Ennio Piccaluga si difende: ecco la mia verità su Marte

L’otto settembre, su Rai2, Voyager ha trasmesso un servizio in merito alla possibilità di vita intelligente su Marte, con alcune precedenti interviste ad Ennio Piccaluga autore di Ossimoro Marte (bestseller) accompagnate da un commento della nota astronoma Margherita Hack. In rete è scoppiato il putiferio. Ennio Piccaluga in un suo articolo pubblicato in Area di Confine di Novembre si difende e passa al "contrattacco" replicando punto su punto, con tanto di foto e riscontri puntuali. Noi diamo conto volentieri della sua versione.

Ecco l'articolo in anteprima che ci ha inviato.

Di Ennio Piccaluga - Area Di confine Novembre 2010

 

Il servizio è stato  realizzato con grande professionalità e posizionato nell’anteprima della trasmissione, con un commento di tutto rispetto e una grafica accattivante. Unico neo, ma non poteva essere diversamente, la durata, in assoluto più che giusta, ma nello specifico insufficiente a chiarire tutti i dubbi che sarebbero inevitabilmente sorti. L’interesse suscitato poi dal tema ha abbreviato ancora di più la percezione della durata dell’anteprima. Era inevitabile che alcuni scettici inveterati non si lasciassero sfuggire questa occasione per attaccare me e Giacobbo, accusato di divulgare informazioni senza fondamento e senza prove “scientifiche”. Su internet gli stessi “attivissimi” soggetti hanno scatenato una gazzarra che ha finito però per ritorcersi contro di loro.

 

Uno dei forum che ha ospitato le polemiche è quello  della prestigiosa rivista SCIENCE, versione italiana di Scientific American. In pochi giorni il forum ha realizzato un record nel numero di interventi: tuttavia dopo i primi, coordinati attacchi degli scettici, sono inaspettatamente intervenuti moltissimi agguerriti “difensori” che, con calma e competenza, hanno smontato le canzonatorie ma anche aggressive tesi dei cicappini (neologismo con cui vengono definiti coloro che sono iscritti all’organizazzione scettica denominata CICAP, ma anche quelli che vi aderiscono per formazione mentale). I difensori sono stati tantissimi, al punto che, con un’azione senz’altro inopportuna (ed anche molto…di parte), il gestore del forum, Claudia di Giorgio, si è sentita costretta (non si sa bene da chi o da che cosa) a chiudere il forum, senza alcuna giusta motivazione. Ciò la dice lunga su come viene gestita l’informazione “scientifica” in Italia. Questo articolo servirà, riguardo alla citata anteprima di Voyager, a chiarire i punti controversi che hanno indotto gli “skeptics” a scatenare la succitata gazzarra.

La prima motivazione è stata fornita dall’ipotesi che alle pendici dell’Olimpus Mons potessero esserci delle strutture artificiali. In effetti, mentre lo speaker ne parlava, sullo sfondo scorreva un’immagine che non evidenziava  alcunchè di interessante (Fig. 2). Anzi, l’immagine visualizzata viene di solito da me adoperata per dimostrare in che modo gli Enti Spaziali possano occultare  dei particolari di sospetta matrice non naturale. L’immagine giusta da palesare in quel frangente era invece quella della Fig. 3, in cui si intravedono due aperture rettangolari con, sulla destra, peculiarità dalla forma regolare e presuntivamente artificiale. Nella precedente immagine di Fig. 2 questi particolari (che dovrebbero trovarsi nella parte in basso del monte), come si può chiaramente notare, sono stati cancellati ……con il paintbrush da qualche grafico molto zelante (su ordine di chi?). Ovviamente, chi ha operato questa censura sperava che nessuno se ne sarebbe accorto. Su Ossimoro Marte ho chiarito esaustivamente gli aspetti di queste strutture ed il loro eventuale impiego con ipotesi logiche e difficilmente confutabili. La loro reale importanza  è dimostrata proprio dai tanti, diversi  tentativi messi in atto per far “sparire” quei particolari così spiacevolmente sfuggiti a coloro che hanno divulgato le prime, originali foto del Monte Olimpo (Fig. 4) inviate a Terra dalla sonda Nasa MGS.

La seconda motivazione dell’ira degli scettici è dovuta ad una foto trasmessa dalla sonda americana MRO in cui sembra di poter osservare delle formazioni dendriformi assimilabili a piante di alto fusto (Fig. 5). Il rapporto Nasa su questa foto, a mio parere, rappresenta per antonomasia quello che si può considerare “un trucco” per rendere accettabile una grande bugia, servendosi di una piccola verità. La Nasa ha infatti affermato che quelle che sembrano essere piante non sono altro che “scolature di anidride carbonica che, sublimando per l’aumento di temperatura, trascina con se della terra scura, congelando subito dopo e generando, al volo,  quell’effetto “dendriforme”. La piccola verità sta nel centro della foto dove è possibile osservare quelle che sono delle reali, palesi scolature di un liquido misto a sostanze scure (Fig. 6) che scivolano verso il basso. Partendo da questa evidenza si è tentato di far passare tutto quel “bosco” per scolature di CO2 sublimata, ignorando l’evidenza visiva del resto della foto (Fig. 7-8) che mostra ben altro. La mancanza di spirito critico della massa delle persone che prende per oro colato le affermazioni che vengono dagli Enti Ufficiali è servita a concretizzare  una verità scientifica inesistente, in quanto il presunto fenomeno di sublimazione-scolamento-congelamento a temperature e pressioni mai sperimentate, evidenziato con tanta sicumera, è al momento indimostrabile e contraddice invece un’evidenza visuale incontestabile. Al massimo, potremmo considerare queste affermazioni come  “ipotesi”. Ipotesi valide tanto, quanto quella, comunque più credibile, che possa trattarsi di piante. Gli stessi cicappini, in evidente malafede, si sono ben guardati dal commentare l’altra foto dell’Esa (Fig. 9 e 10)  che pure è stata mostrata ed in cui è possibile notare, senza alcuna ambiguità, delle ramificate piante arbustiformi, nei pressi del cratere di Gusev (lo stesso nei cui pressi è stata osservata la ormai ben nota figura antropomorfa denominata la “sirenetta”). Nella fig.10 è possibile osservare, addirittura, il colore “verde” della clorofilla. Impossibile spiegare diversamente la presenza di questa dominante cromatica, del tutto inusuale nelle foto marziane riprese dalle tante sonde dei vari enti spaziali. Altrettanto interesse e clamore hanno suscitato i particolari di alcune foto della sonda europea Mars Express, relative a siti da me individuati nella Vallis Marineris (Fig. 11). In dette foto, dopo alcuni ingrandimenti, è possibile evidenziare, rispettivamente, una piramide a gradoni con sette livelli (Fig. 12) e torretta sulla sommità, del tipo di quelle costruite oltre cinquemila anni fa in mesopotamia, nonché quella che, a tutti gli effetti, sembra essere la pianta di una città (Fig. 13), sommersa dalla polvere, ma perfettamente riconoscibile.

Qui la polemica ha raggiunto l’apice attribuendo ad artefatti di scansione l’evidenziarsi dei gradoni della piramide e delle linee parallele e verticali che sembravano disegnare la pianta della città. E così invieremmo costose sonde verso altri pianeti per poi disconoscerne la stessa evidenza visuale, risultato finale di tutte le sofisticatissime apparecchiature adoperate! Il fatto è che questi scientisti non si limitano a disconoscere la realtà ma si arrampicano su terminologie tecniche per “dimostrare” i loro assunti. E così i gradoni della piramide e le strade della città diventano “artefatti di scansione” nonchè visualizzazione dei pixel nell’ingrandimento, dimostrando di misconoscere il significato di queste terminologie. Gli artefatti di scansione sono un fenomeno reale che inficia alcune riprese digitali allorché vengono fotografate aree con forti dislivelli nel terreno che costringono le complesse apparecchiature fotografiche a rappresentare con dislivelli fittizi le accentuate differenze altimetriche. Nelle foto di Fig. 14 e 15 si vedono chiaramente  detti artefatti che mai potrebbero essere non riconoscibili con immediatezza. Invece i livelli dei gradoni della piramide in oggetto sono palesemente reali e nulla può dimostrare il contrario. Quanto alla presunta pianta della città, è evidente che, trattandosi di un sito piano ricoperto da grandi quantità di polvere, i dislivelli che indicano la presenza dei “percorsi stradali” sono poco accentuati e riscontrabili quindi solo in particolari condizioni di luce radente, come in questo caso. Una foto ripresa dall’alto, senza qual gioco di ombre radenti, rischierebbe di appiattire tutto e di non visualizzare nulla. Nello stesso tempo, non può trattarsi di artefatti altimetrici di scansione proprio per l’uniformità del livello della “pianta”. Insomma, quello che vediamo è reale e non c’è alcun fenomeno ad inficiare l’oggettività del rilievo fotografico.

Il servizio ha avuto anche l’onore di un commento della nostra astronoma nazionale, Margherita Hack. Scettica, ovviamente, almeno a livello ufficiale. Ma di gran classe, va riconosciuto. Con la dovuta  delicatezza ha attribuito la possibilità di presenze intelligenti su Marte a leggende che durano da tempo, e in effetti è dai tempi di Schiaparelli che si parla (e si teme) della presenza di “marziani”. Poi, sempre con soavità, ha ammesso la possibilità che da qualche parte nell’Universo possa riscontrarsi la presenza di vita, probabilmente solo a livello elementare, lasciando tuttavia la porta aperta ad ogni possibile opzione. Un intervento discreto, improntato alla prudenza e dettato da grande intelligenza. Non nascondo la mia ammirazione per questa grande donna, anche se non sono d’accordo con Lei in merito al riduzionismo inflitto alla famosa “Face” di Cydonia.

Cydonia Face
Cydonia Face

E’ questo un argomento che cerco sempre di evitare proprio perché lo ritengo trito e abusato. Ma, visto che non ci si rende conto dei reali motivi della sua importanza, mi permetto di intervenire sull’argomento. La Hack ha ripetuto le tesi della Nasa secondo la quale la Face altro non sarebbe che un informe cumulo di terra senza niente di “umano”, in special modo dopo le recenti foto della HIRISE, la fotocamera ad altissima risoluzione montata a bordo della sonda americana MRO. Ma vediamole queste foto e cerchiamo di capire perché non sono oggettive. A volte i “trucchi” per nascondere la verità sono semplici, elementari, ma pur sempre efficaci. Il più banale è stato adoperato nella foto di Fig. 18, semplicemente mostrando la face “capovolta”. Considerando che la gran parte delle persone non si rende conto dell’accorgimento, nessuno riconosce più le fattezze antropomorfe. Poi, ingrandendo ulteriormente un pezzo della face (Fig. 19-20) lo si mostra (Fig. 21) dicendo che esso non ha alcuna sembianza antropomorfa. Provate ad ingrandire enormemente un pezzo della vostra guancia e vediamo se qualcuno vi riconoscerebbe una parvenza antropomorfa. In più, è stato tagliato fuori dal campo della foto il particolare più importante che ci consente di attribuire una connotazione artificiale all’altura: la linea sulla fronte. Se ci fate caso, nella face ci sono, ben disegnate, delle linee che definiscono con precisione sia il contorno esterno che quello dell’ovale del volto (Fig. 22). Questa è la vera, straordinaria valenza di questo volto umano, degradato dalle tempeste marziane e dai millenni, ma pur sempre riconoscibile dall’orbita marziana. Era questo il reale intento di chi l’ha costruito, con una straordinaria tecnologia in grado di modellare una montagna. Non avrei tanta sicurezza se non avessi studiato la traduzione alcune tavolette sumere. In una di queste si parla proprio di un viaggio su Marte (si, i Sumeri descrivevano  viaggi spaziali con dovizia di particolari) dove, ritrovato il corpo di Alalu, una volta signore del pianeta Nibiru, lo si seppellisce sotto una montagna, disegnandone poi sull’altura, con un “raggio”, il volto circoscritto  nel  casco spaziale (elmetto d’aquila),  casco riconoscibile dal perfetto ovale del volto, raccordato con precisione ad una  linea sulla fronte, difficilmente spiegabile con diverse motivazioni.

Su Ossimoro Marte sono riportati i versi della IV tavoletta, riferiti proprio alla face di Cydonia, è difficile  dubitarne; così come sono citati altri brani tratti dalle ataviche tavolette  e riferiti a Marte in modo cosi rispondente da indurre ad abbandonare ogni incertezza. Non vorrei peccare di presunzione ma consiglierei agli scettici di studiare prima ciò che vanno a criticare. Quanto alla grande nostra astronoma, mai mi permetterei di consigliare la lettura di Ossimoro Marte (di cui, in ogni caso, ho riservato una copia, nel caso la richiedesse), ma penso di non peccare di irriverenza se le consigliassi di considerare lo studio di alcune traduzioni di tavolette sumere (la IV in particolare).

In questo scritto non c’è intento polemico nei confronti di alcuno, tantomeno verso gli Enti Spaziali NASA ed ESA che ringraziamo sentitamente per la documentazione fotografica resa disponibile e da cui è tratta la gran parte delle foto mostrate nell’articolo.  Si ringrazia la trasmissione Voyager ed il suo conduttore, Roberto Giacobbo, per per la spettacolare  anteprima “marziana” dell’otto settembre, raggiungibile da questo sito.

Si Ringrazia Ennio Piccaluga per l'articolo. Potete trovare questo e altri articoli sulla Rivista Area Di confine

Vi ricordiamo che è in edicola il numero di Dicembre di Area di Confine.

Area di Confine - Dicembre 2010
Mensile diretto da Ennio Piccaluga

In Questo Numero:

  • Wormholes e Trasmissione Istantanea
  • La versione nascosta dell'univero
  • Sitchin: rivelazioni di un altro mondo
  • Esperimento Philadelphia
  • Alien Contact
  • Omicidi Alieni
Per informazioni guarda il sommario in PDF

Scrivi commento

Commenti: 131
  • #1

    Nicola G. (sabato, 04 dicembre 2010 19:18)

    Ho letto il suo libro e anche guardato voyager al tempo e devo dire che sono perplesso su alcune teorie. Concentrarsi anche su Cydonia è uno spreco di tempo, su Marte ci sono cose molto più interessanti. Sicuramente c'è stata un'antica civiltà che ha abitato il pianeta, ma i resti di questa vita non sono certo nel monto olimpo o sul viso in questione. Il libro però resta un pezzo interessante da tenere e leggere con interesse.

  • #2

    Elia (sabato, 04 dicembre 2010 19:31)

    Bando alle ciancie. la Nasa tarocca alla grande.

  • #3

    LuX (sabato, 04 dicembre 2010 20:16)

    Consiglio un sito che fa capire come la Nasa truffa sui colori dei filtri e fa apparire gli ambienti marziani inospitali quando sono molto più simili alla terra di quanto si possa pensare.

    http://areo.info/mer/

  • #4

    Lorenzo (sabato, 04 dicembre 2010 20:43)

    Perchè dovremmo andarci se fosse inospitale ?
    Forse per fare terraforming !?!
    Lasciamo perdere va, che il progetto Genesi lo lasciamo a Star Trek.

  • #5

    Pino (sabato, 04 dicembre 2010 20:47)

    Considero il dott Piccaluga una grande luminare dell'argomento che dice cose che gli altri non hanno il coraggio di dire. Grandissimo!

  • #6

    massimiliani (sabato, 04 dicembre 2010 21:13)

    la nasa ci sta rompendo è arrivata l'ora di dire al mondo la verità sia di marte che di alieni sulla terra.....

  • #7

    clarissa (sabato, 04 dicembre 2010 21:53)

    i pianeti inospitali diverrebbero delle ottime discariche per l'immondizia in campania o per le scorie nucleari..secondo me ci stanno già facendo un pensierino per aprire una discarica sulla luna...e poi si sarebbero le ronde antialieno, una supertrack antialieno leghista..questi non tollerano gli esseri umani figuriamoci gli alieni!...

  • #8

    Lorenzo (domenica, 05 dicembre 2010 10:24)

    Interessante prospettiva quella delle discariche sulle luna per le scorie nucleari, ma si potrebbe anche spendere meno se si utilizzassero i vulcani per l'altra immondizia: L'altissima temperatura del magma eviterebbe la produzione di emissioni nocive, inoltre non sarebbe neanche necessario mantenere così alta la temperatura perchè è naturale.

  • #9

    *IraTenax* (domenica, 05 dicembre 2010 13:03)

    la teoria dei pianeti come discariche ce l'ho in mente da molto tempo, in particolare io spedirei tuta la spazzatura verso il sole coì da distruggerla senza lasciare scorie in giro per lo spazio.
    Tornando all'articolo, mi sembra che, se le foto sulle piante sono autentiche (ormai non cìè più nulla di assoluto), siamo davvero giunti alla verità sulla vita extraterrestre. inoltre le formazioni tipo zigurat laciano molto a pensare. Mentre il volto non so perchè ma mi sembra una falsità.

  • #10

    Neo78 (domenica, 05 dicembre 2010 18:12)

    Putroppo sono le superpotenze (U.S.A. in testa) e la scienza diciamo "ufficiale" al loro guinzaglio a decidere la verità riguardo a U.F.O. e vita extraterrestre, per interessi che possiamo ipotizzare tentano con tutti i loro mezzi di mantenere il pianeta in questo stato di ignoranza globale, ormai da più di 60 anni...onore a Piccaluga per svelare un briciolo della montagna di manipolazioni fotografiche operate dalla Nasa... onore a chi cerca di portare a galla la verità...ma é una strada in salita quasi verticale...e non é detto che non ci vogliano tenere all'oscuro ancora per decine e decine di anni... gli avvistamenti continueranno, queste forme di vita non hanno interesse a manifestarsi sul breve periodo,e sono conscie di poter operare pressoché indisturbate coperte dalla coltre dell'apparato militare e di intelligence (mai nessuna televisione che parta con un elicottero e vada ad intercettare gli ovnis che sempre più spesso appaiono sopra le principali città statunitensi, li filmano zoomando da terra a centinaia di metri di distanza con telecamera a spalla...perché secondo voi?), il calendario per una rivelazione pubblica da parte dei governi potrebbe essere anche stato elaborato, ma visti i "passi in avanti" fatti dal cinquanta ad oggi...(siamo ancora a discutere con esponenti della comunità scientifica che parlano di abbagli, fenomeni astronomici, fulmini globulari, palloni meteo senza mostrare il minimo dubbio nel profferire ipotesi che sfiorano il ridicolo applicate alla maggioranza degli avvistamenti conclamati, Pinotti mi fa tenerezza in TV quando percepisco come stenti a trattenersi e a non passare agli insulti...) dubito ne sarò testimone in questa mia vita... é triste ma é così...continuiamo a cercare la verità ma non facciamoci grosse illusioni, non siamo ancora pronti e probabilmente per la maggioranza di noi é così... saluti

  • #11

    angelo carannante (domenica, 05 dicembre 2010 22:57)

    Marte è un pianeta misteriosso solo perchè lo vogliono gli enti spaziali. Sanno benissimo che non è affatto misterioso, perchè conoscono benissimo i tesori di questo pianeta.Voyager ha fatto il suo lavoro a metà. Visto che c'era doveva mostrare tutto per bene. Intendiamoci: la trasmissione è stata sicuramente uno "scoop" per Giacobbo, che non a caso ha postato il servizio ad inizio trasmissione addirittura quale anteprima. Questo dimostra senz'altro il valore delle scoperte di Piccaluga. Non dimentichiamocelo mai, l'ingegnere pugliese ha "scovato" su Marte: uno ziqqurat, una miniera a cielo aperto, una inquietante piramide con tanto di basamenti di rinforzo giusto dove dovevano essere. E questo solo per citare alcune delle innumerevoli meraviglie. Non c'è dubbio:le scoperte su Marte cambieranno la storia!

  • #12

    Teo (domenica, 05 dicembre 2010 23:18)

    "Ennio Piccaluga andrebbe solo ringraziato per Ossimoro Marte, anzichè essere criticato. Che la scienza si svegli

  • #13

    Marco (domenica, 05 dicembre 2010 23:19)

    Assolutamente d'accordo con Piccaluga.

  • #14

    Maxy (domenica, 05 dicembre 2010 23:23)

    Non vedo come si possa dar torto ad Ennio Piccaluga, dopo un libro del genere.

  • #15

    Massimiliano (domenica, 05 dicembre 2010 23:23)

    Mi trovo a essere d'accordo con Piccaluga, e soprattutto non posso astenarmi dal complimentarmi con lui, oltre che per l'ottimo lavoro che continuo a leggere, anche per l'ultimo numero della rivista Area di Confine.
    Solo un pò di tristezza per chi, nonostante queste cose, continua a remare controcorrente.

  • #16

    Giova (domenica, 05 dicembre 2010 23:24)

    E' una teoria molto affascinante, non c'è che dire.... Non so dire se "sono d'accordo", nessuno forse ha elementi scientifici che lo possono confermare, ma le idee di Piccaluga mi affascinano parecchio. Anche perchè, di contro, nessuno ha forse elementi scientifici nemmeno per dire "non è così"

  • #17

    Roberto F. (domenica, 05 dicembre 2010 23:29)

    C'è sicuramente da riflettere, e colgo l'occasione per porre i miei complimenti ad Ennio per il suo libro interessantissimo

  • #18

    Carlo (domenica, 05 dicembre 2010 23:30)

    Nel libro di Piccaluga ci sono tante di quelle prove, così chiare e tangibili, che è davvero assurdo pensare che si sia inventato tutto.
    Che almeno gli scettici forniscano prove più accettabili e veritiere, per screditarlo.

  • #19

    Giuseppe (domenica, 05 dicembre 2010 23:31)

    Come si può dire che le costruzioni mostrate in "Ossimoro Marte" siano state "scolpite" dalla natura? E' un'assurdità.

    E' un insulto all'intelligenza dell'uomo. Ennio siamo con te!

  • #20

    Spawn81 (domenica, 05 dicembre 2010 23:35)

    Sono d'accordo con Ennio Piccaluga, in quanto le prove che ha mostrato nel libro "ossimoro marte", circa eventuali tracce di costruzioni di civiltà antiche, mi sono sembrate molto convincenti

  • #21

    Marco (domenica, 05 dicembre 2010 23:54)

    non siamo in grado di andare d'accordo tra noi e andiamo alla ricerca di vita extraterrestre...è una assurdità..

  • #22

    Gavino (lunedì, 06 dicembre 2010 02:33)

    E' paradossale che si dia credito a uno che segue ancora le controverse teorie di sitchin , basate sulla sua personale interpretazione dei testi sumeri e considerate pseudoscienza dalla comunita' scientifico-accademica.
    Il libro avalla teorie forzate, fantasiose e per quanto mi riguarda illogiche.

  • #23

    LORENZO M. (lunedì, 06 dicembre 2010 06:44)

    Hai letto l'articolo Gavino?Hai visto il video?Se lo avessi fatto non potresti obbiettare perchè eccetto il volto di Cydonia che è noto come un grande bufala ma anche altri casi;le immagini sono tutte valide!Ripeto"valide come inspiegabili"!.Ennio PIccaluga ha realizzato una tricerca seria e oggettiv va portando prove adimostare ciò che dice,poi certamente ha anche formulato alcune teorie ma quello che conta al momento sono le prove.Voi scettici di turno dite di fare affidamento alla scienza e al vostro modello razionale ma poi siete propio voi ha scartarla e ha CAMUFFARLA da verità quando siete alle strette perchè non sapete come DIFENDERVI difronte a prove inoppugnabili e schiaccianti.Non è così che ci si comporta e non riesco nemmeno a capire cosa vi spinge a dire falsità e ad andare contro quella che per voi è la luce di riferimento,ovvero la scienza,talvolta la usate per ridicolizzare gli altri e talvolta la SMENTITE VOI STESSI per imbrogliare le persone non competenti,facili da abbindolare.Questo articolo non è riferito solo a te Gavino ma anche a molti tuoi "simili" che scrivono e infestano i vari siti.Spesso mi chiedo cosa vi spinge a obbiettare "sempre e comunque".Siete stipendiati per farlo?Siete seguaci di attivissimo il coglionissimo?Siete dei cicappini che si divertono ad andare in giro a sparare menzogne?Oppure semplicemente soffrite della malattia inversa a quella dei complottisti,avete una necessità psico-fisica di gettare nel fango tutto ciò che è misterioso e che non potete comprendere,forse perchè vi spaventa.Vi prego datemi una risposa almeno capirò finalmente come sia possibile tutto ciò.
    Grazie

  • #24

    Ennio Piccaluga (lunedì, 06 dicembre 2010 08:59)

    invito Lorenzo ad una maggiore tolleranza. E' evidente che Gavino si è espresso senza entrare nel merito ma riportando una sua convinzione. Sarebbe meglio però, e in questo Lorenzo ha ragione, che ci si attenesse al topic. Io ho fatto dei riferimenti precisi che, se sono autentici, e tecnicamente lo sono, non danno in alcun modo spazio alle sue (a questo punto infondate) conclusioni. Se poi, ognuno vuol semplicemente dire la sua, non pretenda però che gli si dia retta o di essere convincente. I pregiudizi non convincono mai nessuno. Comunque, grazie ad entrambi.

  • #25

    Daniele (lunedì, 06 dicembre 2010 09:45)

    Gavino per quanto sia giusto rispettare le tue idee e di conseguenza gli scettici,è veramente deprimente come chiudete gli okki e vi arrampicate sugli specchi! fammi capire secondo te MARTE è solo una distesa desertica ed un pianeta privo di interesse? se lo fosse allora alla NASA sono tutti scemi che spendono milioni di dollari in missioni spaziali alla scoperta del pianeta rosso!

  • #26

    Sara (lunedì, 06 dicembre 2010 10:13)

    Articolo molto interessante,inutile dire che qualcosa c'è, e in base a questo penso che i camuffamenti fatti da enti come la NASA non siano fatti per nascondere chissà quale verità che conoscono solo loro e ci vogliono tenere all'oscuro, ma solo per il semplice fatto che, come noi, non sanno con che cosa hanno a che fare.
    Immaginate se ammettessero che su Marte esistono i resti di un'antica civiltà, comprovato dalle prove fotografiche, come queste che sono nell'articolo; come comunità vorremmo delle spiegazioni e siccome è la NASA che da quest'affermazione, vorremmo delle spiegazioni molto precise.
    Si sta parlando di enti che trattano di scienza, di fatti spiegabili, cioè di un insieme di conoscenze che servono a giungere ad una descrizione precisa della realtà,come sapete il metodo scientifico si basa sulla formulazione di un'ipotesi generale sotto cui questo evento si verifichi, e la possibilità di controllo dell'ipotesi mediante osservazioni successive.
    Con ciò voglio dire che loro hanno in mano solo ipotesi, teorie, ma non hanno avuto, almeno per il momento, qualcosa di veramente concreto che gli possa permettere di fare delle affermazioni di questo tipo.
    Si, potrebbero dire....e' vero, le foto scattate ritraggono dei paesaggi non proprio naturali, sembrerebbe che ci sia della vegetazione ...ecc....ecc, ma dopo?
    Anche dopo aver fatto tali affermazioni?
    Non potrebbero dire nient'altro, perchè non avrebbero in mano altri elementi per dire altro, e quindi anche se fossero affermazioni fatte da enti governativi, rimarrebbero comunque sempre e solo delle ipotesi, e l'ente stesso non ne trarrebbe vantaggio ma anzi, verrebbe screditato da tutto il mondo scientifico.
    Quindi fanno orecchie da mercante, nascondendo e a volte anche in modo maldestro prove che potrebbero essere interessanti ma che non hanno valore assoluto e inconfutabile.
    Se c'è lo avessero, non lo nasconderebbero, ne sono sicura!
    E questo discorso vale sia per la NASA, per i militari e compagnia bella.
    Spero che capiate il mio punto di vista, mi sa che ho fatto un discorso un po contorto!

  • #27

    ste76 (lunedì, 06 dicembre 2010 11:11)

    @Sara
    per me il tuo punto di vista e' chiarissimo. Non lo condivido pienamente perche' non partiamo dalle stesse convinzioni di base (i camuffamenti per me sono piu che altro un abbelimento, come quando uno cancella gli occhi rossi delle proprie foto personali), ma trovo il tuo atteggiamento molto piu equilibrato di altri che hanno il tuo stesso punto di partenza.
    Se ho capito bene, tu dici che la NASA potrebbe dover nascondere delle cose non per cattiveria o contorti mega complotti ma semplicemente perche, non vuole allarmare. Potrebbe essere secondo me.
    Io aggiungo che se gia' l'ombra di un ufo nel cielo scatena i piu' irrazionali istinti di alcuni (sottolineo alcuni, io li chiamo i black block del ufologia :D) figurarsi un accenno di confessione di possibile ex-vita su marte.
    E poi come dici tu, ma dopo?
    Alla fine ragazzi e' la NASA che fa tutto il lavoro, cavolo!!
    Io voglio aggiungere che le giustificazioni di Ennio Piccaluga sono ridicole e se avete scelto di credere alle sue fandonie non siete meglio di chi crede ciecamente a cio' che dice la NASA. Lo spirito critico deve essere applicato SEMPRE non solo verso cio' che e' istituzionale. Voi ragazzi di questo blog, siete molto meglio di lui.
    Peace and love.

  • #28

    Daniele (lunedì, 06 dicembre 2010 11:49)

    Sara tutto giusto e non fa una piega,sono d'accordo con te! ma ragionando cosi allora prendiamo le difese della NASA ed altri psedo scienziati x il quale è normale continuare a negare,camuffare e inventare le più assurde scuse anche davanti alla realtà dei fatti! e poi per quanto tempo ancora? e sei cosi sicura che non hanno prove concrete? e che sono timorosi xkè nn sanno cosa si trovano di fronte? la NASA non è un ente SEPARATO del PENTAGONO,ma è sotto le sue dipendenze! e questo basta,altro che non voler allarmare o creare panico!

  • #29

    Sara (lunedì, 06 dicembre 2010 12:59)

    Daniele, io non voglio prendere in modo assoluto le difese della NASA o di chissa' chi,però mi è sembrato opportuno analizzare la cosa da un punto di vista un pò più razionale e logico rispetto ai tanti clamorosi acclamati complotti e camuffamenti che dovrebbero nasconderci, non capisco poi a quale scopo: per avere il dominio sulla Terra? Perchè hanno stretto alleanze con gli ET? Perchè ci vogliono controllare mentalmente? ......Teorie cospirazioniste campate in aria da chi vuole solo aproffittare della bontà della gente e atteggiarsi da salvatori del mondo, io penso che queste persone siano più pericolose di tutti i complotti e le cospirazioni messe insieme che vanno farneticando in giro.
    Se abbiano delle prove concrete sinceramente non lo so, ma magari hanno solo dei pezzettini di quelle prove.....come un puzzle, gli mancano ancora dei pezzettini per poter avere un quadro definitivo della situazione e fino ad allora non si sbilanciano per paura, forse, di dare delle affermazioni che poi invece potrebbero essere screditate da successive scoperte e a quel punto i signori scienziati non verrebbero più ritenuti affidabili.
    Voglio farvi un esempio: io sin da piccola sono stata affascinata da stelle e pianeti, quante notti passate col naso all'insù scrutando il cielo stellato e chiedendomi se fossimo soli o no nell'universo.
    Come me le sono fatta io queste domande, ve le siete fatte voi e sicuramente se le sono fatte tutti quegli scienziati, astronomi....che mettono anima e cuore nel loro lavoro.
    Mi sarebbe piaciuto studiare astronomia, prima di scoprire che io, la fisica e la chimica non eravamo molto compatibili.....ma ci sono persone che questo sogno che coltivavano fin da piccoli lo hanno realizzato, magari rinunciando a molte cose nella vita.
    Che senso avrebbe spendere milioni di euro,( o di dollari )per un programma come il SETI interamente dedicato alla ricerca di vita extraterrestre, se tanto i grandi capi sanno già come stanno le cose e fanno di tutto per tenerlo nascosto?
    Gli scienziati, come la Margherita Hack, persona che ammiro moltissimo, parlano in base a quello che loro studiano e possono provarlo scientificamente, poi magari hanno le loro teorie personali, ma rimangono personali, non possono essere provate fino a prova contraria.
    Ecco, magari sarebbe bello farsi una chiaccherata con la Hack o con i suoi colleghi e sentire il loro punto di vista come semplici cittadini e non dal punto di vista scientifico.

  • #30

    Daniele (lunedì, 06 dicembre 2010 13:29)

    Sara lasciamo perdere la HACK,che è rimasta alla scoperta della cometa di HALLEY! anche se ultimamente è più aperta,visto l'evidenza dei fatti! il SETI cerca solo di captare ipotetici segnali provenienti da altre civiltà,ma chi ci dice che sia possibile farlo? magari hanno tipo di frequenze o segnali a noi non arrivabili o percepibili,lo dimostra il fatto che nn hanno mai captato nulla a parte qualche sporadico segnale misterioso,mentre è fuori dubbio che gli UFO ci passano sopra la testa ogni giorno o quasi! e dovresti essere d'accordo che c'è insbiamento e cover up su tutto ciò riguardo UFO,alieni e SPAZIO! qndi perchè nn insabbiare anche le verità su MARTE?

  • #31

    Onniscente600 (lunedì, 06 dicembre 2010 13:36)

    Cosa intendiamo per ricerca della vita ve lo vorrei domandare, anche quando parliamo di alieni. Micro organismi, batteri o intelligenze compiute?Fa una differenza abissale e modifica il nostro approcio con l'ufologia. Queste teorie del professore sono molto apprezzabili ma rientrano nella palastronautica che mi appassiona ma non è il punto di arrivo. Noi dobbiamo cercare presenze intelligenti con le quali interagire, è chiaro che non dobbiamo rivolgerci al nostro sistema solare. Infatti per il calcolo della probabilità non sono di certo due pianeti confinanti che possono ospitare la vita entrambri. probabilmente uno colonizzerà l'altro ma saranno la stessa specie. Noi dobbiamo focalizzarci su altre galassie e altri pianeti, sistemi magari binari con la fascia di temperatura ideale. Marte non è più abitato, e anche se lo fosse stato in passato cosa aggiungerebbe al nostro desiderio di parlare con gli alieni?

  • #32

    ste76 (lunedì, 06 dicembre 2010 14:20)

    @Sara
    queste due frasi sono perfette
    io sin da piccola sono stata affascinata da stelle e pianeti, quante notti passate col naso all'insù scrutando il cielo stellato e chiedendomi se fossimo soli o no nell'universo.

    Teorie cospirazioniste campate in aria da chi vuole solo aproffittare della bontà della gente e atteggiarsi da salvatori del mondo, io penso che queste persone siano più pericolose di tutti i complotti e le cospirazioni messe insieme che vanno farneticando in giro.

    come vorrei che potessero capirne tutti la poesia e l'innocenza della prima, e la giusta denuncia di pericolo della seconda . Io credo che se mai parleremo con gli alieni non sara' certo grazie a Piccaluga (che fa solo soldi sui sogni degli altri e alimenta odi che non dovrebbero esserci accusando a destra e manca) ma piuttosto grazie a persone con i sogni di Sara (che abbiano intrapreso una carriera nella Nasa per esempio).

  • #33

    Daniele (lunedì, 06 dicembre 2010 14:48)

    STE76 fai ridere stai cercando di abbordare SARA ahahah nn aggiungendo nulla al tema in questione! guarda che ci sono altri siti fatti apposta x gli incontri!

  • #34

    ste76 (lunedì, 06 dicembre 2010 14:53)

    Ciao Daniele, sono contento che ti diverti ma posso chiederti una cosa?
    Anche se fosse e che hai ragione non pensi che sono affari miei (e eventualmente si Sara)? O sei della psicopolizia?

  • #35

    ste76 (lunedì, 06 dicembre 2010 15:09)

    comunque sul serio Piccaluga e' in mala fede. Per un semplice motivo: mente. Ma secondo voi e' meglio che le nostre convinzioni sull'esistenza di vita su Marte siano difese con fatica da una persona onesta o e' meglio se le difende un bugiardo approfittatore? Gli scienziati ci ridono dietro, (o comunque gli facciamo tenerezza) lo capite?

    ESEMPIO:
    Se io comincio a dire che le automobili mercedes si spostano con il pensiero potranno cascarci alcune tribu indigene del brasile che non hanno mai visto un auto, ma noi sappiamo che e' una cavolata e ne ridiamo, ma come facciamo a fargli capire che e' una bufala senza che loro pensino che gli stiamo nascondendo chissa quale verita', potrebbero dire che mettiamo benzina solo per fargli credere che sia utile. L'unico modo sarebbe fargli studiare la meccanica del motore: ecco cosa servono gli scienziati.

  • #36

    Daniele (lunedì, 06 dicembre 2010 15:13)

    Ciao STE! Non ho ragione è solo un punto di vista,ma non mi pare questo sia un sito ne un blog dove ci si scambia effusioni! un conto è condividere dei pensieri un conto è assecondare in modo palese e ridicolo! magari nel mezzo delle tue frasi metti anche qlche riferimento all'argomento su cui si discute! detto questo OVVIAMENTE 6 libero di fare ciò che vuoi,ci mancherebbe!

  • #37

    Iago (lunedì, 06 dicembre 2010 15:23)

    Ossimoro marte è un libro meraviglioso e Piccaluga tenta di mettere insieme elementi importanti. Ricordate quando tutti gridavano allo scandalo quando si parlava di acqua su marte salvo poi accodarsi quando è stato scoperto ai poli un bacino di ghiaccio? Chi ha idee illuminanti è sempre stato messo al rogo dall'opinione pubblica...ricordatevi galileo galilei

  • #38

    ste76 (lunedì, 06 dicembre 2010 15:37)

    Ciao Iago,
    Ti confondi con Giordano Bruno.
    Comunque galileo galilei era uno scienziato che non ha guadagnato nulla dalle sue scoperte e ha rischiato la tortura per le sue idee (idee basate tra l'altro sull'osservazione e non sul invenzione). Qual'e' il punto in comune con Piccaluga mi sfugge? Messo al rogo dall'opinione pubblica, quando? Dove? Anzi mi pare che l'opinione publica sia dalla sua parte.. purtroppo..

  • #39

    Scettico (lunedì, 06 dicembre 2010 15:41)

    State paragonando Piccaluga a Giordano Bruno?
    Bocca mia taci.

  • #40

    Polimero57 (lunedì, 06 dicembre 2010 15:58)

    La Hack ha detto testualmente:
    "Si pensava che su Marte ci fosse una sfige che fosse opera UMANA"
    Ma dico io una scienziata così famosa come fa a dire simili castronerie, umano deriva da HUMANUS, cioè HOMO, cioè UOMO quindi essere che abitano sulla Terra. Nessuna ha mai detto che il viso fosse opera UMANA ma EXTRATERRESTRE se mai. Questa donna è una completa rincitrullita, come si fa a starla a sentire!?!!?!?

  • #41

    ste76 (lunedì, 06 dicembre 2010 15:59)

    @Scettico
    no no caro scettico il paragone e' con Galileo Galilei!!
    la cosa che mi da fastidio non e' tanto il paragone ma il fatto di vedere che Galileo (padre della scienza moderna) non e' riuscito ad insegnare a tutti l'importanza dell'osservazione e dello spirito critico ma piuttosto qualcuno lo usa come dimostrazione che bisogna ascoltare chiunque dica qualcosa fuori dal coro, anche se dice una scemenza!

    Le mucche volano ragazzi, non mettetemi sul rogo solo perche dico una cosa diversa dal pensiero comune anzi comprate i miei libri in cui vi dimostro che i contadini nascondono le mucche volanti nelle stalle con delle foto buie e sgranate fatte dagli stessi contadini per nascondere la verita' con photoshop ??

    PS: Daniele sei bellissimo.

  • #42

    Daniele (lunedì, 06 dicembre 2010 16:11)

    STE ti ringrazio almeno qualcuno me lo dice ehehe! e poi 6 ironico e autoironico,ottima dote! POlIMERO sai da quanto la HACK dovrebbe star zitta e pensare a godersi una bella pensione lasciando spazio a nuovi scienziati più in linea con i tempi!

  • #43

    Scettico (lunedì, 06 dicembre 2010 16:18)

    La Hack in pensione per essere sostituita da chi? da voi?

  • #44

    Neo78 (lunedì, 06 dicembre 2010 16:27)

    Che la Nasa manipoli le foto per i suoi interessi é vero quanto é vero il sole fuori dalla finestra...andate a controllare le prime serie di foto trasmesse da Marte dai robottini e vedrete che hanno virato al rosso tutte le tonalità...perchè? ma perché Marte é il pianeta rosso! se la gente avesse visto che ha un cielo azzurrino e una superficie simile ai nostri canyons avrebbe potuto iniziare a "fantasticare troppo"...adesso invece dopo un sacco di tempo lo scopriamo... per rispondere a chi afferma che "ma allora il Seti che ci sta a fare....se i governi sanno già tutto" ricordo che Pinotti aveva dichiarato durante una tavola rotonda sugli UFO a Voyager che parlando con un dirigente del programma SETI avesse ricevuto questa risposta alla domanda "ma perché non vi interessate all' argomento UFO al seti?" RISPOSTA "meglio non farci neanche un riferimento per carità, già ci danno pochi fondi per le nostre ricerche se iniziamo a parlare di UFO poi..."

    traduco: "già é tanto che ci facciano tenere aperta una ricerca di tal genere...figuriamoci se ci mettessimo a toccare l'argomento UFO continuiamo così ed evitiamo di far domande" ...forse non avete idea di che cosa c'é dietro...continuate pure ad accettare le dichiarazioni Nasa sul batterio "extraterrestre" che respira arsenico...quando sento queste cose penso sempre che continueranno a tenerci all'oscuro per anni anni anni e anni... Cioé abbiamo oggetti non identificati in centinaia di filmati e foto nasa corso di 40 anni di missioni ma loro ricercano il batterio extraterrestre...davvero senza parole
    Ciao!

  • #45

    ennio piccaluga (lunedì, 06 dicembre 2010 16:29)

    Galilei? E' stato un grande, ma non tutti sanno che per vivere, a volte....faceva gli oroscopi. Il suo esperimento della caduta dei gravi dalla torre di Pisa, citato come massimo esempio del metodo galileano, ad una più attenta analisi è risultato incredibilmente errato (vedi Area di Confine di Ottobre-novembre-dicembre). La stessa formula di Newton, alla luce della nuova Fisica del grande Massimo Corbucci, risulta errata. Conservo la mia ammirazione per i nostri grandi scienziati, ma voglio solo dire che nella Scienza non ci sono vere certezze e che "la verità di oggi è l'errore di domani". Io non ho fatto affermazioni su Marte ma ho solo mostrato della documentazione fotografica che non necessiterebbe di ulteriori chiarimenti ....per chi sa vedere e capire. Purtroppo sono due verbi desueti, sostituiti da altri come inveire, criticare, sollevare polveroni, nascondere la verità. Meno male che la gente capisce, ed è questo che a taluni soggetti non va proprio giù. Mi dispiace per loro, anche se la vera punizione per taluni è...restare nell'oscurità che si sono scelti autonomamente. Complimenti! E lasciate stare la Hack. Solo degli stolti possono criticare una persona così grande e lucida mentalmente nonostante la sua matura età. Abbiate il buon gusto di tacere davanti a Lei. Parlo di umiltà, o almeno....di educazione.

  • #46

    ste76 (lunedì, 06 dicembre 2010 16:30)

    senza polemica, Polimero57 potresti indicarmi una qualche fonte della suddetta frase della Hack. Vorrei capirne il contesto e se il suo magari era solo un refuso.

  • #47

    Polimero57 (lunedì, 06 dicembre 2010 16:35)

    Certo Ste76: nel video alla fine dell'articolo. L'ho guardato e dal minuto 5:00 in punto ascolta il suo discorso...poi mi dici

  • #48

    Fabrizio Ruscolo (lunedì, 06 dicembre 2010 16:39)

    Esimio professor Piccaluga mi spiega come fa a dire che le foto della presunta foresta di latifoglie extraterrestre siano veramente di qualche pianta? La foto mostra semplicemente una regione di dune nell’estremo nord di Marte, a poco meno di 400 chilometri dal polo dove è presente uno strato di anidride carbonica ghiacciata, che evapora con l’arrivo della primavera marziana. Ecco spiegato l’inganno visivo con le chiazze e le righe scure che ricordano una vegetazione. Quello che si vede è sabbia smossa in uno stato ghiacciato che si muove sopra le dune formando così righe molto marcate.

    Mi riferisco al frame nasa numero di codice (PSP_007962_2635)
    Può trovarlo a questo indirizzo: http://hirise.lpl.arizona.edu/PSP_007962_2635

  • #49

    Ennio Piccaluga (lunedì, 06 dicembre 2010 16:55)

    Gent.mo Fabrizio. La ringrazio della domanda e del garbo con cui la porge (purtroppo, dovrebbe essere una cosa normale, ...ma così non è). La risposte è nello stesso articolo. Non me ne voglia se glielo riporto qui di seguito....
    "La seconda motivazione dell’ira degli scettici è dovuta ad una foto trasmessa dalla sonda americana MRO in cui sembra di poter osservare delle formazioni dendriformi assimilabili a piante di alto fusto (Fig. 5). Il rapporto Nasa su questa foto, a mio parere, rappresenta per antonomasia quello che si può considerare “un trucco” per rendere accettabile una grande bugia, servendosi di una piccola verità. La Nasa ha infatti affermato che quelle che sembrano essere piante non sono altro che “scolature di anidride carbonica che, sublimando per l’aumento di temperatura, trascina con se della terra scura, congelando subito dopo e generando, al volo, quell’effetto “dendriforme”. La piccola verità sta nel centro della foto dove è possibile osservare quelle che sono delle reali, palesi scolature di un liquido misto a sostanze scure (Fig. 6) che scivolano verso il basso. Partendo da questa evidenza si è tentato di far passare tutto quel “bosco” per scolature di CO2 sublimata, ignorando l’evidenza visiva del resto della foto (Fig. 7-8) che mostra ben altro. La mancanza di spirito critico della massa delle persone che prende per oro colato le affermazioni che vengono dagli Enti Ufficiali è servita a concretizzare una verità scientifica inesistente, in quanto il presunto fenomeno di sublimazione-scolamento-congelamento a temperature e pressioni mai sperimentate, evidenziato con tanta sicumera, è al momento indimostrabile e contraddice invece un’evidenza visuale incontestabile. Al massimo, potremmo considerare queste affermazioni come “ipotesi”. Ipotesi valide tanto, quanto quella, comunque più credibile, che possa trattarsi di piante. Gli stessi cicappini, in evidente malafede, si sono ben guardati dal commentare l’altra foto dell’Esa (Fig. 9 e 10) che pure è stata mostrata ed in cui è possibile notare, senza alcuna ambiguità, delle ramificate piante arbustiformi, nei pressi del cratere di Gusev (lo stesso nei cui pressi è stata osservata la ormai ben nota figura antropomorfa denominata la “sirenetta”). Nella fig.10 è possibile osservare, addirittura, il colore “verde” della clorofilla. Impossibile spiegare diversamente la presenza di questa dominante cromatica, del tutto inusuale nelle foto marziane riprese dalle tante sonde dei vari enti spaziali".

  • #50

    Sara (lunedì, 06 dicembre 2010 17:00)

    Vorrei sapere da parte di chi non "stima" il lavoro della Hack, il loro motivo,nel senso che magari siete persone che ha lavorato nel suo gruppo di ricerca (magari nell'ESA o nella NASA)ma non avete condiviso il suo operato, oppure dopo aver conseguito una laura in fisica, o in astronomia o astrofisica, avete fatto delle ricerche in cui, con dati alla mano potete confutare il suo lavoro, o comunque se non avete fatto niente di tutto ciò, avrete sicuramente fatto una ricerca dettagliata sulla sua vita e sul suo operato e conoscete in modo approfondito le sue ricerche per aver potuto dire poi che non siete d'accordo con quello che dice.
    Spero sia così, e non perchè avete letto o sentito qualcuno che è apparso dal nulla, il cui interesse è solo screditare il lavoro di anni e anni di persone serie che dedicano la loro vita alla conoscenza.
    Siccome sono una persona che quando sente un'affermazione, non si ferma a credere a quello che sente, ma cerca prove per dimostrare se quello che sente sia vero o meno, vi chiedo, quali sono le vostre argomentazioni per dire che la Hack farebbe meglio a starsene zitta e ad andarsene in pensione?
    Non voglio essere sarcastica, voglio solo capire se dietro le vostre argomentazioni ci sia una base solida su cui le appoggiate, o è tanto per dire, perchè lo dicono anche altri.
    Ste76 quando c'incontriamo? Ahahahah

  • #51

    ste76 (lunedì, 06 dicembre 2010 17:26)

    Esimio professor Piccaluga,
    Mi dispiace se mai l'ho offesa, pensavo ci fosse abituato ormai in quanto personaggio publico che va contro la scienza "istituzionale", contro la Nasa, cotro il cicap, con le sue credenziali poi, mi pare ben poca cosa. Le garantisco che il mago telma ne avrebbe sentite di peggiori da me.

    @Sara
    la risata finale mi suggerisce che ho preso un altro due di picche. accidenti. :)

  • #52

    Luca, Bologna (lunedì, 06 dicembre 2010 17:36)

    Ciao mi chiamo Luca è la prima volta che intervengo sono al terzo anno di fisica all'università di Bologna e adoro questi argomenti. Volevo intervenire sulle foto che evocava qualcuno riguardo le foreste marziane e devo dare torto al Dott. Piccaluga. Come si evince dalle stesse foto da lei pubblicate, in particolare la numero 9 è ben visibile il moto di gravità che fa crollare il terreno verso il basso lasciando lo strato più superficiale "aperto" evidenziando un terreno più scuro in fondo. La sublimazione dell'Anidride Carbonica mi sembra molto convincente come ipotesi. I fusti, e la clorofilla non mi convincono.
    Questo me lo lasci dire professore è palese, elementare ma evidentemente la pensiemo diversamente.
    Invece trovo più affascinante la parte in cui lei analizza le strutture marziane, ispirazioni delle ziggurat e via discorrendo. Ecco ipotizzando una civiltà marziana non molto avanzata, che sia arrivata per capirci a livello delle civiltà precolombiane, l'unica cosa che resterebbe nel terreno dopo una loro ipotetica estinzione sarebbe la morfologia di strutture artificiali, ormai corrose dal tempo. Visto che la matematica non è un'opinione e che è l'unico elemento che ci può venire in soccorso per identifcare strutture naturali o artificiali, se si trovassero angoli, piani e ripetizioni come quelle che sembrano esserci nella Vallis Marineris ecco che potremmo discuterne. Anche perchè effettivamente quell'aglomerato è molto strano per essere naturale. Con questo mi congedo e mi saluto, complimentandomi con voi per la bellezza degli argomenti trattati.

  • #53

    ste76 (lunedì, 06 dicembre 2010 17:40)

    Esimio professor Piccaluga,
    volevo aggiungere che ho apprezzato il fatto che e' intervenuto a difesa della Hack e naturalemte di Galileo.
    Infine quando dice "la verità di oggi è l'errore di domani" in realta' e' un altro modo per dire
    cito wikipedia: la ricerca scientifica si sviluppa per approssimazioni al fine di potere meglio descrivere i fenomeni osservati
    e sempre wikipedia : Uno degli elementi essenziali affinché un complesso (limitato o meno) di conoscenze possa essere ritenuto "scientifico" è la sua possibilità di essere falsificabile mediante una opportuna procedura.

  • #54

    ste76 (lunedì, 06 dicembre 2010 17:43)

    Ciao Luca,
    penso che le immagini in cui si vede regolarita' su marte sono state ottenute tramite un algoritmo il cui lavoro e' proprio quello di interpolare le informazioni mancanti (con dei piani) e approssimative pervenuteci dal satellite: quindi l`effetto "scalino" e' in fin dei conti effetivamente ottenuto da una forma d'intelligenza, quella umana.

  • #55

    Zenit (lunedì, 06 dicembre 2010 18:37)

    Grande Ennio ho il tuo libro da due anni e aspetto ancora che ne scrivi un altro :)

  • #56

    Ennio Piccaluga (lunedì, 06 dicembre 2010 23:38)

    Gent.mo Ste76
    anch'io ho apprezzato il suo intervento. Quanto alla Hack, mi è sempre piaciuto quel suo grande equilibrio, mediato dalla saggezza dell'età. Alcuni stolti la attaccano fondando vilmente le loro critiche su una pretesa incompatibilità dovuta all'età. Ciò è il frutto della nostra stupida civiltà che non apprezza a sufficienza l'età della saggezza. I frutti di questa mentalità sono davanti a tutti. Ciò non esclude che si possa dissentire da alcune sue tesi, ma solo con il massimo rispetto e con una grande probabilità di essere in errore. Quanto all'algoritmo degli scalini, non lo si può applicare dappertutto, altrimenti avremmo scalini dovunque. Il buon senso sa guidare chi ha occhi per vedere e intelligenza per capire. Quanto a Luca, mi chiedo come sia possibile argomentare con sicurezza sulla sublimazione della CO2 che produrrebbe strutture dendriformi. Certo, tutto è possibile però, per favore, niente sicurezza, ma solo congetture, come è giusto che sia in mancanza di ulteriori elementi e di test in analoghe condizioni di temperatura e pressione. Per Zenit, invece,rispondo che sto preparando un secondo "Ossimoro", ma ci vorranno ancora dei mesi per pubblicarlo.

  • #57

    Neo78 (martedì, 07 dicembre 2010 13:01)

    Se posso esprimere un parere certamente Margherita Hack é una grande scienziata, il problema si pone però quando interrogata sulla consistenza del fenomeno ufo risponde SEMPRE (controllate i suoi interventi negli anni e la cosa vi risulterà lamapante) che la possibilità di vita intelligente nel cosmo é quasi una certezza, ma per via delle distanze dalle stelle più vicine al nostro sistema solare, anche viaggiando alla velocità della luce non si potrebbe ritenere come plausibili "visite" di extraterrestri o loro presenza costante sul nostro pianeta.

    ora
    1)Tale visione é a parer mio di un antropocentrismo spaventoso perché

    a)esclude che una forma di vita intelligente diversa da quella umana abbia potuto evolversi per un periodo di tempo molto maggiore del nostro o possa essere comparsa prima, con conseguente enorme gap tecnologico/scientifico tra noi e loro.

    b)Ritiene che l'unico mezzo possibile per spostarsi fra sistemi stellari sia l'accellerazione di un corpo mediante un qualche tipo di propulsione a spinta...conclusione che si evince dalla solita giustificazione "non si può superare la velocità della luce etc etc" e quindi assunto che l'uomo conosce attualmente solo questo modo di spostarsi nello spazio, altre forme di vita avrebbero i medesimi problemi.

    2)Sulla base di questo assunto si rifiuta di avvalorare il fenomeno UFO come degno di ricerca scientifica, quando il primo fine della scienza sarebbe quello di osservare i fenomeni che non si comprendono e darvi una spiegazione.
    E' un peccato che la scienza ufficiale non faccia nessun tipo di sforzo per studiare il fenomeno nel suo manifestarsi (piazzando telecamere che esplorino altre bande come l'infrarosso, tenendosi in contatto con le segnalazioni di piloti o forze militari riguardo eventuali avvistamenti e inviare sul posto prontamente un gruppo di osservazione attrezzato, e in moltissimi casi si sarebbe potuto fare) ma studi la cosa a posteriori basandosi su filmati amatoriali foto o testimonianze...lasciando i rilevamenti al centro ufologico nazionale, che ovviamente fa quel che può e che che comunque continua ad essere considerato qualcosa di parascientifico...guardate i dibattiti in TV e vi renderete conto di come sia lamapante, io mi chiedo come mai? e soprattutto alla luce di queste osservazioni é un atteggiamento illuminato quello assunto dalla Dott.sa Hack in merito?



    Ora vorrei che il prof. Piccaluga mi rispondesse dandomi una sua sincera opinione a riguardo.

    grazie, cordiali saluti

    Neo78

  • #58

    Ennio Piccaluga (martedì, 07 dicembre 2010 16:58)

    Gent.mo Neo78
    difficile darle torto. A più riprese, su Area di Confine, ho criticato il criterio limitato con cui gli scienziati hanno sempre affrontato la tematica UFO. E' tuttavia mia personale convinzione che la Hack, in privata sede, manifesterebbe sicuramente un "possibilismo" difficile da esternare pubblicamente. Purtroppo è così, ed anche il più grande scienziato, qualora manifestasse un atteggiamento aperto verso la tematica UFO verrebbe definito dai colleghi come "rincitrullito" ed emarginato dal consesso degli "scienziati di regime", con grave danno personale. Il fatto è che contro una eventuale apertura si muove una macchina di spaventosa potenza che tutela la chiusura in questo ambito con il TOP SECRET più stretto della storia umana. Gli scienziati più coscenziosi sono tormentati da ciò; non giri quindi il coltello nella piaga e si accontenti di leggere fra le righe e di piccole aperture. Qualcosa in merito potrà leggere sugli editoriali di Area di Confine pubblicati sul mio sito www.elleepi.com/mars.

  • #59

    Fire (martedì, 07 dicembre 2010 17:17)

    @ Neo78 Non posso che essere d'accordo con i punti da te elencati,avendo espresso anche io la medesima opinione sull'argomento. Riguardo il punto 2 -"piazzando telecamere che esplorino altre bande come l'infrarosso, tenendosi in contatto con le segnalazioni di piloti o forze militari riguardo eventuali avvistamenti e inviare sul posto prontamente un gruppo di osservazione attrezzato, e in moltissimi casi si sarebbe potuto fare"- in effetti qualcosa di simile è già stato tentato in Belgio. In seguito a diversi avvistamenti fatti da piloti militari e agenti di polizia,nel weekend di Pasqua del 1990 l'aeronautica militare belga mise a disposizione diversi apparecchi- tra i quali un Hawker Siddeley 748 equipaggiato con diversi sensori anche in banda IR- a un gruppo di studio sugli UFO (SOBEPS). All'iniziativa parteciparono oltre 1000 cittadini insieme a delle pattuglie della polizia e vennero effettuate anche diversi avvistamenti. Sfortunatamente all'arrivo degli aerei preposti alla missione gli intrusi riuscivano a sfuggire puntualmente all'intercettazione. Va precisato però che anche le condizioni meteo non erano favorevoli. Anche se non riuscirono a identificare gli oggetti volanti in questione,per ammissione della stessa Aeronautica belga dopo aver esaminato le registrazioni dei radar e tutti gli altri dati a disposizione, il fenomeno non era dovuto a cause meteorologiche o fenomeni elettromagnetici naturali.
    Detto questo anche io sarei curioso di sentire il parere del Prof.Piccaluga al riguardo e colgo l'occasione per porgergli i miei complimenti per il suo lavoro di ricerca e divulgazione su un argomento certamente non facile ma anche molto affascinante.

  • #60

    Landon (martedì, 07 dicembre 2010 18:14)

    b)Ritiene che l'unico mezzo possibile per spostarsi fra sistemi stellari sia l'accellerazione di un corpo mediante un qualche tipo di propulsione a spinta...conclusione che si evince dalla solita giustificazione "non si può superare la velocità della luce etc etc" e quindi assunto che l'uomo conosce attualmente solo questo modo di spostarsi nello spazio, altre forme di vita avrebbero i medesimi problemi.

    --------------------------------

    Bè è la verità! L'equazione di Einstein sul moto relativo si basa sulla velocità della luce come limite, ergo superarla significherebbe avere un 'tempo negativo' , cioè ritornare indietro....
    e leggi di fisica che riguardano la massa lo proibiscono.
    La formula dovrebbe essere cosi:
    m(corpo in movimento)= m(corpo fermo)/ rad quadra(1- Vm/C)
    secondo questa non è possibile nemmeno raggiungerla.
    se hai delle basi di matematica capirai benissimo che:
    1) radquadra(1- Vm/C) deve essere diveso da 0
    2) 1-Vm/C > 0

    quindi Vm/c < 1

    ma perchè questo sia vero la velocità dell'oggetto deve essere minore della velocita della luce.

    Le distanze da coprire per arrivare sul nostro pianeta sono immense, visto che viaggiare già oltre la velocità del suono è complicato, per arrivare qui ipotetici alieni impiegherebbe millenni

  • #61

    Neo78 (martedì, 07 dicembre 2010 18:26)

    Prof. Piccaluga,

    la ringrazio vivamente della risposta, il suo contenuto rispecchia in pieno anche il mio pensiero, però, vede, quello che lei mi dice é l'ammissione neanche troppo velata che la scienza é china sotto il piede di interessi più grandi di lei e dunque tale scienza invero ha perso quella obiettività e quello spirito critico che sono le gambe sulle quali dovrebbe reggersi...e che chi osasse alzare la testa rischierebbe la sistematica emarginazione...ma allora, stiamo parlando di scienziati o di servi? Ho il massimo rispetto per persone come lei o come il Dott. Pinotti che operano da scienziati e studiosi nel senso più puro del termine eppure tenuti ingiustamente al confine, spero che la verità emerga sul lungo periodo ma le confesso che é sconfortante rilevare la cecità imperante e la sistematica informazione "di regime" a riguardo.
    Non pensi con questo che io desideri che la gente sappia per puro spirito di rivalsa personale, ma mi chiedo, é giusto che una piccola percentuale di persone si ritenga in diritto o debba custodire verità così grandi negandole all'umanità? sono forse migliori o più saggi di noi o obbediscono invece all' unica cosa che sembra contare a questo mondo: la conservazione del potere? Perché però molti di questi depositari di notizie (si pensi ad alcuni testimoni militari del caso Roswell o al direttore della Lockheed solo per fare un esempio) sentono il desiderio di confidarsi sul letto di morte, nel testamento o ai loro cari dopo aver mantenuto il segreto magari per decenni? Forse che i loro sogni non erano sereni, forse che conoscere queste cose e non poterne parlare logora o crea dei dubbi morali spaventosi? Alla fin fine ritengo che sia la macchina infernale del sistema che risucchia le coscienze di chi potrebbe parlare e non lo fa,e provo dunque in definitiva pena per chi sa e tace e porta un fardello molto più grande di quello che un uomo potrebbe e dovrebbe sopportare. Certo i sistemi spesso sono collassati in passato e non é detto che non possa essere così in un ipotetico futuro, ma per noi che siamo assetati di verità al momento non restano che le gocce che fuoriescono dalle crepe di una diga che cela un lago più profondo di quanto noi tutti possiamo immaginare....

    cordiali saluti e grazie per i suggerimenti bibliografici
    Neo78

  • #62

    Ennio Piccaluga (martedì, 07 dicembre 2010 18:43)

    A proposito di "viaggi interstellari" mi spiace constatare che quasi tutti ignorano gli studi dei quello che è forse il più importante fisico italiano, Massimo Corbucci, autore del libro "La Particella di Dio". In una serie di articoli, pubblicati sulla nostra rivista, Area di Confine, dimostra come sia teoricamente, ma (incredibilment) anche praticamente, viaggiare istantaneamente nello spazio. Proprio nel numero di dicembre, da oggi nelle edicole, egli parla della possibilità di comunicazione dati in tempo reale con la parte opposta dell'Universo. Avete capito bene, niente miliardi di anni (luce) ma comunicazione istantanea. Teorie? Nient'affatto! Il sistema è già....brevettato. Credetemi la Scienza (quella vera) è molto più avanti di quello che la gente immagina. Lo stesso vale per la vita su Marte e per gli UFO. Non confido che tutti capiscano, ma in fondo...lo spero, e per questo mi occupo di Area di Confine. Cordiali saluti a Neo78 e Zenit

  • #63

    mario (martedì, 07 dicembre 2010 19:26)

    confermo! la scienza reale, nota a pochi, è molto più avanzata di quello che si crede di sapere. il denaro chiama denaro, così i soldi vengono investiti in progetti che servono il consumismo, ma non tutti vanno a finire lì! ci sono risorse che puntano sullo sviluppo di tecnologie sui "viaggi" e forzature "temporali". non mi sbilancerò oltre, ma ricordate queste parole e quelle che ha scritto Ennio Piccaluga quando una parte delle verità nascoste verranno svelate.
    grazie Ennio per la dedica!

  • #64

    Ennio Piccaluga (mercoledì, 08 dicembre 2010 10:54)

    x London
    ho molto apprezzato la sua preparazione in matematica, ma proprio quello che lei espone rappresenta la dimostrazione di come, a volte, la matematica, nella sua esattezza, possa indurci in errore. Quelle formule così precise hanno convinto gli scienziati di qualcosa che invece può essere "aggirato" e affrontato in modo totalmente diverso. Quelle formule matematiche vanno bene per viaggi spaziali affrontati all'esterno della materia. Si sciolgono come neve al sole alla luce della teoria del "vuoto quantomeccanico" del grande fisico italiano (nemo profeta in patria?)Massimo Corbucci, rendendo immediatamente possibile dei "viaggi istantanei" nell'Universo. Tale teoria è dettagliatamente esposta "in esclusiva mondiale" sui numeri di ottobre-novembre-dicembre 2010 e gennaio-febbraio-marzo 2011 della rivista da me diretta, Area di Confine. Chi pensasse a teorie fantastiche e inapplicabili sul piano pratico sappia che in merito sono stati già depositati .....i relativi brevetti, i cui dettagli saranno sui prossimi numeri di Area di Confine

  • #65

    Ataf62 (mercoledì, 08 dicembre 2010 18:24)

    ..ma tra universitari e sapientoni due che sappiano i congiuntivi li troviamo?? Piccaluga, tutta la mia stima.

  • #66

    LORENZO M. (giovedì, 09 dicembre 2010 17:16)

    Signor Piccaluga volevo farle una domanda.Ma la rivista Area di confine è disponibile anche in edicola ho si pùò avere solo per abbonamento?Le ho fatto questa domanda perchè sono molto interessato alla sua rivista ma nell'edicola del mio paese non l'ho trovata per cui mi è sorto il dubbio e ho pensato di chiederlo direttamente a lei dato che è il direttore.Complimenti ancora per il suo lavoro.

  • #67

    Koala (giovedì, 09 dicembre 2010 20:38)

    Onestamente pensare che su marte esistano foreste, o che le antiche rovine di un'ipotetica civiltà siano ancora visibile vuol dire avere veramente coraggio scusate se ve lo dico. La Nasa riceve finanziamenti in base alle scoperte che produce, sarebbe da pazzi coprire importati novità per una ragione di politica internazionale. Ormai le sonde sono anche Cinesi giapponesi e Indiane, non c'è più un monopolio statunitense, quindi sarebbe da pazzi per la Nasa pestarsi i piedi. Però per chi vuole continuare a crede e specuale nessuna evidenza basterà mai, lasciatemelo dire. Credere negli ufo come ipotesi è una cosa, dire che cydonia è un viso o che la matematica dia risposte sul monte olimpo è un'altra cosa. Buona fortuna...

  • #68

    Ennio Piccaluga (venerdì, 10 dicembre 2010 01:01)

    Gent.mo Lorenzo M.
    Area di Confine è distribuita regolarmente nelle edicole.Non in tutte però (ne sono 50.000 in Italia)e per trovarla bisogna avolta cercarla in 3-4 rivendite. Volendo però, potra trovarla dal giornalaio sotto casa, inviando una richiesta con l'indirizzo dell'edicola a edicola@acaciaedizioni.com . Consiglio di leggerla anche al sig. Koala. Potrà così criticare con maggior cognizione di causa, oppure ....convertirsi. Certo, ci vuole coraggio a dire ciò che nessun altro ha detto, e ci vuole occhio per vedere ciò che nessun altro ha visto. Ma non potrà capire il significato di questa frase se non legge Ossimoro Marte. Coloro che l'hanno fatto hanno cambiato idea, tutti. Si guardi le recensioni (quelle sono gratuite) sul sito di Macrolibrarsi. Quanto alla "Face" di Cydonia, legga su www.elleepi.com/mars l'articolo in risposta alle critiche all'anteprima su Marte di Voyager. Mi creda, se non studia, non potrà mai avere gli elementi per trarre conclusioni.

  • #69

    Roberto La Paglia (venerdì, 10 dicembre 2010 09:41)

    Mi sono soffermato a lungo sulle esposizioni di Ennio Piccaluga e sui commenti che ne sono derivati; ritengo che Ossimoro Marte sia il frutto di una grande passione per il Pianeta Rosso unita a una altrettanto considerevole apertura mentale nell'accogliere e analizzare i dati in nostro possesso.
    Per queste ragioni dire che Piccaluga tenta di cavalcare l'onda è alquanto azzardato se non addirittura completamente errato; conosco da anni l'ingegnere e posso testimoniare pubblicamente sulla sua assoluta imparzialità, sulla sua preparazione e sulla sua forte propensione alla divulgazione e allo studio delle Scienze di Confine.
    Si dice che Piccaluga segua ciecamente le teorie di Sitchin, definite controverse e addirittura fantastiche; un recente studio comparativo ha riscontrato un numero considerevole di prove a favore (i colori di Nettuno, la presenza di corpi celesti con orbita sorprendentemente ellittica, solo per citarne alcune). Dare del ciarlatano o del bugiardo a Sitchin è di certo inappropriato, oltre che un modo abbastanza sbrigativo per chiudere la questione; un autore, un ricercatore, un pensatore (definiamolo pure come vogliamo visto che era tutte queste cose insieme) deve essere analizzato in toto, bisogna entrare nel suo pensiero, nel suo credo, quindi trarne le dovute valutazioni. Di certo potremmo affermare che non tutta la ricostruzione di Sitchin sia completamente esatta, ma forse qualcuno ha una verità diversa da proporre? E' in grado di provarla? La strada dell'interpretazione del mito in riferimento agli avvenimenti storici, il tentativo di dare corposità a qualcosa che ci appare (e che si fa di tutto per far apparire) come frutto della fantasia sfrenata dei popoli antichi potrebbe riservarci non poche sorprese.
    Si dice poi che la NASA sia quasi una associazione di pii personaggi che mai mentirebbero sulle loro scoperte e sui loro esperimenti, che equivale quasi a dire che i politici sono tutti santi incompresi e la CIA opera seguendo passo passo gli insegnamenti del Vangelo.
    La realtà è che oggi ben poco conosciamo delle nostre origini, abbiamo una idea vaga dell'universo ed è molto più semplice assumere l'atteggiamento di coloro che, forti delle verità attestate nel presente, le difendono con le unghie e con i denti per non dover ammettere che c'è ancora molto da fare e troppo da riscrivere.
    La conoscenza di oggi è soltanto una tappa verso la scoperta, le verità della scienza ufficiale non sono l'ultima frontiera delle scoperte dell'uomo, sono soltanto i risultati ottenuti oggi ma che domani potrebbero venire completamente sconvolti. L'inventore dello stetoscopio venne tacciato di pazzia e morì solo e sbeffeggiato da tutti, il telefono era considerato una diavoleria inutile e il primo computer venne definito una invenzione senza futuro, e tutto questo dai maggiori esponenti della scienza ufficiale dell'epoca.
    Proprio per questo non posso che sollevare un meritato plauso all'opera di Piccaluga e al lavoro che continua a svolgere, perchè il suo sguardo è rivolto lontano, oltre quella linea di confine che per molti fautori della verità preconcetta è un punto di arrivo mentre per molti altri è soltanto un punto di partenza.

  • #70

    Nando (venerdì, 10 dicembre 2010 11:05)

    non ho letto il libro ma me lo regalerò per natale, mi avete incuriosito, i temi trattati nell'articolo mi appassionano molto e voglio approfondire

  • #71

    Daniele (venerdì, 10 dicembre 2010 11:41)

    Koala parli di NASA,che ridere! che non fa altro che coprire e mentire su tutto! ci nasconde pure che forse ci sono 3 UFO in avvicinamento alla TERRA e non da spiegazioni alla misteriosa distruzione della sua sonda che doveva appunto arrivare su MARTE e stessa sorte è toccata alla Phobos sonda russa! ancora pensi sia in buona fede? meglio non commentare,anzi cerca di trarre insegnamento dal sig.Piccaluga che tra l'altro esprime solo i suoi dubbi e le sue idee con la massima competenza!

  • #72

    ste76 (venerdì, 10 dicembre 2010 13:33)

    FORSE ci sono tre UFO che si avvicinano alla TERRA? e la NASA c'e' lo nasconde? Davvero. E' una cosa assurda. Dovrebbero sempre annunciare tutte le loro supposizioni.
    Ma dai Daniele che se lo facessero gli riderebbe dietro anche l'associazione protetrice dei licantropi.

  • #73

    Daniele (venerdì, 10 dicembre 2010 13:49)

    Ste76 pure io ridevo,ma poi ho letto dei post qua e la sul web e sono andato su space-map.org dove si può vedere che ci sono 3 oggetti sconosciuti nell'orbita di PLUTONE,nn lo dico io,ma direttamente uno scienziato del SETI! insomma x quanto possa contare è pur sempre il SETI! se hai tempo vedi segnidalcielo.it !

  • #74

    Scettico (venerdì, 10 dicembre 2010 13:55)

    Quelli sono difetti di pixelizzazione altro che navi aliene. Se quelle fossero navi aliene sarebbe grandi mezzo sistema solare, solo per muoversi di mezzo centimetro avrebbero bisogno dell'energia del sole prodotta continuativamente per mille anni. Daniele riprenditi....

  • #75

    Daniele (venerdì, 10 dicembre 2010 14:03)

    Ragazzi ho appena preso il caffè e mi sono ripreso! ho solo riportato quanto letto e andando sul sito della mappa stellare sembrava fossero in effetti oggetti reali e non luci,stelle o qualsiasi altro difetto! va be dai un pò di fantasia! :D

  • #76

    ste76 (venerdì, 10 dicembre 2010 14:48)

    Comenunque non volevo negare la possibilita' che ci fossero 3 UFO in arrivo ne deridere questa eventualita'.
    Immagina che la NASA stesse cercando di capire cos'erano questi 3 oggetti. Cosa ti aspetti dalla NASA? Un annuncio? Una serie di supposizioni? Una lista di tutte le cose che potrebbero essere quei tre oggetti, compresi i tre re magi un po in anticipo?
    No, io mi aspetto prudenza! Mi aspetto che il giorno che la NASA dira': "e' stato avvistato un ufo" allora al 95% ci siamo: siamo arrivati al giorno dell' Incontro. Mi aspetto che quel giorno le foto che provano l'esistenza degli ufo siano conclusive e che le testimonianze siano organiche e totalmente convincenti.
    Se la NASA non fosse prudente non sarebbe la NASA, e' il suo ruolo. E' questo che mi stupisce di piu' delle teorie complottistiche: attaccano proprio quelle strutture che danno un po di speranza di arrivare alla verita' e che non la buttano in vacca come vorrebbe qualcuno.
    E no, non lavoro per la NASA :)

  • #77

    Roberto Malatesta (venerdì, 10 dicembre 2010 23:14)

    Sono un collaboratore di Ennio Piccaluga nonché suo concittadino. Infatti il mio nome è citato nell'introduzione del libro Ossimoro Marte. Posso assicurare che all'epoca degli studi assidui ed attenti effettuati sui fotogrammi dell'ESA e della NASA l'amico Piccaluga non aveva mai sentito ancora parlare di Sitchin e dei suoi studi di sumerologia, ripresi tra l'altro da precedenti studi di S.N. Kramer. Al momento della gestazione del best seller l'amico Piccaluga non stava sposando le tesi di Sitchin ma stava percorrendo una propria strada totalmente autonoma ed indipendente. Solo successivamente, come evidenziato in postfazione dall'amico Roberto Buoncristiano, si sono palesate le incredibili coincidenze riscontrate tra gli studi di Sitchin (che sicuramente non conosceva Piccaluga) e le scoperte fate da quest'ultimo che all'epoca sapeva ben poco di Sumeri e degli studi di Sitchin.

  • #78

    RetiredAFB (sabato, 11 dicembre 2010 05:56)

    Scettico hai un'invidiabile capacità di scrivere senza dire nulla...potresti laurearti ad honorem per questo.
    Difetti di pixelizzazione?Dimostralo con dati concreti,le tue sequenze di bit che poi formano le parole che scrivi formano lo zero assoluto.
    Però dai,qualche passettino in avanti potresti farlo anche tu,sempre che già il tuo ego non si ritenga perfetto:oltre alla giustissima affermazione "Bocca mia taci",metti a riposo le tue stanche membra,ed evita di scrivere ulteriori castronerie prive di qualsiasi significato,nel merito e nella forma.Facci e fatti un favore,evapora.

  • #79

    Daniele (sabato, 11 dicembre 2010 09:42)

    Cmq x dovere di cronaca difetti di pixelizzazione o meno,il sito space-map.org è ritenuto da molti esperti nel settore affidabile al 100% ho fatto una ricerca e lo si usa in molti campi astronomici! poi come sempre ognuno la vede a modo suo ed è giusto che Scettico abbia i suoi dubbi!

  • #80

    Scettico (sabato, 11 dicembre 2010 14:00)

    RetiredAFB il tuo nick è già un programma Ritirati!
    Ergo veniamo a noi, io dovrei dare una prova che quelle non sono astronavi aliene?! hai un bel coraggio, siete voi che dovete dimostrare le vostre bislacche teorie. Se visioni quelle foto ti accorgerai di cosa parlo, ma visto che probabilmente la maggior parte di voi viaggia con l'idea che è tutto un complotto dei MIB non spreco più fiato.
    Cordialità.

  • #81

    *IraTenax* (sabato, 11 dicembre 2010 15:04)

    mi date il link delle foto?

  • #82

    Luca (sabato, 11 dicembre 2010 16:08)

    [img]http://www.segnidalcielo.it/images/stories/foto_8/astronavi.jpg[/img]

  • #83

    RetiredAFB (lunedì, 13 dicembre 2010 03:49)

    @Daniele:nessuno ha detto che non si debbano esprimere DUBBI,ma se hai letto anche altri post del preparatissimo Scettico,ti renderai conto che la sua è una linea negazionista tout-court...l'essere veramente scettici impone di considerare le ipotesi a 360 gradi,ed esprimere nel merito considerazioni fondate sulla logica o su evidenze di cui si dispone.

    @Scettico:ma dai su,te la prendi così tanto da provare a rispondermi a tono..ne sono lusingato!Purtroppo il tuo umorismo lappone sortisce gli stessi effetti di un gatto appeso ai marroni.
    Un altro paio di cosucce,sempre che il sangue non ti rimanga ancora rappreso lì dove non batte il sole...non ho mai parlato di astronavi aliene,se hai letto!Ma,come fai sempre,cerchi di deviare il discorso,e non rispondi mai direttamente alle domande;per tua fortuna sono molto paziente,per cui te la ripeterò,e se mi rispondi,entra nel merito.Giacchè affermi(non ipotizzi)che siano difetti di pixelizzazione,ed il sito è considerato affidabile al 100% dalla comunità scientifica internzionale,delle due l'una:o sei un esperto che arriva a mettere in discussione programmi e dati che derivano da operazioni per cui vengono spesi centinaia di milioni di dollari...e allora ti chiedo di dimostrarmi che siano proprio questi difetti!
    Oppure sei un cazzaro,e semmai saranno le tue teorie quelle bislacche,perchè non disponi di dati alla mano su cui confrontarti,e fai una cosa paragonabile al cagare sul ventilatore.
    Chiaramente io propendo per quest'ultima...le foto le ho viste e riviste,e come me un sacco di persone,ma siccome sfortunatamente non so leggere i bit alla matrix,chiedo umilmente a chi è più esperto di me di provare ciò che afferma...mi pare naturale.
    Ah,altra ottima idea,quella di non sprecare più fiato,te l'appoggio pienamente!
    Riverisco

  • #84

    Ennio Piccaluga (lunedì, 13 dicembre 2010 09:08)

    x retiredAFB
    il tuo post è una piccola opera d'arte. A livello di logica ma anche di umorismo. Potresti fare cabaret. Ho sempre detto di apprezzare gli scettici, ma di più apprezzo chi ha la mente aperta ad ogni possibilità. La notizia dei tre UFO in arrivo dallo spazio è comunque di un certo interesse, tuttavia è meglio verificare ulteriormente. In ogni caso, rimane vera fino a prova contraria. Va dato atto al CUBMGC Centro Ufologico di Benevento di averla fatta conoscere al grande pubblico e, se la notizia sarà smentita, sono certo che lo comunicherà prontamente. Finora il CUBMCB ha mostrato una grande imparzialità

  • #85

    Daniele (lunedì, 13 dicembre 2010 09:17)

    Retired: è impossibile poter far ragionare gli scettici,credo che anche se avessero delle prove concrete riuscirebbero in qlche modo a trovare spiegazioni assurde! x come la vedo io ne abbiamo fin troppe di prove a sostegno di civiltà extraterrestri! che poi la notizia sui 3 UFO ed il loro presunto avvicinamento sia da approfondire sono d'accordo,cmq ad oggi nessuno he smentito ne negato la notizia! lo stesso x le anomalie su MARTE a parte le solite ipotesti fantasiose di formazioni naturali che fanno ridere e nemmeno prendo in considerazione!

  • #86

    bob (lunedì, 13 dicembre 2010 10:38)

    In questi giorni natalizzi sui balconi delle nostre citta' possiamo osservare questi simpatici pupazzi somiglianti a dei babbo natale che si arrampicano per andare a premiare i bambini che sono stati bravi.
    Ora immaginate che la notte di natale in tutta Italia una marea di persone faccia foto senza flash di questi simpatici santa claus di pezza per poi publicarle su un blog per dimostrare l'esistenza del nosto amico barbuto.
    Ora nessuno vuole, neanche lontanamente, paragonare gli UFO a babbo natale, ma immaginate quale fatica fareste voi, (a questo punto sareste dalla parte degli "scettici" immagino) a smontare UNA PER UNA le foto suddette. Non si puo' fare. E non si vuole neanche fare una tale immane fatica. Non e' giusto che questa fatica la debba fare lo scettico.
    Quindi lo scettico non dovrebbe essere colui che nega la possibilita' che esista una cosa (io credo sia possibile che esistano gli extraterestri) ma piuttosto colui che ritiene che certe "prove" non siano effettivamente delle prove della sua esistenza (credo che quei "pixel" siano fino a prova contraria l'ennesima bufala). In un certo senso lo scettico NE VUOLE DI PIU'.
    Il non scettico per contro a volte desidera cosi forte che quella cosa esista da accontentarsi di una foto sgranata, questo me lo concedete?

  • #87

    Daniele (lunedì, 13 dicembre 2010 11:57)

    Bob il tuo discorso non fa una piega e sono d'accordo! xò devi riconoscere che le provo sull'esistenza di extraterrestri sono tantissime! x non parlare di ex astronauti,ufficiali,piloti etc.. che confermano il tutto!

  • #88

    Scettico (lunedì, 13 dicembre 2010 14:18)

    Caro RetiredAFB il tuo prolisso discorso è buono per qualche quindicenne ormonalmente represso non per me. Bisognerebbe aver studiato un pò di fisica e conoscerla per capire che l'universo è assoggetato a queste leggi, che sono appunto UNIVERSALI. Ergo ogni tipo di astronave che si dovesse avvicinare alla Terra avrebbe un rapporto tra massa ed energia necessaria per farla camminare enorme rispetto a quello che mostrano le foto a cui mi riferisco. Queste astronavi blu elettrico che il Centro ufologico di benevento ha mostrato non esistono, come non esistevano le navicelle spaziali vicino al sole, o altre fandonie. Voi vede navicelle in ogni dove, non sapete cosa sia il rasoio di OCCAM "Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem" Occam non imponeva di scegliere il complesso di ipotesi di numero minore né suggeriva che esso sarebbe stato quello più vicino alla verità ma che se le ipotesi formulate bastavano a spiegare il fatto non si doveva inutilmente complicare ma accettare la semplicità della spiegazione.
    Voi confondete le acque mettendo spiegazioni assurde a quesiti semplici, rasentand a volte la demenza senile.
    Sentitamente...buon natale....

  • #89

    bob (lunedì, 13 dicembre 2010 15:02)

    @Daniele
    al massimo posso ammettere che gli INDIZZI sono tantissimi. Le prove, almeno per quanto mi riguarda sono un altra cosa. Purtroppo, con la dovuta prudenza che caratterizza lo scettico quelle che tu chiami prove sono tutte ancora "interpretabili" infatti ne stiamo parlando. Magari ogni tanto le interpretazioni degli scettici possono sembrarti strampalate o tirate per i capelli, ma questo e' assolutamente reciproco, insomma qui qualcuno sostiene che un ente governativo nasconderebbe la scoperta piu' bella che l'uomo potrebbe mai fare!!
    Tu dici che le prove sono tante. Io aggiungerei troppe. Voglio dire com'e' possibile che con tutte queste "prove" nn siete ancora riusciti ad avanzare di un millimetro rispetto a 60 anni fa (Roswell). Teorie su teorie, complotti su complotti svelati e non avete mai vinto una battaglia. Metodo di indagine sbagliato?
    E ti giuro che un incontro con intelligenze diverse sarebbe per me la cosa piu' interessante del mondo, cosi come per qualunque altro scienziato che si rispetti.
    Ciao.

  • #90

    Daniele (lunedì, 13 dicembre 2010 15:32)

    Non x gli scienziati che già sanno ma che fanno dell'omertà ormai il loro credo! e cmq prove o non prove a me sembra ridicolo pensare solamente di essere gli unici abitanti dell'UNIVERSO! riguardo al fatto di nn avanzare di 1 mm rispetto rispetto a ROSWELL(che poi se non è una prova questa..) posso anche essere d'accordo,ma se chi parla viene minacciato,screditato e deriso,la vedo difficile poter fare progressi! senza parlare del solito insabbiamento! dobbiamo accontentarci di ciò che filtra...!

  • #91

    Ennio Piccaluga (martedì, 14 dicembre 2010 00:26)

    Siete poi tanto sicuri che non si sia andati avanti di un solo mm.? Poco di più di cento anni fa il grande astronomo Schiaparelli, a fronte di immagini a bassissima risuluzione (quasi zero, a fronte di quelle attuali) e senza dati di nessun genere su temperatura e pressione, indusse il mondo scientifico a credere che qualcuno avesse creato delle enormi canalizzazioni. E quando dico enormi, intendo canalizzazione con centinaia di chilometri di diametro. Un’assurdità. Eppure tutti ci credettero (la scienza di allora, quanto a dabbenaggine, non scherzava). Oggi sappiamo che lì c’acqua, c’è il metano, c’è un’esile atmosfera e la temperatura all’equatore può raggiungere di giorno anche i 25 gradi.Ci sono anche i canali, quelli veri, con un diametro più “umano” di qualche centinaio di metri. Ora sappiamo che ci sono organismi che sguazzano in ambienti molto meno favorevoli per la vita di quanto si potesse mai supporre. Eppure, ora, guai se qualcuno si azzarda a ipotizzare che su Marte ci sia, o perlomeno ci sia stata vita. Ci sono anche edifici, costruzioni, sculture e scritte sul terreno, ma guai a dire che li abbia fatti qualcuno. Sapete dov’è l’ossimoro?
    Nel fatto che ancora oggi Schiaparelli è ritenuto un grande scienziato.

  • #92

    bob (martedì, 14 dicembre 2010 15:18)

    Salve Ennio Piccaluga,
    non c'e nessun ossimoro nel considerare Schiaparelli un grande scienziato, forse si riferiva a Percival Lowell che e' quello che maggiormente speculo' sulla faccenda.
    Per fortuna, neppure quella volta, gli scienziati che sostenerono l'esistenza di vita intelligente su Marte in base a delle IMMAGINI, fecero questa gran bella figura nel mondo accademico. Certo, vendettero libri, portarono avanti un dubbio lecito e il loro nome rimase nella storia. Niente di male in questo. Ma la scienza e' una altra cosa, gli scienziati parlano un altra lingua, io me ne farei una ragione.

  • #93

    RetiredAFB (martedì, 14 dicembre 2010 17:57)

    Povero,povero Scettico,mi sembri Rocky Balboa alle corde,ma senza nemmeno la forza per urlare "Adrianaaaaaaaaaa"..non picchiarti da solo con le tue solite affermazioni che evidentemente per te sono sillogismi,ma solo per te!
    Sei contradditorio all'interno dello stesso discorso,prima dici che "il tuo prolisso discorso è buono per qualche quindicenne ormonalmente represso",ma alla fine accusi di demenza senile...metti d'accordo i tuoi due miseri lobi cerebrali!E facciamo un bel sondaggio sui reali interessi di un quindicenne ormonalmente represso,al primo posto non ci saranno dissertazioni sulla fisica del nostro Universo...o sei Scettico anche su questo??
    Io sono un ingegnere chimico,e ho un fratello fisico nucleare,ho studiato e penso di poter parlare con cognizione di causa.Tu?Laurea in pisciate controvento immagino?
    A questo punto penso sinceramente tu sia in malafede,ti riporto il link all'articolo del dott.Carannante(sai chi è vero?),nel quale,se almeno hai imparato a leggere,si riporta testualmente:"Per adesso, siccome non vi sono prove contrarie è vera. Le affermazioni, sembra che provengano da uno scienziato del SETI e cioè Craig Kasnov, non uno qualunque, ma un astronomo del team del Progetto SETI. "

    http://centroufologicobenevento.wordpress.com/2010/12/10/tre-enormi-ufo-avvistati-nello-spazio-stanno-arrivando/

    Questo per dovere di cronaca.Inoltre,ti sottolineo con forza per l'ennesima volta,che non mi hai dimostrato alcun difetto di pixelizzazione,e siccome sei stato tu ad affermarlo,in questo caso,sta a te portare le prove della tua affermazione..questa è logica vecchio mio!
    Prendi il rasoio di Occam e segati la lingua..
    E nemmeno tu Bob hai colto il punto..io questo chiedevo a Scettico,non certo che a lui o a chi scettico lo è veramente,tocchi l'onere delle prove.Ma siccome chiunque fa delle affermazioni è tenuto a provarle,ho solo domandato come possa essere così sicuro per sostenere la sua (ipo)tesi.
    Io sostengo semplicemente che bisognerebbe approfondire una ricerca seria anche su queste immagini,e non ho MAI detto che siano astronavi(assunto di base dal quale parte Scettico).Ma anche tu,che parli di foto sgranate...ma per carità,sono immagini che tutta la comunità scientifica usa come riferimento,e frutto della migliore strumentazione ottica a disposizione degli esseri umani!!Ma voi chi vi credete di essere?O portate riferimenti concreti di studi e risultati che parlino di immagini sgranate,o ancora la mitica pixelizzazione(nell'anno del Signore 2010,quando riusciamo a vedere nitidamente fino a 600 milioni di anni dopo il Big Bang..),oppure limitatevi a fare delle osservazioni,per favore!
    Ma a me pare francamente,che quello represso sia proprio Scettico,che deve venire qui nel forum ad esibire la sua abissale ignoranza(visto che ti piace il latino,saprai certamente la radice di tale parola,vero??).Vai a spippolarti nel forum del Cicap,che lì troverai tanti tanti amichetti,purtroppo per te sempre e solo virtuali...
    Infine,uno scettico che augura buon Natale?Dei tuoi auguri ne faccio volentieri a meno.

    Dott.Piccaluga,la ringrazio per i complimenti,sono un suo collega e l'avevo conosciuta ad una conferenza tenutasi a Bologna qualche anno fa.Le rinnovo la mia stima e la invito a proseguire sempre convintamente con il suo magnifico lavoro.Cordiali saluti!

  • #94

    bob (martedì, 14 dicembre 2010 19:21)

    @RetiredAFB
    Ciao,
    forse non mi sono spiegato bene, ma come immagino saprai, dai tuoi studi e da quelli di tuo fratello (?), una foto e' sempre sgranata, dipende dallo zoom che ci applichi. Le astronavi che qualcuno vede in quella foto sono troppi pochi pixel per avanzare ipotesi, perche alla fine non e' una questione di chi deve dimostrare cosa, altrimenti, e' facile: Io ti sfido a dimostrare che quella che vedi non sono qui quo qua con i lumini. Dai! Forza! Mi dispiace ma non e' per niente evidente che siano astronavi.
    Naturalmente la foto non era sgranata in origine ma le tre astronavi un pochino direi di si. Non pensi?

  • #95

    RetiredAFB (martedì, 14 dicembre 2010 20:04)

    Santo cielo,ma chi ha detto che sia evidente che quelle siano astronavi?Ma ci fai o cosa?Io ho detto a voi soloni dell'informatica,di dimostrare che quello è un difetto di pixelizzazione,dato che siete voi a sostenerlo!E'chiaro o devo ripeterlo per la milionesima volta?
    E non pisciate fuori dal vaso please!
    Ah,se non lo sapessi ancora Bob,qui quo e qua non esistono...è facile dimostrare che non siano loro...oppure tu li hai incontrati di persona?
    E perchè un punto di domanda dopo "tuo fratello"?

  • #96

    bob (martedì, 14 dicembre 2010 20:12)

    Ciao RetiredAFB,
    Santo cielo,ma chi ha detto era un difetto di pixelizzazione (io sono quello che si firma bob come puoi vedere giusto sopra in grassetto)? Ma ci fai o cosa?
    Ah,se non lo sapessi ancora RetiredAFB, gli alieni non esistono... è facile dimostrare che non siano loro...oppure tu li hai incontrati di persona?
    Scusami RetiredAFB, non ti arrabbiare per il banale specchio riflesso ma non puoi negare che ci stava :) .

  • #97

    RetiredAFB (martedì, 14 dicembre 2010 21:01)

    E intanto non rispondi...questo è evidente a tutti...ma si sa,quando si finiscono gli argomenti,o si insulta,o si denigra.
    Se il mezzo che usi per smontarmi è lo specchio riflesso,ti giuro,mi fai spaccare dalle risate!!Ma braaaaaavooooooo!

    Ps:e chi ti ha detto che non li abbia incontrati?Se non ci credi,fatti tuoi.Di sicuro tu non hai incontrato qui quo e qua!Almeno su questo io posso seccamente smentire te,ma tu non puoi fare specchio riflesso con me...

  • #98

    ennio piccaluga (giovedì, 16 dicembre 2010 08:47)

    simpatica la diatriba fra Bob e RetiredAFB. Traspare dalla loro polemica la passione.....la giovane età. Invito tutti ad abbandonare le assolute certezze ed a considerare la realtà con più...possibilismo. Per Bob: non bisigna aspettare, per credere nell'esistenza di qualcosa, di osservarla personalmente. Quanti miliardi di avvistamenti sarebbero necessari? In teoria, basterebbe una sola testimonianza affidabile. Per ora, siamo ad alcuni milioni....Per RetiredAFB, lo invito ad usare maggior gentilezza berso Bob e verso gli scettici in generale. Spesso sono in assoluta buona fede e, in ogni caso, se non ci fossero gli scettici, non ci sarebbero neanche questi forum. Quindi, per quanto mi riguarda....grazie grazie RetiredAFB ma, soprattutto, grazie Bob

  • #99

    Dario Saba (domenica, 19 dicembre 2010 17:58)

    straordinario questo forum. Finalmente gente che spiega senza inveire e cambiare continuamente tema. Forse non è un caso che abbia totalizzato un record di interventi. Vita su Marte? Sarei scettico, ma dopo gli apprezzamenti di Piccaluga (ma soprattutto dopo i suoi chiarimenti) non so che pensare, per cui....mi astengo da un giudizio conclusivo.

  • #100

    LORENZO M. (martedì, 21 dicembre 2010 17:07)

    Quota 100 evvai!!!!XD
    Auguri a tutti!

  • #101

    ennio piccaluga (martedì, 21 dicembre 2010 23:45)

    non è un caso che questo forum abbia realizzato un record di interventi. Certi argomenti in realtà hanno un certo seguito ed il nostro sito http://centroufologicobenevento.wordpress.com è frequentatissimo: solo oggi quasi 1200 visite. Veniteci a trovare, anche su www.elleepi.com/mars

  • #102

    ennio piccaluga (martedì, 21 dicembre 2010 23:47)

    e comunque, grazie a Ufoonline per la gentile ospitalità

  • #103

    Jotto (mercoledì, 22 dicembre 2010 15:49)

    Professore lei scriva più articoli su Ufoonline che nel mio paese Area di Confine non arriva :(

  • #104

    Ennio Piccaluga (giovedì, 23 dicembre 2010 15:06)

    x Jotto
    chi non riesce a trovare Area di Confine può scrivere a edicola@acaciaedizioni.com inviando nome e indirizzo dell'edicola dove vorrebbe trovare la rivista ogni mese, e la troverà sempre. Ciò non esclude tuttavia che possa scrivere altri articoli per gli amici di Ufoonline.

  • #105

    Marco (giovedì, 23 dicembre 2010 16:08)

    Ho letto quasi tutti gli interventi, e per prima cosa devo difendere una grandissima scienziata come la Hack. Io come la Hack e come tutti siamo quasi sicuri che esistano altre civiltà nel cosmo, sugli Ufo ognuno ha la sua idea. La Hack da scienziata deve parlare tramite fatti e prove inconfutabili. Io penso che alcuni Ufo siano extraterrestri, ma convengo con il pensiero della Hack quando parla in un certo modo. Per un semplice motivo: se fossero extraterrestri la cosa può avere due strade. La prima, la velocità della luce la si può abbattere, la seconda, hanno viaggiato a velocità relativistiche....però la Hack giustamente pensa...."ma una civiltà che viaggia a velocità "standard" e impiega centinaia di anni ad arrivare fin qui, che fa, si mette a giocare a nascondino??", per quanto riguarda la velocità della luce ahimè, non abbiamo NESSUNISSIMO elemento che possa farci dire con certezza che sì questa barriera la si può abbattere, e quindi se attualmente la fisica ci da prove che questa barriera non si può abbattere come possono gli Ufo essere extraterrestri?? Esistono diverse teorie sui viaggi interstellari, ma TEORIE, non certezze, la stessa Nasa non nasconde affatto di studiare il modo per poterli effettuare magari anche grazie ad una sorta di tecnologia a curvatura!! La Hack e Piero Angela per fare due esempi, dicono apertamente che una piccola percentuale di avvistamenti è inspiegata,e si possono fare diverse teorie...e la scienza segue la regola "che la spiegazione più logica è quella più vera", quindi necessariamente la spiegazione ET, comunque considerata è all'ultimo posto, perchè appunto non esiste NESSUNA prova sul come possa essere possibile abbattere certi limiti nei viaggi spaziali.
    Sul discorso Marte la Nasa dovrebbe essere più onesta solo nel dire che certe immagini anzichè spiegarle unicamente con questione di pixel e roba varia dovrebbe dire semplicemente questo: "Non sappiamo cosa siano, abbiamo delle teorie, pensiamo siano questo, però ci servono ulteriori dati per capire di più", punto. Infatti io ascolto con interesse il lavoro di Piccaluga, e il pensiero dei vari scienziati, perchè tutti hanno teorie, ma nessuno prove inconfutabili.

  • #106

    ennio piccaluga (sabato, 25 dicembre 2010 11:47)

    gent.mo Marco
    oggi è Natale. Sarà una coincidenza, ma le sue parole potrebbero riappacificare la scienza ufficiale con quella eretica. In fondo, da prospettive diverse, si ricerca con amore e passione la spiegazione agli stessi misteri. Ma non è una coincidenza e ciò che lei ha detto è realmente ispirato da intelligenza e buon senso. Quanto alla Hack, detesto coloro che la attaccano gratuitamente, e ancor di più se si appellano alla sua età, non più giovanissima. Sarebbe augurabile per tutti di mantenere una simile lucidità e intelligenza e di invecchiare come lei. E' scettica a livello ufficiale ma la sua apertura mentale lascia trasparire con evidenza che non esclude nessuna soluzione, per quanto ....diversa. Vadano a lei il nostro affettuoso saluto ed i nostri sinceri auguri.

  • #107

    Silvio (sabato, 25 dicembre 2010 15:38)

    Concordo, la Hack non si tocca. E Piccaluga ....neanche

  • #108

    fabian (lunedì, 03 gennaio 2011 22:33)

    Ho letto Ossimoro Marte. E' l'unico libro su Marte che accenna soltanto alla face di Cydonia. Parla invece di un'infinità di particolari inediti e sconosciuti a tutti gli altri autori. Assolutamente straordinario

  • #109

    Giovanni M. (mercoledì, 05 gennaio 2011 15:41)

    Chi scrive ha fatto parte nel passato (suo malgrado ...) di una struttura statale che, tra l'altro, si occupa di sicurezza. Grazie a ciò ho avuto la possibilità di accedere ad informazioni che, con un eufemismo, mi sento di definire "non esattamente accessibili ai più ..."! Condenso e sintetizzo al massimo il mio pensiero, che ho formato lungo quasi 40 anni di studi e di "lettura" di documenti di varia natura, ed affermo (sposando in toto le conclusioni alle quali il gentile ing. Piccaluga perviene) che a far data dal primo dopoguerra gli Usa in primis, e dopo a seguire, in una sorta di "santa alleanza del cover-up", la ex Unione Sovietica, la Gran Bretagna, la stessa Italia, la Francia e un'altra "manciata" di Stati, hanno concentrato i loro sforzi per tenere all'oscuro l'Umanità in tema di questione aliena. Le ragioni sono di una semplicità disarmante: una rivelazione alle masse su scala globale ed incondizionata della questione de quo significherebbe abdicare in larga misura al potere dei governi (e di coloro che stanno 2dietro le quinte" dei governi) e delle varie confessioni religiose (specie quelle c.d. monoteiste) sui popoli; ma non solo, significherebbe anche "aprire" a conoscenze scientifiche in tema di energia a costi irrisori (se non addirittura prossimi allo "0")che cancellerebbero in tempi brevi l'attuale sistema globale dell'energia e degli approvvigionamenti, il che riverbererebbe istantaneamente sui delicati equilibri dell'apparato economico internazionale, determinando rapidamente lo spirare degli immensi interessi in gioco. Ma qualcosa bisogna pur "rivelarla" ... ed allora ecco le varie "aperture degli x-files" nonché tutta l'altra nota sarabanda di rivelazioni di varia natura e, per fare da contraltare, le "autorevoli" prese di posizione di certa "scienza ufficiale" e dei "non credenti ad oltranza", qui nell'italietta nostrana rappresentati dagli adepti del CICAP (peccato che il figlio di qualcuno di loro ... abbia fatto parte per anni di un circolo occultista-esoterico caro a certi ambienti d'una tra le più grandi città del Paese ...)e da certi scienziati (la gentile Signora Hack tra i massimi esponenti) i quali, per ragioni sulle quali è opportuno sorvolare, hanno scelto di sposare quella che, personalmente, non faccio fatica a definire ""la congiura del silenzio""! Il metodo è di una semplicità disarmante, e ben viene descritto attraverso la teoria del bracciale di diamanti: ""non voglio che i ladri possano giungere a rubare il mio prezioso bracciale di diamanti, quindi lascio che se ne parli mostrando noncuranza e, ogni tanto, smentendo la notizia ... intanto tengo il gioiello semplicemente poggiato, quasi con distrazione, su un anonimo mobile del salotto! Tutti lo vedranno ma non lo riconosceranno, molti ne parleranno ... ma invano!

  • #110

    silvio l. (martedì, 11 gennaio 2011 19:22)

    interessanre intervento, quello di Giovanni. Quando parla qualcuno che sa come vanno certe cose, si fa un passo avanti verso la verità. Dobbiamo tutti molto a Piccaluga che per la prima volta ha mostrato ciò che mai nessuno ha mostrato, neanche oltreoceano. Come abbia fatto a scoprire ciò che nessun altro ha osservato, rimane un mistero, ma a noi non rimane che prendere atto del fatto che su Marte ci sono chiare, evidenti strutture artificiali.

















  • #111

    fulvio (lunedì, 07 marzo 2011 23:01)

    e

  • #112

    fulvio (lunedì, 07 marzo 2011 23:18)

    domando scusa per la e;dovevo capire se potevo scrivere dentro.
    gli scienziati che cosa sono?
    io purtroppo non ne conosco ma ne sento molto parlare.
    non conosco neanche politici ma quelli li sento parlare.
    mi chiedo di noi quanti si fidano dell'onesta dei politici...
    penso pochi e penso che uno scienziato non sia ad un livello di intelletto superiore a quello di un politico,ma che questo intelletto lavori in un ambito
    diverso.talvolta e forse piu spesso del pensato politici e scenziati lavorano
    insieme da posizioni diverse,quindi io dubiterei anche degli ultimi.
    e plausibile dubitare anche della fede di sacerdote,ed il clero è come il parlamento.tutti quelli che fanno scenza per lo stipendio ci possono fregare
    come faccio io in piccolo nel mio lavoro per risolvere difficoltà.
    certo che se la politica investe nella scenza e perche la scenza da potere.
    scusandomi degli errori ortografici(sono un poco ignorante)Marte ha un valore
    non so quale sia ma ha valore
    buonasera a tutti

  • #113

    glentini@unime (lunedì, 18 aprile 2011 16:55)

    non conosco a fondo l'argomento,ma credo che c'è stata e ci sia vita nell'universo

  • #114

    marco (martedì, 14 giugno 2011 16:47)

    ma se il pregiatissimo egregio dottor. piccaluga , non sa nemmeno cosa sia la ram e cosa sia la rom, ma che ca@o parliamo a fare.

    cordiali saluti

  • #115

    Ennio Piccaluga (giovedì, 04 agosto 2011 00:00)

    gran bel forum, questo di ufoonline, con interventi di classe come quello di Giovanni M., Fabian, Silvio L. Poi compaiono interventi sconclusionati dal significato oscuro, infantili. Mi scusi il sig. Fulvio, ma qual'è il senso delle sue parole? Non è che ha sbagliato forum? E lei sig. Marco si rende conto di aver detto frasi senza senso? Che c'entrano la RAM e la ROM in questa sede? No, non penso che questi interventi "strampalati" siano casuali. Sono però funzionali ad abbassare il livello di forum che rischiano di diventare ...troppo interessanti. Chi può, interviene con post senza senso. Chi non può farlo chiude il forum, così come ha fatto Claudia di Giorgio, gestore del sito italiano di Scientific American, allorquando una valanga di interventi pro Ossimoro Marte ha ristabilito certi equilibri poco artatamente equilibrati. Vi invito a visionare questo forum, illuminante su come viene gestita certa informazione "scientifica". Addirittura qualcuno si è spacciato per il planetologo Gianni Viola con affermazioni false, poi smentite dal vero G.V. E' successo di tutto ed un umile personaggio come Chiro con poche battute ha dimostrato a sedicenti scienziati come può essere distruttivo anche un meteorite di soli 5 Km di diametro. Leggetelo questo forum, ne vale proprio la pena, ma fino alla fine.
    http://digiorgio-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/09/09/ai-confini-della-decenza/

  • #116

    Franco (mercoledì, 10 agosto 2011 19:57)

    Ho letto Ossimoro e sono pienamente a favore dell'Ing.Piccaluga ritengo le sue analisi molto profonde, e ricordatevi tutti che quando si cerca di spiegare dei misteri e si scende nei dettagli come ha fatto l'ingegnere è molto facile fregarsi con le proprie mani, invece mi sembra che non sia proprio questo il caso, anzi! @Ing.Piccaluga, mi sa dire quando uscirà Ossimoro 2?

  • #117

    Nick123 (lunedì, 15 agosto 2011 17:39)

    La versione italiana della rivista "Scientific American" non e' SCIENCE come suggerito (e ci mancherebbe, Science, inInglese e' molto piu' prestigioso di Scientific American, di fatto molto piu' divulgativo), ma un piu' modesto "le Scienze".

  • #118

    Roby (lunedì, 15 agosto 2011 19:58)

    che il sito le Scienze fosse più "modesto" di Science è evidente, considerando anche il poco scientifico modo di procedere utilizzato per stoppare le magra figura raccattata cercando di screditare il lavoro dell'ing. Piccaluga

  • #119

    Gianfanco (domenica, 23 ottobre 2011 22:53)

    La filosofia nasce prima della scienza e prima della scienza arriverà alla verità. La verità di cui parlo è il raggiungimento della consapevolezza assoluta ( onniscienza ). La verità attuale è condizionata dalla convenienza quantizzabile economicamente, va da sè che sia tutto relativo, dovremmo guardare oltre sottosdando alla logica della filosofia, spenderemmo meno in risorse materiali ed umane, arrivando a scoprire realtà oggi impensabili. Diamo tempo al tempo, la verità verrà rivelata a tempo debito. Rispondendo alla domanda " perche io sono intelligente e me lo chiedo " molti lati oscuri dell'argomento trattato in questo sito, si chiariranno spontaneamente e in modo inequivocable.
    Serenità a tutti.
    Gianfranco

  • #120

    fulvio (domenica, 12 febbraio 2012 23:33)

    voglio scusarmi con Piccaluga per il mio intervento confuso.
    intendevo che dubitare della sua onestà intellettuale a favore di
    scenziati accreditati sarebbe un torto.

  • #121

    Igor (domenica, 11 marzo 2012 02:47)

    Parlate di cose che non capite e che non conoscete e che... in ogni caso... non vi riguardano. E non vi devono riguardare! Occupatevi di altre cose! Fate così!

  • #122

    fulvio (martedì, 20 marzo 2012 19:05)

    si è vero,dico la stessa cosa ai bambini :"non capite non conoscete".
    poi però mi pento perchè sono stato troppo imperativo,senza tolleranza e inutilmente
    categorico.

  • #123

    ennio Piccaluga (giovedì, 07 giugno 2012 15:40)

    Certo Fulvio, sei scusato per le tue idee. Non solo perché confuse, ma perché basate sulla non conoscenza di ciò su cui hai preteso di pontificare. Ringrazio Franco per i riconoscimenti: Ossimoro Marte II (ma il titolo è provvisorio; quello reale sarà, come in passato, un'originale sorpresa)dovrebbe essere pubblicato entro fine anno. Maggiore sarà l'attesa, più sarà la sorpresa e l'emozione che potrà generare. Criptico invece l'intervento di Gianfranco, ma fra le righe ci sono suggerimenti che solo "chi sa" può rilasciare. A buon intenditor...... Franco, Gianfranco....questi nomi non mi risultano nuovi...

  • #124

    Dario (mercoledì, 11 luglio 2012 20:47)

    Trovo le teorie di questo Piccaluga a dir poco risibili. Ci sono migliaia di modi per smontare, punto per punto, quel che dice. Davvero, è l'apoteosi della fantascienza. Da come parla, è ovvio che ignora tante di quei concetti relativi alla geologia, alla geomorfologia, alla geochimica, alla geofisica, che non vale neanche la pena stare ad ascoltarlo!
    Che Marte abbia ospitato la vita, e la ospiti tutt'ora, è possibile. Ma che abbia dato i natali a forme di vita intelligente, questo davvero è assurdo.

  • #125

    Dario (mercoledì, 11 luglio 2012 21:01)

    Tutto questo ha un nome: pareidolia.
    Ci credo che gli ufologi vengano derisi, appena cercano di spiegare certe teorie... non hanno uno straccio di prova, nessun riscontro scientifico (ah, già, io sono uno scientista...).
    Sono teorie buone per vendere libri tra appassionati, ci credo che la Hack le abbia liquidate così.

  • #126

    Dario (mercoledì, 11 luglio 2012 21:17)

    Cosa ci fa un ritratto dell'ex-presidente Richard Nixon sulla superficie terrestre???

    http://i50.tinypic.com/9hp0u8.jpg

    Ah, no... è solo il Mount St. Helein fotografato dalla ISS. Un normale gioco di luci ed ombre, nel quale ognuno vede quel che desidera.
    Appunto... pareidolia!

  • #127

    Carlo (domenica, 05 agosto 2012 17:48)

    Dario.. ehm.. invece di fare 3 interventi.. provare a smontarne una in una decina di modi sarebbe già un bel passo avanti per la tua credibilità e darebbe un contributo costruttivo all'intero forum.
    Ad ogni modo ricordo "il mito" della città di Troia che giunse a noi attraverso l'Iliade e l'Odissea.. due poemi omerici.
    Omero non si sa nemmeno se sia veramente esistito, eppure egli ci ha narrato queste storie che sono giunte fino a noi.
    La storia ci dice poi che un bel giorno l'archeologo Heinrich Schliemann scoprì i resti della città di Troia.
    La città di Troia è ora patrimonio dell'umanità. E' uscita dal mito.
    E' tempo di far conoscere all'umanità il suo patrimonio complessivo, non solo quello presente sulla Terra.
    In un mondo ideale, dove la conoscenza è di tutti, se l'uomo fa spedizioni sulla Luna o su Marte queste vengono rese pubbliche in ogni loro aspetto. Ma ad alcuni fa comodo che la conoscenza rimanga confinata a pochi, così da manipolare più facilmente le menti impreparate.

  • #128

    Ennio Piccaluga (venerdì, 31 agosto 2012 15:37)

    Gentile Dario
    fra i tanti modi per smontare le mie tesi, le ricordo il primo, e fondamentale: conoscere le tesi in oggetto. Non ho mai affermato, per es., che Marte abbia dato i natali a forme di vita intelligente (anche se in linea di massima non posso escluderlo). Ciò che ho detto è ben diverso, ma sono stufo di dare chiarimenti a chi si inventa mie presunte tesi "da smontare in decine di modi". Si legga Ossimoro Marte, se vuole criticarlo, altrimenti si astenga dal commentare e "taccia per sempre". Quanto all'immagine paraeidolica di Nixon, sul numero di Agosto di Ufo Notiziario, ancora in edicola, c'è un mio articolo con immagini infinitamente più definite ed evidenti di quella, penosa, da lei proposta. Con la sola differenza che parliamo di siti marziani.
    Aspetto le sue scuse.

  • #129

    Simone (giovedì, 03 gennaio 2013 11:41)

    Continuo a chiedermi dove siano tutte queste strutture artificiali su Marte... Possibile che nessuno sia riuscito a scorgerne la presenza, tranne l'autore del libro in questione? Onestamente provo tristezza per tutti gli accoliti di certi visionari, che gridano puntualmente al complotto per cercare di giustificare la totale assenza di prove a sostegno delle proprie tesi, spesso capaci di travalicare i limiti del ridicolo...
    Quanto a Piccaluga, direi che si commenta da solo, come personaggio.
    Continua ad affermare che l'Uomo non sia mai sbarcato sulla Luna; continua a dire che il Bosone di Higgs non esiste; vede tracce di forme di vita intelligente su Marte che nessuno ha mai visto... insomma, si nutre a piene mani nel sottobosco culturale che appesta l'ambiente ufologico. Basterebbe leggere il suo articolo intitolato "La scienza ed il Bosone di Higgs", per capire lo spessore del personaggio!
    Anche la scoperta del bosone sarebbe un complotto!
    Questo atteggiamento di Piccaluga, fa parte di una semplice elucubrazione mentale: sconfessare tutto, per rendere credibile, a quel punto, qualsiasi cosa. Ecco la tattica dell'esperto Piccaluga. E non ci vogliono scienziati o psichiatri per smontarla. Basta un minimo di scaltrezza.
    Tra l'altro, basta vedere come tenta di liquidare i commenti di chi manifesta dissenso dalle sue idee, per capire quanto sia convinto!
    Aspettiamo un'ulteriore edizione del libro "Ossimoro Marte", così potremo continuare a leggere le ultimissime scoperte, di indubitabile valore, dell'uomo che conosce il segreto di Marte!

  • #130

    Frenco (mercoledì, 31 luglio 2013 11:55)

    Simone fai ridere.

  • #131

    Rosy (domenica, 28 dicembre 2014 11:52)

    Di certo Piccaluga porta avanti delle teorie originali e non si allinea pedissequamente alle direttive della scienza ufficiale. Quelli come Simone, supini ad una scienza preconfezionata, non scopriranno mai niente con la loro mancanza di spirito critico. Piccaluga potrebbe anche non aver ragione, ma spero che ci sia sempre qualcuno come lui che ci stimoli e ci faccia venire dei dubbi e che abbia il coraggio di confrontarsi con le verità precostituite. Spero che i nostri giovani mutuino da lui lo spirito critico e la non condiscendenza passiva di chi demanda ad altri la costruzione delle proprie certezze. Sbagliare è un diritto che acquisisce solo chi ha il coraggio di andare oltre.