Onu ed extraterrestri, vent'anni tra conferme e smentite

L’avvistamento dei tre oggetti nel cielo cristallino di New York ha fatto quello che anni di ufologia non riscono a fare: risvegliare l'attenzione sul tema degli extraterrestri. Eppure nonostanza la Federal Aviation Administration si sia limitata a spiegare che “semplicemente” fossero  tre palloni sfuggiti a qualcuno, la spiegazione non ha affatto convinto la gente di New York, e anche nella sala stampa dell’Onu la professoressa Mazlan Othman ha fatto fatica a convincere il pubblico che il suo incarico di direttrice dell’Ufficio per gli Affari dello Spazio (Unoosa) non comportasse anche le mansioni di dare il benvenuto e di stabilire rapporti diplomatici con eventuali extraterrestri: «Non sono stata nominata ambasciatrice per gli alieni», ha insistito l’astrofisica, cercando di rintuzzare il pettegolezzo messo in moto dieci giorni fa dai domenicali britannici. Ma la signora non ha negato che gli alieni possano esistere, anche se ha chiarito: «Statisticamente è verosimile che la vita esista altrove. Ma quando parlo di vita, non parlo di esseri come noi, quanto di batteri o microrganismi» Ma anche di fronte a questa piccola ammissione non possiamo non notare l'improvviso intreccio di indizi sullo sdoganamento del tema "alieni" sui media e nel mondo.

Il rapporto tra gli alieni e le nazioni unite negli ultimi anni è stato del resto molto travagliato.

A febbraio del 2008 faceva scalpore un rapporto del Dr. Michael E. Salla sulla rivelazione al mondo della reale presenza di intelligenza extraterrestre. Due fidati colleghi di Salla (Clay e Shawn Pickering) erano stati informati di un incontro segreto del 12 febbraio 2008, all'ufficio di New York delle Nazioni Unite, in merito ai casi di avvistamenti ufo avvenuti negli ultimi mesi. Diverse nazioni all'epoca risultarono preoccupate dell' impatto degli avvistamenti in aumento, e volevano discutere su cio' che stava accadendo.

La loro fonte, che lavorava in ambito diplomatico, ha rivelato che un gruppo al lavoro nel campo UFO è autorizzata a rilasciare tali informazioni al pubblico, nel tentativo di preparare altri a cio' che sta per essere rivelato. Era una bozza della figura occupata oggi dalla Othman?
In quell'occasione si parlò anche di un data, il 2013 , scelta per la rivelazione ufficiale o nella quale gli extraterrestri si mostreranno comunque. Nel sarebbero stare rilasciate informazioni al pubblico perchè sia preparato. Molti si mostrarono scettici ma più ci avviciniamo al periodo prestabilito e maggiori sono i segnali di uno scenario verosimile.

 

Quando è stato chiesto alla Othman nei giorni scorsi: «E se davvero arrivassero gli alieni?» ha risposta «Allora insisterei che i governi esercitassero la massima trasparenza nei confronti dei loro cittadini».

In tutto questo si inserisce il recente dibattito in seno al parlamento giapponese, e le dichiarazioni del ministro della Difesa su come il Giappone risponderebbe all' apparizione degli extraterrestri nello spazio aereo giapponese, mostrando intenti pacifici. Inutile negare che l'atteggiamento dei governi del mondo sta profondamente cambiando. Fa parte di una strategia?

Se le informazioni sono accurate, vedremo sempre piu' governi affermare ufficialmente le loro intenzioni in caso di visita extraterrestre nel loro spazio aereo. E' come se parlamentari nel mondo inizieranno a ricevere istruzioni su come rivelare infomazioni ufficiali sulla vita extraterrestre.

Gia nel 2008 un documento segreto sosteneva che l' aumento di tale diffusione porterà alla rivelazione delle tecnologie segrete antigravitazionali nascoste da 50 anni, come preludio alla rivelazione ufficiale della vita extraterrestre.
I problemi piu' grossi saranno per chi si preoccuperà del fatto che molto di quello in cui ha creduto e studiato per una vita è falso. Il Rapporto Brooking del 1961 si riferisce agli scienziati come i piu' vulnerabili alla rivelazione della vita extraterrestre, in quanto cadrebbe la validità di teorie e modelli scientifici sui quali si appoggiano da tempo.

Comunque sembra che il conto alla rovescia finirà nel 2013 per la rivelazione e che questi stati e le Nazioni Unite siano sotto formazione. Il processo di preparazione crescerà nei prossimi pochi anni come aumentaranno gli avvistamenti UFO nel mondo, cosa che forzerà i governi a rendere pubblica la loro presenza.

Ma se la politica è colpevolmente indietro sul tema della vita aliena, la scienza ha fatto passi da giganti. Nel 1961 l'astronomo Frank Drake si lanciò in un esercizio speculativo sull'esistenza di possibili civiltà extraterrestri evolute con le quali poter entrare in contatto e stimò il loro numero. Ai primi valori piuttosto deludenti, solo 10 nella Galassia, seguirono numeri più rilevanti, sino agli ottimistici 5000 attuali, man mano che la tecnologia evolveva e la potenza dei telescopi cresceva. In quest'ottica nacque il programma mondiale SETI con lo scopo di individuare segnali radio provenienti da alieni intelligenti. Nell'ultimo decennio questo tema ha appassionato un numero sempre maggiore di ricercatori offrendoci messaggi sempre più prossimi a quello che ci confermerà finalmente che non siamo più soli. L'ultimo, anche se non conclusivo, è di questi giorni: intorno alla stella nana rossa denominata Gliese 581, situata nella costellazione della Lira, ruotano sei pianeti uno dei quali, roccioso, sembra abbastanza simile alla Terra, potenzialmente candidato a ospitare forme di vita di un qualche tipo.


Certo non dimentichiamo che le distanze in gioco sono minimo di 20 anni luce. Ciò significa che la luce che riceviamo oggi, l'immagine del pianeta che osserviamo, è quella di come era 20 anni fa. Un discorso analogo vale per eventuali alieni che ci dovessero osservare da Gliese 581g; oggi raccoglierebbero le immagini della Terra come era, e di quello che accadeva da noi nel 1990. Tuttavia è inutile negare che qualcosa sta cambiando, gli avvistamenti aumentano, le prese di posizione anche. E se il 2013 non fosse poi così lontano?

Scrivi commento

Commenti: 12
  • #1

    LORENZO M. (lunedì, 25 ottobre 2010 14:09)

    Ottimo articolo.Concordo sul fatto che la rivelazione in un modo o nell'altro è agli sgoccioli ma non mi spingerei nel fare delle previsioni precise.In ogni caso,che lo dicano o no,la verità è una sola e palese per cui non mi sconvolgerei più di tanto se un giono sentissi come prima notizia nei telegiornali"Non siamo soli nell'universo....annuncio ufficiale dalla casa bianca" o robe del genere.Sarebbe un passo avanti per l'umanità che prima o poi dobbiamo compiere,è inevitabile.

  • #2

    Fire (lunedì, 25 ottobre 2010 15:15)

    Già e quel giorno sarei proprio curioso di vedere la faccia di quelli che finora hanno sempre bollato il fenomeno come sciochezze prive di fondamento. A partire da certi "scienziati", di cui una in particolare.

  • #3

    charlie (lunedì, 25 ottobre 2010 18:15)

    Comunque non tutti gli scienziati sono scettici al riguardo....anzi!!!non vogliono esporsi più di tanto..

  • #4

    Lorenzo (lunedì, 25 ottobre 2010 18:28)

    Se ne è fatto così tanto parlare che non trovo assolutamente prematuro ne pericoloso dare la notizia ufficiale ... Chi non ha mai sentito parlare degli alieni ? Ci si crede o non ci si crede, ma persino il contadino (con tutto il rispetto per i contadini) sa cosa siano gli extraterrestri. Puttosto sarebbe necessaria molta cautela nell affermare che gli alieni non esistono perchè una moltitudine di persone che crede fermamente agli alieni potrebbe accogliere la notizia con grande disappunto, tanto che molti adepti di talune sette tempo fa si suicidarono credendo nella fine del mondo ad opera degli alieni e non è che fecero tanto scalpore all'epoca perchè l'importanza della motivazione del suicidio era assurda. In quanti potrebbero imitarli perchè credenti in un mare di banfe, tanto da perdere il cervello per essere stati presi in giro ?

  • #5

    Lorenzo (lunedì, 25 ottobre 2010 18:36)

    Per i Cristiani gli alieni sarebbero una nuova manifestazione dell' onnipotenza di Dio.
    Per i Musulmani gli alieni sarebbero fratelli di Maometto nella fede in Allah.
    Per i Buddisti farebbe differenza ? No perchè sarebbero anch'essi frutto del tutto.
    La "rivelazione" sull' esistenza o meno degli alieni produrrebbe comunque un gran caos, quindi, per dirla alla Greggio: facciamo presto che è tardi


  • #6

    Lorenzo (lunedì, 25 ottobre 2010 18:46)

    Per quanto attiene la credenza ormai diffusa che gli alieni siano i creatori dell'uomo, non ci si può non chiedere chi sia il creatore degli alieni, pertanto verrebbe meno la tanto temuta "rivelazione" dell'inesistenza di Dio che non ha fondamento alcuno, quindi che paura c'è ?
    Gli alieni esistono ? Bene, era ora
    Gli alieni non esistono ? Bene, era ora

  • #7

    LORENZO M. (lunedì, 25 ottobre 2010 19:12)

    Ho fatto un po' fatica ha seguire il tuo ultimo ragionamento comunque volevo dirti che se anche l'homo sapiens fosse stato creato dagli alieni,a me che sono cristiano,non suscita nessun problema perchè Dio è sopra tutto,potremmo scoprire pure trecentomila razze aliene ma la mia fede non muterebbe sennò per il fatto che mi stupirei dell'imponenza del creato.Per quanto riguarda quei tizi che si sono suicidati lorenzo devi capire una cosa,sono malati,spesso drogati e rintontiti da ore di lavaggio di cervello....è gente con dei problemi di mente,sono fortemente psicolabili per cui non si può far nessun paragone neanche con il più sfegatato dei fan di ET,sarebbe offensivo ed assurdo pensare che inizino suicidi di massa,proteste e rivolte collettive.Io piuttosto rifletterei su quali saranno le intenzioni di questi visitatori....

  • #8

    Nicklespaul (lunedì, 25 ottobre 2010 20:38)

    Ottima riflessione...

  • #9

    Fire (martedì, 26 ottobre 2010 19:15)

    In effetti può essere che proprio a causa delle intenzioni di questi "visitatori"(ma siamo sicuri che siano solo in visita?), che non ci raccontano tutta la storia. Da quando 8 anni fa sentii per la prima volta che alla base dei rapimenti potrebbero esserci manipolazioni genetiche da parte degli et, e delle testimonianze sui famigerati ibridi alieno-umani, che penso che nelle intenzioni di questi visitatori ci siano soprattutto i loro interessi. E che questi nel medio-lungo periodo,non coincidano certo con i nostri.

  • #10

    Daniele (venerdì, 29 ottobre 2010 11:33)

    In molti sostengono che loro ci osservano come se fossimo animali e da qui i rapimenti a puro scopo sperimentale,un pò come facciamo noi con gli stessi animali presenti sulla terra,a testimonianza della loro nettissima superiorità tecnologica,vedi anche il modo con cui gli UFO fanno manovre assurde,rimangono sospesi in aria o raggiungono velocità per noi impensabili! cmq siccome ormai sembra appurato che esistono,voglio vedere gli scettici e tutti coloro che affermano siano fenomeni naturali nonchè la cara astrofisica ormai in pensione,cosa inventeranno ancora per dirci che è tutto falso!

  • #11

    vicio (giovedì, 04 novembre 2010 06:58)

    io credo che la cosa piu inquietante sia propio il fatto di nn essere avvertiti di una cosa che ormai abbiamo sotto gli occhi, a significato che anche se lo facessero,se le LORO AVESSERO intenzioni nn pacifiche nn avremmo modo di difenderci...quindi perche rovinarci il sonno prima del tempo? cmq se dovesse essere cosi preferirei che i capi di stato prendessero la migliore contromisura, distruggere la terra per renderla inospitale al loro arrivo.

  • #12

    Fire (giovedì, 04 novembre 2010 22:18)

    Ciao vicio,capisco la tua politica di fare terra bruciata, della serie "non posso averlo io,di certo non l'avrai tu"! Comunque penso che in almeno 60 anni di retro-ingegneria qualche tipo di contromisura l'abbiano elaborata, o perlomeno ci lavorano.