Ufo a Verona, tra conferme e ipotesi fantasiose

Ufo nel comune di Zevio, quasi 15.000 abitanti in provincia di Verona. E monta il caso, portato all'attenzione dal quotidiano on line l'Arena con un articolo di Piero Taddei. Ne parliamo perchè dopo i primi racconti si sono aggiunti altri particolari che confermano la tesi dei primi testimoni.

Tutte parte dalle vicissitudini di  due signore over 60 uscite dopo cena per la passeggiata estiva e  tornate a casa terrorizzate da quanto visto in cielo.  Le due donne, che preferiscono tenere l'anonimato, in paese hanno fama di persone concrete e poco inclini a facili credenze. Ma giurano che non dimenticheranno mai l'oggetto luminoso che domenica 19 Agosto, intorno alle 20.45, hanno visto attraversare l'orizzonte sulla linea che dal capoluogo (Verona) porta a Santa Maria. E incominciano a raccontare con dovizia di particolari.

«Una cosa insolita e inspiegabile. Mentre stavamo chiacchierando, per qualche istante abbiamo scorto, più basso delle nubi, un oggetto luminoso di colore giallo-arancio che viaggiava silenzioso e veloce sulla direttrice Palù-Verona». Le due signore escludono potesse trattarsi di uno dei tanti aerei di linea sulla rotta da e per Villafranca, che quotidianamente solcano il cielo sopra Zevio. «Avremmo visto più luci di posizione. Invece nel nostro caso la fonte luminosa era una soltanto, e grande». Difficile valutare quell'oggetto misterioso. «Considerata la lontananza, le dimensioni reali potrebbero essere state di circa un centinaio di metri. Causa la serata piuttosto fresca in giro non c'erano testimoni e noi non avevamo il telefonino per documentare fotograficamente», si rammaricano le due donne, quasi incredule alle loro stesse parole.

Finito qui? per nulla. Altre due persone hanno visto l'«Ufo» che ha solcato il cielo di Zevio.

Sono Claudio Strambini e Beatrice Grigato, lui consigliere comunale del Partito democratico, lei insegnante alle elementari. Le due donne poco sopra la sessantina che per prime hanno dichiarato l'avvistamento che le ha lasciate di stucco, come riportato ieri da L'Arena, non sono dunque le sole ad aver visto l'oggetto «giallo-arancio» sfrecciare, «al di sotto delle nubi» tra il capoluogo e Santa Maria.
«Eravamo appena usciti di casa per andare in pizzeria quando abbiamo scorto qualcosa di strano in cielo: una palla di fuoco a luce intermittente che volava come un aereo di linea senza però esserlo», spiegano i coniugi Strambini, facendo qualche distinguo rispetto alla ricostruzione delle due signore. «Subito dopo il chiarore ha iniziato ad affievolirsi sino a scomparire del tutto. Chissà cos'era. Certo non un meteorite: quelli cadono più o meno verticalmente sulla terra. Mentre l'oggetto sferico che abbiamo visto noi viaggiava orizzontalmente. Il giorno dopo abbiamo seguito i Tg per avere i particolari. Niente. Ne ha dato notizia "L'Arena". Tirano un sospiro di sollievo le due signore prime avvistatrici: «Meno male che altri hanno visto, diversamente rischiavamo di passare per visionarie. Del resto chi, per un motivo o per l'altro, domenica sera era in strada non poteva non notare il fenomeno, tanto era luminoso. Forse si trattava di un velivolo militare sperimentale, di quelli particolarmente innovativi, comunque un oggetto mai visto prima».
Al segretario del Gruppo astrofili veronesi, Sergio Moltomoli, che aveva espresso scetticismo misto ad ironia sugli avvistamenti Ufo - «Sono 70 anni che scruto la volta stellare col telescopio e mai una volta che abbia incrociato uno di questi oggetti. Capita sempre agli altri» – le due donne replicano: «Troppe le fonti dall'antichità su presenze di strani esseri venuti da altrove sul nostro pianeta, per essere il frutto di visioni propiziate da una cena o da una bevuta abbondante. Cenni sulla presenza di presunti extraterrestri, ad esempio, si trovano nella Bibbia, in caverne indiane e altro ancora». Allo scetticismo di Moltomoli le due signore ribattono ancora: «Sarà una vita che guarda al telescopio, ma non sempre si può essere fortunati. Nel gioco del lotto, il giorno che non punti sul numero ritardatario che insegui da una vita è la volta che esce». Intanto il sito del Centro italiano studi ufologici fa sapere che nel nostro Paese, tra il 1900 e il 2004, le segnalazioni di «avvistamenti di fenomeni aerei anomali» sono state ben 15.000: la grande maggioranza verteva su fenomeni luminosi osservati a distanza. Altri oggetti d'aspetto solido sarebbero stati osservati in orario diurno. Ulteriori fenomeni sarebbero comparsi su schermi radar. Segnalata pure la presenza di "entità animate" a distanza ravvicinata dal testimone. Un punto pare trovare d'accordo ufologi e astrofisici: l'uomo non può essere la sola forma di vita dell'universo.

Arena.it  / Agenzie

Scrivi commento

Commenti: 7
  • #1

    Lorenzo (mercoledì, 22 settembre 2010 19:00)

    <<Un punto pare trovare d'accordo ufologi e astrofisici: l'uomo non può essere la sola forma di vita dell'universo. >>

    Chiaramente no, non è l'unico, anche dal punto di vista matematico delle probabilità. Il punto è: La vita nell universo quanto è intelligente ? Più o meno di noi ?
    Se pensiamo sia meno intelligente, quasi tutti gli scienziati accolgono tale ipotesi con favore: Se pensiamo il contrario, cioè che siano più intelligenti di noi, allora la quasi totalità degli scienziati tende ad escludere tale ipotesi perchè non usa altro metro di valutazione che non sia in accordo con l'evoluzione mentale dell'uomo con le sue scoperte dell'intelletto. Riusciremo mai a comprendere un'altra forma di vita che sia più intelligente di noi, se tale forma di vita non scende al nostro livello evolutivo per instaurare una forma di comunicazione che sia fruttuosa per la nostra evoluzione ? Un altra domanda fondamentale è: Se gli alieni fossero più intelligenti di noi, sarebbe corretto che essi influissero sul nostro percorso evolutivo ? Non sarebbe più corretto rimanere spettatori ?
    D'altro canto, poichè la nostra intelligenza ci spinge a voler ricercare altre forme di vita con le quali creare un rapporto, uno scambio di idee, considerazioni, soluzioni a dubbi amletici, non è forse plausibile che gli alieni siano più che altro una necessità dell'uomo di soddisfare questo bisogno ?

  • #2

    Nicklespaul (mercoledì, 22 settembre 2010 23:17)

    non è forse plausibile che gli alieni siano più che altro una necessità dell'uomo di soddisfare questo bisogno ?

    Non credo che tutte le cose strane a cui ormai quotidianamente assistiamo siano compatibili con questa spiegazione e questo avvistamento multiplo avvenuto con soggetti diversi e in località diverse credo ne sia un'esempio lampante. Se chi ci governa possiede tutta questa tecnologia nel campo dei trasporti e non la usa a suo vantaggio, come è nella nostra purtroppo ben conosciuta natura, è un folle. Non credi anche tu?

  • #3

    Lorenzo (giovedì, 23 settembre 2010 20:44)

    Concordo con te sul fatto che la tecnologia sia certamente frutto d'intelligenza, ma la questione non è l'avere dubbi su un avvistamento di un mezzo volante che non è riconducibile a nulla di conosciuto, è identificare chi pilota quel mezzo:
    1 - Ha persone a bordo, oppure forme di vita differenti ?
    2 - E' pilotato da qualcuno che però non è all'interno ?
    3 - Quale natura ha il pilota ?
    Bisognerebbe trovare una risposta a questa domanda.
    Gli addotti riferiscono di essere stati portati all'interno del mezzo e di non aver riconosciuto persone a bordo, bensì alieni che però avevano fattezze umane ... Questo mi fa pensare ... possibile che avessero una testa, un tronco e degli arti come noi, sebbene di proporzioni differenti ? Persino gli insettoidi hanno forma umana. Strano, l'unico insetto che ci può assomigliare lontanamente e con una buona dose di fantasia è una mantide religiosa ... Possibile che la stessa forma di vita si possa trovare tanto sul pianeta Terra quanto sul pianeta da cui provengono ?
    Che dire dei rettiliani ? I rettili non hanno mai raggiunto una statura eretta, (forse il varano in particolari situazioni) eppure hanno persino una corazza da buoni combattenti insensibili al dolore, così come gli insetti. Hanno non solo la forma, hanno anche le caratteristiche di quelli terrestri ... Gli addotti, quindi, riferiscono di altre forme di vita simili a quelle che conoscono con le stesse caratteristiche di quelle presenti sulla Terra. Mah.

  • #4

    Pamela (sabato, 25 settembre 2010 13:43)

    Salve a tutti.
    Sembrerà strano per alcune persone, forse un pò scettiche, ma domenica scorsa quell'U.F.O. l'ho visto pure io assieme a mia sorella e al mio ragazzo. La segnalazione non l'abbiamo fatta solamente perchè non sono riuscita a fotografarlo o a filmarlo e avrei quindi preferito avere in mano qualcosa di concreto e non solo belle parole.
    Siamo già a 5 testimoni, quindi. Ma credo che altri cittadini Zeviani abbiamo avuto modo di scorgere qualcosa di anomalo nel nel nostro cielo domenica scorsa.
    In casa mia si è discusso molto di questo fatto in quanto mio padre è un astrofilo (per passione, non per mestiere) e quindi cerca sempre di trovare spiegazioni più "terra terra" come palloni meteo, riflessi solari, rifiuti spaziali. In realtà secondo me è solo rammaricato di non essere anche lui un testimone :)
    Che dire...io rimango con il naso per aria e con la fotocamera a portata di mano. Magari domani torna a farci visita...chissà.

  • #5

    federico (giovedì, 30 settembre 2010 18:32)

    ciao,purtroppo non l'ho visto ma sono sicuro che una ventina di anni fa' vidi lo stesso oggetto nei cieli sopra aviano;un oggetto appunto rosso arancio che si muoveva in maniera improbabile per le conoscenze tecniche e meccaniche di allora,ma in quegli anni se ne avessi parlato con qualcuno,oggi mi ritroverei imbottito di farmaci rinchiuso in qualche istituto...non sono un visionario...esistono!!!

  • #6

    valentino (sabato, 01 gennaio 2011 12:04)

    ciao a tutti.....intendo a precisare che non ero ubriaco ed ero io e la mia fidanzata abbiamo visto un qualcosa di...!!!!!!!!!!!! la notte del 31\12\2010 a vigasio in provincia di verona alle ore 23:35 ho avvistato una luce arancio rossa viaggiava da sud ovest a sud est in linea orizzontale ad intermittenza con piccole oscillazioni dal basso verso l'alto poi scomparire all'improvviso. poi alle verso le 01:05 ho rivisto la stessa luce arancio rossa a ovest viaggiava dal'alto verso il basso dopo 30 secondi è comparsa una seconda luce poi subito una terza queste viaggiavano dal basso verso l'alto una da destra e una da sinistra fino quasi a sfiorarsi mentre la prima rimaneva ferma al di sopra delle altre due x poi scomparire....qualcuno a visto ???????? ciao

  • #7

    Mayckon Scheifer (sabato, 05 marzo 2011 16:04)

    Salve, prima di tutto tendo a precisare che sono una persona che ama l'ignoto, ma sono anche uno ateo scettico,o sia credo in ciò che vedo e quello che possiamo spiegare, dal'tra parte credo nella vita extraterrestre,credo negli UFO, ho già letto tantissimi libri sugli ufo e sono un'astronomo amatore, ma anche se credo e vorrei e spero sinceramente ancora di vedere un UFO qui a Isola della Scala, non credete che magari ciò che avete visto possa essere un fulmine globulare? questi sono fulmini veri e propri,però sono in forma di sfera che viaggiano in aria a bassa velocità e hanno un colore arancione, può essere visti a decine di chilometri dalla tempesta quindi non è necessario che la tempesta che lo causa sia alla nostra vista, i fulmini globulari sono plasma intrappolati in una sfere ionizzata che vola in aria quasi statici nella maggior parte delle volte non scoppiano e spariscono nel nulla, ma a volte può capitare di scoppiare allora si apre un buco sotto dov'è esploso.
    Vi metto sotto il link di wikipedia sull'argomento,può essere molto interessante.
    Allora, può essere questo che avete visto,ma sinceramente spero che abbiate visto veramente un UFO, vi invidio. per risposte andate sul mio sito. Grazie ( www.sciencekooler.com )
    http://it.wikipedia.org/wiki/Fulmini_globulari