WIKILEAKS/ I segreti del governo americano

Pubblicati dal NYT le prime agenzie sui segreti USA. Clamore in tutto il mondo. Per il premier italiano party selvaggi. Definito inaffidabile e stanco. Ma non solo: Il Cavaliere vanitoso e incapace di guidare un paese moderno. Il francese Sarkozy ridicolizzato: è un imperatore nudo. Ahmadinejad sopranominato il "nuovo Hitler", anche gli  arabi volevano la guerra contro di lui. Gli Stati Uniti? Spiavano L'ONU! Sul sito di Assange 3012 file sull'Italia, governi Prodi e Berlusconi. Segui la nostra diretta.

07/12/2010 15:35

Julian Assange arrestato a Londra

La fuga di Julian Assange è finita. Il fondatore di WikiLeaks si è presentato questa mattina alla polizia britannica, a Londra, ed è stato arrestato. Contro di lui pesa un mandato di cattura internazionale per il presunto stupro, in Svezia, di due donne.

Accuse che il giornalista australiano ha sempre negato. Dopo essere interrogato dalla polizia britannica, è apparso davanti ai magistrati della corte di Westminster che decideranno sull'estradizione.

07/12/2010 15:30

Gordon Brown chiese clemenza per McKinnon hacker ufo

Gordon Brown ha subito un imbarazzante rifiuto da parte del governo del presidente Obama, quando il Primo Ministro ha suggerito che l'hacker inglese Gary McKinnon, -il famoso pirata informatico che ha cercato ri trafugare segreti ufo sui server del pentagono-, potesse essere incarcerato nel suo paese d'origine. Lo rivelano alcuni file di Wikileaks. Gli scritti diplomatici mostrano che il governo inglese premeva sulla Casa Bianca per adottare un approccio più favorevole su McKinnon, che soffre della Sindrome di Asperger.

03/12/2010 15:55

Assange al Guardian: esistono documenti sugli Ufo

"Un mucchio di svitati ci inviano mail sugli Ufo o su come abbiano scoperto di essere l'anticristo, ma per ora non hanno rispettato le nostre due regole fondamentali: che i documenti siano di fonte terza e che siano originali", spiega Assange, aggiungendo però che "va notato che in alcuni documenti ancora inediti vi sono in effetti dei riferimenti agli Ufo". Vai al nostro approfodimento su questa dichiarazione.

02/12/2010 12:20

Putin sapeva dell'intenzione di uccidete Litvinenko

Vladimir Putin doveva essere a conoscenza delle operazioni per assassinare Alexander Litvinenko, l'ex agente del Kgb rifugiatosi a Londra. Il 7 dicembre 2006, due settimane dopo la sua morte in ospedale, Dan Fried, assistente dell'allora segretario di Stato Condoleeza Rice per gli Affari europei ed euroasiatici e attuale inviato speciale di Barack Obama per la chiusura del carcere di Guantanamo, incontra Maurice Gourdault-Montagne, consigliere diplomatico dell'allora presidente francese Chirac. Commentando il complotto, si chiede "se elementi sciolti della sicurezza potessero operare, nondimeno in Gran Bretagna, senza che Putin lo sapesse [...] data la sua attenzione per i particolari".

02/12/2010 11:57

Nuove rivelazioni asse Italia-Russia: torbide relazioni

Wikileaks ha messo online mercoledì sera il documento relativo al giudizio americano sui rapporti tra Italia e Russia in cui sono contenute alcune delle anticipazioni di cui si era parlato nei giorni scorsi e anche molte altre, piuttosto severe nei confronti di Silvio Berlusconi e della limpidezza di questi rapporti.

Si tratta del “cable” dell’ambasciata di Roma firmato dall’allora ambasciatore Spogli e classificato “segreto” del 26 gennaio 2009, intitolato “I rapporti tra Italia e Russia visti da Roma”. È un testo abbastanza lungo il cui contenuto è così riassunto:

 

Le relazioni italiane con la Russia sono complesse e comprendono simpatie ideologiche, calcoli geostrategici, pressioni commerciali, dipendenze energetiche e rapporti personali tra i leader. La combinazione di questi fattori crea una forte tendenza per la politica estera italiana a essere molto ricettiva nei confronti degli sforzi russi per guadagnare una maggiore influenza politica nell’Unione Europea e per sostenere gli impegni della Russia a diminuire gli interessi sulla sicurezza in Europa degli Stati Uniti. Nella relazione con la Russia, il tema bilaterale più importante è l’energia e la ricerca di forniture di energia stabili dalla Russia spesso costringe l’Italia a compromessi sulle questioni politiche o di sicurezza. Un fattore concomitante non irrilevante è il desiderio del Primo Ministro Berlusconi di mostrarsi un protagonista europeo importante in politica estera, che lo spinge dove altri non osano.

30/11/2010 17:34

Spagna: le pressioni degli Usa

L'ambasciata Usa a Madrid utilizzò "mezzi importanti per frenare o boicottare" procedimenti giudiziari avviati in Spagna contro politici o militari statunitensi. Lo riferisce il quotidiano spagnolo 'El Pais', pubblicando i documenti del Dipartimento di Stato resi noti da Wikileaks. Inoltre per persuadere gli alleati ad accogliere i prigionieri di Guantanamo, Washington, in difficoltà, avrebbe anche offerto denaro: vennero offerti 85mila dollari per ogni prigioniero di Guantanamo accolto.

30/11/2010 00:23

Armi nucleari in Germania Belgio e Olanda...e Italia?

Uno dei rapporti diplomatici diffuso oggi da Wikileaks viene dall’ambasciata USA, è diretto al Dipartimento di Stato a Berlino e fa riferimento a testate nucleari americane presenti sul territorio tedesco, turco, belga e olandese. La trascrizione dell’11 novembre 2009 è classificata “Confidenziale” riguarda il vicesegretario di Stato USA per gli Affari Europei Phil Gordon e il Consigliere per la Sicurezza Nazionale Christoph Heusgen.

La presenza di armi nucleari in Belgio, Olanda, Turchia, Italia e Germania è sospettata da molti anni ma è sempre stata negata ufficialmente. Se ne era riparlato quest’anno con la pubblicazione di un articolo di Time e di un altro sul sito Global Research molto ripreso in rete. La conferma su quattro dei cinque stati legittima inevitabilmente delle domande sul quinto, l’Italia.

29/11/2010 18:32

Gli Usa avviano indagini penali

Sono state avviate 'indagini penali su Wikileaks: la diffusione di questi documenti ha messo in grave pericolo funzionari americani in tutto il mondo'. Lo ha detto il ministro della Giustizia Usa, Eric Holder. Intanto risulta che sono circa seimila i dispacci in possesso di Wikileaks trasmessi a Washington dalle ambasciate Usa nei Paesi della ex Jugoslavia. Un centinaio di files sono relativi al periodo delle guerre degli anni novanta.

I documenti sono talmente tanti che ne usciranno per mesi.

29/11/2010 18:18

Berlusconi: gossip dei giornali di Sinistra

Il premier non si cura delle opinioni di «funzionari di terzo o quarto grado» che «vengono poi riportate da giornali di sinistra». Ed è in ogni caso sicuro di non frequentare «festini selvaggi». Anzi, c'è da chiedersi «chi paghi le ragazze che parlano di me». Silvio Berlusconi interviene sulle comunicazioni tra le ambasciate americane nel mondo e Washington, rese note dal sito di Julian Assange, dalle quali emerge un giudizio tutt'altro che positivo sul capo del governo italiano definito, tra l'altro, «portavoce di Putin in Europa» nonché «incapace, vanitoso e inefficace come moderno leader europeo» anche perché spesso stanco a causa dei «festini selvaggi».

29/11/2010 11:25

Lieberman: Obama deve chiudere il sito

Americani ai ferri corti. Il senatore statunitense Joe Lieberman, che presiede la Commissione Homeland Security e Affari Governativi del Senato Usa, chiede a Barack Obama con urgenza di "chiudere" Wikileaks. Forse ignorando il fatto che i server sono in Islanda e che gli Usa non hanno giurisdizione, possono solo oscurare la piattaforma negli Stati Uniti.  Prossima mossa invadere l'Islanda... e dichiarare guerra agli iceberg.

29/11/2010 10:05

La Russia «è virtualmente uno Stato della mafia».

Così i diplomatici americani secondo i documenti di Wikileaks riportati dai siti di alcuni quotidiani Usa. La Russia e le sue agenzie usano i boss della mafia per effettuare le loro operazioni, la relazione è così stretta che il Paese è divenuto «virtualmente uno stato della mafia».

29/11/2010 10:00
Pronti altri 250 mila documenti

E' una vera e propria tempesta diplomatica quelle che sta venendo fuori in queste ore. L'ONU messo sotto controllo dagli Stati Uniti, le critiche a tutti i leader occidentali, la stroncatura dell'italia, i commenti sferzanti sui reali inglesi, e gli attacchi della Cina a Google. Ma il grosso deve ancora venirem vi sono 251.287 altri documenti, la maggior parte dei quali risalenti agli ultimi tre anni, quindi carne fresca si direbbe.

Berlusconi non commenta e liquida tutto con una risata. Oggi sarà da Gheddafi per il summit Ue-Africa.

 

29/11/2010 9:32

Niente rifugio per Assange, patron di Wikileaks

L'Australia si rifiuta di offrire rifugio al suo cittadino Julian Assange, fondatore del sito Wikileaks che ha cominciato a rilasciare oltre 250 mila documenti segreti del Dipartimento di Stato Usa. Il ministro della Giustizia Robert McClelland ha detto oggi ai giornalisti che la polizia federale sta indagando sulla possibilità che siano state violate delle leggi australiane. Il ministro ha aggiunto di non essere al corrente di richieste da parte di Washington di cancellare il passaporto australiano di Assange, ma non ha escluso un simile provvedimento. Ha aggiunto che sono all'esame diverse opzioni da parte di agenzie governative, in risposta all'ultima diffusione di materiale classificato Usa. "Potenzialmente vi è un certo numero di leggi penali australiane che potrebbero essere state violate", ha detto. Intanto il ministro della Difesa Stephen Smith ha confermato che una speciale task force intergovernativa sta studiando i documenti per accertare quale danno possa derivare dalla loro pubblicazione. In precedenza, la premier Julia Gillard aveva condannato la diffusione dei documenti come irresponsabile e potenzialmente dannosa agli interessi di sicurezza nazionale.

29/11/2010 9:27

Motoscafi per Teheran
Le tensioni fra Roma e Washington emergono da un altro cablo inviato dall'ambasciata di Roma a Foggy Bottom. Gli Usa avevano chiesto all'Italia di bloccare la prevista consegna di 12 motoscafi all'Iran con i quali, era la paura americana, gli iraniani potevano colpire le navi statunitensi nel Golfo. Solo «dopo mesi di traccheggio nei quali 11 barche sono state consegnate», l'Italia fece marcia indietro.

Il soldato Manning
Il soldato Manning

28/11/2010 23:27

Chi è stata la Gola Profonda?

Hacker e 007 di professione di tutto il mondo stanno cercando da mesi di carpire a Wikileaks uno dei suoi segreti meglio custoditi: cosa contenga un misterioso file criptato messo in rete dal sito “pirata” alla fine di luglio, il cui codice d’accesso rimane a tutt’oggi inviolato. L’ipotesi - che comincia a circolare tra gli esperti - è che vi sia racchiusa l’immensa mole di documenti riservati della rete diplomatica americana di cui il sito, specializzato in rivelazione di segreti di Stato, ha annunciato l’imminente pubblicazione. Oppure, è un’altra tesi, conterrebbe l’intera “soffiata” fornita dal soldato Bradley Manning, attualmente in carcere negli Stati Uniti con l’accusa di divulgazione di documenti top secret.

28/11/2010 23:22

Pressioni sulla Germania

Funzionari americani ammonirono nel 2007 la Germania a non incriminare alcuni agenti della Cia che avevano rapito per errore un cittadino tedesco per un caso di omonimia con un sospetto terrorista. L'innocente era stato detenuto per mesi in Afghanistan. Un alto funzionario americano aveva detto ai tedeschi ''che non è nostra intenzione minacciare la Germania, ma piuttosto sollecitare il vostro governo a soppesare con cura ad ogni passo le possibili implicazioni nei rapporti tra i due paesi'', rivelano i documenti pubblicati oggi dal New York Times.

28/11/2010 23:08

Consegna di armi ai terroristi

I documenti pubblicati da Wikileaks descrivono la lotta fallimentare degli Stati Uniti per fermare la fornitura di armi da parte della Siria agli Hezbollah in Libano, che ha accumulato un enorme deposito dai tempi della guerra del 2006 contro Israele. Una settimana dopo la promessa del presidente Bashar al-Assad a un alto funzionario del dipartimento di Stato secondo cui non avrebbe spedito "nuove" armi agli Hezbollah, gli Stati Uniti si sono lamentati di aver avuto informazioni secondo cui la Siria stava fornendo armi sempre più sofisticate al gruppo terrorista.

28/11/2010 21:20

Il Foreign Office condanna Wikileaks, e il Guardian mette tutto on line

Ancora una dura condanna del Foreign Office sulla fuga di notizie di Wikileaks, l'ultima operazione del sito giornalistico viene stigmatizzata perché ''rischia di danneggiare la sicurezza nazionale, non è nell'interesse nazionale e, come hanno detto gli Stati Uniti, mette in pericolo vite umane''. Intanto c'è grande attesa per i primi documenti ufficiali. Il Guardian ha già on line un suo database elettronico dove arriveranno in tempo reale tutti i documenti ufficiali rilasciati. Per ora sull'Italia c'è un documento riguardante il ministro degli esteri Frattini, in un incontro con il suo omologo statunitense. Si parla di Iran e sanzioni sul nucleare.

28/11/2010 21:58

La Clinton avallò uno spionaggio sui funzionari della Nazioni Unite

Come già detto prima nel 2009 sotto il nome di Hillary Clinton, sarebbe stata inviata ai diplomatici americani una direttiva - a metà tra diplomazia e spionaggio - in cui si chiedevano dati tecnici e password sui sistemi di comunicazione usati dai funzionari Onu, dettagliate informazioni biometriche su uomini chiave come sottosegretari o capi di agenzie speciali, oltre a numeri di carte di credito, indirizzi email e numeri di telefono.

28/11/2010 21:35

Il Baratto su Guantanamo

Rivelano alcuni documenti in possesso del New York Times che, dopo le numerose polemiche riguardanti Guantánamo, i diplomatici americani fecero pressioni su alcuni Paesi stranieri perché accettassero alcuni detenuti del carcere. Alla Slovenia fu detto che se voleva incontrare il presidente degli Stati Uniti Barack Obama avrebbe dovuto accettare un prigioniero mentre all’isola di Kiribati furono offerti incentivi per milioni di dollari in cambio di un gruppo di detenuti. Gli Stati Uniti suggerirono inoltre al Belgio che accettare più detenuti sarebbe stato «un modo low cost di emergere in Europa».

28/11/2010 21:31

Alle 22:30 pubblicazione ufficiale

Ricordiamo che quelle che si stanno diffondendo in queste ore sono solo indiscrezioni rese note dal New York Times, Der Spiegel, Le Monde, El Pais, The Guardian. Coprono fino alla fine dello scorso febbraio, e rivelano gli scambi di messaggi dell'amministrazione Obama sulle crisi e i conflitti nel mondo. WikiLeaks intende pubblicare l'archivio sul proprio sito un po' per volta, a partire dalle ore 22.30

28/11/2010 21:23

L'Eni e Gazpron intesa sotto osservazione

Manca un'ora esatta alla pubblicazione ma continuano a uscire notizie ed indiscrezioni sull'italia e le sue imprese. In particolare gli Usa erano preoccupati per l'intesa tra Eni e Gazprom su Southstream, il mega-gasdotto che collegherà Russia e Ue, e la "assai cordiale relazione tra Vladimir Putin e Silvio Berlusconi". Lo scrive il britannico Sunday Telegraph, affermando che il malessere di Washington sarà raccontato dai file di Wikileaks, e confermando le voci circolate nelle ultime ore.

28/11/2010 21:17

Angela Teflon Merkel.

Così viene definita negli ambienti diplomatici la cancelliera tedesca, perché troppo fredda, perché "le cose le scivolano addosso". Lo Spiegel in edicola già oggi a Basilea rivela parte dei documenti di Wikileaks in anteprima e svela: un informatore dell'ambasciata americana ha partecipato alle riunioni di partito tra Fdp e Cdu nell'ottobre 2009, poco dopo le elezioni politiche in Germania, riferendo poi tutti i colloqui alla diplomazia americana.

28/11/2010 21:15

Da dove vengono i file segreti?

I 251.287 documenti, acquisiti per primi da WikiLeaks, sono stati forniti al New York Times da un intermediario in cambio dell'anonimato. Molti sono non classificati e nessuno riporta la dicitura "top secret" , lo status per le comunicazioni più sicure del Dipartimento di Stato. Ma circa 11.000 sono classificati come “segreti”, 9.000 come “noforn”, abbreviazione per il materiale considerato troppo delicato per essere condiviso con i governi stranieri, e 4.000 sono classificati come sia "secret" che "noforn".

28/11/2010 21:10

Gli Usa contro l'uranio Pakistano

Fin dal 2007 gli Usa hanno avviato azioni segrete, finora senza successo, per rimuovere da un reattore nucleare del Pakistan uranio altamente arricchito che «funzionari americani temevano potesse essere utilizzato per un ordigno non lecito», rivelano i documenti pubblicati dal New York Times.

28/11/2010 21:05

Gli Stati Uniti spiano i funzionari Onu

Il settimanale der Spiegel rivela da documenti che Hillary Clinton in una nota del 31 luglio 2009 ha deciso di mettere sotto osservazione i diplomatici stranieri presso le Nazioni Unite. La nota inviata dalla Clinton ha come titolo National Humint Collection Directive. Nella nota si chiede di raccogliere informazioni sui piani dell'Onu e sulle intenzioni del segretario Onu Ban Ki-Moon e del suo segretariato su temi specifici come l'Iran. La nota e' stata inviata a 30 ambasciate americane da Amman a Berlino fino a Zagabria.

28/11/2010 21:03

La Corea Del nord un periocolo per l'Unione Europea

Un grosso pericolo per l'Europa si evince dagli archivi. L'Iran ha ottenuto sofisticati missili dalla Corea del Nord in grado di colpire l'Europa occidentale. Lo afferma il New York Times citando i documenti Wikileaks.

28/11/2010 21:01

 Gheddafi e l'infermiera prosperosa

Particolarmente preso di mira Gheddafi. Di rado senza la sua "infermiera ucraina", una "voluttuosa bionda". Cosi' i diplomatici americani descrivono il leader libico che sarebbe stato infastidito da come e' stato ricevuto a New York per l'assemblea generale dell'Onu lo scorso anno.

28/11/2010 20:57
Giudizio Umiliante su Berlusconi

Diplomatici americani a Roma riportano nel 2009 come i loro contatti italiani descrivano il rapporto tra Berlusconi e Putin come 'straordinariamente stretto'. Secondo il documento, diffuso dal New York Times, il rapporto includeva 'generosi regali', lucrosi contratti in campo energetico e un 'oscuro intermediario italiano che parla russo". Secondo i diplomatici Usa Berlusconi appariva sempre piu' come "il portavoce di Putin" in Europa. "Incapace, vanitoso e inefficace come leader europeo moderno": questo il giudizio dell'incaricata d'affari americana a Roma Elizabeth Dibble sul presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

28/11/2010 20:50

La Cina Manipola Google e fa hackeraggio globale.

 Un tentativo di hackeraggio informatico globale: il Politburo cinese ha diretto l'intrusione nei sistemi informatici di Google in Cina, ha dichiarato un contatto cinese all'Ambasciata americana a Pechino in gennaio, emerge da un documento. L'hackeraggio di Google è stato parte di una campagna coordinata di sabotaggio informatico portata a termine da operativi del governo, esperti di sicurezza informatica privati e hacker fuorilegge assoldati dal governo cinese. Hanno irrotto nei computer del governo americano e in quelli degli alleati occidentali, del Dalai Lama e delle aziende americane fin dal 2002, riportano i documenti pubblicati da Wikileaks.

Scrivi commento

Commenti: 38
  • #1

    Fire (domenica, 28 novembre 2010 21:09)

    La notizia sulla Cina non mi sorprende affatto.E in effetti nemmeno le altre.

  • #2

    Penelope (domenica, 28 novembre 2010 21:27)

    L'italia ne esce male, silvio è trattato come un pagliaccio dagli Usa.
    Certo che gli americani sono dei gonzi si riempiono la bocca con la segretezza e poi si fanno sfuggire questi documenti assurdi dove sputtanano anni di diplomazia!! Come farà obama nei prossimi vertici a guardare in faccia gli altri non lo so.

  • #3

    Yale (domenica, 28 novembre 2010 21:28)

    Se non scoppia la terza guerra domani non scoppia più O_O

  • #4

    Lion (domenica, 28 novembre 2010 21:41)

    Secondo come solo uno scosiderato può mettere in giro tutti questi file mettendo a repentaglio la vita della gente, dovrebbe essere condannato alla pena di morte. Sta mettendo merda nella testa di tutti i governi di questo passo le cancellerie internazionali si odieranno. Poi è un codardo perchè non pubblica tutti gli archivi VERI anche i segreti militari ecc. Ha paura eh

  • #5

    Ulisse (domenica, 28 novembre 2010 21:53)

    Tutto questo rumore per sapere che berlusconi faceva party selvaggi? bastava guardare annozero =_=

  • #6

    Hiver (domenica, 28 novembre 2010 22:09)

    Vergogna america spiavi anche il segretario generale dell'onu
    VERGOGNA
    VERGOGNA
    VERGOGNA

  • #7

    actarus (domenica, 28 novembre 2010 22:49)

    l'infermiera di gheddafi?
    le riunioni della merkel?
    i party di berlusconi?
    il gas dalla russia?
    le spie telematiche cinesi?
    l'uranio iraniano?

    ueh ma dove sono le notizie vere ?????????????????????????????

    o la notizia è il giudizio che davano i diplomatici americani che grossomodo ricalca quello dell'uomo medio?

    vediamo nelle prossime ore se esce qualche cosa che non sapevano.

  • #8

    Fabik (lunedì, 29 novembre 2010)

    Ma scusate, di cosa devono vergongnarsi?
    Fanno i LORO interessi, lo fanno tutte le nazioni.
    Io sono convinto che la maggior parte della gente se sapesse davvero cosa dicono di loro le persone (anche le più care e fidate) alle loro spalle, bè nessuno più si rivolgerebbe la parola.
    Va le lo stesso per le nazioni.
    Non facciamo gli ipocriti, alcune, forse molte azioni sono censurabili e criticabili ma non facciamo i verginelli ed i moralisti perfavore

  • #9

    Iettator (lunedì, 29 novembre 2010 09:24)

    Certo è deprimente vedere il giudizio che hanno di noi gli americani, comunque la si pensi.

  • #10

    Ticino (lunedì, 29 novembre 2010 10:12)

    Ma Assange non sembra uno di quegli elfi del signore degli anelli con le orecchie a punta e i capelli grigio perla :P

  • #11

    momo (lunedì, 29 novembre 2010 11:08)

    Non vedo notizie su i politici americeni
    che siano santi?.
    Be dal tronde l'america fu colonizata dagli scarti inglesi.

  • #12

    Salvoxmiracolo (lunedì, 29 novembre 2010 11:16)

    Nulla di nuovo sono cose già sapute, la notizia più clamorosa è che la clinton spiava le nazioni unite, fossi negli altri membri del consiglio di sicurezza mi inca**erei di brutto, anche se sono cose risapute vederle scritte nero su bianco è un'altra cosa.

  • #13

    Oppio (lunedì, 29 novembre 2010 11:19)

    "russia stato della mafia"

    Si saranno confusi con l'italia?

  • #14

    veritas (lunedì, 29 novembre 2010 12:54)

    perkè dovrebbe essere messo a morte?!?!la verità deve venire fuori senza verità non c'è democrazia ignorante...

  • #15

    Guido (lunedì, 29 novembre 2010 13:10)

    Ma sinceramente spreravo e pensato saltasse alla luce bene altro! Di queste cose già si sapeva

  • #16

    Marco (lunedì, 29 novembre 2010 14:17)

    quoto fabik,poi sono tutte notizie che bene o male tutti sapevamo già!! berlusconi e putin si è sempre visto che avevano un rapporto più stretto...la verità è che Assange ha voluto sputtanare gli stati uniti magari per vendicarsi di torti subiti...

  • #17

    saturn87 (lunedì, 29 novembre 2010 14:27)

    l'unico rovinato qui è Obama...

  • #18

    Ekto (lunedì, 29 novembre 2010 14:27)

    Si ma infatti non mi sembrano informazioni tanto rilevanti e non vedo perchè dovrebbero vergognarsi gli americani. Pensate che gli altri paesi non facciano opera di spionaggio o non critichino gli altri capi di stato? Svegliateve che la guerra è finita.

  • #19

    Franco (lunedì, 29 novembre 2010 14:37)

    Parliamoci chiaro la teoria che ogni cosa deve essere pubblica per forza è molto pericolosa. Gli stati devono avere dei segreti, i rapporti vengono tenuti da persone è normale che ci siano scritte le debolezze e la forza dei capi di stato. Anche gli ambasciatori italiani diranno al premier cosa succedde e cosa pensano dei suoi colleghi. Tutti avremmo degli imbarazzi se ci controllano il nostro privato, chi non ha mai parlato male di un amico, un familiare, ecc. Questo non vuol mica dire che non li volete bene. Assange mette a repentaglio la sicurezza di molte persone con queste notizie, va bene parlare di tortura, di informazioni che hanno rilevanza mondiale. Ma qui ci sono cose che si sapevano in maniera ufficiosa e rivelarle ufficialmente non ha nessun vantaggio pratico. Infatti le cancellerie del mondo non cambieranno mica i rapporti con gli usa per questo. L'euro va a scatafascio e noi ci occupiamo di queste cose!

  • #20

    Anarchico (lunedì, 29 novembre 2010 14:44)

    O siete tonti o fate finta di non capire ci sono notizie che non erano note e sono pericolose e assurde. Esisteva un programma del dipartimento di Stato americano volto a controllare e spiare i vertici delle Nazioni Unite, incluso il segretario generale Ban Ki-Moon e i rappresentanti dei paesi con seggi permanenti al Consiglio di sicurezza, Cina, Russia, Francia e Gran Bretagna. Hillary Clinton – e prima di lei Condoleeza Rice – ha chiesto ai funzionari del dipartimento di Stato di reperire password e chiavi crittografate usate dagli alti funzionari delle Nazioni Unite, sia in privato che nelle loro comunicazioni ufficiali, e dettagliate informazioni biometriche. Inoltre, chiedeva di conoscere “i metodi di gestione” di Ban Ki-Moon e “la sua influenza nella segreteria”. Per dati biometrici, precisa un’altra direttiva, si intendono DNA, impronte digitali e scansioni dell’iride. Washington voleva anche numeri delle carte credito, indirizzi email, numeri di telefono, fax e cercapersone.

    Ci rendiamo conto, questi spiavano conversazioni, posta e ogni altra cosa di alleati, mica di gente qualsiasi. E poi si fanno promotori della libertà, obama diritti umani. Sono delle merde, bombardano la gente ma dovrebebro essere rasi al suolo loro. I veri terroristi del 2000.

  • #21

    lippo09 (lunedì, 29 novembre 2010 17:12)

    Anarchico


    ti quoto all grande e cosi

    il mondo vive nel ignoranza totale

  • #22

    Fabik (lunedì, 29 novembre 2010 17:55)

    Eheh, mi piace quando la gente fa finta di essere verginella.

  • #23

    NickLespaul (lunedì, 29 novembre 2010 18:06)

    Quoto chi dice, dove sono le vere notizie? Chi non ha mai pensato che gli americano manipolassero l'intero mondo come è stato negli ultimi 30 anni? Sono delle M....E epocali, e sfido chiunque a negarlo. Il veritce di potere del mondo è lì, non ci sono mi o ma. E come chinque detenga il potere, vuole continuare a farlo, a qualunque costo.
    Le notizie su Berlusconi? Chi è rimasto shoccato?
    Che siamo considerati dei luridi accattoni in tutto il mondo? Dov'è la novità?
    Da parte mia non c'è nessuna sorpresa, pensavo molto di peggio

  • #24

    Spencer (lunedì, 29 novembre 2010 18:11)

    Resta da capire come gli usa siano stati gabbati alla grande con questi file, altro che sicurezza estrema sono degli idioti. Le notizie sono quelle che sono niente di eclatante, mi fa ridere però l'espressione rivolta a silvio "party selvaggi" ahahahahaa che storia, questi funzionari parlano come i miei amici delle superiori. LOL

  • #25

    Padano vero (lunedì, 29 novembre 2010 18:17)

    ma guardate che siete voi che avete il mito degli USA stato moderno, sono una massa di celebrolesi compreso Obama

  • #26

    NickLespaul (lunedì, 29 novembre 2010 18:20)

    Concordo che siano una massa di celebrolesi, il problema è che il potere è stato detenuto da loro per 30 anni o giù di lì. Questo ci ha portato all' attuale stato delle cose

  • #27

    jovak96 (lunedì, 29 novembre 2010 21:46)

    menomale che esistete voi wikileaks! siete i veri portavoce delle notizie vere e importanti...altrochè quelle cavolate dei tg berlusconiani... U.U

  • #28

    Fabik (martedì, 30 novembre 2010 09:18)

    "Sono una massa di celebrolesi"
    Quei celebrolesi dominano il mondo da 100 anni e lo fanno con risorse molto più limitate di tanti altri paesi.
    Noi non siamo nemmeno in grado di metterci d'accordo su come raccogliere i rifiuti.
    Non diamo giudizi affretteti e sopratutto generalisti che è meglio.

  • #29

    Hate (martedì, 30 novembre 2010 12:38)

    Dominano il mondo ma sono in decadenza come l'impero romano, hanno finito il ciclo. Fra poco l'economia sarà decisa da cina india e brasile.

  • #30

    Fabik (martedì, 30 novembre 2010 17:19)

    Lo penso anche io ma non darlo per scontato, non è da escludere che abbiano assi nella manica (tecnologie)che nemmeno immaginiamo.
    E come tutti sappiamo chi ha armi più avanzate comanda...

  • #31

    Wikileakes (martedì, 30 novembre 2010 17:58)

    È uno schifooooooo...

  • #32

    Oppio (martedì, 30 novembre 2010 18:04)

    Trivo ridicolo come tutti cercano di minimizzare. Siamo di fronte all'ipocrisia dei governi che controllano la nostra vita e ci fanno credere di essere dei santi. Noi dobbiamo rispettare la legge, pagare le tasse, fare i bravi cittadini poi questi spiano, minacciano, fanno sottrefugi. E' vero che si è sempre saputo ma adesso che è ufficiale dovrebbero ribellarsi le persone perbene. E anche l'italia ne esce con le ossa rotte.

  • #33

    Mattias (martedì, 30 novembre 2010 18:16)

    Come siete provinciali è solo il parere di qualche ambasciata ognuno si fa i suoi interessi, gli americani non possono fare la morale a nessuno neanche a Berlusconi perchè Clinton si faceva fare le pompe dalla stagista.

  • #34

    Fabik (martedì, 30 novembre 2010 19:41)

    Oppio non si tratta di minimizzare ma di sano realismo.

  • #35

    Ekto (mercoledì, 01 dicembre 2010 16:58)

    Ma lol, io chi odia gli americani ci vedo tanto un discorso puramente politico dietro, i toni sono troppo accesi e l'odio è esagerato. Per quanto riguarda cina e india sono emergenti perchè hanno milioni di persone che vengono sfruttate e lavorano anche 20 ore al giorno, minorenni compresi, quando i diritti umani arriveranno anche da loro vedrete che la crescita esponenziale terminerà e torneranno in carreggiata. Sfruttando il prossimo è normale che un paese cresca repentinamente, allora rimettiamo in voga lo schiavismo così cresciamo anche di +, che discorsi del piffero.

  • #36

    Fabik (giovedì, 02 dicembre 2010 09:24)

    Bravo Ekto, troppo spesso si ragiona solo sulla base delle ideologie invece che razionalmente.

    Tornando in argomento: Io vorrei dire una cosa, Assange fa quello che crede giusto, per molti aspetti ha fatto una cosa positiva, però non dimentichiamo che tutti noi viviamo di cose non dette.
    Se uno di noi dicesse sempre la verità, se dicesse sempre quello che pensa sulla gente, sulle cose, sarebbe emarginato da tutti.
    Vale lo stesso per i governi, smettiamola di vivere in un mondo ideale, la gente non è onesta, la gente non è generosa, ognuno guarda il suo e i paesi fanno lo stesso ed hanno il sacrosanto diritto di farlo

  • #37

    Quato (giovedì, 02 dicembre 2010 12:34)

    giusto una sana dose di opportunismo in politica è normalissima, si sa che la diplomazia bada al solo e non alla forma. Però io mi sento più sicuro con l'Italia che guarda all'occidente che alla Russia. Noi dipendiamo dal punto di vista energetico troppo da nazioni non sicure. Dobbiamo riuscire a diventare indipendenti e investire anche sul nucleare. Non capisco perchè essendo stati i primi e avendo avuto dei geni come Enrico Fermi abbiamo buttato via tutto. Dobbiamo pensare in grande

  • #38

    Lorenzo (venerdì, 03 dicembre 2010 19:09)

    Nessuna notizia bomba fin'ora.