Il numero delle stelle? 3 seguito da 23 zeri !

Chi non si è mai chiesto quante sono davvero le stelle? In genere si parla di miliardi. Ma nessuno le aveva mai "contate" Adesso esce fuori un numero da capogiro. Le stelle sono 3 seguite da 23 zeri. La stima e' di due astronomi americani che hanno pubblicato il loro calcolo sulla rivista Nature. La ricerca di Pieter van Dokkum di Yale e del collega di Harvard Charlie Conroy mette in dubbio l'opinione corrente nel mondo degli astrofisici che la maggior parte delle galassie hanno le stesse proprieta' della Via Lattea. Il risultato e' di 300.000.000.000.000.000.000.000 stelle. Il nuovo calcolo dei due astronomi e' stato accolto con prudenza dai colleghi, eppure il numero ci fa capire ancora una volta quante realtà abitabili, potrebbero esserci per ogni pianeta che orbita intorno ad un sistema stellare.

Lo studio riapre naturalmente il tema della vita fuori dal nostro sistema solare, a causa delle cifre molto superiori alle precedenti stime. "Nessuno aveva idea di quante stelle fossero presenti", dice Pieter van Dokkum. "Analizzando le galassie ellittiche, i ricercatori ne hanno identificate un numero almeno 20 volte superiore a quelle presenti nella Via Lattea", afferma Charlie Conroy .
"Di solito, si ipotizza che le altre galassie siano simili alla nostra. Ma questa scoperta suggerisce che ci possono essere altre situazioni fisiche presenti nelle altre galassie, e ciò ha implicazioni importanti per comprendere la formazione e l'evoluzione delle galassie stesse", conclude.

 

Ma perchè tutto questo scalpore? Semplice, il numero delle stelle dell’Universo è addirittura triplicato rispetto a quanto finora si pensasse. Una stima presa per buona finora riteneva che ogni galassia avesse da cento a mille miliardi di stelle.

Invece ora i numeri si dilatano, esistono cento miliardi di galassie, ognuna formata da cento-mille miliardi di stelle. Moltiplicate e avrete 10 elevato alla 23 stelle. Cioè centomila miliardi di miliardi.

Esistono due tipi di galassie, e quelle ellittiche – fanno osservare Dokkum e Conroy – contengono molte più stelle nane delle galassie a spirale. Se le mettiamo nel conto, il totale sale a 3 per 10 alla 23, cioè il triplo rispetto al vecchio censimento.

Eppure, sappiate che tutte le stelle, anche dopo l’aggiornamento al rialzo, rappresentano solo il 4 per cento della massa dell’universo. Il restante 96 per cento, si è scoperto da qualche anno, è materia ed energia oscura. Di quella non sappiamo ancora niente. Ecco perchè quando si afferma che non esiste nessun'altra forma di vita oltre la nostra, bisognerebbe avere più certezze e meno supponenza. Non fosse altro che per un calcolo probabilistico. Un parametro dell'equazione di Drake dunque è da aggiornare al rialzo...prendete nota.

Scrivi commento

Commenti: 10
  • #1

    filosofiamo (domenica, 09 gennaio 2011 20:00)

    ok .... "tutte le stelle rappresentano solo il 4 per cento della massa dell’universo. Il restante 96 per cento è materia ed energia oscura".
    La domanda è: intorno a questo 100% di universo cosa c'è?

  • #2

    Marco V (domenica, 09 gennaio 2011 20:19)

    Mi sa che Asimov dall'oltretomba dovrà rivedere al rialzo le stime sulla probabilità statistica di presenza nell'universo di altre civiltà contemporanee alla nostra.
    :)

  • #3

    Guido (domenica, 09 gennaio 2011 23:27)

    Ma secondo me solo azzardandomi ad immaginare le dimensioni di tutto mi sa ke intorno nn c'è proprio niente...e tutto in quel 100% (e ce n'è di roba a quanto è stato nuovamente messo in evidenza da questo calcolo "ufficiale"!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!)

    OK. Facciamo finta di essere stupidi e scettici. Molto stupidi e Molto scettici. Ma come cavolo è possibile aver anche solo quel briciolo di incomprensibile arroganza (che non a caso a volte fa proprio rima con ignoranza) che ti possa far pensare di essere l'unica realtà vivente e intelligente nell'universo????????? Io a volte mi chiedo COME la genta riesca nel 2011 (come anche nel 2010) a farsi ancora prendere per il culo in maniera così evidente!!!!!
    L'augurio che ho per questo nuovo anno è che la gente capisca FINALMENTE il vero motivo dell'esistenza della Chiesa nel mondo e di ogni religione di per se, che la gente faccia quell'apertura mentale che permatta di non farsi costantemente condizionare dai mass-media e dai giochi di potere mondiali, che riprende e applichi in maniera assoluta il concetto della libertà, che la gente esca dall'ignoranza e dallo scetticismo e che smetta di credere in un qualcosa solo perchè lo ha detto il tg o qualche branchia di qualsiasi governo mondiale e che vada più a fondo, che riprenda in mano quella sete di conoscenza e ricerca della verità che è in tutti noi. Se già si riuscirebbe ad ottenere anche solo un paio di questi risultati si farebbe già un gran bel passo avanti secondo me.

  • #4

    Daniele (lunedì, 10 gennaio 2011 15:01)

    Vero Guido! pura arroganza e presunzione! ma non ci voleva quest ultimo calcolo x capire che NON possiamo essere gli unici abitanti dell'Universo!

  • #5

    Mario (martedì, 21 maggio 2013 16:10)

    Stimate circa 120 miliardi di galassie; ogni galassia ha dai dai cento ai mille miliardi di stelle.... come si puo' pensare che nn vi sia vita altrove?

  • #6

    wróżka internetowa (lunedì, 28 novembre 2016 12:34)

    niewykopsanie

  • #7

    wróżki (lunedì, 28 novembre 2016)

    makroanaliza

  • #8

    seks telefon (martedì, 29 novembre 2016 13:52)

    pagórek

  • #9

    Tutaj (martedì, 29 novembre 2016 16:00)

    Pompa

  • #10

    sex telefon ostry (martedì, 29 novembre 2016 19:03)

    zaczeluścić