Restaurato e reso pubblico video inedito dello sbarco sulla Luna

Un filmato dello sbarco sulla luna di Neil Armstrong del 21 luglio 1969, a lungo dimenticato, è stato rimasterizzato.

Il video  è stato mostrato per la prima volta al pubblico a Sydney la sera di ieri 6 ottobre, in occasione di una serata organizzata dall’Australian Geographic. Il documento contiene immagini fra le più chiare mai viste finora dei primi passi dell’uomo sulla luna.

Il filmato era stato abbandonato negli archivi per oltre 40 anni ed era in pessime condizioni.

L’operazione di restauro ha richiesto una ricostruzione immagine per immagine tramite il trasferimento su un supporto numerico, ha spiegato l’astronomo John Sarkissian. Ecco le immagini.

Le immagini della missione dell’Apollo 11 erano state registrate da tre stazioni sulla Terra: Goldstone in California, Honeysuckle Creek e l’osservatorio Parkes in Australia. Ed è proprio dall’Australia che sono stati registrati i primissimi minuti dell’evento, perché il segnale degli Stati Uniti si trovava al di qua della linea d’orizzonte. “Nei filmati che si erano visti fino ad oggi la figura di Armstrong si poteva vedere a malapena”, aggiunge Sarkissian. “Si vede qualcosa di nero, e quella era la sua gamba”

La nuova versione del video è stato mostrato per la prima volta a Sydney dall’Australian Geographic.

Il documento contiene immagini fra le più chiare mai viste dei primi passi di Armstrong:

Scrivi commento

Commenti: 14
  • #1

    Danilo (giovedì, 07 ottobre 2010 20:05)

    Eppure persiste quel dubbio che sia falso!!! Tutti l'avranno pensato.

  • #2

    Birm (venerdì, 08 ottobre 2010 10:32)

    Il dubbio persiste... solo tra gli sciocchi!

  • #3

    *IraTenax* (venerdì, 08 ottobre 2010 10:37)

    solo gli stolti non hanno dubbi.... non c'è dubbio! :D

  • #4

    Mei (venerdì, 08 ottobre 2010 12:30)

    in alcuni punti sembra che la sagoma di Aldrin sia trasparente, si vede lo sfondo dietro!

  • #5

    riccardo (venerdì, 08 ottobre 2010 14:01)

    Vero ma siamo negli anni 60 è normalissimo che ci siano imperfezioni. Il discorso sulla Luna è vecchio come il mondo ma le prove che ci siamo stati sono abbondanti, basta andare in internet e cercarle. Ci sono tutte le spiegazioni. Piuttosto questi nastri erano stati persi qualche anno fa...e la cosa era stata moltoooo sospetta

  • #6

    spec3 xxx (venerdì, 08 ottobre 2010 14:05)

    io oenso che se fosse stato un falso..nn avrebbero perso tempo a restauralo ...

  • #7

    Carmine (sabato, 09 ottobre 2010 17:04)

    http://www.youtube.com/watch?v=YdiCTqNaPdM il mio unico commento è questo video, Neil salta di proposito e la bandiera sventola, non è la scena di qualcosa sovrapposta al vero, quindi....

  • #8

    rise (sabato, 09 ottobre 2010 17:25)

    quindi è la pubblicità delle patatine...

  • #9

    Lorenzo (sabato, 09 ottobre 2010 18:17)

    Che ci frega ormai se siano stati gli americani o i sovietici ad atterrare per primi sulla Luna: Insomma, stiamo a disquisire se sia vero o falso il video dell'allunaggio... Roba vecchia di 40 anni.

  • #10

    eduardo (lunedì, 11 ottobre 2010 00:23)

    a che serve ora ??
    non c'è nulla di speciale,ne nel falso ne nel "nuovo"..............

  • #11

    Salvo (venerdì, 26 novembre 2010 13:40)

    Visto che anche questa pellicola a il difetto di trasparenza degli astronauti, dovrebbe essere vera anche la ripresa della aliena della missione Apollo 20.

  • #12

    Ettore1 (venerdì, 18 febbraio 2011 23:03)

    Ma per favore....!!!

    http://digiorgio-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/02/06/altro-che-tranquillity/#comments

  • #13

    Elio (giovedì, 09 aprile 2015 10:49)

    Mi chiedo: Ma come si fa a dubitare ancora?? Persino i satelliti artificiali dei Cinesi hanno fotografato i vari "landing" delle missioni Apollo!! Boh...ancora dubitano, mah!

  • #14

    Elio (giovedì, 09 aprile 2015 10:54)

    La sonda automatica della NASA, il Lunar Reconnaissance Orbiter, da poco in orbita attorno alla Luna, con lo scopo di mappare la superficie selenica ad alta definizione ed aprire le porte ad un futuro programma d'esplorazione lunare, fotografa i siti d'allunaggio delle missioni Apollo. Durante i sorvoli delle zone storiche visitate dall'uomo, oltre al modulo di discesa del LEM, rimasto sulla Luna per fungere da base di lancio allo stadio di risalita con gli astronauti, è stato possibile rilevare addirittura la strumentazione ALSEP (gli esperimenti scientifici automatici, abbandonati sulla superficie selenica) e addirittura le tracce lasciate dall'equipaggio durante i loro spostamenti sulla superficie, dopo 40 anni ancora nettamente visibili! Per ulteriori informazioni: Lunar Reconossance Orbiter.