Hawking: Dio non esiste, l'Universo si è creato da solo

Non c’è bisogno di un Dio creatore dell’universo. Anzi il creatore non ha niente a che vedere con il mistero della nascita della vita. Lo dice Stephen Hawking, il più famoso degli astrofisici, già titolare della cattedra che fu di Newton. E’ la tesi del suo ultimo libro, The grand design, il grandioso progetto, in uscita il 9 settembre.

Si riapre così il vecchio dibattito su Dio, creazionismo, evoluzionismo e scienza, su cui si sono espressi i più importanti scienziati: per un uomo votato alla conoscenza scientifica c'è spazio per un fattore non calcolabile né dimostrabile come l'esistenza di un essere superiore creatore del cielo e della terra?

Hawking, affetto da una malattia degenerativa del sistema nervoso che lo obbliga a muoversi su una sedia a rotelle e che gli permette di comunicare solo attraverso un sintonizzatore, afferma che il Big Bang, la grande esplosione all'origine del mondo, era la conseguenza inevitabile delle leggi della fisica. Citando la scoperta nel 1992 di un pianeta che orbitava attorno a una stella anziche' al nostro Sole, il fisico afferma che questo "rende meno straordinarie le condizioni del nostro pianeta, con un unico Sole e una fortunata combinazione tra la distanza Terra-Sole e la massa solare". Quindi viene meno la prova che "la Terra sia stata attentamente creata solo per favorire la vita degli esseri umani".

 

GRAZIE ALLA LEGGE DI GRAVITA' L'UNIVERSO SI CREA DA SOLO

"Grazie alla legge di gravita', l'universo puo' crearsi e si crea dal nulla", ha insistito il fisico nato a Oxford. In questo modo Hawking rivede la teoria espressa in precedenza in "Una breve storia del tempo", in cui aveva sostenuto che non vi fosse incompatibilita' tra un Dio creatore e la comprensione scientifica dell'universo. "Se arrivassimo a scoprire una teoria completa sarebbe il trionfo definitivo della ragione umana perche' conosceremmo la mente di Dio", aveva scritto in quel libro pubblicato nel 1998.

RESPINTE LE TEORIE DI ISAAC NEWTON

Ma nel suo "The Grand Design", di cui e' coautore il fisico americano Leonard Mlodinow e che uscira' il 9 settembre, una settimana prima della visita del Papa in Gran Bretagna, Hawking respinge le ipotesi di Isaac Newton per il quale l'universo non poteva nascere solo per le leggi della Natura, senza un intervento divino. In un altro passo del libro gia' anticipato, i due scienziati avevano sostenuto che entro 200 anni la razza umana dovra' colonizzare lo spazio se vuole sfuggire all'estinzione .

 

Tuttavia si può fare una riflessione sugli sbalzi d'umore, e i cambiamenti repentini di questa mente fantastica. Nel suo libro piú celebre, Una breve storia del tempo, pubblicato nel 1988, lo scienziato infatti sembrava credere che la fede religiosa e la fiducia nella scienza fossero compatibili e potessero anzi rafforzarsi a vicenda. «Se riuscissimo a scoprire una teoria completa sarebbe il massimo trionfo della ragione umana, perché riusciremmo a capire la mente di Dio», aveva scritto.
Ora invece Hawking abbandona definitivamente la convinzione di Sir Isaac Newton che l'universo non possa essere nato dal caos, e deve quindi essere stato creato da Dio. Come Charles Darwin aveva dimostrato che la teoria dell'evoluzione della specie rende inutile il ruolo di un creatore nel campo della biologia, cosí le nuove teorie scientifiche rendono inutile un creatore dell'Universo.

 

Chiesa in collera, atei che esultano, scienziati che annuiscono e fedeli che insorgono. Chi avrà la verità in tasca? Fede o Ragione, credere per dogmi o credere per leggi e numeri matematici. Forse basta credere in qualcosa, che sia Dio, una provetta o qualcosa uno comunque si sentirà meno solo.

 

E voi da che parte state?

Scrivi commento

Commenti: 112
  • #1

    Luigi Benedetti (venerdì, 03 settembre 2010 14:11)

    Cari amici miei scienza e fede sono due cose ben distinte e, come tali, andrebbero sempre trattate: mescolarle è un grave errore, mettere in contrasto l'una con l'altra per cercare di far prevalere una delle due è ancora peggio. Naturalmente chiunque può essere scienziato ed essere anche fedele a questa o quella religione. La cosa importante è che lo scienziato fedele a una qualsiasi religione lasci ben distinte le due entità, cioè non faccia dipendere la scienza dalla religione (o magari viceversa).

    La scienza non ha – e non può avere – una conoscenza "totale" e quindi, come diceva Galileo, avanza "provando e riprovando", ovvero per tentativi ed errori. Per questo motivo le conoscenze scientifiche, soprattutto quelle più avanzate, sono spesso mutevoli e la certezza assoluta è sempre in discussione. Le religioni, invece, si basano in genere su certezze totali (i cosiddetti "dogmi") che talvolta si scontrano con le scoperte scientifiche, creando così i contrasti che infiammano le discussioni (oggi soprattutto in campo biologico).

  • #2

    di biagio cinzia (venerdì, 03 settembre 2010 14:12)

    Che Dio non è esiste ècosa certa, sono daccordo con Hawking quando dice che l'universo si è creato da solo, siamo ancora molto lontani dalla verità ma stiamo facendo passi in avanti, la fisica quantistica ci ha aiutato molto......ma non so se riusciremo veramente un girono a venire a conoscenza della nascita dell'universo, forse solo dopo la morte sapremo quello che è successo!

  • #3

    themist (venerdì, 03 settembre 2010 14:22)

    Dimostrare che Dio esiste è forse la dimostrazione più difficile che ci possa essere. Però molte cose che non riusciamo a spiegare neanche con la scienza devono avere qualcosa di divino. Siamo nati da materia inerte come abbiamo fatto a diventare quello che siamo? come mai niente di tutto quello che c'è sulla terra ci somiglia, ci sono cose come l'anima che vanno al di la del corpo e della natura intesa come dna. o forse io mi illudo che dio esista perchè ho paura che dopo la morte non ci sia niente....possibile anche questo

  • #4

    Sfinge (venerdì, 03 settembre 2010 14:28)

    Se dio esiste a fine mese io non me ne accorgo ....

  • #5

    Danilo (venerdì, 03 settembre 2010 14:45)

    Purtroppo, deve avercela e non poco col creatore, per quanto sia illuminato Hawking non è onniscente, quindi non può dare una risposta certa dell'esistenza di Dio!!! Ma sicuramente capisco il suo punto di vista.

  • #6

    Lorenzo (venerdì, 03 settembre 2010 17:31)

    Hawking commette il solito errore, cioè quello che hanno un po tutti gli scienziati che altro non fanno che cercare di capire cio che gia esiste; quando lo hanno capito, fanno proprio l'operato altrui e ad egli si sostituiscono: Superbia.
    Come si può pensare di escludere l'esistenza di colui che ha creato cio che a noi è solo concesso di scoprire ? Le leggi della fisica sono prodotte dall'uomo per dare un senso comprensibile matematicamente al modo di ragionare umano. La matematica non fa una piega dal punto di vista logico, ma da una spiegazione accettabile per cio che già esiste e se esiste, deve rispondere a leggi che non sono certo frutto del caso.

  • #7

    Lorenzo (venerdì, 03 settembre 2010 17:46)

    @di biagio cinzia
    Non dire che Dio non esiste perchè ho sentito dire la stessa cosa da persone che hanno pregato per salvare la vita dei loro cari e sfortunatamente i loro cari non ce l'hanno fatta: Questo significa solo che noi crediamo in Dio solo quando ci fa comodo, cioè quando speriamo che qualcosa o qualcuno possa soddisfare una nostra esigenza. Se ci autoconvinciamo di oterne fare a meno con un surrogato, Dio per noi non esiste più. Il surrogato di Hawking è la matematica.

  • #8

    iononcredoneimiracoli (venerdì, 03 settembre 2010 17:50)

    ho conosciuto persone che hanno fatto una vita perfetta, seguendo le regole di Dio e sono finite in miseria, ho conosciuto farabutti che di Dio se ne infischiavano avere una fortuna sfacciata. So che il dolore fa andare in paradiso ( tecnica della chiesa per tenersi a se la gente ) ma delle due l'una: o dio premia o dio punisce in modo ingiusto. E' una creatura onnipotente e perfetta in quanto divintà non può essere così mal avveduta. Qualcosa non quadra.....

  • #9

    silver (venerdì, 03 settembre 2010 17:50)

    l'universo,non solo, si è creato da solo,ma nell'evoluzione tramite l'uomo cerca di scoprirsi di avere una coscienza di vedersi sia nel bene che nel male!!.tramite ogni forma di vita cerca di scoprirsi di avere una coscenza!!

  • #10

    Mario76 (venerdì, 03 settembre 2010 17:59)

    E prima del big bang? il caos si è messo in messo a posto da solo?
    la scienza cerca di spiegare cono regole scientifiche quello che scientifico non è: la fede è autoreferenziale, si spiega da sola.
    Credere in qualcosa che si possa spiegare è facile, credere per fede è molto difficile e anche coraggioso.

  • #11

    Dio è tutto (venerdì, 03 settembre 2010 18:02)

    La Bibbia ci descrive come viveva Dio quando non c'era ancora l'universo:
    nel buio e sopra le acque.

    Genesi 1,2: «le tenebre ricoprivano l'abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque»
    [Bibbia CEI] similmente alla Vulgata «...lo spirito di Dio si movea sopra le acque».

    Emerge implicitamente una domanda: prima della creazione, già esisteva l'acqua?
    Ce lo conferma sant'Agostino quando asseriva che anteriormente alla creazione già c'era "qualcosa": «non un nulla assoluto, bensì un'entità informe» [Confessioni - libro 12, cap. III + altri scritti].
    Questa entità informe era il "caos acquatico" su cui aleggiava Dio.
    Analizziamo, allora, dove sono le conferme scritturistiche e quali sono le inevitabili conseguenze: Dio è nato dopo il Big Bang!

  • #12

    Lorenzo (venerdì, 03 settembre 2010 18:13)

    @iononcredoneimiracoli
    Quadra perchè sei libero di fare la tua scelta: Se da onnipotente ti avesse imposto una vita da disonesto e ricco, o da onesto ma povero, non ti avrebbe lasciato scegliere. La fortuna è frutto del caso, può premiare chiunque.
    Della tua fortuna puoi nuovamente fare cio che vuoi: Puoi tenerla tutta per te, puoi condividerne una parte, puoi convincerti che sia più meritevole qualcun altro.

    @silver
    Niente si crea da solo, perchè la creazione è frutto del prodotto di cio che già esiste che prende un'altra forma secondo certi dettami. In quel "da solo" è racchiuso il dettame che lo fa esistere.

  • #13

    Nicklespaul (venerdì, 03 settembre 2010 18:17)

    Credo che per ora non ci sia concesso di escludere nessuna tesi, in quanto non abbiamo i dati completi per capire REALMENTE cosa sia successo all'istante zero. Quindi è solamente superbia asserire che dio non esiste, non perchè io sia credente o praticante, semplicemente perchè come tutte le ipotesi non può essere scartata fino a quando non si ha la sicurezza che sia sbagliata, e dubito che noi avremo mai quella certezza. Se qualcuno ce l'ha che la spieghi a tutti

  • #14

    teskio (venerdì, 03 settembre 2010 18:34)

    l'ultimo commento è il più giusto: nessuno ha la verità in tasca.
    Dire che Dio non esiste è arrogante, in fondo siamo o noi siamo qualcosa di più di un ammasso di molecole?

  • #15

    Lorenzo (venerdì, 03 settembre 2010 18:47)

    @Dio è tutto
    Se cerchi di spiegare Dio ad un bambino, gli fai leggere la Bibbia.
    Gli dai in mano un mappamondo e gli fai vedere che le terre emerse sono in quantità ridotte rispetto alle acque. Poi gli dici che di notte il sole non c'è ed è buio.
    Al bambino dici che quando c'era solo acqua e solo buio era l'inizio del tempo.
    Il bambino allora comprende che qualcuno ha creato la Terra ed il Sole, ma si chiede chi ha creato il buio e l'acqua ? Tu gli rispondi che è lo stesso che ha visto che l'acqua da sola era troppa e che il buio da solo era brutto. In questo modo tu insegni al bambino che esiste qualcuno che per sua volontà ha deciso che dovesse esistere non solo l'acqua ed il buio, ma anche la Terra ed il Sole.
    Quel qualcuno non ha bisogno di avere massa, solo volontà. Quel qualcuno ha bilanciato l'esistenza di ogni cosa: Se esiste materia, deve esistere antimateria. La materia è visibile, l'antimateria no, ma è matematicamente dimostrabile che esiste perchè esiste la sua controparte. Asserire che l'Universo esiste da solo, elimina la controparte che è la ragione per cui l'Universo esiste. Dio trova conferma nella scienza, così come Papa Giovanni Paolo II aveva ben compreso. Scienza e religione non sono affatto scindibili.

  • #16

    il conte (venerdì, 03 settembre 2010 19:49)

    La bibbia a un bambino è proselitismo. Tipo quello islamico.
    Ma lasciate che giochino con i cubi e le costruzioni i bambini.
    Hawking è l'erede di Newton e ha ragione da vendere, basta prosciutto sugli occhi, basta incantesmi, trucchi e parruchi.
    La vita è stata creata senza dio: una grande esplosione che partendo dal centro si propagò verso la periferia, ma una esplosione che si produsse in tutto lo spazio e dopo la quale, le particelle di materia presenti, iniziarono ad allontanarsi l’una dall’altra. La materia lanciata in tutte le direzioni a seguito dell’esplosione primordiale, si costitui esclusivamente da particelle elementari: Elettroni, Positroni, Neutrini, Fotoni e altre poche particelle elementari più pesanti delle precedenti, come Protoni e Neutroni. E via discorrendo non voglio annoiarvi in tecnicismi.

  • #17

    Lorenzo (venerdì, 03 settembre 2010 21:42)

    Non ci annoi affatto.
    Pensa che io ero convinto che la materia fosse prodotta dalle particelle elementari e non il contrario. Il Neutrino, ad esempio, sembra non avere affatto massa (forse si, ma estrememente ridotta) così come il Fotone. Pensavo che più la particella è ridotta in dimensioni, più ha energia e massa minuscola, tanto che la forza che la tiene insieme è tanto più elevata quanto più piccola è la massa di cui si compone. Se mi sbaglio, allora le leggi della fisica che governano l'immensamente piccolo, così come l'immensamente grande non hanno affatto fondamento. La relatività generale e ristretta di Einstein che sono il fondamento della forza di gravità spiegabile attravero la meccanica quantistica (l'infinitamente piccolo) sono balle colossali... E noi che abbiamo capito tutto liquidiamo anni di studi, di esperimenti, di intuizioni geniali comprovate dai postumi con un "l'Universo si crea da solo" ... Ma andiamo, la bellezza e l'eleganza della logica del Creato sono punti fermi sui quali non si può disquisire sull'esistenza o meno di un intelligenza superiore (Se Dio non vi piace). Esistono ancora molti punti di domanda: La teoria delle superstringhe sembra essere quella che maggiormenete mette d'accordo la quasi totalità degli scienziati, ma anche li qualcuno ha azzardato l'ipotesi che esistano componenti ancor più piccole di quelle accettabili matematicamente, ma non dimostrabili attarverso gli acceleratori di particelle ad oggi disponibili per la ricerca.
    Hawking tra poco morirà, quindi è probabile che le sue convinzioni siano simili a colui che getta la spugna, che si facilita la vita con l'essersi convinto di aver compreso cio che non avrà tempo di verificare.

  • #18

    Bengala (venerdì, 03 settembre 2010 21:54)

    CIT "Hawking tra poco morirà"

    Azz... guai ad averti intorno...

  • #19

    Lorenzo (venerdì, 03 settembre 2010 21:54)

    La Bibbia ad un bambino non è proselitismo; La Bibbia è scritta perchè la maggioranza delle persone la possa comprendere ... Non è una fiaba e non è un testo teologico. Vecchio e Nuovo Testamento si sono riuniti poichè Cristo non può esistere senza Dio.

  • #20

    Lorenzo (venerdì, 03 settembre 2010 21:57)

    @Bengala
    Beh dai, ha i suoi anni, in più è affetto da malattia degenerativa: Non volevo certo portargli sfiga, ho solo fatto una previsione sensata: Poi se vive a lungo buon per lui ;-)

  • #21

    Creator (venerdì, 03 settembre 2010 22:10)

    Questo è un dibattito mascherato tra evoluzionismo e creazionismo, è vecchio come il mondo. La scienza creazionista è spesso derisa dalla comunità secolare e accusata di non avere valore scientifico. Ma a pensarci bene il Creazionismo è completamente compatibile con un approccio scientifico a tutto campo. Il Creazionismo fa affermazioni su avvenimenti veri, posti veri e cose vere. Non si occupa solo di idee soggettive e di concetti astratti. Esistono fatti scientifici consolidati che sono coerenti con il Creazionismo ed il modo che questi fatti relazionano tra di loro è in armonia con le interpretazioni Creazioniste. Nello stesso modo che altre teorie scientifiche di ampio spettro possono essere usate per dare coerenza ad una serie di fatti, anche il Creazionismo può avere questa funzione.
    Volete una cosa veramente ANTISCIENTIFICA: si chiama abiogenesi.
    E' la teoria secondo la quale la vita è stata generata dalla materia non vivente!!!! La abiogenesi è uno dei concetti più confutati della scienza. Avete mai visto un pezzo di pietra prendere vita? la prenderà fra un milione di anni? Eppure, un’ottica veramente naturalistica presume che la vita sulla terra, ossia la vita auto-replicante, auto-sostenente e organicamente complessa, ha la sua origine per caso nella materia non organica. Un tale evento non è mai stato osservato nella storia umana. Neanche i presunti cambiamenti evoluzionistici benefici che servirebbero a far progredire una creatura verso forme più complesse è mai stata osservata. Quindi torniamo al creazionismo, mica per forza di Dio, anzi.
    Possono benissimo essere stati gli alieni.

  • #22

    Danilo (venerdì, 03 settembre 2010 22:23)

    Dio "entità" si è scisso e a formato l'universo.... il pezzetto di Dio che è in noi è la coscienza!!! Ma non parlatemi di bibbia di religioni o di santoni, ne sanno meno della gente comune.

  • #23

    Lorenzo (sabato, 04 settembre 2010 09:04)

    ...allora tutto è riconducibile a mettersi d'accordo su cosa significhi materia vivente. E' viva se ha coscenza di se, altrimenti no ?
    E' viva se si muove ? Una pietra è viva anch'essa poichè sono in movimento le particelle elementari di cui si compone, anche se noi la vediamo immobile.
    Una evoluzione della materia inorganica in materia vivente ed autoreplicante non esclude ne l'intervento divino, ne l'evoluzione stessa della materia inorganica secondo le leggi che governano la sua esistenza. Attribuire, quindi, la creazione della materia vivente agli elieni implica che essi debbano essere necessariamente coscenti, quindi derivati dall'evoluzione della materia inorganica. La materia inorganica c'è sempre stata ? Se è così, come si fa a comprendere la sua esistenza se per ogni cosa cerchiamo una legge fisica che la rende comprensibile ?

  • #24

    devil (sabato, 04 settembre 2010 11:02)

    dio non esiste mia madre e morta di leucemia a sofferto 20 giorni in un ospedale 20 giorni di preghiere senza esito di un miracolo mi sapete dire se esiste dio come mai se cade una scuola muoiono 30 bambini e uno si salva e tutti dicono e un miracolo non era meglio se si salvavano tutti allora si che e un MIRACOLO...

  • #25

    Lorenzo (sabato, 04 settembre 2010 13:08)

    Mi spiace molto per tua madre, sono situazioni che non lasciano molto spazio alla fede, ma credere in Dio perchè ha salvato una vita o non credere affatto perchè non l'ha salvata è ininfluente. Un edificio prende forma attraverso tre fasi: Progettazione, direzione lavori e collaudo: tutte e tre le fasi sono portate avanti o supervisionate da uomini. In quale delle tre fasi è ravvisabile la causa del crollo ?
    Non credo, quindi, che Dio possa essere tirato in ballo.

  • #26

    devil (sabato, 04 settembre 2010 14:09)

    grazie lorenzo

  • #27

    leo (domenica, 05 settembre 2010 00:31)

    DIO.E un essere composto di particelle fisiche, poss-,dire Subatomiche o fax simile intelligenti. L' Universo e composto di queste particelle.
    Anche il nostro spirito di vita interiore. Il nostro corpo esteriore non ha niente da che vedere con il nostro Spirito di vita interiore. Sono due cose separate, ma amalgamate contemporaneamente e rimangono cosi solamente fino a che il nostro corpo non si deteriori e muoia.(ma muore solamente il vestito corporeo). Lo spirito rimane perchè e anch' esso composto di particelle sub,- atomiche o fax simile le quali fanno parte stessa dell' Universo come DIO Creatore.Ora per farla in breve, per poter vivere sulla terra l' uomo ha bisogno di un vestito simile, altrimenti non potrebbe vivere. ( questo lo capite vero?.)E nello stesso tempo vive sulla terra lo Spirito di vita contemporaneamente.Quello Spirito che è dentro tutti voi nessuno escluso.
    Cosi potete contemplare la materia con le vostre magnifiche mani ed amalgamarla a vostro piacere ed nell' insieme capire i frutti della conoscenza che il nostro Supremo Creatore ha voluto con benevolenza offrire al genere umano su tutta la Terra, perchè possa vivere. Questo lo ha dovuto fare solamente per lo Spirito di vita , il quale non può prendere la materia esistente, esso ci passa attraverso come niente fosse ed alla velocità della luce se vuole.Ecco perchè allo Spirito di vita necessita un vestito simile al nostro ." vestito corporeo".L' uomo decede e muore, in verità non muore mai, in verità non è mai morto, in verità e sempre vissuto, in verità a Dio non interessa il corpo umano ma solamente il suo Spirito, esso appartiene al Creatore. Quindi voi siete DEI veri figli Di un DIO e appartenete alla luce, non scambiate la luce di una lampadina, nooo la luce dell' Universo quella luce fisica che potete vedere solamente con gli occhi del vostro Spirito, quella luce che i vostri occhi corporei non sono in grado di vedere, essi vedono solamente
    la luce astrale del sole ma non quella fisica Universale.
    Ecco perché non potete vedere il vostro Spirito esso è invisibile, ma e dentro voi.Tutte le creature viventi posseggono uno Spirito e tutte derivano dalla nascita. Unica via - ( reincarnazione) nel nostro modo di ragionare. Se L’ uomo sapesse veramente quanto è bello quanto è magnifico quanto è perfetto il suo stesso Spirito piangerebbe dalla gioia, tutto quello che esiste sulla nostra Terra non vale neanche minimamente quanto un vostro singolo capello del vostro capo Spirituale. Da queste parole dovrebbe essere chiaro quanto vale il vostro Supremo Creatore, cioè l’ Intelligenza Suprema Dio. Hawking: mi fa tenerezza ma è il suo Shichsal…Non è tutto qui quello che ho scritto è ancora niente... Leo

  • #28

    teo (domenica, 05 settembre 2010 04:22)

    L’attuale concezione del mondo considera ogni cosa composta di materia. Tutto può essere ridotto alle particelle elementari della materia, ai suoi componenti essenziali o mattoni fondamentali. E la causa sorge dalle interazioni di questi mattoni fondamentali o particelle elementari; le particelle elementari compongono gli atomi, gli atomi le molecole, le molecole le cellule e le cellule il cervello. Ma dall’inizio alla fine, la causa fondamentale è sempre l’interazione tra le particelle elementari. La credenza è che tutte le cause procedono dalle particelle elementari. Questa è ciò che definiamo “causalità ascensionale” Tutto questo in modo casuale nn potrebbe succedere, è frutto di una mente superiore: ecco la prova scientifica dell'esistenza di Dio

  • #29

    Keità (domenica, 05 settembre 2010 16:30)

    Chi ha creato il mondo? Dio! E chi ha creato Dio? Nessuno!
    Ecco che si capisce che qualcosa non quadra allora! Visto che niente si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma Dio non è mica psuntato dal niente, chi o cosa ha plasmato Dio?

  • #30

    Lorenzo (domenica, 05 settembre 2010 18:08)

    Andiamo molto sul sottile: Abbiamo assunto come assodata la concezione secondo cui l'Universo, inteso come tutto cio che è possibile vedere e non, sia scaturito da una immensa esplosione, il Big Bang appunto, avvenuta circa 15 miliardi di anni fa.
    Ogni singola particella elementare di cui si compone il tutto si è allontanata dal centro dell'esplosione ed, aggregandosi in parte ed in un certo qual modo, ha dato origine alla materia. Gli effetti del Big Bang non sono ancora estinti, pertanto l'allontanamento e la continua aggregazione di parte di quelle particelle infinitesimali continua tutt'ora creando ammassi che accrescono, collassano, muoiono e si ricreano. E' chiaro che, non avendo alcun limite all' espansione, l'Universo continui ad espandersi all'infinito, ma recenti studi indicano che quando avrà raggiunto un valore chiamato "densità critica", la sua "densità media", cioè la quantità di materia generata all'interno dell'ipotetico volume di espansione, avrà una forza gravitazionale tale da arrestare tale espansione, ed ogni singola aggregazione di materia che interagisce con tutte le altre, sarà nuovamente attratta verso il centro ad una velocità sempre crescente. Le forze gravitazionali aumenteranno al punto che l'Universo tornerà ad essere di dimensione estremamente ridotta, ma fino ad un certo punto ... Quando si sarà raggiunta la dimensone minima tornerà ad espandersi e questo "rimbalzo" continuerà all' infinito, come da tempo immemorabile continua a fare. Supponiamo ora che tra altri 15 miliardi di anni, l'Universo si arresti ed inizi a collassare su se stesso: Supponiamo ora che siano necessari altri 30 miliardi di anni per ritornare alle sue dimensioni iniziali ... La vita del nostro Universo sarebbe pari a: 15+15+30=60 miliardi di anni. Il nostro Universo ... L'Universo si è originato, si è accresciuto, si è espanso ed ha collassato su se stesso innumerevoli volte, continuamente ed inarrestabilmente. In questo quadro d'insieme, chiedersi chi ha generato cosa perde completamente di significato, mentre acquisisce valore l'esistenza perenne, anche se per noi è estrememente difficile comprenderla.
    Dio è cio che è sempre stato e che sempre sarà: Dio è in ogni uomo, in ogni cosa visibile ed invisibile: Dio è parte dell'uomo, l'uomo è parte di Dio, così com'è parte di Dio ogni cosa appartenente al micro ed al macro-cosmo. Hawking ha studiato Dio, ma lo rinnega: non comprende ciò che lo ha sempre accompaganto nei suoi studi: Lo ha sempre avuto sotto gli occhi e solo ora si permette di non accettarlo, come se si sentisse escluso dal tutto e solo parte di se. Superbia.

  • #31

    Michele (domenica, 05 settembre 2010 19:09)

    Lo sbaglio più grande e di cercare l'esistenza di Dio con la logica, Dio se esistesse farebbe parte del trascendete, ossia qualcosa aldilà della ragione umana, quindi non possiamo con la ragione o con il metodo scientifico cercare colui che ha creato il tutto. Quindi l'unica cosa e da fare è o credere nella sua esistenza o non credere...senza proprie....

  • #32

    riccardo (domenica, 05 settembre 2010 20:08)

    Giusto appunto, la fede non si può spiegare: ci credi a basta.
    La fede ha ragione diverse dalla logica in caso contrario si chiamerebbe scienza. Io penso che uno scienziato in larga parte si affidi a regole della logica ed è naturale che Hawking ( che tra l'altro è isolato dal resto del mondo ) la pensi in questo modo. Altri la penseranno in altri modi, sono cose che non si dirimono in pochi ragionamenti. Non ci sono riusciti secoli di storia vogliamo riuscirci noi?
    L'universo e la sua logica esualano dalle nostra possibili spiegazioni, anche la scienza tenta di spiegare molte cose dal big bang in poi, ma cosa c'era prima dell'universo neanche lo sa ipotizzare.... e neanche ci tenta...

  • #33

    Lorenzo (domenica, 05 settembre 2010 20:45)

    Interessante, ma da modo di assottigliare ancora le considerazioni:
    Dio appartiene alla sfera del trascedente, ma trova spazio nell 'immanente; Inoltre decide Lui quando, se e come mostrarsi (Egli è dotato di coscenza e volontà propria). Alcuni esempi: Nella Bibba, Dio parla ad Adamo ed Eva, parla ad Abramo, ma si mostra a Mosè sottoforma di arbusto che arde. Arde, quindi brucia, , ma non si consuma, a sottolineare la Sua natura trascendente con connotazioni nell'immanente. Nel Vangelo, Dio si fa uomo attraverso Cristo. Altri esempi: Cristo opera miracoli nell'immanente: Dona la vista ad un cieco, moltiplica pani e pesci, fa risorgere un morto e risorge Egli stesso dalla morte.
    Diamone ora una connotazione temporale: Dio nel Vecchio Testamento ha a che fare con gli albori della civiltà umana, quindi rimane legato alla sfera del trascendente perchè poca è l'intelligenza e la conoscenza acquisita: Cio che non si conosce è mistico e trascendentale, appunto.
    Roma è un grande Impero, chi ha dato origine a Roma ha avuto l'intelligenza di far sua la conoscenza altrui fino ad allora maturata e migliorarla. Accantoniamo il giogo operato dai romani sui popoli oppressi e la fedeltà all' imperatore come unico Dio. Il Dio vero abbandona il trascendente e si tuffa nell'immanete con Cristo che opera miracoli e fornisce lezioni di altissimo contenuto morale, filosofico ed etico. Da quel punto, tralasciando i tempi bui del Medioevo, ed i tempi dell'inquisizione o delle Crociate in cui Dio è per l'uomo simbolo erroneo di potere di vita o morte sugli altri uomini, l'uomo aumenta le sue capacità logiche, matematiche, analitiche. Col Rinascimento nasce la scienza ed essa evolve col tempo fino ai giorni nostri (e si spera anche oltre). Dio, quindi, ha scelto forse con un po di anticipo il tempo giusto affinchè l'uomo potesse avvicinarsi a Lui attraverso la scienza. Ad oggi, ad esempio, la causa di un tumore o di un carcinoma non ci è nota, ma attraverso la radio-chemio è possibile attaccarla ed impedire che si estenda. Noi siamo arrivati ad agire ad un livello dimensionale troppo grande per comprendere la causa, ma possiamo solo limitarne gli effetti. Non voglio dire che Dio sia la causa univoca di tumori o cancri, ma solo che tra le tante manifestazioni di vita, dobbiamo accettare (anche se a malincuore) anche queste, purchè non si tralasci affatto l'importanza della sperimentazione per aumentare la conoscenza a tutto vantaggio del bene per l'umanità intera. Continuo a sostenere che Dio trova conferma nella scienza, ma che è necessario avvicinarsi ad essa con l'umiltà del bambino che impara dai propri genitori a rispettarne l'autorità, senza avere la superbia di poterne fare a meno.

  • #34

    Per il sig Lorenzo (domenica, 05 settembre 2010 21:18)

    Sign Lorenzo io non so quanti anni detiene, ma mi fa molto piacere
    leggere quello che ha scritto anche se si è avvicinato pressapoco.
    Io Leo ho scritto le cose perfette, perchè ne ho avuto esperienza personale
    ( viaggio astrale ) se sa quello che vuol dire?
    Molte persone a questo mondo hanno avuto esperienze fax simili alla mia.

    Ma non ne parlano perchè hanno paura e si vergognano
    pensano che vengono presi per pazzi.
    Io non sono di questo pensiero avrei molte cose da dire ai lettori
    ma sono sicuro che non crederebbero farebbero domande su domande e poi si farebbero le risposte da soli.Io ho scritto un libro su quello che ho veduto o meglio dire quello che mi ha fatto vedere colui che ho chiamato MIO SIGNORE. Questo è il mio E mail VIECELI.LEO1950@yahoo.de -mi scriva e le spedirò il mio libro gratis. allorchè capira molti perchè di questa vita terrena. Leo

  • #35

    domenico (domenica, 05 settembre 2010 22:33)

    secondo me i nostri creatori sono scensiati venuti dall'universo

  • #36

    Lorenzo (lunedì, 06 settembre 2010 08:56)

    Sig. Leo la ringrazio per la disponibilità a fornirmi gratuitamente il suo libro, ma se lo leggessi, probabilmente seguirei un percorso obbligato; Sono convinto che Dio sia una questione di fede e la fede una questione di ricerca della verità che deve trovare un fondamento. Sono convinto che prima o poi riusciremo ad accettare di essere figli del Padre, ma solo attraverso i mezzi e le conoscenze affinabili lungo la strada che percorriamo da uomini con le nostre paure, le nostre insicurezze, ma con la certezza di lasciarcele alle spalle ogni volta che, in seguito all'umiltà nell'apprendere, avremo ottenuto la meraviglia della scoperta.

  • #37

    silver (lunedì, 06 settembre 2010 20:45)

    lorenzo, chiedi ai monaci buddisti che per giorni mesi meditano fino al vuoto interiore piu totale,abissale, non trovano dio ma trovano il vuoto il nulla.la totale assenza di stimoli la totale assenza di tutto.fede e verità non si sotengono a vicenda.

  • #38

    Lorenzo (martedì, 07 settembre 2010 09:40)

    La meditazione è uno stato mentale alterato autoindotto: Ad un certo livello riesci ad evitare che il cervello processi gli stimoli che gli giungono di continuo dagli organi di senso: E' un po come dire che sapendo che non puoi fare a meno di mangiare, tu puoi, senza sentirne il bisogno, privarti dell'alimentazione; lo stesso dicasi per gli altri bisogni primari: Può funzionare per un certo tempo, ma il matabolismo umano necessita di bruciare energia, quindi di trasformarla in forza vitale: Se dall'esterno non giunge l'apporto energetico, tu non puoi fare altro che cibarti di te stesso.
    Per la ricerca della verità non v'è dunque bisogno di meditazione, ma di sinergia tra diverse branche della scienza quali ad esempio la matematica, la fisica, la biologia, la chimica, ecc.
    Tutte volte a trovare un punto d'incontro, quella particella elementare che da origine al tutto secondo leggi ferree e prestabilite e che è presente in utto, persino nei bonzi o nell'anima per chi ci crede. e per chi no.

  • #39

    silver (sabato, 11 settembre 2010 14:54)

    non hai capito quello che volevo dire,sotto tutta la costruzione matamatica della mente non esiste niente,l'uomo è passato tra mille eperienze e credenze ma è il nulla la nostra vera origine anche se ci puo fare paura.sicuramente molta paura!!!!!!!

  • #40

    silver (martedì, 14 settembre 2010 20:01)

    ?

  • #41

    Lorenzo (lunedì, 20 settembre 2010)

    Eccomi ;-)
    Mi speghi come fa un bonzo, dopo lunga meditazione, dopo aver ottenuto il vuoto interiore più totale a "tornare in se" e venirti a raccontare che ha trovato il vuoto ? Se era vuoto come s'è riempito ?
    Capisci che potrei dirti che la nostra origine ha avuto inizio in un granello di sabbia dopo lunga meditazione ? Se polvere sei e polvere torni, lo puoi constatare da te.
    Con la meditazione riesci a fare a meno dei sensi e degli stimoli corporali, tutto qua. Non puoi spiegare nulla, solo convicerti che sia così, ma te ne convinci tu e solo tu. Infatti, chi medita cerca posti isolati perchè si isola egli stesso. E' chiaro che non può trovare altro che il nulla se è quello che cerca.

  • #42

    ROSSANA (giovedì, 23 settembre 2010 15:33)

    SFINGE SEI TROPPO MATERIALE...........DEVI DAR COLPA ALL'UOMO PER QUELLO NON A DIO.
    KEITà DIO NON è STATO CREATO DA NESSUNO è SEMPRE ESISTITO ED è DENTRO DI NOI,è NELLèARIA E NELL'ACQUA...IN UN PEZZO DI LEGNO,IN UN FIORE,è IL CIELO E L'UNIVERSO.....NON STA NELLA CHIESA COME QUALCUNO VUOLE FARCI CREDERE.
    DIO HA CREATO TUTTO E HA CREATO L'UOMO...NON CI FARà MAI DEL MALE PERCHè CI AMA ED IL SUO AMORE è TALMENTE GRANDE CHE NON CE NE ACCORGIAMO NEANCHE....NOI CI STIAMO DISTRUGGENDO DA SOLI...DOPO LA MORTE C'è ANCORA VITA MA SPIRITUALE....PIù BELLA.
    GLI ATEI COME HAWKING CAMBIERANNO IDEA UN GIORNO.
    SECONDO ME HAWKING NON CREDE IN DIO PER COLPA DELLA SUA MALATTIA MA PROBABILMENTE L'HA MERITATA(PER CHI CREDE NELLE VITE PASSATE NATURALMENTE).

  • #43

    silver (venerdì, 24 settembre 2010 19:38)

    non credere in dio non significa non credere in nulla,essere atei non significa non ubbidire alle regole che governano il mondo,atei significa tentare avere piu fiducia nell'uomo nelle sue capacità.tutti amano un dio da quello cattolico a quello islamico e cosi via, pero continuiamo ad ammazzarci fra di noi in loro nome!!!!cosi la coscienza è a posto!!!!

  • #44

    silver (venerdì, 24 settembre 2010 19:50)

    io non sono un bonzo,pero medito da qualche anno e ti posso assicurare che la meditazione pulisci i sensi e gli stimoli corporali da limitazioni culturali e educative e scivoli nel silenzio mentale,eliminazione dei limiti mentali, con una percezione del mondo che ci crconda molto piu profondo.in questa condizione mentale dio non mi viene in mente quando ritorno rincomincio ad avvertire il mondo secondo i limiti che mi hanno insegnato e anche il bisogno di avere un dio a cui rivolgermi quando sono nei casini!!!

  • #45

    silver (martedì, 28 settembre 2010 12:44)

    è un mio modo di vedere le cose posso anche sbagliarmi non esistono certezze in questo campo!!pero il dialogo puo aiutare!!

  • #46

    RUSSO Vincenzo (lunedì, 25 ottobre 2010 12:30)

    Tempo fa Stephen Hawking voleva poter conoscere la Mente di Dio. Per questo io gli dedicai il mio libro: “Il Tachione il dito di Dio”. Ora ha cambiato idea e dice che Dio non esiste. Il CERN a sua volta ripropone l'eterna esistenza della materia. Io rispondo così:
    COMMENTO ALL’ULTIMO ESPERIMENTO DEL CERN DI GINEVRA.
    Ciò che è stato osservato al CERN di Ginevra ,consiste di un plasma di teorema geometrici e matematici, espressi in numeri cardinali .
    Questi a loro volta sono costituiti da un gas di numeri ordinali, (la polvere di Cantor ” diviene “ frattali).
    A proposito DUNQUE ,della presunta autosufficienza della materia ,affermata dopo gli ultimi esperimenti del CERN di GINEVRA.
    Siamo semplicemente alle solite tesi ideologiche .
    Non si tiene conto che l'energia applicata nell'esperimento del CERN è già esistente nell'universo . Quindi la materia non è affatto autosufficiente. Rimane vero semplicemente che nulla si crea e nulla si distrugge .
    Rimane insoluto infatti ,quali sono le ragioni dell'esistenza dell'energia ? Perché c'è l'energia invece che il nulla ?
    Per approfondire segnalo il sito: il Tachione il dito di Dio.
    Nel sito www.webalice.it/iltachione si può leggere gratuitamente in rete la teoria unificata dell'universo fisico e mentale, secondo il pensiero sineterico.
    La tesi fondamentale della teoria afferma che la gravità non è una qualità della materia ma una reazione astratta all'estensione angolare .
    Pertanto le successive dimensioni spaziali “estendendosi” a partire dal punto mentale,alla retta ,al piano e ai volumi, determinano REAZIONE ANGOLARE GRAVITALE ,all'ipotesi immaginaria di estensione LAMBDA, nello spazio tempo.
    Dunque le ragioni invisibili delle apparenze fisiche ,sono astrazioni di teorema matematici.
    Le apparenze fisiche visibili ai sensi sono simulazioni delle idee della teoria.
    In pratica non ci sono fenomeni fisici ma solo rappresentazioni mentali dell'osservatore

  • #47

    RUSSO Vincenzo (venerdì, 29 ottobre 2010 23:51)

    vittorio catani
    Sono andato sul sito “Il Tachione…”
    Teoria originale, ardita e che - ahimè - per mie carenze tecniche non sono in grado di comprendere appieno, come forse sarà per altri lettori.
    Forse, se ci si pone il fine d’essere compresi da quanta più gente è possibile, un linguaggio meno specifico avrebbe giovato, sia pure a costo di qualche semplificazione.
    Comunque: complimenti. Non è da tutti.
    .RUSSO Vincenzo
    Caro vittorio catani ,la teoria unificata deve correggere duemila anni di errori di filosofia ,che hanno influito sulla logica ,sulla matematica e sulla fisica. Ora per correggere tutto questo ,po,po di scienza travisata ,occorre una nuova semantica .Cioè si devono dare nuovi significati a parole ed espressioni in uso da secoli.Non che sia tanto difficile in se.Il difficile e rimuovere i pregiudizi stratificati nella cultura nota.Per esempio INFINITO oggi significa qualcosa d’immenso e magnifico. In realta è un numero e una qualità incompleta. Un numero non finito. Cioè non è un numero intero. Quindi non rappresenta grandezza ma incompletezza. Gli antichi della magna grecia usavano invece i due diversi termini limitato,(cioé completo),per esprimere grandezza e illimitato,(cioè incompleto), per definire la rarefazione dei numeri primi nel nulla. Va meglio?
    PROVIAMO CON UNA NUOVA MAIL QUI DI SEGUITO.
    LEGGETEMI PERO’ IN MODO ESTESO anche SUL MIO SITO, PER UNA COMPRENSIONE MIGLIORE.
    SALUTI DA VINCENZO
    Vi TRASMETTO UN’ALTRA MIA MAIL MOLTO DIFFUSA IN RETE.
    risposte a BIOLOGI NEODARWINISTI e scienziati agnostici o atei.
    RUSSO Vincenzo scrive:
    ottobre 26, 2010 alle 12:16 pm
    Tutte le teorie della scienza non sono conclusivamente galileane.
    Altrimenti diventano leggi della natura e non sono più teorie.
    Quindi le ragioni invisibili per essere ,sono molto più profonde delle cause visibili presunte ,e lo sono più importanti ,persino di quelle cause sperimentalmente verificate. Infatti ogni esperimento è vero solo fino a quando si ripete identico.
    UN BRAVO DI SETTORE DUNQUE A RICHARD LEWONTIN biologo antievoluzionista.
    La scienza è fede quanto la religione ,ma è difficile farlo ammettere. Eppure la teoria standard e la matematica stessa sono solo ipotesi ipotetico deduttive ,valide solo nel loro proprio sistema assiomatico. Vale a dire che sono incomplete o indecidibili. In pratica non sono false ,perchè sono ipotesi coerenti nel proprio sistema assiomatico. Con ciò non sono neanche vere però ,ma sono solo finte ed immaginarie costruzioni mentali. Le congetture non sono invece nemmeno costruibili e quindi sono false.
    Allora il mondo visibile è una costruzione mentale, realizzata con teorema coerenti ma finti.
    Per concludere .A quali giudizi si devono sottoporre i concetti sintetici ed analitici per trovare le leggi naturali galileane visibili ed invisibili? Ovvero come si trova anche il perché dell’esistere ?
    RISPOSTA : Con il giudizio completo della logica sineterica. Vedi sul sito http://www.webalice.it/iltachione ,soprattutto al volume V : “il tempo e il pensiero”.

  • #48

    silver (lunedì, 01 novembre 2010 07:25)

    la materia si rende intelligente tramite l'uomo e la natura o è intelligente,sia materialmente che mentalmente,per sue caratteristiche.

  • #49

    silver (venerdì, 05 novembre 2010 13:42)

    la materia si rende intelligente tramite l'uomo o è intelligente per sue caratteristiche.

  • #50

    Paolo Santangelo (sabato, 04 dicembre 2010 19:54)

    Francamente ditemelo: se dovreste mai in questo stesso momento presentarvi al cospetto di un giudice supremo, avreste mai il cuore sereno, libero e fiduciosamente certo di essere assolti? Che cosa, che cosa avete mai sacrificato del vostro interesse alla necessita' del vostro prossimo (alludo a quello povero, il piu' umile, il piu' diseredato ed afflitto)? Quale, quale e' stato l'intento vostro, se non quello di ammassare beni ed orgoglio, egoismo, intemperanza e crudelta'? Tutte queste cose non vi seguiranno nella tomba, ne' le ritroverete se qui dove ora siete dovreste per sventura vostra tornare. Meraviglioso Iddio dell'amore e di tutti i sensi, di tutte le bellezze, ben oltre quelle che il vostro genio ha intuito, ben oltre il sacrificio di santi e di eroi. Dio eterno amore.Io armonizzo le possibilita'.
    Forse per testimoniare la sua esistenza in un mondo sempre piu' pagano.
    Quello dell'uomo pero' e' uno "spirito intelligente" perche' l'uomo sovrasta ed e' in grado, per quanto lo riguarda, di regolare, se non di dominare, gli istinti che sospingono incessantemente tutto cio' che esiste e si forma. Ho definito 'coscienza sublime' ogni impegno volto a raggiungere, sia pure attraverso la materia, dimensioni fuori della consuetudine. Ammesso che la genialita' faccia ancor parte dell'istinto, i prodotti della genialita' appartengono invece a quella liberta' di creare che e' prerogativa dello "spirito intelligente" dell'uomo, quindi ben oltre l'istinto stesso. Questa considerazione sarebbe sufficiente a comprendere l'esistenza dell'anima la quale si identifica poi in quell'armonia universale alla quale contribuisce e partecipa.
    La vita terrena e' troppo breve per creare e rinunciare poi subito a cio' che si e' creato.Lo spirito dell'uomo e' la creazione la piu' alta che Dio ha realizzata e come tale gli competono facolta' e possibilita' straordinarie.Dio crea il nostro spirito, senza pero' estrinsecarlo. Siamo noi stessi che dobbiamo realizzarlo accettando la prova severa della vita, le sofferenze, i dolori, la morte; ma lo facciamo con goia sapendo che realizziamo il disegno di Dio. E alla fine, chiusi gli occhi, saremo noi stessi, per primi, a giudicarci: "Siamo o meno idonei di adire all'eternita'?"Credo in un Dio unico, fabbro dell'universo, ispiratore della giustizia e della carita'.Avvicinare la scienza e lo spirito, cio' che oggi non e' ancora attuabile.Ogni morte e' il misterioso preludio di una risurrezione, il mistero che sigilla la vita, che non e' tolta ma solo mutata.Si nasce e si muore nel medesimo punto dell'etenita'.Nulla muore: cio' che muore cade nella vita.Nulla di cio' che facciamo e' male se e' in armonia con noi stessi e non danneggia il prossimo.Dio resiste ai superbi e da' la grazia agli umili.La scintilla divina e' in fondo al nostro essere.Dio e' l'Invisibile Evidente e la' dove tutto finisce Egli comincia.Spesso la Verita'e'velata da un simbolo.L'immaginazione e'la piu'scientifica delle facolta'.Tutto vibra alla frequenza dell'amore.
    La forte luce e' anche un forte suono, ma tutto e' silenzio.
    La Verita' e' un ago che sta in equilibrio su un piano di cristallo.
    L'infinito e' composto di Universi che si sollecitano.
    Rallegratevi! Non esiste la morte! C'e' subito un'altra vita.
    Non si puo' parlare al cuore della gente se non si parte dal proprio cuore.Che cosa sarebbe il pensiero se non esistesse lo spirito? Le sue possibilita' non andrebbero certamente oltre i limiti consentiti dall'istinto.Ogni giorno di piu', mi convinco che lo sperpero della nostra esistenza risiede nell'amore che non abbiamo donato. L'amore che doniamo e' la sola ricchezza che conserveremo per l'eternita'.
    Nel Meraviglioso c'e' l'Armonia riassunta del Tutto e questa definizione e' valida tanto per chi ammette quanto per chi nega Dio.
    Illumina questa gente Signore quando saro' morto! che capisca, non abbia paura della morte!La Verita', pur di imporsi, possiede mezzi implacabili e presto o tardi li usa. Certamente un rapporto tra spirito e materia esiste: la Scienza non lo conosce. Una collaborazione con la scienza io la invoco, senza quel presupposto di sfiducia che non offende la mia trascurabile persona bensi' la conoscenza che ho raggiunta e che e' gia' patrimonio della Scienza di Domani.Ho sperato che fosse proprio la Scienza ad aiutarmi a riconoscere e codificare queste mie sensazioni che sono certo ogni uomo possiede, e sara' la Scienza stessa a rivelare queste facolta' e promuoverle in tutti gli uomini...Non dimenticare mai queste cose. Siate forti di queste cose. Vi ho aperto delle porte sull'infinito.Datele agli altri, comunicatele al prossimo! Dite agli altri che bisogna pensare che si sopravvive, che continua la vita altrove, che si ritorna sulla Terra solo se si e' indegni di continuare a vivere! "Riferimento bibliografico: G. ROL - "Io sono la grondaia...".Ed. Giunti.

  • #51

    silver (venerdì, 17 dicembre 2010 19:43)

    non capisco perche per dire delle cose ,molto geniali,bisogna avere un riferimento immaginario tra il giudicatore e il magnanimo pieno di armonia o cattiverie.l'uomo puo serenamente essere giudice di se stesso,anche perche la presenza di questa entità non impedisce all'uomo di essere cattivo nella realta basta guardare le guerre e cattiverie varie la fame nel mondo ecc.,forse rimandare il tutto a una entità esterna,immaginaria,ci toglie le nostre responsabilita. è SICURAMENTE TREMENDO IMMAGINARE CHE NON ESISTE UNA ENTITA CHE SE SIAMO BRAVI POI CI PREMIERA e stare a guardare i cattivi.dire che dio non esiste non è una bestemia è il solo modo per cambiare le cose chi vuole fare del bene lo deve fare,se vuole,per l'uomo insieme all'uomo al di fuori delle religioni dei vari dei.poi ognuno fà quello che vuole il libero arbitrio lo permette!!

  • #52

    gennaro (sabato, 15 gennaio 2011 16:32)

    io vorrei rispondere a di biagio cinzia,ammette che dio nn esiste,perche poi dice dopo che saremo morti si sapra'tutto?io credo di guardarvi nella coscienza nn si puo' asserire una cosa quando gia' e controversa con se stessi.se il grande scienziato grande....chi gliela da ' la certezza di quello che dice?

  • #53

    paolo pietro (domenica, 06 febbraio 2011 21:56)

    Indipendentemente da tutte le teorie, una cosa è certa: speriamo che Dio esista perché se non esistesse, l'uomo sarebbe una bestia nata per caso.

  • #54

    Leonardo RUBINO (domenica, 27 maggio 2012 09:32)

    In fisica il nulla può esistere se si dimostra che esiste, altrimenti è solo un concetto astratto. E penso che il Principio di Indeterminazione di Heisenberg possa rappresentare un problema per chi si proponesse di mostrarci la sussistenza del nulla.

    Inoltre, quei fisici che si vogliono sbarazzare di (un) Dio farebbero bene ad usare l'articolo indeterminativo un, altrimenti lo affermano. E poi, questa loro missione fa un po' i conti senza l'oste, in quanto nel descrivere l'universo, che sarebbe scaturito dal "nulla", si dimenticano sempre per strada l'osservatore dell'universo e la scintilla che anima la sua mente, senza la quale l'universo non sarebbe osservato e verrebbe a mancare quindi anche il concetto di esistenza. Esistere significa essere un oggetto per un soggetto (Schopenhauer) e dunque il ritirare in ballo l'indispensabile "soggetto" rimette in discussione quell'essersi sbarazzati di un "Dio" o comunque di quell'entità metafisica che determina la volontà di osservare dell'osservatore, che nulla ha a che fare con la materia; infatti, un uomo cosciente e sveglio (e che dunque osserva) ed un uomo in stato di incoscienza (che non osserva e non si rende conto di esistere) pesano esattamente gli stessi chili; dunque, quella differenza chiave non è materiale.

    La mia opinione personale sull'Universo dal "nulla" la si può trovare, ad esempio, al seguente link:

    http://www.altrogiornale.org/news.php?item.7687.10

    Grazie.

    Saluti.

    Leonardo RUBINO.
    leonrubino@yahoo.it

  • #55

    Sabbir (giovedì, 31 maggio 2012 09:23)

    Ecco Io Credo In Dio.Facciamo un Ragionamento chiaro. Facciamo che Dio non Esiste quindi non succederà niente ne ai credenti manco ai non credenti ma se Dio dovesse esistere i credenti hanno qualche possiblità di andare in paradiso. Quindi non c'è niente di male in credere in Dio.
    Nel libro di Hawking c'è scritto che prima del Big Bang c' era il nulla, cioè 0. E visto che la somma totale di tutti gli elementi dell'universo è 0, quindi L' Universo si è formato da solo( Visto che 0= +1-1= +2-2=+100000-10000). Ma visto che lo 0 si può scrivere nei precedenti modi anche Dal Nulla si è formato energia positiva e negativa nello stesso modo in modo che la somma sia 0. Da questa Energia si è Formato Il BigBang e cosi via Galassie, stelle, Sole, Terra Ecc. Adesso Pensiamo che in un quaderno ci sia scritto lo 0. Lo zero ha il valore Di +1-1 o +2-2 ecc. Ma c'è comunque bisogno di una Persona che scriva sul quaderno questi Valori per risolvere un espressione. Nello stesso Modo DIO ha "scritto" nel NULLA i valori del nulla (0) ordinatamente in modo di formare Il bigBang...
    Quindi DIO ESISTE 100%

  • #56

    Luigi (lunedì, 23 luglio 2012 18:35)

    La chiesa protegge solo i suoi interessi economici.

  • #57

    stefano (giovedì, 27 settembre 2012 23:57)

    non so se veramente esiste dio tutto sia cosi misterioso noi dobbiamo credere in qualcosa e la gente si attacca alla fede per me dopo la vita terrestre ce solo buio

  • #58

    stefano (venerdì, 28 settembre 2012 00:01)

    se si scoprirebbe che dio non esiste il vaticano non servirebbe piu a nulla e la chiesa gioca su questo mistero .negli ospedali ho visto gente soffrire specialmente bambini malati terminali di cancro .se dio esiste e permette queste cose .e un dio sadico

  • #59

    Giancarlo (domenica, 25 novembre 2012 16:29)

    Come dice il detto: non c'è niente di più stupido di un uomo "intelligente". Hawking ne è la dimostrazione vivente.

  • #60

    rRosolino Lo Duca (domenica, 06 gennaio 2013 04:52)

    DIO E' ESESTITO ESISTE OGGI ,ESISTERA' DOMANI ,E TU UOMO DI POCO CONTENUTO NON HAI NESSUNO DIRITTO DI GIUDICARLO, E BASTA CON TUTTE QUESTE CHIACCHERE............

  • #61

    guido (martedì, 22 gennaio 2013 18:22)

    Un fatto è certo ed è dimostrabile che: la materia divenuta carne, si esprime ragiona riflette, si pone delle domande; ed una è questa:Io non ero, ma ora sono,visto che sono, perchè mettere in discussione il creatore e ll mio domani?

  • #62

    In merito al nulla (sabato, 30 marzo 2013 00:20)

    Il nulla è inteso come armonia. Leggi Schopenhauer ...un nulla che NON È il niente, bensì un nulla relativo AL MONDO (fenomenico): "dopo la soppressione della volontà è certamente il nulla per tutti coloro che sono ancora pieni di volontà. Ma per gli altri, in cui la volontà si è disciolta... questo nostro universo... è esso, il nulla." Il nirvana quindi è un tutto, uno spazio luminoso di serenità

  • #63

    Sam (martedì, 02 aprile 2013 02:35)

    la questione purtroppo non è risolvibile, e i dubbi che abbiamo vengono dai nostri limiti. Hawking, quando parla di religione non va ascoltato. Lui ha studiato matematica, non teologia. Io non vado dal medico se ho la macchina con il motore fuso. Quelli che danno per certo che dio non esista rientrano in due categorie di persone: quelli che pensano che dio ragioni secondo la loro logica, e i pigri. I primi sono i peggiori, perché sono superbi. I secondi sono recuperabili. Sinceramente? Mi accorgo della mia unicità e sento che tutto ciò che mi circonda, nella mia realtà, dipende da me. E questo non è possibile, come fa una realtà così vasta a dipendere da me che sono così piccolo?
    Parlando poi di altre domande, mi chiedo questa voglia di solitudine che hanno gli atei da cosa scaturisca. 'Non possiamo essere soli nell' universo!' ma scusate, non è più bello pensare di essere unici e che tutto il resto ci sia stato messo solo come sfondo per la nostra vita?
    Dico questo perché vedo scienziati che si struggono nello scrutare il cielo parlando di meravigliose scoperte, quando MAI saremo in grado di andare fisicamente oltre il sistema solare, dato che siamo terrestri. Allora perché non usare le nostre energie per conoscerci meglio e conoscere meglio casa nostra, piuttosto che stare con la testa alzata tutto il di?

    L'astrofisica è la nuova religione. Non fate altro che sostituire Dio con la scienza, e credetemi, il primo vince perché è indomabile e per questo incute timore. Il Dio scienza viene preferito perché lo si può 'manualizzare'.. malsana mania di controllo.

  • #64

    Leo (domenica, 08 settembre 2013 02:03)

    Salve Sam.
    Ho preso in considerazione le ultime parole che hai scritto, mi sono piaciute moltissimo.
    Sam tu credi in Dio. lo dimostri con le tue parole. Anche altri sono come te.
    Io Leo ti voglio svelare qualcosa, qualcosa che vale anche per coloro che credono e per coloro che non credono , sopratutto per questi ultimi.Questi ultimi credono in particolare a cosa vedono e a niente altro. Ma non è colpa loro.Deve essere cosi. Non è ( Dio ) che cerca l' uomo
    ma l' uomo che deve cercare Dio . Per cercare Dio lo si può fare in un modo solo. Ma non è facile e non e per tutti che ci possano riuscire. Si può raggiungere a smuovere lo Spirito Supremo solamente con l' amore vero amalgamato al dolore fisico del tuo Spirito vitale.
    Con l' amore e il dolore , ma si deve raggiungere il limite tra la vita e la morte.
    Ogni uomo e ogni forma vitale detiene uno Spirito vitale, senza quest' ultimo non potremmo ne camminare, ne parlare ne lavorare ne pensare niente di niente . cioè come morti.
    Perché un morto non si muove più ? Perché il suo spirito vitale ne è uscito dal suo corpo, le ragioni possono essere molteplici.Vecchiaia, incidenti sul lavoro, guerre ecc. ecc.
    Nel passato e nel presente ci sono state delle persone che hanno avuto modo di avere contatto con entità Superiori. Io sono una di queste persone. Ma non pensiate che sia facile
    sopportare tale presenza, per una persona fragile credo che impazzirebbe dalla paura.
    Non è sopportabile essere trafitto da raggi roventi ed elettrizzanti,nello stesso momento non visibili in tutto il tuo corpo da una Entità che ti chiama per nome pure e non la vedi ma è davanti a te in quel momento allora spontaneamente gridi AIUTO dentro te stesso come ho fatto io.Ho gridato aiuto per due volte dallo spavento.

    La mia storia sarebbe lunga da spiegare ,ma vera per questo io oggi non ho paura della morte perché so che esiste Dio al mille per mille e sono consapevole che può mandare qualsiasi dei suoi in ogni parte in frazioni di millesimi di secondi alla velocità della luce.
    Siate tutti contenti invece di avere ricevuto la possibilità della reincarnazione in un mondo
    che è una perla dell' Universo a modo che possiate constatare personalmente i frutti della conoscenza. I frutti della conoscenza sono i seguenti:
    Ammirare la Natura terrestre, ma di più poterla toccare , perché lo Spirito non lo può fare.
    Esso ha bisogno del vostro corpo per poterlo fare. Assaggiare i frutti che produce la terra .
    La procreazione di noi Stessi .Acquisire comprendere e amare ,sopratutto aiutare essere umani conoscendo anche il male.
    Che vita sarebbe se tutto andasse bene? E se tutto andasse male che vita sarebbe?
    Ecco che L' Essere Supremo diede alle sue creature occhi per vedere, intelligenza per capire
    ed amore per separare dentro se stesso il male. Peccato però che talune persone sguazzano nel male. Ma se non ci fossero queste altre non capirebbero il bene.
    Ma voi pensiate proprio che un giorno il quale diviene per tutti il buon Creatore metta assieme
    i buoni con i superbi.? Io non credo proprio.
    Se invece potreste sapere veramente come è fatto il vostro Spirito di vita o vi sarebbe fatto vedere la sua bellezza ,la sua potenza e sopratutto la sua perfezione, sono sicuro che piangereste dalla gioia dentro voi stessi.
    IO non voglio essere maestro per nessuno, ma avrei molte altre cose da far capire.
    Ma sono propenso che ci sia sempre qualcuno che è contrario di tutto e in qualsiasi
    discorso trova l' opportunità di travolgere le parole altrui, perciò neanche voglio dire di più
    perché sarebbero parole sprecate. Sam, fai bene a credere, come tanti . Credite nel Creatore e non vi perderete mai.



  • #65

    alessandro (mercoledì, 22 gennaio 2014 17:40)

    Vorrei credere, ma le prove quotidiane sono tutte contro l'esistenza di un eventuale Dio,buono,misericordioso,che ci ama incondizionatamente,come sono solito ripeterci i Sacerdoti, che possiedono il potere che viene da noi presunti credenti.Si parla di miracoli, ma pensateci bene, mai nessuno è stato testimone oculare di un miracolo effettivo a Lourdes, o altrove, si parla sempre di miracoli postdatati.Possibile che le televisioni di tutto il mondo non abbiano mai registrato un miracolo in diretta. Miracolo è il malato,paralitico da anni su una sedia a rotelle, che improvvisamente si alza e cammina, ma quando si è verificato un episodio del genere ? MAI. Un prigioniero in un campo di concentramento Nazzista, in una sua lettera scriveva, milioni di persone sono state uccise nei forni crematori, abbiamo pregato fino allo sfinimento, per chiedere aiuto, a Dio, abbiamo pregato perchè ci fosse inviato uno spirito per darci conforto, ma la risposta è stata il nulla, Dio non esiste, e se per caso c'era è morto.Forse c'è un'altra possibilità, c'è ma non è onnipotente, e quindi non puo' intervenire, o forse è Onnipotente, ma non vuole intervenire, allora è anche sadico. C'è solo una spiegazione, come possiamo credere che prima della nostra presenza sulla terra, un probabile Dio, per migliardi di anni passava il tempo a meditare su una possibile creazione. Forse è molto piu' probabile pensare che siamo il frutto di una creazione voluta da altri esseri intelligenti arrivati da altri mondi.Cosa ne' pensate ?

  • #66

    James kirk (giovedì, 06 febbraio 2014 14:22)

    solo un minchione frustrato può pensare che DIO non esiste; se sei arrabbiato con Lui perché ti ha riservato questa vita biologica non del tutto sana c'è una ragione ben precisa che tu devi cercare dentro di te, ma la vera vita comincia dopo questo banco di prova e noi polvere cosmica non possiamo nemmeno immaginare lontanamente i suoi disegni ma possiamo intanto ringraziarlo di farci esistere pensaci mio caro scienziato del NULLA !!!!!

  • #67

    Rocco (giovedì, 20 marzo 2014 19:24)

    Uno dei grandi errori che commettiamo è di continuare a cercare la verita nello stesso spazio in cui viviamo, per astrazione nessuno ha detto che la verita' si trova in questo spazio,noi ci affanniamo nel cercare tutte le dimostrazioni in questo universo e se siamo in una scatola, o in uno schermo e la verita' è fuori ?
    La religione ? Tutte debolezze umane, ogni periodo ha avuto la propria religione, l'uomo è debole perchè non sappiamo la motivazione per il quale siamo nati, la vita stessa non ha senso, qual'è lo scopo ? tutte fantasticherie, se eravamo nati 1000 anni prima di mose credevamo nel Dio uccello, per razionalitaì ragioniamo in termini che qualcosa è stata creata da un'altra cosa, ma questo non è sempre vero, la nostra mente è portata a ragionare cosi' ecco perchè non arriviamo a soluzioni.
    Io sono fermamente convinto che siamo il frutto di un esperimento, ci stanno solo osservando per vedere come ci comportiamo e ci evolviamo, per capire meglio il LORO stesso mondo, ecco perchè la vita non ha uno scopo, perchè ci hanno fatto solo per vedere come ci relazioniamo gli uni con gli altri. Siamo reali, ma solo un esperimento di altre civilta', per questo non troviamo extra terrestri perchè continuiamo a cercarli nel nostro stesso spazio , loro invece sono esterni a questo spazio ci stanno osservando come in uno schermo, il problema è , come rendersi contro che siamo dentro ad uno schermo ?? Si accettano ipotesi su come accorgersi di questo, quali possono essere gli errori vulnerabili per capire questo.

  • #68

    ALBERTO VENTI (martedì, 08 aprile 2014 22:36)

    Il nulla dovrebbe significare, non spazio,non tempo, non energia, non materia.
    Secondo me, lo spazio è apparso come primo elemento dal nulla per poi continuare ad esistere, oppure dovremmo in alternativa accettare che sia sempre esistito senza nessuna causa a monte.
    In un secondo tempo, in questo solo immenso spazio cosmico, dal nulla l'energia si è manifestata con a seguito la materia, e tutto ciò è stato determinato dal big bang.
    Non credo affatto che dal big bang sia nato lo spazio, il big bang è una causa in sè che non comprende affatto la manifestazione anche dello spazio che come detto presisteva allo stesso big bang.
    Sono convito che se il nostro universo è ciclico, l'energia e materia procederanno ad un collasso per generare un big grunch, il quale inevitabilmente darà l'innesco ad un big bang, e così via in un ping pong cosmico per così dire.
    L'enigma fondamentale non è tanto il big bang, ma riuscire a capire se lo spazio sia nato anch'esso dal nulla, oppure se esso è sempre esistito senza causa a monte, per quanto la mente voglia rifiutare idea dell'esistenza eterna dello spazio.

  • #69

    ser (venerdì, 18 aprile 2014 19:24)

    Se la legge di gravità è la chiave della vita dell'Universo...Hawking si sbaglia perchè comunque una legge presuppone un legislatore e non può nascere dsal caos!

  • #70

    ser (venerdì, 18 aprile 2014 20:12)

    e' assurdo che una legge esista da nulla(la legge di gravità) e dia il via a un Universo complesso pieno di leggi fisiche e matematiche di ogni genere..Hawking onestamente mi delude...una legge presuppone un legislatore e non può esistere per volontà del caos....

  • #71

    STEFANO (lunedì, 14 luglio 2014 13:48)

    Tutto ciò che esiste è opera delle Mie mani. Io l'Onnipotente, Io l'Eterno, Io sono Colui che è da sempre e per sempre. Per voi, piccoli uomini, ho creato l'universo; il mondo è pieno della mia gloria, a voi spetta il cantarla con inni di gioia. L'uomo sapiens è il risultato dell'evoluzione della materia, dallo stato primitivo di cellula, dall'unione delle varie cellule rincorrentesi fra loro, le positive verso le positive, le negative verso le negative, ognuna si accomuna con l'altra di simile specie; unite le varie cellule simili formano il nucleo che attira a sè altri nuclei simili. L'unione dei nuclei forma l'organo specifico e l'unione dei vari organi attraentesi e combacianti fra loro in maniera perfetta, senza intercapedine, ma organicamente connessi e intrinsecamente azionanti forze uguali e contrarie, a loro volta muovono i nuclei e fanno agire la massa corporea in una sintesi equilibrata dove ciascun organo risponde a determinati impulsi derivanti dall'essenza specifica della cellula madre.Dal caos di tutte queste forze agenti per volontà del Creatore si è un po' alla volta formato l'equilibrio, la norma uguale per tutto, I'ordine del tempo, di moto, di distanza, di massa muoventesi in questo equilibrio di forze ora regolate e ordinate

  • #72

    francesco (lunedì, 14 luglio 2014 13:50)

    L'universo è il creato nel suo insieme generale, formato di materia e forze comprese nella materia, unentesi a forze esterne alla materia ma attratte dalle forze interne con esse combacianti. Dall'incontro e dallo scontro di tali forze, interne ed esterne della materia, si determina in essa la varietà degli esseri e delle cose. E' questione di quantità e qualità di tali forze positive e negative.

  • #73

    Alessio (venerdì, 19 dicembre 2014 16:39)

    Io non penso che, come molte persone dicono, L'Universo si sia creato da solo. Pensateci...nulla si può creare da solo, tutto ha un origine.
    Io credo fermamente in Dio, ma non perche sono nato in una famiglia Cattolica, ma perche penso che Qualcuno ci abbia dato la possibilità di vedere,toccare e sapere.
    Molte persone dicono che non credono nel Creatore perche molti bambini muoiono ogni giorno di cancro e ecc. ; come ho letto in un messaggio precedente ( a cui do ragione), c'era scritto che si crede in Dio solamente quando Esso salva una vita dalla morte... se una persona si salva da un cancro è sicuramente un miracolo di Dio, se non si salva vuol dire che Dio non esiste .. secondo me è sbagliatissimo fare questo ragionamento. Dio, non solo lo su può incontrare in Chiesa, ma lo puoi vedere in tante altre maniere.. come quando vedi un bellissimo panorama, o il tramonto, o il cielo stellato di notte; oppure quando vedi della gente fare del bene, la, Lo si può vedere.
    Penso che la vita terrestre sia solo un passaggio della vera Vita che ci aspetta ... può darsi che tutto questo che stia dicendo sia errato, e che dopo la morte ci sia il buio; però prima dell'Universo cosa c'era ? il nulla ? e quale teoria o scienziato al mondo può spiegare come l'Universo si sia originato dal nulla ? molti scienziato non hanno saputo rispondere alla domanda .. è chiaro !.. non si può spiegare qualcosa che non è composta da materia come Dio... Lui ci ha creato con LIBERO ARBITRIO, in quanto noi possiamo fare una scelta nella vita : BENE O MALE ? dipende di persona in persona .
    Io credo anche nella vita al di fuori della terra; ma poniamoci una domanda : Perche Dio ci ha creati a Sua immagine, se nell'Universo ci sono moltissime altre forme di vita ?? non lo so rispondere, anche se Il Padre scese in terra sotto forma di Uomo, Gesù Cristo.
    Chissà se anche gli alieni credano in Dio.. e se ci credono, lo credono a loro immagine ?
    In fine una cosa dedicata a chi si comporta male ma crede che poi Dio lo porti con Sè solo perche è Misericordioso .... Nella Bibbia scritta da un Uomo chiamato Gesù, ci è chiaramente scritto che le Anime malvagie finiscano all'Inferno ... quindi voi Atei state tranquilli, avete deciso di non credere nel Padre, Lui saprà come ricompensarvi.

  • #74

    egisto (domenica, 04 gennaio 2015 20:26)

    Io sono credente e credo fermamente di possedere Dio dentro di me, il quale mi sorregge e mi da vita.
    Però dico che il mondo può essersi creato anche da solo!!Ma questo non toglie l'esistenza di Dio!!
    La scienza non ha mai scoperto qualcosa che sia in contrasto con l'esistenza di Dio.
    Se poi Dio non fa tutto ciò che noi vorremmo...questo è tutto da discutere!!!

  • #75

    Luca (mercoledì, 01 aprile 2015 00:22)

    Penso che non si saprà mai come e da cosa siamo stati creati noi e l intero universo.. Una cosa peró è certa: ci dev' essere un qualcosa che ha fatto iniziare tutto e quel qualcosa deve essersi per forza autocreato... Chi cita il big bang come se fosse la risposta non ha capito niente perche il big bang è solo la modalità con cui è stato creato l universo mentre la domanda davvero importante è : "come si è creata la cosa che ha dato origine a tutto? Com è possibile che una cosa si autocrei dal nulla?!" .. Questa è la domanda piu importante a cui nessuno riuscirà mai a rispondere perche l uomo non puó riuscire ad immaginare qualcosa che sia completamente distaccato dall ambito terrestre e, infatti, una cosa che si autocrea dal nulla non esiste in ambito terrestre, come dice la nostra cara e veccia fisica..

  • #76

    Alessio (sabato, 18 aprile 2015 13:31)

    #Luca. Dio non ha bisogno di essere stato creato da qualcuno o qualcosa, o addirittura essersi autocreato; Dio esiste e basta, è proprio di questo che si tratta.
    Un esempio, quando uno scrittore scrive una storia, l'esempio perfetto, lo scrittore è Dio e la storia è la vita; quindi non bisogna porsi la domanda chi ha creato Dio, xke Dio c'è e c'è stato da sempre e x sempre.

  • #77

    ignazio (sabato, 13 giugno 2015 17:24)

    " dio per me e una forza che esiste ma noi non la vediamo " e che comunque a fatto sì che tutto si creasse !! e se tutto ciò universo compreso l'avessimo progettato noi umani" dio compreso " in un altro big ben precedente ?

  • #78

    ignazio (sabato, 13 giugno 2015 17:34)

    se dio e la materia oscura fossero la stessa identica cosa ?

  • #79

    Luca (giovedì, 09 luglio 2015 10:58)

    Sbaglio o Hawking nega uno dei fondamenti della fisica, la legge di conservazione della massa? E se l'evoluzionismo e la creazione come la sostengono gli scenziati siano il modo in cui Dio ha agito?

  • #80

    EMILIO (venerdì, 07 agosto 2015 12:25)

    MESSAGGIO PER L'ATEO HAWKING-------DAL NULLA NASCE SOLO IL NULLA-TUTTO NASCE DA DIO---E' DI DIO E RITORNA A DIO.

  • #81

    mario 31 agosto 2015 ore 24 (martedì, 01 settembre 2015 02:57)

    mi scuso innanzitutto con i vari commentetori che basano il loro pensiero in termini piu scientifici su dio e non su basi di fede ma credo che il fine del mio pensiero sia in attinenza con il vostro e questo come puo l uomo scienzato o ateo non aver compreso che 2000 anni fa tutto quello che era ancora un mistero per l uomo si e rivelato ? come puo l uomo scienzato o ateo di non aver capito o non ha voluto capire che in un lontano villaggio povero della palestinae nato colui che di rivelera il principio e la fine ? come puo' l uomo scienzato o ateo a non aver compreso che quell uomo che in realta' non era un vero uomo ma la verita come verbo incarnato come puo' l uomo scienzato o ateo o quel chesia non aver compreso che l uomo si rivelo' in dio e dio si rivelo in uomo ?e chiaro che mi sto' riferendo al cristo dio era in lui e lui era in dio come puo' l uomo scienzato non credenteche continua a rifiutare dio perche non risulta nei suoi esperimenti o nella sua ricerca e che ancora si ostina a non capire che quel dio che non risulta dalle sue ricerche non vuole convincersi che dio esiste dimostrandolo con i fatti scomodandosi di persona per l incredulita' e l imbecillita' degli uomini di quel tempo fino ad arrivare ad oggi vedi hawking che nello stato in qui riversa non puo' fare a meno di redimere i suoi peccati a dio onnipotente quel dio che non ha mai rivendicato la sua paternita' nei suoi confronti ma che sicuramente sara misericordioso vedendolo nella piu totale miseria umana qualsiasi uomo che rifiuta la verita' e invano trovera' la risposta a se stesso e che egli e la causa di se stesso e della creazione senxa dio

  • #82

    mario 1 settembre 2015 ore 14 26 (martedì, 01 settembre 2015)

    chiedo di nuovo scusa se sono un po disordinato in grammatica, o espresso il mio pensiero come uomo di fede che consiste dal fatto che dio si e rivelato all umanita' in cristo suo figlio per testimoniare la verita' che sta' a significare come l uomo abbia avuto origine e somiglianza che e causa della sua creazione sia del mondo sia dell universo......detto questovolete sapere perche' credo in dioe nel modo piu' semplice? c e' un passaggio della bibbia in cui parla a
    mose' sul monte pronunciando la frase(... io sono colui che sono)... dio non disse a mose' come si sarebbe creato o da dove proveniva qielle parole dette a mose' mi bastano per credere in dio in quanto solo lui sa chi e e nessun altro! la quella frase citata da dio a mose' e bastata agli uomini perche' abbiano compreso? direi tuttaltro ecco che adesso tiro in ballo la scienza alquni scienzati non credenti che siamo dei perfetti ingenui poiche' dio esiste solo nel nostro immagginario per cui piu ' della popolazione mondiale soffrissimo da allucinazione di massa questo ci viene contestato dal fatto che dalle loro ricerche e sperimentazioni che dio non c e' questo spiegerebbe nella maniera piu' assoluta che loro sarebbero sani di mente mentre noi credenti saremmo quelli da curare vale a dire che uomini del passato che non erano scienzati ma che ugualmente non credevano dalla notorieta' di hitler... stalin... nerone... saddham hussein... ciausesqu... erano intellettuamente sani di mente e che tutte quelle persone barbaramente uccise dalla loro lucida follia omicida erano persone da curare? centra con l argomento in atto? e chiaro che gli scienzati per fortuna si basano sulla ricerca e non di come sterminare per la loro omicida tutti quelli che credono in dio ma pongo una domanda che inesorabilmente da migliaia di anni puo' hawking o biglino o odifreddi potrei citare la buonanima della nostra astrofisica margherita hach ma che adesso e ompegnata a contlempare quello che per lei era onconcepibile puo' dirci la scienza composta composta da uomini che non si odentificano on un entita' che sia abissale per la loro ragione di comprendere dirci a noi poveri cretini di avere le prove che dio non esiste? come possono provarlo visto che anche loro come noi sono esseri deboli e' limitati di fronte all ignoto di dio non e affatto vero che dio ci ha creati e che si e nascosto da qualche parte cristo non avrebbe avuto senso ma e propio a loro che dio si nasconde li evita perche dio non e ricerca ne puo' rivelarsi attraverso le loro elaborazioni o sperimentazioni in laboratorio in questo caso dio sara' irreperibile alla loro ostinata ricerca che validerebbe la loro tesi che tutto abbia avuto inizio per puro caso la cosa che piu' mi fa riflettere da quel cretino di credente che sono e che questi uomoni cercano dio con la sola ragione e npn con il cuore se ne hanno uno, cito una frase di gesu ' che disse al sacerdote del tempio ...( distruggi questo tempio ed io in tre giorni lo faro' risorgere)... ma il sacerdote ridendogli in faccia gli disse( come puoi farlo risorgre in tre giorni?)... e gesu' gli rispose(.. apri il tuo cuore non la tua mente).


    quella risposta ci fa capire che non basta la ragione per accogliere dio nel nostro intimo umano ma che dio bisogna trovarlo sopratutto con il cuore ma la fede per uno scienzato e qualcosa di inconcepibile ecco perche' e condannato ha cercare per sempre quel dio che non esiste... noi credenti abbiamo un grande vantaggio rispetto ha loro e che noi che credcrediamo in dio

    vivremo sia fisicamente che spiritualmente mentre gli atei scienzati o non vivono fisicamente ma che sono morti spiritualmente per l eternita'

    ioni non c e' alcun dio questo basta per definire che loro siano sani di mente e noi credenti da curare

  • #83

    Francesco (mercoledì, 28 ottobre 2015 01:15)

    La scienza deve servire per spiegarci di cosa è fatto la materia e con questo tutto ciò che ci circonda e tutto questo ci sta perché noi in primis siamo fatti di materia e dobbiamo dare un senso a quello che ci circonda in qualità esseri viventi ma non di avere la presunzione di spiegare da dove è nato tutto ciò ed è per questo motivo che poi si perde e non ne esce più perché non si " accontenta " e pretende attraverso la logica di spiegare quello che può spiegare solo DIO.
    LUI invece si occupa della cosa più importante e cioè la nostra anima e in questo contesto la scienza ha poco da spiegare. Fatto questa premessa dico:
    Noi siamo frutto di un grandissimo disegno DIVINO messo in un contesto fatto di materia per darci la possibilita' di godere di queste cose materiali senza però dimenticare il motivo per cui siamo qui veramente e cioè l'AMORE. In definitiva dico che la Scienza seppur con tutti i suoi lodevoli sforzi non può sconfinare in un "mondo" che non gli appartiene perché così facendo si "perde" in un bicchier d'acqua CERCANDO di spiegare con la logica quello che solo la fede può fare. Pensandoci bene é un perfetto equilibrio tra corpo e anima .... scienza e fede...tutto in equilibrio; non roviniamolo CERCANDO di far prevalere un sull'altro....lasciamo fare ad ognuno il suo compito! RIFLETTETTICI!!! Per l'amore di DIO e pure della scienza......

  • #84

    Gennaro (mercoledì, 09 dicembre 2015 02:10)

    Le stagioni. La pioggia, i frutti di terra e alberi, i figli. Le donne e gli uomini, il pene e la figa, la notte e il giorno, il sonno di sera, i diversi animali. La vista, l udito, il corpo. Il sentimento, i dubbi, il tempo che non finisce, e dopo la morte terrestre cosa c e? Ne siamo tanti e ne sono passati tanti. Vivono o dormono, oppure non sono? Ma sono stati uccisi giovani e vecchi, oppressi. Gli oppressori sono morti o vivono ancora come gli oppressi?

  • #85

    Gennaro (mercoledì, 09 dicembre 2015 02:19)

    Quando moriremo forse sapremo, altrimenti non saremo, ne sentiremo
    Oppure voleremo fra le stelle che vediamo adesso. Tutto dipende da quello che vogliamo credere o speriamo, io spero... Come tutti voi ho dubbi e speranze, altri avevano ma non sono più. La vita è breve ed anche più breve per molti, cosa possiamo fare? Sperare ed attendere il nostro turno, chissà.



  • #86

    matteo (sabato, 26 dicembre 2015 12:29)

    io non riesco a capire come riesca a formasi da solo è una cosa impossibile

  • #87

    fiflippo (giovedì, 31 dicembre 2015 22:01)

    Io sono sempre più convinto di non essere convinto di niente, ma questo mi affascina e ml spinge ad ascoltare e valutare tutte le opinioni sull'argomento. Certo darebbe più facile risolvere il problema credendo in un Dio creatore.

  • #88

    arbic (giovedì, 07 gennaio 2016 17:16)

    Hawking dice: grazie alla LEGGE DI GRAVITA', l'UNIVERSO si è creato dal nulla, non c'era bisogno di DIO. Ma la LEGGE DI GRAVITA', chi l'avrebbe creata??????
    La religione dice che DIO è tutto, è sempre esistito e sempre esisterà.
    Se Dio si fosse chiamato : UNIVERSO, NATURA o LEGGE DI GRAVITA', a cosa crederebbe ????? Lo riammette lui, a DIO.
    Tutti CREDIAMO in una ENTITA' SUPERIORE, che nessuno sa spiegare e che possiamo chiamare come vogliamo senza inutili discussioni.
    Le religioni, ci dividono su come credere e professare questa ENTITA' SUPERIORE.
    Inoltre, se siamo venuti a far parte di questa realtà, perchè non potremmo farne nuovamente parte dopo la morte, in una diversa realtà o spiritualità???

  • #89

    franco (lunedì, 28 marzo 2016 11:19)

    Quand'ero bimbo credevo a DIO oggi coi miei 62 anni e con la mia esperienza di vita affronto il tempo con un infinità di
    dubbi e domande senza risposta.L'universo con tutta la sua problematica
    asteroidi che cadono col pericolo di schiantarsi sulla terra il sole ormai
    al capolinea. Scusate ma non per essere catastrofici noi esseri umani viviamo in questa amara realtà incuranti di ciò che potrebbe accadere
    da un momento all'altro per questi sani motivi non credo che un DIO
    buono amorevole abbia creato ciò.Però resta un dubbio che mi attanaglia
    noi esseri umani come siamo nati?Veramente crediamo agli Homo sapiens Adamo ed Eva Romolo e REMO alle pale fitte,ai RE MAGI alla stella cometa che ha guidato il cammino.Tutti questi dubbi albergano dentro ognuno di noi.Ma la vita fa' il suo decorso e noi piccoli esseri umani giorno x giorno dobbiamo inventarci una guida spirituale che ci dia la forza di andare avanti di percorrere il nostro cammino perchè DIO alberga in ognuno di noi e ci guida ad andare avanti dandoci la forza di respirare e concludere i nostri obbiettivi.Per concludere con un infintà di dubbi aspetto sempre un DIVINO che dia segni di vita e voi NO!....

  • #90

    mito (martedì, 29 marzo 2016 01:34)

    Dobbiamo fare esperienza.... Sperimentare le cose sempre in un continuum di novità. L'universo è infinito talmente complesso che possiamo a malapena tentare di pensare cosa sia..... La scienza progredisce, ovvero lascia le cose sbagliate per nuove ipotesi .... Questo fatto dimostra la quasi totale assenza di conoscenza, diversamente non avremmo un " progresso" scientifico perchè possederemmo giá la conoscenza è quindi la verità . Non posso nemmeno pensare che pochi anni sulla terra possano condizionare tutta la nostra futura eternitá. La fede in se stessa non esiste, è solo bisogno o il precursore intuitivo della conoscenza o condizione possibile a cui tendere attraverso scelte nelle esperienze ...... Noi siamo eterni ed eternamente impegnati a costruire il futuro attraverso la fede sperimentata nella relazione .... Se non ci fosse relazione non ci sarebbe nemmeno il semplice movimento ...... La volontá per esprimersi , dopo il pensiero, ha bisogno di azione attraverso la materia o meglio, attraverso quella condizione che noi chiamiamo materia, da questo: penso quindi sono.. Agisco quindi esisto. Tutto è così semplicemente esistente perchè semplicemente in movimento ed il motore primo è Lui ... Amor che muove il sole e le altre stelle.

  • #91

    franco (mercoledì, 30 marzo 2016 10:16)

    Fino ad oggi gli scienziati ci han fatto credere a una TERRA rotonda ma non e cosi'.Pensate al giro vorticoso del nostro pianeta ci porterebbe ad avere sempre i capelli x aria.Durante i miei viaggi non ho mai incontrato un
    appiglio da farmi pensare al nostro pianeta rotondo ma con affermata certezza di forma concava altrimenti gli abitanti dell'emisfero inferiore come vivrebbero a testa in giù?Qui' per la scienza vien fuori la forza di gravita ma un corpo sia umano o no volerebbe per aria senza avere controllo.La notte e il giorno è dato dalla luna che a secondo dello stato o continente che oscura o illumina girando intorno al sole
    avremo il giorno e la notte.

  • #92

    danilo (mercoledì, 30 marzo 2016 14:46)

    La domanda è capziosa perché inserisce di soppiatto il falso presupposto che Dio venga da qualche parte, chiedendo poi da dove. La risposta è che la domanda non ha nemmeno senso. È come chiedere: "Qual è l’odore dell’azzurro?". L’azzurro non rientra nella categoria delle cose che hanno odore, perciò la domanda è di per se stessa viziata. Allo stesso modo, Dio non rientra nella categoria delle cose che sono create o venute all’esistenza, ovvero causate. Dio è incausato e increato: esiste semplicemente.

    Come facciamo a sapere questo? Ebbene, sappiamo che dal nulla non viene nulla. Perciò, se mai c’è stato un tempo in cui non c’era assolutamente nulla all’esistenza, allora nulla sarebbe mai venuto all’esistenza. Ma le cose esistono eccome. Pertanto, poiché non può esserci mai stato completamente niente, qualcosa è dovuto esistere da sempre. Quel qualcosa che esiste da sempre è ciò che noi chiamiamo Dio.

  • #93

    Mito (domenica, 03 aprile 2016 03:52)

    Forse la spiegazione del tutto esiste già, un certo Marco Todeschini ...... Leggete i suoi scritti la sua teoria dell'apparenza i suoi trattati di psico biofisica ...... Una semplice genialità mostruosa ..... Vi consiglio di iniziare dalla sua ultima conferenza o di accedere al sito in suo omaggio ... Fondazione Marco Todeschini.... Ne rimarrete profondamente stupiti

  • #94

    franco (giovedì, 12 maggio 2016 17:23)

    e da una vita che ni dedico a capire chi siamo e sono arrivato a questa conclusione siamo stati creati da supercivilta dello spazio visto che molti testimoni raccontano che dagli ufo sono scesi uomini come noi oltre che altre tipologie- quello che noi chaimiamo dio non esiste e le storie delle religioni sono pura fantsia umana che rimane di noi dopo la morte- non so forse dovremmo chiederlo a quelli degli ufo forse loro ci daranno risposta pensare di non esistere piu e terrificante e spaventoso ma certamente le risposte religiose lasciano il tempo che trovano

  • #95

    Pinco (domenica, 03 luglio 2016 17:48)

    Dal nulla non viene nulla.Quindi la realtà é eterna,ma la scienza dice di NO.Conclusione:CREAZIONE!

  • #96

    Leonardo zaccaria (mercoledì, 06 luglio 2016 02:45)

    Se non fosse nata la vita e di conseguenza il pensiero umano e voluto non avesse preso coscienza di sé e di tutto il cosmo, il problema non sussisterebbe.
    Quindi è la mente umana la cosa più straordinaria esistente, senza la quale nulla avrebbe senso.
    Il nulla quindi è tale se la mente non cè.

  • #97

    alessandrelli luisa (lunedì, 11 luglio 2016 13:54)

    sono dalla prima infanzia afflitta dal dubbio sull'esistenza di dio. ciò che mi lascia pensare è che dal nulla non può nascere niente se non il nulla.

  • #98

    Irina (giovedì, 14 luglio 2016 18:34)

    Dio esiste e si trova nel montaggio 2

  • #99

    BINO (giovedì, 14 luglio 2016 18:36)

    Le teorie su Dio sono cibo già masticato.

  • #100

    Paolo (giovedì, 14 luglio 2016 18:37)

    La teoria del montaggio è un'esperienza extrasensoriale che tende a sminuire la creazione ufficiale. In principio fu un solo messaggio

  • #101

    TURET (giovedì, 14 luglio 2016 18:38)

    Invece il montaggio 2 è attualmente la teoria più verosimile sulla creazione.

  • #102

    Michel (giovedì, 14 luglio 2016 18:39)

    Ragazzi ma lo sanno tutti che la teoria delle stringhe è slacciata dal buco nero gargantuesco

  • #103

    Grazia (giovedì, 14 luglio 2016 18:39)

    vatti a vedere: www.scienza.de/teoriadellestringhe/montaggio2

  • #104

    angelo (giovedì, 14 luglio 2016 18:40)

    Scusate ma non conosco la teoria del montaggio. Mi potete aiutare?

  • #105

    anna (sabato, 16 luglio 2016 12:34)

    la terra siamo uomini da soli ma tanti vittime destini Dio aiuta miracolo non esiste ?? ma perché Dio amore dono creato la terra ma regola uomini da soli cervello nel bene e nel male siamo la terra natura colore verde e colore ma dio esiste io penso come siamo uomini da soli creato cervello attenzione la vita quotidiano .....ci sono altri pianeti milione ci sono le stelle come forma sassi meteorici diversi ma dio e assoluto .......

  • #106

    paolo (mercoledì, 20 luglio 2016 16:31)

    il problema è che dio è sempre uno solo, tutti gli altri scemi incompententi

  • #107

    Fab (giovedì, 28 luglio 2016 15:46)

    Il nulla avrebbe un senso.....
    Il nulla è uguale a zero e zero + zero è sempre uguale a zero, perché improvvisamente la somma ha dato uno ?
    Credo esista un creatore, ma anche un creatore del creatore e questo all’infinito.
    Le concezioni del bene e del male potrebbero essere valide solo per l'uomo, che forse è solo il risultato di un'equazione matematica che fa parte di un sistema logico di regole scientifiche.

  • #108

    Corrado (sabato, 03 settembre 2016 23:22)

    GIUSTO il pensiero di Howking, non c'è bisogno di Dio, tutto si crea per la legge di gravità, ma la legge di gravità chi l'ha creata? ... e poi quel principio che ha creato l'altro principio .. e così via .... il principio di ogni cosa é circolare ed infinito ... il tutto si creò e continua a crearsi e non avrà mai fine, sta a noi elevarsi mentalmente e diventare quell'Universo infinito e quindi IMMORTALI .....

  • #109

    pino (giovedì, 13 ottobre 2016 22:09)

    Io dico: Boooooh........

  • #110

    Roly (giovedì, 01 dicembre 2016 09:55)

    Definire la causa del Big Bang il "nulla" é assolutamente ridicolo e denota mancanza d'inteligenza....
    Il "nulla" semplicemente non esiste...punto.

  • #111

    Giovanni Ioannoni (giovedì, 01 dicembre 2016 19:52)

    CHI AVREBBE CREATO DIO, chi avrebbe creato DIO? Domanda da niente dove l'inizio del tutto può stare ad un eterno CHE PERPETUA SE STESSO, in un mai iniziato che non avrà appunto mai fine nel quale noi siamo una creazione - trasformazione di un tutto dove nulla si crea ma dove tutto si trasforma, noi umani siamo portati a determinarlo come creazione che andrebbe inquadrato nei termini di eterne trasformazioni di tutto ciò che è da sempre e eternamente sarà. Questo mi sento di poter dire pur avvertendo una marcata sensazione di infinita inadeguatezza nel rispondere ad una domanda cosi importante ed elevata che è al di fuori di qualsiasi portata umana. In tutto ciò che noi definiamo e chiamiamo “nulla”, può stare, il resto “il tutto”, che al momento non riusciamo ad analizzare e definire nei termini realmente esistenti stante al di fuori delle nostre momentanee limitate comprensioni risvegliate.

  • #112

    Roly (venerdì, 02 dicembre 2016 16:59)

    Noi non abbiamo un cervello adatto a capire qualcosa che é sempre esistito come il "PROGETTISTA " dell 'universo e di ciò che lo contiene...ci é già difficilissimo capire ciò che ha creato, vedi esempio il DNA che é composto da atomi e la cosa straordinaria é che questi atomi messi insieme, sono informazioni per costruire un essere vivente.....ATOMI...NON LETTERE...un codice straordinario..ed ogni codice denota un intelligenza....
    Ha detto bene qualcuno:
    "DIO ha usato matematica ad altissimi livelli"
    Dunque, se noi abbiamo una così estrema difficoltà a capire il creato....figuriamoci se possiamo rispondere da dove viene il Creatore.
    Del resto Lui ha lasciato scrivere questa semplice affermazione: " Da tempo indefinito a tempo indefinito tu sei Dio. (Salmo 90:2)