Inversione dei poli magnetici e moria di volatili: c'è una relazione?

Numeri di una moria inspiegabile: 3 miliondi volatili, quasi un milione di specie marine, il fenomeno tocca anche l'Italia e per ora le spiegazioni non ci sono. Gli esperti stanno lavorando ma è difficile pensare ad una causa unica, che unisca specie e territori così diversi, se non qualcosa che è stato evocato più volte da molti: l'inversione della polarità terrestre. E' possibile mettere in relazione gli ultimi eventi ad un cambio degli equilibri magnetici del nostro mondo? Abbiamo provato a scoprirlo.

Partiamo da un dato quasi per certo. L’ultima inversione dei poli si verificò circa 780.000 anni fa. Negli ultimi 100 anni il polo nord magnetico si è spostato di 1100 Km, ogni anno (dal 1970)  lo spostamento è di circa 40 km, negli ultimi 400 anni l’intensità del magnetismo è diminuita del 10%. Vicino o meno, arriverà prima o poi il momento in cui si verificherà l’inversione magnetica, e allora quali saranno le possibili conseguenze? Sicuramente ne risentirebbero soprattutto gli animali; infatti gli animali utilizzano il magnetismo terrestre per orientarsi,  mettendo a rischio le migrazioni per quanto riguarda gli uccelli per esempio, ma anche altri animali avrebbero problemi come gli abitanti dei mari (balene e beluga).

 

Ecco perchè gli ultimi fatti lasciano quantomeno perplessi, perchè le specie coinvolte sono esattamente quelle citate prima. Non risulta per esempio che esistano morie di cani, gatti o altri animali, per intenderci.

 

Ma non sarebbero solo gli animali ad avere problemi. Durante le fasi di transizione della polarità ci potrebbero essere problemi per i satelliti artificiali e di conseguenza difficoltà in tutta quella serie di situazioni della nostra vita che oramai sono governate dai satelliti messi in orbita geostazionaria dall’uomo sopra la Terra (ad esempio il sistema delle comunicazioni potrebbe essere messo in grossa crisi). Si potrebbero avere delle problematiche anche per il nostro organismo: tante funzioni fisiologiche sono, se non regolate del tutto, almeno sotto l’influenza del campo magnetico terrestre. Da uno studio dell’Unione europea di geoscienze, i problemi di salute legati al campo geomagnetico interessano il 10-15% della popolazione del pianeta. Per esempio il ritmo circadiano che induce la liberazione di un ormone importantissimo per mantenere intatto il ritmo sonno-veglia, cioè la melatonina, si potrebbe alterare, provocando insonnia e un aumento dei fenomeni depressivi. Tutto quanto abbiamo descritto potrebbe però non verificarsi affatto, infatti se l’inversione polare avvenisse lentamente sia gli animali che l’uomo riuscirebbero ad adattarsi. Ed ecco il punto: l'inversione dei poli sicuramente avverrà, ma in quanto tempo? La differenza sta tutta qui.

Gary Glatzmaier, docente di Scienze della Terra all’Università della California di Santa Cruz, pensa che non ci sarebbero conseguenze rilevanti e ttuto avennisse lentamente: «Le inversioni impiegano qualche migliaio di anni per compiersi. E quando ciò avviene, la Terra non rimane affatto scoperta. Semplicemente, le linee magnetiche di forza vicine alla superficie della Terra si intrecciano e si fanno più complicate. Un polo magnetico sud potrebbe comparire in Africa, per esempio, o un polo nord a Tahiti. Strano, è vero. Ma il campo magnetico è sempre presente e non smette mai di proteggerci dalle radiazioni cosmiche e dalle tempeste solari».

E se invece tutto questo accadesse velocemente? il quadro cambia. I geologi che studiano il passato della Terra hanno riscontrato che i mutamenti del clima hanno quasi sempre coinciso con cambiamenti nel campo magnetico del nostro pianeta. Che rapporto ci sia fra i due fenomeni non è chiaro; ma c'é chi avanza l'ipotesi che l'estinzione improvvisa di intere specie viventi verificatesi più volte nel passato, sia da far coincidere con le brusche alterazioni del campo magnetico. Che queste alterazioni si siano verificate, è ormai provato.
Un nuovo rovesciamento improvviso provocherebbe forti terremoti lungo le faglie della crosta terrestre, e gigantesche ondate di marea, generate da movimenti dei fondali oceanici. Si delineerebbe uno scenario di isole inghiottite dai flutti, coste spazzate dalle onde, porzioni di continenti sommerse, mentre parte dei fondali potrebbe invece emergere alla luce. Una prospettiva da diluvio universale.


Se l'asse della Terra dovesse ribaltarsi completamente, tutto il pianeta sarebbe squassato da uragani e onde di marea. Ci sono indizi che conforterebbero questa teoria. I grandi depositi di carbone in Inghilterra indicano che un tempo quelle regioni dovevano avere clima tropicale, con grandi foreste e paludi. Anche vaste aree del Nord America erano analogamente ricoperte da foreste pluviali. Per contrasto, l'Australia occidentale e l'Africa meridionale erano sepolte sotto una coltre di ghiaccio.

Ecco dunque che questa moria di animali, per ora non ci deve allarmare, ma non va neanche persa sottogamba. Per ora non ci resta che capire come si evolve la situazione.

Scrivi commento

Commenti: 47
  • #1

    Yale (sabato, 08 gennaio 2011 22:59)

    Sentite questa teoria... si basa sulla Risonanza di cavità di Schumann, ipotizzata nel 1899. Secondo questa ipotesi la terrà ha una frequenza di circa 7hz (misurata a inizio 1940) oggi è più o meno arrivata a 10hz. La frequenza di un corpo determina anche il movimento e il campo magnetico, o meglio, è correlata all’energia cinetica del nostro globo. Che, secondo stime di più e più scienziati, sta scemando. La frequenza è data normalmente dal movimento degli atomi, e si sa che il movimento di un corpo può determinare la creazione di energia cinetica. A livello atomico si può supporre che la frequenza del carbonio induca la creazione del campo magnetico, o meglio, che la massa della terra sia una causa sia del campo magnetico che della frequenza terrestre.

    La rotazione del globo, o meglio, gli atti di rotazione e rivoluzione, sono dati appunto dalla genesi del campo magnetico. Secondo il geologo Barden, la terra, nel momento in cui tocchi i 13 cicli al secondo, assoggetterà il suo campo magnetico a zero. Ciò signfica che la terra non ruoterebbe più. Ciononostante non implicherebbe la perdia del campo gravitazionale, e comunque questo evento si è verificato 14 volte da 4,5 milioni di anni (l’ultima volta prima della comparsa dell’uomo). La cosa più probabile che può capitare è l’inversione polare e quindi un movimento inverso nel moto di rivoluzione. L'apice dovrebbe essere il 21 dicembre 2012, ma i primi segnali stanno partendo già da ora...

  • #2

    anonimo2 (domenica, 09 gennaio 2011 01:03)

    Anche questa volta il responsabile di tutto è l'uomo.La moria di uccelli ed altri animali in massa avviene da anni,ma solo adesso le tv ed i giornali se ne stanno interessando.Il progetto HAARP come saprete è uno tra i principali indagati della catastrofe,può modificare le onde elettromagnetiche della terra provocando anche terremoti.Altro che 2012 ed inversione dei poli!

  • #3

    anonimo (domenica, 09 gennaio 2011 01:04)

    Forse la causa si potrebbe imputare ai campi magnetici artificiali su cui si spostani gli UFO.

  • #4

    seven (domenica, 09 gennaio 2011 08:13)

    concordo pienamente con la teoria sopra citata e inutile girarci intorno ci siamo quelle teste di c...o dei potenti lo sanno la morte di alcune specie animali ne e la conseguenza la terra da segni di sofferenza e noi invece di fare qualcosa c'e'ne fottiamo

  • #5

    Scettico (domenica, 09 gennaio 2011 08:20)

    Andiamoci piano vedo animi troppo eccitati...
    Se l'inversione si verificasse in modo rapido, il mondo moderno ne verrebbe capovolto. Nelle peggiori delle ipotesi, le tempeste solari causerebbero black-out elettrici paralizzando le metropoli. La Terra potrebbe essere bombardata dalla radiazione solare, con un'energia equivalente ad alcuni miliardi di bombe di Hiroshima, accompagnata da onde di magnetismo. Una tempesta solare causerebbe forti fluttuazioni nelle linee di forza del campo magnetico terrestre, distruggendo le comunicazioni radio e televisive, i sistemi di navigazione, sovraccaricando le linee telefoniche ed elettriche, mettendo fuori uso le centrali elettriche. Ma non c'è nessuno segno che questo stia avvenendo.

  • #6

    tutti scienziati (domenica, 09 gennaio 2011 10:00)

    La tecnologia , umana , puo' fare il bello e il cattivo tempo e in quanto all'organizzazione che vi siete dati sta a voi indagare .

  • #7

    mario (domenica, 09 gennaio 2011 11:07)

    non dovete fraintendere! nessuno vi dirà mai che siete prossimi ad uno stravolgimento di poli, che ci sia o meno, lo scoprireste solo quando dovesse accadere! si smorzeranno i patemi d'animo, a breve uscirà un nuovo film che commuoverà, strapperà lacrime e lasciarà una traccia/strada da intraprendere per quando "sarebbe" il momento! un bel RESET, ecco cosa accadrà! il punto è solo sul "come" accadrà!

  • #8

    Alien (domenica, 09 gennaio 2011 11:18)

    Ossevazione, se realmente dovessero avvenire le catastrofi del 2012, i primi a sentirlo sarebbero proprio gli animali con il loro sesto senso. Per dire, colombi e piccioni sono pure telepatici!

  • #9

    egiel (domenica, 09 gennaio 2011 12:32)

    l'inversione dei poli avverrà nei tre giorni di buio..esattamente il 21 dicembre 2012 in questi 2 anni ci saranno molti cataclismi in tutto il mondo...inizierà la terza guerra mondiale e un grande terremoto al centro italia ...terremoti in tutto il pianeta alluvioni nuove malattie ....il tempo ormai è scaduto ...

  • #10

    *IraTenax* (domenica, 09 gennaio 2011 12:54)

    @ egiel
    il terremoto ce l'abbiamo appena avuto. beccatelo tu il prossimo.

  • #11

    egiel (domenica, 09 gennaio 2011 13:01)

    iratenax ...io non auguro a nessuno ciò che arriverà ma guarda nel mondo cosa stà succedendo e non mi sembra che ci sia tanto da ridere o mandare degli accidenti a qualcuno ..sono solo profezie dette da profeti..poi libero di non crederci

  • #12

    Marco V (domenica, 09 gennaio 2011 13:23)

    Ho appena sentito al Tg2 che per le Tortore morte a Faenza si parla di "indigestione".
    Le bestiole avrebbero banchettato oltremisura con i semi di girasole, scarto di lavorazione di una fabbrichetta nei pressi di dove sono state trovate morte...

    vi convince??? a me non proprio....

  • #13

    Sara (domenica, 09 gennaio 2011 15:22)

    Non mi convince nessuna delle ipotesi, se fosse dovuto all'inversione del campo magnetico, lento o veloce che sia, gli animali rimarrebbero disorientati al massimo, non morti stecchiti, e varrebbe per tutte le specie di volatili, non solo per corvi,merli e piccioni.
    Stesso discorso vale per l'impianto H.A.A.R.P., posso capire che si facciano esperimenti che nessuno conosce, ma addirittura riuscire a provocare la morte di una sola specie di volatile , mentre alle altre non succede niente mi sembra una cosa un pò assurda.
    Basterebbe fare un autopsia e degli esami su questi animali, cosa che sicuramente stanno facendo, ma per il momento tutto tace.

  • #14

    *IraTenax* (domenica, 09 gennaio 2011 16:45)

    una risposta e ce l'hanno data e non mi sembra neanche tanto assurda visto che il wwf stava già facendo campagne contro quella fabbrica.
    La risposta mi sembra la più plausibile. Non dobbiamo sempre fare dietrologia, tipica in questi ultimi anni

  • #15

    Alien (domenica, 09 gennaio 2011 16:53)

    Uno che lavora nella fabbrica, ha risposto che puo` dire solo di quello che e` successo dentro l`azienda, ma che per tutti gli altri casi nel mondo rimane un mistero anche per lui. Non tirare conclusioni gratuite!

  • #16

    ra (domenica, 09 gennaio 2011 17:11)

    molti scienziati sono concordi che entro questo decennio potrebbe quasi sicuramente avvenire, che sia il 2012 o un altro anno più avanti. il punto non è questo, e che manca poco e molti esponenti del governo lo sanno, ma non fanno nulla. indagando da anni sull'argomento ho scoperto molte cose e credetemi non siate troppo sciettici, la moria di uccelli e pesci e solo una parte, scienziati autorevoli hanno determinato che anche lo spiaggiamento dei cetacei avvenne e avviene tuttora in corrispondenza di cambiamenti oceanici a livello geomagnetico. questa è solo una delle tante prove a favore. non è catastrofismo, è pura scienza della geologia, come molti scienziati affermano e ne hanno le prove, e le hanno anche mostrate. buon inizio annno 2011!!!!!!

  • #17

    Marco V (domenica, 09 gennaio 2011 17:15)

    Iratenax hai ragione...il problema è spiegare la concomitanza tra tutti questi eventi in giro per il mondo. Di sicuro non possono essere colpa della fabbrica i merli morti negli Stati Uniti.

  • #18

    *IraTenax* (domenica, 09 gennaio 2011 17:52)

    Certo, altrimenti la fabbrica sarebbe assalita da tutti i greenpeacers del mondo :D
    Però dobbiamo sempre valutare caso per caso e spesso accettare le risposte anche se non sono quelle che ci attendiamo. Con questo non mi schiero ne a favore ne contro la possibilità che ci sia un evento scatenante comune, ma di certo cerco di restare un pò con i piedi per terra perchè frequentando questo sito so quanto la mia voglia di mistero e altre verità è forte ;-) con il richio di non valutare le cose per quello che sono.

  • #19

    svago (domenica, 09 gennaio 2011 19:28)

    Moria di tortore anche a Civitanova Marche
    http://www.cronachemaceratesi.it/?p=54233

  • #20

    LORENZO M. (domenica, 09 gennaio 2011 19:55)

    Molti di voi sono giustamente dubbiosi sull'origine globale del fenomeno poichè solo alcune specie vengono colpite,beh io per rispondervi ho due soluzioni.
    PUNTO 1-ORIGINE NATURALE DEL FENOMENO
    Il campo magnetico terrestre non è uguale in tutto il pianeta.Non va immaginato come una sfera netta e precisa,ma come un reticolo instabile che raggiunge la sua massima espansione in prossimità dell'equatore magnetico e si assottiglia drasticamente in prossimità dei poli magnetici(che sono diversi dai poli geografici).Inoltre come ho già spiegato prima,la magnetosfera non è un campo di protezione uniforme ma è in continuo cambiamento seguendo gli spostamenti delle grandi masse di metalli liquidi nelle profondità della terra.Questo fatto dimostrerebbe come le specie più sensibili al magnetismo terrestre muoiono solo in determinate zone della terra,dove le perturbazioni magnetiche più intense mettono letteralmente fuoriuso il loro sistema nervoso.
    PUNTO 2-ORIGINE ARTIFICIALE DEL FENOMENO
    Da molto tempo si pensa che gli Stati Uniti tramite l'impianto HAARP siano in grado di modificare il campo magnetico terrestre causando così cambiamenti climatici repentini e provocare terremoti.Inoltre il nostro pianeta stà diventando un vero e propio "intreccio elettro-magnetico" a causa di un piano scellerato di alcune superpotenze(principalmente gli U.S.A) per il conrtollo climatico.Tutti questi fattori potrebbero essere la causa diretta della morte di alcune specie più sensibili al megnetismo che a loro insaputa si sono trovate in un area di test.Sarà solo un caso ma entrambe le località in cui si è registrato il fenomeno sono scarsamente abitate.
    Comunque su questo argomento potrei parlarvi ancora per ore ma se volete un consiglio visitate tanker enemy che da tempo si impegna su questo argomento.In ogni caso io sono propenso per un unione delle mie soluzioni che vi ho appena dato,mi spiego meglio:credo che il fenomeno che ha portato alla moria di alcune specie in determinate zone sia naturale,ma credo anche che sia stato innescato dall'uomo,pichè l'inversione dei poli magnetici non può aver causato così tanti danni.Probabilmente qualcuno sta giocando con il fuoco.La mia è solo un ipotesi ma ho molte prove a mio favore.

  • #21

    Daniele (lunedì, 10 gennaio 2011 09:38)

    Ottimo Lorenzo M.! d'accordissimo con te,mi sono documentato un pò su tutte queste cose,anche sui test dell'HAARP e la possibile modifica del clima e quindi del campo magnetico e tutto torna alle tue conclusioni! penso sia un ipotesi plausibile x spiegare il fenomeno! e cmq in rete su questa HAARP e la sua attività si trovano molte cose sconcertanti!

  • #22

    Scettico (lunedì, 10 gennaio 2011 09:52)

    Si vero molte cose...false...
    HAARP significa High-Frequency Active Auroral Research Program ed è un programma di ricerca di fisica della ionosfera, condotto dall’Air Force Research Laboratory e dall’Office of Naval Research statunitensi.
    Il progetto non è segreto ed esiste anche uno studio di impatto ambientale che è pubblicamente accessibile. Solo parte delle ricerche sono di interesse militare e quindi sono coperte da segreto, ma la maggior parte sono pubbliche e dimostrano cosa HAARP può o non può fare.

    La struttura è talmente inaccessibile e top secret che un giornalista di Wired ha preso l'auto, ha seguito le indicazioni stradali ed è andato a visitarla!

    Le foto e il racconto sono qui su Wired in inglese: http://www.wired.com/dangerroom/2009/08/haarp-2/

    Ed alcune delle didascalie che hanno messo sul sito sono ridicolmente stupide (quella dell'MSDS come documento riservato o quella della "cupola ottica", nota anche agli esperti come "osservatorio").



    Sia gli scienziati che i militari usano HAARP per studiare come queste perturbazioni della ionosfera influenzino le comunicazioni radio, e sopratutto i militari sono interessati a capire meglio come funziona la ionosfera e come questa può essere utilizzata per le trasmissioni radio a lunga distanza e con i sommergibili in emersione.

    Sul progetto haarp, tuttavia, si sono creati mille complotti basati su affermazioni fantascientifiche ed impossibili, tra cui modificare il clima in un punto qualsiasi del pianeta; inviare dove si vuole onde elettromagnetiche in grado di causare malattie o di modificare il comportamento delle persone, creare un “buco nella ionosfera; creare una nube ionizzata distruttiva in grado di annientare missili nemici o di scendere nella bassa atmosfera, creare un impulso elettromagnetico in grado di mettere fuori uso apparecchiature elettroniche; creare terremoti; rivelare oggetti in tutto il pianeta o sottoterra, ed infine anche a scopi collegati alla ridicola bufala delle scie chimiche.

    Queste affermazioni vanno contro le caratteristiche di HAARP, contro i principi della fisica e contri i principi dell'eletromagnetismo.

  • #23

    Daniele (lunedì, 10 gennaio 2011 09:54)

    http://www.segnidalcielo.it/index.php/segnidalcielo-news/259-scienziati-noaa-qil-polo-nord-magnetico-si-sta-muovendo-rapidamenteq Questi due scienziati affermano che il POLO NORD magnetico è in rapido spostamento,magari può avere una relazione con la moria di uccelli nel mondo!

  • #24

    Scettico (lunedì, 10 gennaio 2011 09:57)

    Segni dal cielo non lo leggo mi dipiace Dani, il mio pc si rifiuta di andare su quel sito :P

  • #25

    Daniele (lunedì, 10 gennaio 2011 10:04)

    Esagerato! che avrà mai di male quel sito? la notizia,se vera,potrebbe essere interessante...

  • #26

    Fire (lunedì, 10 gennaio 2011 12:10)

    Analisi interessante Lorenzo M.! Se l'origine del fenomeno è naturale non resta che augurarsi che l'inversione dei poli avvenga in maniera graduale, altrimenti se ne vedranno di cose!

  • #27

    svago (lunedì, 10 gennaio 2011 18:08)

    Intanto con una puntualità chirurgica arriva il solito evento maggiore che sposta l'attenzione dell'opinione pubblica.. se è valida questa ipotesi allora significa che la cosa è veramente grossa..

  • #28

    Marco V (lunedì, 10 gennaio 2011 21:07)

    Oggi a Tg Leonardo hanno detto che le tortore sono state letteralmente fatte secche da un virus che si trasmette attraverso le loro feci. Virus di cui i loro parenti colombi sono solo portatori sani (e questo spiegherebbe il fatto che sono morte solo tortore). Rimane il fatto che questo spiega Faenza, ma non spiega tutto il resto...e che comunque ieri avevano detto una cosa diversa (sostenevano che la colpa fosse di un'indigestione di semi di girasole, scarti di una fabbrichetta lì vicino).

    Bah...

  • #29

    LORENZO M. (lunedì, 10 gennaio 2011 21:09)

    Beh scettico,come dice il proverbio il lupo perde il pelo ma non il vizio.Voi "scettici organizzati" continuate a vivere in un mondo delle favole,dove ognuno vuole bene al prossimo e dove qualsiasi mistero va camuffato facendo finta di non vedere.Adesso basta.....
    Chi pensate che vi creda ancora?
    Anche i tanker governativi che rilasciano nuclei d'argento nelle nuvole per favorire le precipitazioni in zone aride fanno una buona azione ma non per qeusto si può negare che gli stati uniti avvelenino popolazioni inermi con gas nervini come cavie viventi,non si può negare che usassero armi biologiche in vietnam su i loro stessi soldati.....
    Anche i missili balistici hanno dato un grande contributo per l'esplorazione spaziale,ma tu negheresti che sono vettori di miriadi di testate nucleari?
    Anche l'HAARP e molti altri impianti simili disseminati sul nostro pianeta ufficialmente servono per condurre ricerche sull'elettromagnetismo naturale e le onde radio,ma negheresti che quell'impianto imponente non sia solo una pedina in mano ai potenti?
    Per farti capire meglio ti faccio un esempio semplice ma significativo:
    un fabbricante di armi quando costruisce una pistola non sa in che mani andrà a finire l'arma da lui creata,potrebbe usarla un assassino per uccidere una persona,oppure un poliziotto per mantenere l'ordine e proteggerci.Lui non ha colpe,fa solo il suo mestiere....
    Ogni cosa,oggetto,conoscienza ha varie funzioni,ma spetta a noi decidere come usarle,solo a noi....
    L'HAARP è un po' come la pistola di cui ti ho parlato prima caro scettico,il problema è che risiede in mani malvagie ed è puntata sul pianeta e chi vi abita.

  • #30

    sbirulino (lunedì, 10 gennaio 2011 21:10)

    salve ritengo che gli ufo questa volta vanno lasciati stare
    dato che ritengo che dei flussi magnetici ( edotti dal magma sotto le placche tettoniche )
    che educono per mezzo di elettroni
    possano provocare tali fenomeni ( che ogni tanto la storia insegna si presentano ) per fortuna molto di rado
    ma anche in patagonia qualche secolo fa si presentarono dei casi simili
    ad oggi... quindi il fenomeno deve essere tenuto sotto controllo
    come gli esperti già fanno
    ma ritengo che presto il tutto finira

    cordiali saluti
    da
    sbirulino..
    che colpi ( pipistrelli e altri volatili.. e anche pesci )

  • #31

    Fire (lunedì, 10 gennaio 2011 22:37)

    Sbirulino puoi dirci qualcosa in più dei casi in Patagonia? Cos'è successo di preciso?

  • #32

    C.A. (lunedì, 10 gennaio 2011 23:24)

    Nell'articolo si cscambia l'inversione del polo magnetico con l'inversione del polo GEOGRAFICO che non c'entra nulla!
    La terra non si cappotta, semmai lo farà il campo magnetico E BASTA. Scordatevi quel film fuffa di 2012. L'inversione del polo magnetico non è cosa da prendere sottogamba perchè avrà delle ripercussioni, ma non a livello di maremoti e terremoti come vuole farci credere l'articolo.

  • #33

    anonimo (martedì, 11 gennaio 2011 01:02)

    la notte del 06/01/2011 alle ore 1,35 di notte avistameto ufo al centro di roma.

  • #34

    giovanni muttoni (giovedì, 13 gennaio 2011 17:22)

    certo che ne scrivete di cavolate -- ci vogliono dai 5000 ai 10.000 anni per un'inversione di campo

  • #35

    Fire (giovedì, 13 gennaio 2011 19:44)

    Comunque io sto notando una certa discrepanza con altre fonti. L'articolo
    dice"Partiamo da un dato quasi per certo. L’ultima inversione dei poli si verificò circa 780.000 anni fa." Stavo rileggendo "Impronte degli Dei" di Hancock e anche lì si parla dell'inversione dei poli magnetici e si basa su articoli apparsi su Nature e New Scientist. Ebbene lì c'è scritto che l'ultima inversione geomagnetica si è conclusa 12.400 anni fa. E la prossima inversione è attesa per il 2030. Su wikipedia invece c'è scritto appunto quello che dice l'articolo. Allora mi chiedo: chi ha ragione?
    Se c'è un esperto di paleomagnetismo che legge lo invito a farsi avanti a provare a fare un pò di chiarezza!
    @ giovanni muttoni. Dato che affermi che le inversioni di campo avvengono ogni 5000-10000 anni ti invito a spiegarci meglio il concetto,invece di dire che qui si scrivono cavolate. Dico questo perchè anche con le cifre da te indicate non ci si trova. Le fonti di wikipedia affermano che le condizioni geomagnetiche esistenti sono stabili da 780.000 anni. E' definita Epoca di Brunhes. All'interno di ogni Epoca possono avvenire degli "Eventi" e delle "Escursioni" ancora più brevi che hanno una durata inferiore di 30.000 anni. Sul grafico indicanti le varie Epoche non sono raffigurati Eventi o Escursioni relative alla nostra Epoca, a differenza delle altre Epoche. Dato che comunque io non sono un esperto presumo che questo indichi proprio che nella nostra Epoca non ci sono stati cambiamenti. Le fonti citate nel libro di Hancock parlano invece di una data molto più vicina a noi, ma è comunque diversa dalle cifre che proponi. Puoi quindi fornirci una spiegazione?

  • #36

    Fire (giovedì, 13 gennaio 2011 20:13)

    @ C.A In realtà un geologo di nome Runcorn dell'Università di Cambridge pubblicò un articolo su Scientific American in cui diceva che la Terra si è spostato rotolando, e ha cambiato la posizione dei poli geografici mediante una capriola completa di 180 gradi dei due poli. Certamente non è detto che abbia ragione tuttavia esiste anche un altra teoria,avvalorata da Einstein,in cui si ipotizza uno scivolamento della crosta terrestre. Secondo questa teoria dello "scorrimento della crosta terrestre" la litosfera può subire una dislocazione muovendosi sopra la massa interna più morbida,un pò come la buccia d'arancia,se fosse staccata,potrebbe spostarsi tutta insieme sopra la parte interna dal frutto. Secondo Einstein una cosa simile in parole povere,sarebbe da attibuirsi alle masse di depositi di ghiaccio distribuita in maniera asimmetrica ai poli. In combinazione con la rotazione terrestre questo potrebbe causare una traslazione della crosta terrestre rispetto alla restante massa della terra. Inutile dire che un movimento simile causerebbe terremoti,maremoti ecc molto forti. Questo quanto esposto in questa teoria.

  • #37

    Mik (venerdì, 14 gennaio 2011 00:39)

    @ Fire. Non conosco giovanni muttoni ma credo che intendesse da quando inizia ci vogliono 5-10.000 anni e non ogni 5-10.000 anni. Credo eh, magari giovanni muttoni ci potrebbe illuminare.

  • #38

    Ulisse (venerdì, 14 gennaio 2011 15:04)

    Ha ragione quello che ha scritto l'articolo.
    Leggetevi questo testo di Tony Phillips scienziato della nasa(http://science.nasa.gov)

    http://www.loscrittoio.it/Pages/TP-0104.html

    Si parla di 780 mila anni fa.
    CIT
    "E' già accaduto che i poli magnetici arrivassero ad invertirsi e tali inversioni sono precisamente registrate nel magnetismo di vecchie rocce. Dobbiamo dire che si tratta di inversioni non predicibili, anche se in media si presentano ogni 300.000 anni. L'ultima inversione risale a circa 780.000 anni fa e potremmo dunque essere prossimi ad una variazione. Ma non abbiamo alcun dato che lo possa confermare o negare."

  • #39

    Fire (venerdì, 14 gennaio 2011 16:42)

    Grazie per la precisazione Ulisse

  • #40

    meglio capire che credere (martedì, 18 gennaio 2011 17:24)

    ..il servizio di ieri sera di striscia la notizia è più attendibile di tutte le argomentazioni che ho letto..
    spesso le verità stanno nelle cose semplici...la scienza lo dimostra da secoli..

  • #41

    tempore mortis (mercoledì, 19 gennaio 2011)

    Buonasera!
    Parlando con un professor di fisica, a fine dicembre 2010 e' finito un ciclo di 12000 anni..che si ripete ogni 12000 anni.
    Ma sicuramente,questo iniz di nuovo ciclo portera' conseguenze mica da ridere!
    Anche perche' ormai l'inquinamento a livello di onde magnetiche e' altissimo...calcolando che ogni persona a piu' o meno 2 telefonini, equivale a quasi 12 migliardi di telefonini, anche di piu'!!!
    Siamo pieni di onde...antenne,satelliti...eccc.
    Prima o poi questo povero mondo collassera'!!!
    Era collassato...migliaia di anni fa', e non cerano tutte queste porcherie,figuriamoci adesso!
    Cmq...queste morti inspiegabili, mi preoccupano molto! Notte...

  • #42

    laverità (mercoledì, 26 gennaio 2011 12:57)

    aprite bene la mente , prima di dire : sono cavolate , o meno,
    perchè chi nega la conoscenza solitamente lo fa' perchè ha paura o perchè è un poco zuccone ...
    bisogna usare il cervello che si ha sulla testa per comprendere con le informazioni che si hanno, la verità delle cose :

    è vero che un'inversione magnetica impiega migliaia di anni per compiersi, ma bisogna anche capire che le informazioni che si hanno (quelle che vengono scoperte dagli scienziati) sono dovute ad analisi di stati di fatto, e da quelle analisi traggono le conclusioni,
    ovvero, questi analizzano la roccia e hanno capito che la magnetizzazione degli atomi è in una certa maniera piuttosto che un'altra..

    tutto qui, e poi da qui applicano la loro poca intelligenza che hanno e pensano di essere a posto...
    sbagliato !!

    perchè :
    il tempo che intercorre tra due condizioni magnetiche è si' di migliaia di anni ma nessuno sà quanto impiega il magnetismo della terra a passare da uno stato ad un'altro, ovvero quanto impiega , in questo caso, ad invertire realmente la sua polarità e la conseguente rotazione della terra!!

    ovviamente sulle rocce non c'è mica scritto stampato a geroglifici quanto ha impiegato tale processo, e per questo gli scienziati sparano cappellate pensando che visto ci vogliono migliia di anni tra una magnetizzazione e un'altra, anche il processo di passaggio ci impieghi tale tempo...

    che stolti !!!

    secondo voi è piu' probabile che la forza magnetica della terra si indebolisca lentamente per migliaia di anni (lasciando per migliaia di anni senza protezione magnetica la terra) per poi azzerarsi ed invertire la polarità e poi pian pianino con migliaia di anni riprende la sua forza ? con il conseguente rallentamento della rotazione della terra per migliaia di anni lasciando appunto che si fermi per migliaia di anni, fin tanto che riprende a girare dall'altra parte per migliaia di anni, lasciando una faccia della terra gelata e l'altra rovente, (tutto questo per migliaia di anni ) ?

    ve ne rendete conto della cavolate che dicono gli scienziati ? NON USANO IL CERVELLO !!

    forse è piu' probabile che tra le diverse magnetizzazioni della terra intercorrano sì migliaia di anni, ma il momento di passaggio tra le due tipologie avvenga in breve tempo (ovvero qualche anno) ma soprattutto attraverso una linea progressiva esponenziale , NON LINEARE !!!
    questi hanno migliaia di computer e non sono capaci di intuire la logica naturale delle cose !!!

    Man mano che ci si avvicina al momento di tale inversione, che i campi magnetici si affievoliscono perchè le masse che generano tali campi si stanno spostando all'interno della terra (all'incirca),

    quando avranno trovato la nuova collocazione , il campo riprenderà nella posizione inversa, e questo avverà in una scala di tempo esponenzialmente sempre piu' veloce, sino appunto a manifestare il momento di passaggio, (e percio' il momento più delicato, quello del fermo della rotazione e successiva inversione) in pochi giorni,

    PERCHE' NON SI E' MAI VISTO CHE LA TERRA SIA RIMASTA FERMA PER MIGLIAIA DI ANNI E PER ALTRE MIGLIAIA DI ANNI LENTAMENTE SI E' RIPRESA ..
    CI SAREBBERO STATE ALTRO CHE GLACIAZIONI....

    le curva del tempo per queste inversioni è esponenziale per ragioni naturali... non per seguire la logica matematica degli scenziati con le faccine appiccicate ai loro PC ..

  • #43

    gmuttoni (lunedì, 21 febbraio 2011 16:51)

    potete scaricare dal web l'articolo di David Gubbins 'the distinction between geomagnetic excursions and reversals' Geophys J International 137, F1-F3, 1999.

    In sintesi, il campo magnetico si origina nel nucleo esterno liquido dove è soggetto a inversioni continue su scala temporale anche breve, dell'ordine di qualche centinaia di anni. Però, il nucleo interno solido stabilizza le variazioni repentine del campo attraverso inerzia magnetica dell'ordine di 3 mila anni. Quindi, anche le inversioni più rapide del campo magnetico avvengono in non meno di 3 mila anni. Dimenticatevi che possano avvenire dall'oggi al domani

  • #44

    anonimo (mercoledì, 18 aprile 2012 17:49)

    " I grandi depositi di carbone in Inghilterra indicano che un tempo quelle regioni dovevano avere clima tropicale, con grandi foreste e paludi. Anche vaste aree del Nord America erano analogamente ricoperte da foreste pluviali. Per contrasto, l'Australia occidentale e l'Africa meridionale erano sepolte sotto una coltre di ghiaccio.".

    questa affermazione a mio parere è errata poichè come affermò Wegener non fu il clima a cambiare , ma la posizione dei continenti

  • #45

    anonimo (mercoledì, 16 maggio 2012 13:58)

    se succede che si scambiano i poli il mondo andrebbe nel panico per almeno un anno........ è un evento catastrofico

  • #46

    stefano (domenica, 01 luglio 2012 10:25)

    se ci guardiamo un po'attorno e cerchiamo cose che succedono e che cercano di tenerci nascoste.....vi faccio alcune domande a cui dovremmo tutti noi riflettere.
    perche' tutte queste morti di massa di pesci e uccelli?
    perche' a maggio era previsto il passaggio di venere e subito sono successi sciami sismici ancora in atto?
    perche' in norvegia e in altri paesi hanno costruito bunker con semi di piante e cibo in previsione del 2012?
    le aurore boreali sono sempre state viste in prossimita' dei poli e ora si comincia a vederli in altre zone del pianeta?
    tsunami ,tornadi e nubifraci sono molto piu' frequenti e disastrosi ,perche?
    che lo vogliamo o no la terra in anni passati ha sempre avuto grandi cataclismi ,lo considero un effetto naturale e ciclico.i popoli antichi ci stavano solo avvertendo di quello che potra' succedere.di certo la nasa ecc non potranno mai dirci la verita' su quello che potra' succedere....immaginate una popolazione in crisi di panico tra cui molti che comincerebbero a rubare -spendere -ecc il mondo andrebbe nel caos prima della fine ...dobbiamo basarci su quello che vediamo e che succede attorno a noi per sapere la verita' e non certo su quello che ci fanno credere!
    personalmente vedo la terra satura di qualsiasi cosa non benevola.
    dalla politica alla religione,dalle centrali nucleari radiattive ai disboscamenti ,dall'uomo sempre piu' avaro e poco altruista ecc.
    vicino dove abito io c'e' all'erta terremoto e stanno organizzando una tendopoli con 2500 posti. la gente e' allo scuro di questo che credono sia solo una insignificante precauzione.io sono venuto a conoscenza di questo all'arme terremoto solo da amici che lavorano per i comuni in questione (sindaci ecc). mi dicevano di non dirlo a nessuno per non creare panico....ecco una prova lampante in piccola scala che ci fa capire come siamo allo scuro di tutto ...sapremmo tutto a fatto compiuto

  • #47

    mirko zorzi (martedì, 21 ottobre 2014 15:09)

    Allora io credo che l'inversione sia possibile ma dai dati a nostra conoscenza non sia cosi semplice.. a noi pare che sia la terra a fermarsi,in realta e il tempo e lo spazio a farlo x poi trovarsi dal altra parte e ritornare a ruotare in senso contrario cosi come capovolgere il guscio di una lumaca ed esso sarà avvitato in modo contrario..