Apparizioni Mariane: e se fosse tecnologia aliena?

Il binomio ufologia e religione è tornato di moda. La Chiesa ha recentemente mostrato una discreta apertura all'ipotesi extraterrestre. Infatti per quanto possa sembrare strano ai profani, la religione e gli alieni sono stati frutto di studi comparativi e la cosa è ampiamente documentata.
Alcuni ritengono che dietro le apparizioni mariane ci siano intelligenze aliene, ipotesi queste supportate da testimonianze, filmati, fotografie, rilevazioni strumentali delle classiche astronavi aliene, comparse durante le apparizioni.

Il caso più famoso è quello di Fatima. Nel 1917, mentre la Grande Guerra insanguinava l'Europa, a Fatima, un villaggio del distretto di Leiria ad una sessantina di miglia a nord di Lisbona, si verificarono una serie di fatti che in breve tempo interessarono per il loro carattere apparentemente miracoloso, le autorità ecclesiastiche. Gli ufologi si sono interessati in particolare al "Miracolo solare".
Tutto passò alla storia come "le apparizioni di Fatima" e se invece fosse stato qualcos'altro?

Due studiosi, Fernandes e D'Armada, suggeriscono una loro ipotesi esplicativa del fenomeno di Fatima in chiave ufologica, sottolineando l'analogia tra i fenomeni osservati a Fatima e i fenomeni UFO"
Ecco la "spiegazione" proposta dai due studiosi portoghesi:

Prima fase.
Una "nuvola" peculiare appare nel cielo, proveniente da est. Da essa, che nasconde un'astronave-madre, viene liberato a metà percorso fra est e sud (posizione in cui si trova il Sole) un globo argenteo, dal quale scaturisce un fascio di luce tronco destinato a trasportare l'entità celeste fino al piccolo leccio.

Seconda fase.
Mentre si svolge il dialogo fra i veggenti e la "Signora", la gente osserva a intervalli di 3 o 4 minuti il globo argenteo che appare e scompare nella "nube".

Terza fase.
Finito il dialogo, l'Entità viene "ritirata" con lo stesso procedimento dell'invio, e rientra nel globo argenteo. Allora la "nube" si sposta nel cielo fino a posizionarsi davanti al Sole. Uno dei testimoni racconta di aver visto una "scala" in prossimità dell'astro: involontariamente, costui descrive quella che è in effetti l'astronave-madre, cioè un UFO a forma di "sigaro" con oblò.

Quarta fase.
Provenendo dall'astronave, che controlla l'intero fenomeno, gli UFO cominciano a far dissipare le nubi che avvolgono il Sole, specialmente quelle a media e bassa quota. Piove. La massa di nubi, illuminata a tratti da rapidi bagliori solari, si fende lasciando apparire un disco luminoso, forse lo stesso osservato poco prima.

Quinta fase.
Questo disco o globo si distacca dallo sfondo del cielo lungo la verticale Sole-Cova da Iria, e comincia ad eseguire i diversi movimenti descritti dai testimoni.

Sesta fase.
Il disco si abbassa fino a una trentina di metri dal suolo, sempre mantenendosi su una traiettoria orientata sud-nord, e libera sulla folla l'onda di calore che asciuga i vestiti e il terreno e provoca la guarigione di alcuni malati.

Settima fase.
L'UFO risale in quota e riprende la sua luminosità; forse diventa anche trasparente, se dobbiamo accettare la testimonianza di alcune persone che credono di aver visto, nel suo interno, delle entità in atto di salutare la folla.

Ottava fase.
Lo pseudo-Sole rientra nell'astronave-madre, che si allontana dalla verticale del Sole.

Capelli d'angelo.


C'è da dire che prima di questo episodio nella quinta apparizione succede qualcos'altro.

Un vero fenomeno “sconcertante” alla presenza di circa 20.000 persone, subito dopo il passaggio del solito globo luminoso si verificò una pioggia di corpuscoli di colore bianco simile a fiocchi di neve che si dissolsero nell’aria prima ancora di toccare il terreno. Un fenomeno che fu ritenuto misterioso o comunque di carattere divino, ma che oggi grazie allo studio del fenomeno UFO è stato classificato con il termine di capelli d’angelo o bambagia silicea spesso riscontrata al passaggio di UFO. Le analogie qui diventano acora più marcate.

I “bambini biondi” di Magonia


Prima del 1917 e dopo, i piccoli esseri dotati di poteri sovrannaturali sono frequenti nella memoria dei popoli che, costantemente, li registrano nella mitologia popolare, dove il razionale si trasforma e diventa un messaggio simbolico, cifrato. Diventa, quindi, difficile fare un accostamento tra i piccoli esseri che convergono dai racconti dell’ufologia, dai particolari più o meno tecnologici, e le creature che fanno parte di ciò che Jacques Vallée chiama “Magonia”, un universo tanto inattendibile quanto tutti gli universi possibili, responsabili degli UFO dei nostri giorni. Almeno, per adesso, ritornando a Vallée, vediamo che questi divide i suoi nani in due categorie: le creature negroidi identiche agli gnomi medioevali e le creature che corrispondono alle descrizioni degli elfi del Medio Evo i delle “storie di fate” presenti nel folcklore di tutte le latitudini. Per i due studiosi portoghesi questo stereotipo, biondo e telepatico, ricorda anche un’altra figura mitologica dell’Età Media: Oberon, era una creatura simile, cantata da Alfred de Vigny. “Era bello come il sole d’estate, telepatico (in quanto era in grado di leggere nel pensiero) si spostava istantaneamente e non invecchiava mai. Anche “Lutino”, un piccolo essere, viene descritto nelle leggende come un essere dagli “abbondanti capelli biondi”.

La stessa archeologia fornisce ulteriori prove della sua esistenza nelle rovine dell’America latina e, propriamente, di Cuzco, in Perù (uno dei luoghi prediletti dagli UFO). Nella stessa zona, il 20 agosto 1965, vengono avvistati dei nani, mentre escono da un oggetto a forma di disco. A sua volta, il governatore di Santa Barbara - sempre in Perù - ha dichiarato solennemente di aver visto due piccoli esseri, mentre camminavano sulla neve, nel settembre del 1965. Scomparvero nel mezzo di un rumore assordante. “Lo stereotipo del “bambino” biondo – affermano gli autori - che sia gnomo del folcklore, occupante del primo tipo, umanoide del terzo tipo o sottotipo del secondo tipo, si protrae nel tempo, senza età. Fatima non è sconosciuta neppure là e non abbiamo bisogno di uscire dal nostro rettangolo continentale. Basta sentire quello che dice la gente del paesino di Malcata, in provincia di Sabugal. Lì, invece di “bambini biondi” sono i moretti incantati che giocano sulla riva del fiume Côa. Piccole creature che, secondo le espressioni locali, erano “meravilgiosi” e la loro presenza era interpretata come preannuncio di ricchezza nel sottosuolo. In questa breve rassegna di apparizioni, di esseri forse più immaginari che reali, rimane costante la somiglianza tra Oberon, il “moretto” di Malcata e il “bambino biondo” di Fatima. Esseri forse di altra natura, ma ben concreti nella loro diversità. “Non umani” per gli umani? Non lo sappiamo. Ma molto più vicini a noi di quello che potremmo supporre. Quindi, il “bambino” di Carolina non può che rappresentare una prova dell’esistenza dei non identificati e della loro presenza a Fatima”.

Scrivi commento

Commenti: 12
  • #1

    Lorenzo (sabato, 25 settembre 2010 12:40)

    <<Il binomio ufologia e religione è tornato di moda. La chiesa ha recentemente mostrato una discreta apertura all'ipotesi extraterrestre>>

    L'apertura della Chiesa all'ipotesi extraterrestre non ha nulla a che vedere con gli alieni quali creatori dell'uomo, piuttosto identifica gli alieni come un'altra forma di vita creata da Dio, a sottolineare sia la Sua onnipotenza, sia la certezza di non essere soli nell'Universo.
    Per quanto riguarda le apparizioni Mariane, cio che non torna dal punto di vista scientifico è che le apparizioni di Maria non sono visibili a tutti i presenti, ma solo ad alcuni: Per poter apparire visibile, l'entità deve quindi attenersi al rispetto delle leggi fisiche vigenti per dare vita all'effetto desiderato agendo sulle cause che l'hanno generato (Causa-Effetto). Se si suppone con ragionevolezza che chi vede la Madonna non ha problemi di vista e che tali problemi non affliggano la pluralità delle persone interessate dal fenomeno, come si spiega che la visione è quella che i testimoni raccontano di aver sperimentato, mentre la quasi globalità dei presenti non ne è stata influenzata ? L'unica spiegazione plausibile è che il cervello di alcuni soggetti elabori un'immagine differente da quella che gli organi di senso percepiscono. Dunque il punto è: La suggestione è indotta da altri (e se si in che modo avviene), oppure trattasi di autosuggestione ? Le leggi fisiche sono le stesse per ogni individuo, come è dunque possibile che esse mutino solo per alcuni e per altri no ? Ricordiamo che la suggestione può anche "affliggere" una pluralità di persone, non solo il singolo individuo, purchè tutti i presenti siano accomunati da un unico credo.

  • #2

    Franco fiori (sabato, 25 settembre 2010 15:33)

    Gli extraterrestri ,grazie alla loro tecnologia, possono mostrare cose diverse a persone diverse nello stesso luogo. Per loro manipolare il nostro cervello è facile.

  • #3

    Lorenzo (sabato, 25 settembre 2010 20:11)

    Non credo senza impianti di qualche genere: E' più probabile che sia un fenomeno di autosuggestione che è l'effetto di una profonda fede e convinzione del proprio credo.

  • #4

    Mike (lunedì, 11 aprile 2011 16:23)

    Ho letto la trilogia di Fernandes e D'Armada, la consiglio a tutti...

  • #5

    Framcesco 83 (giovedì, 16 giugno 2011 15:32)

    se volete sapere la verita` cercate Gesu` perche` a chi lo cerca egli si fara` trovare.Egli e` via, verita` e vita.Gesu` e` mio! ma se vuoi e` anche tuo!

  • #6

    El Mago (giovedì, 16 giugno 2011 23:46)

    Vi segnalo il seguente articolo sull'argomento...associa chiaramente l'apparizione mariana di Fatima agli extraterrestri con dati interessanti
    http://matteoinitaliano.blogspot.com/2010/12/le-apparizioni-di-fatima.html
    saluti!

  • #7

    Serenella (lunedì, 21 maggio 2012 00:01)

    Grazie alla loro tecnologia agli alieni può essere semplice inviare immagini tridimensionali a chi è predisposto con qualche piccola, ma efficace ricevente. Magari l'impianto è stato fatto molti anni prima, oppure qualche breve periodo prima di quanto agli alieni possa servire.L'intera Bibbia è piena di eventi ufologici dalla Genesi, all'Esodo, ad Elia, all'apparizione sul monte Tabor di personaggi accanto a Gesù. All'ascesa di Gesù durante la Pentecoste. L'apparizione a Damasco a Paolo...e così via di seguito. Anche in altre culture e in altri libri sacri come i Veda indiani o il Corano vi sono apparizioni ufologiche che rimandano sempre ad angeli e ad oggetti o uomini volanti. Chi è stato abituato ad interpretare tali scritture in modo convenzionale non si chiede tanti perchè e trova strano, eretico e visionario chi analizzando i testi sacri trova prove di esistenza di esseri che sono altro da quello che fanno credere. Chi accetterebbe il semplice fatto che la propria religione è stata costruita su falsità e che gli esseri che si definiscono angeli e dei sono degli impostori i cui scopi possiamo solo immaginare. Siamo ad "immagine e somiglianza di Dio"? Certo! Nel senso che il nostro DNA oltre a quello scimmiesco ha quello alieno. Noi siamo stati creati ad immagine degli alieni. Perchè? Ancora non lo abbiamo scoperto. Possiamo fare solo supposizioni. Siamo un esperimento? Ci sfruttano in qualche modo? Ci allevano,educano e controllano con religioni, partiti politici, paure, disordini e mancanza di pace e dolori, in gran quantità per garantirsi, quando diranno loro, una grande quantità di schiavi e cavie abituati alla sottomissione da portare nei loro mondi? Chissà. Ma perchè continuare a farsi ingannare dopo aver scoperto la truffa che sono tutte le religioni?

  • #8

    paolo (mercoledì, 30 gennaio 2013 12:38)

    Perchè vi fate ingannare?

    Disse allora Gesù: «Quando avrete innalzato il Figlio dell'uomo, allora saprete che Io Sono e non faccio nulla da me stesso, ma come mi ha insegnato il Padre, così io parlo. [...]
    «Se rimanete fedeli alla mia parola, sarete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi».

    Gv 8,28.31-32

  • #9

    Aires (martedì, 22 aprile 2014 01:45)

    Le apparizioni mariane sono realmente opera degli extraterrestri. Molti credono invece all'autenticitá delle apparizioni e dei segni nei cieli, volute da Dio. É questo l'obiettivo degli extraterrestri nei confronti dell' Umanitá, indurla a sottomettersi alla loro volontá attraverso una spiritualizzazione graduale e costante, fino al suo totale controllo mentale.

  • #10

    giulio (mercoledì, 01 ottobre 2014 16:31)


    non credo ad apparizioni aliene .sono solo suggestioni individuali o collettive

  • #11

    Agatone (sabato, 09 maggio 2015 14:31)

    Trovo plausibile l'ipotesi aliena. Il fatto stesso che Dio ci lascia questo dubbio significa che non vuole essere creduto. Quanto agli scopi degli alieni tutte le congetture sono state fatte, ma va' scartata quella che agiscano per l'evoluzione dell'umanità perché ci trattano da cretini. Se un vero colpevole c'e è solo Dio che consente tutto ciò.

  • #12

    paolo (sabato, 11 luglio 2015 23:14)

    sono d' accordo con Agatone. Gli alieni ci stanno umiliando