi si rifiuta di essere studiato in maniera opportuna..proprio perchè la medicina e la ricerca hanno fondi non illimitati, una certa 'scrematura è d'obbligo'. Le rammento che Galileo con il suo metodo sperimentale aveva alla fine ragione, e non quel famoso cardinale ancorato alla presunzione ed all'illusione, assai più semplici da accettare e gestire.
    Che poi la medicina odierna sia diventata piuttosto fredda e distaccata dallo stato psicoemotivo del paziente, questo è un altro paio di maniche e non lo nego. Malattie fittizie o meno, i soggetti stanno male e andrebbero supportati probabilmente meglio.
    Sulle scie chimiche, fossi in lei ci andrei un po' più cauto con le sue sicurezze. La metto in guardia anche nei confronti della sua sicurezza nei confronti della certa esistenza della malattia di morgellons; ad essere sincero tutta questa sua sicurezza, mi mette i brividi..Io quasi non sono neppure sicuro di esistere veramente, potrebbe essere tutto un sogno, e lei è più che certo di cose che probabilmente non ha mai visto..
    Chi non esclude complotti, è persona saggia, chi li vede ovunque è persona insana..lo ricordi..
    ..,mi auguro anche io che sempre più persone scelgano la via della conoscenza..quella vera, rigorosa, non montata a fini di businness o gloria, e si lascino influenzare dal background scientifico che ci ha portato fino al punto in cui siamo oggi, e NON dalle finte informazioni 'bizzarre e complottistiche', tanto di moda, che ci propinano quotidianamente. Con cordialità.



    @so cosa vuol dire:
    mai negato che anche le malattie fittizie procurino disagio e sofferenza. Tutta la mia solidarietà per questo. E con fittizie non voglio intendere stati in realtà non patologici, poichè di fatto il paziente bene non sta, qualunque ne sia la causa.
    In certi casi non è facile comunicare la verità in maniera eticamente valida. Forse il freddo silenzio, seppur triste..è l'unico modo..
    Non diffidi della scienza, si lasci studiare in maniera opportuna, glielo dico di cuore.

  • #22

    Onniscente600 (domenica, 16 gennaio 2011 17:10)

    Scusa cosa intendi tecnicamente per si lasci studiare?
    una specie di cavia umana perpetua?

    Ti ha detto che si è rivolta ai medici che altro deve fare oltre che sottoporsi agli accertamenti, la vuoi sezionare?

  • #23

    lorenzov (domenica, 16 gennaio 2011 18:44)

    Ciao amica SOCOSAVUOLDIRE
    Ti esorto ancora a essere presente: ormai avrai capito che chi si propone al dialogo per il Tuo problema e' un individuo che Ti e' amico
    spero che fra di noi ci sia un medico che prenda "a cuore" il Tuo problema.
    Non e' provato che i "luminari" sappiano tutto ma Ti invito caldamente a essere paziente (non in senso medico) e certamente a breve termine troverai chi potra' esserTi di aiuto.
    Per quel poco che posso fare mi sto interessando presso amici medici e non POSSO ASSOLUTAMENTE fare di piu' ma sappi che se avro' informazioni Ti informero' immediatamente.
    Sono altresi sicuro che i nostri amici si prodigheranno e chissa' magari
    qualcuno di loro potra' avere contatti chissa' dove nel mondo per ottenere informazioni atte a risolvere il Tuo problema.
    Ricorda sempre, cara Amica, di vivere al massimo.
    Con affetto Ti invito fra noi col Tuo nome.
    Ciao.

  • #24

    lamberto (lunedì, 17 gennaio 2011 02:39)

    PER QUANTO RIGUARDA ,QUESTO MORBO DI MORGELLONS; C'E DA DIRE CHE GLI ESPERIMENTI E I PROGRAMMI IN CORSO " DAL H.A.A.R.P.CLIMA E TERREMOTI " POSSONO ESSERE LA CAUSA DI QUESTE ESCORIAZIONI DERMATOLOGICHE ,CON EFFETTI PARTICOLARI PER LA GENERAZIONE DI FILAMENTI, CON LE CARATTERISTICHE MATERIALI DI PROVENIENZA E NATURA SCONOSCIUTE .NON CI ASPETTIAMO CERTO UNA CONFERMA DA PARTE DEGLI AMERICANI RESPONSABILI DELL'ORGANIZZAZIONE H.A.A.R.P. in particolare (HADCRUT 3 ).LE SCIE CHIMICHE CHE VEDIAMO IN CIELO SEMINARE A RETICOLO COME SU DI UN CAMPO DI GRANO ESSENZE DANNOSE !! LOGICAMENTE GLI EFFETTI RICADONO SU DI NOI???MA NON VOGLIO DILUNGARMI OLTRE !!! PER SAPERNE DI PIU' VISITARE IL SITO ( VIAGGIARE NEL TEMPO / PROF ECHOS / SCEGLIERE CHI E' JOHN TITOR /SCORRERE FINO A LAMBERTO /E LEGGERE LE DISQUISIZIONI FATTE ) BY LAMBERTO

  • #25

    mario (lunedì, 17 gennaio 2011 18:10)

    mi dispiace che non risponde più SOCOSAVUOLDIRE, non avrà ricevuto i nostri messaggi, grazie a tutti per la collaborazione, e rinnovo l'augurio di una felice guarigione!

  • #26

    lorenzov (lunedì, 17 gennaio 2011 18:33)

    Ciao SOCOSAVUOLDIRE ritorna fra noi altrimenti non saprai se qualcuno puo' esserTi di aiuto.
    Noi tutti Ti siamo vicini, so che cio' non serve alla risoluzione del Tuo problema ma almeno sai di essere abbracciata da coloro che non provano commiserazione nei Tuoi confronti ma sincera amicizia: Mario non e' di molte parole ma il Suo "mi dispiace" vale una vagonata di intenti.
    Ciao amica, ciao Mario, ciao Lamberto e ciao a Tutti:

  • #27

    svetlana (martedì, 18 gennaio 2011 22:12)

    25 anni fa io sono dovuta a rivolgermi a una sciamana siberiana (Russia) per il problema di prurito doloroso del mio figlio appena nato, grazie ad un consiglio della mia amica con lo stesso problema col suo figlio, perciò io non avevo la paura, cosi come già conoscevo il fenomeno. La siamana mi consigliò di prendere una molliccia di pane integrato, bagnandolo col latte proprio, faccendone in tal modo una pallina da ping-pong e passarla sulla schiena del mio figlio per circa 30-40 min. Dopo il tempo dovuto, spezzai la molliccia e vedi fili grigio-bluastri di circa 10cm. Una volta alla settimana ripeti la procedura e ogni volta trovavo la stessa quantità, come si crescevano continuamente.

  • #28

    lorenzov (martedì, 18 gennaio 2011 23:18)

    Ciao Svetlana grazie per la testimonianza.
    Tuo figlio ora sta bene?
    Ha egli risolto il problema?
    Sono trascorsi 25 anni, cosa e' successo poi?
    SOCOSAVUOLDIRE ritorna fra noi vedi che anche da lontanissimo qualcuno Ti
    consiglia?
    Non restare sola non SENTIRTI sola perche' NON sei sola.

  • #29

    svetlana (mercoledì, 19 gennaio 2011 13:31)

    Si, mio figlio sta bene, mai saputo di questo l’inconveniente, solo ieri io ho raccontato quello che è successo con lui, grazie al servizio di “Mistero”, che mi aveva sconvolto un po’. Solo posso dire che mio figlio molto intelligente, incominciato parlare a un anno di età, sapeva le cose che non poteva a nessun modo sentirle da qualcuno. Non avuto mai disturbi dell'umore, depressione, anzi sempre stato molto sereno e felice, da piccolo non piangeva quasi mai. Ci sono tante cose che la scienza ancora non ‘è in grado di spiegare, questione di tempo. Io e mio figlio crediamo solo alla SCIENZA e non, - se sei il credente, colpevole è dio, se non sei credente,- colpevole è l’alieno.

  • #30

    mario (mercoledì, 19 gennaio 2011 19:56)

    grazie svetlana!
    tentare tutte le strade è la via della speranza!
    redazione di ufoonline potreste in qualche modo contattare SOCOSAVUOLDIRE?

  • #31

    anonimo2 (venerdì, 21 gennaio 2011 22:53)

    I risultati delle analisi confermerebbero che sono semplicemente peli quindi

  • #32

    giulia nucera (lunedì, 24 gennaio 2011 14:26)

    ma questa sindrome è mortale ?

  • #33

    valter (sabato, 29 gennaio 2011 16:24)

    direi che la seconda puntata di mistero, seppur sempre in cerca di casi ecclatanti abbia smontato il caso della ragazza... e non ci voleva molto bastava andare da un dermatologo! il pelo è solo un pelo.
    Poi nel mondo ci saranno altri casi ed altre situazioni.

  • #34

    ..... ca*** (venerdì, 25 marzo 2011 11:22)

    raga , forse ne sono affetto....

  • #35

    MONICA (sabato, 18 giugno 2011 18:19)

    E' dal 2006 che tribolo !! I "dermatologi" nessuna diagnosi fatta!!! Mi son rassegnata e il piu' delle volte torno alla carica ma nulla nessuno mi aiuta!! Come citava l'altra ragazza io ho la stessa sventura !Reagisco ma quando arriva il momento di scoprirmi x me è un patema ! Quando ci provo la gente mi chiede se mi son bruciata e io rispondo :"MAGARI"!!! x fortuna reagisco e nn sono ne depressa ne matta faccio vita sociale ma è una sofferenza totale!!! CREDETEMIII!!!

  • #36

    MONICA (sabato, 18 giugno 2011 19:13)

    Ah Dimenticavo di dire a te so cosa vuol dire, che mi piacerebbe conoscerti x condividere e chissà un giorno risolvere questo DELETERIO PROBLEMA SE NONCHE' (MALATTIA)!!!!
    CIAO UN ABBRACCIO...



  • #37

    XXX (venerdì, 08 giugno 2012 14:01)

    Secondo me la cosa assurda è che di questa malattia se ne occupi mistero. Lo sappiamo tutti che la trasmissione è a carattere sensazionalistico, e proprio qui che sta l'errore....la malattia non deve essere pubblicizzata dagli ugologi o dagli amanti del paranormale......già chiamarla malattia aliena è ridicolo, come è ridicolo associarla alle chemtrails....che piacciono tanto ai complottisti.

    Quando questa malattia sarà presa in considerazione in toto dalla comunità scientifica allora forse si farà luce.

  • #38

    GG (venerdì, 08 giugno 2012 16:14)

    Io sono dell'idea che per le case farmaceutiche noi siamo solo ed esclusivamente clienti..Sei malato? non ti guarisco, faccio in modo che tu debba curarti per sempre..spendendo tutti i soldi in medicinali. Ragionamento inverso per la sindrome di morgellons..Quanti malati esistono con questo disturbo?..troppo pochi? non c'è guadagno...quindi non sprecano soldi per la ricerca. (ben inteso che sto ipotizzando un loro ragionamento eh..non è il mio pensiero)
    ciao

  • #39

    qo dai (venerdì, 08 giugno 2012 23:53)

    SO COSA VUOL DIRE ,il destino ti portera nuovamente qui anche se non rispondi non vuol dire che tu non legga,grazie al supporto morale di persone come lorenzov tanto per citarne uno TROVERAI NUOVO CORAGGIO (argento colloidale e spirulina)chiedi informazioni per l'uso non ti faranno male ma solo benefici!tutti coloro che avranno a cuore persone sofferenti potranno donarti una vibrante onda d'amore sospinta alla scintilla divina che scaturisce dal tuo buon cuore ,buona fortuna a te' e a tutti i tristi del mondo.

  • #40

    non vi capisco (domenica, 10 giugno 2012 01:27)

    Noto spesso che in argomenti delicati, spuntano come funghi le etichette, i complottisti da una parte e gli altri chi sono? coloro che hanno la verità in tasca? Non credo proprio! Detto ciò, il tema centrale diventa la divisione tra queste due fazioni su chi abbia o no ragione, mentre il problema in questione viene quasi del tutto accantonato.
    Io sono dell'opinione che il morbo di Morgellons sia causato dall'aumento anomalo di metalli dispersi nell'atmosfera attraverso le scie chimiche e altre forme di inquinamento. Se poi non è stato dimostrato non significa che sia falso, se fosse dimostrato e reso ufficiale, cosa al quanto impossibile, comporterebbe l'immediata sospensione delle attività di aerosol chimico, quindi tutto il lavoro sporco finora svolto andrebbe compromesso, per non parlare delle attività industriali che pur di fare profitto non guardano in faccia a nessuno e aggiungo anche il cartello farmaceutico che vive e si arricchisce tenendoci costantemente ammalati. Se non ci fosse tutta questo schifo saremmo 100 volte più sani senza il bisogno di questi parassiti che ci rifilano medicine a vita. Mettendo in conto certe complicazioni si spiegherebbe benissimo perchè un programma gatekeeper con zero credibilità come Mistero parli di questa malattia.
    La visita che ha fatto il chirurgo alla ragazza affetta dal morbo è ridicola, le ha guardato la schiena facendo presupporre al pubblico che non potendo arrivare a grattarsi in quella zona si possa trattare di autolesionismo, difatti le ha consigliato di rivolgersi ad un'analista, ma che razza di approccio scientifico è questo, dell'esperto di fiducia? A prescindere dalla diagnosi, se dovessi mettermi nei panni della ragazza sarei incazzata nera perchè mi sentirei solo presa in giro. Del resto non è l'unica, siamo tutti trattati come cavie sottoposti ad esperimenti continui. Se poi qualcuno preferisce non sapere e considerare le versioni ufficiali scientifiche come Bibbia perchè ha paura della verità o per interesse, che torni a dormire sonni tranquilli o che vada all'inferno...buona notte!
    Piena solidarietà a coloro che sono stati colpiti da questo morbo "inumano extraterrestre", perchè coloro che l'hanno causato non li considero umani, spero che il prima possibile venga tutto alla luce...

  • #41

    Guido (lunedì, 11 giugno 2012 00:27)

    Condivido pienamente il commento #12 di LORENZO M.

    GENTE INFORMATEVI!!!! NON BEVETEVI SEMPLICEMENTE QUELLO CHE VI DICONO!
    E soprattutto uscite dal lavaggio del cervello in cui imposto a tutti noi fin dalla nascita. Bisogna sicuramente attenersi alla scienza, alla realtà e alla razionalità...ma andare anche oltre perchè noi tutti NON SAPPIAMO ASSOLUTAMENTE A CHE LIVELLO SCIENTIFICO OGGI SIAMO tanto per dirne una, e di realtà conosciamo ben poco dato che ci viene accuratamente e quotidianamente contraffatta tanto per dirne un altra! Poi io sono più che convinto e non mi può bastare nessun utente di questo sito a convincermi del contrario che sull'esistenza delle scie chimiche non c'è proprio nessun tipo di dubbio! e se non ci credete APRITE GLI OCCHI, LA MENTE ED INFORMATEVI DATO CHE IL FENOMENO E' ABBASTANZA DOCUMENTATO! I dubbi purtroppo rimangono sul perchè di tutto ciò e sulle conseguenze. Mi dispiace enormemente per chi soffre per questa malattia perchè quando non si ricevono risposte dai medici lo sconforto può solo che crescere a livello esponenziale. Spero che troviate sempre persone in grado di starvi accanto, ascoltarvi e non lasciarvi soli.

  • #42

    XXX (domenica, 17 giugno 2012 13:33)

    Guido,secondo te perchè questa malattia sarebbe causata dalle scie chimiche. E come dire che il raffreddore è causto dallo smog,tanto per dire una cosa.