Denver al voto per la commissione extraterrestre: bocciata

Quando gli elettori di Denver si recheranno alle urne, non sarà solo per la possibilità di votare per un senatore o per un nuovo o rappresentante. Avranno la possibilità di esprimere il loro voto per una commissione che indaghi sugli Ufo.  Eccola l'America che si fa notare, e che in fondo un pò ci piace. Sulla scheda elettorale si dovrà scegliere se dare il via alla creazione di un "pannello" di sette persone che studieranno gli oggetti volanti non identificati e la vita extraterrestre. 

Jeff Peckman, l'imprenditore di Denver che conduce la campagna, ha detto che l'iniziativa di Denver 300 punta a formare una commissione degli Affari Alieni responsabile della raccolta e condivisione di elementi di prova che gli extraterrestri stanno visitando la Terra, valutando i rischi e i benefici di un contatto con gli Alieni.

La Commissione sarebbe finanziata da privati con sussidi e donazioni, ma avrebbe avuto l'appoggio del sindaco e la città di Denver si è impegnata a pubblicare le notizie e le iniziative sul sito internet della città.


Anche se l'associazione non ha bisogno dei dollari dei contribuenti, Peckman detto che è comunque importante avere il voto pubblico per dare ufficialità istituzionale all'iniziativa: "Il processo di questa iniziativa a scrutinio che coinvolge il pubblico in questa discussione darebbe una  una sorta di status ufficiale."

 Peckman è stato in grado di raccogliere 10.000 firme per portare la sua idea la vota , ma non si dice sicura che la risoluzione popolare passi. Si dice già vittorioso di essere riuscito a sensibilizzare sul tema.

Ma è anche riuscito a sollevare dubbi della stampa locale.

In un editoriale per parlare dell'iniziativa, il Denver Post ha scritto: "In caso di arrivo sulla terra ET può telefonare qui. Forse è eccitante come idea ma non serve oggi alla città.

 

Ancora, i ricercatori UFO in altre parti del paese stanno prendendo nota.

Michael Luckman, autore di "Alien Rock: The Rock 'N' Roll Connection extraterrestre" e direttore del New York Center for Extraterrestrial Research, ha detto si essersi messo in contatto con Peckman e auspica che, in futuro, sarà in grado di presentare una proposta analoga a New York City.

"Più che altro questo è un modo di focalizzare l'attenzione in tutto il mondo, in particolare a New York, che è la capitale mondiale dei media, sulla questione degli extraterrestri e la loro visita sulla Terra" E ancora:[Siamo] in movimento in una direzione di divulgazione, il che significa la divulgazione al pubblico di massa da parte del governo ". Chiamatelo se volete American Alien Dream. Naturalmente vi daremo conto dei risultati !

Updates 3 Novembre 2010

 

Piu' dell'84% degli elettori ha bocciato la proposta di istituire a Denver un'agenzia per interagire con gli extraterrestri. Niente di fatto dunque.

Scrivi commento

Commenti: 23
  • #1

    Danilo (martedì, 02 novembre 2010 17:13)

    Quando ci saranno queste votazioni?

  • #2

    re dadiv (martedì, 02 novembre 2010 17:24)

    In questo momento insieme a quelle generali per il rinnovo di camera e senato americani. Sapremo come è andata a finire domani sera penso...

  • #3

    totò (martedì, 02 novembre 2010 17:51)

    Secondo me la legge verrà respinta!

  • #4

    Nicklespaul (martedì, 02 novembre 2010 18:05)

    quantomeno iniziativa molto interessante a prescindere dal risultato che avrà

  • #5

    Fire (martedì, 02 novembre 2010 18:46)

    Bella iniziativa. Potrebbe benissimo passare. Almeno ci sono le premesse che non sia un altro Project Blue Book.

  • #6

    Enzo (martedì, 02 novembre 2010 18:47)

    mi immagino una cosa del genere nel parlamento italiano eheh roba da fantascienza, siamo proprio provincialotti !

  • #7

    Teo (martedì, 02 novembre 2010 18:52)

    Il festival delle puttanate, l'ennesima commissione che non serve a niente e che farebbe solo spendere soldi ai contribuenti, gli americani non hanno più neanche i soldi per comprarsi le mutande dopo la crisi dei mutui e pensano a queste stronzate =_= e dire che hanno anche tolto i fondi alla missione nasa per il ritorno sulla Luna, siamo messi proprio male.

  • #8

    LORENZO M. (martedì, 02 novembre 2010 19:08)

    Ma allora non sai leggere!?!?!Nell'articolo c'è scritto:"La Commissione sarebbe finanziata da privati con sussidi e donazioni" e "l'associazione non ha bisogno dei dollari dei contribuenti"....cosa diavolo ci incastra la crisi economica in questo caso,ma non fare commenti idioti!!!!L'unica cosa che non serve in questa situazione sono i tuoi interventi assurdi....

  • #9

    teo (martedì, 02 novembre 2010 19:38)

    caro lorenzo M non infervorarti con che cosa ti credi che venga pagato il referendum ? anche quello ha un costo e usarlo per quesiti stupidi è inutile. Mi spieghi cosa serve una commissione a Denver se non riescono a mettersi d'accordo nemmeno all'ONU, cosa sperano di risolvere? Cmq continuerò ad intevenire nel sito rassegnati

  • #10

    Lorenzo (martedì, 02 novembre 2010 20:24)

    Secondo me è un'iniziativa inutile ... tanto non si saprà mai nulla; Il solo fatto che si istituisca previa votazione una commissione d'indagine non fa altro che alimentare speranze che non sono altro che chimere: Se davvero si vuole indagare sugli UFO ed alieni, lo si deve fare in segretezza ... Una specie di Mossad.

  • #11

    LORENZO M. (martedì, 02 novembre 2010 21:04)

    Quale costo????Mettere una voce in più su un foglio di carta secondo te è un costo?Magari come dice lorenzo la commissione non risolverà un bel niente ma non è questo che ti contesto,ti contesto il fatto di ritenere uno spreco un referendum e di fare riferimenti alla crisi economica quando evidentemente l'argomento trattato non centra una benemerita mazza per non usare un altro termine....cmq per me puoi inserire tutti i commenti insensati che vuoi tanto le cazzate le scrivi te mica io,bye.

  • #12

    Miriam (martedì, 02 novembre 2010 21:11)

    Quando le persone sono chiamate ad esprimere un'opinione non è mai un costo ma un arrichimento della democrazia. Un bravo a Denver per la sua scelta di civiltà e di lungimiranza. Dire che la commissione non risolve le cose vuol dire non aver capito il suo obbiettivo: studiare gli u.f.o della zona, diffondere una cultura scientifica sulla vita aliena e fare informazione, per non finire da grandi come quelli che pensano di sapere tutto e non sanno nulla. Io spero che il voto sia positivo e mi rallegro per iniziative come queste

  • #13

    Enzo (mercoledì, 03 novembre 2010 10:05)

    bè com'è andata? si sa qualcosa O.o

  • #14

    Sconvolto (mercoledì, 03 novembre 2010 13:20)

    Teo stai sprecando energia inutile tenendo acceso il pc per scrivere i tuoi commenti.
    Ergo, sei ipocrita, non sai nulla della crisi energetica?
    Eppure a me sembrano più cavolate quelle che dici piuttosto che quelle che si stan dicendo a Denver.
    Nulla di personale eh!
    Amen.

  • #15

    Gino (mercoledì, 03 novembre 2010 16:17)

    Finalmente, era ora, speriamo abbia la maggioranza.

  • #16

    Enzo (mercoledì, 03 novembre 2010 16:50)

    Gino non hai letto? l'hanno bocciata....

  • #17

    LORENZO M. (mercoledì, 03 novembre 2010 18:35)

    Repubblica.it:
    "Washington, 3 nov. (Adnkronos/Dpa)- Gli elettori americani hanno espresso ieri il loro parere anche su una sfilza di referendum, bocciando la marijuana libera in California, vietando l'introduzione della sharia in Oklahoma e dicendo no all'apertura di un'agenzia per i contatti con gli extraterrestri in Colorado."
    Peccato,era un occasione per gli americani di dimostrare al mondo di essere diversi....affari loro.

  • #18

    LORENZO M. (mercoledì, 03 novembre 2010 18:38)

    Sorry,era libero.it
    http://www.libero-news.it/regioneespanso.jsp?id=523305

  • #19

    Mario (mercoledì, 03 novembre 2010 18:53)

    cosa sarebbe costato votare si? come sempre quando si deve chiedere alla gente un parere su qualcosa la maggioranza si dimostra incompetente e ignorante rispetto a problemi importanti. Che delusione

  • #20

    Fire (giovedì, 04 novembre 2010 13:05)

    Peccato. Dimostra che c'è ancora tanto da fare.

  • #21

    LORENZO M. (giovedì, 04 novembre 2010 19:24)

    La situazione appare anche a me un po' strana....ora,non voglio fare il ruolo del complottista incallito,però se si pensa a tutti gli insabbiamenti e le strategie di cover up messe in atto da agenzie più o meno conosciute degli USA è chiaro che sarebbe un gioco da ragazzi boicottoare il voto,magari con la complicità della casa bianca.Ho azzardato questa ipotesi perchè veramente non riesco a capire perchè non abbiano messo un sì,in fondo è di loro interesse sapere la verità,al presidente,al generale o al senatore di turno non gliene frega nulla di queste procedure,in un batter d'occhio possono aver una grande quantittà di informazioni e risposte sul tema,questa era un occasione per il POPOLO di saperne qualcosa di più senza alcun costo o prezzo da pagare....in quest'ottica la mia teoria mi appare quasi confortante purtroppo.

  • #22

    Lorenzo (giovedì, 04 novembre 2010 20:39)

    Penso che dopo la botta che la popolazione americana (e non solo, direi mondiale) ha subito in seguito alla crisi mondiale, tutto sommato penso che la commissione extraterrestre sia davvero l'ultima delle preoccupazioni dei cittadini di Denver.

  • #23

    Fire (giovedì, 04 novembre 2010 22:00)

    Concordo con Lorenzo, anche io pensavo la stessa cosa. Anche se ai contribuenti non gli costava di fatto nulla, probabilmente la scelta dei tempi non era dei più felici. Chi non arriva alla fine del mese e rischia di perdere la casa, che gliene frega degli ufo. Questa la spiegazione più semplice, tuttavia Lorenzo M. solleva un dubbio legittimo, forse qualcuno alla fine era allarmato dal fatto di avere una commissione ufficiale- ma non governativa- che studiava il fenomeno. Se la cosa avesse preso piede, forse di lì a non molto la gente avrebbe potuto incominciare a porre domamande sempre più scomode, tipo sull' Area 51/S4, le dichiarazioni dei cosiddetti "whistleblowers" e su un mucchio di altre cose. Forse chi sa pensa che una volta "aperto il rubinetto" sarebbe molto difficile centellinare le gocce- dire quindi solo quello che gli faceva più comodo-e teme un flusso pieno e in definitiva incontrollabile. Ammetto che sia l'ipotesi più fantasiosa, ma non è certo impossibile. Comunque sono convinto che abbiamo perso un occasione noi tutti, non solo i cittadini di Denver.