Il Caso della galleria "ufo" di Tremonzelli sulla Palermo - Catania

Se ne parla Studio Aperto allora è segno che siamo in odore di bufala.

Ma il caso sta montando e dobbiamo occuparcene. Di cosa? Ma dell'affare Tremonzelli la galleria che unisce un tratto dell’Autostrada A19 e che collega le città siciliane di Palermo e Catania.

Ed ecco che il Tunnel  spegne i motori delle auto, bloccado i poveri automobilisti. Ma non basta, l’auto sbanda, si danneggia, con conseguenze pericolosissime, poi però si rimette in moto. Sarebbe capitato almeno 6 volte negli ultimi vent’anni. L’ultima sabato scorso con protagonista un giornalista. Ma c'è di più la strada si trova in Sicilia e la mente corre a Canneto, e ai fuochi di Caronia.

Il "messaggio extraterrestre" è stato subito evocanto, ma questa volta è ridicolo pensarlo, almeno per ora ed è giusto chiarire come stanno i fatti.

 

Il fatto in se stesso è molto curioso, ma vent'anni sono tanti e sei casi sono troppo pochi per trarre conclusioni. Esperti dei Vigili del Fuoco e altri tecnici stanno prendendo in esame ogni elemento per spiegare lo strano fenomeno. Ma non bisogna cercare influenze aliene dove non ci sono, a Caronia, dove una serie di incendi si alimentavano improvvisamente all’interno delle abitazioni eravamo in presenza di veri misteri, che non a caso un rapporto confidenziale per palazzo Chigi all'epoca etichettò come inspiegabili, non escludendo in modo ufficiale la pista aliena, oltre alle classiche ipotesi di contaminazioni ambientali di elettromagnetismo, o attacchi terroristici ( non si capisce poi perchè a Caronia, della cui esistenza sanno solo i paesani e il sindaco ).
 
Anche in quel caso, esperti di tutte le forze dell’ordine si sono arrovellati il cervello per cercare di spiegare i corto-circuiti che si sviluppavano vicino alle abitazioni. Anche le Ferrovie dello Stato hanno prestato i loro ingegneri, nel tentativo di dare una spiegazione.

Della vicenda si sta interessando l’Anas, il cui direttore regionale, Ugo Dibennardo, ha già annunciato la messa in atto, a breve, un attento monitoraggio all’impianto dell’intera galleria. Sembra infatti che la Tremonzelli, oltre a presentare alcuni malfunzionamenti alle cabine di trasformazione, sia spesso sottoposta ad interventi di manutenzione dei corpi illuminanti. L’operazione è ovviamente finalizzata alla messa in sicurezza del tratto a beneficio degli automobilisti.

Ma a testimonianza della particolarità della situazione anche il CUN, Centro Ufologico Nazionale, si è dimostrato interessato a verifiche più approfondite. Uno dei membri del coordinamento, Vito Piero di Stefano, ha dichiarato «Ci stiamo occupando del fenomeno ma per rilevazioni di campi elettromagnetici servono apparecchiature particolari, come quelle usate a Canneto di Caronia nel Messinese, di cui dispone solo la Protezione civile. Speriamo di poterne disporre quanto prima».

Che il CUN si occupi del caso suona come una minaccia, ma restiamo fiduciosi, e se ci saranno sviluppi vi terremo informati.

Discutine con noi nel forum:

La galleria misteriosa sulla Pa-Ct
>> leggi di più

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    LORENZO M. (giovedì, 26 agosto 2010 12:57)

    Il caso è veramente interessante ma dubito che in questo caso ci incastrino qualcosa gli ufo....e anche fare dei paragoni con Caronia malgrado la vicinanza territoriale non mi sembra opportuno poichè li si era davanti a un fenomeno realmente inspiegabile e incredibile,di importanza mondiale a mio parere.Comunque spero che le autorità indaghino al più presto perchè il fenomeno è realmente pericoloso è mi sembra più importante risolverlo al più presto che cercarne l'origine.

  • #2

    Alfredo (lunedì, 26 dicembre 2011 18:26)

    Aggiungete anche il mio giusto per aggiungere il settimo accaduto.
    Lo scorso anno presi a nolo una Renault Scenic all' aeroporto di Punta Raisi, avevo un intensa giornata di lavoro da svolgere tra Palermo e Catania, finiti gli impegni di Palermo cominciai il viaggio per Catania intorno alle 20 per poter arrivare in albergo alle ventidue. Dopo un ora circa imboccando la galleria, da me completamente sconosciuta, a circa 100 km ora il motore e gli strumenti di bordo si spensero completamente, la Renault arresto' la sua corsa dopo aver superato la curva a sinistra, in pratica ero contro il marciapiede del guar da il e dallo specchietto non si vedeva chi arrivava. Provai piu' volte a riavviare il motore ma senZa successo, preso il gsm chiamai i carabinieri che arrivarono insieme al carro attrezzi circa 2 ore dopo, i camion e le macchine che sfiorarono la Renault furono tante, solo il triangolo mio e quello di un automobilista, che ringrazio ancora, evitarono la collisione. Sia i carabinieri sia l' autista del carro attrezzi erano a conoscenza del fenomeno della galleria, l'autista addirittura, mentre mi conduceva a PUnta Raiisi per il cambio auto, mi parlo' di incidenti accaduti a lui e a molti altri automobilisti. Erano circa l'una di notte quando l'impiegato Dell' auto noleggio mi forn'i l' auto sostitutiva e anche lui conosceva la storia o legenda di TRemonzelli. Naturalmente posso fornirvi tutti i dettagli del giorno l'ora ecc. I documenti del nolo sono conservati presso l'archivio del mio ufficio. Aggiungo l'unica cosa che mi colpi' quella notte fu il silenzio ed il buio all'esterno della galleria, quando non passavano auto era inverosimile.