Gli scienziati americani: l'Onu si prepari al contatto extraterrestre

L'ONU deve prepararsi ad un incontro con civiltà extraterrestri, per non farsi cogliere impreparato. Ad affermarlo una serie di scienziati statunitensi, nell'ultimo numero della rivista Philosophical Transactions of the Royal Society, dedicata interamente al tema della vita aliena. Nella pubblicazione in edicola da Febbraio si analizza il tema della vita extraterrestre in tutti i suoi aspetti. La tesi è semplice: se il processo di evoluzione in tutto l’universo segue i modelli darwiniani, come accade sulla Terra, le forme di vita che dovessero interagire con gli esseri umani potrebbero “condividere la loro tendenza alla violenza e allo sfruttamento” delle risorse. Gli scienziati non si limitano a prevedere la natura del contatto, ma analizzano dal punto di vista biologico, astronomico e sociale che impatto avrebbe l'interazione con altre civiltà dell'universo.C'è spazio anche per un dibattito teologico sul futuro delle grandi religioni della Terra, riuscirebbero a sopravvivere? Il dibattito è aperto.

Il britannico Guardian riporta ampie anticipazione del contenuto delle considerazioni inserite nella rivista. Secondo quanto ipotizzato gli Stati membri dovrebbero, partendo dall'UNOOSA creare una struttura che si occupi degli "affari fuori dal nostro pianeta"elaborando soluzione simili a quelle proposte per affrontare le minacce provenienti da oggetti che orbitano vicino alla Terra, come asteroidi, in rotta di collisione con noi. Insomma bisogna preparasi ad un contatto ostile con gli ipotetici alieni.

 

Dobbiamo essere pronti al peggio” nel caso ricevessimo una civiltà extraterrestre, avvisa l’insegnante di paleobiologia evolutiva presso l’Università di Cambridge Simon Conway Morris, il quale crede che la vita biologica nell’universo avrà necessariamente caratteristiche simili a quelle della Terra. Morris è persuaso che se esistono alieni intelligentisaranno come noi”, e “dato che la nostra storia non è così gloriosa” questo dovrebbe “farci riflettere”.

 

Il professor John Zarnecki della Open University, e Martin Dominik, dell’Università di St Andrews, chiedono nell'articolo di apertura della rivista, un piano “responsabile” guidato da esperti e scienziati per evitare gli “interessi di potere e opportunismo” nel caso che gli alieni arrivino sul nostro pianeta.

 

La “mancanza di coordinamento”, secondo gli esperti, è facilmente superabile con la creazione di un “piano generale di lavoro” guidato attraverso uno sforzo realmente globale governato da un gruppo politico con sufficiente legittimità.

C'è spazio come detto anche per il dibattito teologico post contatto. Ted Peters, professore di teologia presso la Pacific Lutheran Theological Seminary in California, ha considerato quello che potrebbe succedere alle religioni del mondo in caso scoperta aliena.   " La saggezza convenzionale suggerisce che la religione terrestre potrebbe crollare se l'esistenza di intelligenze extraterrestri venisse confermata".


 "Questo perché le nostre tradizioni religiose, hanno  formulato le loro credenze chiave all'interno di una visione del mondo antica ed ormai obsoleta, e sarebbe scioccante  conciliare i  dogmi pre-moderni con le nuove conoscenze acquisite. I credenti sono "Terra-centrici", il contatto con ET potrebbe marginalizzare il nostro senso di auto-importanza. Le nostre religioni tradizionali mettono noi esseri umani in cima alla gerarchia della vita, quindi se dovessimo incontrare gli alieni, che dovrebbero essere in teoria più intelligenti di noi, vedremmo svilito il nostro rango di predominio. Se noi siamo creati a immagine di Dio, come le tradizioni bibliche insegnano, dovremo condividere questa immagine divina con i nostri nuovi vicini? Sarebbe destabilizzante.

 

 Probabilmente la fede nella grandi religioni della Terra rimarrebbe tuttavia intatta, azzarda il professore. 

 

"I teologi non si troveranno senza lavoro. In realtà, potrebbero assaporare le nuove sfide e riformulare i precetti religiosi alla luce della visione nuova e più ampia della creazione di Dio".

"I Teologi tradizionali diventeranno quindi astroteologi ... "

 

Insomma una rivoluzione, in tutti i campi secondo il numero della rivista in uscita il prossimo mese. Aspettiamo di leggere tutti i dettagli.

Scrivi commento

Commenti: 41
  • #1

    Ekto (martedì, 11 gennaio 2011 14:35)

    Tale ambasciatore già esiste:
    http://noiegliextraterrestri.blogspot.com/2010/09/lono-nomina-ambasciatore-contatto-con.html

    Si tratta della malese Mazian Othman.

  • #2

    Scettico (martedì, 11 gennaio 2011 14:40)

    veramente l'onu ha smentito che esista un ambasciatore....

  • #3

    Ekto (martedì, 11 gennaio 2011 14:49)

    Mi posti la fonte Scettico?

  • #4

    Ekto (martedì, 11 gennaio 2011 14:53)

    Trovato, strano però..
    Cmq ecco la fonte:

    http://www.corriere.it/esteri/10_settembre_28/ambasciatore-terra-ufo_9ec9981e-cae9-11df-8d0c-00144f02aabe.shtml

  • #5

    Gino (martedì, 11 gennaio 2011 15:09)

    “condividere la loro tendenza alla violenza e allo sfruttamento” delle risorse" siamo ben messi.....

  • #6

    LORENZO M. (martedì, 11 gennaio 2011 15:10)

    Si stavolta scettico ha ragione,un po' di tempo fa hanno smentito tutto e il sito aveva riportato l'accaduto.Comunque la nomina di un ambasciatore per gli alieni sarebbe solo un atto formale che servirebbe solo ad uno scopo di apertura per l'argomento extraterrestri e per preparae chi ancora rimane scettico o neutrale al contatto imminente.In ogni caso mi chiedo chi siano gli imbranati che hanno intervistato.....hanno detto un sacco di sciocchezze.Per lo meno credevano nell'esistenza degli et(già un passo avanti)ma per favore la prossima volta non intervistate dei rintronati.

  • #7

    Raffaella (martedì, 11 gennaio 2011 15:14)

    Sulla questione delle religioni, secondo me, il discorso è complesso.
    I credenti non sono tutti uguali, non hanno tutti lo stesso "grado di religiosità" nè sono tutti appiattiti su conviznioni/stili di vita identici tra loro, a prescindere dal Credo di appartenenza.
    Mio marito, ad esempio, è ebreo, non ortodosso, crede in Dio ed in quanto riportato dalla Torah(seppure con qualche scetticismo) eppure è anche convinto al 100% dell'esistenza degli alieni, ha anche visto coi suoi occhi ciò che lui, con estrema convinzione, chiama navicella spaziale.
    Una mia cliente, cattolica praticante, non esclude la possibilità di civiltà aliene ed è in grado di integrare i precetti religiosi con l'esistenza degli extraterrestri. Ovviamente, rigetta in toto la possibilità che la Bibbia parli in realtà degli ET e non di Dio, angeli eccetera, ma sostiene che noi uomini non possiamo conoscere per intero il progetto divino e che pertanto non si possa escludere a priori l'eventualità che, così come ha creato l'Uomo sulla Terra, abbia anche creato altri esseri altrove.
    Quindi, credo che le religioni, in caso di un disvelamento degli ET, riusciranno a non cadere, a meno che l'ipotesi della Creazione dell'Uomo da parte degli alieni sia reale e questi ne portino delle prove... lì sì che succederebbe un macello! Milioni e milioni di persone cadrebbero nello sconforto più totale, perchè magari da tutta la vita credono ciecamente in qualcosa ed hanno improntato la loro esistenza a "servire" un Dio che non esiste... o che comunque non è colui che si credeva.
    ragazzi, se mai avverrà il contatto ufficiale, sarà devastante per la nostra società come la conosciamo ora e sono certa che il passaggio dall'inconsapevolezza alla presa di coscienza sarà difficilissimo e non escludo atti violenti, disperati, isterici... è normale che i Governi temano quel momento.

  • #8

    saturn_3 (martedì, 11 gennaio 2011 15:25)

    La notizia sembra interessante. Fino a qualche anno fa si limitavano a dare qualche notizia di avvistamento smentito poi nel giro di qualche giorno. Da qualche tempo parlano di contatto. Di un ambasciatore che avrà relazioni con un'ipotetica razza aliena. Poi anche questa notizia veniva puntualmente smentita. Padre Funes prepara il Vaticano, che tra un passo avanti e due indietro, si dovrà aggiornare suo malgrado. Non vorrei fosse un'altra bolla di sapone giusto per mettere in ridicolo come sempre tutta la schiera degli appassionati. C'è da dire che sia Stephen Hawking che Simon Conway Morris e ultimamente anche Margherita Hack, fanno gli scongiuri perchè ciò non accadda in quanto una civiltà superiore potrebbe annientare quella meno evoluta (cioè la nostra) non tanto con armi o virus, bensì proprio a livello evolutivo. Come è successo ai nativi americani o ai Maya o Incas per intenderci..vedremo.

  • #9

    Frate Indovino (martedì, 11 gennaio 2011 15:39)

    non so se condividete la mia ideaa ma è incredibile come le riviste scientifiche più serie e gli scienziati comincino a parlare di ipotesi extraterrestre. Nell'ultimo anno c'è stato un boom. Nel nostro piccolo anche FOCUS ha fatto due numero fa uno speciale sugli alieni.

  • #10

    Daniele (martedì, 11 gennaio 2011 16:04)

    Segno che ormai non riescono più ad insabbiare la vicenda! anche qui su ufoonline qlche settimana fa era uscito un articolo con il quale si affermava che man mano che passa il tempo ci sarà una sorta di preparazione all'evento! quindi chi sostiene che il 2011 possa essere un anno diciamo decisivo potrebbe non sbagliare...FRATE INDOVINO ho letto quel numero di FOCUS dove la copertina recitava "PRONTI AL CONTATTO?" ma non è che si sbilanciasse poi cosi tanto,spiegava solo le varie ipotesi di vita su altri pianeti tra cui anche i soliti batteri e dove questa poteva essersi sviluppata!

  • #11

    saturn_3 (martedì, 11 gennaio 2011 16:23)

    Ho fatto una ricerca in internet. Ho trovato solo vari siti o forum a sfondo ufologico che riportano questa notizia. Su uno di questi c'era riportato che era una notizia A.N.S.A.. Sul quest'ultimo sito però non viene riportato nulla di tutto ciò. Farò comunque un ulteriore ricerca. Probabilmente questa notizia è stata riportata su qualche giornale americano e le testate nazionali devono ancora tradurre l'articolo..Oppure è una bufala come quella di Obama...

  • #12

    mario (martedì, 11 gennaio 2011 17:34)

    condivido lorenzo m.
    se fosse come scrivono nell'articolo e non sia la solita bufala, avremmo guai seri a livello civico, economico e di stabilità depressiva delle persone! ricordate "tristemente" i suicidi di massa a cavallo dei due millenni? le pseudo"7" truffa di invasati che coerciscono i deboli di carattere? ...!
    no, gli "et" e gli "sconosciuti terrestri", ragionano in modo differente dal nostro.
    pensate che l'uomo con i suoi vizi, malsane abitudini, scoppi di ira, invidia, sete di potere e tutte le qualità negative che potreste aggiungere abbia degli eguali? però, d'altra parte, è l'uomo, nella sua particolare contraddizione di essere, che ha delle qualità straordinarie, sentimenti come l'amore, la compassione, la tristezza e la pietà. non dobbiamo scartare una cosa: se nessuno abbia tentato ancora di sopraffarci ci sarà un motivo! se io dovessi attaccare qualcuno, prima lo studierei "al microscopio", poi valuteri se il gioco vale la candela. lo stesso dicasi per un approccio pacifico, vorrei sapere se l'uomo è affidabile e responsabile in seguito all'acquisizione e integrazione di una civiltà, in certi aspetti, più avanzata civicamente e tecnologicamente.
    è una discussione infinita, ognuno dirà la sua, ognuno avrà la sua ragione.
    l'unica cosa che vorrei chiedere a tutti voi: cosa fareste se foste ET? (ricordate, noi non li conosciamo. non sappiamo quanto tecnologticamente siano sviluppati,la loro intelligenza, ma la vera domanda è: cosa li spinge da noi?)

  • #13

    saturn_3 (martedì, 11 gennaio 2011 18:11)

    Loro ci hanno creati e non penso che ci stiano studiando. Perchè, dal momento che sono quì da millenni, una razza altamente evoluta sia spiritualmente che tecnologicamente, dovrebbe capire come siamo fatti, le nostre abitudini etc..? Forse ci sono anche razze che svolazzano senza interferire. Che viaggiano nell'universo e studiano i vari stadi di evuluzione delle civiltà. Se io fossi un e.t. non credo che vorrei prendere contatto con i terrestri. E penso che se un giorno riuscissimo a viaggiare nello spazio, faremo parte di una delle tante razze ostili che viaggiano per conquistare i vari pianeti ed apporci la nostra bella bandierina. Poi la speranza e il sogno sarebbe quello che per compassione, arrivasse una razza caritatevole e ci aiuti a risolvere i problemi. Questo però è un discorso che rimarrà confinato nei libri dei contattisti, temo...

  • #14

    saturn_3 (martedì, 11 gennaio 2011 18:36)

    E' in arrivo un documentario sull'Area 51 con documenti e filmati inediti. E' tutto vero, dicono.

    http://www.newnotizie.it/2011/01/11/ufo-e-area-51-clamorose-rivelazioni-in-arrivo/

  • #15

    svago (martedì, 11 gennaio 2011 20:25)

    ..e “dato che la nostra storia non è così gloriosa”...

    cos'è questa, una tacita ammissione delle menzogne e delle falsità che hanno ordito per secoli? paura è?

  • #16

    alien (martedì, 11 gennaio 2011 20:39)

    Osservazione: l`ONU, non ha alcun titolo concreto per gestire contatti extraterrestri!!! L`ONU, ha appoggiato, direttamente o indirettamente, la politica del silenzio sugli UFO per oltre `60 anni. Non hanno risolto alcun problema concreto sul pianeta e dovrebbero loro gestire il contatto ET? Infine, il fattore contatto potrebbe anche sfuggire di mano!!!

  • #17

    lourdes (martedì, 11 gennaio 2011 21:34)

    gli extraterrestri sono solo demoni che prendono varie sembianze per creare
    confusione all'umanita' circa la sua origine . creato dalla s.s trinita'.
    questi demono ceracno con l'inganno di trascinare sempre piu' anime all
    inferno.
    lourdesdivinvolere.com

  • #18

    rigel (martedì, 11 gennaio 2011 22:30)

    chi scommette che tutti noi qui crepiamo prima di aver visto l'ombra di un alieno o l'atteraggio di un ufetto?
    nano nano a tutti

  • #19

    Fire (martedì, 11 gennaio 2011 22:34)

    Lourdes questo non è un sito di fanatici religiosi,francamente sto incominciando a stufarmi di trovare gente simile che posta questi messaggi ridicoli.

  • #20

    Fire (martedì, 11 gennaio 2011 22:53)

    --Il professor John Zarnecki della Open University, e Martin Dominik, dell’Università di St Andrews, chiedono un piano “responsabile” guidato da esperti e scienziati per evitare gli “interessi di potere e opportunismo” nel caso che gli alieni arrivino sul nostro pianeta.--
    Mi sa che questi sono in ritardo di oltre mezzo secolo. Però nel caso si verificasse davvero un contatto aperto e improvviso con una razza aliena,mi chiedo se mai ci saranno conseguenze per quelli del governo/i che hanno sistematicamente occultato le prove e tratto profitto dallo studio segreto sugli UFO. Certo alcuni di loro hanno agito in buona fede,ma di certo non si può dire lo stesso di tutti. Che dire delle minacce,intimidazioni,furti,rapimenti e forse addirittura omicidi fatti per mantenere il segreto sul fenomeno? Chissà se mai verrà istituito un tribunale, e fare qualcosa tipo processo di Norinberga. Ma tanto sono sicuro che riusciranno comunque a rigirare il tutto ed evitare una cosa simile.

  • #21

    Daniele (martedì, 11 gennaio 2011 23:43)

    X SATURN: ho letto l'articolo e sembra davvero interessante come è logico che ormai molti ex dipendenti della AREA 51 essendo in età molto avanzata se ne fregano delle conseguenze di quello che rivelano e parlano alla grande! e quindi confermando la copertura sull'AREA 51! speriamo bene!

  • #22

    xfort7 (mercoledì, 12 gennaio 2011 01:10)

    Secondo me il contatto con gli alieni è già stato da almeno 50 anni, non'è mai stato ammesso e comunicato all'umanità ma tenuto in segreto per tutto questo tempo. Più che altro sto pensando che qualcosa sta per accadere che ne americani ne russi assieme possono evitare e occultare se vogliamo, è per questo che sono costretti secondo me a fornire tutte queste ammissioni in modo quasi frettoloso e sospettoso.

  • #23

    jose henrique woelffel vergo (mercoledì, 12 gennaio 2011 07:47)

    jhwv
    aspetiamo,
    la verità è fuori.
    io credo ufologia,
    è complesso.
    chi GADU noi protegge
    jhwv

  • #24

    Ekto (mercoledì, 12 gennaio 2011 08:23)

    @Saturn_3 che siamo stati creati dagli alieni ci andrei moooolto cauto fino ad una prova schiacciante ancora non avvenuta, sono solo fandonie. Non diamo mai per scontate le notizie che troviamo in giro please perchè il 99% sono bufale.

  • #25

    Daniele (mercoledì, 12 gennaio 2011 09:50)

    Ekto: è giusto andarci cauti,ma molti indizi portano a pensare quello che dice Saturn_3,ovvio non abbiamo la certezza di nulla,ma con tutti i ritrovamenti di reperti,messaggi di antiche civiltà,monumenti storici,disegni nelle grotte etc.. resta difficile non pensarlo! e cmq magari la verità non è poi così lontana e forse stavolta siamo veramente vicini..

  • #26

    saturn_3 (mercoledì, 12 gennaio 2011 12:06)

    Io penso che l'evoluzione ed il progresso si siano sviluppati troppo velocemente partendo dall'uomo di Neanderthal ad oggi e stando ai ritrovamenti e agli studi fatti sulle tavole sumere o su qualsiasi testo antico, si può trarre questa conclusione. Poi la certezza assoluta non ce l'abbiamo. Se pensiamo ad una o varie civiltà che hanno colonizzato questo pianeta centinaia di migliaia di anni fa e sono arrivati da altri sistemi solari, possiamo solo immaginare che razza di tecnologia abbiano avuto. Senza ipotizzare la loro provenienza da altre dimensioni. In 100 anni noi siamo passati dal motore a vapore allo sbarco sulla luna (se questo è mai avvenuto ma penso di sì), a proggettare sonde che vagano nello spazio. Abbiamo clonato animali con la tecnologia di questi ultimi 50 anni. Lo faremo anche con l'uomo più avanti anche se si pensa che l'abbiano già fatto negli anni 60. Quindi Se questi alieni posseggono una tecnologia più avanzata di migliaia di anni rispetto alla nostra, chissà cosa possono fare..

  • #27

    peppe (mercoledì, 12 gennaio 2011 18:04)

    come si puo dire che gli alieni non possono essere ostile, ci siamo uccisi fra noi umani per avere risorse di altri stati, pensi che gli alieni non possono fare lo stesso con un altra razza, secondo me un attacco alieni portera per la prima volta l'unione fra tutti continenti stati della terra

  • #28

    LORENZO M. (mercoledì, 12 gennaio 2011 18:06)

    Concordo pienamente con saturn_3.Inoltre ogni anno la nostra civiltà fa dei passi avanti da gigante in tutti gli ambiti scentifici e tecnologici,senza contare ciò di cui già disponiamo ma ci viene tenuto nascosto....direi che forse noi umani ci sottovalutiamo troppo e questo è sbagliato tanto quanto sopravvalutare le propie potenzialità.

  • #29

    lourdes (giovedì, 13 gennaio 2011 00:14)

    l'umanita' ama credere alle stronzate per dimenticarsi i propri
    problemi sveglia credete all'asino che vola? siete creature umane
    state con i piedi per terra e pensate a risolvere i veri problemi
    del mondo. siete tutti in contraddizione !!!!

  • #30

    Scettico (giovedì, 13 gennaio 2011 08:15)

    Ho notato la comparsa sempre più in massa di schizzati di ogni tipo nel sito. So che è normale che quando un portale ha successo inevitabilmente tra le persone serie si insinuino le mele marcie, ma penso che una moderazione sia ora di metterla, se non vogliamo leggere sempre di più di santoni che predicano cose assurde, anticristi, demoni e folletti.
    Passi l'ufologia e le teorie complottiste ma la magia no...rispermiatecela.

  • #31

    Mik (venerdì, 14 gennaio 2011 00:01)

    X lourdes.
    Guarda che lunico/a qui ad essere in contraddizione che stai a criticare chi scrive e legge i vari post che a tuo parere sono tutti creduloni e poi ti si ritrova a postare per ben due volte sullo stesso articolo e in giorni diversi.
    E poi che ne sai di cosa fa la gente che legge o posta qui, possono essere carabinieri, netturbini, operai ecc.
    E per finire sai cosa vuol dire confrontarsi? Spero che quando arriveranno gli omini grigi non trovino te per primi, altrimenti si che potremmo passare tutti un brutto quarto d'ora. Senza rancore, ma se ti facciamo tristezza passa oltre. Grazie.

  • #32

    Mik (venerdì, 14 gennaio 2011 00:09)

    Credo che a rendere le persone così insicure e paurose nell'eventualità di un contatto sono soprattutto i mass-media, i capi delle religioni che non ci hanno insegnato ad affrontare queste eventualità, sempre paurose a perdere la loro quota di "mercato".

  • #33

    Extreme (venerdì, 14 gennaio 2011 00:49)

    Ma guardate che, i 17 articoli che sono parte della notizia su cui state discutendo, sono già online sul sito della Royal Society.


    Saluti.

    Extreme

  • #34

    Sion (venerdì, 14 gennaio 2011 02:08)

    Ci sono un sacco di nessi logici tra religione e alieni. Vi invito a cercarli, li troverete. Quando arriveranno, inizierà la salita per tutti. Ho trovato questo sito quasi per caso e mi sono imbattuto in questi post, non sono qui per fare il profeta o roba simile, non sto qui a raccontarvi cose che probabilmente mi farebbero passare per matto, ma posso assicurarvi una cosa: preparatevi fin d'ora. Preparatevi a combattere, in tutti i sensi, perchè ne avremo bisogno... tutti.

  • #35

    anna (venerdì, 14 gennaio 2011 17:27)

    ma secondo voi devono essere sempre e solo gli americani ad avere un incontro con alieni...e noi italiani chi siamo ...forse per loro ci possono essere persone più italiane che possono incontrare questi alieni ..non credete...

  • #36

    lorenzov (domenica, 16 gennaio 2011 10:53)

    Ciao a Tutti.
    Prendendo spunto da quanto afferma Sion porto a Vs. conoscenza che e' stato pubblicato un libro molto interessante sul contatto di alieni umanoidi avvenuto nell' antichita'.
    Il titolo e' "....e il cielo si apri'" di Josef Blumrich e tratta del contatto avvenuto con il profeta Ezechiele che nel Vecchio Testamento scrive la sua testimonianza diretta spiegandosi attraverso l'esperienza di vita diretta.
    Ecco allora che descrive un tipo di astronave o navicella come un carro di
    fuoco che squarciando le nubi scende sulla terra.
    L'autore del libro, ex ingeniere aerospaziale, ha provato a ricostruire il carro di fuoco in base alle descrizioni del profeta e ci e' riuscito con tanto di calcoli matematici.
    Il libro e' stato pubblicato nel 1976 dalla casa editrice MEB di Torino nella collana "mondi sconosciuti".
    Ci sono innumerevoli altre testimonianze di contatti alieni: sui dipinti,
    scolpiti addirittura in epoche remotissime e sono presenti in moltissimi luoghi anche lontanissimi tra loro.
    Mi risulta altresi che nessuna testimonianza faccia riferimento a battaglie con alieni o che questi si fossero mostrati in qualche modo ostili.
    Se qualcuno di Voi e' interessato al contenuto del libro puo' intavolare discussione e cerchero' di fare avere almeno le illustrazioni.
    Ciao a tutti
    P.S. ho letto anche il libro di Peter Kolosimo "astronavi sulla preistoria" che penso sia ormai introvabile se non forse su qualche bancarella.

  • #37

    glentini (martedì, 25 gennaio 2011 15:07)

    ho tanta voglia di conoscere la verità

  • #38

    lorenzov (mercoledì, 26 gennaio 2011 19:48)

    Ciao glentini.
    A differenza della realta', che e' un concetto relativo secondo le interpretazioni e quindi e' personale poiche' viene interpretata e giudicata secondo le proprie esperienze, la Verita' e' un concetto assoluto.
    Chi conosce la Verita' conosce il TUTTO.
    Cio' non e' possibile per noi umani e quindi accontentiamoci di avere la facolta'(o l'illusione) di poter avvicinarsi ad essa sia pure infinitesimalmente.
    Ciao.

  • #39

    luka (venerdì, 04 marzo 2011 11:49)

    prepariamoci al contatto..non sapremo se ora, domani o tra tnt anni...l'importante è non sconfortarsi quando capiremò che siamo entrati in contatto con una civiltà molto più avanzatissima di noi, anzi avere la voglia d'imparare e apprendere da loro...inoltre secondo me la bibbia è davvero il libro più importante della storia, racconta la creazione della vita ma in lingua e con pensiri dell'antichità, provate a leggerla sotto un altro punto di vista (con pensieri moderni, di oggi) e risponderete a molte delle vostre domande...saluti a tutti!!!

  • #40

    claudio (domenica, 17 aprile 2011 21:03)

    Aspettare,vedere, e poi......ci si comporterà in conseguenza.

  • #41

    Andrea (sabato, 03 settembre 2011 16:52)

    di recente ho visto il documentario sull'area51 fatto dal National G. Dove hanno riassunto tutto l'operato segreto limitandolo ai soliti vari u2 e blackbird.. Se questa è l'Andae che hanno non mi aspetto nessuna novità.